235 Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio Como-Arezzo, Spal-Pescara, Taranto-Potenza, Novara-Perugia, Cosenza,Marcianise, Figline-Lecco - tuttolegapro.com | seriec1 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

logo di seriec1.ilcannocchiale.it rassegna stampa della lega pro prima divisione
Blog letto 11764117 volte












div>

Tim Cup 2009/2010, Risultati completi,
Tabellone, Regolamento

Coppa Italia 2009/2010
Risultati e Calendario
Siti Ufficiali


prima pagina della Gazzetta dello Sport

prima pagina del Corriere dello Sport

prima pagina di Tuttosport

il cirotano



Verdetti 2010-2011
Retrocesse dalla serie B
Frosinone Portogruaro
Triestina Piacenza
Promosse dalla 2a Div
Tritium Carpi
Latina FeralpiSalò
Carrarese Trapani
Retrocesse in 2a Div
Paganese Cavese
Monza Sudtirol
Ternana Cosenza
Promosse in serie B
Gubbio Nocerina
H.Verona Juve Stabia


Supercoppa 2010-2011
22 - 26 maggio
Gubbio Nocerina 1 - 1
Nocerina Gubbio 0 - 1
Vincente: Nocerina


Play Off Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Verona Sorrento 2 - 0
Salernitana Alessandria 1 - 1
Girone "B"
Juve Stabia Benevento 1 - 0
Taranto A. Roma 0 - 1
5 giugno 2011
Girone "A"
Sorrento Verona 1 - 1
Alessandria Salernitana 1 - 3
Girone "B"
Benevento Juve Stabia 1 - 1
A. Roma Taranto 2 - 3
Finali Play Off 2011
Andata 12 giugno
Verona Salernitana 2 - 0
Juve Stabia A. Roma 0 - 0
Ritorno 19 giugno
Salernitana Verona 1 - 0
A. Roma Juve Stabia 0 - 2


Play Out Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Sudtirol Ravenna 1 - 0
Monza Pergocrema 1 - 0
Girone "B"
Viareggio Cosenza 3 - 1
Foligno Ternana 1 - 0
5 giugno 2011
Girone "A"
Ravenna Sudtirol 2 - 1
Pergocrema Monza 1 - 0
Girone "B"
Cosenza Viareggio 0 - 1
Ternana Foligno 1 - 1


Lega Pro 1a Div - Girone A
10a giornata - 25 ott 09
Alessandria Viareggio 0 - 0
Como Arezzo 0 - 0
Classifica - 10a giornata
 1  Novara 24   
 2  Cremonese 22

Serie C1 Rassegna Web Prima Divisione Lega Pro





































sfoglia    settembre        novembre


25 ottobre 2009

Como-Arezzo, Spal-Pescara, Taranto-Potenza, Novara-Perugia, Cosenza,Marcianise, Figline-Lecco - tuttolegapro.com

http://www.tuttolegapro.com/images/intestazione.png

Prima Divisione, pareggio senza emozioni tra Como e Arezzo

25/10/2009 - h. 19:19  -  Ancora una partita scialba, va in scena al Sinigaglia. Il Como, nonostante il cambio di panchina , avvenuto in settimana fra Di Chiara e Oscar Brevi, non riesce a vincere contro un remissivo Arezzo. Brevi alla sua prima panchina, non mescola le carte più di tanto, e ripresenta la stessa formazione delle ultime giornate, con il solo Terraneo titolare come novità. Il campo anche Andrea Ardito, senza maschera protettiva, dopo la rottura del setto nasale subita contro il Pergocrema. L’ Arezzo , ben di disposto in campo, non ha osato per tutta la partita, e nelle due occasioni avute, stava per fare sua la posta. Poche le note di cronaca degne. Al 10° del ,primo tempo Cozzolino, s’inventa una fuga sulla sinistra, ma non seguito dai compagni, esegue un tiro-cross, che Mazzoni smanaccia in angolo. Tre minuti più tardi, Franco parte dalla propria area, si fa tutto il campo, ma il tiro risulta centrale.Al 26° l’azione , più pericolosa del Como, cross da destra di Terraneo, Salvi riceve al centro, la conclusione viene deviata da Mazzoni, in angolo.Al 39°l’Arezzo vicinissimo al Goal. Un calcio d’angolo da destra, battuto da Pereira, la conclusione di Togni viene ribattuta, Pecorari colpisce sicuro al volo, con Malatesta battuto, ma la palla colpisce in pieno la traversa. Altro brivido per il Como, con deviazione di Malatesta, su tiro di Miglietta. Finisce il primo tempo senza altri sussulti. Semplici, vuole conquistare i tre punti e sostituisce, Coppola con Vinitucci ad inizio ripresa. Cozzolino al 6° si fa tutta la fascia con Music alle costole, il diagonale è parato da Mazzoni.All’ 8° Ferreira, si beve la difesa del Como ma Malatesta riesce incredibilmente a parare, la palla va sui piedi di Chianese, che non riesce a concludere. Per il Como poi solo da segnalare un debole tiro di Franco al 27°. Nel finale l’Arezzo cerca, di schiacciare il Como, nella sua area,ma si rende pericoloso solo con un tiro alto di Ferreira al 46°. Dopo 4 minuti di recupero l’arbitro fischia la fine. A fine partita il pubblico applaude calorosamente, Vedin Music, protagonista con la maglia del Como, con una doppia promozione dalla C alla A. Il Como deve andare al più presto sul mercato, per acquistare almeno una punta e un centrocampista offensivo, per dare un senso alla propria manovra e per inquadrare la porta. L’ Arezzo, se vuole salire di categoria, deve provare ad osare di più, soprattutto in partite come questa, contro una squadra con molti problemi.
COMO-AREZZO 0-0
COMO: Malatesta, Maggioni, Brioschi, Preite, Franco; E.Brevi, Ardito (dal 35´ st Riva), Salvi; Terraneo (dal 13´ st Kalambay), Guazzo (dal 24´ st Bretti), Cozzolino. A disposizione: Zappino, Bruno, Adobati, Rudi. All. Strano-O.Brevi.
AREZZO : Mazzoni, Music, Terra, Pecorari, Sereni; Togni, Coppola (dal 1´ st Vinitucci), Miglietta; Ferreira; Chianese (dal 36´ st Fofana), Essabr (dal 13´ st Maniero). A disposizione: Giusti, Erpen, Poli, Visone. All. Semplici.
Arbitro: Di Francesco di Teramo.
NOTE - Ammoniti: Terra, Maggioni, Vinitucci, Togni.Minuti di recupero 2 Primo tempo, 4 Secondo tempo. Angoli: 9-6 per il Como.
Enrico Levrini

