235 Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio Il Foggia si ferma in casa, uno a uno contro il Benevento | seriec1 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

logo di seriec1.ilcannocchiale.it rassegna stampa della lega pro prima divisione
Blog letto 1 volte












div>

Tim Cup 2009/2010, Risultati completi,
Tabellone, Regolamento

Coppa Italia 2009/2010
Risultati e Calendario
Siti Ufficiali


prima pagina della Gazzetta dello Sport

prima pagina del Corriere dello Sport

prima pagina di Tuttosport

il cirotano



Verdetti 2010-2011
Retrocesse dalla serie B
Frosinone Portogruaro
Triestina Piacenza
Promosse dalla 2a Div
Tritium Carpi
Latina FeralpiSalò
Carrarese Trapani
Retrocesse in 2a Div
Paganese Cavese
Monza Sudtirol
Ternana Cosenza
Promosse in serie B
Gubbio Nocerina
H.Verona Juve Stabia


Supercoppa 2010-2011
22 - 26 maggio
Gubbio Nocerina 1 - 1
Nocerina Gubbio 0 - 1
Vincente: Nocerina


Play Off Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Verona Sorrento 2 - 0
Salernitana Alessandria 1 - 1
Girone "B"
Juve Stabia Benevento 1 - 0
Taranto A. Roma 0 - 1
5 giugno 2011
Girone "A"
Sorrento Verona 1 - 1
Alessandria Salernitana 1 - 3
Girone "B"
Benevento Juve Stabia 1 - 1
A. Roma Taranto 2 - 3
Finali Play Off 2011
Andata 12 giugno
Verona Salernitana 2 - 0
Juve Stabia A. Roma 0 - 0
Ritorno 19 giugno
Salernitana Verona 1 - 0
A. Roma Juve Stabia 0 - 2


Play Out Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Sudtirol Ravenna 1 - 0
Monza Pergocrema 1 - 0
Girone "B"
Viareggio Cosenza 3 - 1
Foligno Ternana 1 - 0
5 giugno 2011
Girone "A"
Ravenna Sudtirol 2 - 1
Pergocrema Monza 1 - 0
Girone "B"
Cosenza Viareggio 0 - 1
Ternana Foligno 1 - 1


Lega Pro 1a Div - Girone A
10a giornata - 25 ott 09
Alessandria Viareggio 0 - 0
Como Arezzo 0 - 0
Classifica - 10a giornata
 1  Novara 24   
 2  Cremonese 22

Serie C1 Rassegna Web Prima Divisione Lega Pro





































sfoglia    ottobre        dicembre


17 novembre 2008

Il Foggia si ferma in casa, uno a uno contro il Benevento

fonte: foggiaweb.it

(16/11/2008)
Il Foggia interrompe la serie di vittorie consecutive allo “Zaccheria” ed ottiene un pareggio nel big-match contro il temibile Benevento. Nella sfida ai giallo-rossi rientra a centrocampo Coletti al posto di Mancino, per il resto formazione invariata. Pronti via ed al 2´ l´ennesima dormita della retroguardia rosso-nera, permette a Cattaneo di insaccare tutto solo davanti a Bremec, sugli sviluppi di un calcio d´angolo. Il Foggia accusa il colpo e fa fatica a costruire trame di gioco, in scioltezza invece il Benevento, favorito anche dall´inaspettato gol in apertura. Al 15´ i padroni di casa ci provano con Coletti dalla distanza, palla di poco alta sulla traversa. Il Benevento chiude praticamente tutti gli spazi, cercando di ripartire solo in contropiede. Al 27´ azione pericolosa del Foggia avviata da Pecchia, palla sulla fascia a Pezzella che crossa in mezzo, salva tutto Ignoffo deviando in calcio d´angolo. Al 30´ ci prova ancora Coletti e questa volta lo fa su calcio di punizione in posizione centrale da circa 35 metri, palla che sfiora l´incrocio. Gli ospiti chiusi in difesa non permettono ai satanelli di creare azioni pericolose, impossibile entrare in area e allora al 44´ Piccolo sfiora il pareggio con una gran botta in diagonale dalla distanza, devia l´estremo difensore campano. Termina il primo tempo con un Foggia praticamente imbrigliato dal Benevento, perennemente bloccato nella sua metà campo, ma comunque sempre attento a sventare qualsiasi iniziativa avversaria.
La seconda frazione si riapre con i giallo-rossi che sfiorano il raddoppio, al 46´ tiro da fuori di De Liguori, palla che sfiora il palo. Al 53´ risponde il Foggia con Pecchia, tiro debole dalla distanza, tutto facile per Gori. Al 57´ i rosso-neri vanno in rete, ma l´arbitro ferma tutto per una presunta posizione irregolare del nuovo entrato Troianiello: il napoletano era entrato in area mettendo al centro per il tutto solo Del Core, che depositava in rete a due passi dal portiere ospite. Al 65´ ancora un tiro dalla distanza, questa volta di Salgado, Del Core dal centro dell´area non riesce in scivolata a deviare in rete. Al 75´ arriva l´azione più importante del Foggia, Mancino, subentrato a D´Amico nel secondo tempo, lancia Salgado, che tutto solo s´invola verso Gori, il portiere lo stende e per l´arbitro è calcio di rigore. Lo stesso cileno s´incarica di batterlo e firma il pareggio. Sull´uno a uno il Benevento si apre, il Foggia prende coraggio e rischia di raddoppiare al 79´: ancora Salgado entra in area sulla destra, cross dal fondo ma Del Core non ci arriva. Al 88´ rispondono gli ospiti, Castaldo, subentrato a Bueno, fa partire un destro dalla distanza, Bremec devia in calcio d´angolo. La partita si fa vivace, diversi capovolgimenti di fronte danno l´impressione che entrambe le squadre cerchino la vittoria. Non succede però più nulla fino al triplice fischio, che arriva dopo tre minuti di recupero, un punto che accontenta le due formazioni.

