235 Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio Benevento - Crotone 1-2, Il tifoso disertore: i crotonesi si autovietano la trasferta - LoStregone.net | seriec1 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

logo di seriec1.ilcannocchiale.it rassegna stampa della lega pro prima divisione
Blog letto 11659387 volte












div>

Tim Cup 2009/2010, Risultati completi,
Tabellone, Regolamento

Coppa Italia 2009/2010
Risultati e Calendario
Siti Ufficiali


prima pagina della Gazzetta dello Sport

prima pagina del Corriere dello Sport

prima pagina di Tuttosport

il cirotano



Verdetti 2010-2011
Retrocesse dalla serie B
Frosinone Portogruaro
Triestina Piacenza
Promosse dalla 2a Div
Tritium Carpi
Latina FeralpiSalò
Carrarese Trapani
Retrocesse in 2a Div
Paganese Cavese
Monza Sudtirol
Ternana Cosenza
Promosse in serie B
Gubbio Nocerina
H.Verona Juve Stabia


Supercoppa 2010-2011
22 - 26 maggio
Gubbio Nocerina 1 - 1
Nocerina Gubbio 0 - 1
Vincente: Nocerina


Play Off Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Verona Sorrento 2 - 0
Salernitana Alessandria 1 - 1
Girone "B"
Juve Stabia Benevento 1 - 0
Taranto A. Roma 0 - 1
5 giugno 2011
Girone "A"
Sorrento Verona 1 - 1
Alessandria Salernitana 1 - 3
Girone "B"
Benevento Juve Stabia 1 - 1
A. Roma Taranto 2 - 3
Finali Play Off 2011
Andata 12 giugno
Verona Salernitana 2 - 0
Juve Stabia A. Roma 0 - 0
Ritorno 19 giugno
Salernitana Verona 1 - 0
A. Roma Juve Stabia 0 - 2


Play Out Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Sudtirol Ravenna 1 - 0
Monza Pergocrema 1 - 0
Girone "B"
Viareggio Cosenza 3 - 1
Foligno Ternana 1 - 0
5 giugno 2011
Girone "A"
Ravenna Sudtirol 2 - 1
Pergocrema Monza 1 - 0
Girone "B"
Cosenza Viareggio 0 - 1
Ternana Foligno 1 - 1


Lega Pro 1a Div - Girone A
10a giornata - 25 ott 09
Alessandria Viareggio 0 - 0
Como Arezzo 0 - 0
Classifica - 10a giornata
 1  Novara 24   
 2  Cremonese 22

Serie C1 Rassegna Web Prima Divisione Lega Pro





































sfoglia    gennaio        marzo


16 febbraio 2009

Benevento - Crotone 1-2, Il tifoso disertore: i crotonesi si autovietano la trasferta - LoStregone.net



Il disertore
Quello che non ti aspetti: il crotonese che non c'è

Non siamo soliti discorrere sulle tifoserie, se non per elogiarne comportamenti, coreografie, canti e sfottò, perché ci piacciono tanto, compreso e soprattutto le tifoserie avversarie. Non diamo giudizi e non facciamo pagelle. Però non possiamo sottolineare che a quanto abbiamo assistito oggi non pensavamo proprio di assistere di questi tempi, in questo calcio moderno, in questo calcio così diverso da quello di un tempo e da quello che più ci piace.
Oggi per la gioia di tutti non c’era nessun divieto imposto dagli organi preposti. Il settore ospiti era regolarmente aperto e fruibile. Di fronte avevamo una squadra che lotta per il primato, non l’ultima della classe. Avversaria una città con tanto di provincia, non un paesello qualunque. Ci si aspettava una tifoseria che ha calcato i campi della B e che ha giocato contro la Juventus.
Uno stadio blindato. Forze dell’ordine dappertutto. Scorte pronte sin dai caselli autostradali. Strade transennate sin dal mattino.
Tutto era pronto.
Ma l’attesa è stata vana.
Nessun crotonese presente.
Trasferta disertata.
Appuntamento mancato.
Occasione perduta.
Figuraccia indiscutibile ma evitabile.

In un periodo in cui una trasferta vietata è sempre dietro l’angolo, i beneventani in vari modi sono stati comunque presenti ovunque, per i crotonesi "vietarsi da sè" una trasferta è davvero un qualcosa che nessuno si aspettava.

