235 Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio seriec1 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

logo di seriec1.ilcannocchiale.it rassegna stampa della lega pro prima divisione
Blog letto 1 volte












div>

Tim Cup 2009/2010, Risultati completi,
Tabellone, Regolamento

Coppa Italia 2009/2010
Risultati e Calendario
Siti Ufficiali


prima pagina della Gazzetta dello Sport

prima pagina del Corriere dello Sport

prima pagina di Tuttosport

il cirotano



Verdetti 2010-2011
Retrocesse dalla serie B
Frosinone Portogruaro
Triestina Piacenza
Promosse dalla 2a Div
Tritium Carpi
Latina FeralpiSalò
Carrarese Trapani
Retrocesse in 2a Div
Paganese Cavese
Monza Sudtirol
Ternana Cosenza
Promosse in serie B
Gubbio Nocerina
H.Verona Juve Stabia


Supercoppa 2010-2011
22 - 26 maggio
Gubbio Nocerina 1 - 1
Nocerina Gubbio 0 - 1
Vincente: Nocerina


Play Off Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Verona Sorrento 2 - 0
Salernitana Alessandria 1 - 1
Girone "B"
Juve Stabia Benevento 1 - 0
Taranto A. Roma 0 - 1
5 giugno 2011
Girone "A"
Sorrento Verona 1 - 1
Alessandria Salernitana 1 - 3
Girone "B"
Benevento Juve Stabia 1 - 1
A. Roma Taranto 2 - 3
Finali Play Off 2011
Andata 12 giugno
Verona Salernitana 2 - 0
Juve Stabia A. Roma 0 - 0
Ritorno 19 giugno
Salernitana Verona 1 - 0
A. Roma Juve Stabia 0 - 2


Play Out Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Sudtirol Ravenna 1 - 0
Monza Pergocrema 1 - 0
Girone "B"
Viareggio Cosenza 3 - 1
Foligno Ternana 1 - 0
5 giugno 2011
Girone "A"
Ravenna Sudtirol 2 - 1
Pergocrema Monza 1 - 0
Girone "B"
Cosenza Viareggio 0 - 1
Ternana Foligno 1 - 1


Lega Pro 1a Div - Girone A
10a giornata - 25 ott 09
Alessandria Viareggio 0 - 0
Como Arezzo 0 - 0
Classifica - 10a giornata
 1  Novara 24   
 2  Cremonese 22

Serie C1 Rassegna Web Prima Divisione Lega Pro





































sfoglia    maggio        luglio


12 giugno 2008

Cremonese, Colucci: il gol in extremis era regolare e ci avrebbe mandato ai supplementari


Dopo il pareggio di Viali la partita sembrava tornata sul binario giusto, ma un'altro errore, proprio di Viali, ha dato via libera a Coralli sul finire del primo tempo e il Cittadella è tornato in vantaggio

(foto Antonio Leoni)


di Andrea Rossi e Alexandro Everet


C’è grande amarezza sul volto di Leonardo Colucci, al termine della gara: “Dispiace particolarmente per il Presidente e per questa splendida tifoseria che, entrambi, si meritavano la B. Al di là di un buon Cittadella, c’è stato qualche episodio non chiaro ed è questo che fa male: eravamo anche riusciti a fare il secondo gol che ci avrebbe mandato ai supplementari. Il guardalinee ha sbandierato, mi dicono il gol fosse regolare. Il segnalinee ha avuto grande personalità.

Oltre a ciò, quando parlo di episodi non chiari, intendo il rigore concesso a loro per fallo di mano di Argilli, il fallo su Ferrarese sul terzo gol, il rigore non concesso a Temelin. Sono questi gli episodi che fanno pendere la bilancia della gara a favore di qualcuno. C’è grande rammarico: sul primo gol abbiamo concesso una ripartenza che non avremmo dovuto concedere, anche se ora ogni parola lascia il tempo che trova. Bisogna essere bravi e fare i complimenti al Cittadella.

Ed ora che succede? Arrivare alla finalissima, ad un passo dalla B al primo anno dev’essere per il Presidente motivo di orgoglio. Ora non è facile ripartire, ma le ferite si rimarginano col tempo”.


Il rigore di Coralli parato da Sirigu (foto Alessandra Diamanti)



Sognavamo il derby col Piacenza, dovremo giocare quello amarissimo col Pergocrema.

La serie C1 che attende la Cremonese sarà tutta da definire: gironi divisi sulla direttrice nord-sud o mescolati? Ad ogni modo le 36 squadre iscritte, salvo fallimenti e ripescaggi, sono queste.

Cremonese, Monza, Pro Sesto, Legnano, Lumezzane, Pergocrema, Padova, Venezia, Hellas Verona, PortogruaroSummaga, Novara, Spezia, Cesena, Ravenna, Massese, Arezzo, Lucchese, Pistoiese, Perugia, Ternana, Foligno, Pescara, Sambenedettese, Real Marcianise, Cavese, Paganese, Sorrento, Juve Stabia, Avellino, Benevento, Potenza, Foggia, Taranto, Gallipoli, Crotone, Reggiana.


Come vedete le squadre blasonate non mancano. Spicca la presenza di ben 7 squadre campane e 6 lombarde. Le squadre che hanno già giocato in serie A sono infatti moltissime. Le elenchiamo tutte: Novara, Legnano, Padova, Venezia, Verona, Cesena, Reggiana, Pistoiese, Lucchese, Perugia, Ternana, Pescara, Avellino, Foggia. Con la Cremonese sono ben 15 squadre su 36.

Molte altre hanno giocato in B: Pro Sesto, Monza, Spezia, Ravenna, Massese, Arezzo, Sambenedettese, Cavese, Juve Stabia, Sorrento, Taranto, Crotone, Potenza.

Restano 8 squadre che hanno giocato al massimo in C (Benevento, Pergocrema, Lumezzane, Gallipoli, Foligno, Paganese) o addirittura esordienti in categoria (Real Marcianise e Portogruaro).

Per quanto riguarda i precedenti con la Cremonese, abbondano i classici. Sono innumerevoli le sfide giocate in passato con Padova, Venezia, Verona, Novara, Monza, Pro Sesto, Legnano, Reggiana, Cesena, Lucchese, Arezzo, Pescara, Foggia, Avellino.

