235 Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio Como-Arezzo, Foligno-Sorrento, Alessandria-Viareggio, Paganese-Lumezzane, Figline-Lecco, Taranto-Potenza, Pro Patria-Varese - tuttalac.it | seriec1 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

logo di seriec1.ilcannocchiale.it rassegna stampa della lega pro prima divisione
Blog letto 11947689 volte












div>

Tim Cup 2009/2010, Risultati completi,
Tabellone, Regolamento

Coppa Italia 2009/2010
Risultati e Calendario
Siti Ufficiali


prima pagina della Gazzetta dello Sport

prima pagina del Corriere dello Sport

prima pagina di Tuttosport

il cirotano



Verdetti 2010-2011
Retrocesse dalla serie B
Frosinone Portogruaro
Triestina Piacenza
Promosse dalla 2a Div
Tritium Carpi
Latina FeralpiSalò
Carrarese Trapani
Retrocesse in 2a Div
Paganese Cavese
Monza Sudtirol
Ternana Cosenza
Promosse in serie B
Gubbio Nocerina
H.Verona Juve Stabia


Supercoppa 2010-2011
22 - 26 maggio
Gubbio Nocerina 1 - 1
Nocerina Gubbio 0 - 1
Vincente: Nocerina


Play Off Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Verona Sorrento 2 - 0
Salernitana Alessandria 1 - 1
Girone "B"
Juve Stabia Benevento 1 - 0
Taranto A. Roma 0 - 1
5 giugno 2011
Girone "A"
Sorrento Verona 1 - 1
Alessandria Salernitana 1 - 3
Girone "B"
Benevento Juve Stabia 1 - 1
A. Roma Taranto 2 - 3
Finali Play Off 2011
Andata 12 giugno
Verona Salernitana 2 - 0
Juve Stabia A. Roma 0 - 0
Ritorno 19 giugno
Salernitana Verona 1 - 0
A. Roma Juve Stabia 0 - 2


Play Out Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Sudtirol Ravenna 1 - 0
Monza Pergocrema 1 - 0
Girone "B"
Viareggio Cosenza 3 - 1
Foligno Ternana 1 - 0
5 giugno 2011
Girone "A"
Ravenna Sudtirol 2 - 1
Pergocrema Monza 1 - 0
Girone "B"
Cosenza Viareggio 0 - 1
Ternana Foligno 1 - 1


Lega Pro 1a Div - Girone A
10a giornata - 25 ott 09
Alessandria Viareggio 0 - 0
Como Arezzo 0 - 0
Classifica - 10a giornata
 1  Novara 24   
 2  Cremonese 22

Serie C1 Rassegna Web Prima Divisione Lega Pro





































sfoglia    settembre        novembre


25 ottobre 2009

Como-Arezzo, Foligno-Sorrento, Alessandria-Viareggio, Paganese-Lumezzane, Figline-Lecco, Taranto-Potenza, Pro Patria-Varese - tuttalac.it

http://www.tuttalac.it/bannertuttalac.jpg

Como – Arezzo 0-0


COMO (4 – 4 – 2): Malatesta; Maggioni, Brioschi , Preite, Franco; Terraneo (59 Kalambay), Ardito (81 Riva), Brevi E., Salvi, Guazzo (71 Bretti), Cozzolino All. Brevi - Strano
AREZZO (4-3-1-2):  Mazzoni; Music, Terra, Pecorari, Sereni; Coppola (46’Venitucci), Togni, De Oliveira; Chianese (82’ Fofana), Essabr (59’ Maniero) All. Semplici
AMMONITI: Maggioni (C ); Terra, Togni, Vinitucci (A)
ANGOLI: 9-6
SPETTATORI: Paganti 483 (di cui 52 da Arezzo) Abbonati 1.021 Incasso 12.824,28 Euro
COMO Giornata soleggiata con temperatura primaverile, campo in perfette condizioni. 400 esima partita tra i professionisti per Chianese.
Grande ritorno dell’ex Vedin Music (protagonista della promozione del Como in Serie A), invece l’altro ex di giornata il capocannoniere Chianese non lasciò traccia nella sua breve parentesi lariana.
Como che si affida all’ex capitano Oscar Brevi, dopo l’esonero di mister Di Chiara, che dovrà riscattare il 6-0 patito in Coppa Italia a Verona. >
PRIMO TEMPO
Al 10’ è bravo il portiere ospite Mazzoni a smanacciare su un tiro cross di Cozzolino;
Al 14’ Su retropassaggio Mazzoni cincischia con il pallone, rischiando sull’intervento di Terraneo, neanche un minuto dopo Franco prende palla nella propria metà campo, si fa 40 metri di corsa aprendo la difesa in due, ma il suo tiro è facile preda di Mazzoni.
Al 25’ sugli sviluppi di un corner, la girata di Guazzo termina alta.
Al 27’ occasionissima Como, Terraneo sguscia via sulla destra, sul cross centrale si avventa l’accorrente Salvi sul cui tiro è prodigioso Mazzoni a salvarsi in angolo.
Al 35’ bella punizione di Cozzolino sotto la traversa, bravo Mazzoni a deviare in corner.
Al 40’ abbiamo la più grande occasione da gol della partita, su azione di corner il pallone termina sui piedi di Pecorari il cui tiro secco si stampa sulla traversa, a Malatesta battuto, poi Chianese non riuscirà ad inquadrare la porta.
Al 42’ ci prova Miglietta dalla distanza, facile parata per Malatesta.
Il tempo si conclude con una grande giocata del Como: sgroppata di Franco in fascia, passaggio a Guazzo che libera in profondità Cozzolino il cui cross per Terraneo vede un tiro debole di quest’ultimo.
SECONDO TEMPO
Semplici ricorre subito al giovane Vinitucci al posto di un Coppola arruffone per cercare di dare maggiore ordine alle giocate aretine.
Al 47’ gran cavalcata di Franco sulla fascia mancina, palla a Cozzolino, il cui cross viene mandato alto da Guazzo in girata.
Al 51’ ci prova Vinitucci dalla distanza, ma il suo tiro termina alto.
Al 52’ miracolo di Mazzoni sulla conclusione di Cozzolino;
Al 55’ bravissimo Essabr a smarcare De Oliveira in area di rigore, il fantasista con una finta mette a sedere i propri marcatori, ma Malatesta si supera per respingerne il tiro a colpo sicuro.
Al 56’ tiro cross di Cozzolino su cui Mazzoni si de
Al 57’ Essabr ci prova in contropiede, ma il suo tiro contrato da Maggioni è troppo debole.
Al 67’ ounizione invitante dal limite per l’Arezzo, ma la conclusione di Vinitucci è alta.
Al 73’ insidioso corner a giro di Bretti, la difesa aretina si deve salvare nuovamente in angolo, sul corner seguente è bravo Mazzoni a parare sul tiro di Franco.
All’80 grande cavalcata di Bretti, Mazzoni attento anticipa Cozzolino.
Al 91’ ultimo brivido della partita con Pecorari che dal limite calcia di poco alto.
Partita di carattere per il nuovo Como di Oscar Brevi, anche se il problema è sempre il gol; l’Arezzo ha faticato a creare occasioni da gol tanto che gli attaccanti si sono visti poco, le uniche azioni sono nate da palla inattiva, a parte l’occasionissima per De Oliveira, su cui si è superato Malatesta.
Magnacavallo Rupert

