235 Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio seriec1 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

logo di seriec1.ilcannocchiale.it rassegna stampa della lega pro prima divisione
Blog letto 1 volte












div>

Tim Cup 2009/2010, Risultati completi,
Tabellone, Regolamento

Coppa Italia 2009/2010
Risultati e Calendario
Siti Ufficiali


prima pagina della Gazzetta dello Sport

prima pagina del Corriere dello Sport

prima pagina di Tuttosport

il cirotano



Verdetti 2010-2011
Retrocesse dalla serie B
Frosinone Portogruaro
Triestina Piacenza
Promosse dalla 2a Div
Tritium Carpi
Latina FeralpiSalò
Carrarese Trapani
Retrocesse in 2a Div
Paganese Cavese
Monza Sudtirol
Ternana Cosenza
Promosse in serie B
Gubbio Nocerina
H.Verona Juve Stabia


Supercoppa 2010-2011
22 - 26 maggio
Gubbio Nocerina 1 - 1
Nocerina Gubbio 0 - 1
Vincente: Nocerina


Play Off Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Verona Sorrento 2 - 0
Salernitana Alessandria 1 - 1
Girone "B"
Juve Stabia Benevento 1 - 0
Taranto A. Roma 0 - 1
5 giugno 2011
Girone "A"
Sorrento Verona 1 - 1
Alessandria Salernitana 1 - 3
Girone "B"
Benevento Juve Stabia 1 - 1
A. Roma Taranto 2 - 3
Finali Play Off 2011
Andata 12 giugno
Verona Salernitana 2 - 0
Juve Stabia A. Roma 0 - 0
Ritorno 19 giugno
Salernitana Verona 1 - 0
A. Roma Juve Stabia 0 - 2


Play Out Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Sudtirol Ravenna 1 - 0
Monza Pergocrema 1 - 0
Girone "B"
Viareggio Cosenza 3 - 1
Foligno Ternana 1 - 0
5 giugno 2011
Girone "A"
Ravenna Sudtirol 2 - 1
Pergocrema Monza 1 - 0
Girone "B"
Cosenza Viareggio 0 - 1
Ternana Foligno 1 - 1


Lega Pro 1a Div - Girone A
10a giornata - 25 ott 09
Alessandria Viareggio 0 - 0
Como Arezzo 0 - 0
Classifica - 10a giornata
 1  Novara 24   
 2  Cremonese 22

Serie C1 Rassegna Web Prima Divisione Lega Pro





































sfoglia    ottobre        dicembre


19 novembre 2008

Il Punto sull'Arezzo: I toscani non sanno più vincere, ma la classifica sorride ancora

La squadra di Mister Cari in lieve flessione, riparte con un punto dopo due sconfitte. ...continua a leggere >>

facebook

17 novembre 2008

Pescara, colpo grosso sfiorato ad Arezzo, Nanu Galderisi:"Potremmo fermarci"

Il tecnico biancazzurro al termine della gara è un fiume in piena ed esterna tutta la propria amarezza per una condizione oggettivamente al limite della praticabilità. ...continua a leggere >>

facebook

17 novembre 2008

Arezzo - Pescara 1-1 Gli amaranto perdono terreno, ma...

Abbiamo dovuto riflettere a lungo prima di scrivere di una partita difficile da commentare. Siamo di fronte ad una situazione molto particolare che si presta ad ...continua a leggere >>

facebook

16 novembre 2008

Il Pescara blocca l'Arezzo sull'1-1

Nel mondo del pallone si sa che i momenti di difficoltà cementano e consolidano il gruppo in maniera incredibile e questo lo sanno bene sia Galderisi e il Pescara, sia Cari ...continua a leggere >>

facebook

15 novembre 2008

Arezzo-Pescara in diretta su Conto Tv

La partita Arezzo-Pescara di domani pomeriggio verrà trasmessa in diretta sul satellite e sul digitale terrestre da Conto Tv. L'emittente copre parte di Toscana, Abruzzo, Marche, Umbria ...continua a leggere >>

facebook

25 febbraio 2008

Pescara: ad Arezzo va in scena un film già visto

24/02/2008   - AD AREZZO UN FILM GIA' VISTO

solopescara
Ad Arezzo va in scena un film già visto più volte in questo campionato.