Prima Divisione, la Spal affonda e il Pescara vola

25/10/2009 - h. 18:58  -  Spal-Pescara 0-1
Bella cornice di pubblico oggi al P. mazza di Ferrara, ben 3850 i paganti e circa 800 tifosi al seguito degli abruzzesi. La Spal parte con la carica giusta dopo la bella prestazione di Giulianova. Ritmo della gara elevato nei primi minuti. Il Pescara risponde coprendo gli spazi, detta di minuto in minuto la legge del più forte, sfruttando la velocità e la qualità dei suoi avanti. Il forte centrocampo a quattro pescarese formato da Dettori, Gessa , Coletti e Bonanni, imbriglia le manovre della Spal bloccando Centi, quello che doveva essere l’uomo faro del centrocampo spallino. Infatti dopo soli tredici minuti di bel calcio il Pescara passa in vantaggio con Bonanni con un forte tiro dal limite piazzando un rasoterra a fil di palo. Festa dei numerosi tifosi pescaresi e cala lo sconforto su quelli di casa. Tutti a questo punto si aspettano una forte reazione dei padroni di casa, invece la Spal entra in stato confusionale non riuscendo ad imbastire un’azione da gioco. L’impegno non manca da parte dei giocatori di casa, ma il Pescara è di altro spessore e dimostra di saper giocare come il gatto con il topo. La partita non dice nulla per diversi minuti e solo l’arbitro il Sig. Corletto di Castelfranco Veneto, pessima la sua direzione non capace mai d’imporsi , sveglia dal torpore i giocatori di entrambe le compagini sorvolando su diversi falli da tergo non prendendo mai un provvedimento disciplinare. Rissa al 26’ per una spinta ai danni di Bazzani e parapiglia in campo. Ne esce un’ammonizione sia per l’attacante ferrarese e per il difensore ospite…..; Il primo tempo finisce tra i fischi dei tifosi di casa. Nella ripresa si vede lo stesso spartito della prima frazione, ma al 12’ Schiavon lasciato solo in area dalla difesa pescarese,imbeccato da un Bazzani bravo a tornare e fornire al compagno un pallone invitante, preso dalla frenesia anziché piazzare la sfera nell’angolo, inventa un pallonetto dove l’estremo ospite PINNA salva il risultato parando in uscita. La Spal deve cambiare perché Cipriani e Bazzani lasciati soli e senza rifornimenti sono due giocatori abbandonati a se stessi. Fuori Centi oggi in giornata decisamente NO e dentro Cazzamalli e Bracaletti. Ora si vede più gioco ed il Pescara soffre leggermente di più, ma solo il bravo portiere Pinna compie d’istinto una gran parata su un colpo di testa di Cipriani al 35’. Altro non c’è ed il Pescara amministra con saggezza portando in porto la vittoria, consolidando il primo posto in classifica e spingendo la Spal alla deriva. Ora per la Spal la classifica è decisamente preoccupante, ma dalla dirigenza ferrarese difende il tecnico a spada tratta sperando che la fortuna giri a favore. Per quello dimostrato oggi comunque, la classifica ha già espresso il suo giudizio insidacabile.
Giampaolo Droghetti