Foligno-Sorrento  1-0

Oggi, e fra sette giorni ,il Foligno deve cercare di sfruttare le due partite casalinghe in programma con Sorrento e Como,sulla carta concorrenti dirette nella lotta per la permanenza in categoria,per allungare il passo e ritrovare quella tranquillità d’inizio stagione.Mister Fusi per la gara odierna conferma la formazione di domenica scorsa,vittoriosa a Viareggio ,con la conferma di Tomassini fra i pali e con la sorpresa Calderini che relega in panchina Giacomelli.Il Sorrento che in settimana ha  deciso di,cambiare allenatore,spera con  Novelli (ex Foggia)di invertire le sorti di questa stagione,che lo vede in piena zona pericolosa con 8 punti all’attivo,nonostante la rosa di tutto rispetto,con diversi giocatori di categoria superiore.Al via la prima occasione è per il Sorrento al 2° con DeGiosa su punizione dal limite con la palla fuori di poco,e al 12°la più grossa occasione per i campani di tutta la partita con Bettanin che supera di slancio Gregori e lascia partire dai 20 metri un bolide che si stampa sul palo con Tomassini che nulla avrebbe potuto fare,sulla ribattuta Vanin tenta il tiro a giro dal vertice destro dell’area,ma la palla esce di un soffio.Sventato il pericolo ci si aspetta una reazione dai padroni di casa,ma è sempre il Sorrento a “fare” la partita con una netta supremazia a centrocampo e una buona disposizione in campo.Al 24° su azione di contropiede Cavagna inventa un passaggio filtrante per l’accorrente Calderini il quale entra in area eal momento del tiro viene atterrato da Fernandez,ma per l’arbitro è tutto regolare,suscitando le ire del pubblico del “Blasone” e del Mister Fusi.Il Foligno sembra scuotersi e al 34° reclama per un fallo di mano di un difensore in area.Al 38°si invertono i ruoli rispetto alla azione precedente,con Calderini che prende palla sulla trequarti,resiste alla carica di un paio di difensori e indirizza la palla a Turchi che fa velo per Cavagna che entra in area e trafigge il portiere ospite.Il Sorrento a questo punto si butta in avanti creando azioni pericolose senza comunque arrivare mai al tiro nello specchio(Non si ricordano parate di Tomassini),mentre il Foligno con Castellazzi al 42° sfiora il raddoppio di testa ma para Marconato.Nella ripresa si fa vedere il Sorrento al 12° con De Giosa al volo sul corner battuto da Fernandez,palla alta di poco,sulla ripartenza il solito Calderini manca il K.O. definitivo,ben lanciato da Borgese alza il tiro a tu per tu con il portiere campano.Al 18° entra in campo Giacomelli per Cavagna e il giocatore fresco di rinnovo contrattuale,entra in tutte le azioni del Foligno,come al 34° quando serve benissimo Gallozzi in area con la palla che calciata ad incrociare esce di un soffio,e al 38° quando prende palla da metà campo,scarta diversi avversari ed arriva al tiro con Marconato che si salva in angolo.Da segnalare infine l’espulsione di Mister Fusi che protesta per l’ennesimo fuorigioco fischiato a sproposito.Finisce quindi bene il per il Foligno il primo “Macht point” con tanta sofferenza,mentre  il Sorrento saprà sicuramente venire fuori da questa situazione di classifica.           