Il Pescara regala un tempo agli avversari (reduci da diversi risultati negativi) e si limita a giocare di fatto solo la ripresa, atteggiamento avuto in più circostanze in questo torneo, soprattutto in trasferta.

Un film già visto è purtroppo anche l’arbitraggio che penalizza i biancazzurri che comunque avrebbero meritato il pari: la terna arbitrale infatti influisce sul risultato nei due episodi chiave della gara.

Al 12’ del primo tempo viene assegnato un rigore ai toscani per un presunto fallo di Vitale su Chianese sugli sviluppi di un calcio di punizione: all’attaccante, che poi ha trasformato il penalty (intuito da Indiveri), è stato sufficiente lasciarsi cadere a terra per ricevere su un piatto d’argento il gol vittoria.
Viceversa, al 90’ viene annullato per fuorigioco (ai più parso inesistente) un gol a Ferraresi che in rovesciata insacca dopo che Turchi (all’esordio) aveva colpito l’incrocio dei pali.

L’Arezzo ha fatto la partita soprattutto nel primo tempo, mentre il Pescara è uscito fuori solo nella ripresa: onestamente ci si aspettava di più da una squadra che viaggiava sulle ali dell’entusiasmo, che puntualmente ci vengono tarpate ad ogni occasione (ormai è oltre un decennio che subiamo questo destino!!!).

Ora siamo tornati di nuovo a metà classifica con un distacco di 6 punti dalla zona play off e da quella play out: a meno di miracoli (possibili però con questo mediocre campionato) sfruttiamo l’ultima parte di campionato per preparare al meglio la prossima stagione che dovrà vederci protagonisti e con una mentalità vincente di tutto lo staff tecnico, dal mister ai calciatori, cosa troppo spesso mancata in questa stagione.

Confidiamo nel presidente Soglia.

http://www.solopescara.com/

Tentativo di aggressione all'entourage pescarese

Sono stati attimi di tensione quelli vissuti nel momento del goal annullato a Ferraresi. Il Presidente Soglia ha subito una aggressione prima verbale, poi si è sfiorato il contatto fisico evitato da alcuni dell'entourage biancazzurro che hanno letteralmente fatto scudo anche e soprattutto nei confronti del nipotino del numero uno biancazzurro. Un episodio che lascia letteralmente interdetti e non può che aumentare l'amarezza di chi con passione e sacrifici si è avvicinato a questo "strano mondo del pallone" troppe volte ingrato.
24 02 2008 alle 17:37:14 da Donato Giampietro
http://www.forzapescara.com/


facebook

24 febbraio 2008

Un rigore di Chianese stende il Pescara

Un rigore di Chianese stende il Pescara
Scritto da: Andrea Avato, domenica 24 febbraio 2008
Visto: 198 volte.

Image
Chianese e Miglietta esultano
Importante, sofferta, meritata e anche un po' fortunata. La vittoria sul Pescara ha tutte queste caratteristiche e non è proprio il momento di storcere il naso di fronte a un secondo tempo in cui l'Arezzo ha preferito distruggere invece che costruire. Non è stata una bella partita, ma dopo il 2-2 di Taranto e il ko di Lanciano, tutti sapevamo che a contare oggi era solo ed esclusivamente il risultato. E se per una volta la squadra ha rinunciato al fraseggio, lasciando l'iniziativa agli avversari, beh, non c'è niente di male. Sull'importanza di questi 3 punti c'è poco da aggiungere: basta dare un'occhiata alla classifica per rendersi conto che è stato compiuto un piccolo, ma pesante salto in avanti. I play-off sono a -5, Pescara e Massese sono alle spalle, il Lanciano e il Perugia sono solo una lunghezza più su. Senza la vittoria odierna, quasi tutte le speranze e le ambizioni di rimonta si sarebbero sciolte come neve al sole. E' stata anche una vittoria sofferta, perché dopo il rigore trasformato da un effervescente Chianese, l'Arezzo ha preferito puntare sul gioco di rimessa. Il Pescara ha fatto tanto possesso palla, ma al tiro non c'è andato praticamente mai. Soltanto al 90esimo un'indecisione di Mezzanotti ha spianato la strada a Turchi, il quale ha centrato l'incrocio con un destro a effetto. Il successivo gol di Ferraresi è stato annullato per off-side e lì Cuoghi ha tirato un sospiro di sollievo: in caso di 1-1, avremmo potuto ammainare le bandiere e il tecnico sarebbe finito sotto processo. La scelta di non fare sostituzioni fino a tre minuti dalla fine è stata rischiosa, anche perché forze fresche in mezzo al campo avrebbero fatto comodo. Per fortuna è andata bene, una volta tanto la dea bendata non si è girata dall'altra parte.

