235 Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio Taranto - Lanciano 3-0 | seriec1 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

logo di seriec1.ilcannocchiale.it rassegna stampa della lega pro prima divisione
Blog letto 11512766 volte












div>

Tim Cup 2009/2010, Risultati completi,
Tabellone, Regolamento

Coppa Italia 2009/2010
Risultati e Calendario
Siti Ufficiali


prima pagina della Gazzetta dello Sport

prima pagina del Corriere dello Sport

prima pagina di Tuttosport

il cirotano



Verdetti 2010-2011
Retrocesse dalla serie B
Frosinone Portogruaro
Triestina Piacenza
Promosse dalla 2a Div
Tritium Carpi
Latina FeralpiSalò
Carrarese Trapani
Retrocesse in 2a Div
Paganese Cavese
Monza Sudtirol
Ternana Cosenza
Promosse in serie B
Gubbio Nocerina
H.Verona Juve Stabia


Supercoppa 2010-2011
22 - 26 maggio
Gubbio Nocerina 1 - 1
Nocerina Gubbio 0 - 1
Vincente: Nocerina


Play Off Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Verona Sorrento 2 - 0
Salernitana Alessandria 1 - 1
Girone "B"
Juve Stabia Benevento 1 - 0
Taranto A. Roma 0 - 1
5 giugno 2011
Girone "A"
Sorrento Verona 1 - 1
Alessandria Salernitana 1 - 3
Girone "B"
Benevento Juve Stabia 1 - 1
A. Roma Taranto 2 - 3
Finali Play Off 2011
Andata 12 giugno
Verona Salernitana 2 - 0
Juve Stabia A. Roma 0 - 0
Ritorno 19 giugno
Salernitana Verona 1 - 0
A. Roma Juve Stabia 0 - 2


Play Out Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Sudtirol Ravenna 1 - 0
Monza Pergocrema 1 - 0
Girone "B"
Viareggio Cosenza 3 - 1
Foligno Ternana 1 - 0
5 giugno 2011
Girone "A"
Ravenna Sudtirol 2 - 1
Pergocrema Monza 1 - 0
Girone "B"
Cosenza Viareggio 0 - 1
Ternana Foligno 1 - 1


Lega Pro 1a Div - Girone A
10a giornata - 25 ott 09
Alessandria Viareggio 0 - 0
Como Arezzo 0 - 0
Classifica - 10a giornata
 1  Novara 24   
 2  Cremonese 22

Serie C1 Rassegna Web Prima Divisione Lega Pro





































sfoglia    ottobre        dicembre


17 novembre 2008

Taranto - Lanciano 3-0

fonte: tarantosport.net

Taranto: Barasso (7’ st Faraon), D’Alterio, Migliaccio, Pastore, Di Bari; Cazzola, Giorgino, Shala (22’ st Sciaudone), Micco; Dionigi, Marolda (16’ st Caturano). A disp.: Pastore, Cesareo, Carrozza, Barrios. All.: Dellisanti.
Virtus Lanciano: Aridità, Bolic, Oshadogan, Daleno; Marangon (10’ st Colussi), Cossu (24’ st Amenta), Mazzetto (32’ st Alfageme), Mammarella; Margarita, Morante, Turchi. A disp.: Bordeanu, Erba, Volpe, Pagliarini. All.: Di Francesco.
Arbitro: Russo di Milano (ass.: Arciero di Cassino e Occhinegro di Roma).
Reti: 47’ pt Dionigi, 35’ st Di Bari, 46’ st Caturano
Note – Partita giocata a porte chiuse. Ammoniti: al 9’ pt Prosperi per gioco falloso, al 22’ Oshadogan per gioco falloso, al 34’ Daleno per gioco falloso, al 39’ Shala per gioco falloso, al 40’ st Amenta per gioco falloso. Corner: (4-1). Recuperi: 2’ pt e 5’ st.