FOLIGNO:TOMASSINI,GREGORI,LISPI,BORGESE,PENCELLI,
GUASTALVINO,CALDERINI(al25stSCIAUDONE),CASTELLAZZI,
TURCHI(al43stVIRDIS),CAVAGNA(al18stGIACOMELLI),GALLOZZI.All Luca FUSI

 

SORRENTO:MARCONATO,DINUNZIO(al34stSILVESTRI),DEGIOSA,
ESPOSITO,LOMONACO,FERNANDEZ,VANIN,GRECO,PIGNALOSA,
BETTANIN(al43stSARANITI),ARCIDIACONO(al25stFIALDINI).All Raffaele  NOVELLI

 

ARBITRO:Sig.PASQUA della sez. di Tivoli ASSISTENTI:Sig.FELICI,Sig.RAPARELLI

RETI:CAVAGNA(F) al 38°PT

AMMONITI:PENCELLI,GUASTALVINO(F)DE GIOSA(S)

ESPULSI:al 39°st FUSI(All F)

NOTE:angoli 3-3 rec. 1-4 spett.1527 incasso 9646,54

 

MASSIMO  BULLETTI


Alessandria  -Viareggio

Finisce 0 a 0 l'atteso match del Moccagatta tra Alessandria e Viareggio, che,
malgrado il gemellaggio tra le due tifoserie, non ha visto la presenza dei
supporters toscani per motivi di ordine pubblico.
Nel primo tempo sono emerse tutte le difficoltà dell'Alessandria nel gestire
una rosa troppo “stretta” per la I divisione: bastano pochi infortunati per
costringere mister Foschi ai salti mortali per mettere giù la formazione. Così
il Viareggio ha fatto di tutto per approfittare della scarsa vena dei Grigi,
costringendo il portiere Cicutti (da due gare al posto dell'infortunato
Servili) agli straordinari.
Dopo che al 5' Motta si è divorato una ghiotta occasione da gol, calciando
“fuorissimo” da ottima posizione, al 6' il Viareggio si fa pericoloso: azione
ospite sulla sinistra, Cicutti esce su Marolda, defilato a sinistra, non
trattiene la sfera, che schizza per Pizza, impreciso nella conclusione.
I Grigi sono in difficoltà e i viareggini sentono che il successo è alla
portata: all' 11' Pizza viene giù sulla sinistra, tiro-cross , che Cicutti
devia in angolo con bravura.
Gli errori contraddistinguono il gioco delle due squadre ma, mentre per
l'Alessandria le defaillance impediscono di arrivare in zona tiro, per il
Viareggio c'è un problema di “mira”: come al 18', quando Barsotti da buona
posizione non trova lo specchio della porta.
Al 19' una punizione dalla tre quarti a favore dei toscani lancia Marolda
tutto solo verso Cicutti, e il gran tiro viene deviato da uno strepitoso
intervento del portiere mandrogno. E i Grigi?
Si fanno vedere al 22': azione di Rosso, che serve Rodriguez in una classica
incursione in contropiede; il cubano defilato a destra serve Fantini, che
posizionato in area di rigore spara sul portiere.
L'Alessandria sembrerebbe in grado di reagire, ma al 28' è ancora il
Viareggio a mordere: traversone dalla destra, colpo di testa secco di
Costantino e miracolosa deviazione in angolo di Cicutti.
Al 33' c'è la più ghiotta occasione per la compagine di Rossi: Costantino
manovra sulla destra, si accentra e calcia verso la porta alessandrina, dove
Cicutti riesce a deviare, ma il cuoio rimane lì, a disposizione di Barsotti,
che a porta vuota colpisce il palo alla destra dell'estremo grigio.
L'Alessandria si sveglia al 38' con un cross basso di Rodriguez che trova Motta
pronto a colpire, ma la palla è lontana dai pali.
Al 45 Cristiani riceve da Costantino e, defilato a destra, da entro l'area di
rigore manda sull'eterno della rete.
Nella ripresa ci si aspetta un'Alessandria più vivace: è il 5' e Fantini
mette al centro un buon pallone, respinto della difesa, e Rosso al volo manda
fuori.
L'Alessandria stenta a creare occasioni, così Foschi toglie gli spenti Gosheh
e Motta, per dare più profondità con Schettino e Volpara. Al 20' è proprio
Volpara che dalla tre quarti ospite viene giù veloce, entra in area, serve
Fantini che all'altezza del secondo palo viene anticipato in corner da un
difensore.
Sul capovolgimento di fronte il Viareggio protesta per un presunto falla
nell'area mandrogna, ma al 25' sono ancora i Grigi a cercare la via del gol:
Briano prende palla a centrocampo, si invola verso l'area di rigore crossa per
Fantini, che si allunga e tocca il pallone verso la porta di Ravaglia, che in
due tempi riesce a bloccare la sfera.
Al 26' esce Rosso ed entra l'ex bomber Fabio Artico, tenuto in panchina da
Foschi dopo alcune prestazioni non idilliache. Ma l'attacco grigio non ne
gode.
Al 42' c'è un gol annullato al Viareggio per palese fuorigioco di Ferrari,
mentre nel secondo minuto di recupero Volpara è ammonito per simulazione dopo
una caduta in area di rigore bianconera.
Al quarto ed ultimo minuto di recupero c'è l'occasionissima per i Grigi:
punizione dalla tre quarti per Sottil, che di testa tutto solo davanti alla
linea di porta mette fuori.
E' giusto così, perchè se c'era una squadra che avrebbe meritato di vincere,
quella è il Viareggio.