Tutto considerato, comunque, il Pescara non può accampare scusanti per la sconfitta. L'Arezzo ha iniziato meglio la partita, ha attaccato di più, è andato in vantaggio per un netto fallo di Vitale su Chianese che ha causato il penalty e per tutto il primo tempo, pur senza incantare, ha tenuto gli avversari sotto pressione. Ottimo Rivas, talentuoso e funambolico, generoso Chianese nel tenersi sulle spalle il peso dell'attacco. Così così, invece, Bondi, che non riesce a tornare sui livelli di rendimento auspicati. Nel secondo tempo la squadra si è abbassata (anche troppo) a difesa dell'area di rigore, facendo leva sulla straordinaria tenuta difensiva. Conte, Ranocchia e Grillo hanno chiuso tutti i varchi con l'aiuto dei mediani e il solo Mezzanotti ha accusato qualche battuta a vuoto. Alla fine, eccezion fatta per l'incrocio dei pali prima descritto, il Pescara non ha costruito nulla. Nota per Marconato, reduce da una settimana difficile: nessuna parata a effetto per lui, ma diverse uscite e respinte di pugno. Con sicurezza, come se l'errore di Lanciano non fosse mai esistito. Adesso c'è la sosta, poi si va a San Benedetto. Mancano nove partite alla fine e l'Arezzo in casa ha quattro scontri diretti: Gallipoli, Lucchese, Massese, Ancona. I giochi sono aperti.

http://www.amarantomagazine.it/index.php?option=com_content&task=view&id=552&Itemid=0

Le pagelle di Arezzo-Pescara

Scritto da: Andrea Avato, domenica 24 febbraio 2008
Visto: 129 volte.