  Prima o poi doveva accadere e la vittoria del Taranto sul Lanciano è ineccepibile: tre reti che sono il sunto di una gara giudiziosa, forse un po’ timorosa all’inizio, ma è il gol di Dionigi che schiude il risultato e poi i due successivi sono un pronto riscatto. Prima vittoria interna, ma con i frentani era necessario vincere e sarebbe stato un dramma se non avesse conquistato i tre punti, considerata la consistenza tra le due formazioni. Questa volta non ci sono dubbi e tre gol sono il quadro dei valori espressi in campo, ma l’auspicio è che sia una nuova partenza verso posizioni migliori in classifica. Vittoria provvidenziale: senza sarebbe stato un abisso, ma occorre continuità, ancora, ed allora si va verso il derby col Foggia allo “Iacovone”.
 
La prima occasione è per il Lanciano: Turchi scende sull’out sinistro dell’area e conclude, ma Barasso fa buona guardia a terra. Il Taranto, fin qui sulle sue, replica con Cazzola al 5’: scende e punta la porta, poi lascia partire un destro che attraversa lo specchio ed esce di poco fuori, senza che alcuno riesca ad intervenire. La squadra di Dellisanti è con l’annunciato 4-4-2 e con la sorpresa Pastore in panchina, mentre il rimaneggiato Lanciano è schierato da Di Francesco con il 3-4-3. Al 12’ Cazzola crossa dalla destra e Aridità è costretto a smanacciare in tuffo. Al 18’ Dionigi spreca un’ottima chance: Micco crossa in area e lui è libero da marcature, ma il suo piatto destro, piuttosto centrale, è alzato sopra la traversa dal portiere avversario. Al 22’ anche Micco prova a segnare: calcia una punizione di sinistro che scavalca la barriera, ma Aridità è attento.

  Dopo un brevissimo frangente iniziale degli avversari, il Taranto prende le misure e cerca di insidiare la retroguardia frentana, ma lo fa blandamente e senza la necessaria decisione. Il Lanciano  non sembra granché, ma al 29’ impegna Barasso con una presa a terra su punizione di Mammarella. I rossoblù spesso spingono in avanti, specie sulle fasce e sulla sinistra soprattutto, ma i rossoneri si difendono benino ed i padroni di casa, che cercano varchi, vedono respinte le proprie iniziative. A centrocampo Giorgino e Shala suggeriscono e Marolda e Dionigi in avanti cercano le triangolazioni, ma manca l’idea vincente. La difesa non è molto impegnata e se la sbriga con attenzione: il Lanciano fa poco. Anzi, al 43’ Turchi crossa bene ad effetto dalla destra ed al centro dell’area è tempestivo Migliaccio a liberare. Al 47’ quasi a sorpresa il Taranto va in vantaggio: Shala si libera bene sulla sinistra di due avversari e crossa perfettamente in area, dove è appostato Dionigi che di sinistro e al volo gira e sbatte la sfera in porta con Aridità che non può nulla. Gol spettacolare.

  Il Taranto al 3’ della ripresa va vicino al raddoppio: al limite dell’area dopo una ripartenza Giorgino libera Marolda davanti al portiere, ma è fermato da un fuorigioco molto dubbio e peraltro aveva sbagliato la conclusione. Barasso si infortuna ed entra Faraon. Il Taranto è più libero di agire e difatti al 12’ Dionigi sfiora la seconda marcatura: scende Cazzola che “scarica” per D’Alterio sulla destra, il suo cross è preda del centravanti che prontamente tira, ma D’Aridità devia in angolo il tiro pericoloso. Entra Caturano al posto di Marolda. Al 20’ Bolic anticipa di un soffio in area Dionigi, ben imbeccato dalla destra da Cazzola. Ma il Lanciano sfiora il pareggio: al 21’ Turchi spara da lontano e Faraon tocca appena per deviare in corner. Pericolo scampato.