Alessandria-Viareggio 0-0

Alessandria: Cicutti, Ciancio, Gosheh (18' ST Schettino), Briano, Sottil,
Signorini, Fantini, Longhi, Rosso (26' ST Artico), Rodriguez, Motta (12' ST
Volpara).    
Allenatore: Luciano Foschi.
Viareggio: Rabaglia, Benassi, Briotti, Reccolani, Fiale, Panariello,
Cristiani (36' ST Martucci), Pizza, Marolda (34' ST Ferrari), Barsotti (46' ST
Castaldo), Costantino.
Allenatore: Leonardo Rossi.

Arbitro: Michele Di Ciommo di Venosa.

Note: angoli 6 a 4 per il Viareggio. Ammoniti, Longhi, Volpara, Benassi,
Barsotti e Briotti. Giornata tiepida e di sole, terreno in buone condizioni.
Spettatori circa 2200. Prima del mach è stato osservato un minuto di
raccoglimento per la recente scomparsa della madre del Presidente
dell'Alessandria.

Fabio Buffa

 

 

 

                                             

      Paganese- Lumezzane          

                

PAGANI - La Paganese non sa più vincere. Termina ancora con un pareggio la gara casalinga della Paganese, che ospitava quest'oggi al "Torre" il Lumezzane, sorpresa di questo avvio di campionato. Uno scoppiettante 2-2 frutto di un primo tempo ricco di emozioni e di gol, a cui ha fatto seguito una ripresa alla camomilla.Nell'undici titolare Pensabene stupisce tutti, mandando in campo l'inedito trio d'attacco formato da Tortori, Zarineh ed Izzo. Con Berardi, Monticciolo e Tufano fuori rosa, in mediana iniziale panchina per Marzocchi, sul rettangolo verde ci vanno Memushaj e Cucciniello. Menichini risponde con il suo collaudato 4-4-2 con Pesenti e Marconi in avanti. Tra i pali c'è Trini a sostituzione dello squalificato Gazzoli; esordio per Romeo e Grippo.
La partita si mette subito bene per la Paganese, che al primo affondo passa. Corre il minuto numero 4 e da un innocuo disimpegno difensivo, Zarineh s'inventa un gol di testa molto fortunoso. Trini viene sorpreso e azzurrostellati che si sbloccano in casa dopo oltre 300'. Non c'è nemmeno il tempo di esultare che la Paganese viene salvata da Melillo, che mette in angolo la conclusione ravvicinata di Marconi, giunto all'uno contro uno davanti alla porta. Alla seconda occasione però il Lumezzane giunge al pareggio. Al 16' Zanardini riceve palla da schema su punizione, crossa al centro per Pesenti che di testa deve soltanto appoggiare alle spalle di Melillo. Due minuti più tardi Marconi da posizione allettante colpisce a volo spedendo la palla altissima. Al 24' punizione dalla tre quarti di Emerson, uscita completamente sbagliata di Melillo che libera la sua porta a Pintori, il quale a porta vuota firma il 2-1. Così i padroni di casa si svegliano e pareggiano al 38' con Tortori, liberato in area da un lob di Cucciniello, che al limite dell'area aveva duettato splendidamente con Panini. Ancora brividi per i tifosi azzurrostellati, che vedono la porta di Melillo gonfiarsi per la terza volta, ma il guardalinee aveva ravvisato una posizione di offside di Marconi. Termina dopo 1' di recupero una delle frazioni più belle a cui si è assistiti da questo inizio di stagione.
Aspettative ampiamente deluse nella ripresa, con la Paganese che esce senza Izzo dagli spogliatoi, complice un fastidio muscolare: c'è Lasagna al suo posto. Ma è ancora il Lumezzane a sfiorare il gol, già al 1'. Da azione di calcio d'angolo, Pesenti svetta più alto di tutti e colpisce il palo pieno a Melillo battuto. Lo stesso estremo azzurro respinge la botta centrale su punizione di Emerson al minuto 8. Per vedere la prima azione degna di nota della Paganese bisogna attendere il 20', quando Cucciniello dal limite raccoglie una sponda di Lasagna e tira, con la sfera che fa la barba al palo. 7' più tardi Zarineh vince un rimpallo e dalla lunetta lascia partire un tiro che esce di poco alla destra di Trini.
Termina dopo 4' di recupero e un forcing finale davvero pericoloso del Lumezzane la partita double - face del "Torre". Allo spettacolare primo tempo ha fatto seguito una ripresa assolutamente noiosa, giocata a ritmi blandi. Neppure i cambi hanno ravvivato un match che si era avviato sulla via del pareggio praticamente fin da subito. Nulla da fare per la Paganese, la cui casella delle vittorie resta ferma a zero e domenica c'è la difficile trasferta di Benevento, dove mancheranno per squalifica Bacis e Panini. Davvero complicata la situazione di classifica, mentre è ottimo il punto conquistato dal "Lume", a cui è mancato il guizzo giusto per portare a casa i tre punti.
 
IL TABELLINO
 
MARCATORI: 4' Zarineh, 16' Pesenti, 24' Pintori, 38' Tortori
 
PAGANESE (3-4-3): Melillo, Panini, Esposito, Cucciniello, Castaldo, Bacis, Izzo (dal 46' Lasagna), Memushaj, Zarineh, Tortori (dal 66' Rana), Sciannamè (dal 74' Maisto). A disp.: Saraò, Gambi, Marzocchi, Ibekwe. All. Pensabene.
 