Image
Rivas semina gli avversari
Le pagelle di Arezzo-Pescara.
Marconato 7. Dopo una settimana paradossale in cui era finito ingiustamente ed esageratamente sotto processo, è tornato in campo sfoggiando una calma olimpica. Quelli del Pescara hanno girato al largo, ma quando c’è stato bisogno di lui, si è fatto trovare pronto. Uscite alte, uscite basse, respinte di pugno, sempre molto sicuro. Solo una volta è stato uccellato, ma il palo ci ha pensato al posto suo. Mancini stavolta lo lascerà in pace. Redivivo.
Chianese 7. L’attaccante che fa gol merita sempre un bel voto. Orfano di Martinetti, prima si conquista il penalty e poi lo trasforma con freddezza. In più, corre e rincorre tutti i difensori avversari, dimostrando una vitalità beneaugurante. Tre partite in amaranto e già 2 gol. Non male. Cecchino.
Rivas 7. Di nuovo titolare dopo quindici giorni di apprendistato. Prende l’iniziativa, punta e salta i difensori come birilli, concede alla platea un paio di virtuosismi orgasmici e dimostra di divertirsi da matti ogni volta che ha la palla tra i piedi. Più brasiliano che argentino, finché ha benzina manda tutti al manicomio. Funambolico.
Conte 6.5. A parte un passaggio orizzontale da far drizzare i capelli in testa, non sbaglia niente. E dire che sulla sua fascia transitava Micco, un peperino veloce che quest’anno ha già segnato 6 gol. Beh, Micco è uscito a inizio ripresa e il Pescara a sinistra ci ha messo Dettori, il quale dopo una mezz’oretta è uscito pure lui. Col rosso, come recitava uno striscione ai tempi del Gus, non si passa. Baluardo.
Ranocchia 6.5. Sansovini è bravo, è in forma ed è rapido, cioè incarna l’identikit del centravanti che Rano dovrebbe soffrire. In teoria, perché in pratica, pur con qualche svirgolata inconsueta, Andrea non concede all’avversario nemmeno mezzo tiro. Semmai salta agli occhi il fatto che da Sansovini (e poi da Falomi), Ranocchia rimedi due o tre stecche formato maxi. Randellato.
Bricca 6.5. Il pupillo del presidente, che ne aveva invocato la presenza in ogni trasferta, torna titolare in casa per aggredire i portatori di palla avversari. Corsa e agonismo sono le sue armi migliori, per un tempo almeno ci aggiunge anche le incursioni verso l’area pescarese e un paio di tiri coraggiosi. Nel secondo tempo si mette in zona e porta legna al camino. Prezioso.
Grillo 6. Gli effetti nefasti dello stralunato rigore concesso al Lanciano si fanno sentire anche oggi. Poi l’ex romanista si scrolla di dosso le paure e riprende a giocare come sa, rendendo la vita dura a Felci e tappando la fascia sinistra con grande abnegazione. Soldatino.
Miglietta 6. Qualità (a sprazzi) e quantità nel primo tempo, solo quantità nel secondo. Quando parte dalla posizione di interno per buttarsi dentro è pericoloso, quando invece Cuoghi lo obbliga a defilarsi sulla fascia, come nella ripresa, soffre di più ma esegue le consegne. Accorto.
Beati 6. Se a Cuoghi serviva un metronomo poco appariscente e molto di sostanza, eccolo qua. Smista palloni senza intuizioni geniali ma anche senza errori. Quando la partita comincia a farla il Pescara, si piazza davanti alla difesa e fa muro. Solido.
Mezzanotti 5. Rimpiazza Goretti perché Cuoghi vuole sfruttarne l’attitudine al comando, affinata con gli anni e l’esperienza. A differenza di altre volte, si concede una leggerezza pericolosa nel primo tempo, facendosi rubare palla vicino al corner. Poi rimedia un’ammonizione ingenua, fermando un’azione pescarese con le mani, e infine si distrae su un rilancio lungo, dando modo a Olivieri di innescare Turchi. Fosse stato gol, e non palo, Cuoghi ne avrebbe proposto la lapidazione. Svagato.
Bondi 5. Una bella cosa all’inizio, quando salta Giuliano e guadagna la punizione da cui nasce il rigore. In seguito corre, lotta, fa e subisce falli, però la giocata, il dribbling, l’assist non ci sono più. Che uno come lui diventi in pochi mesi un calciatore anonimo non è possibile. Eppure pare di vedere in campo un Molinaro qualsiasi, buono solo a fare su e giù come un pendolo. RRB, dove sei? Triste.
http://www.amarantomagazine.it/index.php?option=com_content&task=view&id=553&Itemid=0