IL TABELLINO

FOGGIA (4-3-3): Bremec, Colombaretti, Lisuzzo, Zanetti, Pezzella, Pecchia, Coletti, D´Amico (58´ Mancino), Piccolo (50´ Troianiello), Del Core (89´ Mattioli), Salgado. A disposizione: Coscia, Burzigotti, Rinaldi, Colomba, Mancino, Troianiello, Mattioli. All. Novelli

BENEVENTO (4-4-2): Gori, Cattaneo, Colombini, Landaida, Ignoffo, De Liguori, Statela, Cejas, Bueno (78´ Castaldo), Clemente (82´ Aquilanti), Tufano (45´ Cinelli). A disposizione: Corradino, Imbriani, Palermo, Cinelli, Ferraro, Aquilanti, Castaldo. All. Papagni

ARBITRO: Lupo di Matera

MARCATORI: 2´ Cattaneo, 77´ rig. Salgado

AMMONITI: Pezzella, Lisuzzo, D´Amico, Mancino (F). Gori, Ignoffo, Statella, Tufano (B).

Gian Franco lo Muzio da Foggiacalciomania


FOGGIA - FRENATA 1-1 COL BENEVENTO - Novelli senza scuse «Foggia, tanti errori» - «Ci siamo lasciati beffare dal loro gol In avanti utilizzate in ritardo le fasce»

(17/11/2008)
da di là del record storico non eguagliato (7 vittorie di fila nel 1930-31), il pareggio interno con il Benevento blocca l'ascesa in classifica del Foggia, aggrappatosi a un rigore generoso procurato e trasformato da Salgado per evitare il primo k.o. allo Zaccheria.

Errori tattici In sala stampa il tecnico Novelli critica i suoi e, di conseguenza, se stesso. «È stata una prova con parecchi aspetti negativi, figlia di una settimana in cui non abbiamo lavorato con la consueta meticolosità — dice l'allenatore rossonero —. Beccare gol dopo 3', facendosi sorprendere su uno schema avversario ben conosciuto (su un angolo, ndr), è sinonimo di scarsa attenzione. Un errore grave: così la partita si è messa subito in salita, contro una squadra forte e ben organizzata sulla difensiva ». Ma il Foggia non ha convinto neanche in fase offensiva. «Non c'erano spazi e, nel primo tempo, ci siamo intestarditi a verticalizzare. Nella ripresa è andata un po' meglio, attaccando sulle fasce. Per fortuna il cuore e il carattere ci hanno condotti al pareggio».

Autocritica A fine gara i rossoneri fanno autocritica. Il play Coletti non fa giri di parole: «Per come si era messa la partita, siamo stati bravi a recuperare. Non eravamo quelli delle precedenti gare interne, soprattutto nel primo tempo: avremmo dovuto osare molto di più. Dopo l'intervallo, invece, le cose sono andate meglio ed è arrivato almeno un punto ». Il difensore Colombaretti guarda in prospettiva: «Qualche passo falso in casa può capitare, specie contro avversari rognosi come il Benevento. Se vogliamo puntare in alto, però, la verità è che dobbiamo iniziare a cambiare passo pure in trasferta: serve qualche colpaccio, magari già dal derby di Taranto».
ROBERTO PELLEGRINI da La Gazzetta dello sport

Taranto: ''Contro il Foggia senza paura''. Ieri Shala tra i migliori

(17/11/2008)
Prima vittoria interna in campionato per il Taranto di Dellisanti, che supera con un pesante 3-0 il Lanciano dell'ex Roma, Eusebio Di Francesco.
Il tecnico ionico rinuncia a Pastore in difesa, e punta tutto su Di Bari e sul rientrante Shala. L'allenatore ospite, invece, privo di Bognar ed El Kamch squalificati, opta per un inedito 3-4-3. Taranto subito incisivo: al 5' Cazzola calcia d'un soffio al lato, al 17' Aridità salva miracolosamente in corner su Dionigi. Poi, allo scadere del primo tempo, gli ionici trovano il vantaggio con il solito Dionigi che, al volo, insacca su cross di Shala. Nella ripresa un tiro di Turchi viene salvato in corner da Faraon; al 28', invece, Cazzola coglie il palo dal limite. Al 35' il Taranto raddoppia con Di Bari su azione d'angolo, mentre al 45' giunge il tris con Caturano, abile a concretizzare un contropiede avviato da Dionigi. Nel prossimo turno, allo "Iacovone", c'è il derby tra Taranto e Foggia.

In sala stampa l'allenatore del Taranto Franco Dellisanti dichiara: "E' stata una grande prestazione, una prova da incorniciare, perché ho visto delle egregie trame di gioco, grazie all'apporto di tutti - soprattutto sulle fasce - trovando sempre la superiorità numerica nella fase di possesso, con i terzini che hanno supportato gli esterni d'attacco, con una manovra fluida; quindi, elogio questo Taranto. Non penso al risultato, sono soddisfatto della prestazione. Abbiamo fatto le due fasi di gioco molto bene. Il Lanciano non ci ha impensierito, siamo stati sempre noi in partita. E' una vittoria che arriva al momento giusto, dopo un periodo difficile. Shala ha giocato bene, ma non parlo dei singoli, tutta la squadra si è mossa bene, con i tempi giusti. Pastore? Abbiamo concordato insieme che era meglio prendersi una pausa di riflessione, ma lo elogio perché ha dato il suo apporto alla causa, supportando i compagni. Quando c'è la testa libera il gioco si sviluppa meglio, ma non è casuale, oggi c'era serenità. Il Foggia? Sta facendo bene, però il Taranto può giocarsela con chiunque, e non deve avere timore reverenziale per nessuno. Barasso? L'ho cambiato con Faraon perché ha avvertito un problema alla schiena. Di Bari? Ha fatto bene, la squadra ha eseguito alle lettera le mie direttive. Prosperi? Lo considero un centrale, ma la duttilità nel calcio è fondamentale. Era il Taranto che voglio e che vorrei sempre".

