235 Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio Il Grifo gioca, s’impegna, soffre, ma pareggia | seriec1 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

logo di seriec1.ilcannocchiale.it rassegna stampa della lega pro prima divisione
Blog letto 11512713 volte












div>

Tim Cup 2009/2010, Risultati completi,
Tabellone, Regolamento

Coppa Italia 2009/2010
Risultati e Calendario
Siti Ufficiali


prima pagina della Gazzetta dello Sport

prima pagina del Corriere dello Sport

prima pagina di Tuttosport

il cirotano



Verdetti 2010-2011
Retrocesse dalla serie B
Frosinone Portogruaro
Triestina Piacenza
Promosse dalla 2a Div
Tritium Carpi
Latina FeralpiSalò
Carrarese Trapani
Retrocesse in 2a Div
Paganese Cavese
Monza Sudtirol
Ternana Cosenza
Promosse in serie B
Gubbio Nocerina
H.Verona Juve Stabia


Supercoppa 2010-2011
22 - 26 maggio
Gubbio Nocerina 1 - 1
Nocerina Gubbio 0 - 1
Vincente: Nocerina


Play Off Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Verona Sorrento 2 - 0
Salernitana Alessandria 1 - 1
Girone "B"
Juve Stabia Benevento 1 - 0
Taranto A. Roma 0 - 1
5 giugno 2011
Girone "A"
Sorrento Verona 1 - 1
Alessandria Salernitana 1 - 3
Girone "B"
Benevento Juve Stabia 1 - 1
A. Roma Taranto 2 - 3
Finali Play Off 2011
Andata 12 giugno
Verona Salernitana 2 - 0
Juve Stabia A. Roma 0 - 0
Ritorno 19 giugno
Salernitana Verona 1 - 0
A. Roma Juve Stabia 0 - 2


Play Out Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Sudtirol Ravenna 1 - 0
Monza Pergocrema 1 - 0
Girone "B"
Viareggio Cosenza 3 - 1
Foligno Ternana 1 - 0
5 giugno 2011
Girone "A"
Ravenna Sudtirol 2 - 1
Pergocrema Monza 1 - 0
Girone "B"
Cosenza Viareggio 0 - 1
Ternana Foligno 1 - 1


Lega Pro 1a Div - Girone A
10a giornata - 25 ott 09
Alessandria Viareggio 0 - 0
Como Arezzo 0 - 0
Classifica - 10a giornata
 1  Novara 24   
 2  Cremonese 22

Serie C1 Rassegna Web Prima Divisione Lega Pro





































sfoglia    ottobre        dicembre


11 novembre 2008

Il Grifo gioca, s’impegna, soffre, ma pareggia

e non riesce a piegare un forte Foggia

 

Ettore Bertolini - 09/11/2008

Il Perugia gioca, s’impegna, soffre, ma non riesce a piegare un forte Foggia
Per la serie chi si accontenta gode, però impreca molto, ma, alla fine, lucidamente deve sperare ancora ...