Prima Divisione, Taranto bloccato in casa da un Potenza rigenerato

25/10/2009 - h. 17:53  -  IL Potenza va vicino all’impresa in quel di Taranto, ma la dea bendata non sorride agli uomini di Capuano che nei minuti di recupero si vedono raggiungere da Correa. Entrambi i gol siglati in posizione di fuorigioco che fanno andare su tutte le furie il tecnico Capuano nel dopogara. Andiamo a descrivere le reti. Vantaggio lucano in apertura al minuto numero tre con la realizzazione di Lele Catania, che è abile nel sfruttare una amnesia del difensore ionico Viviani che sbaglia il retropassaggio destinato al portiere Bremec, così il fantasista potentino trafigge Bremec e sigla il gol dell’ 1 - 0 iniziale. L’assedio tarantino “esplode” al minuto 30 del secondo tempo con la realizzazione di Mezzavilla che firma il gol dell’ 1-1. Nonostante il Taranto abbia in mano la partita,creando numerose occasioni da rete, sul finire la partita si incendia letteralmente,vuoi per la realizzazione di Mezzavilla in posizione dubbia,vuoi per le motivazioni degli ospiti di portare a casa i tre punti. Il Potenza al 40’ rischia di espugnare Taranto grazie al neo entrato Polani che elude gli interventi dei difensori Migliaccio e Bolzan e fa sognare i tifosi potentini sugli spalti. E’ 2-1. Nel finale, ancora una volta su posizione irregolare, il Taranto acciuffa il pareggio finale con Corona che rifinisce in rete un cross del baby Russo. Finisce qui, un punto importante solo per il Potenza che così sale a quota 6 in classifica ma resta solo all’ultimo posto in classifica. Pareggio finale che alimenta le difficoltà dei pugliesi di fare punti tra le mura amiche. Tra sette giorni il Potenza attende a domicilio il Foggia, il Taranto va a Pescara contro gli uomini di Cuccureddu che si stanno confermando l’unica squadra del campionato capace di insidiare l’Hellas Verona.
Taranto:(4-3-1-2)Bremec, Calori, Migliaccio, Viviani, Bolzan, Giorgino, Quadri, Mezavilla, Berretti, Corona, Scarpa. A Disp: Barasso, Prosperi, Nocentini, Correa, Magallanes, Russo, Felci. All.Brucato
Potenza:(3-5-2) Tesoniero, Porcaro, Cardinale, Chiavaro, Frezza, Berardi, De Simone, Profeta, Lucenti, Catania, De Cesare. A disp: Gragnaniello, Barbato, Vanacore, Giannusa, Lolaico, Nappello, Polani. All.Capuano Arbitro:Barbiero di Vicenza
Marcatori:Catania 3’ (P), Mezavilla 30’ (TA), 40’ Polani(Pz), 45’Correa (Ta)
Ammoniti:Frezza,Profeta,Catania e Tesoniero(Potenza),Scarpa (Taranto) Angoli:7-2 per il Taranto 6-14 Recupero 2’primo tempo 5’ secondo tempo NOTE:150 potentini sugli spalti dello Iacovone di Taranto
 
DALLA SALA STAMPA: Capuano furibondo :” Gli arbitri hanno deciso di farci retrocedere. Mister Brucato: “Sono perplesso”
Queste le dichiarazioni dei due tecnici al termine della gara:
Eziolino Capuano,allenatore del Potenza: “Onore e merito al taranto ma la Lega ha deciso di far retrocedere il Potenza. Anche col Cosenza è stato negato un rigore. Oggi ci sono 2 reti del Taranto viziate da 12 metri di fuorigioco sia nella prima che nella seconda rete. Se questo è l’andazzo è inutile che io lavori per la squadra se poi le partite sono decise dagli arbitri”.    
Brucato, mister del Taranto:” C’è stato un avvio che ci ha penalizzati,siamo stati perfetti per quattro domeniche ma il gol iniziale ha galvanizzato il Potenza. Noi col tempo abbiamo macinato gioco e siamo stati sfortunati nel primo tempo. Nel secondo tempo con i miei cambi siamo stati arrembanti ma nonostante ciò sull’1-1 potevamo passare con Russo ma è stato bravo Tesoniero. Alla fine abbiamo preso un gol nel finale dettato dalla mancanza di lucidità,non possiamo lasciare Russo ultimo uomo. E’ un Taranto ancora da decifrare e questo mi lascia perplesso visto il nostro potenziale,pecchiamo di tranquillità e siamo distratti sulle palle inattive".
Federico Pellegrino

Novara, mister Tesser nel post partita: "Vittoria conquistata con il cuore"

25/10/2009 - h. 17:53  -  Il Novara piega in casa il Perugia e torna al vertice della classifica. Partita ostica quella odierna per la formazione azzurra di casa con i tre punti che sono arrivati solo nei minuti conclusivi su rigore (netto, n.d.r.).
 
In sala stampa il mister piemontese Attilio Tesser pare più provato e con meno voce rispetto al consueto. "Una vittoria conquistata con il cuore - esordisce l´allenatore - in una partita non facile, sulla carta e per come si è evoluta. Dobbiamo farci l´abitudine, continuo a dirlo. Le squadre che affrontiamo danno sempre il massimo e noi dobbiamo farci trovare attenti e concentrati per prevalere". I cambi umbri di inizio ripresa son stati inizialmente decisivi. "Loro cercavano il pareggio e l´organico del Perugia è di primissimo livello non dimentichiamolo. Del Core è stato una spina nel fianco tutta la gara". Circa l´espulsione di Gheller aggiunge: "Nei minuti conclusivi, con la stanchezza e la tensione per il risultato che prendono il sopravvento, i nervi possono saltare". Il Novara si troverà comunque a giocare senza due difensori titolari domenica (Gheller espulso e Lisuzzo ammonito in diffida) ma il mister è sicuro che "chi entrerà in campo non farà rimpiangere chi in questo frangente sta giocando di più".
 
Insieme all´allenatore si presenta Rijat Shala, autore del goal del primo vantaggio novarese. "Partita dura, soprattutto dopo il loro pareggio. Abbiamo dato fondo alle nostre energie ed alla fine siamo riusciti a vincere, come volevamo. Il mio goal? Non potevo sprecare il bel assist di Motta (davvero bello, lo ha messo da solo davanti al portiere, n.d.r.). Questo risultato è ancor pù importante perchè abbiamo messo qualche altro punto tra noi e le dirette avversarie, aspettando quello che farà la Cremonese. Continuando così ci toglieremo delle belle soddisfazioni".
 