LUMEZZANE (4-4-2): Trini, Nicola, Zanardini, Grippo, Romeo, Emerson, Pintori (dal 65' Bradaschia), Cinelli, Pesenti (dal 79' Galabinov), Scaglia, Marconi (dal 55' Lauria). A disp.: Alberti, Checcucci, Formiconi, Ciasca. All. Menichini.
 
ARBITRO: Sig. Liotta Michele della sezione di Lucca (Savella - Grillo)
 
AMMONITI: Grippo, Panini, Zanardini, Bacis
 
NOTE: Spett. 1000 circa. Angoli 2-8. Recupero 1' pt, 4' st.
 
Danilo Sorrentino 

                                                     

      Figline -Lecco

Decima giornata di campionato e al "Goffredo Del Buffa" scende il Lecco, reduce dalla bella vittoria interna contro l'Alessandria. Mister Magoni deve fare a meno del bravo Corrent, fermato da un infortunio. Conferma in avanti invece per il giovanissimo Ciano, classe '90, autore la scorsa domenica di una doppietta. In casa gialloblù Mister Torricelli recupera sia Consumi che Fanucchi, che siedono però in panchina a disposizione dell'allenatore pronti ad entrare in campo in caso di necessità. Leggero risentimento anche per Mugnaini e Torricelli preferisce non rischiarlo dall'inizio, dando fiducia al giovane Del Vivo. Il Figline si schiera con il 5-3-2 con Del Vivo e Pasquini esterni e Bettini, Ghinassi e Peruzzi difensori centrali. A centrocampo conferma del trio Campolattano, Guerri e Redomi e in avanti di Chiesa e Fioretti. "Goffredo Del Buffa" aperto solo per i possessori della tessera del tifoso, dopo la buona esperienza di 15 giorni fa contro la Pro Patria. Prima dell'inizio della gara il Presidente dell'ASC Figline Bernardo Farruggio ha donato una targa a Enrico Chiesa in ricordo delle 500 partite disputate tra i professionisti in 22 anni di carriera. La squadra ospite è seguita da circa 30 sportivi ai quali era stata rilasciata dalla propria società la tessera del tifoso. Sugli spalti sono presenti circa 500 spettatori. Giornata calda e campo in ottime condizioni. Il Lecco veste un completo bianco, mentre il Figline indossa la classica casacca gialloblù.  Calcio d'inizio a favore della squadra di casa. Al 4' prima opportunità della gara a favore del Lecco sugli sviluppi di un angolo battuto molto bene da Ciano che costringe Pardini ad una difficile respinta del pallone, poi allontanato definitivamente dalla difesa.  Risponde al 6' il Figline con un tiro di Chiesa che termina alto sopra la traversa. All'8' buona occasione per il Lecco con Antonioni che libera in area Cortese che si trova in posizione decentrata. Il centrocampista lascia partire un tiro pericoloso che si conclude sull'esterno della rete. Al 15' grande opportunità per il Figline con Chiesa che mette in movimento Fioretti il quale a pochi metri dalla porta lascia partire un bel tiro respinto di pugno da Pansera. Al 24' Redomi tenta un bel pallonetto dalla fascia esterna che costringe Pansera alla deviazione in angolo. Per oltre10' il gioco staziona solo a metà campo senza che le due quadre riescono a costruire azioni pericolose verso le rispettive difese. Al 36' sugli sviluppi di un angolo battuto da Ciano la palla respinta dalla difesa arriva a Bartoluci che al centro dell'area in mezza rovesciata riesce a mettere la sfera nell'angolo opposto a quello dove è posizionato Pardini che non può arrivarci e la palla termina in rete. Figline 0 - Lecco 1. Al 37' l'arbitro ammonisce Campolattano per un fallo commesso su un avversario. Al 42' sugli sviluppi di un angolo gran colpo di testa di Bettini respinto sulla linea di porta da Ciano. Sulla respinta prova il tiro Guerri, ma la palla termina sul fondo. Al 46' l'arbitro ammonisce Arrigoni per un fallo commesso su Chiesa. 2' di recupero concessi dall'arbitro. Non succede più niente e l'arbitro fischi la fine del primo tempo; una prima frazione che termina con il vantaggio del Lecco per1-0. Alla ripresa del gioco Torricelli fa entrare Fanucchi al posto di Del Vivo. Torricelli cambia modulo passando al 4-3-1-2. Calcio d'inizio a favore della squadra ospite. Al 4' prima opportunità per il Lecco con un tiro violento da fuori area di Guglieri che termina sul fondo. Il Figline cerca subito di spingere alla ricerca del pareggio e al 7' Chiesa mette al centro un bel traversone che trova solo in area Fioretti che però non riesce a colpire di testa la sfera e sbaglia una rete già fatta. Al 10' Fanucchi mette in area una splendida palla per Fioretti che viene atterrato da Guglieri. Calcio di rigore netto, calciato in modo magistrale da Chiesa che pareggia. Figline 1 - Lecco 1.  All'11' il Figline sostituisce Guerri con Consumi. Al 17' ancora Figline con Fanucchi che serve Fioretti pronto alla girata che termina sul fondo. E' comunque un'altra squadra il Figline che gioca e spinge in avanti con un'altro piglio e determinazione. Al 18' il Lecco fa uscire Sau e al suo posto entra Giannone. Al 22' il Figline fa entrare in campo Frediani al posto di Chiesa. Al 26' gran tiro da fuori area da parte di Arrigoni che batte Pardini che tenta il tuffo, non riuscendo però  deviare la palla. Figine 1 - Lecco 2. Ma passa un minuto e Redomi pareggia immediatamente lesto a mettere in rete un pallone che trova ferma la difesa ospite. Figline 2 - Lecco 2. Al 29' Cortese i invola sulla fascia destra con Cortese che entra in area e si avvicina a Pardini. Tiro dell'attaccante e bella respinta di Pardini che devia in angolo. Al 30' risponde il Figline con Frediani che in area lascia partire un tiro parato a terra da Pansera. Al 32' il Lecco sostituisce Antonioni con Santoni. La partita ora è molto bella e aperta con continui cambi di fronte ed occasioni da entrambe le parti. Al 43' Fanucchi prova il tiro dalla lunga distanza, a Pansera blocca a terra. Al 45' Pardini riesce a far propria la sfera su un traversone molto pericoloso. 3' di recupero concessi dall'arbitro. Al 46' colpo di testa di Frediani con Pansera pronto alla parata in angolo. E' stata certamente un bella parata quella vista al "Goffredo Del Buffa" tra Figline e Lecco con le squadre che hanno cercato di superarsi a vicenda dando vita ad un match aperto, vibrante, ricco di emozioni. Pareggio giusto con un primo tempo a favore del Lecco e una ripresa appannaggio del Figline che è riuscito per due volte a recuperare.