Sarri aveva ragione quando sabato scorso in conferenza diceva:
“In questo momento dobbiamo pensare a fare punti per obiettivi diversi.
Una squadra che ha perso il 50% delle partite, al momento, non può essere giudicata attualmente competitiva, ed ora non è il momento di guardare la classifica.
Il Foggia è una buona squadra che gioca un buon calcio, organizzata in ogni reparto ed insidiosa per qualità dei singoli”.
Parole chiare che hanno anticipato in grande sintesi quello che sarebbe stata la difficile gara del Grifo.
Una partita intensamente giocata dal Perugia che fino a quando ha retto sul piano fisico, si è fatto preferire per qualità di gioco espresso e per occasioni avute, ma il Foggia ha confermato appieno le premesse della vigilia che lo vedevano una compagine competitiva ed insidiosa.
Infatti la formazione di Novelli è scesa in campo al Curi per sconfiggere la sua sindrome da trasferta e per cogliere il bottino pieno contro una sua prestigiosa antagonista.
Ne è venuta fuori una partita bella se non altro sotto l’aspetto del ritmo, in cui il Perugia è mancato in concretezza sotto porta, ma con i rossoneri pugliesi che hanno ribattuto colpo su colpo l’offensive del Grifo.
Invece, il Perugia è venuto meno dopo il vantaggio, forse perché aveva speso molte energie per ottenerlo, ma anche perché il Foggia ha avuto una grande reazione mettendo sotto il Grifo che aveva, secondo me, arretrato troppo il suo baricentro, lasciando troppa iniziativa ai pugliesi che ne hanno approfittato subito del nostro calo per pareggiare e tentare il colpo gobbo..
Tuttavia il Perugia soffrendo ha colto un pareggio meritato, un brodino caldo che fa morale, ma che lo staziona a centro classifica, ad un passo dalla zona retrocessione.
Ma dobbiamo prendere atto della realtà attuale e, nonostante la nostra delusione di tifosi patita anche oggi, aspettare i restanti 6 incontri che precedono la pausa del campionato prima di perdere l’ottimismo e la speranza.
Criticare e sparare a zero, se è emotivamente comprensibile, non giova concretamente alla causa del Grifo, anzi lo danneggia.
Chi ve lo dice, lo fa fremendo ed imprecando ed è deluso per il pareggio, che vorrebbe vedere il Grifo sempre prevalere contro tutti.
Però, proprio per questo fondamentale motivo, al contempo, non voglio minimamente accettare di perdere ancora un altro anno in questo limbo calcistico prima che i grifoni si giochino fino in fondo tutte le possibilità che hanno.
Voglio essere paziente e sperare proprio quando sono amareggiato, vedere uno spiraglio di luce fra tanta nebbia.
Forse sarò un inguaribile illuso, o un pazzo ottimista, ma il mio folle Amore per Perugia e per il Perugia mi dice: “ Non si è vinti finché non ci si dichiara vinti”!!!
Ettore Bertolini – www.tifogrifo.com



Perugia-Foggia 1 a 1. Cosi’ non va!!!

 