Infine c´è da segnalare il DS novarese Pasquale Sensibile: "Voglio tributare un bel applauso alla curva del Novara. Dopo gli ultimi avvenimenti, che in prima persona avevo stigmatizzato, oggi hanno incitato la squadra tutto il tempo, senza nemmeno una frase ingiuriosa. Grazie".
Corrado Della Bruna

Prima Divisione: Cosenza, un pari che sa di vittoria

25/10/2009 - h. 17:52  -  Domenico Danti al 95 minuto rimette le cose a posto contro il Real Marcianise e fa tirare un sospiro di sollievo al pubblico del San Vito. Partita avara di emozioni nel primo tempo, complice il "catenaccio" attuato da Boccolini nell´impostazione data alla sua squadra, con un Cosenza che ha provato ad inseririsi nelle fitte maglie gialloverdi, senza però creare pericoli all´estremo difensore Fumagalli. Seconda frazione di gioco che si apre con la formazione silana che preme sull´acceleratore con un Fiore ispirato (ottimo il suo esordio) e che con l´entrata in campo del talentuoso Danti ha cercato di cambiare volto alla gara, imprimendo il proprio predominio territoriale. Ma quanto meno te lo aspetti, una topica della difesa cosentina, permette a Manco di trafiggere l´incolpevole Pinzan e gelare il pubblico presente. Cosenza che cerca di rimediare subito, con mister Toscano che contemporaneamente manda in campo Caccavallo e Mortelliti: assalto dei lupi che porta al meritato pareggio di "Dantinho" che col suo gol fa esplodere la gioia dei tifosi ropssoblù. Pareggio che per il Cosenza sa di vittoria, contro una formazione quella campana che ha messo in campo solo ostruzionismo, sceneggiate condite da inutili perdite di tempo e risse inspiegabili che hanno fatto perdere il controllo della situazione anche al mediocre arbitro Manera. Atteggiamento da censurare quello del Marcianise, che si è vista sfuggire una vittoria ormai pregustata all´ultimo giro di lancette.
 
Il Tabellino della gara: COSENZA (3-4-3): Pinzan, Musca (85´ Mortelliti), Porchia, Di Bari; Maggiolini, De Rose, Roselli (66´ Caccavallo), Maggiolini; Scotto (61´ Danti), Biancolino, Fiore. A disp: Ameltonis, Fanucci, Virga, Marsili. All. Toscano REAL MARCIANISE (4-4-2): Fumag alli; Ciano, Filosa, Murolo, Piscitelli; Manco, Della Ventura, D´Ambrosio, Di Napoli; Poziello (86´ Russo), Tedesco A disp. Mezzacapo, Tomi, Montanari, Della Ventura, Alvino, Orsi. All. Boccolini ARBITRO: Manera di Castelfranco Veneto MARCATORI: 76´ Manco, 95´ Danti NOTE: Spettatori totali 4793 di cui 2083 abbonati. Incasso totale 43054 €. Terreno in discrete condizioni. Ammoniti: Manco, Danti. Espulso Marsili dalla panchina per proteste. Corner: 4-2 per il Cosenza.