  Ma il Taranto torna a presidiare la metà campo avversaria con continuità ed al 26’ Micco spreca una buona occasione: il tiro, rimbalzato, è bloccato da Aridità. Al 28’ ancora vicini al raddoppio: Cazzola punta l’area e tira di esterno destro, ma il pallone finisce sul palo con l’estremo abruzzese in tuffo. La seconda rete arriva al 35’: Cazzola batte un angolo e Micco va alla conclusione, tiro respinto e raccoglie lo stesso Micco che scende sulla sinistra dell’area, il suo cross è perfetto e lo raccoglie di testa a pochi passi Di Bari che insacca. Il Lanciano prova almeno ad accorciare le distanze, ma sono tentativi velleitari, mentre il Taranto ora cerca il tris, ora cerca di non farsi comprimere. E giunge anche il terzo gol: Giorgino conquista pallone e lancia Dionigi che parte dalla propria metà, punta la porta avversaria tutto solo ma è raggiunto da un avversario, prova il tiro, ma la sfera giunge a Giorgino che crossa in area e per Caturano è un gioco da ragazzi appoggiare in porta.


                                               Carlo Greco

Taranto, Dellisanti: "E' questo il Taranto che voglio"

Il tecnico rossoblu Franco Dellisanti è raggiante. I ragazzi hanno finalmente ritrovato quella vittoria che mancava da un mese e che, tra le altre cose, tra le mura amiche mai era arrivata nel corso di questa stagione. Dispensa elogi per tutti, Dellisanti, per una squadra che ha saputo tenere costantemente in mano il pallino del gioco, centrando una vittoria importante, perchè servirà probabilmente a dare un calcio definitivo alla crisi: <<Ci voleva, abbiamo fatto un grande risultato ed una grande prestazione. Una gara davvero da incorniciare, perchè oggi ho visto delle trame di gioco molto ma molto buone. E questo grazie anche alla partecipazione alla fase offensiva di tutti, soprattutto degli esterni, perchè in fase di possesso palla abbiamo creato la superiorità numerica attraverso l'inserimento dei terzini che si sono appoggiati molto ai centrocampisti più alti. Quindi la conseguenza è stata un'azione offensiva molto fluida. Il Taranto sotto questo aspetto oggi è soltanto da elogiare, questi ragazzi se lo meritano. Una prestazione che mi lascia veramente soddisfatto, perchè oltretutto il Lanciano non ci ha mai impensierito in fase di non possesso palla, oltre alla già citata fase di possesso che è quasi sempre stata nelle nostre mani. Una vittoria che arriva al momento giusto, perchè dopo tante settimane vissute in un clima teso, una vittoria è quello che serviva>>. Tra i più positivi in campo, Shala e Di Bari (quest'ultimo autore del gol del 2-0). Il tecnico sangiorgese è sì contento della prestazione dei due ragazzi, ma il suo pensiero è rivolto al gruppo, che ha saputo interpretare al meglio le indicazioni del tecnico: <<Shala e Di Bari hanno fatto una grossa partita, ma voglio sottolineare il lavoro di tutta la squadra, che ha fatto un lavoro egregio muovendosi molto bene: i ragazzi hanno ristretto gli spazi, hanno pressato gli avversari con i tempi giusti, hanno riconquistato palla e ripartiti continuamente, chi aveva la palla aveva sempre alternative a cui passarla. Al contrario di altre volte poi, i nostri difensori centrali oggi non hanno mai buttato la palla lunga, proprio perchè c'era questo smarcamento che garantiva subito gli appoggi per poterla giocare. Abbiamo sfruttato molto bene le fasce laterali ed il centro>>. Non è certo passata inosservata l'assenza di capitan Pastore, lasciato inaspettatamente in panchina per far posto proprio a Di Bari, con Prosperi dirottato al centro della difesa. Dellisanti spiega le motivazioni di questa scelta, ponderata: <<Con Pastore abbiamo concordato che era meglio un periodo di pausa, una pausa di riflessione. Però voglio rivolgergli un elogio pubblico, perchè ha contribuito moltissimo alla vittoria, perchè dalla panchina ha incoraggiato i compagni e dato suggerimenti, chiaramente sempre sotto le mie direttive, perchè i ragazzi ragionano e agiscono secondo i miei dettami. Nessuno deve prendere iniziative personali. Pastore aveva bisogno di questa pausa di riflessione e non c'è stato nessun problema, l'ha presa in tutta serenità e in maniera tranquilla>>.