L'attaccante del Taranto, Davide Dionigi: "In settimana qualcuno ha puntualizzato che non segnavo da tempo: due gare, però, non le ho giocate, erano solo poche partite che non andavo in rete. Si perde subito la fiducia in una persona, ma io vado avanti per la mia strada con sacrificio. Chi si rompe i crociati fa fatica a riprendersi, io sono ancora qui, ad oggi ho fatto quattro gol, e sono contento delle mie prestazioni. Questo Taranto è stato perfetto, sia in fase offensiva che difensiva. Io sono una punta d'area di rigore, non sono il tipo di attaccante che fa dribbling e giocate; posso star fermo mezz'ora e poi segno, ma non sempre hai la palla buona in area. Marolda è stato devastante, meritava di segnare, Caturano è stato bravo. La classifica è sempre importante, ma la vittoria ha fatto bene al morale di una squadra che ha una grande gruppo. A Pistoia c'è stata una reazione nervosa, contro il Lanciano ci siamo sbloccati ed abbiamo chiuso la gara. Dedico il gol al mio bambino Francesco di un anno e cinque mesi".

Il difensore del Taranto, Vito Di Bari: "Per me è stata la prima gara dell'anno, prima d'ora avevo fatto solo spezzoni, e il gol è stata la ciliegina sulla torta. Sono molto diverso da Prosperi: lui è più un marcatore, a me piace più spingere, ma anche se non giocavo non ho mai fatto polemica, sapevo che il mio momento sarebbe arrivato e l'ho sfruttato. Il mister mi ha dirottato, poi, in avanti per gestire meglio le mie energie. Il gruppo dove gioco è eccezionale, ci aiutiamo su tutto, e quando ci alleniamo ci divertiamo. La reazione ai problemi è stata la nostra forza. Andare via l'anno scorso mi è dispiaciuto molto, ma anche i cinque mesi a Verona per me sono stati importanti. Sono tornato con una grande carica, ho dimostrato il mio impegno. Sono contento per il mio gol. Il Foggia? I derby sono sempre belli, mi spiace per l'assenza del pubblico".
da Tuttomercatoweb.com

Foggia-Benevento: Le Pagelle

(16/11/2008)
Lisuzzo, una garanzia. Salgado, sottotono. Novelli, sanguigno.



BREMEC: Il portierone foggiano non può nulla in occasione del gol, anche se aveva abbozzato un’uscita. Diventa inoperoso per tutta la partita per via del grande pressing dei rossoneri, tranne che in uscite di routine. Si fa trovare pronto all’89’ quando deve neutralizzare Castaldo. 6

COLOMBARETTI: Grande partita del nostro cursore, pronto a chiudere ed a ripartire, creando sempre superiorità numerica sulla fascia destra, proprio come vuole Novelli. Ha assorbito il duro lavoro del ritiro estivo e sciorina una forma fisica eccellente. 6,5

PEZZELLA: Lo stesso di Colombaretti si può dire per il cursore sinistro, sempre più fresco atleticamente e pericoloso sui calci di punizione. Mette al centro traversoni importanti, ma i nostri attaccanti non sono grandi colpitori di testa. 6,5

PECCHIA: Si trova a suo agio nel suo “nuovo” ruolo. Cerca gli attaccanti, che spesso si fanno trovare marcati. Sempre lucido, anche dopo aver corso per tutti e 90 i minuti per trovare la giocata giusta, che per lui è la più semplice. 6,5

LISUZZO: Oggi è sicuramente il migliore in campo. Anche se sembra lento, chiude tutto quello che c’è da chiudere, a volte con eleganza, a volte senza fronzoli. Sembra essersi completamente ripreso dall’infortunio. Una garanzia! 7

ZANETTI: Insieme a Lisuzzo concede una giornata di “riposo” a Bremec. Non sbaglia una chiusura. 6,5

PICCOLO: Gioca 52 minuti, non salta l’uomo come fa spesso, ma quando lo fa crea pericoli al Benevento. Oggi sembra un po’ contratto. Il portiere giallorosso, con una prodezza, gli nega il primo gol in rossonero al 45’. Sfortunato. 6

COLETTI: Sapeva di doversi riscattare con il pubblico rossonero dopo l’espulsione contro l’Arezzo. Cerca di chiudere sempre ed a volte non riesce a ribaltare con velocità l’azione. Si fa rubare un paio di palloni che potevano rivelarsi un'insidia per la retroguardia rossonera. Pericoloso su punizione, ma comunque impreciso. 5,5

DEL CORE: Anche oggi offre il suo contributo alla squadra con le sue sponde preziose e non si risparmia quando c’è da lottare. Pensa di essere ancora a Perugia, quando in un paio di occasioni tenta la rovesciata per impensierire Gori. Segna un gol su assist di Troianiello, ma per l’arbitro ed assistente è viziato da fuorigioco. 6,5