Marco Mariuccini - 09/11/2008

Cosi’ non va!!!
Il Perugia torna a giocare al Curi,dopo la sconfitta rimediata domenica scorsa a Pagani.Al rientro De Giorgio ed anche Mezavilla che prende il posto di Gatti, squalificato.
Per il resto Mister Sarri conferma gli uomini di domenica scorsa. Pronti via,e la prima emozione arriva gia’ al 1’ minuto di gioco,quando Cutolo viene pescato erroneamente in fuorigioco,mantre si invola da solo verso Bremec.
Nei primi 10 minuti non succede nulla di particolare,con il Perugia che cerca la manovra ed il Foggia che si fa preferire sulle ripartenze.
Ma il Perugia sembra esserci,e dopo due reti annullate per fuorigoco,una per parte, al 12’il Grifo su azione d’angolo sfiora quello buono con un colpo di testa di Pagani,ma Bremec si supera e respinge a mani aperte.Il Perugia comunque in questa fase preme,anche se con non troppa convinzione,e al 21’ manda al tiro Mazzeo dal limite,il portiere dei Satanelli ribatte ma Cutolo ,in anticipo sul difensore manda alto in sforbiciata.La pressione dei Grifoni si fa insistente e la sensazione e’ quella che se ci provassero con un po’ di convinzione in più,metterebbe in difficolta’ la retroguardia Foggiana.
Al 25’ Passiglia si fa ammonire per un fallo su del Core,fallo nato da una delle solite ripartenze del Foggia,sempre pronto a rubar palla sulla propria trequarti.Si fa sentire maledettamente la mancanza di un uomo d’ordine come Gatti e di questo ne risente anche la difesa che gioca con troppa superficialità la palla ,sbagliando anche le cose più elementari.
In uno di questi svarioni arriva al 34’ l’occasione per il Foggia.Pezzella lasciato solo in area tira a botta sicura e solo il salvataggio in tuffo di Zoppetti.salva la porta da un goal sicuro.
Minuto37’,punizione per il Grifo dal limite.Tira e mola della barriera che quando DeGiorgio batte è talmente vicina che la palla non fa piu’ di cinque metri. Al 41’ la più ghiotta delle occasioni capita a De Giorgio che sull’ennesimo traversone di Cutolo,dopo un buco colossale della difesa,si adegua alla situazione bucando lui stesso la palla ,solo davanti al portiere.Al 45’ancora un cross di Cutolo che taglia tutta l’area piccola,ma Ercolano in scivolata non ci arriva,e sul capovolgimento di fronte c’e’ il miracolo di benassi che si oppone ad una velenosa conclusione di Piccolo.
Si va al riposo con il risultato di 0-0,ma la partita ,anche se non bela e’ quantomeno avvincente.
La ripresa ha inizio con gli stessi protagonisti in campo.
1’ minuto e subito doppio angolo per il Foggia che pero porta al nulla di fatto.all’8’ finalmente si vede De Giorgio.
Sgroppata sulla destra e insidioso il traversone che Bremec smanaccia fuori.Ma in questa fase e’ il Foggia a farsi preferire per la manovra con il Perugia che sbaglia troppo,anche in appoggio.
E arriva il 15’ della ripresa…Azione insistita dei Grifoni,cross di De Giorgio in area,velo di mazze per Cutolo che tira da posizione defilata,Bremec respinge ma non puo’ nulla sul tiro seguente di Mazzeo piazzato all’altezza del dischetto di rigore.Perugia in vantaggio.
Ma da questo momento Il Perugia ,forse perche’ conscio di aver speso molto fino a quel punto,anziche’ giocarsela e cercare di chiudere la partita si copre ancor di piu’ e sostituisce Cutolo(che secondo il mister era affaticato)con Pizzolla,arretrando il baricentro della squadra e praticamente rinunciando al contropiede.
Il Foggia pur non facendo sfaceli guadagna metri su metri e dopo vari tentativi al 32’ perviene al meritato pareggio.Sgroppata sulla destra di Troianiello che brucia in velocita’ Barbagli,cross perfetto per uno smarcato del Core,forse lasciato colpevolmente troppo solo,rovesciata e bennassi battuto. Gran goal.
La reazione del Perugia,che gia’ pensava di aver portato a casa il risultato, e’ tutta in un tiro da fuori di Mazzeo che fa la barba al palo.Anzi ridschia pure la beffa sul fil di sirena,quando Cudini ,che non si capisce con Benassi gli toglie la palla dalle mani,dando cosi’ la possibilità a Salgado di tirare alto dal limite, a porta praticamente vuota.Morale della storia: Con le sole buone intenzioni non si va lontano.
Questa squadra dimostra ancora la sua poverta di costruzione della manovra,affidandosi all’estro,quando c’e’ dei vari singoli.Se non si riesce a cambiare mentalità, e questo va fatto in fretta,o saremo destinati a fare il solito campionato anonimo…E pensare che anche quest’anno questa squadra era stata costruita per vincere…
AD MAJORA…

Marco Mariuccini - www.tifogrifo.com


Perugia - Foggia: né vincitori né vinti

 