Redazione de LoStregone.net


Benevento - Crotone 1-2


Il nostro commento. Una gara dal gusto amaro: un semplice punto di vista, non la verità assoluta


Benevento: Mondini, Aquilanti (35'st Carcione), Colombini, Landaida, Ignoffo, De Liguori, Statella (1’st Clemente), Cejas, Evacuo (28’st Bueno), Castaldo, Palermo. A disp. Corradino, Cinelli, Imbriani, Sodano. All. Soda
Crotone: Concetti, Galeotto, Morleo, Carcuro (37’ st Diniz), Scognamiglio, Pedotti, Basso, Pacciardi, Russo, Petrilli (20’st Aurelio), Calil (15’st Orosz). A disp. Farelli, Figliomeni, Paponetti, Triarico. All. Moriero
Arbitro: Zanichelli di Genova; assistenti: Fiorucci di Gubbio e Bruni di Arezzo
Marcatori: Morleo (C) all’8’ pt; Basso (C) al 38’, Castaldo (B) 43’ st.
Note: terreno in pessime condizioni. Ammoniti: Cejas, Geleoto, Petrilli per fallo, Clemente e Bueno per proteste. Angoli: 6-2. Recupero: pt 3’, st 4’ .Spettatori 4.343, incasso di 49.762 euro. 

A chi ha la bontà di leggere chiedo scusa anticipatamente se racconterò poco della partita, ma ciò che mi preme analizzare è la situazione nel suo complesso secondo una mia visuale ed alla luce di un risultato che certamente non ci conforta.
Il Benevento perde ancora con il Crotone, una squadra che è sempre più una maledizione per i colori giallorossi. Il tunnel delle occasioni mancate contro i Pitagorici sembra non conoscere fine e cresce il malcontento e la voglia di rivalsa di una intera tifoseria che puntualmente si trova a recriminare perché una volta in più è saltata la possibilità per “rinfacciare” gli sfottò subiti e patiti in tanti anni.
Non sarà un caso se, fino ad ora, solo il Crotone ha strappato al Benevento tutti e sei i punti messi a disposizione dal doppio confronto. Peccato. Davvero un peccato ma è andata così e continuare a “piangersi addosso” è assolutamente inutile e deleterio.
Probabilmente la vittoria con il Crotone arriverà, chissà quando, forse allorché anche le aspettative diminuiranno e la si prenderà come una partita uguale a tutte le altre. Anche per questo è l’ora di dimenticare, una volta per tutte, il passato, quello remoto e quello recente, compreso il suo carico di rigori, veri o presunti, negati, altrimenti ci infileremo sempre più in un tunnel “senza fine”.