SALGADO: Giocatore ancora fuori forma, vista la poca corsa e la scarsa lucidità. Spesso cerca di saltare troppi avversari per cui viene sistematicamente anticipato. Ma quando si tratta di lottare non si tira mai indietro. Si procura e segna con freddezza il calcio di rigore. Sottotono. 6,5

D’AMICO: Ancora una buona prestazione, seppur per soli 60 minuti. Con il centrocampo a 3 bisogna correre ed essere lucidi, cosa per lui di questi tempi naturalissima. 6,5

MISTER NOVELLI: Ha coraggio a tenere in campo uno spento Salgado, che però lo ripaga con il gol del pareggio. Quando inserisce Troianiello la fascia destra trova la giusta velocità. Dopo un primo tempo così così dei rossoneri, negli spogliatoi, trasmette ai ragazzi il suo carattere e li convince che sono una grande squadra capace di tutto. Il gol del pareggio è una naturale conseguenza. Sanguigno 6,5

TROIANIELLO dal 52’ al posto di PICCOLO: Entra immediatamente in partita, scambiando sempre palla a terra con i compagni. Fa esplodere lo Zaccheria quando scatta in profondità ed offre un assist al bacio a Del Core, che mette dentro, ma l’arbitro annulla per un dubbio fuorigioco. Prezioso anche in copertura. 6,5

MANCINO dal 60’ al posto di D’AMICO: Non è una buona giornata per lui. Cerca di impensierire il Benevento con traversoni al centro o saltando l’uomo, ma non tutto oggi gli riesce. 5,5

MATTIOLI d al 90’ al posto di DEL CORE: Non ha materialmente il tempo per impensierire il Benevento. Colleziona una presenza. S.V.

ARBITRO: Sig. LUPO. Cerca di prendere subito in mano la partita fischiando quando è necessario. In questo le due squadre gli danno una mano, disputando una partita dura ma corretta, tranne che per il fallaccio di Tufano su Lisuzzo, che forse meritava un cartellino di colore diverso. Annulla un gol a Del Core su assist di Troianiello, che per l’assistente è scattato in fuorigioco, molto dubbio. 5,5
Alessandro Barbone da Foggialandia.it

I tabellini della 12a giornata

(16/11/2008)
Termina 1-1 il big match tra Foggia e Benevento. Pari anche del Crotone a Pagani e dell´Arezzo in casa contro il Pescara. Vittoria del Gallipoli sul Sorrento, della Juve Stabia sul Marcianise e della Cavese in quel Foligno. Si sblocca il Taranto in casa. Pareggi senza reti a Potenza e a Pistoia.





Di seguito, i tabellini della 12a giornata del Girone B della Prima Divisione Lega Pro.:


PAGANESE-CROTONE 1-1

PAGANESE (3-5-2): Pantanelli 6; Imparato 6, Taccola 6.5, De Giosa 6; Iraci 7, Esposito 6.5, Capodaglio 6.5 (43’ pt Bombara ng) (18’ st Mendil ng), Stentardo 6.5, Bacchi 5; Tisci 6, Di Cosmo 6 (40’ st Astarita ng). A disp.: Melillo, D’Andria, Lasagna, De Lorenzo. All.: Capuano 6
CROTONE (4-4-2): Concetti 6; Galeoto 6, Borghetti 6, Rossi 6.5, Morleo 6.5; Vicedomini 6.5, Espinal 5.5 (22’ st Triarico ng), Galardo 7.5, Pacciardi 6.5; Basso 6, Russo 6.5 (33’ st Paponetti ng). A disp.: Farelli, Figliomeni, Scognamiglio, Aurelio, Calil. All.: Moriero
ARBITRO: Giancola di Vasto 5
RETI: 12’ st Galardo (C), 35’ st Tisci (P) su rigore
NOTE: Giornata soleggiata. Terreno di gioco in pessime condizioni per le abbondanti piogge cadute nei giorni scorsi. Espulsi: al 38’ pt Bacchi (P) per doppia ammonizione; al 21’ st il presidente della Paganese, Raffaele Trapani, che siedeva in panchina; al 39’ st il calciatore in panchina De Lorenzo (P) per proteste. Ammoniti: Imparato (P), Espinal (C), Esposito (P), Di Cosmo (P), Galeoto (C), Borghetti (C), Mendil (P). Recupero: 2’ pt e 6’ + 1’ st. Spettatori: 806 paganti per un incasso di 9.872 euro, a cui va aggiunta la quota abbonati (628). Presenti anche una cinquantina di tifosi ospiti.


AREZZO-PESCARA 1-1

AREZZO (4-3-2-1): Paoletti 6,5; Bricca 6, Grillo 6 (35’ Miglietta 5,5); Doga 5, Terra 5,5; Fanucci 5,5, Cavagna 6,5 (31’ st Lauria ng), Beati 6; Vigna 5,5 (21’ st Croce 5,5), Chianese 5,5; Martinetti 6. A disposizione: Lancini, Baclet, Conte, Togni. All.: Cari 6.
PESCARA (4-4-2): Indiveri 5; Camorani 6, Vitale 6, Stella 6 (24’ st Di Liso ng), Siniscalchi 6,5; Pomante 6,5, Felci 6, Ferraresi 6, Di Vicino 6 (14’ st Cardinale 6); Simon 6,5, Zeytulaev 6,5 (28’ st Prisco 6). A disposizione: Sembroni, Fruci, Iandoli, Testardi. All.: Galderisi 6,5.
ARBITRO: Ferraioli di Nocera Inferiore 6.
MARCATORI: 11’ st Simon (P), 26’ st Cavagna (A).
NOTE: pomeriggio caldo e soleggiato. Terreno in buone condizioni. Ammoniti: Beati, Siniscalchi, Stella, Felci. Espulsi al 27’ st il portiere Indiveri per somma di ammonizioni e al 33’ st Doga sempre per doppio cartellino giallo. Angoli: 9-2 per l’Arezzo. Recupero: pt 4’, st 5’. Spettatori 2.245 per un incasso di 23.976,00 euro.