Cristina Biondi - 09/11/2008


Si chiude con il risultato di 1 a 1 la partita tra Perugia e Foggia, giocata al Renato Curi.
Nell’11esima giornata di campionato, gli uomini del tecnico Sarri, lottano contro un avversario difficile da espugnare, che non a caso occupa i primi posti della classifica.
I grifoni si battono a grandi ritmi per buona parte della gara, rallentando leggermente nell’ultima parte.
La partita si avvia subito in velocità, in cui il gioco è scandito soprattutto dai biancorossi, che al 2’ vedono annullare una rete del brasiliano Mezavilla, per dubbio fuorigioco.
Stessa sorte per i pugliesi, che all’ 11’con Salgado trovano la rete subito annullata dal direttore di gara Donati sempre per fuorigioco.
I grifoni però continuano ad attaccare, tanto che al 22’ lasciano sfumare un’occasione preziosissima per il vantaggio.
Mazzeo da fuori del limite dell’area scaglia un tiro che però viene intercettato da Bremec, il quale respinge rimettendo in mezzo, dove c’è Cutolo che tira in porta ma manda troppo in alto.
Ancora al 40’ si presenta l’occasione per i biancorossi di portarsi in vantaggio con De Giorgio che di poco non arriva sulla palla.
Si chiude il primo tempo con la sostanziale parità delle due squadre, anche se il Perugia ha attaccato più dei pugliesi che a loro volta hanno giocato più sulle ripartenze.
Nell’avvio della ripresa la gara si mantiene sempre con gli stessi ritmi della prima parte di gioco, tanto che al 15’ Mazzeo su respinta di Bremec, da una precedente azione dei grifoni, trova il pallone all’altezza del dischetto e insacca la rete, sbloccando il risultato.
E solo al 33’ grazie ad una stupenda rovesciata di Del Core il Foggia mette a segno il pareggio.
Ancora brividi al 42’ per la compagine perugina, che a seguito di un’incomprensione tra Benassi e Cudini, resta la porta scoperta, con Del Core pronto a sfiorare il vantaggio.
L’ultima azione che potrebbe essere decisiva per la vittoria biancorossa vede di nuovo protagonista Mazzeo, che tira sfiorando il palo, lasciando perciò il risultato invariato.
Nel secondo tempo i grifoni hanno calato il ritmo specie negli ultimi 25’, pagando con la parità, questa gara, che per come era iniziata poteva tutto sommato essere vinta.
“Abbiamo fatto una buona partita, forse la migliore da quando sono arrivato – ha detto Sarri, poco più tardi in sala stampa – perché nel primo tempo abbiamo creato diverse azioni in cui potevamo segnare contro una squadra in ottime condizioni.
Nonostante gli avversari siano andati in contropiede con una certa pericolosità, specie dopo il nostro 1 a 0, non ho mai avuto la sensazione che potessero pareggiare.
E sebbene il Foggia, abbia avuto un gran possesso palla, non riusciva a conquistarci l’area di rigore con facilità.
Rimane il rammarico per aver subito quel gol che tra l’ altro è stato un gesto tecnico strepitoso, da applaudire.
In ogni caso questa è stata l’unica occasione che gli abbiamo concesso, tra la nostra rete del vantaggio e il loro pareggio.
È un peccato non aver raccolto il risultato massimo, pur avendo fatto una partita di buon livello”.
E in effetti i grifoni hanno disputato una buona gara, sostenendo dei ritmi veloci e incalzanti che forse alla lunga hanno pesato, specie nel secondo tempo.
“La mia sensazione è stata che dopo il nostro gol – ha proseguito l’allenatore – non avevamo molto più da spendere e abbiamo cercato di tirare il risultato fino alla fine senza chiudere la partita.
Nel primo tempo abbiamo giocato a dei ritmi che la squadra non aveva mai sostenuto in questa stagione, contro un avversario poi, che a livello di palleggio è di gran livello per questa categoria.
Nel secondo tempo siamo stati meno brillanti e siamo rimasti leggermente bassi, trovando qualche difficoltà a ripartire, ma non abbiamo sofferto poi così tanto”.
E se è vero che all’inizio del campionato, le aspettative sul Perugia erano diverse, stando allo stato attuale dei fatti, le prospettive devono essere ridimensionate, almeno per adesso.
“I numeri ci dicono che non siamo ai vertici della classifica – ha continuato Sarri – ma la prestazione di oggi mi dice cose diverse.
Sto vedendo una crescita della squadra e a mio avviso in questa partita c’erano i margini per portare a casa la vittoria.
Al momento non ho prospettive future, penso agli obiettivi giorno per giorno, cercando soprattutto di rimettere a posto la squadra”.
Cristina Biondi - www.tifogrifo.com


Diritto di Tribuna: L'ennesima delusione

pubblichiamo le sensazioni dei tifosi

 