Ma anche con molte altre squadre ci sono diversi precedenti. Le novità sono il ritorno del derby col Pergocrema e alcune squadre mai incontrate in precedenza: Portogruaro, Benevento, Sorrento, Juve Stabia, Potenza, Real Marcianise, Gallipoli.

Quanto alla composizione dei gironi bisognerà aspettare ma quasi certamente le campane verranno spezzate per ridurre il numero dei derby: sono sette (Benevento, Cavese, Paganese, Sorrento, Juve Stabia, Real Marcianise, Avellino), probabilmente quattro finiranno in un girone e tre nell'altro.

***

(umberto onofri) - 32 anni, il derby con i cugini del Pergocrema che, nel 1975/76 cambiarono il nome da Pergolettese. Nel campionato 1976/77 la Cremonese venne promossa in Serie B mentre cremaschi finirono al 16° posto su 20 partecipanti. Rivedremo anche il Lumezza ma, sopratutto, la Reggiana che, con 56 incontri, è una delle squadre con la quale la Cremonese ha disputato più partite della sua storia.

Ciccio Graziani è sconsolato quando si presenta davanti ai taccuini.. Davvero sconsolato.

Partiamo dal gol alla fine annullato a Cozzolino. Cosa ti è sembrato in campo?

"Secondo me il fuorigioco non c'era. Io sono saltato e ho preso la palla, Cozzolino ha fatto gol . Non riesco a pensare ad altri motivi che il fuori gioco per annullare il gol.

D'altronde sono cose che ho visto mille volte come ho visto mille volte dare falli in occasioni come quella che ha portato al terzo gol loro, quando Ferrarese è andato giù. Non so se fosse fallo su Ferrarese ma è dura da accettare. Il calcio però è questo. Ora spero solo che le immagini ci diano torto se non è veramente dura da accettare".

Noi però siamo mancati nella capacità di gestire il risultato.

"Indubbiamente. Il nostro approccio alla gara non è stato perfetto. Non puoi prendere un gol in contropiede dopo 3 minuti, non è concepibile. Sarà dura anche giudicare. Non abbiamo giocato questa partita come avevamo giocato altre partite. Mi dispiace molto soprattutto per tre persone: i tifosi, che ci hanno sostenuto fino alla fine, Erminio Favalli, che ci avrebbe tenuto moltissimo a questa promozione, e il presidente Arvedi che è stato anima e cuore della squadra per tutto l'anno".

Fietta: la sensazione in campo di qualche episodio strano...

Negli spogliatoi a fine gara Giovanni Fietta è il volto della delusione. Il centrocampista è consolato dalla sua compagna e da Cesare Fogliazza, ma fatica a trovare le parole per commentare la sconfitta.

Cosa ti senti di dire Giovanni?

"E' difficile trovare parole da dire. Credo sia stata una partita strana, con episodi strani. Adesso spero che chi è preposto a giudicare si dimostri competente. Ci sono stati episodi strani, non so cosa diranno le immagini televisive ma dal campo la sensazione era precisa. Con questo faccio i complimenti al Cittadella perchè non voglio toglierli merito per quello che sono stati bravi a fare".

Noi cosa possiamo rimproverarci?

"Forse il primo gol, preso su un angolo a favore e su una ripartenza quando a noi il pari bastava. E' una cosa che non ti aspetti da una squadra esperta. Per il resto non so cosa dire, la batosta è ancora troppo calda".

Il sogno B è svanito a un passo dal realizzarsi. Eri venuto a gennaio per centrarlo.

"Nella vita purtroppo nulla è mai sicuro. Peccato perchè dopo qualche difficoltà negli ultimi tempi stavo venendo fuori e questo sarebbe stato il coronamento. Ora bisognerà saper rialzare la testa"

Tanto entusiasmo prima della... doccia fredda

Ora fa male dirlo, ma lo Zini col Cittadella era davvero uno spettacolo. Gremito in ogni ordine di posto, coloratissimo, caloroso. Abbiamo apprezzato la coreografia con tantissime maglie grigiorossa indossate un po' da tutti e migliaia di bandierine grigie e rosse. Abbiamo apprezzato i "matti" della tribuna (uno coi capelli colorati grigiorossi e non era un ragazzino, un altro con una bellissima giacca grigiorossa, tantissimi altri con i colori dipinti sulle guance), abbiamo apprezzato l'entusiasmo di Arvedi (abbiamo visto sventolare anche da lui le bandierine) e dei tantissimi bambini presenti. E abbiamo apprezzato il fatto che il pubblico abbia sostenuto dal primo all'ultimo minuto la squadra, senza mai lasciarsi andare a contestazioni o sconforto. Davvero uno spettacolo nello spettacolo, rovinato solo dal risultato. Apprezzabilissima anche la presenza in curva dell'ex Luca Tabbiani, un giocatore ancora oggi legato ai colori grigiorossi e giustamente osannato prima del via.

Peraltro, bisogna dire che anche il Cittadella ha stupito per seguito (300 tifosi in curva e 200 in tribuna non sono pochi per una città di 19000 abitanti).

Dobbiamo anche segnalare una solitaria invasione di campo di un arrabbiatissimo tifoso grigiorosso della curva Sud a fine gara. Il pubblico si è un po' arrabbiato per le maniere forti usate dalla polizia per fermarlo ma bisogna considerare che si trovava ormai a pochi metri dai giocatori dal Cittadella e se ne avesse anche solo sfiorato uno la Cremonese avrebbe rischiato una pesantissima squalifica del campo. Peraltro, già per il solo fatto dell'invasione del campo c'è il rischio di qualche sanzione.

ll ko indubbiamente ha fatto male, malissimo. A fine gara lo Zini era un ribollire di rabbia e delusione. Il pubblico ha gridato "venduti, venduti" alla terna arbitrale, i giocatori erano furibondi (hanno sollevato di peso il pessimo De Pinto strattonandolo vistosamente) in particolare Sirigu, davvero irrefrenabile. Anche in sala stampa un pianto greco (giocatori distrutti, dirigenti furibondi, hostess in lacrime, giornalisti con gli occhi lucidi) mentre alcuni tifosi contestavano (in particolare Mondonico e Zauli) anche in modo non proprio urbano.

http://www.vascellocr.it/sport/incampo1.htm

facebook

11 giugno 2008

C1/A, news in pillole

Cremonese, Foggia, Padova, Venezia e Hellas Verona si preparano ad affrontare il prossimo torneo. Tra rilanci, conferme, incertezze e ridimensionamento dei programmi.

