235 Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio La Cremonee ha i singoli, ma non gioca a calcio, Pro Patria-Cremonese 2-2 - vascellocr.it | seriec1 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

logo di seriec1.ilcannocchiale.it rassegna stampa della lega pro prima divisione
Blog letto 11656935 volte












div>

Tim Cup 2009/2010, Risultati completi,
Tabellone, Regolamento

Coppa Italia 2009/2010
Risultati e Calendario
Siti Ufficiali


prima pagina della Gazzetta dello Sport

prima pagina del Corriere dello Sport

prima pagina di Tuttosport

il cirotano



Verdetti 2010-2011
Retrocesse dalla serie B
Frosinone Portogruaro
Triestina Piacenza
Promosse dalla 2a Div
Tritium Carpi
Latina FeralpiSalò
Carrarese Trapani
Retrocesse in 2a Div
Paganese Cavese
Monza Sudtirol
Ternana Cosenza
Promosse in serie B
Gubbio Nocerina
H.Verona Juve Stabia


Supercoppa 2010-2011
22 - 26 maggio
Gubbio Nocerina 1 - 1
Nocerina Gubbio 0 - 1
Vincente: Nocerina


Play Off Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Verona Sorrento 2 - 0
Salernitana Alessandria 1 - 1
Girone "B"
Juve Stabia Benevento 1 - 0
Taranto A. Roma 0 - 1
5 giugno 2011
Girone "A"
Sorrento Verona 1 - 1
Alessandria Salernitana 1 - 3
Girone "B"
Benevento Juve Stabia 1 - 1
A. Roma Taranto 2 - 3
Finali Play Off 2011
Andata 12 giugno
Verona Salernitana 2 - 0
Juve Stabia A. Roma 0 - 0
Ritorno 19 giugno
Salernitana Verona 1 - 0
A. Roma Juve Stabia 0 - 2


Play Out Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Sudtirol Ravenna 1 - 0
Monza Pergocrema 1 - 0
Girone "B"
Viareggio Cosenza 3 - 1
Foligno Ternana 1 - 0
5 giugno 2011
Girone "A"
Ravenna Sudtirol 2 - 1
Pergocrema Monza 1 - 0
Girone "B"
Cosenza Viareggio 0 - 1
Ternana Foligno 1 - 1


Lega Pro 1a Div - Girone A
10a giornata - 25 ott 09
Alessandria Viareggio 0 - 0
Como Arezzo 0 - 0
Classifica - 10a giornata
 1  Novara 24   
 2  Cremonese 22

Serie C1 Rassegna Web Prima Divisione Lega Pro





































sfoglia    febbraio        aprile


2 marzo 2009

La Cremonee ha i singoli, ma non gioca a calcio, Pro Patria-Cremonese 2-2 - vascellocr.it

Intanto il Pergocrema scappa a +4

Una buona Cremonese pareggia a Busto, ma c'è rammarico per le occasioni perse. E la classifica piange

in svantaggio dopo pochi minuti, la squadra ribalta il risultato con Saverino su rigore e Vitofrancesco ma poi viene raggiunta - Sprecate molte occasioni per vincere nella ripresa - Rigore netto negato a Riganò, dubbi anche per un possibile fallo su Temelin in area - Nel finale Pro Patria in dieci ma la Cremo non ne ha più


Paoloni impegnato dal centravanti della Pro Patria (Fotoi Gaimarri)