Un Taranto che ha finalmente giocato in scioltezza, senza timori e senza remore. Segno che quando non ci sono nubi a turbare la mente, tutto viene più facile: <<Chiaramente quando c'è la testa libera tutte le situazioni di gioco vengono sviluppate molto meglio. Con la mente occupata da altri pensieri invece diventa tutto più difficile. Oggi la squadra era libera mentalmente ed ha sviluppato una gran mole di gioco. Ma non è stato casuale, perchè c'è sotto tutto un lavoro svolto in precedenza che non è venuto fuori tutto questo tempo per qualche motivo. Però oggi eravamo tranquilli e sereni ed abbiamo disputato questa grossa prestazione>>. Il tecnico di San Giorgio Jonico, proietta l'attenzione al prossimo, delicato match che attende i rossoblu. Il derby con il Foggia: <<Il Foggia fino ad ora ha disputato un grosso campionato ed è secondo me una delle squadre rivelazione. Però, come ho sempre detto anche nel momento in cui il Taranto perdeva, i miei ragazzi possono giocarsela e vincere contro chiunque. Questa squadra non può assolutamente avere alcun timore reverenziale nei confronti di nessuno. Il Taranto, se gioca come sà, può vincere tranquillamente contro qualsiasi squadra>>. <<Se c'è una partecipazione offensiva anche da chi parte da dietro, si rischia molto di meno. Questo è il mio pensiero. Perchè è chiaro che avendo il possesso palla l'avversario non può rendersi pericoloso>>. La vittoria odierna servirà a mettere alle spalle una volta per tutte il periodo nero, ma guai ad avere cali di concentrazione, adesso bisogna continuare su questa strada: <<Ora metteremo da parte questa partita e da martedi inizieremo a preparare in maniera tranquilla la sfida di domenica prossima con il Foggia, una gara molto importante. Questa vittoria comunque serve per tranquillizzare gli animi ed aiuta a ricompattare l'ambiente, che è una cosa molto utile in questi casi. Spero dunque che questo avvenga, anche se sono convinto che ci sono tutti i presupposti affinchè tutte le componenti per disputare un buon campionato si riavvicinino>>.

Dellisanti esprime poi alcune considerazioni sulle prestazioni di Prosperi e Micco, anch'essi tra i più positivi quest'oggi: <<Ho sempre considerato Prosperi un difensore centrale. Ma al giorno d'oggi la polivalenza ha nel calcio un ruolo fondamentale e bisogna sapersi adattare a tutto, sia dal punto di vista tattico che da quello individuale. Per quanto riguarda Micco, ero convinto che prima o dopo avrebbe fornito questo genere di prestazioni, perchè il ragazzo è un elemento importante che era però giunto a Taranto senza svolgere la preparazione. Quindi era evidente che prima o poi sarebbe dovuto venir fuori tutto il suo valore>>. In chiusura, il trainer rossoblu vede nella giornata odierna, la giornata della svolta. Questo il suo pensiero sull'importanza del successo sui frentani: <<Se riusciamo, cosa che secondo me abbiamo già fatto, a ricompattare tutto e giochiamo con questo atteggiamento e con questa mentalità, evitando cali di attenzione e concentrazione, credo che questa partita si rivelerà fondamentale e possa segnare il punto della svolta>>.

Gabriele Russano

Virtus Lanciano, Di Francesco: "Mai stati in partita"