CREMONESE -  Cosa farà il presidente Arvedi? Se ne andrà? Rilancerà? Ridimensionerà il suo impegno nel club grigiorosso? Si attendono notizie dalle parti di via Persico, perché siamo già quasi a metà giugno e le scadenze incombono. I futuro della società, al momento e in carenza di alternative, non può prescindere da Arvedi. E, dunque, bisogna dare per scontato che il presidente resti alla barra di comando. Viceversa si aprirebbe una crisi dai contorni molto grigi.

 

FOGGIA -  Dopo l’eliminazione dai playoff e la separazione da Galderisi (che si è accasato a Pescara), il club dauno riparte da Pecchia. Il ritorno del popolare giocatore è stato ufficializzato nei giorni scorsi. Per la panchina sembrano in ballottaggio Pea e Simonelli, ma tutto è ancora assai aleatorio. Il presidente Capobianco, anche a nome dei soci, ha messo il veto alle prime donne. Dunque c’è da attendersi un ridimensionamento dei programmi e un contenimento delle spese. Una scelta condivisibile in tempi grami come quelli che attraversa il calcio italiano.

 

PADOVA - La cessione societaria a Bertani è saltata. Il presidente Cestaro resta dunque alla guida del club bianco scudato. E così, per il sesto anno consecutivo, il Padova tenterà la risalita in una serie cadetta il cui raggiungimento sta diventando un insormontabile tabù. La tifoseria, delusa e anche un po’ disincantata, sta alla finestra per capire come andranno le cose. Tutto tace dal punto di vista tecnico e programmatico.

 

VENEZIA – Si è insediato il nuovo Consiglio d’amministrazione del Calcio Venezia, come si apprende dal sito ufficiale. Nel segno della continuità sarà composto da: presidente Arrigo Poletti, amministratore delegato Ugo Poletti, consigliere delegato Michele Pirro, consigliere Nadia Widmann, consigliere Claudio Morat. Il Collegio sindacale del Calcio Venezia resta confermato: Giorgio Polato (presidente), Massimo Da Re e Sandro Mazza.

 

Hellas Verona - Resta in sospeso la questione dell’allenatore. La pista più accreditata porta a Remondina (due anni fa al Sassuolo in C1 e la scorsa stagione esonerato dal Piacenza in serie B). Sembra che il presidente Arvedi d’Emilei abbia scartato l’ipotesi di cedere la società. Tuttavia non ci sono notizie ufficiali recenti, anche perché l’anziano dirigente è reduce da un ricovero ospedaliero. In caso di continuità societaria, il coordinamento tecnico dell’Hellas resterebbe affidato a Nardino Previdi (chiamato da Arvedi nel finale di stagione per sanare una situazione che si era fatta critica).

 

Serena Caluri – www.calciopress.net
http://www.calciopress.net/news/117/ARTICLE/4865/2008-06-11.html

facebook

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. c1 generche c1 calciopress c1/a

permalink | inviato da ipse dixit il 11/6/2008 alle 20:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


10 giugno 2008

Cremonese: La rassegna stampa del 9 giugno


Cremonese - Cittadella sui quotidiani locali

facebook

9 giugno 2008

C1/A - Le pagelle di Calciopress

Alla fine di un torneo tanto bello quanto esaltante, abbiamo stilato una sorta di pagella finale riguardante le squadre del girone A della C1. Le valutazioni sono state stabilite in base ai risultati ottenuti, al lavoro svolto e alla gestione societaria.

Al Sassuolo la palma di squadra migliore

SASSUOLO: La scorsa stagione aveva abbandonato il sogno promozione dopo la sfida contro il Monza. In questo campionato ha pensato bene di non correre rischi. Cambiato il tecnico, via Remondina dentro Allegri, il Sassuolo ha saputo gestire al meglio il proprio torneo. Società solida e conti a posto. Voto: 10

CITTADELLA: Questa volta Foscarini e company non hanno perso il ritmo, come era accaduto la scorsa stagione. Un campionato che ha visto i granata protagonisti sino alla fine. Una compagine che specialmente fuori dal Tombolato ha saputo imporsi in maniera importante, costruendo in trasferta le proprie fortune. Non ultima la gara corsara di Cremona. Voto: 9

CREMONESE: Mondonico, Zauli, Colucci, Graziani, Ferrarese e chi più ne ha più ne metta. Una squadra costruita per vincere e che cede il passo proprio nella gara più importante della stagione, peccando paradossalmente in esperienza. I grigiorossi arrivano ad un passo dalla gloria, ma infliggono ai propri tifosi una delle delusioni più grandi. Della serie, i soldi non sono tutto. Voto: 5+

FOLIGNO: Oltre al Cittadella, ecco la squadra che ha più entusiasmato nel girone A della C1. Mister Bisoli e un ambiente tranquillo hanno fatto si che questa squadra giocasse in maniera spensierata, quasi sbarazzina. Ha messo sotto squadre ben più blasonate, mostrando un bel gioco. Centra i play off, da cui esce senza tanti drammi. Voto: 8+

FOGGIA: Sia chiaro, che il Foggia è anche sfortunato ormai è un dato di fatto. Che però molte delle sfortune se le vada a cercare, lo è altrettanto. Neanche il già rimpianto Giuseppe Galderisi è riuscito a portare fuori dalla C1 una compagine che, per passione e per numeri, meriterebbe altra categoria. Insomma una situazione paradossale, che potrebbe alla fine provocare una sorta di depressione in tutto l’ambiente rossonero. Voto: 7

PADOVA: Verrebbe da scrivere “vedasi Cremonese”. Purtroppo per i patavini, neanche questo calza a pennello. Niente play off, niente sogni promozione. Un altro campionato anonimo. Nato nel peggiore dei modi e finito ancor peggio. Il presidente Cestaro non sarà certamente entusiasta di questa situazione e bisognerà vedere se le intenzioni di investire ancora, e molto, su questa squadra, resteranno intatte o meno: Voto: 5