FIGLINE: Pardini, Pasquini, Del Vivo, Ghinassi, Bettini, Peruzzi, Guerri, Campolattano, Fioretti, Chiesa, Redomi. A disposizione: Novembre, Mugnaini, Duravia, Nazzani, Consumi, Fanucchi, Frediani. Allenatore: Moreno Torricelli.

LECCO: Pansera, Bartolucci, Guglieri, Calzi, Mateo, Villagatti, Cortese, Arrigoni, Ciano, Sau, Antonioni. A disposizine: Orlandi, Santoni, Galeotti, Palumbo, Buda, Giannone, Parodi. Allenatore Oscar Magoni.

Angoli 8-5 per il Lecco.

Arbitro Sig. Aureliano della sezione di Bologna. Assistenti Sig. Antico della sezione di Palermo e Sig. Ernetti della sezione di Roma 2.

Pierluigi Ermini


Taranto - Potenza 2-2

reti: 3' Catania (P), 75' Mezavilla (T), 86' Polani (P), 90' Correa (T)

Taranto: Bremec, Calori, Bolzan, Quadri, Migliaccio, Viviani, Giorgino, Mezavilla, Corona, Scarpa, Berretti

A disp: Barasso, Prosperi, Nocentini, Correa, Magallanes, Russo, Felci. All. Brucato.

Sostituzioni: 46' Felci per Calori, 63' Russo per Berretti, 71' Correa per Giorgino

Potenza: Tesoniero, Porcaro, Lucenti, De Simone, Chiavaro, Cardinale, Frezza, Profeta, Berardi, Catania, De Cesare

A disp: Gragnaniello, Barbato, Vanacore, Giannusa, Lolaico, Polani . All. Capuano

Sostituzioni: 57' Polani per Lucenti e Vanacore per De Cesare, 72' Giannusa per De Simone

Arbitro: Barbiero di Vicenza

Assistenti: Masuccio di Ariano Irpino e Genovese di Rossano Calabro

Note: Spettatori 4000 circa. Presenti in Curva Sud circa 150 supporters ospiti. Angoli:7 a 2 per il Taranto.

Ammoniti: Frezza (P), Profeta (P), Catania (P), Berardi (P), Tesoniero (P), Scarpa (T)

TARANTO – Al termine di una contesa molto combattuta il Potenza guidato dall' ex Eziolino Capuano (autentica bestia nera degli jonici) riesce ad imporre il pareggio ad un Taranto ancora alla ricerca della propria idendità. Per questa gara il tecnico tarantino lancia titolari, un po' a sorpresa, sia Giorgino (al posto di Felci) sia l' ex lucano Berretti (al posto di Falconieri). Il rientrante Correa parte inizialmente dalla panchina. In casa del Potenza mister Capuano, rientrato in panchina dopo la cacciata di Monaco, lascia tra le riserve Lolaico e lancia tra i pali il giovane Tesoniero al posto di Gragnaniello. L' avvio di gara per i padroni di casa è raggelante: al 3' infatti l' ex tarantino Catania, approfittando di una clamorosa topica di Viviani, porta a sorpresa in vantaggio il Potenza. Gli jonici provano subito reagire ed al 7' Corona, imbeccato da Quadri, in spaccata non riesce ad inquadrare la porta. Al 14' Taranto vicino al pareggio con Berretti, la cui conclusione in girata viene deviata sul palo dal portiere Tesoniero. Al 23' però ancora lo scatenato Catania semina scompiglio nella retroguardia rossoblu, senza però riuscire a concretizzare. Al 32' secondo legno per i padroni di casa, con Scarpa che accarezza la parte superiore della traversa con un pallonetto, su servizio di Bolzan. Al 38' si scaldano gli animi, con Profeta e Catania che rimediano il cartellino giallo. Proteste invece al 42' : Scarpa reclama il rigore dopo un contatto in area con il potentino Porcaro. Il tempo si chiude senza ulteriori emozioni. La ripresa si apre con un cambio in casa tarantina, con Felci che prende il posto di Calori. Al 52' si prova Berretti dal limite dell' area, con Tesoniero reattivo a respingere in corner. Al 63' il trainer rossoblu lancia nella mischia il baby Russo (classe 1990) al posto di Berretti. Al 66' rete annullata a Scarpa per presunto off-side. Al 71' si rivede in campo l' argentino Correa, dopo un mese di stop per infortunio; a lasciargli il posto è Giorgino. Al 75' arriva il pareggio del Taranto: Corona mette una palla in mezzo per Mezavilla il quale, in posizione di fuorigioco, infila di sinistro il pur bravo Tesoniero. A nulla valgono le proteste dei lucani. Ma le emozioni non sono finite, visto che il finale di partita è scoppiettante: all' 86' il Potenza si riporta in vantaggio con Polani, che sfrutta una indecisione tra Migliaccio e Bolzan, e di sinistro batte Bremec. A questo punto il Taranto attacca a testa bassa, tentando il tutto per tutto. E proprio al 90' arriva l' insperato 2 a 2 con Correa il quale, su assist di Corona, insacca a porta spalancata. Anche in questa occasione i lucani lamentano un possibile fuorigioco che non sarebbe stato rilevato dall' assistente. Alla fine fischi dei supporters tarantini per i propri beniamini, che non riescono a vincere allo Iacovone dal lontano 6 settembre (1 a 0 contro il Rimini). Per il Potenza invece una boccata di ossigeno, dopo una settimana trascorsa in maniera decisamente burrascosa. COSIMO GALEONE