E' arrabbiatissimo il tecnico della Virtus Lanciano Eusebio Di Francesco. Una squadra senza mordente e che ha lasciato costantemente campo all'avversario, non rendendosi mai pericolosa nella metà campo rossoblu. In sostanza è questo il pensiero sui suoi ragazzi dell'ex centrocampista di Roma e Piacenza, attuale allenatore dei rossoneri: <<Eravamo una squadra che fino a poco tempo fa prendeva pochi gol e ne faceva pochi. Ora invece la tendenza si è invertita per quel che riguarda i gol subiti, specialmente in trasferta. In tre partite abbiamo preso undici gol, ma analizzo la gara di oggi: a differenza delle altre gare alla mia squadra è mancata l'aggressività e la voglia di riprendere questa partita. La volontà da parte dei miei giocatori. Sono molto amareggiato e deluso per questo, anche perchè nonostante il primo gol sia avvenuto nei minuti di recupero del primo tempo a causa di una disattenzione dei miei giocatori, ci sono state altre situazioni in cui bisognava intervenire meglio in fase difensiva. Non si può dare certe possibilità al Taranto che è una squadra che ti punisce se le lasci campo. Non siamo mai stati in partita secondo me>>. Il tecnico dei frentani spiega anche la scelta, quasi obbligata, di modificare il modulo di gioco rispetto alle ultime uscite. Ma poi è un fiume in piena nello sfogare tutta la sua rabbia e la sua delusione per una prestazione ingiudicabile da parte della sua squadra: <<Avevo i due trezini destri indisponibili: uno infortunato e l'altro squalificato. Quindi ho dovuto cambiare qualcosa anche per dare maggior copertura alla fase difensiva ed era andata bene fino alla fine del primo tempo, in cui avevamo rischiato relativamente solo su qualche incursione di Cazzola. Per il resto abbiamo creato qualcosina, ma non siamo mai stati realmente incisivi come accaduto nelle precedenti partite, in cui abbiamo creato minimo sette o otto palle gol. Sono molto amareggiato dunque, ripeto. Non mi rispecchio in questa squadra. Non mi ci vedo nella maniera più assoluta. Ed è la mia più grande delusione in questo momento. Però io vado sempre avanti perchè non mollo e cercherò di dare sempre il meglio di me stesso come ho fatto fino ad ora. Ovviamente, certi risultati non ripagano tutto ciò che tu vedi fare in settimana. Perchè io in settimana ho visto un'altra squadra, e mi sembra vada meglio quella squadra che quella della domenica. Eppure i ragazzi sono gli stessi. A me non piace questo atteggiamento da parte della squadra, ma mi rendo conto che forse certe mie aspettative che faccio presente ai ragazzi in settimana vengono rimarcate in maniera negativa la domenica>>.

Non riesce a darsi pace, Di Francesco. Secondo il suo punto di vista infatti, il Lanciano oggi non è sceso in campo convinto di cercare un risultato positivo: <<Io penso che nelle altre partite la squadra voleva il risultato, in questa partita non è stato così. E questo non lo accetto e non lo posso accettare, perchè io cerco di caricare la squadra per una partita ovunque si giochi, porte chiuse o aperte che siano. Quello che conta per me è il campo>>. Nonostante tutto, c'è anche spazio per un giudizio sul Taranto: <<Il Taranto oggi l'ho visto bene rispetto alle partite che avevo visto in tv. Ho visto una squadra che voleva questo risultato, una squadra cattiva, aggressiva, determinata, come forse lo siamo stati anche noi ma in altre partite>>. Per i rossoblu è arrivata la prima vittoria interna, ed ecco che Di Francesco, ha un altro motivo per prendersela con i suoi ragazzi: <<Aspettavano proprio noi per conquistare la prima vittoria interna. I predestinati di turno siamo. Anche per questo mi fa rabbia la sconfitta. Il calcio del resto è fatto anche di situazioni e di numeri: a Crotone ci sono state certe situazioni, oggi invece c'è stata la netta superiorità della squadra avversaria. Ammetto infatti che il Taranto ha meritato la vittoria e analizzare una partita dove la mia squadra non è praticamente mai scesa in campo mi è impossibile, per questo non ho altro da aggiungere>>.