LEGNANO: Non si poteva chiedere di più a questa squadra, che ad un certo punto della stagione ha dovuto fronteggiare anche una crisi societaria. I Lilla hanno ottenuto una salvezza anticipata e senza patemi. Il voto non può che essere positivo per una compagine neo promossa. Voto 6

MONZA: Le ambizioni della vigilia sono state sfatate da un campionato in chiaro-scuro. I brianzoli hanno accarezzato a lungo la possibilità di partecipare ai play off. Poi un calo ingiustificato, l’allontanamento del tecnico e altri fattori hanno portato i brianzoli a guardare le spalle per non incorrere in spiacevoli situazioni. Voto 5+

NOVARA: Questa squadra parte tutti gli anni con grandi ambizioni e con progetti societari importanti, eppure non riesce mai a trovare il bandolo della matassa. Forse meno proclami, e più lavoro oscuro, potrebbero portare il Novara a centrare obiettivi importanti. Voto: 5+

CAVESE: Non era la Cavese dello scorso campionato. Eppure i blufoncè, dinnanzi alle avversità, hanno saputo reagire facendo buon viso a cattivo gioco. I campani sono riusciti a salvarsi senza far soffrire oltremodo i propri calorosi tifosi. Un campionato di transizione da cui ripartire, a patto di non intaccare negativamente il bilancio societario. Voto: 6

PRO SESTO: Salvezza doveva essere e salvezza è stata. Cosa chiedere di più? E’ stata garantita la permanenza al campionato di C1 e questo è quanto si chiedeva ai sestesi. Per provare in qualcosa di meglio c’è sempre tempo. Voto: 6

VENEZIA: Ecco una delle squadre più deluse e deludenti di questo torneo. Gli arancioneroverdi erano partiti con grandi progetti. In estate erano stati fatti acquisti altisonanti, che non hanno saputo dare quel qualcosa in più che la piazza si attendeva da loro. Rispetto allo scorso campionato, un netto passo indietro per i lagunari. Ci sarà bisogno di lavorare, e molto, per riportare questi colori dove meritano. Voto: 4

TERNANA: La società rossoverde non ha saputo riportare entusiasmo in una città attaccata ai propri colori e che pian piano si è allontanata dalle maglie. La squadra ha navigato sino alla fine in acque torbide, rischiando seriamente la categoria. Servirà molto lavoro a Terni per riportare i tifosi allo stadio, a meno che il rapporto tra tifosi e società non sia definitivamente incrinato. Voto: 4+

PRO PATRIA: Annata maledetta per i tigrotti. Campionato altalenante e comunque sempre verso il basso. Sebbene la “Pro” partisse da favorita negli spareggi salvezza, riesce a perdere una categoria troppo importante per la città di Busto. Voto: 4

PAGANESE: Ci piace definirla la squadra dalle sette vite. Un po’ come i gatti gli azzurrostellati hanno saputo tirare fuori gli artigli al momento opportuno, salvando il salvabile all’ultimo tuffo. Bene anche la società, che già in queste ore presenterà il nuovo tecnico, Capuano, e sta progettando il nuovo campionato. Voto: 6

LECCO: Una retrocessione che ha quasi dell’incredibile. E dire che il Lecco non era certamente la squadra peggio messa a livello di organico. Credo che non serva aggiungere altro. Voto 4

HELLAS VERONA: Diciamo subito che i tifosi scaligeri non si meritano certo questo tipo di campionati. Se non ci fosse stata la loro passione attorno a questi colori, molto probabilmente staremo a parlare di una squadra retrocessa in C2. Chi nel passato ha vinto scudetti non ha alcun privilegio in C1. E questo è bene che se lo metta subito in testa la società scaligera, pena un altro campionato di sofferenze. Voto: 4

MANFREDONIA: Non ci si poteva spettare di più da questo Manfredonia. Alla società dauna l’augurio di tornare presto in C1. Voto: 3
 

Stefano Cordeschi – www.calciopress.net

http://www.calciopress.net/news/117/ARTICLE/4855/2008-06-09.html

facebook

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. calciopress c1 c1/a

permalink | inviato da ipse dixit il 9/6/2008 alle 19:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


9 giugno 2008

I possibili nuovi gironi Cittadella e Ancona volano in B

lunedì 09 giugno 2008
ImageTre ipotesi, a cura della nostra redazione, per la composizione dei gironi di C1 per la prossima stagione. Si profila un ritorno alla divisione classica nord/sud per le formazioni di terza serie?
Completati gli organici per la prossima stagione di Serie C1, ecco come potrebbero essere suddivisi i gironi del campionato. La nostra redazione ipotizza tre soluzioni. La prima ricalca perfettamente quella adottata dalla Lega Calcio di Serie C per la stagione appena conclusa, mentre le altre riguarderanno la più classica suddivisione delle squadre per criteri geografici (nord/sud ed est/ovest).
Si tratta, precisiamo, di semplici ipotesi, dato che nelle prossime settimane verrà valutata la posizione di numerose Società in difficoltà economica per l'iscrizione al prossimo torneo, dato rilevante che potrebbe addirittura stravolgere gli organici per la terza serie edizione 2008/09.

Suddivisione in base al criterio adottato per la stagione 2007/08
Girone A: Cavese, Cesena, Cremonese, Legnano, Lumezzane, Monza, Novara, Padova, Paganese, Pergocrema, Portogruaro, Pro Sesto, Ravenna, Reggiana, Spezia, Ternana, Venezia, Verona.
Girone B: Arezzo, Avellino, Benevento, Crotone, Foggia, Foligno, Gallipoli, Juve Stabia, Lucchese, Marcianise, Massese, Perugia, Pescara, Pistoiese, Potenza, Sambenedettese, Sorrento, Taranto.