FOGGIA-BENEVENTO 1-1

FOGGIA (4-3-3): Bremec 6; Colombaretti 6.5, Zanetti 6, Lisuzzo 6, Pezzella 6; Coletti 6.5, Pecchia 6.5, D’Amico 6 (14 st Mancino 6); Piccolo 6 (6 st Troianiello 6), Salgado 6.5, Del Core 6 (45 st Mattioli ng). A disp.: Coscia, Burzigotti, Rinaldi, Colomba. All.: Novelli 6.
BENEVENTO (4-4-2): Gori 6; Cattaneo 6.5, Landaida 6, Ignoffo 6, Colombini 6; Statella 6, De Liguori 6.5, Cejas 6, Tufano 5.5 (1 st Cinelli 6); Bueno 6 (34 st Castaldo 6), Clemente 6 (38 st Aquilanti ng). A disp.: Corradino, Imbriani, Palermo, Ferraro. All.: Papagni 6.
Arbitro: Lupo di Matera 6.
MARCATORI: 3 pt Cattaneo (B); 32 st Salgado (r) (F).
NOTE: Giornata nuvolosa. Terreno allentato. Ammoniti: D’Amico, Lisuzzo, Mancino, Pezzella (F); Tufano, Ignoffo, Statela, Gori (B). Angoli: 5-3 per il Foggia. Recupero: pt 1; st 3. Spettatori: 4.785 per un incasso di 55.215,00 euro. In curva nord presenti 400 tifosi del Benevento.


FOLIGNO CAVESE 2-3

FOLIGNO (4-3-1-2): Ripa 4; Pencelli 6 (32’ st Iadaresta ng), Guastalvino 6, Fiuzzi 6, Baldanzeddu 4.5; Mandorlini 5.5 (30’ st Sciani ng), Cotza 5.5 (1’ st Bisello Ragno 6), Furiani 6.5; Coresi 6.5; Turchi 5, De Paula 6.5. A disp.: Palanca, Buscaroli, Cardarelli, Lispi. All.: Indiani 6.
CAVESE (4-3-2-1): Marruocco 7; Frezza 5.5, Farina 6, Nocerino 6.5, Lacrimini 6; Alfano 6.5, Scartozzi 6.5, Favasulli 6 (43’ st Ischia ng); Tarantino 6.5 (25’ st Bernardo 6), Schetter 6; Sorrentino 7 (37’ st Shiba ng). A disp.: Petrocco, Pierotti, Viscido, Porro. All.: Camplone 6.5.
ARBITRO: Bietolini di Firenze 6.
MARCATORI: 5 pt Sorrentino (C), 7 pt Furiani (F), 26 pt De Paula (F), 47 pt Schetter (C), 26 st Schetter (C).
NOTE. Spettatori: 1.957 (paganti 1.027, abbonati 777, accrediti 153) per un incasso complessivo di 13.269,84 euro. Espulso: st 26’ Schetter (C) per doppia ammonizione; 30’ allontanato Rossi, allenatore in seconda della Cavese. Ammoniti: Madorlini, Fiuzzi, Bisello Ragno (F). Angoli: 5-2 per la Cavese. Recupero: pt 3’; st 5’.


GALLIPOLI - SORRENTO 3 - 1

GALLIPOLI (3-4-3): Rossi 6.5; Bonatti 6, Molinari 6, Antonioli 6; Vastola 6, Russo 6 (34` st Zampa ng), Esposito 6, Cangi 6; Ginestra 6.5 (38` st Giacomini ng), Di Gennaro 7, Mounard 6 (27` st Riccardo ng). A disp.: Marcandalli, Cini, Marzeglia, Sissoko. All.: Giannini 7.
SORRENTO (4-4-2): Botticella 7; Iorio 5, Lo Monaco 6.5, Panarelli 6, Angeli 6; Fialdini 6, Maiorano 6 (30` st Agnelli ng), Nicodemo 6.5, La Vista 6 (14` st Strambelli ng); Ripa 6, Mirtay 6.5 (12` st Giampaolo 6). A disp.: Spadavecchia, Vanini, Greco, Kras. All.: Simonelli 6.
ARBITRO: Manna (Isernia) 5.5.
RETI: 7` st (r) e 20` st Di Gennaro (G), 31` st Ginestra (G), 33` st Giampaolo (S).
NOTE: Terreno in erba sintentica. Giornata calda. Spetttatori 1.000 per un incasso non comunicato. Ammoniti: Bonatti e Esposito (G), e Strambelli (S). Espulso: Iorio (S). Angoli: 6 a 3 per il Gallipoli. Recupero: 1 e 4.