di Alex Everet

Pareggiare sul campo della prima in classifica giocando benino se non proprio bene e sfiorando anche la vittoria in più di una circostanza. Chi non farebbe la firma per una prestazione così della propria squadra, specialmente se quest'ultima galleggia a metà classifica? Eppure ci sono casi in cui una giornata del genere lascia comunque l'amaro in bocca. E' il caso della Cremonese, capace di strappare un punto con autorità a Busto Arsizio ma tutto sommato ancora più lontana dagli obiettivi stagionali: se i playout restano a tre punti (cifra preoccupante), infatti, i playoff scivolano a quattro e col sorpasso del Lumezzane ora i grigiorossi sono decimi, a sole 10 gare dalla fine del torneo.
I grigiorossi in effetti hanno sfoderato sul campo della capolista Pro Patria una prova fra le migliori di questa stagione. Pur debilitata dalle numerose assenze e con gli uomini contati, la squadra di Mondonico ha saputo conquistare un pareggio meritato (e anzi sono proprio i grigiorossi a poter recriminare per una vittoria che ai punti ci sarebbe potuta stare), oltretutto rimontando lo svantaggio iniziale, cosa non comune per i grigiorossi quest'anno.
In svantaggio dopo soli 8 minuti per un gol sugli sviluppi di un angolo di Urbano di testa (complice una dormita del nuovo Anzalone, comunque positivo nel complesso), la squadra dopo un momento di sbandamento ha saputo reagire trovando il pareggio con Saverino su rigore (procurato da Temelin dopo la solita spizzata di Riganò) per poi portarsi in vantaggio con Vitofrancesco (gol merito soprattutto di una caparbia e testarda azione di Gori sulla destra). Nella ripresa la Pro Patria ha subito pareggiato con Do Prado (bel tiro al volo su palla vagante in area) e poi il risultato non è più cambiato nonostante l'espulsione nel finale di Correa.
Nel conto bisogna mettere i molti gol sbagliati dai grigiorossi nella ripresa (Riganò, Gori, Temelin e Vitofrancesco hanno sciupato occasioni clamorose) e un rigore non dato a Riganò sempre nella ripresa (più uno dubbio che poteva starci su Temelin nel primo tempo). La Pro Patria invece ha avuto una sola vera grande occasione, sprecata da Fofana. Nel finale i bustocchi sono rimasti in dieci, ma la Cremonese stanca e prudente ha preferito non forzare i ritmi accontentandosi del pareggio.
I grigiorossi hanno palesato progressi soprattutto sul fronte della pericolosità offensiva, costruendo come detto molte occasioni. Ha funzionato ancora lo schema della spizzata di Riganò per Temelin (ha procurato il rigore) e almeno finchè Gori ha avuto birra si è riusciti ad attaccare bene sulla destra (dove Barjie era in difficoltà appunto contro Gori). La squadra è piaciuta quanto a compattezza difensiva (sono state concesse poche occasioni, complessivamente, alla Pro Patria) anche se nella ripresa si è fatalmente allungata. E tutto sommato ha palesato una condizione fisica migliore della Pro Patria, nel complesso.
Quanto ai singoli, Anzalone ha fatto un buon esordio nonostante sia implicato in un paio di errori difensivi importanti, Cremonesi ha dato sicurezza e sugli esterni Pesaresi e Bianchi hanno contenuto avversari difficili.
A centrocampo Fietta è ormai diventato il punto di riferimento della squadra e anche Gori ha giocato un ottimo primo tempo prima di sparire nella ripresa (condizioni fisiche probabilmente imperfette). Giornata-no invece per Vitofrancesco nonostante il gol. Davanti Temelin è parso in progresso anche se gli manca ancora il gol e Riganò ha fatto quello che può fare, cioè sponde, spizzate e lanci per i compagni con intelligenza quando ha la palla (ha una buona visione di gioco). Ovviamente, non gli si può chiedere la corsa.
Quanto alla Pro Patria la formazione di Lerda è sicuramente molto organizzata e ha tantissima qualità in avanti (Correa, Do Prado, Toledo, Fofana e Melara sono tutti ottimi giocatori, senza dimenticarsi del bel motorino di centrocampo Zappacosta) ma è fragile in difesa e inoltre in questo momento manca di rapidità. I bustocchi hanno condotto a lungo le operazioni, specialmente nel primo tempo, ma senza incidere quasi mai e eccendendo nei leziosismi. Insomma, la squadra sembra molto meno brillante rispetto al girone di andata, va avanti quasi per inerzia.
Ora il calendario propone la sosta del campionato per le semifinali di Coppa Italia che vedranno i grigiorossi in campo a Novara domenica prossima.. L'attenzione di tutti però è già concentrata sul derby Cremonese-Pergocrema del 15 marzo. I cremaschi l'affronteranno con 4 punti di vantaggio: chi l'avrebbe mai potuto immaginare a luglio alzi la mano....

La cronaca del match

Dopo la festa per i 90 anni della Pro Patria, le due squadre scendono in campo sotto una pioggerellina non forte ma penetrante. Il campo è pesante e il gioco ne risente. La Cremonese in extremis perde anche Viali (convocato Borilli) mentre la Pro Patria è al completo.
La partita inizia con i bustocchi subito padroni del gioco. I tigrotti dettano i ritmi mentre la Cremonese si chiude e riparte. Al primo tentativo però i padroni di casa fanno centro: all'8' infatti Correa batte un angolo dalla sinistra, sul gioco dei blocchi Anzalone si perde Urbano che incorna appena dentro l'area di rigore sorprendendo la difesa e l'immobile Paoloni con palla che si infila alla sua destra.
Al 9' la Cremonese avrebbe subito l'occasione per pareggiare, ma l'arbitro non vede una probabile trattenuta in area di Pisani ai danni di Temelin.
Al 10' Correa viene ammonito per un fallo su Saverino. All'11' Gori va via sulla destra e serve Temelin che in area si libera di Urbano si gira e calcia però alto. La Cremonese è in partita, la Pro Patria tiene molto palla ma è leziosa. Al 20' Alberto Bianchi crossa dalla destra sul secondo palo dove Urbano anticipa Riganò mettendo in angolo. Al 21' Vitofrancesco lancia lungo, la palla per Temelin è interessante ma Urbano in semirovesciata allontana. Al 26' Music spinge e mette in area per Fofana che affronta in uno contro uno Cremonesi, bravissimo nel chiudergli lo spazio senza fallo. E al 27' la Cremonese, meritatamente, pareggia: Pesaresi lancia lungo, Riganò spizza di testa per Temelin che se ne va sul filo del fuorigioco e viene steso da Urbano con una entrata in scivolata alle spalle. Rigore che Saverino trasforma spiazzando Anania con un tiro rasoterra nell'angolo basso alla sua destra. Saverino va a festeggiare salutando la moglie sotto la tribuna ma il pubblico locale interpreta diversamente i suoi gesti e si arrabbia.
Al 32' Urbano viene ammonito per uno sgambetto a Fietta. Al 33' invece Barjie viene graziato del giallo dopo un brutto fallo su Gori. La Cremonese insiste e al 34' passa ancora: Gori affronta Barjie in contrasto fuori area, sembra perdere palla ma ci crede ancora e una volta entrato in area sulla destra supera in contrasto prima Cosentini e poi Zappacosta per poi servire Vitofrancesco che sul primo palo da due passi gira in rete agevolmente. Anche Vitofrancesco come Saverino va a festeggiare sotto la tribuna facendo imbufalire i tifosi di casa. L'arbitro lo ammonisce.