Suddivisione in base al criterio nord/sud
Girone A: Cremonese, Legnano, Lucchese, Lumezzane, Massese, Monza, Novara, Padova, Pistoiese, Pergocrema, Portogruaro, Pro Sesto, Ravenna, Reggiana, Spezia, Venezia, Verona.
Girone B:  Arezzo, Avellino, Benevento, Cesena, Cavese, Crotone, Foggia, Foligno, Gallipoli, Juve Stabia, Marcianise, Paganese, Perugia, Pescara, Potenza, Sambenedettese, Sorrento, Taranto.

Suddivisione in base al criterio est/ovest
Girone A: Arezzo, Avellino, Benevento, Cavese, Crotone, Foligno, Lucchese, Juve Stabia, Marcianise, Massese, Novara, Paganese, Perugia, Pistoiese, Potenza, Sorrento, Spezia, Ternana.
Girone B: Cesena, Cremonese, Foggia, Gallipoli, Legnano, Lumezzane, Monza, Padova, Pergocrema, Pescara, Portogruaro, Pro Sesto, Ravenna, Reggiana, Sambenedettese, Taranto, Venezia, Verona.
 
Redazione - redazione@biancoscudati.netIndirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo  
http://www.biancoscudati.net/index.php?option=com_content&task=view&id=1216&Itemid=45



lunedì 09 giugno 2008
ImageI granata di Foscarini seguono il Sassuolo in Serie B, ribaltando clamorosamente lo 0-1 dell'andata e battendo la Cremonese per 3-1 sul terreno di casa grigiorossa. Nel girone B festeggia l'Ancona.
Serie C1: ultimo atto. Si sono svolte nella giornata di domenica 8 giugno le due finali di ritorno valide per i playoff, che hanno sancito gli ultimi verdetti sulle squadre che nella prossima stagione affronteranno il torneo di Serie B.
A far compagnia al Sassuolo sarà il Cittadella, forte del 3-1 strappato sul terreno avverso, in una sfida contro la più quotata Cremonese di Mondonico nella quale i granata partivano in svantaggio dopo lo 0-1 interno di sette giorni prima. Suicidio completo, quindi, per la formazione lombarda, costruita in estate con ambizioni di primato e con nomi altisonanti per la categoria. Decisive le reti di Meggiorini dopo una manciata di minuti, con il momentaneo pareggio per i grigiorossi firmato da Viali su calcio di rigore. In chiusura di frazione è Coralli a riportare i granata sul 2-1, ma la rete decisiva arriva al 72' con firma di De Gasperi, dopo che il Cittadella aveva anche fallito un calcio di rigore. La Società patavina ritorna in Serie B dopo sei anni dalla fugace esperienza nel torneo cadetto con Ezio Glerean in panchina.
Nel Girone B, invece, è l'Ancona a festeggiare il ritorno in B. La vittoria per 2-1 sul Taranto (dopo lo 0-0 della gara d'andata) ha permesso alla squadra di Monaco di raggiungere il prezioso traguardo. Soltanto dodici mesi prima, in un altro spareggio (vinto contro il Teramo), la Società dorica aveva evitato la retrocessione in C2.
Si completano, quindi, i ranghi per il prossimo campionato di C1, con le ultime tre formazioni promosse dalla C2. Nel girone A, nonostante lo 0-0 nella doppia sfida playoff, il Lumezzane ha conquistato la promozione in C1 alla seconda stagione dopo la retrocessione in quarta serie. Un'altra veneta, il Portogruaro, farà compagnia a Padova, Verona e Venezia: il 2-1 esterno sul Bassano ha regalato alla Società veneziana lo storico salto di categoria. Nel Girone C, infine, festa grande per il Marcianise, che ha piegato la resistenza del Celano.

Marco Lorenzi - marco.lorenzi@biancoscudati.net
http://www.biancoscudati.net/index.php?option=com_content&task=view&id=1215&Itemid=45

facebook

9 giugno 2008

Cittadella in B: che spettacolo

Espugnata Cremona grazie ai gol di Meggiorini, Coralli e De Gasperi: in città 4mila in festa

di Giovanni Viafora


Coralli: il bomber del Citta ha segnato un gol e fallito pure un rigore

CREMONA - Il Cittadella è promosso in B (è la seconda volta, dopo il balzo del 2000), al termine di una partita che rimarrà nella storia e che consacra la splendida truppa di Claudio Foscarini tra le realtà più belle del calcio italiano. Cremonese battuta in casa 3-1, con un rigore fallito da Coralli (al 52’) e un gol (giustamente) annullato ai padroni di casa a tempo ormai scaduto (Cozzolino pescato in off side: bravissimo l’arbitro Tozzi e il suo assistente De Pinto!). Non si poteva chiedere di più. E’ il trionfo della programmazione, dell’intelligenza calcistica, del lavoro. E Cittadella riscopre l’amore per i granata: ieri sera ad attendere De Gasperi & C. c’erano oltre 4.000 tifosi. Con il sindaco Massimo Bitonci in testa. Il primo cittadino fa subito una promessa. «In serie B giocheremo qui al Tombolato». Niente Padova, dunque, come otto anni fa. E nemmeno Vicenza, come sosteneva qualcuno.
L’Angelo della promozione. «Siamo stati infinitamente grandi», sussurra commosso patròn Angelo Gabrielli al termine dalla battaglia. E’ lui l’artefice, il demiurgo, il realizzatore della straordinaria impresa. In sala stampa il presidentissimo si presenta con le cannucce del respiratore ancora attaccate al naso. «Mi sono servite per resistere all’emozione», confida. Che per tutti i 90’ ha trepidato in panchina. «Per una realtà come la nostra, vincere in questo modo lascia senza parole - dice il numero uno, alla guida del suo Citta da 35 anni -. Ora ho intenzione di confermare tutti gli uomini dello staff, compreso l’allenatore».
Foscarini il Grande. «Questa promozione è tutta di Gabrielli. A lui dedichiamo la nostra gioia più grande». Eccolo l’altro protagonista. Claudio Foscarini, autore della partita perfetta. Fantastico il mister a caricare la truppa dopo il rovescio del Tombolato, fantastico a muovere le pedine nella gara più importante della carriera. «Questo successo non è casuale – gioisce l’ex tecnico dell’Alzano -, lo preparavamo da tre anni. Imparino le grandi…». E ora? «Martedì mi incontrerò con i dirigenti per parlare del futuro - afferma Foscarini -, ma l’intenzione è quella di fermarsi».
Gli eroi. E i calciatori? Grandi, grandissimi anche loro. «E’ stata dura, ma ora la gioia è indescrivibile», sorride Riccardo Meggiorini autore del primo gol (uno straordinario coast to coast, che ha indirizzato la gara dopo appena 3’). «Le qualità alla fine emergono - dice invece Manuel Iori -, e noi siamo stati più bravi di tutti». Proprio così. Chapeau, Cittadella.
http://www.leggo.it/sfoglia.php?data=20080609&pag=15&citta=PADOVA&sez=SPORT&ediz=PADOVA