Recupero: 1´ pt - 7 st.
Saverio Albo



Prima Divisione, Figline e Lecco 2-2

25/10/2009 - h. 17:04  -  Decima giornata di campionato e al "Goffredo Del Buffa" scende il Lecco, reduce dalla bella vittoria interna contro l´Alessandria. Mister Magoni deve fare a meno del bravo Corrent, fermato da un infortunio. Conferma in avanti invece per il giovanissimo Ciano, classe ´90, autore la scorsa domenica di una doppietta. In casa gialloblù Mister Torricelli recupera sia Consumi che Fanucchi, che siedono però in panchina a disposizione dell´allenatore pronti ad entrare in campo in caso di necessità. Leggero risentimento anche per Mugnaini e Torricelli preferisce non rischiarlo dall´inizio, dando fiducia al giovane Del Vivo. Il Figline si schiera con il 5-3-2 con Del Vivo e Pasquini esterni e Bettini, Ghinassi e Peruzzi difensori centrali. A centrocampo conferma del trio Campolattano, Guerri e Redomi e in avanti di Chiesa e Fioretti. "Goffredo Del Buffa" aperto solo per i possessori della tessera del tifoso, dopo la buona esperienza di 15 giorni fa contro la Pro Patria. Prima dell´inizio della gara il Presidente dell´ASC Figline Bernardo Farruggio ha donato una targa a Enrico Chiesa in ricordo delle 500 partite disputate tra i professionisti in 22 anni di carriera. La squadra ospite è seguita da circa 30 sportivi ai quali era stata rilasciata dalla propria società la tessera del tifoso. Sugli spalti sono presenti circa 500 spettatori. Giornata calda e campo in ottime condizioni. Il Lecco veste un completo bianco, mentre il Figline indossa la classica casacca gialloblù. Calcio d´inizio a favore della squadra di casa. Al 4´ prima opportunità della gara a favore del Lecco sugli sviluppi di un angolo battuto molto bene da Ciano che costringe Pardini ad una difficile respinta del pallone, poi allontanato definitivamente dalla difesa. Risponde al 6´ il Figline con un tiro di Chiesa che termina alto sopra la traversa. All´8´ buona occasione per il Lecco con Antonioni che libera in area Cortese che si trova in posizione decentrata. Il centrocampista lascia partire un tiro pericoloso che si conclude sull´esterno della rete. Al 15´ grande opportunità per il Figline con Chiesa che mette in movimento Fioretti il quale a pochi metri dalla porta lascia partire un bel tiro respinto di pugno da Pansera. Al 24´ Redomi tenta un bel pallonetto dalla fascia esterna che costringe Pansera alla deviazione in angolo. Per oltre10´ il gioco staziona solo a metà campo senza che le due quadre riescono a costruire azioni pericolose verso le rispettive difese. Al 36´ sugli sviluppi di un angolo battuto da Ciano la palla respinta dalla difesa arriva a Bartoluci che al centro dell´area in mezza rovesciata riesce a mettere la sfera nell´angolo opposto a quello dove è posizionato Pardini che non può arrivarci e la palla termina in rete. Figline 0 - Lecco 1. Al 37´ l´arbitro ammonisce Campolattano per un fallo commesso su un avversario. Al 42´ sugli sviluppi di un angolo gran colpo di testa di Bettini respinto sulla linea di porta da Ciano. Sulla respinta prova il tiro Guerri, ma la palla termina sul fondo. Al 46´ l´arbitro ammonisce Arrigoni per un fallo commesso su Chiesa. 2´ di recupero concessi dall´arbitro. Non succede più niente e l´arbitro fischi la fine del primo tempo; una prima frazione che termina con il vantaggio del Lecco per1-0. Alla ripresa del gioco Torricelli fa entrare Fanucchi al posto di Del Vivo. Torricelli cambia modulo passando al 4-3-1-2. Calcio d´inizio a favore della squadra ospite. Al 4´ prima opportunità per il Lecco con un tiro violento da fuori area di Guglieri che termina sul fondo. Il Figline cerca subito di spingere alla ricerca del pareggio e al 7´ Chiesa mette al centro un bel traversone che trova solo in area Fioretti che però non riesce a colpire di testa la sfera e sbaglia una rete già fatta. Al 10´ Fanucchi mette in area una splendida palla per Fioretti che viene atterrato da Guglieri. Calcio di rigore netto, calciato in modo magistrale da Chiesa che pareggia. Figline 1 - Lecco 1. All´11´ il Figline sostituisce Guerri con Consumi. Al 17´ ancora Figline con Fanucchi che serve Fioretti pronto alla girata che termina sul fondo. E´ comunque un´altra squadra il Figline che gioca e spinge in avanti con un´altro piglio e determinazione. Al 18´ il Lecco fa uscire Sau e al suo posto entra Giannone. Al 22´ il Figline fa entrare in campo Frediani al posto di Chiesa. Al 26´ gran tiro da fuori area da parte di Arrigoni che batte Pardini che tenta il tuffo, non riuscendo però deviare la palla. Figine 1 - Lecco 2. Ma passa un minuto e Redomi pareggia immediatamente lesto a mettere in rete un pallone che trova ferma la difesa ospite. Figline 2 - Lecco 2. Al 29´ Cortese i invola sulla fascia destra con Cortese che entra in area e si avvicina a Pardini. Tiro dell´attaccante e bella respinta di Pardini che devia in angolo. Al 30´ risponde il Figline con Frediani che in area lascia partire un tiro parato a terra da Pansera. Al 32´ il Lecco sostituisce Antonioni con Santoni. La partita ora è molto bella e aperta con continui cambi di fronte ed occasioni da entrambe le parti. Al 43´ Fanucchi prova il tiro dalla lunga distanza, a Pansera blocca a terra. Al 45´ Pardini riesce a far propria la sfera su un traversone molto pericoloso. 3´ di recupero concessi dall´arbitro. Al 46´ colpo di testa di Frediani con Pansera pronto alla parata in angolo. E´ stata certamente un bella parata quella vista al "Goffredo Del Buffa" tra Figline e Lecco con le squadre che hanno cercato di superarsi a vicenda dando vita ad un match aperto, vibrante, ricco di emozioni. Pareggio giusto con un primo tempo a favore del Lecco e una ripresa appannaggio del Figline che è riuscito per due volte a recuperare.
FIGLINE: Pardini, Pasquini, Del Vivo, Ghinassi, Bettini, Peruzzi, Guerri, Campolattano, Fioretti, Chiesa, Redomi. A disposizione: Novembre, Mugnaini, Duravia, Nazzani, Consumi, Fanucchi, Frediani. Allenatore: Moreno Torricelli. LECCO: Pansera, Bartolucci, Guglieri, Calzi, Mateo, Villagatti, Cortese, Arrigoni, Ciano, Sau, Antonioni. A disposizine: Orlandi, Santoni, Galeotti, Palumbo, Buda, Giannone, Parodi. Allenatore Oscar Magoni. Angoli 8-5 per il Lecco.
Arbitro Sig. Aureliano della sezione di Bologna. Assistenti Sig. Antico della sezione di Palermo e Sig. Ernetti della sezione di Roma 2.
Pierluigi Ermini