Detto questo andiamo alla partita e con esso al “processo ai colpevoli” che puntualmente si apre dopo una sconfitta, tanto più quando essa giunge dopo una gara tanto attesa.
Ad avviso di chi vi scrive, a scanso di equivoci, non è il tempo dei processi.
Non è l’occasione più propizia, non ne vedo né motivazioni valide e tanto meno l’opportunità.
Chi vogliamo processare e crocifiggere?
Vogliamo partire da mister Soda, dallo schema utilizzato o dagli uomini mandati in campo?
Ve bene partiamo da tutto questo. Sempre a mio modestissimo avviso, il tecnico giallorosso non ha sbagliato nulla. La gara era stata preparata con grande scrupolo e attenzione, come consuetudine dello staff tecnico sannita. Ogni dettaglio e particolare degli avversari era stato vivisezionato e analizzato. Ogni situazione che si sarebbe sviluppata in gara era stata monitorata.
Va precisato che il tecnico, sin dalla sosta natalizia e poi in quella successiva per giungere anche all’ultima settimana di lavoro, sta studiando e provando continuamente moduli alternativi al 4-4-2 che praticamente ha sempre utilizzato. Ricordiamo anche che Soda, al suo arrivo, dichiarò che non era questo il modulo che lui preferiva. Ed allora non si può recriminare sul perché si sia optato per il menzionato schema piuttosto che per un altro. Perché è di lapalissiana evidenza che il trainer che, vorrebbe cambiare, non riesce a trarre dalla squadra le dovute e opportune garanzie di efficienza da altri moduli. Allora la colpa non è sua. Non ha questa squadra in mano dall’estate. E’ subentrato ad un lavoro già svolto e deve adeguarsi a quello che ha trovato. Aggiungiamoci che quello stesso modulo che per qualcuno oggi andava cambiato, fino a domenica mattina era lo stesso che ci aveva condotto ad un passo dalla vetta. Detto ciò non vuol dire che in futuro la situazione non cambi, ma prima ancora che per il tecnico le cose possono e devono cambiare attraverso i ragazzi della squadra. Anche a questi ultimi non stiamo imputando nulla. Danno quello che è nelle loro corde e pian pianino arriveranno a dare anche oltre quello che ritengono di poter dare.
Ma allora come si deve fare per gestire al meglio il parco attaccanti così sontuoso?
Premessa d’obbligo per tutti i protagonisti: se Ronaldinho e Del Piero vanno in panchina, può andarci chiunque.
Però i tifosi stiano attenti ai refrain.
Se sta fuori Evacuo: quando vedremo Evacuo?
Se sta fuori Clemente: ma come il capocannoniere del torneo?
Se sta fuori Castaldo: ma come l’Ibra della C non gioca?
Per non parlare di un Bueno sacrificato alla causa con uno spirito di abnegazione e sacrificio che meriterebbe la fascia di capitano.
In ogni caso e comunque, per qualcuno, Soda sbaglierebbe a prescindere, qualunque cosa facesse. Sempre a mio avviso: questo non è giusto. Soda lavora e deve scegliere in assoluta tranquillità e libertà, con le sue idee e le sue convinzioni e tutti noi non possiamo star lì con il fucile spianato. Al calcio si gioca in 11 e con degli equilibri che un tecnico deve giudicare e vagliare ma che sono i protagonisti in campo a dare e dettare. Così come i calciatori devono capire che ora è il momento che tutti diano il loro contributo sia partendo dal 1’ minuto sia entrando a partita in corsa, perché l’obiettivo è comune e lo si raggiunge tutti insieme.
Ed allora perché abbiamo perso?
Io risponderei con una domanda: come abbiamo perso?
Abbiamo perso un gara che in campo avevamo iniziato così come studiato e voluto. Però, sin dall’inizio, era partita male. Ciarcià squalificato e quanto comodo avrebbe fatto sulla destra. Poi una febbre malandrina mette fuori causa Cattaneo, a dir di tutti, il difensore in maggior spolvero al momento. Il caso fortuito aveva messo fuori un altro arcigno marcatore Ferraro, per il medesimo motivo. All’ultimo minuto ha giocato Aquilanti, male purtroppo, e uno Statella un pò giù di corda dopo le faville mostrate in nazionale. La destra ha sofferto un Morleo che da sempre ci “mortifica” e proprio da un buco su quel versante è giunto quel gol che ha scombussolato i piani. 
Lì è cambiata la gara. Il Benevento ha la colpa (questo si) di non essere riuscito a rinsaldare i nervi e tornare in se. Troppa voglia di fare, troppe aspettative, troppo carica di significati, anche per i giocatori, questa “maledetta gara”. Abbiamo gettato alle ortiche un tempo. Ma nel secondo il Crotone è stato devastato e schiacciato. Non certamente solo per le tre punte, anche per quello, ma perché quelle tre punte erano sostenute da una carica agonistica e di fervore impressionante che se da un lato giovava nella pressione di squadra, dall’altro continuava a non far tornare la piena lucidità nella mente degli atleti. Per il resto un palo pieno, un paio di situazioni dubbie che avrebbero anche potuto favorire un penalty (ma noi siamo il Benevento mica l’Arezzo) e palloni che ballonzolavano in area senza che si riuscisse a infilarli in rete, oltre che uno sfortunato svarione del portiere (può capitare a tutti e ci sta!) fanno il totale di una gara “stregata”, storicamente tale e che ineluttabilmente si è continuata a mostrare nella sua natura sfortunata. 

Quello che mi è piaciuto è stata la profonda e sentita auto-critica mostrata da tecnico e calciatori in sala stampa (interviste e video a Vostra disposizione) con la consapevolezza che nulla e perduto e che da martedì si ricomincia uniti e compatti (società, squadra e tifosi)da dove ci eravamo lasciati e soprattutto senza processi per nessuno. 

di Gianrocco Rossetti per LoStregone.net


Benevento-Crotone: le pagelle
Male Aquilanti e Mondini. Si salva dal grigiore Landaida

Mondini, 5: il suo errore sul secondo gol di Basso è da “Paperissima”. Incolpevole invece sul primo gol di Morleo. Contribuisce comunque in maniera significativa alla sconfitta. Può succedere, non deve succedere più.