G.R


Taranto, Dionigi: "Siamo stati perfetti"

Davide Dionigi. Davide Dionigi è felicissimo per il quarto gol messo a segno in questo campionato, e svela un particolare circa l'esultanza in occasione della rete del vantaggio jonico: <<Ho chiesto all'arbitro se si poteva alzare a metà la maglietta senza togliermela in caso di eslutanza. Mi ha detto che lo potevo fare e l'ho fatto. Ho trovato questo escamotage, non c'è nessuna controindicazione, l'ammonizione non l'ho presa e io sono contento perchè ho esultato alla mia maniera>>. Il bomber di Modena però, ha qualche sassolino nella scarpa che desidera togliersi, per alcune "precisazioni" fatte in settimana sulla sua presunta astinenza da gol: <<Mi è dispiaciuto in settimana sentire qualcuno puntualizzare che era dal 5 ottobre che non segnavo. Perchè bisogna tenere presente che due partite dopo quella data non le ho giocate, ho giocato solo contro il Crotone e a Pistoia: con il Crotone mi ha fatto quattro parate il portiere e a Pistoia non sono riuscito a trovare il gol. Quindi visto che piace puntualizzare lo faccio anche io, erano solo due partite che non segnavo. Vedo che nel calcio basta poco per perdere la fiducia in una persona. Io però faccio il mio lavoro, vado avanti e mi alleno facendo tanti sacrifici, perchè sono pur sempre reduce da un brutto infortunio. C'è gente che dopo essersi rotta il crociato ancora non è tornata a giocare, mentre io bene o male ho totalizzato sei o sette presenze realizzando anche quattro gol. Per cui sono contento, oltre che per le marcature, anche per le prestazioni fatte>>. Poi però l'ex Napoli e Sampdoria lascia spazio all'entusiasmo e commenta la prestazione della squadra: <<Credo che il Taranto di oggi è stato perfetto sia in fase offensiva, dove ultimamente dal punto di vista della concretizzazione avevamo lasciato un pò a desiderare, che in fase difensiva. Tutto ha funzionato: centrocampo, difesa e attacco. E' stato però molto importante anche trovare il gol del 2-0, perchè in altre occasioni proprio la mancanza del gol del raddoppio non ci aveva consentito di chiudere la partita. Oggi però ci siamo riusciti, tutto è girato per il meglio. E' stata una bella giornata e sono molto contento perchè venivamo da un periodo particolare>>. Dionigi, proseugendo, ha una dedica speciale da rivolgere al figlioletto Francesco, cui appunto dedica la rete messa a segno questo pomeriggio: <<Se mi consentite, devo ancora dedicare un gol al piccolino che è nato, si chiama Francesco ed ha un anno e cinque mesi. E' la prima volta, dovevo ancora farlo e oggi ne ho avuto l'occasione>>. Infine, dopo la bufera di due settimane fa, ecco l'analisi di Dionigi sui due diversi tipi di reazione del Taranto, domenica scorsa a Pistoia ed oggi contro la Virtus Lanciano: <<A Pistoia c'è stata la reazione dei nervi, per cui è normale che sarebbe stato difficioe giocare e non abbiamo giocato bene. Oggi invece c'è stata una reazione diversa, una reazione in cui abbiamo espresso tutto ciò che sappiamo fare e che abbiamo provato fino ad ora. Questa è una squadra che ha ottimi valori morali a livello di gruppo. Su questo non ho mai avuto dubbi, ma è un fattore che ho potuto constatare a Taranto negli ultimi due anni, cioè da quando sono arrivato>>.