La reazione della Pro Patria è immediata: al 35' Barjie crossa da sinistra per Fofana che a centro area incorna di testa con palla a lato di poco.
E al 38' Correa cerca con una palla filtrante Fofana, fermato ottimamente da Alberto Bianchi. Lerda decide di aumentare il peso offensivo della sua squadra e al 40' toglie Cosentini (con cui era arrabbiato per l'errore sul gol di Gori) inserendo Melara con Correa arretrato a centrocampo.
Il primo tempo finisce qui. La ripresa inizia subito col pareggio bustocco: al 3' Toledo crossa dalla sinistra, Pesaresi anticipa Melara ma la palla schizza a Do Prado, solo in area, che con un gran destro a girare fulmina l'incolpevole Paoloni. Il gol galvanizza la Pro Patria che per alcuni minuti spinge sia pure senza creare pericoli. Anzi è la Cremonese a farsi viva al 15': Temelin fa la sponda per Gori che dal limite invece che il tiro di potenza cerca di piazzarla di piatto con palla alta. Al 16' Barjie viene ammonito per un fallo su Alberto Bianchi. Al 17' la Cremonese costruisce un'altra grande occasione: Vitofrancesco serve Temelin che dalla sinistra mette in mezzo per Riganò, che, sia pure involontariamente ostacolato da Anzalone, spreca una grande occasione calciando fuori da due passi. Al 18' la Pro Patria risponde con un lancio di Barjie per Fofana il quale, complice un Anzalone fuori posizione, si presenta davanti a Paoloni che è bravissimo nel fermarlo in uscita. Al 24' su un cross di Pesaresi da sinistra Urbano spinge nettamente Riganò in area. Sarebbe rigore ma l'arbitro non vede. Riganò offre la mano a Urbano che la rifiuta e Riganò fa ampi gesti per sottolineare la sua disapprovazione. Al 27' comunque lo stesso Riganò lancia Temelin che salta Urbano in area ma poi calcia addosso ad Anania da buona posizione. Al 29' ancora Riganò apre per Gori che cerca Fietta, tiro respinto da Urbano e palla a Temelin che appoggia dietro per Vitofrancesco che tira fuori da buona posizione. Al 33' Correa stende a centrocampo Saverino e si guadagna il secondo giallo e quindi il rosso. Lerda, che stava per far entrare Mosciaro, si ritrova costretto a sostituire Do Prado per mettere Dalla Bona. Nella Cremonese entra invece Guidetti per Temelin. Al 39' è Migliorini a entrare per Zappacosta che ha i crampi. Nonostante la superiorità numerica, la Cremonese è stanca e non affonda i colpi limitandosi a gestire palla. Mondonico toglie Gori, anche lui con i crampi, per mettere Tacchinardi. Pesaresi si fa ammonire per un fallo su Fofana, poi l'arbitro fischia la fine. Pareggio, alla Cremonese può anche star bene ma le recriminazioni non mancano.

43' - Attacco di Saverino che scanbia con Vtofrancesca, poi Fietta. A centro Anzalone, ma ripredne la pro Patria. Esce Gori entra Tacchinardi per la Cremonese.

45' - Ammonito Pesaresi.

47' - Punizione per la Cremonese. Ultima occasione. Saverino per Vitofrancesco anticipato.

Fischio finale.



Il gol di Vitofrancesco per l'1-2 (Foto Mauro Gaimarri)

PRO PATRIA-CREMONESE 2-2
PRO PATRIA 4-2-3-1
Anania; Music, Urbano, Pisani, Barjie; Zappacosta, Cosentini; Do Prado, Correa, Toledo; Fofana.
A disposizione: Gervasio, Dicuonzo, Polverini, Mosciaro.
All.: Lerda.
CREMONESE 4-4-2 Paoloni; A. Bianchi, Cremonesi, Anzalone, Pesaresi; Gori, Fietta, Saverino, Vitofrancesco; Temelin, Riganò.
A disposizione: G. Bianchi, Davini, Fanfoni, Borilli, Coda.
All.: Mondonico.
SOSTITUZIONI :40' Melara per Cosentini 33' st Guidetti per Temelin 34' st Dalla Bona per Do Prado 39' st Migliorini per Zappacosta 44' st Tacchinardi per Gori.
RETI: 8' Urbano 27' rigore Saverino 34' Vitofrancesco 3' st Do Prado.
NOTE :Spettatori 1700 circa (di cui 586 abbonati e 917 paganti per un totale di 1503 tagliandi staccati, presenti 50-60 tifosi cremonesi). Incasso 16752 Euro (di cui 4281 Euro in quota abbonati). Angoli 2-1. Recupero: pt 1' st 3'. Espulso Correa per doppia ammonizione al 33' st (entrambi i cartellini gialli per gioco falloso ai danni di Saverino). Ammoniti Urbano, Barjie e Pesaresi per gioco falloso; Vitofrancesco per comportamento non regolamentare (esultanza provocatoria sotto il settore dei tifosi locali). Campo bagnato e pesante, pioggerellina insistente, giornata fredda, cielo coperto. Prima del via del match celebrati i 90 anni della Pro Patria con una cerimonia caratterizzata dalla presenza di molti ex giocatori bustocchi.