Aquilanti, 4:  davvero disastroso ed irriconoscibile. Beffato sul primo gol del Crotone, regala la seconda palla gol ai Calabresi quando in fase di ripiego si fa soffiare il pallone da Basso. Un calciatore incredibilmente spaesato, non ne azzecca una.

Colombini, 6:  ci mette tanto furore agonistico, anche se le sue proiezioni offensive sono limitate. Litiga con tutti i calciatori avversari e con l’ arbitro, ma è sempre uno degli ultimi a mollare.

Landaida, 6,5: anche lui cerca di tenere in piedi la baracca difensiva e compie una serie di lanci lunghi di buona precisione. Tra le poche note liete c’è il suo recupero ormai completo.

Ignoffo, 5,5: il Crotone schiera una punta di ruolo, Nello Russo, assolutamente impalpabile. Ignoffo però non brilla particolarmente, concedendo all’avversario troppi falli. Sono dolori invece quando deve correre dietro ai velocissimi mezzali calabresi, sulle quali lavore di esperienza.

De Liguori, 6: solita corsa e solita grinta, tuttavia sbaglia troppi passaggi. Non è lucido, colpa anche del dirimpettaio Pacciardi che fisicamente lo sovrasta.

Statella, 5: lui ed Aquilanti offrono il fianco a Morleo in occasione del primo gol. In fase offensiva il suo apporto è praticamente nullo e viene giustamente, anzi forse tardivamente, sostituito.

Cejas, 5,5: mai visti tanti passaggi sbagliati da parte sua. Non è mai lucido e decisivo nelle sue geometrie. Nella ripresa va anch’egli all’arrembaggio, andando vicinissimo al gol del pareggio. Ammonito, salterà la trasferta di Terni.

Evacuo, 5,5: la sua fisicità la mette a disposizione dei compagni con sponde per favorire il lavoro di squadra. Tuttavia non ha ancora la brillantezza necessaria per essere devastante e le sue polveri restano bagnate.

Castaldo, 6: anch’egli lotta e sgomita con i difensori avversari, ma non tira in porta. E dire che in un paio di occasioni ha avuto la possibilità. Inutile, purtroppo, la rete siglata al novantesimo.

Palermo, 6: arruffone e pò pasticcione, ma un vero martello nella ripresa quando tiene sulla corda l’esperto Galeotto che ne soffre l’esuberanza fisica. Se fosse stato più preciso, sarebbe stato determinante per le sorti della partita. Comunque da lodare per la voglia e l’impegno profuso.

Clemente, 6: il suo ingresso ravviva l’azione e coincide con l’assedio garibaldino del Benevento alla porta avversaria. Non è fortunato e lucido nelle conclusioni, ma il suo ingresso è un toccasana per tutti. 

Subentrati:
Bueno s.v.
Carcione: s.v.

All. Soda, 5,5: Sicuramente le defezioni di Cattaneo e Ciarcià non gli hanno agevolato la vita. Ma non era meglio inserire Carcione dall’inizio invece che Statella, reduce dalle fatiche con l’under di categoria?

di Giuseppe Carcea per LoStregone.net

fonte: lostregone.net

facebook

sfoglia    gennaio        marzo

Cerca, Rss, Atom e Counter
Ricerca personalizzata
Blog letto 11659387 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0   Feed ATOM di questo blog  Atom