Prima Divisione, Novara in testa con Motta in attesa della Cremonese

Cliccare per il dettaglio dell'immagine 25/10/2009 - h. 16:55  -  In terra piemontese si incontrano due delle forze di questo girone A di Prima Divisione. Il Novara cerca di agguantare la vetta della classifica almeno per una notte, mettendo pressione alla Cremonese attesa dalla delicata trasferta di Monza. Per contro il Perugia si gioca la possibilità di mantenere la posizione in zona play-off sognando di avicinarsi ulteriormente alle prime del girone. Inizia la partita e, dopo una breve fase di studio, è la squadra di casa a prendere l´iniziativa con vigore. Il Perugia appare intimidito ed incapace in questa fase di propore contromisure offensive e difensive degne di nota. Gli azzurri piemontesi arvano dalle parti di Benassi con una certa facilità: al 9´ con una doppia conclusione di Bertani prima e di Shala poi, al 10´ al termine di una bella azione Motta gira fuori di testa ed 16´ quando Lisuzzo colpisce alto di testa su perfetto angolo di Rigoni.
Tanta pressione porta al 23´ al goal del Novara: azione insistita da sinistra a destra, la palla passa rapidamente da Tombesi a Rigoni, poi sponda di Gonzalez per Motta che offre un assist”al bacio” a Shala. Il centrocampista albanese calcia forte battendo l´incolpevole Benassi. Passano pochi minuti e nuovamente il Novara rischia di andare in goal su uscita errata di Benassi fuori dall´area. Nel finale cresce il Perugia, ma la sua manovra rimane approssimativa, più che altro frutto di estro dei singoli: ci provano Del Core (39´) e Perra (41´) con tiri da fuori, su cui l´estremo novarese Ujkani si fa trovare pronto. 
Nella ripresa, il Perugia cambia volto, sia in termini di giocatori che di gioco. Gli innesti di Gatti ed Ercolano per Menassi e Paponi danno maggiore vitalità alla manovra umbra. I grifoni spingono, soprattutto lungo la fascia sinistra d´attacco. Al 6´ da segnalare un goal annullato su Stamilla per un fuorigioco che è apparso dubbio dalla tribuna stampa. Al 12´ Del Core da buonissima posizione spedisce la palla a fil di palo. Al 14´ il pareggio umbro: ancora discesa dalla sinistra, questa volta di Bondi, e cross in mezzo all´area. Ercolano è bravo a girare di testa in rete la palla sul secondo palo. Entrambe le formazioni sono alla ricerca del goal partita: ci provano Rigoni (16´) per il Novara e Del Core (21´) per il Perugia, cui solo la traversa si oppone ad Ujkani che pareva battuto. Dopo queste fiammate, la gara diviene meno giocata e più nervosa. Co il passare dei minuti le due squadre paiono accontentarsi del pareggio, sebbene non manchi l´incitamento continuo dei tifosi di casa ed anche del gruppo di perugini giunti in terra piemonetese.
Ma proprio quando non te l´aspetti arriva l´episodio che da la svolta alla partita: al 40´ Raimondi entra sconsideratamente in scivolata in area su Rigoni lanciato verso il fondo per il cross. Il fantasista azzurro va a terra e l´arbitro non può che fischiare un rigore apparso evidente quanto marchiano nell´intervento del difesore umbro.
Motta va sul dischetto ed insacca alla destra di Benassi: è il 41´ ed il Novara torna in vantaggio.
Negli ultimi minuti di ordinario caos il Novara cerca di controllare ed il Perugia di spingere. Gheller viene espulso in pieno recupero per proteste a seguito di un dubbio fallo su Ercolano. Dopo tre minuti oltre il 45´ arriva il triplice fischio.
 
Il Novara dunque torna regina del girone almeno per una notte, in attesa di quanto avverrà domani nel posticipo tra Monza e Cremonese.
 
Novara (4-3-1-2): Ujkani 6; Gheller 5.5, Lisuzzo 6.5, Ludi 6.5, Tombesi 6 (10´ st Coubronne 6); Shala 7 (4´ st Morandi 5.5), Porcari 6.5, Rigoni 6.5; Motta 7; Bertani 6 (33´ st Rubino s.v.), Gonzalez 5.5. A disposizione: Fontana, Centurioni, Evola, Ledesma. All. Tesser 6
 
Perugia (4-4-2): Benassi 5; Zoppetti 5.5, Raimondi 4, Accursi 6, Bonomi 6.5; Stamilla 6 (28´ st Cazzola 5), Perra 5.5, Menassi 5 (1´ st Gatti 6), Bondi 7; Paponi 5.5 (1´ st Ercolano 6), Del Core 7. A disposizione: De Marco, Pagani, Lacrimini, Martini. All. Zaffaroni
 
Arbitro: sig. Viti di Campobasso
Ammoniti: Shala e Lisuzzo per il Novara; Perra e Cazzola per il Perugia.
Espulsi: Gheller del Novara.
Angoli: 6-2 per il Perugia.
Recupero: 2´ pt e 3´ st.
Corrado Della Bruna

Cremonese, bomber Guidetti: "Con il Benevento sfida di vertice"