JUVE STABIA-REAL MARCIANISE 2-0

JUVE STABIA (4-2-3-1): Della Corte 6; D’Ambrosio 6.5 (26’ st Gritti 6), Geraldi 6.5, Maury 7, Radi 6; Ametrano 6.5, Monticciolo 6.5; Capparella 6.5, Grieco 7.5, Amore 6.5 (16’st De Rosa 6); Biancolino 6.5 (33’ st Artistico ng). A disp.: Terminiello, Mineo, Morello, Peluso. All.: Morgia
6.5.
REAL MARCIANISE (4-4-2): Fumagalli 7; Ciano 5.5 (16’ st Tedesco 5), Porpora
6.5, Filosa 5.5 (1’ st Murolo 5.5), Vanacore 6; Piscitelli 6, Di Napoli 5.5, D’Ambrosio 5.5, Russo 5 (5’ st Manco 6); Galizia 5.5, Innocenti 5. A disp.: Mezzacapo, Della Ventura, Montanari, Compagnone. All.: Fusi 6.
MARCATORI: pt 13’ Biancolino; st 38’ Grieco.
ARBITRO: Ruini di Reggio Emilia 6.5.
NOTE: spettatori: paganti 615 per un incasso di 6.160 euro, piu` 1.460 abbonati per una quota di 14.484 euro. Ammmoniti: Ametrano, D’Ambrosio, Radi, Biancolino, Grieco (JS), Porpora, Vanacore, D’Ambrosio (RM). Angoli: 8-2. Recupero: pt 3’; st 4’.

PISTOIESE-PERUGIA 0-0

PISTOIESE (4-3-2-1): Conti 6.5; Di Berardino 6, Bartolucci 6, Ghinassi 6, Fautario 5.5; Femiano 6, Lanzillotta 6 (12’ st Carozza 6.5), Guerri 6.5; Bellazzini 5.5 (25’ st Cortese 6), Quadrini 6 (5’ st Breschi 6.5); Cipolla 6. A disp.: Sorini, Falomi, Cutrupi, Fanasca. All.: Polverino 6
PERUGIA (4-2-3-1): Benassi 6.5; Zoppetti 6, Cudini 5.5, Pagani 6, Barbargli 6; Gatti 6 (39’ st Mezavilla sv.), Passiglia 6; De Giorgio 6 (20’ st Boldrini 5.5), Mazzeo 5.5, Cutolo 6.5; Ercolano 6.5 (30’ st Ferrari sv.). A disp.: Bianchi, Accursi, Campagnacci, Pizzolla. All.: Sarri 6
ARBITRO: Bergher di Rovigo 6.5 (1° assistente Passero di Roma 1 5.5, 2° assistente Raparelli di Albano Laziale 6.5)
NOTE: splendida giornata di sole, terreno in perfette condizioni. Spettatori 1.078 per un incasso di euro 10.789. Ammoniti Fautario e Guerri (PT), Cudini, Boldrini e Benassi (PG). Angoli 5-2 per la Pistoiese. Recuperi 2’+4’. Presente in tribuna l’ex allenatore arancione Walter Nicoletti. Uscito per crampi Bellazzini.

POTENZA-TERNANA 0-0

POTENZA, 4-3-3:Gropponi 6,5; Dei 6,5, Cuomo 6,5, Di Bella 7, Lolaico 8; Cammarota 6,5, Montesanto 5 (1’ st Sarno 6,5) Sabatino 6,5; Vianello 6,5 (1’ st Berretti 5) Delgado 6,5(24’ st Nole` sv) Cozzolino 6. A disp. Tesoniero, Patarini, Prevete, Volpe. All. Catalano/Gautieri 6
TERNANA, 4-3-3: Ginestra 7; Bizzarri 6, Sartor 6, Tedeschi 6,6 (11 st Di Dio 5,5) Perney 5,5 (42` st Cardona), Morello 6 (29` st Bussi), Papini 6, Di Deo 6, Concas 6,5; Rigoni 7, Tozzi Borsoi 5,5. A disp. Visi, Fedeli, Bussi, Noviello, Scappini. All. Baldassarri 6
Arbitro: Merchiori di Ferrara 6,5 Assistenti Crispo/Schenone
Note: Cielo parzialmente nuvoloso. Terreno in discrete condizioni nonostante le piogge degli ultimi giorni. Spettatori duemila circa con sparuta rappresentanza ospite. Ammoniti Morello, Sartor, Papini e Ginestra della Ternana. Angoli 7 a 6 per gli ospiti. Recupero 1’ pt; 5 st. Al 9’ della ripresa, a causa di uno scontro fortuito di gioco, il difensore della Ternana Luca Tedeschi e` costretto ad abbandonare il campo in barella. Per il calciatore si rende necessario il trasporto in ospedale a mezzo di ambulanza.

TARANTO-LANCIANO 3-0

TARANTO (4-4-2): Barasso 6 (6’ st Faraon 6.5); D’Alterio 6, Migliaccio 6.5, Prosperi 6.5, Di Bari 6.5; Cazzola 6, Giorgino 6.5, Shala 6.5 (21’ st Sciaudone 6), Micco 6; Marolda 6 (16’ st Caturano 6), Dionigi 7. A disp.: Pastore, Carrozza, Cesareo, Barrios. All.: Dellisanti 7.
LANCIANO (3-4-3): Aridita` 6.5; Daleno 5, Oshadogan 5, Bolic 5; Mammarella 6.5, Mazzetto 6 (32’ st Alfageme 5), Cossu 5 (23’ st Amenta 5), Marangon 5 (9’ st Colussi 5); Turchi 6, Margarita 6, Morante 5. A disp.: Bordeanu, Erba, Volpe, Pagliarini. All.: Di Francesco 5.5.
ARBITRO: Russo di Milano 6.
MARCATORI: pt 46’ Dionigi; st 35’ Di Bari, 45’ Caturano.
NOTE: la gara si e` giocata a porte chiuse. Ammoniti: Prosperi, Shala (T), Oshadogan, Baleno, Amenta (L). Angoli: 6-4 per il Taranto. Recupero tempo: pt 2’; st 4’.
da datasport.it

Foggia, un punto di...rigore

(16/11/2008)
Continua l'imbattibilità dei rossoneri tra le mura amiche dello Zaccheria. Finisce 1-1 il match col Benevento, grazie al rigore guadagnato e realizzato al 32' da Salgado che raggiunge i sanniti, in vantaggio dopo 3' di gioco con Cattaneo.

