235 Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio Arezzo, Cari, Ugolotti, Iaconi: parla il presidente per preparare lo scontro diretto contro il Gallipoli - amarantomagazine.it | seriec1 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

logo di seriec1.ilcannocchiale.it rassegna stampa della lega pro prima divisione
Blog letto 11683082 volte












div>

Tim Cup 2009/2010, Risultati completi,
Tabellone, Regolamento

Coppa Italia 2009/2010
Risultati e Calendario
Siti Ufficiali


prima pagina della Gazzetta dello Sport

prima pagina del Corriere dello Sport

prima pagina di Tuttosport

il cirotano



Verdetti 2010-2011
Retrocesse dalla serie B
Frosinone Portogruaro
Triestina Piacenza
Promosse dalla 2a Div
Tritium Carpi
Latina FeralpiSalò
Carrarese Trapani
Retrocesse in 2a Div
Paganese Cavese
Monza Sudtirol
Ternana Cosenza
Promosse in serie B
Gubbio Nocerina
H.Verona Juve Stabia


Supercoppa 2010-2011
22 - 26 maggio
Gubbio Nocerina 1 - 1
Nocerina Gubbio 0 - 1
Vincente: Nocerina


Play Off Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Verona Sorrento 2 - 0
Salernitana Alessandria 1 - 1
Girone "B"
Juve Stabia Benevento 1 - 0
Taranto A. Roma 0 - 1
5 giugno 2011
Girone "A"
Sorrento Verona 1 - 1
Alessandria Salernitana 1 - 3
Girone "B"
Benevento Juve Stabia 1 - 1
A. Roma Taranto 2 - 3
Finali Play Off 2011
Andata 12 giugno
Verona Salernitana 2 - 0
Juve Stabia A. Roma 0 - 0
Ritorno 19 giugno
Salernitana Verona 1 - 0
A. Roma Juve Stabia 0 - 2


Play Out Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Sudtirol Ravenna 1 - 0
Monza Pergocrema 1 - 0
Girone "B"
Viareggio Cosenza 3 - 1
Foligno Ternana 1 - 0
5 giugno 2011
Girone "A"
Ravenna Sudtirol 2 - 1
Pergocrema Monza 1 - 0
Girone "B"
Cosenza Viareggio 0 - 1
Ternana Foligno 1 - 1


Lega Pro 1a Div - Girone A
10a giornata - 25 ott 09
Alessandria Viareggio 0 - 0
Como Arezzo 0 - 0
Classifica - 10a giornata
 1  Novara 24   
 2  Cremonese 22

Serie C1 Rassegna Web Prima Divisione Lega Pro





































sfoglia    febbraio        aprile


11 marzo 2009

Arezzo, Cari, Ugolotti, Iaconi: parla il presidente per preparare lo scontro diretto contro il Gallipoli - amarantomagazine.it



Scritto da: Andrea Avato, martedì 10 marzo 2009
Visto: 532 volte.

Image
Mancini e Iaconi in estate
Ieri sera su Arezzo Tv è andata in onda la puntata settimanale della trasmissione "A tutto campo", alla quale ha preso parte Piero Mancini. Ospite in studio, il presidente ha parlato dell'esonero di Cari, dell'arrivo di Ugolotti, dei rapporti con il diesse Iaconi, del ritiro di Norcia ma anche del passato, di Pieroni e Fioretti, del feeling che non c'è con la curva, di Martinetti, Abbruscato e del futuro. E' stato un Mancini come al solito molto determinato, ma senza il puntiglio e la veemenza che aveva ostentato in altre circostanze simili. E' sembrato anche stanco, il presidente, di trovarsi nell'occhio del ciclone e al centro delle polemiche, tant'è che ha annunciato l'intenzione di farsi da parte a giugno. E' vero che non è nuovo ad annunci del genere, ma stavolta è sembrato più sincero del solito. Le dichiarazioni del presidente sono state in certi casi pregnanti, in altri condivisibili, in altri ancora decisamente opinabili. Alla fine si sono contate diverse frecciatine all'indirizzo di Iaconi, col quale evidentemente i rapporti si sono raffreddati. Ecco una sintesi del Mancini pensiero.