Berto - 10/11/2008


Il Tifoso lo pensa, www.tifogrifo.com, lo pubblica

Un’altra partita in cui , alla fine , la costante prevalente tra i tifosi che uscivano dallo stadio è una sorta di “depressione sportiva”, che ormai ci attanaglia da qualche anno e che sembra riemerga prepotente ogni volta che sembra che la strada sia finalmente in discesa: ma puntualmente la doccia fredda è in agguato.
E lo stato d’animo vissuto da molti tifosi nel post partita di ieri, non era più quello di una forte momentanea arrabbiatura, ma, di una sensazione negativa che si era tramutata in una sorta di rassegnazione per quello che probabilmente ricalca lo stesso andamento della scorsa stagione agonistica: l’ennesimo, fallimento sportivo.
E si, perché dopo il filotto di risultati positivi e dopo le vittorie nel derby e col Taranto, sembrava essersi riacceso l’ entusiasmo e speranza, che, puntualmente, poi sono state subito disilluse con le ultime due prestazioni di Pagani e appunto , quella di ieri col Foggia.
La partita di ieri era l’undicesima, quasi un terzo del campionato: i numeri dicono che le sconfitte sono 5 e i play off molto più lontani dei play out.
Il pareggio di ieri , in un’ altra situazione di classifica, si sarebbe potuto anche accettare,parlando di un pareggio indolore contro una pretendente e magari vedendo pure il bicchiere mezzo pieno.
Ma con questa situazione di classifica le prospettive cambiano totalmente…perché purtroppo di tempo già ne è stato perso tanto e adesso c’è solo da recuperare, c’è da fare quello che non è stato fatto finora.
E questa squadra anche ieri ha dimostrato che, per il momento, più di questo è difficilmente in grado di fare.
Con il Foggia bisognava assolutamente vincere almeno per rimanere agganciati sulla scia dei play off, ed invece si è persa la solita occasione che pur sembrava essersi messa per il meglio: invece è successo che si è vista una assoluta incapacità nel gestire il vantaggio, sono stati concessi al Foggia metri su metri fino a che non è arrivato il pareggio; con un cross proprio dalla fascia in cui era entrato Pizzolla a dare maggiore copertura e con un centrocampo che via via è scomparso.
E pure sul gol, che è bel gesto atletico, rivedendo le immagini si vede quello che non si era visto dalla curva: il solito difensore che ha perso l’uomo e che ha concesso spazio a Del Core che ha fatto una rovesciata con il pallone molto molto basso , senza subire alcun ostacolo.
Così come il solito difensore che non contento dei pasticci domenicali ha pensato bene pure di togliere palla al portiere che l’aveva chiamata e solo per fortuna si è evitata una sconfitta che sarebbe stata incredibile.
Ma quello che emerge maggiormente è che questa squadra non ha le capacità mentali e caratteriali per potersi risollevare e così come tutti gli anni, si vive nell’attesa di arrivare a gennaio per cambiare le cose, ma l’impresa è sempre troppo difficile quando si hanno queste partenze e questi limiti.
Personalmente ritengo mister Sarri un buon allenatore, che se fosse arrivato a luglio magari avrebbe avuto modo di impostare la squadra a suo piacimento e magari qualche giocatore non sarebbe stato ceduto/preso.
E non è un caso che il giocatore che ci sta tenendo in parte a galla dia il tanto vituperato Mazzeo, su cui il mister ha puntato da subito sebbene in tempi di critiche al giocatore da parte di tutta la piazza .
Tuttavia si dovrebbe avere anche il coraggio di accantonare giocatori che al momento attuale non sembrano essere all’altezza.
Un’altra notazione; il Perugia in tutti i suoi campionati ha sempre attaccato il secondo tempo sotto la curva nord, che sicuramente un vantaggio in termini di carica lo può senz’altro dare.
Non si capisce come mai quest’anno invece avvenga la cosa opposta.
In ogni caso la cosa fondamentale è salvaguardare lo zoccolo duro del Curi, la vera e propria ricchezza, dalla depressione sportiva in cui rischia di finire.
Berto


Si naviga sulla sabbia

Un Perugia senz'anima strappa un punto al Foggia..

 