Vito Di Bari. Estremamente contento anche il difensore Vito Di Bari, alla sua prima marcatura in maglia rossoblu, dopo quella "nulla" della famosa partia Taranto-Massese dello scorso campionato: <<Sono molto contento per il gol, anche perchè questa è stata la mia prima presenza in campionato se si escludono alcuni spezzoni di partita>>. Il difensore tranese è stato impiegato oggi nel ruolo occupato fino a domenica scorsa da Prosperi, dirottato oggi al centro della difesa. Di Bari pertanto spiega le differenze tra lui ed il compagno di reparto: <<Io e Prosperi abbiamo caratteristiche diverse: lui è più difensore, mentre a me piace più propormi in avanti, spingere e tentare le sortite offensive. Però io non ho mai fatto polemiche quando non scendevo in campo, ho sempre continuato ad impegnarmi e dare il massimo per farmi trovare nel momento in cui sarei stato chiamato in causa>>. L'ex Verona però ci tiene a rivolgere un pensiero ai compagni: <<Sinceramente non ho mai giocato in un gruppo così eccezionale, perchè nonostante i tanti problemi, come ad esempio gli episodi di due settimane fa, abbiamo dimostrato di essere un gruppo forte, solido e compatto. Ci aiutiamo tra di noi su tutto, dalla minima cosa, e continuiamo ad allenarci al massimo e a divertirci nonostante i problemi. E forse la vittoria di oggi è l'emblema della nostra forza. Il nostro merito è quello di reagire ai problemi. Forse con un altro gruppo non so se sarebbe arrivato il pareggio a Pistoia e la vittoria oggi>>. Di Bari fa poi un passo indietro e ritorna ad un anno fa, quando nel mercato di gennaio fu costretto ad andare a Verona. Un'esperienza positiva però, che gli ha dato la giusta carica per tornare in rossoblu con nuovi stimoli e motivazioni: <<Lo scorso anno mi è molto dispiaciuto dover andare via, anche perchè non me lo aspettavo. Però i cinque mesi che ho vissuto a Verona sono stati molto importanti per me perchè ho realizzato due gol ed ho giocato in una piazza importante in cui eravamo ultimi e ci siamo salvati. E tutto questo mi ha dato la giusta carica per tornare a Taranto e dare il mio contributo. Purtroppo fino ad oggi ho giocato poco, ma è l'allenatore che decide, io non ho mai fatto polemica e spero di aver dimostrato oggi in campo tutto l'impegno che ho profuso in allenamento in questi mesi. Certo è che continuerò sempre ad allenarmi al massimo delle mie possibilità, non sono un tipo che fa polemica e proseguirò su questa strada cercando di sfruttare ogni opportunità che mi verrà concessa>>. Anche lui, come Dionigi, ha da esprimere una dedica per il gol realizzato oggi: <<A parte il calcio, questi sono stati mesi difficili anche dal punto di vista personale. Quindi è un gol che voglio dedicare a me stesso e alla mia famiglia che mi è stata molto vicina in questi mesi. Oggi è arrivata questa rete e sono davvero contento>>. Chiusura sul derby con il Foggia in programma domenica, una gara sempre particolare: <<Il derby è sempre bello, figuriamoci un derby pugliese per me che sono di questa splendida regione. Taranto e Foggia oltretutto sono due piazze calde e giocare con il pubblico sarebbe stato bellissimo. Purtroppo però non potrà essere così e quindi dobbiamo trovare altre motivazioni come abbiamo fatto oggi, trovarle tra di noi. Dovremo essere concentrati e mostrare quella voglia che lo facciamo per noi stessi, perchè questo in fondo è il nostro lavoro>>.

Gabriele Russano



facebook

sfoglia    ottobre        dicembre

Cerca, Rss, Atom e Counter
Ricerca personalizzata
Blog letto 11512766 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0   Feed ATOM di questo blog  Atom