L'esonero di Cari. “Cari l'avevo scelto io e l'ho esonerato io. A novembre l'Arezzo ha raccolto solo 2 punti in 5 partite. Troppo poco per una squadra come la nostra, vuol dire che i sistemi d'allenamento si erano bloccati, che i giocatori erano frenati mentalmente. Dopo Perugia, io volevo cambiare l'allenatore, ma Iaconi si oppose, mi disse che andava bene Cari. Poi la squadra si è ripresa, ma quando ha perso a Taranto, mi è venuto il prurito. Se il presidente vede un calo e l'allenatore non si preoccupa e il diesse resta immobile, allora deve gettare un sasso nello stagno, ha il diritto e il dovere di farlo. Dopo Lanciano mi sono convinto che dovevo cambiare, l'Arezzo non può perdere con il Lanciano, per l'Arezzo è vietato perdere con il Lanciano. I giocatori erano stanchi psicologicamente. Ho ripensato all'anno scorso: contro Taranto e Lanciano cominciò la flessione e mi feci convincere a tenere Cuoghi. Non ho voluto ripetere lo stesso errore”.
Le formazioni. “Ricordo la partita di Sant'Antonio contro la Juve Stabia, Cari lasciò in panchina Martinetti e Baclet. Ma stiamo scherzando? Un potenziale del genere non ce l'hanno nemmeno in B e noi non lo sfruttiamo? E poi i giovani non giocavano mai, invece sono una ricchezza della società. Togni in estate lo volevano in tanti e non me l'hanno fatto vendere, poi non è stato impiegato. Bricca io lo vedo centrocampista, invece era utilizzato da terzino. Abbiamo comprato Ambrogioni e continuava a giocare Bricca. Il mister mi diceva che la formazione la faceva lui, ma io allora dico che almeno un giorno alla settimana comanda anche il presidente”.

Image
il presidente in conferenza stampa
L'arrivo di Ugolotti. “Aveva mandato l'accredito per venire a vedere la partita con il Lanciano. Una pura coincidenza, poi mi sono informato, mi è sembrato una persona seria. Avevo sentito anche altri allenatori, ma i colloqui non mi erano piaciuti. Ugolotti ha fatto esperienza nel settore giovanile della Roma e poi l'anno scorso mi ricordo quando ci affrontò con la Samb. Quella partita ce l'ho nella mente, pareggiammo 3-3 a San Benedetto, ma giocarono meglio di noi”. (In realtà quel giorno sulla panchina della Samb c'era Piccioni. Ugolotti aveva guidato la Sambenedettese nel match di andata ad Arezzo, chiuso sullo 0-0).
I rapporti con Iaconi. “Il direttore sportivo è quello che gestisce tutta l'area tecnica, ha solo il presidente sopra di lui. Io penso che un allenatore e un diesse devono confrontarsi anche sulle formazioni da mandare in campo, perché il diesse deve seguire gli allenamenti, la preparazione, tutto. A Iaconi del cambio di allenatore non l'ho detto, ho agito da solo, altrimenti mi avrebbe bloccato di nuovo. Gliel'ho comunicato a cose fatte e lui se l'è presa, spero gli sia passata. L'esperienza non gli manca, ancora credo nelle sue capacità, altrimenti avrei pensato a un'altra cosa. Non viene in tivù? Deve venirci, ha il dovere di venirci, non può negarsi così. Ad ogni modo per il futuro, se dovessi restare, vorrei un direttore sportivo locale, uno con la voglia di fare bene, non un assaltatore di diligenze. Quanti ne ho trovati in questi anni... Diesse e procuratori vogliono solo fare affari e guadagnare. L'operazione Martinetti? L'ho gestita in prima persona e l'ho fatta in barba a tanti. Se ho tempo, so fare anche il direttore sportivo. E' stata la trattativa che mi ha dato più soddisfazione”.
Il ritiro a Norcia. “Quando lo proposi dopo Taranto, vennero a dirmi che non ce n'era bisogno. Invece avevo ragione io. Il maltempo? Io non so se si alleneranno in campo, in piscina o in palestra, non sono cose che competono al presidente. I giocatori devono ritrovare le motivazioni e io sono sicuro che col Gallipoli vinceremo la partita”.
Image
Piero Mancini a ruota libera
Progetti per il futuro. “L'unico progetto che ho è vincere il campionato e andarmene. E' giusto che arrivino facce nuove, che ci sia un ricambio, che entrino forze fresche. Per un presidente quest'attenzione continua, questa esposizione con la stampa non è positiva, anzi. Purtroppo Arezzo è strana, è una città dove la società di calcio non interessa a nessuno. Da altre parti non è così, non so perché. Cordate in vista? Le cordate vengono bene solo in alta montagna”.
Il passato. “Marino è l'allenatore che mi è rimasto nel cuore, ma anche Gustinetti. Non fui io a lasciarlo andare, l'ho detto mille volte. Il rimpianto? Se non avessi ceduto Abbruscato al Torino, quell'anno avremmo fatto i play-off per la serie A. Ma Abbruscato non lo tenevamo più, Cairo gli telefonava tutti i giorni, chiamava di continuo anche me. In quelle situazioni i giocatori si impuntano e trattenerli è contro producente. Col senno di poi, avrei fatto meglio a non venderlo, ma era impossibile. Da presidente dell'Arezzo ho vissuto anche bei momenti, indimenticabili: la promozione dei record, gli anni della B, la Coppa Italia a San Siro. Poi c'è stata calciopoli e io dico che i più penalizzati di tutti siamo stati noi. Quella retrocessione brucia ancora”.
I direttori sportivi. “Ho ricordi positivi del primo anno di Fioretti. Il secondo è stato peggiore e glielo dissi apertamente: se dovevi venire qua come un sacrificio, te lo potevi risparmiare. Pieroni? Bene all'inizio, poi ha carpito la mia buona fede. Mi disse: non ti fidi di me? Gli lasciai il prolungamento di contratto di Bressan già firmato. Lui lo portò a Grosseto e non gli fece mai firmare quel foglio. Quando licenziai la sua compagna dall'ufficio stampa, avrei fatto meglio a mandare via pure lui. Invece lo tenni fino al termine della stagione e mi fece penare”.
I tifosi. “Con la curva non c'è mai stato feeling, non sono mai stato simpatico a quei ragazzi e non so perché. Forse non mi conoscono bene, non lo so. Fatto sta che allo stadio preferisco non venire, ma non per loro, sia chiaro. Dopo ciò che mi è successo l'estate scorsa, è meglio così”.