Statistiche: più tiri in porta per la Pro Patria, ma la Cremonese è più pericolosa

numeri di Pro Patria-Cremonese per una volta potrebbero risultare ingannevoli. Se infatti dovessimo limitarci ai numeri, dovremmo dire che la Pro Patria ha tirato in porta più della Cremonese. Un dato vero ma che non corrisponde alla pericolosità: sicuramente i grigiorossi hanno costruito più occasioni da rete. Spiccano poi i falli di Correa, giustamente espulso per doppia ammonizione. In materia da notare che fino al gol dell'1-1 la Cremonese ha commesso solo 2 falli in 27 minuti. Dopo ha cominciato a "picchiare", scossa dal torpore in cui l'aveva calata il gol subito.
TIRI TOTALI Pro Patria 13 (2 Dalla Bona 2 Barjie 2 Do Prado 2 Toledo 1 Urbano 1 Melara 1 Zappacosta 1 Music 1 Fofana) Cremonese 8 (2 Temelin 2 Vitofrancesco 1 Saverino 1 Gori 1 Riganò 1 Fietta)
TIRI IN PORTA Pro Patria 4 (2 Do Prado 1 Toledo 1 Urbano) Cremonese 4 (2 Temelin 1 Saverino 1 Vitofrancesco)
TIRI FUORI Pro Patria 9 (2 Dalla Bona 2 Barjie 1 Melara 1 Zappacosta 1 Fofana 1 Toledo 1 Music) Cremonese 4 (1 Gori 1 Riganò 1 Fietta 1 Vitofrancesco)
FALLI COMMESSI Pro Patria 25 (6 Correa 4 Do Prado 4 Urbano 4 Barjie 3 Fofana 2 Melara 1 Zappacosta 1 Music) Cremonese 16 (3 Riganò 3 Gori 3 Pesaresi 2 A. Bianchi 1 Fietta 1 Vitofrancesco 1 Anzalone 1 Cremonesi 1 Guidetti)
FALLI SUBITI Pro Patria 14 (3 Toledo 3 Fofana 2 Zappacosta 2 Do Prado 1 Correa 1 Dalla Bona 1 Music 1 Barjie) Cremonese 25 (5 Fietta 5 Saverino 3 A. Bianchi 3 Gori 2 Cremonesi 2 Pesaresi 2 Paoloni 1 Riganò 1 Guidetti 1 Temelin)
FUORIGIOCO Pro Patria 5 (3 Fofana 1 Toledo 1 Do Prado) Cremonese 4 (1 Riganò 1 Temelin 1 Guidetti 1 Vitofrancesco)

La Pro Patria festeggia i suoi 90 anni

Prima del calcio d'inizio la Pro Patria ha festeggiato i suoi 90 anni con una cerimonia sobria che ha visto la partecipazione di molte vecchie glorie, chiamate a ritirare una sciarpa commemorativa. A parte i protagonisti della Pro Patria di serie A anni quaranta-cinquanta (Turconi, Cavigioli, La Rosa e Antoniotti) spiccava la presenza di Paolo Tramezzani, già all'Inter in serie A e ora ospite fisso di Gene Gnocchi a Gnok Calcio Show.
Al termine della cerimonia le vecchie glorie hanno percorso un giro di campo.
Tra le altre curiosità della gara ricordiamo l'inno della Pro Patria sparato a tutto volume: si tratta di un brano metal molto duro, davvero insolito come inno di una squadra di calcio.
Tra le curiosità di giornata ricordiamo lo scambio di saluti fra Guidetti e Do Prado (compagni nello Spezia), il mancato ingresso di Mosciaro (era già pronto ad entrare ma l'espulsione di Correa ha spinto Lerda a lasciarlo fuori per far entrare Dalla Bona), la fascia di capitano affidata a Saverino (il più anziano di militanza grigiorossa in campo era Michele Cremonesi: perchè non darla a lui?).


Cremonese invitta a Busto dal 2001

Il pareggio di Busto Arsizio conferma una tradizione recente molto positiva per i grigiorossi sul campo della Pro Patria. La Cremonese infatti non perde allo "Speroni" dall'ormai lontano 2001. Da allora sono arrivati 2 successi e 2 pareggi. Nel complesso peraltro la Pro Patria resta in vantaggio sia nel computo generale (15 vittorie a 11) che in quello limitato alle gare giocate allo "Speroni" (8 vittorie a 4).