Andrea Fais - 11/11/2008

Uno scialbo e anonimo pareggio è quel che deriva da un pomeriggio un po’ rigido ma soleggiato, in un Curi silenzioso per metà gara, in ricordo del povero Scrondo, uno dei tanti fedelissimi ragazzi della Nord, che qualche giorno fa ci ha lasciati.
Un piccolo omaggio, con una vittoria, forse sarebbe stato doveroso da parte della squadra, che invece ha prferito come spesso accade, tirare i remi in barca e accontentarsi di un punto.
Limitatamente alla situazione che si era creata, col vantaggio di Mazzeo, ancora a segno, questo 1-1 non può far altro che rimanere stretto al Perugia, ma ragionando in una dimensione ben più ampia e onnicomprensiva, sia dell’aspetto tattico-tecnico sia dell’aspetto psicologico, possiamo parlare di un punto d’oro.
Quella pugliese scesa in campo ieri a Pian di Massiano, è una squadra ostica e compatta, estremamente organizzata e programmata per il salto di categoria. Soprattutto il secondo tempo ha evidenziato un gran Foggia, sospinto da una cintola formidabile, composta da Piccolo, Zanetti e Damico, coordinati dall’inossidabile veterano Fabio Pecchia, e forte di una coppia d’attacco (Del Core – Salgado) letale per ogni difesa.
Di contro, si è visto il solito Perugia, lento, macchinoso, spesso privo di iniziative e completamente fuori forma. La prestazione sugli esterni di Zoppetti e di Barbagli hanno palesato ancora una volta le gravi lacune atletiche di questi giocatori, alle quali si accompagnano le solite disattenzioni tattiche dei centrali Cudini e Pagani. Mezavilla, spaesato e fuori luogo, non è minimamente in grado di sostituire lo squalificato Gatti. Ercolano prosegue nel suo stato di immobilità e non pare ancora aver perso il peso necessario per reggere i novanta minuti. Sarri lo lascia inspiegabilmente in campo per lunghissimo tempo, malgrado tutto, a fianco di un Mazzeo ancora a segno, ma sempre a suggello di iniziative o spunti individuali.
La realtà è che questa squadra non ha ancora ingranato nulla, ed il 3-0 con il Taranto sembra sempre più frutto di uno sporadico exploit dell’attaccante campano, e di una giornata storta per i rossoblu, che la risultante di un insieme di fattori tipici di una grande squadra.
Possiamo essere soddisfatti ed emozionati a fine gara, perché finalmente abbiamo visto un gran bel gioco, la fluidità nella manovra e le sovrapposizioni più interessanti: ovviamente, si tratta del Foggia. Sicuri che la ritroveremo in alto (se non al primo posto) a fine campionato, siamo sempre più consapevoli dei pesantissimi limiti di questo Perugia che finalmente Sarri potrebbe persino pensare di far giocare con un assetto differente, stante almeno pr il momento l’impossibilità a muoversi sul mercato.
Una difesa a tre sarebbe la soluzione migliore in questo momento, affinchè certe leggerezze e certe impreparazioni sulle fasce vengano eliminate. Il buono stato di Passiglia e di Cutolo, oltre che le potenzialità che De Giorgio potrebbe esprimere da mezzala, e l’importante supervisione che Gatti può dare, davanti alla retroguardia, senza dimenticare l’abbondanza in panchina (Boldrini e Goretti su tutti), permetterebbero di ipotizzare un centrocampo a cinque, oppure a quattro con un trequartista alle spalle delle punte. Per di più credo che un Campagnacci sicuramente scalpitante in questo momento sia meglio di un Ercolano inutile ed affaticato là davanti.
Insomma, le soluzioni ci sono: basta scegliere. Attendere ancora, sarebbe un suicidio. Abbiamo visto quali sono le squadre che possono puntare in alto e in che modo sono in grado di sfoggiare il loro potenziale: noi per il momento non potremmo mai reggere il confronto sia tattico sia fisico con nessuna di queste. È ora di lavorare bene e con continuità. Questa città è stufa, molto stufa di essere presa in giro.

Andrea Fais - www.tifogrifo.com


facebook

sfoglia    ottobre        dicembre

Cerca, Rss, Atom e Counter
Ricerca personalizzata
Blog letto 11512713 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0   Feed ATOM di questo blog  Atom