facebook

24 febbraio 2008

Arezzo - Pescara 1-0, partita deludente degli amaranto

Arezzo - Pescara 1-0, partita deludente degli amaranto Arezzo - Pescara 1-0, partita deludente degli amarantoEra un’ultima spiaggia per le ambizioni da Play Off dell’Arezzo. In settimana abbiamo evitato di scriverne per non caricare di troppa attesa l’incontro, ma era un’ultima spiaggia. Lo era probabilmente anche per Cuoghi, inutile negarlo. L’Arezzo ha vinto ed è approdata a posizioni di classifica interessanti; Cuoghi ha salvato la panchina. Qui finiscono gli aspetti positivi (importantissimi) di una partita inguardabile, come quasi tutte quelle di questo campionato pessimo. Un torneo dove una squadra con il ruolino di marcia deficitario dell’Arezzo (deficitario è un eufemismo, se rapportato alle potenzialità dell’organico) può ancora sperare di arrivare a giocarsi la promozione.
Prima dell’incontro abbiamo condiviso le scelte di Cuoghi per quanto riguarda l’undici da schierare, che coraggiosamente ha fatto a meno dell’apporto di elementi del calibro di Goretti e Togni, in favore dei più grintosi Mezzanotti e Bricca. Col senno di poi scriviamo che Goretti avrebbe forse fatto meglio del suo sostituto, ma sostanzialmente il brutto Arezzo visto oggi non è sembrato scaturire dalle scelte relative ai singoli, quanto piuttosto da un insieme di concause che merita analizzare.
La squadra per lunghi tratti degli incontri continua a non avere il nerbo che occorrerebbe e spessissimo smarrisce la quadratura e l’equilibrio tattico per esprimersi solo attraverso le giocate estemporanee dei singoli. In certi frangenti dimostra chiaramente di poter disporre dell’avversaria con una certa facilità, ma puntualmente si perde poco dopo in imbambolamenti difficili da sopportare.
E’ veramente inspiegabile come una compagine del valore di quella amaranto debba affidarsi alla fortuna o agli episodi favorevoli per vincere in questo campionato da oratorio. Probabilmente una parte importante deve giocarla la continua necessità di fare risultato.
E’ legittimo il dubbio che si tratti di una squadra inadatta a questo torneo, ma è difficile rassegnarsi a delle prestazioni come quella contro il Pescara, o la precedente.
Forse in questo momento l’Arezzo ha a che fare con un possibile calo di condizione, ma anche questo ci sembra improbabile, soprattutto se si considerano le soste delle quali ha potuto usufruire per oliare i meccanismi. Meccanismi che in campo non appaiono certo oliati.
Contro il Pescara la difesa è andata spesso in affanno, il centrocampo ha balbettato e coperto poco (nonostante la presenza di Bricca), l’attacco è apparso fumoso, fatta eccezione per Chianese, sempre presente e pericoloso. Spesso la disposizione in campo degli uomini è apparsa incomprensibile e non certo per un difetto di posizione iniziale, ma per una almeno apparente incapacità della squadra di leggere in corsa lo svolgersi del gioco. Ad un primo tempo suffiiciente e chiuso in vantaggio (sia pure con qualche apprensione), ha fatto seguito una seconda parte di partita piena di timori che in futuro dovranno essere controllati più efficacemente.
Purtroppo il lavoro di Cuoghi non sta pagando quanto speravamo e se oggi il risultato è stato positivo, l’Arezzo non ha confermato la buona vena casalinga, dopo aver dato molto da pensare in trasferta.
A seguito della brutta trasferta di Lanciano (soprattutto per quanto riguarda il primo tempo) avevamo scritto che nulla era perduto, oggi scriviamo che niente sarà facile da conquistare. Spesso gli allenatori lamentano il fatto che i giudizi dei tifosi e dei media sono troppo legati ai risultati, in questo caso vogliamo dar prova del contrario.
Speriamo in un altro Arezzo, ma per il momento non lo vediamo.

Le pagelle amaranto:
Marconato 6,5 – poco impegnato tra i pali, se la cava bene nelle molte uscite, sia basse che alte.
Conte 7 – Buona partita, nella quale spesso è costretto a dare una mano ai centrali in difficoltà
Ranocchia 5,5 – Non una delle sue migliori prestazioni, è parso più volte incerto
Mezzanotti 5,5 – Non impeccabile in più di un intervento, non ha dato quell’apporto da leader grintoso che Cuoghi si aspettava da lui
Grillo 6,5 – Ha potuto salire poco sulla fascia sinistra, ma è vivo e brillante.
Bricca 6 – Utile
Beati 6 – Buone giocate, ma qualche lentezza di troppo.
Miglietta 6,5 – è ovunque, non sempre impeccabilmente; più volte si avvicina al tiro decisivo, che non arriva, per poco.
Rivas 6 – Appariscenti molte sue giocate , ma spesso salta l’uomo per non sfruttare la superiorità numerica propiziata. Non decisivo oggi, ma a lui non rinunceremmo facilmente.
Bondi 4,5 – A lui invece rinunceremmo in favore di Martinetti, oggi squalificato. Purtroppo lo stiamo aspettando da troppo tempo e non arriva. Annata storta, bisogna prenderne atto.
Chianese 7 – Ha fatto ciò che si poteva fare oggi al centro dell’attacco amaranto. Sempre combattivo, rapido e pericoloso. Si procura il rigore che trasforma rischiando molto per una finta all’ultimo centimetro di rincorsa.