facebook

9 giugno 2008

Cittadella, l´impresa vale la B

09/06/2008

Angelo Gabrielli non può rotolare di gioia sul campo come fanno i suoi giocatori. Né farsi infradiciare dai gavettoni. Dopo aver sofferto 95 minuti in panchina, accanto a Claudio Foscarini, può solo concedersi la passerella in sala stampa: «Questa promozione è molto, molto più bella rispetto a quella del 2000».
Angelo Gabrielli è il presidente che, 8 stagioni dopo, ha appena riportato in serie B il Cittadella.

Compirà 82 anni ad agosto e i postumi di una brutta broncopolmonite lo costringono a muoversi con un macchinario che lo aiuta nella respirazione ma lo limita nei movimenti. La festa per lui è tutta nei sorrisi e nell´emozione che gli ha regalato la sua squadra fino a fargli perdere fiato e voce: «Ho un gruppo infinitamente grande. Siamo arrivati a questo traguardo dopo anni di programmazione: abbiamo dimostrato di saper giocare bene a calcio. Onoreremo la serie B con correttezza e impegno. Foscarini? Resterà con noi, e con lui tutti i miei collaboratori, così chiudiamo certe illazioni e non ce n´è più per nessuno...». Il tecnico, che su questa promozione ha lasciato un´impronta profonda, ringrazia e ci va un pelo più cauto: «A metà settimana mi incontrerò con la società, occorre valutare i programmi.

Comunque sarei contento di restare. Dedico questo trionfo al presidente».
Altro che favole Pochi metri più in là, sfilano le facce scure di chi ha fallito davanti ai propri tifosi la partita che vale tutta la stagione. Il presidente della Cremonese, Arvedi, ha lasciato amarissimo lo Zini al terzo gol dei veneti. Difficile capire ora che cosa succederà in casa grigiorossa. Praticamente impossibile, comunque, che rimanga Emiliano Mondonico. «Le voci sul mio Futuro ? — si chiede il Mondo — Se fossi ancora un ragazzino, crederei nelle favole... Ci sarà da riflettere, da ragionarci su, comunque arrivare a questo punto in una sola stagione è già stato un grande risultato».

La partita - Su questo Mondonico ha ragione. La Cremonese è stata allestita da Arvedi in poche settimane, stadio compreso. Ma è anche vero che è stata allestita senza badare a spese. Com´è altrettanto vero che i lombardi danno l´addio alla B per gentili concessioni extranatalizie. Tutti e tre i gol veneti sono scaturiti da proprie disattenzioni. E bisogna pensare a questo, prima di vomitare insulti e mugugni sul guardalinee che al 49´ minuto e 40" della ripresa ha fatto annullare per fuorigioco il gol della promozione grigiorossa. La sequenza dei regali: 1) dopo soli 3´ la Cremonese calcia un angolo e si riversa nell´area granata: palla persa, veneti in contropiede, nessuno si sogna di stendere Meggiorini che se ne va per oltre 50 (!) metri e insacca. 2) Al 43´ Viali perde palla malamente, Coralli ne approfitta e infila Sirigu. 3) Al 28´ della ripresa Ferrarese, fino a quel momento il migliore in campo, si addormenta col pallone fra i piedi al limite dell´area, Carteri glielo ruba rudemente e serve De Gasperi per il terzo gol. In mezzo a tanta sciaguratezza la Cremonese aveva avuto la promozione in pugno, perché era riuscita a trovare l´1-1 in tempi brevi, e sull´1-2 il Cittadella si era concesso il lusso di fallire un rigore. Fino all´1-3 che ha chiuso i conti e alla bagarre finale con il gol annullato a Cozzolino. Un grosso applauso comunque ai granata, capaci di espugnare lo Zini con due gol di scarto (cosa che quest´anno non era riuscita a nessuno) e splendidi nella convinzione— premiata — di poter ribaltare la sconfitta dell´andata. A Cittadella si torna in paradiso.

Gazzetta dello Sport - Marco Pasotto
http://www.foggiacalciomania.com/rubriche/news.asp?id=17743

facebook

8 giugno 2008

Favola Marcianise: promosso in C1


Travolto 3-1 il Celano. Festa anche per Lumezzane e Portogruaro

Tifosi allo stadio© LaPresse

ROMA, 8 giugno -  Lumezzane, Portogruaro e Real Marcianise promosse in serie C1 dopo le finali dei playoff di C2. Si uniscono a Pergocrema, Reggiana e Benevento, che avevano conquistato la promozione chiudendo in testa, rispettivamente al girone A, al girone B e al girone C, la stagione regolare. Questi i risultati delle finali di ritorno:

Girone A
Lumezzane-Mezzocorona 0-0 dts (and.0-0, promosso il Lumezzane in virtù del miglior piazzamento in campionato)

Girone B
Bassano-Portogruaro 1-2 (and.2-3)

Girone C
Marcianise-Celano 3-1 (and.0-0)

LA NUOVA C1 - Ecco le squadre che comporranno la serie C1 nella stagione 2008/09 (in ordine alfabetico): Arezzo, Avellino, Benevento, Cavese, Cesena, Cremonese, Crotone, Foggia, Foligno, Gallipoli, Juve Stabia, Legnano, Lucchese, Lumezzane, Massese, Monza, Novara, Padova, Paganese, Pergocrema, Perugia, Pescara, Pistoiese, Portogruaro, Potenza, Pro Sesto, Ravenna, Real Marcianise, Reggiana, Sambenedettese, Sorrento, Spezia, Taranto, Ternana, Venezia, Verona.