I Pro Patria Club non vogliono il presidente allo stadio

I club della Pro Patria, tramite l'organo ufficiale " Pro Patria Clubs " , diretto da Luciano Pistocchini, lanciano un " monito " al presidente Ciro Zoppo . Il massimo dirigente ha deluso la piazza presentandosi come un " Paperon Dè Paperoni " fittizio. La squadra ne ha risentito, specialmente nella puntualità del pagamento degli stipendi, minacciando, due domeniche fa, di non scendere in campo contro il Venezia. A breve dovrebbe subentrare una nuova proprietà. Ritorniamo al testo, eloquente del comunicato : " Con la presente missiva il Consiglio dei Pro Patria Clubs e i tifosi tutti la invitano a non presentarsi " MAI PIU' !!!! " allo stadio " Carlo Speroni " a partire da oggi, in quanto la Sua presenza è causa di imbarazzo a tutti noi Tifosi. Nel ringraziarLa per la situazione che, a causa sua, si è venuta a creare nella ns. città e alla nostra amata squadra, noi semplici tifosi, così come siamo uniti a seguire la ns. Pro Patria, ancor più Le assicuriamo che saremo uniti nel perseverare l'intento di allontanarLa dalla stessa ".
In bocca al lupo cara Pro Patria : una novantenne come te merita rispetto !.

Saverino: "un buon punto"

Davide Saverino contro la Pro Patria ha segnato il suo quarto gol stagionale, il terzo alla Pro Patria tra andata e ritorno. A fine partita il giocatore, sempre vestito in modo originale, appare soddisfatto:"Peccato che il mio gol non ci abbia fruttato la vittoria. Comunque io credo che oggi abbiamo giocato una ottima gara, abbiamo preso gol su due disattenzioni senza concedere quasi nient'altro, abbiamo costruito molto e questo è un fatto positivo. E' un buon punto e se anche per la classifica non serve a molto almeno ha dimostrato che non siamo spacciati come ha detto qualcuno. Io credo che i giudizi si debbano dare a fine campionato. Solo allora, se la squadra non centra il suo obiettivo, diventa giusto sfogarsi".
Hai causato l'espulsione di Correa che poteva cambiare la gara.. "Loro sono rimasti con un uomo in meno ma eravamo stanchi, avevamo dato l'anima, avevamo dato tutto e non siamo riusciti a spingere di più. Ora dobbiamo prepararci per il derby che è importante, sentito in città. Non possiamo deludere ancora i nostri tifosi".

Anzalone: "C'era rigore su Riganò"

Fabrizio Anzalone a Busto Arsizio ha giocato novanta minuti interi, dopo il rosso di Verona. Una prova positiva nonostante l'errore sul primo gol bustocco.
Fabrizio, sul gol di Do Prado hai protestato a lungo. Per cosa?
"Secondo me c'era un fuorigioco chiaro di Melara sul contrasto con Pesaresi che poi ha favorito Do Prado".
Sull'occasione di Riganò vi siete quasi ostacolati.
"E' lui che deve fare gol in area di rigore, io mi sono spostato. Peraltro secondo me c'era un rigore netto per fallo ai suoi danni di Urbano".
Sul primo gol bustocco vi siete lasciati sorprendere.
"Sì, ci hanno sorpreso".
Possiamo dire che hai fatto un buon esordio?
"Era la prima partita intera che facevo contro un avversario forte e che correva. Non esageriamo ma credo di aver fatto bene.. Loro peraltro in certi momenti mi sembravano il Brasile per come giocavano..".
In undici contro dieci si poteva tentare di più?
"Abbiamo cercato di fare di più ma non era facile".
Torniamo al primo gol bustocco di Urbano. Chi doveva andare sull'uomo? E' saltato da solo.
"Guarda, ce n'erano due liberi, io ho cercato di seguirli ma credo ci siano stati una serie di errori. Quando marchi un po' a uomo e un po' a zona occorre comunque marcare tutti se no i giocatori restano liberi. Poi fa parte del gioco che si perdano gli uomini se no nessuno segnerebbe mai".
Diciamo, aggiungiamo noi, che traducendo dal calcese si è capito che, fermo restando responsabilità eventuali di altre, Anzalone ha le sue colpe sul gol (su Urbano in ogni caso c'era lui)..