Le tre sostituzioni finali hanno avuto il solo scopo di portare in fondo la preziosissima vittoria

Cuoghi 5,5 – dispiace dare un'insufficienza all’allenatore dopo una vittoria, ma la sua squadra non gioca bene e avrebbe i mezzi per farlo; a lui il compito di risolvere il problema, crediamo soprattutto psicologico.

Gianni Brunacci

DOMENICA 24 FEBBRAIO 2008 17:42 - Gianni Brunacci

http://www.arezzonotizie.it/index.php?option=com_content&task=view&id=54643&Itemid=2

facebook

23 febbraio 2008

Pescara, ad Arezzo per giocarsela

Pescara, ad Arezzo per giocarsela


Ad Arezzo Lerda ripropone, per il suo Pescara, lo schema vincente delle ultime due partite. Giuliano al centro della difesa in sostituzione dello squalificato Romito. In avanti si punta sulla vena realizzativa di Sansovini

Lerda crede nel Pescara

Arezzo-Pescara sarà una partita decisiva in chiave play off. Pescara col morale a mille dopo le due vittorie consecutive, quelle di Ancona e Taranto. L’Arezzo proviene da una bruciante sconfitta subita a Lanciano domenica scorsa.

 

Durante l’allenamento odierno Lerda, il tecnico del Pescara, ha provato la formazione che schiererà in Toscana e sembra intenzionato a confermare la stessa squadra che ha battuto sette giorni fa il Taranto. L’unica novità è lo spostamento di Giuliano al centro della difesa per sostituire lo squalificato Romito, mentre sulla fascia destra c’è un ballottaggio tra Mottola e Diliso. Per la trasferta in terra toscana sarà assente anche Fortunato, alle prese con un vecchio infortunio muscolare.

 

Dunque anche ad Arezzo Lerda riproporrà il 4-5-1. Con Diliso o Mottola a presidiare la fascia destra, Vitale a sinistra, Pomante e Giuliano centrali. Linea di centrocampo a cinque con Dettori a fungere da regista e Sansovini unica punta supportato dagli esterni Felci e Micco.

 

“Non mi aspetto un Arezzo guardingo -  ha dichiarato Lerda a fine allenamento - ma arrabbiato e voglioso di metterci sotto. Loro sono molto forti in tutte le zone del campo. In difesa, dove mancherà Falsini, giocheranno con Ranocchia, Grillo, Conte e Goretti. In mezzo hanno Miglietta. E in attacco gente di categoria superiore. Ma saremo all’altezza dell’avversario”.

 

Rita Consorte - www.calciopress.net

facebook

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. calciopress pescara arezzo arezzo-pescara

permalink | inviato da ipse dixit il 23/2/2008 alle 17:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


23 febbraio 2008

Pescara, Sansovini pronto per Arezzo

Pescara, Sansovini pronto per Arezzo


Il bomber del Pescara, con 11 reti segnate finora, risponde alle domande di Calciopress. Ad Arezzo si decide il futuro nel torneo della squadra cara al presidente Soglia. Sansovini pronto a dare il suo contributo in una gara fondamentale per la stagione del club abruzzese.

Il Pescara verso Arezzo

Marco Sansovini, classe 1980, ha segnato finora 11 reti con la maglia del Pescara. Romano, brevilineo (170 centimetri per 67 chilogrammi), è arrivato in prestito quest’estate dal Manfredonia (via Grosseto). La prima metà della scorsa stagione l’aveva disputata con la maglia del Grosseto, collezionando 16 presenze e nessun gol. Attaccante dal fisico poco possente ha iniziato la sua carriera con il Viareggio in C2, nella stagione 2001-02 totalizzando 31  presenze e 8 reti.