LA NUOVA C2 - Ecco le squadre che comporranno la serie C2 nella stagione 2008/09 (in ordine alfabetico): Alessandria, Bassano, Bellaria, Canavese, Carpenedolo, Carrarese, Cassino, Castelnuovo, Catanzaro, Celano, Cisco Roma, Como, Cuoiopelli, Figline, Fortitudo Cosenza, Gela, Giacomense, Giulianova, Gubbio, Igea Virtus, Isola Liri, Itala San Marco, Ivrea, Lanciano, Lecco, Manfredonia, Martina, Melfi, Mezzocorona, Monopoli, Noicattaro, Nuorese, Olbia, Pavia, Pescina, Poggibonsi, Prato, Pro Patria, Pro Vercelli, Rodengo Saiano, San Felice A.C. Normanna, Sangiovannese, Sangiustese, San Marino, Sassari Torres, Scafatese, Spal, Sudtirol, Teramo, Valenzana, Varese, Viareggio, Vibonese, Vigor Lamezia.
http://www.corrieredellosport.it/Notizie/Calcio/32676/Favola+Marcianise%3A+promosso+in+C1

facebook

8 giugno 2008

Ancona e Cittadella in serie B

Battute nel ritorno delle finali play off di C1 Taranto (2-1) e Cremonese (3-1)

Tifosi allo stadio© LaPresse

ROMA, 8 giugno - Cittadella nel girone A della serie C1 e Ancona nel girone B, hanno conquistato la promozione in serie B. Il Cittadella sconfitto in casa nella gara di andata dalla Cremonese per 1-0, ha ribaltato il risultato a Cremona vincendo per 3-1. Questa la sequenza delle reti: al 3' Meggiorini, al 33 Viali su rigore per il momentaneo pareggio della Cremonese, al 42' Coralli e infine il gol promozione di De Gasperi per il trionfo del Cittadella al 27' del secondo tempo. L'Ancona, dopo lo 0-0 dell'andata, ha sconfitto il Taranto per 2-1. Per i dorici doppio vantaggio con Mastronunzio al 10' del primo tempo e Fialdini al 33' del secondo tempo. In chiusura al 40' il gol pugliese di Plasmati.

RITORNO FINALI PLAY OFF
GIRONE A
CREMONESE-CITTADELLA 1-3 (and. 1-0)
 
GIRONE B
ANCONA-TARANTO 2-1 (and. 0-0)

LA NUOVA C1 -  Ecco le squadre che comporranno la serie C1 nella stagione 2008/09 (in ordine alfabetico): Arezzo, Avellino, Benevento, Cavese, Cesena, Cremonese, Crotone, Foggia, Foligno, Gallipoli, Juve Stabia, Legnano, Lucchese, Lumezzane, Massese, Monza, Novara, Padova, Paganese, Pergocrema, Perugia, Pescara, Pistoiese, Portogruaro, Potenza, Pro Sesto, Ravenna, Real Marcianise, Reggiana, Sambenedettese, Sorrento, Spezia, Taranto, Ternana, Venezia, Verona.
http://www.corrieredellosport.it/Notizie/Calcio/32667/Ancona+e+Cittadella+in+serie+B

facebook

8 giugno 2008

Cittadella si riprende la B

Cremonese-Cittadella termina con il risultato di 1-3. I granata di Foscarini ribaltano la sconfitta interna subita nella gara di andata. Di Meggiorini, Coralli e De Gasperi le reti che valgono la cadetteria. Inutile il momentaneo pareggio di Viali.

Pierobon, pilastro del Cittadella

Il Cittadella ribalta il risultato della partita di andata e, al termine di una gara giocata in modo autoritario, conquista allo Zini la serie cadetta in cui il tecnico Foscarini e il presidente Gabrielli hanno creduto dall’inizio del campionato. I granata si confermano squadra formato trasferta e concludono, con questa eccellente e decisiva prestazione lontano dal Tombolato, una stagione da incorniciare. Partita risolta dal trio di bomber della squadra patavina. Il sigillo al passaggio in cadetteria è stato infatti messo da Meggiorini, Coralli e De Gasperi. Che hanno confermato anche a Cremona la loro vena realizzativa.

 

Grande amarezza in casa grigiorossa per la grande occasione perduta. La vittoria esterna in Veneto aveva fatto credere alla soluzione facile di un problema che si è invece dimostrato molto arduo da risolvere. Per Mondonico e per il presidente Arvedi (che aveva messo in piedi una vera e propria corazzata) la batosta sarà davvero dura da digerire. Come anche per gli entusiasti tifosi accorsi oggi in massa allo Zini per festeggiare la B. E che si sono alla fine ritrovati con un pugno di mosche in mano.

 

Nemmeno il tempo di iniziare la partita e di effettuare le prime azioni di studio che il Cittadella passa in vantaggio. Al 3’  Meggiorini parte in contropiede, si fa trenta metri di campo senza incontrare opposizione e trafigge l’incolpevole Sirigu. Al 32' la Cremonese pareggia. Ferrarese viene atterrato in area e l’arbitro assegna il calcio di rigore. Tira Viali e mette alle spalle di Pierobon. Al 43' va in gol Coralli che approfitta di un errore di Viali e riporta in vantaggio i granata. Nella ripresa il Cittadella ha l’occasione di chiudere la gara già all’8’, quando il signor Tozzi concede un penalty per fallo di mano in area di Argilli. Tira Coralli, ma Sirigu salva la porta grigiorossa. Al 27’, su un altro errore stavolta di Ferrarese, De Gasperi segna la terza rete per il Cittadella e chiude praticamente la partita. Al 49', in pieno recupero, Graziani segna per la Cremonese una rete che viene annullata per fuorigioco e cancella le ultime speranze dei grigiorossi di andare almeno ai supplementari.

 

CREMONESE (4-3-2-1): Sirigu; Perticone (32’st Brioschi), Viali, Argilli, Rossi; Fietta, Colucci, M. Tacchinardi; Ferrarese, Zauli (34’st Graziani); Temelin. A disp.: Bianchi, Astori, Carotti, Chomakov, Cozzolino. All.: Mondonico.
CITTADELLA (4-3-1-2): Pierobon; Manucci, Cozza, Turato (40’pt Volpe), Marchesan; Carteri, Iori, Musso; De Gasperi (38’st Campo); Meggiorini, Coralli. A disp.: Villanova, Marchetti, Tricoli, Di Benedetto, Oliveira. All.: Foscarini.