Pro Patria-Cremonese 2-2

La Cremonese non vince mai (o quasi) con le prime della classe

(A.E.) Il pareggio di Busto Arsizio conferma una serie di trend del campionato grigiorosso. Per prima cosa continua a mantenersi la difficoltà nel battere le squadre piazzate meglio dei grigiorossi in classifica. Con le nove formazioni che precedono gli uomini di Mondonico (si è aggiunto il Lumezzane) la Cremonese ha ottenuto finora una sola vittoria (proprio con la Pro Patria), 6 pareggi e 4 sconfitte. Un bilancio davvero pessimo.
In compenso si conferma il trend positivo con le lombarde: nei derby finora la Cremonese ha ottenuto 4 vittorie, 5 pareggi e 1 sola sconfitta (a Lecco).
La partita dello "Speroni" ha permesso ad Anzalone di giocare per la prima volta da titolare in campionato (dopo gli 8 minuti con rosso annesso di Verona) e ai giovani Borilli e Fanfoni di fare il debutto in..panchina.
La rete di Vitofrancesco è per il giovane foggiano la seconda in campionato, la quinta con la Cremonese. Da notare che nelle 4 gare in cui Vitofrancesco ha segnato, da quando è a Cremona, la Cremonese non ha mai perso (pari a Busto e vittorie con Padova, Monza e Sassuolo).
Per Saverino invece la rete su rigore è la quarta stagionale (di cui ben 3 alla Pro Patria), tutte su palla inattiva (2 rigori e 2 punizioni).
Resta invece la crisi degli attaccanti: Temelin non segna dalla gara col Cesena (8 partite senza gol), Guidetti ha segnato 1 solo gol nelle ultime 10 partite. L'ultimo gol di un attaccante resta quello di Coda a Verona.
Da segnalare infine la rimonta grigiorossa: in svantaggio si è riusciti a rimontare portando a casa un pareggio (è solo la terza stagionale: 1-1 a Crema e 3-2 a Verona, nelle altre circostanze in cui i grigiorossi sono andati sotto hanno sempre perso).




Paoloni non riesca a salvare il gol el 2-2


Fietta ancora il migliore in campo

Paoloni 6,5 - Un po' sorpreso sul primo gol (ma era praticamente imprendibile), incolpevole sul secondo. Non deve compiere grandi parate ma è attentissimo sulle uscite, soprattutto quando toglie a Fofana la palla del 3-2, anche a rischio dell'incolumità. Sempre sicuro, si conferma un buon portiere.
A. Bianchi 6,5 - Partita ottima in fase difensiva, pessima quando deve impostare (purtroppo spesso i lanci vengono affidati a lui con esiti disastrosi). Nel complesso comunque la sua prova è più che positiva.
Cremonesi 7 - Sempre molto bravo. Quasi perfetto a parte una palla buttata via malamente nel finale.
Anzalone 6 - Finalmente gioca tutti i novanta minuti. Ha sicuramente una bella presenza fisica ed è tempestivo nelle chiusure. Sarebbe un ottimo esordio, rovinato però da due errori: sul primo gol è lui a lasciarsi sfuggire Urbano, sull'occasionissima di Fofana è lui a sbagliare piazzamento lasciando la punta liberissima davanti a Paoloni. La sua prova resta comunque sufficiente.
Pesaresi 6 - Più impreciso del solito nei lanci e sulle palle inattive. E' però lui a pennellare il lancio lungo per Riganò dal quale nasce il rigore poi trasformato da Saverino. In fase difensiva fa la sua parte contro una clientela non facile.
Gori 6 - Il voto è la media tra un primo tempo ottimo e una ripresa anonima. Nella frazione iniziale si distingue più volte, in particolare quando con grande grinta vince tre contrasti prima di servire a Vitofrancesco l'assist facile-facile per il gol del 2-1. Nei secondi 45 minuti paga probabilmente una condizione fisica precaria sparendo dal gioco fino al cambio per manifesta fine della benzina.
Fietta 7,5 - E' davvero in formissima, un altro giocatore rispetto all'andata. Recupera mille palloni, inietta grinta, garantisce corsa. In questo momento è il principale punto di forza.
Saverino 6 - Procura l'espulsione di Correa (tutti e due i gialli sono dovuti a falli ai suoi danni) e trasforma con freddezza il rigore. Per il resto non brilla ma neppure sfigura. Sufficienza abbondante.
Vitofrancesco 6 - Salva col gol una prestazione sotto tono. Sbaglia in effetti molto. Ma il gol vale tanto.
Temelin 6,5 - Finalmente in crescita. Si batte con più vigore delle altre partite, si procura un rigore sacrosanto e ne reclama un altro quantomeno dubbio. Si muove anche bene. Peccato solo per l'occasione sciupata nella ripresa: era ghiotta, ai tempi belli l'avrebbe trasformata.
Riganò 6,5 - Una sua spizzata manda in porta Temelin portando al rigore. Per il resto si sbatte con impegno regalando anche alcune aperture importanti (ha ottima visione di gioco). Peccato per la grande occasione mancata nella ripresa.
Guidetti 6 - Uno spezzone senza infamia e senza lode.
Tacchinardi sv - Solo una manciata di minuti.

Mondonico 6 - Ha le scelte forzate. Schiera comunque una squadra competitiva e soprattutto col giusto spirito (certamente più propositiva rispetto alle gare con PortogruaroSummaga e Lecco). E in effetti ne scaturisce una prova più che dignitosa. Anzi, con un po' di fortuna si poteva vincere. Nel finale con la Pro Patria in dieci preferisce non rischiare: scelta discutibile ma il pareggio è prezioso e la squadra era molto stanca. Ci può stare.