 

Marco Sansovini, 11 reti finora. Pronto per salire a quota 12? “Io ci provo, anche se sarà una partita difficile quella di domenica contro l’Arezzo. Una gara che dovrà essere presa con le molle, essendo la compagine toscana una delle più attrezzate della serie C”.

 

Un paio di stagioni incolori vissute tra C1 e C2. Questo è il tuo anno? “Si, per ora il ruolino di marcia è ottimo. Però spero ancora di incrementarlo ancora di più, con l’aiuto di tutti i miei compagni e di tutto l’ambiente”.

 

Il presidente Soglia, al termine della partita contro il Taranto, ha espresso grande stima e considerazione nei tuoi confronti dichiarando di volerti riscattare per averti a disposizione per l’anno prossimo. Cosa ne pensi? “Cerco di far bene in ogni partita per meritarmi la fiducia da parte di tutti. E’ chiaro che il progetto Pescara è importante e tutti ne vorrebbero far parte”.

 

Marco, quale pensi che sarà il tuo futuro? Resterai a Pescara oppure tornerai a Grosseto, a fine campionato? “Sinceramente, questo non lo so. Io sono in prestito dal Grosseto, se la dovranno vedere le due società”.

 

Nelle ultime due partite Lerda ha modificato il suo modulo tattico-tecnico. Dal 4-4-2 al cosiddetto schema ad albero di Natale, con Sansovini unica punta. Come ti trovi in questo nuovo schema? “Mi trovo bene e mi sono adattato. Anche perché, rispetto al 4-4-2, ci sono movimenti diversi da fare sia in fase difensiva che offensiva. Vengo appoggiato molto bene sia dai centrocampisti che dagli esterni. E quindi non sono solo e riusciamo a sviluppare tante azioni pericolose”.

 

Arezzo e Perugia.  Due test importanti per il futuro del Pescara? “Credo che siano il crocevia della nostra stagione. Penso che dopo la partita di Perugia riusciremo a tracciare una riga e a capire di che pasta siamo fatti. E che tipo di campionato affronteremo”.

 

Secondo te, quali sono gli accorgimenti tecnico-tattici che il Pescara dovrebbe adottare nella prossima trasferta di Arezzo? “Credo che dovremo andare lì con il massimo rispetto per la squadra avversaria, cercando però sempre di imporre il nostro gioco. Noi non dobbiamo subirla la partita, ma farla. E giocare come abbiamo sempre fatto finora“.

 

Rita Consorte - www.calciopress.net

facebook

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. calciopress arezzo pescara arezzo-pescara

permalink | inviato da ipse dixit il 23/2/2008 alle 0:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


sfoglia    ottobre        dicembre

Cerca, Rss, Atom e Counter
Ricerca personalizzata
Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0   Feed ATOM di questo blog  Atom