Cliccare per il dettaglio dell'immagine 25/10/2009 - h. 09:41  -  “Fortemente B” è la scritta che campeggiava sotto la maglia ufficiale dello Spezia dell’attaccante, Massimiliano Guidetti. Erano giorni di vittoria e di grande entusiasmo a La Spezia per la promozione nella cadetteria della società ligure ed intuisco che Guidetti li ricorda con piacere. Solo qualche secondo però il tempo per sperare invano di strappargli una promessa, quella di indossare la maglia con la stessa dicitura ma sotto la casacca grigiorossa. Niente da fare infatti perché gli scongiuri per il calciatore della Cremonese prevalgono sull’idea stuzzicante. Oggi il pensiero di Guidetti è rivolto solo alla Cremonese ed al campionato che sta conducendo con un avvio brillante. E’ la seconda stagione all’ombra dello Zini e quest’anno ci sono per il bomber, nativo di Como, i presupposti per fare meglio della passata stagione. In serie C1 infatti l’attaccante della Cremonese si fermò a quota sette gol dopo 28 giornate, adesso non siamo neppure ad un terzo del campionato di Prima Divisione e già Guidetti ha marcato tre volte il tesserino di attaccante di razza sulle otto giornate. I numeri per lui però non sono così importanti e lo si intuisce da come intende il prossimo impegno casalingo col Benevento:
“Il Benevento ha raccolto solo un punto in trasferta? Non significa nulla perché è una squadra molto forte e temibile e rientra tra quelle che possono vincere questo campionato con il Perugia, il Novara e l’Arezzo. La Cremonese? Siamo un gruppo giovane che dobbiamo crescere e domenica scorsa abbiamo vinto un match molto importante contro una delle candidate alla vittoria finale. Domenica allo Zini sarà durissima contro il Benevento ma ce la giocheremo al massimo così come abbiamo fatto domenica scorsa”.
Domenica scorsa il Perugia e domenica prossima il Benevento, passate dunque da uno scontro diretto ad un altro da giocare per fortuna allo Zini.
“Il fattore campo è per noi molto importante perché si tratta di sfide dure ma che possiamo giocarci al meglio delle nostre possibilità. Quest’anno il torneo è molto equilibrato ed ogni settimana potrebbe esserci una squadra diversa da quella settimana precedente quindi bisogna giocare tutte le partite al meglio e confrontarsi anche con squadre fortissime come il Benevento”.
La sua stagione è partita molto bene con quasi un gol in media ogni due match. Pensa di far meglio della passata stagione? 
“E’ vero che per me la stagione è partita benissimo e sono soddisfatto ma il campionato è lungo ed equilibrato ed ogni domenica sarà una lotta per riuscire a fare bene”.
Domenica scorso a Como i tifosi hanno fatto indietreggiare i giocatori lariani che volevano festeggiare il risultato positivo. Dato che lei è nativo di quelle parti, come mai a Como si vive questa situazione?
“Como è una piazza che ha un blasone per il suo passato di serie A e B ed i tifosi comaschi meritano che la squadra possa al più presto tornare ai livelli che competono a quella città. Credo che per questa stagione la società abbia attrezzato una formazione competitiva e sono certo che ben presto i risultati arriveranno”.
Proviamo a strappargli la promessa di indossare la maglia “Fortemente B” sotto la sua maglietta grigiorossa ma Massimiliano Guidetti è già via anche con il pensiero alla sfida difficile e di vertice dello Zini contro il Benevento. Vorrà dire che riproverò prossimamente quando la Cremonese avrà magari voltato il giro di boa del girone di ritorno
Redazione
Fonte: GiornaledelloSport.net

Potenza, il Dg Galigani: "Capuano si è scusato. Tutto chiarito"

Cliccare per il dettaglio dell'immagine 25/10/2009 - h. 09:22  -   
Parla il DG del Potenza Vittorio Galigani, in merito alla sfida da ex, di oggi contro il Taranto e sul ritorno di Capuano dopo le sfuriate delle scorse settimane:

Galigani, che effetto le fa tornare da ex in uno stadio che negli ultimi 20 anni, anche se a fasi alterne, l´ha vista protagonista?
"Tornare allo "Iacovone", soprattutto da avversario, fa sempre un certo effetto. Ma il calcio è questo, per 90 minuti dovrò pensare solo ed esclusivamente al Potenza".
Che naviga in solitudine all´ultimo posto, se l´aspettava?
"Sinceramente no, ma sappiamo che la squadra, per il potenziale che possiede, non merita la posizione che occupa. Ci tireremo fuori da questa situazione, ne sono convinto".
Già, ma la decisione da parte della società di vendere ridimensionando i programmi può suonare come una sorta di resa...
"Ma nella realtà non è così. Il Potenza, come tante altre squadre di Lega Pro, deve tener conto soprattutto dei bilanci. E in questa direzione che vuol dirigersi il nostro presidente, che ha comunque manifestato la volontà di passare la mano dopo le ultime contestazioni".
In settimana l´esonero di Monaco e il ritorno di Capuano: è stato commesso un errore?
"Al di là dei risultati ottenuti sul campo, scarsi per la verità, Monaco non ha accettato la nuova politica della società. Il divorzio va visto sotto quest´ottica, anche se, bisogna dirlo, la piazza ha spinto molto per il ritorno di Capuano. Il presidente non ha fatto altro che accontentare i tifosi".
Ma il vostro litigio può creare qualche problema di convivenza?
"Capuano è così, una volta conosciuto sei capace di accettarlo per quello che è. Mi ha chiesto scusa, ci siamo chiariti, questo basta e avanza. Il vero obiettivo, mio e di Capuano, deve essere quello di salvare il Potenza, che ha la priorità su tutto".
Che tipo di gara sarà quella dello "Iacovone"?
"Dura e molto combattuta, tra due squadre che non possono permettersi passi falsi: il Taranto vuol vincere, il Potenza non può perdere...".
Secondo lei, la squadra di Brucato è da primo posto?
"Sulla carta direi di sì, ma bisogna dimostrarlo sul campo".
Ce la farà a tornare in B?
"Me lo auguro, soprattutto per la città...".
Redazione

fonte: tuttolegapro.com

facebook

sfoglia    settembre        novembre

Cerca, Rss, Atom e Counter
Ricerca personalizzata
Blog letto 11764117 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0   Feed ATOM di questo blog  Atom