Pro Patria-Varese           1 - 1



Reti al 40' Tripoli, al 82' Ripa su rigore

Propatria-Caglioni,Aquilanti,Masiero dal 72' Sarno,Chiecchi,Pivotto,Cristiano,Lombardi,Pacilli dal 46' Passiglia,Melara,Ripa,Urbano dal 60' Serafini.All.Cosco. A disp.Giambruno,Polverini,Serafini,Calà,Passiglia,Sarno,Som
Varese-Moreau,Pisano,Armenise,Bernardini,Dos Santos,Camisa,Carrozza dal 88' Momentè,Osuji,Ebagua,Zacchin,Tripoli dal 75' Radi.All.Sannino. A disp.Gradclement,Gentili,Radi,Palazzo,Del Sante,Cavalieri,Momentè.


Dopo 6 anni ritorna il derby varesino, ma il vero derby per i tigrotti è con il Legnano, i favori del pronostico spettano al Varese, che partito a inizio stagione sottotraccia a mano mano guadagnato le posizioni giuste in chiave play-off. L'ambiente biancoblu è alla ricerca di conferme dopo la vittoria di misura contro il Como seguita dalla dèbacle di Coppa Nazionale contro il Lumezzane.
Immeritato pareggio dei padroni di casa che rinunciano a Barbagli che non ce la fa e al suo posto gioca un imbarazzante Masiero, i bustocchi tranne l'avvio non riescono a trovare gioco ne grinta escono con un punto per un errore difensivo varesino, solo un tiro in porta per i biancoblu.
Il Varese dà una grande prova di forza, mostrando corsa, e gioco mettendo in imbarazzo i tigrotti che comunque allunga la striscia positiva, sarà una squadra che starà stabilmente in vetta.
L'avvio della partita in una splendida giornata "primaverile" è di marca bustocca per i primi 10', dove Urbano dalla destra saetta un bel tiro, ma la pressione della pro finisce qui, poi carbura il Varese, fino al 24' dove in uno spazio di 2' collezziona 3 corners, tutti impegnativi per la difesa biancoblu ma che comunque libera.
La forza del Varese trova leva nella dinamicità e al 40' è Tripoli a portare in gol il Varese: l'attacante biancorosso in area bustocca viene pescato dalle retrovie, fa fuori Masiero apparso debole, e di destro in area piccola la mette sotto le gambe di Caglioni in uscita alla disperata.
Nella ripresa Cosco ci prova da subito a ribaltare la partita inserendo Passiglia e poi dopo 15' Serafini ma i cambi non producono alternative all'attacco che per tutta la seconda frazione non riesce a tirare in porta le azioni si arenano a trequarti campo, meglio i biancorossi che sono sempre più veloci sui palloni e premono alla ricerca del secondo gol.
Quando sembra vicino il gol del Varese al minuto 83' una disattenzione tra Melara e Pivotto "costa" l'azione da gol del Varese: Ebagua si trova la palla sul fondo dopo l'errore della difesa tigrotta fa qualche passo e di destro trova il palo.
Capovolgimento di fronte e Sarno sulla destra trova spazio la mette in mezzo e Dos Santos la intercetta di mano, l'arbitro dà il rigore.
Ripa si incarica del tiro e di destro la mette sulla destra dove non può arrivare Moreau; gli ultimi minuti sono confusi ma non producono niente di importante.

Ammoniti: nel 1° T Pivotto,Pisano nel 2°T Serafini,Dos Santos

Corner:   nel 1° T. 2,4 nel 2° T. 

Arbitro - Sig. Barbeno Luca - Brescia 
Assistenti - Sig.Gava Omar - Conegliano; Sig. Paiusco Valentino - Vicenza

Spettatori 2150 con una rappresentanza varesina di 600 unità in curva

Spogliatoi

Si presenta per  1° Sannino dove appare molto contento e lo lascia trasparire, Sannino : Pregustavamo la vittoria, meritata, i giocatori  hanno fatto una grande partita ". Cosco: " Pareggio della volontà, siamo stati messi in difficoltà, ho messo serafini per riprendere in mano la partita, nei minuti finali abbiamo rischiato, mi sono piaciuti co il centrocampo  a tre".
Dall'altre parte Cosco è molto concreto nella analisi.