PRO PATRIA Anania 6 (incolpevole sui gol, attento per il resto) Music 6,5 (corre moltissimo, non sempre lucido ma utile) Urbano 6,5 (protagonista nel bene e nel male: più nel bene) Pisani 6 (prova ordinaria) Barjie 5 (pasticcione e impreciso) Zappacosta 7 (sempre in movimento, prezioso) Cosentini 5 (colpevolissimo sul gol di Vitofrancesco: è lui a perdere malamente il contrasto decisivo con Gori, Lerda si arrabbia e lo toglie subito) Do Prado 7 (un gol di gran classe) Correa 5,5 (bravo ma lezioso e poi si fa cacciare fuori per eccesso di irruenza) Toledo 6 (la qualità c'è però non incide come potrebbe) Fofana 6 (bel giocatore però spreca una chance a tu per tu con Paoloni) Melara 6 (tanto movimento ma non sempre con costrutto) Dalla Bona 6 (utile) Migliorini sv (pochi minuti in campo).
All.: Lerda 6 (la sua Pro Patria è sicuramente molto organizzata ma dietro è fragile e davanti in questo momento manca rapidità ed è troppo accademica).

Arbitro 4 - Del Giovane di Albano Laziale è troppo fiscale e sbaglia parecchio sulle piccole cose. E anche sulle grandi: giusto il rigore per i grigiorossi e l'espulsione di Correa, ma ce n'era anche uno su Riganò (spinta di Urbano) e forse un altro pure su Temelin (strattonata di Pisani).
Il pubblico locale contesta ma è la Cremonese a essere danneggiata. Bene invece gli assistenti di linea.

Lerda: la Cremonee ha i singoli, ma non gioca a calcio



Franco Lerda a fine partita è un po' deluso ma comunque molto tranquillo. Il suo giudizio sulla partita, chiarissimo, è peraltro lapidario:"Non abbiamo mai avuto la capacità di gestire la partita. Siamo andati in vantaggio ma abbiamo subito due gol evitabilissimi. Il primo è una palla scoperta sulla quale non siamo scappati coi tempi giusti e Temelin si è preso il rigore, che c'era. Sul secondo gol c'è stata una palla contesa che non avremmo mai dovuto far passare. Credo che la Cremonese sia una squadra che non gioca a calcio ma ha grandi singoli e può farti male sugli episodi. L'espulsione di Correa? Mi hanno detto che perfino Saverino in campo ha detto che non era fallo. Il pareggio mi soddisfa? Alla vigilia non avrei firmato per un risultato simile e neanche dopo aver visto come si è sviluppata la gara però quando ti ritrovi sotto 2-1 e poi quando resti in 10 contro una squadra forte ed esperta come la Cremonese, pareggiare ti rende contento".
La frase "la Cremonese non gioca a calcio" ha colpito molto i presenti, in particolare i giornalisti ospiti. Dopo qualche battuta Lerda ha quindi precisato "Mondonico è il mio idolo dai tempi del Torino, lo ammiro". Questo non toglie che la frase, sia pur pronunciata senza acredine e con tranquillità, esprime un giudizio pesante (e bisogna dire che tra i presenti nessuno ha avuto da obiettare nulla...).

Vitofrancesco: "bravi nel chiuderci e ripartire"

Ferdinando Vitofrancesco a fine gara è sorridente. Ovvia la gioia personale per il gol realizzato.
Hai esultato in modo provocatorio e sei stato ammonito.
"E' un equivoco, l'ho detto all'arbitro. In quel settore c'erano i miei genitori ed eravamo d'accordo che in caso di gol sarei andato a festeggiare da loro".
Ti abbiamo visto litigare anche con uno della Pro Patria a bordo campo.
"Loro volevano fare i furbi nel perdere tempo quando bisognava restituire palla e io ho risposto. E' stata comunque una manata reciproca".
Abbiamo visto una buona Cremonese.
"Direi che siamo stati compatti e bravi nel chiuderci per poi ripartire. Credo che abbiamo prodotto molto".
La Pro Patria?
"E' una bella squadra, gioca bene".
Hai avuto una bella occasione per il bis nella ripresa.
"Sì, peccato perchè quando l'ho colpita la palla mi è rimasta un po' sotto".
Adesso c'è il derby col Pergocrema.
"E' un derby sentito, cercheremo di fare del nostro meglio".

Quaresmini espulso, salta il match con la Cremonese

Il Pergocrema, per il prossimo incontro con la Cremonese allo " Zini ", dovrà fare a meno del centrocampista Andrea
Quaresmini. Il gialloblu è stato espulso, per doppia ammonizione, nel vittorioso incontro con il Cesena.

Il tigrotto Orlando Urbano : la Cremonese, palla lunga e pedalare.