Link
A
ac-perugia.com
acmonzabrianza.it
acspezia.com
agenfax.it
alessandriacalcio.it
allvideo
amarantomagazine.it
arezzonotizie.it
asandriabat.it
B
beneventocalcio.it
bettiamo.net
blog.football.it
blunote.it
bondolasmarsa
br73.net Pistoia
bustocco.it
C
calciatori.com
calciocampano2009
calciocomo190
calciofoggia.it
calcioland.forumfree
calciomatto
calciomercato.com
calcionapoletano
calciopiu.net
calciopress.net
calcioscommesse.myblog.it
calcioseriec.blogspot.com
calciotoscano.it
cavese
cavanotizie.it
click4soccer.com
coni.it
corrierediarezzo.it
corrieredicomo.it
cremonaweb.it
D
datasport.it
diretta.it
direttagol.it
E
e-cremonaweb.it
esperiaviareggio.it
eurosport.yahoo.com
F
fccrotone.blogspot.com
febbrea90.com
figc.it
foggiacalciomania.com
foggialandia.it
foggiaweb.it
folignocalcio.com
folignocalcio.it
forzacavese.net
forzalucchese.net
forzanovara.net
forzapescara.com
forzaspal
G
gazzettalucchese.it
goal.com
H
hellastory.net
hellasverona.it
hellasweb.it
I
ilgrecale.it
ilpallonaro.com
ilquotidianodellabasilicata.it
ilquotidianodellacalabria.it
ilsatanello.it
ioamoilcalcio.myblog.it
infobetting.com
italiadelcalcio.it
L
la_c1.ilcannocchiale.it
lanciano.it
larena.it
leccosportweb.it
lega-calcio.it
lega-calcio-serie-c.it
legaproprimadivisione
leggonline.it
livescore.com
Live score
loschermo.it
lospallino.com
lostregone.net
lumezzanecalcio.it
M
madeinandria.it
mondorossoblu.it
N-O
noitv.it
P
paganese.it
paganesecalcio.com
pescaracalcio.com
portogruarosummaga.it
primadanoi.it
primadivisionew
primadivisione
pronostici1x2
pronostici serie A
prosestonews
Q
qn.quotidiano.net
R
radioemme.it
raisport.rai.it
ravennanotizie.it
realsports.it
reggianacalcio.it
reggianasupporters.it
resport.it
riminicalcio.com
S
salernonotizie.it
sanniocalcio.it
scommesse.betfair.it
seriec1.ilcannocchiale.it
seriec1.wordpress.com
soccerpuglia.it
socialcalcio.com
solocalcio.com
solopescara.com
sorrentocalcio.com
sportal.it
sportcity-ricio
sportedintorni.blogspot.com
sporterni.it
sportevai.it
sportitalia.com
sportoggi.com
sportpeople.net
sportvintage.blogspot.com
ssjuvestabia.it
sslanciano.it
stabia1907.it
stabiachannel.it
stampasud.it
T
tarantosera.com
tarantosupporters.com
teleradioerre.it
ternanacalcio.com
terninrete.it
terzaserie.myblog.it
tifo-e-amicizia.it
tifogrifo.com
tifosigallipoli
tifosiportogruaro
tuttalac.it
tuttocalciatori.net
tuttocalcio.it
tuttolegapro.com
tuttomercatoweb.com
tuttosport.com
tuttosporttaranto
tvgratisnet.iobloggo.com
tvoggisalerno.it
U
ultrassamb
uscremonese.it
usfoggia.it
V
varese1910.it
varesenews.it
vascellocr.it
vastocalcio
viaroma100.net
virtuslanciano
Z
zonacalcio.it

Siti rimossi

Gossip&sport

Cinema italiano
cinemaitaliano.info
trovacinema.repubblica.it
Nuovi
bg vs fq pr dago
notiziariocalcio
ilnuovocorriere
asgubbio1910
forzanocerina
piacenzacalcio
triestinacalcio
comunicatemi
chi ho dimenticato
e sarà inserito,
o rimosso per chi vuol essere cancellato

....ed è naturalmente gradito
un link a questo blog
nei vostri siti o blog
grazie



Meteo











 
 
fai.informazione.it Wikio - Top dei blog Wikio - Top dei blog Add to Google intopic.it Blog360gradi - 

L’aggregatore di notizie a 360°  provenienti dal mondo dei blog! who's online Sito ottimizzato con 

TuttoWebMaster TOP 100 

SOCCER SITES TopSportSites.com :: A 

Sports Discussion Community Top Italia Registra 

il tuo sito nei motori di ricerca liquida.it social network Notizie, immagini e video dai blog italiani su Liquida top 100 sports sites My BlogCatalog 

BlogRank urltrends reports BlogNews Questo Blog e' 

Strabello! e il tuo?

Cynegi Network
linkto.org

  Powered by  MyPagerank.Net
 

seriec1

↑ Grab this Headline Animator

  View blog authority
   
 


blinko jonny groove
rcsmobile belen

lastminute
musicbox

edreams

better
blinko grandi sorelle


Rubbrica telefonica


Elenco per nome


Elenco per ruolo