Arezzo, comincia il conto alla rovescia


Scritto da: Andrea Avato, mercoledì 11 marzo 2009
Visto: 267 volte.

Image
l'Arezzo in partenza per Norcia
E' partito il conto alla rovescia. Da oggi si entra in clima partitissima e l'Arezzo, per preparare lo scontro diretto contro il Gallipoli, si trasferirà nel ritiro di Norcia. La partenza per l'Umbria è fissata per il primo pomeriggio, dopo la seduta mattutina d'allenamento all'antistadio. Squadra e allenatore hanno a disposizione cinque giorni per ritrovare smalto, fiducia e serenità, tre qualità che nell'ultimo periodo erano evaporate. Inutile sottolineare la delicatezza del momento e l'importanza di una partita che viene da tutti considerata come il bivio fondamentale della stagione. Anche Ugolotti, nell'ultima conferenza stampa, non si è nascosto dietro un dito: "Se vinciamo - ha detto - il nostro campionato si riapre. In caso contrario, dovremo pensare soltanto ai play-off". Con tutte le incognite del caso, viene da aggiungere, perché un ridimensionamento dell'obiettivo, con Cavese e Foggia che incalzano, potrebbe provocare chissà quali contraccolpi. Ma di questo è prematuro parlare e anzi, all'orizzonte lunedì sera potrebbe pure esserci un panorama completamente diverso. Nonostante le assenze di Fanucci, di Chianese e probabilmente di Beati, l'Arezzo ha diverse carte da giocarsi. Il Gallipoli è forte, è formazione quadrata che sta lassù non per caso, dal punto di vista psicologico è più tranquillo dell'Arezzo, ma non è imbattibile. Ci vorrà un partitone per conquistare i tre punti, fermo restando che in novanta minuti del genere, sono i piccoli espisodi a spostare in modo determinante gli equilibri. In questi giorni bisognerà mettersi alle spalle le polemiche del recente passato e ignorare le ombre lunghe che si allungano sulla gara. Tutto quello che sta accadendo da venti giorni in qua ha origine dal post Taranto: da lì, a cascata, è nata la situazione di adesso. Tutti lo sappiamo, come tutti sappiamo che lunedì sera ci sarà in ballo qualcosa in più di una semplice vittoria. Ugolotti ha accettato di buon grado il ritiro di Norcia, consapevole che isolarsi dal resto del mondo e lavorare in santa pace potrebbe produrre effetti positivi. Formazione da mandare in campo, atteggiamento tattico, condizione mentale: non potendo fare chissà che sotto il profilo atletico, sono questi i nodi da sciogliere per l'allenatore. L'Arezzo deve vincere. Tutto il resto ormai non conta più.