Arbitro: Tozzi di Ostia Lido (De Pinto, Melloni)

Quarto uomo: Meli di Parma

Marcatori: 3’pt Meggiorini (Cit), 32’pt Viali (Cre) rig., 43’pt Coralli (Cit), 27’st De Gasperi (Cit)

Ammoniti: Iori (Cit), Turato (Cit), De Gasperi (Cit), Cozza (Cit), Zauli (Cre), Argilli (Cre)

 

Sa. Mig. – www.calciopress.net
http://www.calciopress.net/news/117/ARTICLE/4849/2008-06-08.html

facebook

sfoglia    maggio        luglio

Cerca, Rss, Atom e Counter
Ricerca personalizzata
Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0   Feed ATOM di questo blog  Atom


Link
A
ac-perugia.com
acmonzabrianza.it
acspezia.com
agenfax.it
alessandriacalcio.it
allvideo
amarantomagazine.it
arezzonotizie.it
asandriabat.it
B
beneventocalcio.it
bettiamo.net
blog.football.it
blunote.it
bondolasmarsa
br73.net Pistoia
bustocco.it
C
calciatori.com
calciocampano2009
calciocomo190
calciofoggia.it
calcioland.forumfree
calciomatto
calciomercato.com
calcionapoletano
calciopiu.net
calciopress.net
calcioscommesse.myblog.it
calcioseriec.blogspot.com
calciotoscano.it
cavese
cavanotizie.it
click4soccer.com
coni.it
corrierediarezzo.it
corrieredicomo.it
cremonaweb.it
D
datasport.it
diretta.it
direttagol.it
E
e-cremonaweb.it
esperiaviareggio.it
eurosport.yahoo.com
F
fccrotone.blogspot.com
febbrea90.com
figc.it
foggiacalciomania.com
foggialandia.it
foggiaweb.it
folignocalcio.com
folignocalcio.it
forzacavese.net
forzalucchese.net
forzanovara.net
forzapescara.com
forzaspal
G
gazzettalucchese.it
goal.com
H
hellastory.net
hellasverona.it
hellasweb.it
I
ilgrecale.it
ilpallonaro.com
ilquotidianodellabasilicata.it
ilquotidianodellacalabria.it
ilsatanello.it
ioamoilcalcio.myblog.it
infobetting.com
italiadelcalcio.it
L
la_c1.ilcannocchiale.it
lanciano.it
larena.it
leccosportweb.it
lega-calcio.it
lega-calcio-serie-c.it
legaproprimadivisione
leggonline.it
livescore.com
Live score
loschermo.it
lospallino.com
lostregone.net
lumezzanecalcio.it
M
madeinandria.it
mondorossoblu.it
N-O
noitv.it
P
paganese.it
paganesecalcio.com
pescaracalcio.com
portogruarosummaga.it
primadanoi.it
primadivisionew
primadivisione
pronostici1x2
pronostici serie A
prosestonews
Q
qn.quotidiano.net
R
radioemme.it
raisport.rai.it
ravennanotizie.it
realsports.it
reggianacalcio.it
reggianasupporters.it
resport.it
riminicalcio.com
S
salernonotizie.it
sanniocalcio.it
scommesse.betfair.it
seriec1.ilcannocchiale.it
seriec1.wordpress.com
soccerpuglia.it
socialcalcio.com
solocalcio.com
solopescara.com
sorrentocalcio.com
sportal.it
sportcity-ricio
sportedintorni.blogspot.com
sporterni.it
sportevai.it
sportitalia.com
sportoggi.com
sportpeople.net
sportvintage.blogspot.com
ssjuvestabia.it
sslanciano.it
stabia1907.it
stabiachannel.it
stampasud.it
T
tarantosera.com
tarantosupporters.com
teleradioerre.it
ternanacalcio.com
terninrete.it
terzaserie.myblog.it
tifo-e-amicizia.it
tifogrifo.com
tifosigallipoli
tifosiportogruaro
tuttalac.it
tuttocalciatori.net
tuttocalcio.it
tuttolegapro.com
tuttomercatoweb.com
tuttosport.com
tuttosporttaranto
tvgratisnet.iobloggo.com
tvoggisalerno.it
U
ultrassamb
uscremonese.it
usfoggia.it
V
varese1910.it
varesenews.it
vascellocr.it
vastocalcio
viaroma100.net
virtuslanciano
Z
zonacalcio.it

Siti rimossi

Gossip&sport

Cinema italiano
cinemaitaliano.info
trovacinema.repubblica.it
Nuovi
bg vs fq pr dago
notiziariocalcio
ilnuovocorriere
asgubbio1910
forzanocerina
piacenzacalcio
triestinacalcio
comunicatemi
chi ho dimenticato
e sarà inserito,
o rimosso per chi vuol essere cancellato

....ed è naturalmente gradito
un link a questo blog
nei vostri siti o blog
grazie



Meteo











 
 
fai.informazione.it Wikio - Top dei blog Wikio - Top dei blog Add to Google intopic.it Blog360gradi - 

L’aggregatore di notizie a 360°  provenienti dal mondo dei blog! who's online Sito ottimizzato con 

TuttoWebMaster TOP 100 

SOCCER SITES TopSportSites.com :: A 

Sports Discussion Community Top Italia Registra 

il tuo sito nei motori di ricerca liquida.it social network Notizie, immagini e video dai blog italiani su Liquida top 100 sports sites My BlogCatalog 

BlogRank urltrends reports BlogNews Questo Blog e' 

Strabello! e il tuo?

Cynegi Network
linkto.org

  Powered by  MyPagerank.Net
 

seriec1

↑ Grab this Headline Animator

  View blog authority
   
 


blinko jonny groove
rcsmobile belen

lastminute
musicbox

edreams

better
blinko grandi sorelle


Rubbrica telefonica


Elenco per nome


Elenco per ruolo