Altro big-match quello in scena al “Pino Zaccheria”, ormai fortino rossonero tra il Foggia, reduce dalla positiva trasferta di Perugia ed il Benevento, un diesel ed a caccia dei tre punti che possano permettere il sorpasso in classifica, proprio ai danni dei locali. Novelli ha tutta la rosa a disposizione e si affida al rientrante Coletti in mediana; Papagni opta per un più accorto 4-4-2, preferendo Bueno a Castaldo e Tufano sulla corsia di sinistra.
Dopo 3´ corner per gli ospiti, è uno schema: da Clemente a Statella, cross sul secondo palo dove c´è ben appostato il terzino Cattaneo che, saltato Bueno (che lo ostacolava) e libero da marcature, insacca in rete. 0-1, gol a freddissimo. Il vantaggio dei giallorossi coglie di sorpresa il Foggia, che fatica a riorganizzarsi e soffre molto le verticalizzazioni dell´assist-man Statella, sempre pericoloso con le sue ripartenze; si fatica a costruire per vie centrali e cosi ci prova Pezzella a svegliare i suoi nei primi quindici minuti di gioco, con due cross tagliatissimi entrambi per Piccolo, che però non aggancia.
Il Benevento, forte del vantaggio, controlla la gara al contrario dei rossoneri, che provano a costruire sfruttando le fasce, con Piccolo più volte chiamato in causa; nel frattempo Salgado si sposta a sinistra li dove Pezzella macina chilometri, sfornendo cross a catena di montaggio, alla ricerca di qualche “ariete” che però manca. I padroni di casa attaccano a testa bassa, alla ricerca del gol del pareggio; ci prova Coletti su punizione al (palla di poco alta sulla traversa) e poi al 44´ accende la luce Piccolo, che trova un tiro di collo pieno dal limite destro, “Ghigo” Gori vola a togliere il pallone dall´angolo lontano.
La pausa suggerisce a Papagni di lasciare negli spogliatoi un nervoso Tufano (dentro Cinelli), mentre Novelli dopo pochi minuti dall´inizio della ripresa capisce che è il momento di puntare su Troianiello (fuori Piccolo); il Foggia fa la partita al cospetto di un Benevento attendista, che lascia sfogare i rossoneri per poi puntare sulle solite ripartenze di Statella e sulla vivacità di “killer” Bueno. Al 20´ Del Core di tacco per Salgado, conclusione del cileno rasoterra ed a lato. Il tecnico rossonero mette dentro anche la vivacità di Mancino al posto del solito generoso D´Amico ed al 31´ il nuovo entrato imbecca Salgado, sembra lungo il pallone ma il cileno ci arriva e viene ostacolato da Gori, in uscita: per l´arbitro è rigore, decisione discutibile.
Batte lo stesso Salgado che spiazza Gori e segna l´1-1: si ricomincia. La partita è bella, le due squadre giocano bene; Del Core si sente in vena di sforbiciate (ne inventa due nel giro di pochi minuti), Salgado dà vita ad un duello rusticano con l´ex Ignoffo mentre Papagni, dal canto suo, toglie i due attaccanti di ruolo (Bueno e Clemente) inserendo un difensore (Aquilanti) ed un solo centravanti, Gigi Castaldo, che al 44´ spaventa Bremec con un piattone destro che chiama “El Gallero” alla parata. Sarà l´ultima emozione della partita: termina in parità, 1-1. Un pareggio che conferma l´imbattibilità del Foggia tra le proprie mura e la pericolosità dei sanniti, che restano ad un solo punto di distanza dai nostri.

FOGGIA (4-3-3): Bremec; Colombaretti, Lisuzzo, Zanetti, Pezzella; Pecchia, Coletti, D´Amico (dal 13´st Mancino); Piccolo (dal 6´st Troianiello), Salgado, Del Core (dal 45´st Mattioli). A disp.: Coscia, Burzigotti, Rinaldi, Colomba. All. R. Novelli

BENEVENTO (4-4-2): Gori; Cattaneo, Landaida, Ignoffo, Colombini; Statella, Cejas, De Liguori, Tufano (dal 1´st Cinelli); Bueno (dal 35´st Castaldo), Clemente (dal 37´st Aquilanti). A disp.: Corradino, Imbriani, Palermo, Ferraro. All.: A. Papagni

ARBITRO: Lorenzo Lupo di Matera (Parisse-Ostuni)
MARCATORI: al 3´pt Cattaneo (B), al 32´st Salgado (rigore, F).
AMMONITI: D´Amico, Mancino, Pezzella (F); Tufano, Ignoffo, Gori, Statella (B).
NOTE: Cielo coperto, terreno in discrete condizioni. Spettatori 4.785 (circa 500 i tifosi ospiti) per un incasso di € 55.215. Angoli 4-3 per il Foggia. Recupero:0´pt, 3´st.

Mario Ciampi da calciopress.net


VOCI DI SPOGLIATOIO

(16/11/2008)
Ecco le dichiarazioni dopo la gara di Campionato di Lega Pro tra Foggia e Benevento:

L´attaccante del Benevento Pietro Clemente: “Abbiamo portato un punto a casa, non voglio parlare di malafede, è vero che siamo una matricola, ma questo rigore non esiste! A prescindere dalla forza del Foggia, però ci regalano sempre rigori contro, se l´arbitro non avesse assegnato il rigore non so se il Foggia avrebbe poi pareggiato. Una volta raggiunto il vantaggio abbiamo cercato di chiuderci per poi innescare delle ripartenze, grazie anche ad un po´ di superficialità ,siamo riusciti a prendere un contropiede e poi ci ha pensato l´arbitro a condizionare la gara. Prima di questa gara pensavamo che un bel pareggio in un campo difficile come quello di Foggia non era male, ma per come si era messa oggi la partita speravamo di portare i tre punti a casa.”