Link
A
ac-perugia.com
acmonzabrianza.it
acspezia.com
agenfax.it
alessandriacalcio.it
allvideo
amarantomagazine.it
arezzonotizie.it
asandriabat.it
B
beneventocalcio.it
bettiamo.net
blog.football.it
blunote.it
bondolasmarsa
br73.net Pistoia
bustocco.it
C
calciatori.com
calciocampano2009
calciocomo190
calciofoggia.it
calcioland.forumfree
calciomatto
calciomercato.com
calcionapoletano
calciopiu.net
calciopress.net
calcioscommesse.myblog.it
calcioseriec.blogspot.com
calciotoscano.it
cavese
cavanotizie.it
click4soccer.com
coni.it
corrierediarezzo.it
corrieredicomo.it
cremonaweb.it
D
datasport.it
diretta.it
direttagol.it
E
e-cremonaweb.it
esperiaviareggio.it
eurosport.yahoo.com
F
fccrotone.blogspot.com
febbrea90.com
figc.it
foggiacalciomania.com
foggialandia.it
foggiaweb.it
folignocalcio.com
folignocalcio.it
forzacavese.net
forzalucchese.net
forzanovara.net
forzapescara.com
forzaspal
G
gazzettalucchese.it
goal.com
H
hellastory.net
hellasverona.it
hellasweb.it
I
ilgrecale.it
ilpallonaro.com
ilquotidianodellabasilicata.it
ilquotidianodellacalabria.it
ilsatanello.it
ioamoilcalcio.myblog.it
infobetting.com
italiadelcalcio.it
L
la_c1.ilcannocchiale.it
lanciano.it
larena.it
leccosportweb.it
lega-calcio.it
lega-calcio-serie-c.it
legaproprimadivisione
leggonline.it
livescore.com
Live score
loschermo.it
lospallino.com
lostregone.net
lumezzanecalcio.it
M
madeinandria.it
mondorossoblu.it
N-O
noitv.it
P
paganese.it
paganesecalcio.com
pescaracalcio.com
portogruarosummaga.it
primadanoi.it
primadivisionew
primadivisione
pronostici1x2
pronostici serie A
prosestonews
Q
qn.quotidiano.net
R
radioemme.it
raisport.rai.it
ravennanotizie.it
realsports.it
reggianacalcio.it
reggianasupporters.it
resport.it
riminicalcio.com
S
salernonotizie.it
sanniocalcio.it
scommesse.betfair.it
seriec1.ilcannocchiale.it
seriec1.wordpress.com
soccerpuglia.it
socialcalcio.com
solocalcio.com
solopescara.com
sorrentocalcio.com
sportal.it
sportcity-ricio
sportedintorni.blogspot.com
sporterni.it
sportevai.it
sportitalia.com
sportoggi.com
sportpeople.net
sportvintage.blogspot.com
ssjuvestabia.it
sslanciano.it
stabia1907.it
stabiachannel.it
stampasud.it
T
tarantosera.com
tarantosupporters.com
teleradioerre.it
ternanacalcio.com
terninrete.it
terzaserie.myblog.it
tifo-e-amicizia.it
tifogrifo.com
tifosigallipoli
tifosiportogruaro
tuttalac.it
tuttocalciatori.net
tuttocalcio.it
tuttolegapro.com
tuttomercatoweb.com
tuttosport.com
tuttosporttaranto
tvgratisnet.iobloggo.com
tvoggisalerno.it
U
ultrassamb
uscremonese.it
usfoggia.it
V
varese1910.it
varesenews.it
vascellocr.it
vastocalcio
viaroma100.net
virtuslanciano
Z
zonacalcio.it

Siti rimossi

Gossip&sport

Cinema italiano
cinemaitaliano.info
trovacinema.repubblica.it
Nuovi
bg vs fq pr dago
notiziariocalcio
ilnuovocorriere
asgubbio1910
forzanocerina
piacenzacalcio
triestinacalcio
comunicatemi
chi ho dimenticato
e sarà inserito,
o rimosso per chi vuol essere cancellato

....ed è naturalmente gradito
un link a questo blog
nei vostri siti o blog
grazie



Meteo











 
 
fai.informazione.it Wikio - Top dei blog Wikio - Top dei blog Add to Google intopic.it Blog360gradi - 

L’aggregatore di notizie a 360°  provenienti dal mondo dei blog! who's online Sito ottimizzato con 

TuttoWebMaster TOP 100 

SOCCER SITES TopSportSites.com :: A 

Sports Discussion Community Top Italia Registra 

il tuo sito nei motori di ricerca liquida.it social network Notizie, immagini e video dai blog italiani su Liquida top 100 sports sites My BlogCatalog 

BlogRank urltrends reports BlogNews Questo Blog e' 

Strabello! e il tuo?

Cynegi Network
linkto.org

  Powered by  MyPagerank.Net
 

seriec1

↑ Grab this Headline Animator

  View blog authority
   
 


blinko jonny groove
rcsmobile belen

lastminute
musicbox

edreams

better
blinko grandi sorelle


Rubbrica telefonica


Elenco per nome


Elenco per ruolo