Link
A
ac-perugia.com
acmonzabrianza.it
acspezia.com
agenfax.it
alessandriacalcio.it
allvideo
amarantomagazine.it
arezzonotizie.it
asandriabat.it
B
beneventocalcio.it
bettiamo.net
blog.football.it
blunote.it
bondolasmarsa
br73.net Pistoia
bustocco.it
C
calciatori.com
calciocampano2009
calciocomo190
calciofoggia.it
calcioland.forumfree
calciomatto
calciomercato.com
calcionapoletano
calciopiu.net
calciopress.net
calcioscommesse.myblog.it
calcioseriec.blogspot.com
calciotoscano.it
cavese
cavanotizie.it
click4soccer.com
coni.it
corrierediarezzo.it
corrieredicomo.it
cremonaweb.it
D
datasport.it
diretta.it
direttagol.it
E
e-cremonaweb.it
esperiaviareggio.it
eurosport.yahoo.com
F
fccrotone.blogspot.com
febbrea90.com
figc.it
foggiacalciomania.com
foggialandia.it
foggiaweb.it
folignocalcio.com
folignocalcio.it
forzacavese.net
forzalucchese.net
forzanovara.net
forzapescara.com
forzaspal
G
gazzettalucchese.it
goal.com
H
hellastory.net
hellasverona.it
hellasweb.it
I
ilgrecale.it
ilpallonaro.com
ilquotidianodellabasilicata.it
ilquotidianodellacalabria.it
ilsatanello.it
ioamoilcalcio.myblog.it
infobetting.com
italiadelcalcio.it
L
la_c1.ilcannocchiale.it
lanciano.it
larena.it
leccosportweb.it
lega-calcio.it
lega-calcio-serie-c.it
legaproprimadivisione
leggonline.it
livescore.com
Live score
loschermo.it
lospallino.com
lostregone.net
lumezzanecalcio.it
M
madeinandria.it
mondorossoblu.it
N-O
noitv.it
P
paganese.it
paganesecalcio.com
pescaracalcio.com
portogruarosummaga.it
primadanoi.it
primadivisionew
primadivisione
pronostici1x2
pronostici serie A
prosestonews
Q
qn.quotidiano.net
R
radioemme.it
raisport.rai.it
ravennanotizie.it
realsports.it
reggianacalcio.it
reggianasupporters.it
resport.it
riminicalcio.com
S
salernonotizie.it
sanniocalcio.it
scommesse.betfair.it
seriec1.ilcannocchiale.it
seriec1.wordpress.com
soccerpuglia.it
socialcalcio.com
solocalcio.com
solopescara.com
sorrentocalcio.com
sportal.it
sportcity-ricio
sportedintorni.blogspot.com
sporterni.it
sportevai.it
sportitalia.com
sportoggi.com
sportpeople.net
sportvintage.blogspot.com
ssjuvestabia.it
sslanciano.it
stabia1907.it
stabiachannel.it
stampasud.it
T
tarantosera.com
tarantosupporters.com
teleradioerre.it
ternanacalcio.com
terninrete.it
terzaserie.myblog.it
tifo-e-amicizia.it
tifogrifo.com
tifosigallipoli
tifosiportogruaro
tuttalac.it
tuttocalciatori.net
tuttocalcio.it
tuttolegapro.com
tuttomercatoweb.com
tuttosport.com
tuttosporttaranto
tvgratisnet.iobloggo.com
tvoggisalerno.it
U
ultrassamb
uscremonese.it
usfoggia.it
V
varese1910.it
varesenews.it
vascellocr.it
vastocalcio
viaroma100.net
virtuslanciano
Z
zonacalcio.it

Siti rimossi

Gossip&sport

Cinema italiano
cinemaitaliano.info
trovacinema.repubblica.it
Nuovi
bg vs fq pr dago
notiziariocalcio
ilnuovocorriere
asgubbio1910
forzanocerina
piacenzacalcio
triestinacalcio
comunicatemi
chi ho dimenticato
e sarà inserito,
o rimosso per chi vuol essere cancellato

....ed è naturalmente gradito
un link a questo blog
nei vostri siti o blog
grazie



Meteo











 
 
fai.informazione.it Wikio - Top dei blog Wikio - Top dei blog Add to Google intopic.it Blog360gradi - 

L’aggregatore di notizie a 360°  provenienti dal mondo dei blog! who's online Sito ottimizzato con 

TuttoWebMaster TOP 100 

SOCCER SITES TopSportSites.com :: A 

Sports Discussion Community Top Italia Registra 

il tuo sito nei motori di ricerca liquida.it social network Notizie, immagini e video dai blog italiani su Liquida top 100 sports sites My BlogCatalog 

BlogRank urltrends reports BlogNews Questo Blog e' 

Strabello! e il tuo?

Cynegi Network
linkto.org

  Powered by  MyPagerank.Net
 

seriec1

↑ Grab this Headline Animator

  View blog authority
   
 


blinko jonny groove
rcsmobile belen

lastminute
musicbox

edreams

better
blinko grandi sorelle


Rubbrica telefonica


Elenco per nome


Elenco per ruolo