L'Arezzo di Ugolotti prende corpo


Scritto da: Andrea Avato, domenica 08 marzo 2009
Visto: 490 volte.

Image
prove di formazione per Ugolotti
Comincia a prendere corpo l'Arezzo di Guido Ugolotti. Nella partitella a ranghi misti giocata stamani allo stadio, l'allenatore ha dato avvio a prove e test per la formazione che tra otto giorni affronterà il Gallipoli. Nel primo tempo hanno giocato con la casacca arancione i probabili titolari dalla cintola in su, mentre dall'altra parte è stata schierata la difesa che al momento pare la più affidabile. Togni e Matute hanno fatto coppia in mediana, con Vigna e Croce esterni e Bondi alle spalle di Baclet. Di fronte si sono trovati il quartetto composto da Ambrogioni, Terra, Conte e Grillo, con Botticella in porta. Trattasi di esperimenti e come tali vanno considerati. Nella ripresa, infatti, Ugolotti ha mischiato le carte, cambiando quasi tutti i giocatori in campo e dando spazio ai ragazzi delle giovanili. Ci sarà tempo per chiarirsi le idee, anche perché da mercoledì prossimo l'Arezzo andrà a lavorare nel ritiro di Norcia, confidando nella scaramanzia (prima della partita col Benevento portò bene) e nella tranquillità del luogo per recuperare brillantezza fisica e psicologica. Se proprio si vuole cercare di trarre qualche indicazione dalla sgambata di stamani, si può dire che al momento Botticella sta davanti a Paoletti nella gerarchia dei portieri, mentre le possibilità che Ambrogioni giochi terzino destro stanno salendo. In tal caso bisognerà capire se Ugolotti lascerà Bricca in panchina o se invece lo dirotterà a centrocampo e se eventualmente gli metterà vicino Matute, per un reparto muscolare, oppure Togni, cercando di abbinare filtro e qualità. Conte è favorito per rilevare Fanucci, mentre i ballottaggi sono aperti davanti: Lauria, Cavagna, Vigna e Turienzo si giocano una maglia. Per il momento, però, sono tutte ipotesi relative. Ugolotti sa che in questa settimana si gioca molto, così come l'Arezzo, arrivato da un certo punto di vista alla resa dei conti. Nel calcio tutto può succedere ma se è vero che un successo sul Gallipoli rilancerebbe gli amaranto per il primo posto, un risultato diverso dalla vittoria lascerebbe aperta quasi esclusivamente la porta dei play-off. Alla partitella di stamani, giocata sotto un sole primaverile, ha assistito il presidente Piero Mancini. Adesso la squadra resterà due giorni a riposo. Gli allenamenti riprenderanno mercoledì mattina all'antistadio. Nel pomeriggio, il trasferimento a Norcia.


fonte: amarantomagazine.it

facebook

sfoglia    febbraio        aprile

Cerca, Rss, Atom e Counter
Ricerca personalizzata
Blog letto 11683082 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0   Feed ATOM di questo blog  Atom