Link
A
ac-perugia.com
acmonzabrianza.it
acspezia.com
agenfax.it
alessandriacalcio.it
allvideo
amarantomagazine.it
arezzonotizie.it
asandriabat.it
B
beneventocalcio.it
bettiamo.net
blog.football.it
blunote.it
bondolasmarsa
br73.net Pistoia
bustocco.it
C
calciatori.com
calciocampano2009
calciocomo190
calciofoggia.it
calcioland.forumfree
calciomatto
calciomercato.com
calcionapoletano
calciopiu.net
calciopress.net
calcioscommesse.myblog.it
calcioseriec.blogspot.com
calciotoscano.it
cavese
cavanotizie.it
click4soccer.com
coni.it
corrierediarezzo.it
corrieredicomo.it
cremonaweb.it
D
datasport.it
diretta.it
direttagol.it
E
e-cremonaweb.it
esperiaviareggio.it
eurosport.yahoo.com
F
fccrotone.blogspot.com
febbrea90.com
figc.it
foggiacalciomania.com
foggialandia.it
foggiaweb.it
folignocalcio.com
folignocalcio.it
forzacavese.net
forzalucchese.net
forzanovara.net
forzapescara.com
forzaspal
G
gazzettalucchese.it
goal.com
H
hellastory.net
hellasverona.it
hellasweb.it
I
ilgrecale.it
ilpallonaro.com
ilquotidianodellabasilicata.it
ilquotidianodellacalabria.it
ilsatanello.it
ioamoilcalcio.myblog.it
infobetting.com
italiadelcalcio.it
L
la_c1.ilcannocchiale.it
lanciano.it
larena.it
leccosportweb.it
lega-calcio.it
lega-calcio-serie-c.it
legaproprimadivisione
leggonline.it
livescore.com
Live score
loschermo.it
lospallino.com
lostregone.net
lumezzanecalcio.it
M
madeinandria.it
mondorossoblu.it
N-O
noitv.it
P
paganese.it
paganesecalcio.com
pescaracalcio.com
portogruarosummaga.it
primadanoi.it
primadivisionew
primadivisione
pronostici1x2
pronostici serie A
prosestonews
Q
qn.quotidiano.net
R
radioemme.it
raisport.rai.it
ravennanotizie.it
realsports.it
reggianacalcio.it
reggianasupporters.it
resport.it
riminicalcio.com
S
salernonotizie.it
sanniocalcio.it
scommesse.betfair.it
seriec1.ilcannocchiale.it
seriec1.wordpress.com
soccerpuglia.it
socialcalcio.com
solocalcio.com
solopescara.com
sorrentocalcio.com
sportal.it
sportcity-ricio
sportedintorni.blogspot.com
sporterni.it
sportevai.it
sportitalia.com
sportoggi.com
sportpeople.net
sportvintage.blogspot.com
ssjuvestabia.it
sslanciano.it
stabia1907.it
stabiachannel.it
stampasud.it
T
tarantosera.com
tarantosupporters.com
teleradioerre.it
ternanacalcio.com
terninrete.it
terzaserie.myblog.it
tifo-e-amicizia.it
tifogrifo.com
tifosigallipoli
tifosiportogruaro
tuttalac.it
tuttocalciatori.net
tuttocalcio.it
tuttolegapro.com
tuttomercatoweb.com
tuttosport.com
tuttosporttaranto
tvgratisnet.iobloggo.com
tvoggisalerno.it
U
ultrassamb
uscremonese.it
usfoggia.it
V
varese1910.it
varesenews.it
vascellocr.it
vastocalcio
viaroma100.net
virtuslanciano
Z
zonacalcio.it

Siti rimossi

Gossip&sport

Cinema italiano
cinemaitaliano.info
trovacinema.repubblica.it
Nuovi
bg vs fq pr dago
notiziariocalcio
ilnuovocorriere
asgubbio1910
forzanocerina
piacenzacalcio
triestinacalcio
comunicatemi
chi ho dimenticato
e sarà inserito,
o rimosso per chi vuol essere cancellato

....ed è naturalmente gradito
un link a questo blog
nei vostri siti o blog
grazie



Meteo











 
 
fai.informazione.it Wikio - Top dei blog Wikio - Top dei blog Add to Google intopic.it Blog360gradi - 

L’aggregatore di notizie a 360°  provenienti dal mondo dei blog! who's online Sito ottimizzato con 

TuttoWebMaster TOP 100 

SOCCER SITES TopSportSites.com :: A 

Sports Discussion Community Top Italia Registra 

il tuo sito nei motori di ricerca liquida.it social network Notizie, immagini e video dai blog italiani su Liquida top 100 sports sites My BlogCatalog 

BlogRank urltrends reports BlogNews Questo Blog e' 

Strabello! e il tuo?

Cynegi Network
linkto.org

  Powered by  MyPagerank.Net
 

seriec1

↑ Grab this Headline Animator

  View blog authority
   
 


blinko jonny groove
rcsmobile belen

lastminute
musicbox

edreams

better
blinko grandi sorelle


Rubbrica telefonica


Elenco per nome


Elenco per ruolo