Link
A
ac-perugia.com
acmonzabrianza.it
acspezia.com
agenfax.it
alessandriacalcio.it
allvideo
amarantomagazine.it
arezzonotizie.it
asandriabat.it
B
beneventocalcio.it
bettiamo.net
blog.football.it
blunote.it
bondolasmarsa
br73.net Pistoia
bustocco.it
C
calciatori.com
calciocampano2009
calciocomo190
calciofoggia.it
calcioland.forumfree
calciomatto
calciomercato.com
calcionapoletano
calciopiu.net
calciopress.net
calcioscommesse.myblog.it
calcioseriec.blogspot.com
calciotoscano.it
cavese
cavanotizie.it
click4soccer.com
coni.it
corrierediarezzo.it
corrieredicomo.it
cremonaweb.it
D
datasport.it
diretta.it
direttagol.it
E
e-cremonaweb.it
esperiaviareggio.it
eurosport.yahoo.com
F
fccrotone.blogspot.com
febbrea90.com
figc.it
foggiacalciomania.com
foggialandia.it
foggiaweb.it
folignocalcio.com
folignocalcio.it
forzacavese.net
forzalucchese.net
forzanovara.net
forzapescara.com
forzaspal
G
gazzettalucchese.it
goal.com
H
hellastory.net
hellasverona.it
hellasweb.it
I
ilgrecale.it
ilpallonaro.com
ilquotidianodellabasilicata.it
ilquotidianodellacalabria.it
ilsatanello.it
ioamoilcalcio.myblog.it
infobetting.com
italiadelcalcio.it
L
la_c1.ilcannocchiale.it
lanciano.it
larena.it
leccosportweb.it
lega-calcio.it
lega-calcio-serie-c.it
legaproprimadivisione
leggonline.it
livescore.com
Live score
loschermo.it
lospallino.com
lostregone.net
lumezzanecalcio.it
M
madeinandria.it
mondorossoblu.it
N-O
noitv.it
P
paganese.it
paganesecalcio.com
pescaracalcio.com
portogruarosummaga.it
primadanoi.it
primadivisionew
primadivisione
pronostici1x2
pronostici serie A
prosestonews
Q
qn.quotidiano.net
R
radioemme.it
raisport.rai.it
ravennanotizie.it
realsports.it
reggianacalcio.it
reggianasupporters.it
resport.it
riminicalcio.com
S
salernonotizie.it
sanniocalcio.it
scommesse.betfair.it
seriec1.ilcannocchiale.it
seriec1.wordpress.com
soccerpuglia.it
socialcalcio.com
solocalcio.com
solopescara.com
sorrentocalcio.com
sportal.it
sportcity-ricio
sportedintorni.blogspot.com
sporterni.it
sportevai.it
sportitalia.com
sportoggi.com
sportpeople.net
sportvintage.blogspot.com
ssjuvestabia.it
sslanciano.it
stabia1907.it
stabiachannel.it
stampasud.it
T
tarantosera.com
tarantosupporters.com
teleradioerre.it
ternanacalcio.com
terninrete.it
terzaserie.myblog.it
tifo-e-amicizia.it
tifogrifo.com
tifosigallipoli
tifosiportogruaro
tuttalac.it
tuttocalciatori.net
tuttocalcio.it
tuttolegapro.com
tuttomercatoweb.com
tuttosport.com
tuttosporttaranto
tvgratisnet.iobloggo.com
tvoggisalerno.it
U
ultrassamb
uscremonese.it
usfoggia.it
V
varese1910.it
varesenews.it
vascellocr.it
vastocalcio
viaroma100.net
virtuslanciano
Z
zonacalcio.it

Siti rimossi

Gossip&sport

Cinema italiano
cinemaitaliano.info
trovacinema.repubblica.it
Nuovi
bg vs fq pr dago
notiziariocalcio
ilnuovocorriere
asgubbio1910
forzanocerina
piacenzacalcio
triestinacalcio
comunicatemi
chi ho dimenticato
e sarà inserito,
o rimosso per chi vuol essere cancellato

....ed è naturalmente gradito
un link a questo blog
nei vostri siti o blog
grazie



Meteo











 
 
fai.informazione.it Wikio - Top dei blog Wikio - Top dei blog Add to Google intopic.it Blog360gradi - 

L’aggregatore di notizie a 360°  provenienti dal mondo dei blog! who's online Sito ottimizzato con 

TuttoWebMaster TOP 100 

SOCCER SITES TopSportSites.com :: A 

Sports Discussion Community Top Italia Registra 

il tuo sito nei motori di ricerca liquida.it social network Notizie, immagini e video dai blog italiani su Liquida top 100 sports sites My BlogCatalog 

BlogRank urltrends reports BlogNews Questo Blog e' 

Strabello! e il tuo?

Cynegi Network
linkto.org

  Powered by  MyPagerank.Net
 

seriec1

↑ Grab this Headline Animator

  View blog authority
   
 


blinko jonny groove
rcsmobile belen

lastminute
musicbox

edreams

better
blinko grandi sorelle


Rubbrica telefonica


Elenco per nome


Elenco per ruolo