Link
A
ac-perugia.com
acmonzabrianza.it
acspezia.com
agenfax.it
alessandriacalcio.it
allvideo
amarantomagazine.it
arezzonotizie.it
asandriabat.it
B
beneventocalcio.it
bettiamo.net
blog.football.it
blunote.it
bondolasmarsa
br73.net Pistoia
bustocco.it
C
calciatori.com
calciocampano2009
calciocomo190
calciofoggia.it
calcioland.forumfree
calciomatto
calciomercato.com
calcionapoletano
calciopiu.net
calciopress.net
calcioscommesse.myblog.it
calcioseriec.blogspot.com
calciotoscano.it
cavese
cavanotizie.it
click4soccer.com
coni.it
corrierediarezzo.it
corrieredicomo.it
cremonaweb.it
D
datasport.it
diretta.it
direttagol.it
E
e-cremonaweb.it
esperiaviareggio.it
eurosport.yahoo.com
F
fccrotone.blogspot.com
febbrea90.com
figc.it
foggiacalciomania.com
foggialandia.it
foggiaweb.it
folignocalcio.com
folignocalcio.it
forzacavese.net
forzalucchese.net
forzanovara.net
forzapescara.com
forzaspal
G
gazzettalucchese.it
goal.com
H
hellastory.net
hellasverona.it
hellasweb.it
I
ilgrecale.it
ilpallonaro.com
ilquotidianodellabasilicata.it
ilquotidianodellacalabria.it
ilsatanello.it
ioamoilcalcio.myblog.it
infobetting.com
italiadelcalcio.it
L
la_c1.ilcannocchiale.it
lanciano.it
larena.it
leccosportweb.it
lega-calcio.it
lega-calcio-serie-c.it
legaproprimadivisione
leggonline.it
livescore.com
Live score
loschermo.it
lospallino.com
lostregone.net
lumezzanecalcio.it
M
madeinandria.it
mondorossoblu.it
N-O
noitv.it
P
paganese.it
paganesecalcio.com
pescaracalcio.com
portogruarosummaga.it
primadanoi.it
primadivisionew
primadivisione
pronostici1x2
pronostici serie A
prosestonews
Q
qn.quotidiano.net
R
radioemme.it
raisport.rai.it
ravennanotizie.it
realsports.it
reggianacalcio.it
reggianasupporters.it
resport.it
riminicalcio.com
S
salernonotizie.it
sanniocalcio.it
scommesse.betfair.it
seriec1.ilcannocchiale.it
seriec1.wordpress.com
soccerpuglia.it
socialcalcio.com
solocalcio.com
solopescara.com
sorrentocalcio.com
sportal.it
sportcity-ricio
sportedintorni.blogspot.com
sporterni.it
sportevai.it
sportitalia.com
sportoggi.com
sportpeople.net
sportvintage.blogspot.com
ssjuvestabia.it
sslanciano.it
stabia1907.it
stabiachannel.it
stampasud.it
T
tarantosera.com
tarantosupporters.com
teleradioerre.it
ternanacalcio.com
terninrete.it
terzaserie.myblog.it
tifo-e-amicizia.it
tifogrifo.com
tifosigallipoli
tifosiportogruaro
tuttalac.it
tuttocalciatori.net
tuttocalcio.it
tuttolegapro.com
tuttomercatoweb.com
tuttosport.com
tuttosporttaranto
tvgratisnet.iobloggo.com
tvoggisalerno.it
U
ultrassamb
uscremonese.it
usfoggia.it
V
varese1910.it
varesenews.it
vascellocr.it
vastocalcio
viaroma100.net
virtuslanciano
Z
zonacalcio.it

Siti rimossi

Gossip&sport

Cinema italiano
cinemaitaliano.info
trovacinema.repubblica.it
Nuovi
bg vs fq pr dago
notiziariocalcio
ilnuovocorriere
asgubbio1910
forzanocerina
piacenzacalcio
triestinacalcio
comunicatemi
chi ho dimenticato
e sarà inserito,
o rimosso per chi vuol essere cancellato

....ed è naturalmente gradito
un link a questo blog
nei vostri siti o blog
grazie



Meteo











 
 
fai.informazione.it Wikio - Top dei blog Wikio - Top dei blog Add to Google intopic.it Blog360gradi - 

L’aggregatore di notizie a 360°  provenienti dal mondo dei blog! who's online Sito ottimizzato con 

TuttoWebMaster TOP 100 

SOCCER SITES TopSportSites.com :: A 

Sports Discussion Community Top Italia Registra 

il tuo sito nei motori di ricerca liquida.it social network Notizie, immagini e video dai blog italiani su Liquida top 100 sports sites My BlogCatalog 

BlogRank urltrends reports BlogNews Questo Blog e' 

Strabello! e il tuo?

Cynegi Network
linkto.org

  Powered by  MyPagerank.Net
 

seriec1

↑ Grab this Headline Animator

  View blog authority
   
 


blinko jonny groove
rcsmobile belen

lastminute
musicbox

edreams

better
blinko grandi sorelle


Rubbrica telefonica


Elenco per nome


Elenco per ruolo