Zaffaroni Fabio

fonte:
tuttalac.it

facebook

sfoglia    settembre        novembre

Cerca, Rss, Atom e Counter
Ricerca personalizzata
Blog letto 11947689 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0   Feed ATOM di questo blog  Atom


Link
A
ac-perugia.com
acmonzabrianza.it
acspezia.com
agenfax.it
alessandriacalcio.it
allvideo
amarantomagazine.it
arezzonotizie.it
asandriabat.it
B
beneventocalcio.it
bettiamo.net
blog.football.it
blunote.it
bondolasmarsa
br73.net Pistoia
bustocco.it
C
calciatori.com
calciocampano2009
calciocomo190
calciofoggia.it
calcioland.forumfree
calciomatto
calciomercato.com
calcionapoletano
calciopiu.net
calciopress.net
calcioscommesse.myblog.it
calcioseriec.blogspot.com
calciotoscano.it
cavese
cavanotizie.it
click4soccer.com
coni.it
corrierediarezzo.it
corrieredicomo.it
cremonaweb.it
D
datasport.it
diretta.it
direttagol.it
E
e-cremonaweb.it
esperiaviareggio.it
eurosport.yahoo.com
F
fccrotone.blogspot.com
febbrea90.com
figc.it
foggiacalciomania.com
foggialandia.it
foggiaweb.it
folignocalcio.com
folignocalcio.it
forzacavese.net
forzalucchese.net
forzanovara.net
forzapescara.com
forzaspal
G
gazzettalucchese.it
goal.com
H
hellastory.net
hellasverona.it
hellasweb.it
I
ilgrecale.it
ilpallonaro.com
ilquotidianodellabasilicata.it
ilquotidianodellacalabria.it
ilsatanello.it
ioamoilcalcio.myblog.it
infobetting.com
italiadelcalcio.it
L
la_c1.ilcannocchiale.it
lanciano.it
larena.it
leccosportweb.it
lega-calcio.it
lega-calcio-serie-c.it
legaproprimadivisione
leggonline.it
livescore.com
Live score
loschermo.it
lospallino.com
lostregone.net
lumezzanecalcio.it
M
madeinandria.it
mondorossoblu.it
N-O
noitv.it
P
paganese.it
paganesecalcio.com
pescaracalcio.com
portogruarosummaga.it
primadanoi.it
primadivisionew
primadivisione
pronostici1x2
pronostici serie A
prosestonews
Q
qn.quotidiano.net
R
radioemme.it
raisport.rai.it
ravennanotizie.it
realsports.it
reggianacalcio.it
reggianasupporters.it
resport.it
riminicalcio.com
S
salernonotizie.it
sanniocalcio.it
scommesse.betfair.it
seriec1.ilcannocchiale.it
seriec1.wordpress.com
soccerpuglia.it
socialcalcio.com
solocalcio.com
solopescara.com
sorrentocalcio.com
sportal.it
sportcity-ricio
sportedintorni.blogspot.com
sporterni.it
sportevai.it
sportitalia.com
sportoggi.com
sportpeople.net
sportvintage.blogspot.com
ssjuvestabia.it
sslanciano.it
stabia1907.it
stabiachannel.it
stampasud.it
T
tarantosera.com
tarantosupporters.com
teleradioerre.it
ternanacalcio.com
terninrete.it
terzaserie.myblog.it
tifo-e-amicizia.it
tifogrifo.com
tifosigallipoli
tifosiportogruaro
tuttalac.it
tuttocalciatori.net
tuttocalcio.it
tuttolegapro.com
tuttomercatoweb.com
tuttosport.com
tuttosporttaranto
tvgratisnet.iobloggo.com
tvoggisalerno.it
U
ultrassamb
uscremonese.it
usfoggia.it
V
varese1910.it
varesenews.it
vascellocr.it
vastocalcio
viaroma100.net
virtuslanciano
Z
zonacalcio.it

Siti rimossi

Gossip&sport

Cinema italiano
cinemaitaliano.info
trovacinema.repubblica.it
Nuovi
bg vs fq pr dago
notiziariocalcio
ilnuovocorriere
asgubbio1910
forzanocerina
piacenzacalcio
triestinacalcio
comunicatemi
chi ho dimenticato
e sarà inserito,
o rimosso per chi vuol essere cancellato

....ed è naturalmente gradito
un link a questo blog
nei vostri siti o blog
grazie



Meteo











 
 
fai.informazione.it Wikio - Top dei blog Wikio - Top dei blog Add to Google intopic.it Blog360gradi - 

L’aggregatore di notizie a 360°  provenienti dal mondo dei blog! who's online Sito ottimizzato con 

TuttoWebMaster TOP 100 

SOCCER SITES TopSportSites.com :: A 

Sports Discussion Community Top Italia Registra 

il tuo sito nei motori di ricerca liquida.it social network Notizie, immagini e video dai blog italiani su Liquida top 100 sports sites My BlogCatalog 

BlogRank urltrends reports BlogNews Questo Blog e' 

Strabello! e il tuo?

Cynegi Network
linkto.org

  Powered by  MyPagerank.Net
 

seriec1

↑ Grab this Headline Animator

  View blog authority
   
 


blinko jonny groove
rcsmobile belen

lastminute
musicbox

edreams

better
blinko grandi sorelle


Rubbrica telefonica


Elenco per nome


Elenco per ruolo