Il difensore della Pro Patria, Orlando Urbano, ha vissuto una domenica da protagonista. Ha segnato il primo gol per i bustocchi e ha provocato, intervenendo su Temelin, il rigore trasformato da Saverino. Urbano, nell'intervista del dopopartita, ha dichiarato " La squadra gioca un gran bel calcio al contrario di altre che lanciano lungo la palla e via a pedalare ". L' allusione, legittima ma poco sportiva, alla Cremonese è ovvia



fonte: vascellocr.it

facebook

sfoglia    febbraio        aprile

Cerca, Rss, Atom e Counter
Ricerca personalizzata
Blog letto 11656935 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0   Feed ATOM di questo blog  Atom


Link
A
ac-perugia.com
acmonzabrianza.it
acspezia.com
agenfax.it
alessandriacalcio.it
allvideo
amarantomagazine.it
arezzonotizie.it
asandriabat.it
B
beneventocalcio.it
bettiamo.net
blog.football.it
blunote.it
bondolasmarsa
br73.net Pistoia
bustocco.it
C
calciatori.com
calciocampano2009
calciocomo190
calciofoggia.it
calcioland.forumfree
calciomatto
calciomercato.com
calcionapoletano
calciopiu.net
calciopress.net
calcioscommesse.myblog.it
calcioseriec.blogspot.com
calciotoscano.it
cavese
cavanotizie.it
click4soccer.com
coni.it
corrierediarezzo.it
corrieredicomo.it
cremonaweb.it
D
datasport.it
diretta.it
direttagol.it
E
e-cremonaweb.it
esperiaviareggio.it
eurosport.yahoo.com
F
fccrotone.blogspot.com
febbrea90.com
figc.it
foggiacalciomania.com
foggialandia.it
foggiaweb.it
folignocalcio.com
folignocalcio.it
forzacavese.net
forzalucchese.net
forzanovara.net
forzapescara.com
forzaspal
G
gazzettalucchese.it
goal.com
H
hellastory.net
hellasverona.it
hellasweb.it
I
ilgrecale.it
ilpallonaro.com
ilquotidianodellabasilicata.it
ilquotidianodellacalabria.it
ilsatanello.it
ioamoilcalcio.myblog.it
infobetting.com
italiadelcalcio.it
L
la_c1.ilcannocchiale.it
lanciano.it
larena.it
leccosportweb.it
lega-calcio.it
lega-calcio-serie-c.it
legaproprimadivisione
leggonline.it
livescore.com
Live score
loschermo.it
lospallino.com
lostregone.net
lumezzanecalcio.it
M
madeinandria.it
mondorossoblu.it
N-O
noitv.it
P
paganese.it
paganesecalcio.com
pescaracalcio.com
portogruarosummaga.it
primadanoi.it
primadivisionew
primadivisione
pronostici1x2
pronostici serie A
prosestonews
Q
qn.quotidiano.net
R
radioemme.it
raisport.rai.it
ravennanotizie.it
realsports.it
reggianacalcio.it
reggianasupporters.it
resport.it
riminicalcio.com
S
salernonotizie.it
sanniocalcio.it
scommesse.betfair.it
seriec1.ilcannocchiale.it
seriec1.wordpress.com
soccerpuglia.it
socialcalcio.com
solocalcio.com
solopescara.com
sorrentocalcio.com
sportal.it
sportcity-ricio
sportedintorni.blogspot.com
sporterni.it
sportevai.it
sportitalia.com
sportoggi.com
sportpeople.net
sportvintage.blogspot.com
ssjuvestabia.it
sslanciano.it
stabia1907.it
stabiachannel.it
stampasud.it
T
tarantosera.com
tarantosupporters.com
teleradioerre.it
ternanacalcio.com
terninrete.it
terzaserie.myblog.it
tifo-e-amicizia.it
tifogrifo.com
tifosigallipoli
tifosiportogruaro
tuttalac.it
tuttocalciatori.net
tuttocalcio.it
tuttolegapro.com
tuttomercatoweb.com
tuttosport.com
tuttosporttaranto
tvgratisnet.iobloggo.com
tvoggisalerno.it
U
ultrassamb
uscremonese.it
usfoggia.it
V
varese1910.it
varesenews.it
vascellocr.it
vastocalcio
viaroma100.net
virtuslanciano
Z
zonacalcio.it

Siti rimossi

Gossip&sport

Cinema italiano
cinemaitaliano.info
trovacinema.repubblica.it
Nuovi
bg vs fq pr dago
notiziariocalcio
ilnuovocorriere
asgubbio1910
forzanocerina
piacenzacalcio
triestinacalcio
comunicatemi
chi ho dimenticato
e sarà inserito,
o rimosso per chi vuol essere cancellato

....ed è naturalmente gradito
un link a questo blog
nei vostri siti o blog
grazie



Meteo











 
 
fai.informazione.it Wikio - Top dei blog Wikio - Top dei blog Add to Google intopic.it Blog360gradi - 

L’aggregatore di notizie a 360°  provenienti dal mondo dei blog! who's online Sito ottimizzato con 

TuttoWebMaster TOP 100 

SOCCER SITES TopSportSites.com :: A 

Sports Discussion Community Top Italia Registra 

il tuo sito nei motori di ricerca liquida.it social network Notizie, immagini e video dai blog italiani su Liquida top 100 sports sites My BlogCatalog 

BlogRank urltrends reports BlogNews Questo Blog e' 

Strabello! e il tuo?

Cynegi Network
linkto.org

  Powered by  MyPagerank.Net
 

seriec1

↑ Grab this Headline Animator

  View blog authority
   
 


blinko jonny groove
rcsmobile belen

lastminute
musicbox

edreams

better
blinko grandi sorelle


Rubbrica telefonica


Elenco per nome


Elenco per ruolo