Il Centravanti sannita Luigi Castaldo: “ C´è rammarico perché potevamo meritatamente prenderci i tre punti, per raggiungere una migliore posizione in classifica. Anche con il Marcianise abbiamo perso due punti, adesso dobbiamo dimenticare subito questa partita e pensare alla prossima. Credo che il calcio di rigore fosse inesistente, io non ho visto nessun contatto, però come sbagliamo noi in campo possono sbagliare anche gli arbitri. Spero e mi auguro che entrambe le squadre riescano a fare il salto nella cadetteria.”

Il difensore dei giallorossi Giovanni Battista Ignoffo: “Il rigore non c´era, Mario si è scontrato con me, l´arbitro ha pensato che il portiere avesse toccato Salgado, infatti lo ha ammonito, mentre invece io sono andato sulla palla. L´accoglienza del pubblico foggiano mi ha fatto molto piacere. Sapere che non sono stato giudicato solo come calciatore e che sono stato ricordato anche come uomo e fuori dal campo mi gratifica molto. Durante la vigilia, e i preparativi di questa gara ero un po´ emozionato, però quando entri in campo passa tutto in second´ordine, devi essere concentrato sulla partita e fare il tuo lavoro da professionista.”

Il terzino del Foggia, Tommaso Colombaretti: “ C´erano le premesse di vedere due squadre attrezzate per far bene, noi abbiamo subito un goal molto ingenuamente, perché credo che una rete su palla inattiva si possa facilmente evitare. La partita si era messa un po´ male per noi perché loro riuscivano a stare stretti e a ripartire mentre noi non riuscivamo a trovare i tasti giusti, però poi il rigore a nostro favore è andata molto meglio, alla fine potevamo ottenere anche qualcosa in più. Per come si era messa la partita è un punto sicuramente guadagnato, però nel secondo tempo abbiamo dimostrato che non ci stavamo a stare sotto e siamo stati capaci di rimontare e potevamo arrivare alla vittoria.”

Il centrocampista dei satanelli Tommaso Coletti :” Nel primo tempo credo che non siamo stati quelli di sempre, soffrivamo il campo, meno male che nel secondo tempo siamo stati bravi nel riaddrizzare la partita rischiando addirittura di vincerla. Non dobbiamo regalare niente agli avversari sennò va a finire come oggi, per fortuna è arrivato il rigore. Credo che se la squadra avversaria si chiude noi dobbiamo rimanere calmi e riusciremo ad impostare il gioco, a verticalizzare e arrivare sul fondo, dobbiamo sempre provare a fare noi la partita.”

Il difensore dei rossoneri Andrea Lisuzzo:”Per sei giorni abbiamo preparato una partita che doveva essere diversa, poi ti ritrovi dopo due minuti in svantaggio devi a mali estremi ricorrere ad estremi rimedi. La forza di questa squadra l´abbiamo dimostrata in diverse occasioni, sia con il Sorrento che con l´Arezzo, abbiamo ribaltato risultati che molta gente forse non si aspettava neanche. Abbiamo continuato a fare quello che sappiamo fare meglio, ossia giocare a calcio, giocare palla a terra, purtroppo quando incontri squadre che si chiudono incontri alcune difficoltà, l´importante secondo me è aver raggiunto il pareggio.”
da usfoggia.it

Foggia - Benevento 1-1 (16/11/2008)

La cronaca ed il commento alla partita

Il magazine dell'Us Foggia, distribuito allo stadio, titolava così: "Avanti un altro...". Purtroppo Novelli ed il suo gruppo non sono riusciti ad eguagliare il record di sette successi consecutivi del 1931! Le cause sono da ricercare, a mio modesto giudizio, nella non felice condizione sia fisica che mentale di alcuni calciatori rossoneri schierati quest'oggi dall'allenatore foggiano. La dimostrazione la si è avuta dopo circa 15 minuti del primo tempo quando dalla panchina Mancino e Troianiello cominciavano il riscaldamento. Forse il trainer avvertiva qualcosa nell'undici titolare che non andava come pensava alla vigilia della partita. Ma è anche vero che l'avversario di oggi è risultato anche il più quadrato visto allo Zaccheria dall'inizio del torneo. Se poi pensiamo che dopo poco più di due minuti il Foggia era già sotto di un gol......!
Non è cominciata sotto i migliori auspici la partita, è terminata meglio, alla fine, quando sullo Zaccheria aleggiava l'ombra della prima sconfitta interna.






La cronaca

Al 1' minuto Pezzella serve al centro Piccolo che ben posizionato cicca la palla. Capovolgimento difronte e Benevento in vantaggio. Da calcio d'angolo la sfera giunge a Statella che crossa in area. Inopinatamente il reparto difensivo rossonero gioca alle belle statuine e per Cattaneo è un gioco da ragazzi bloccare la sfera e mandarla a gonfiare la rete alle spalle di un incolpevole Bremec. Esultano i 500 supporters del Benevento giunti sino a Foggia che anche questa volta hanno dimostrato correttezza sugli spalti confermando i buoni rapporti con le curve foggiane. Siamo al 2' minuto e sullo Zaccheria cala il gelo. Il Foggia subisce il colpo e lo si vede in campo. I suoi uomini migliori sbagliano anche i passaggi più elementari. Al 12' ancora Pezzella ( ottima la sua prova ) va via sulla fascia sinistra serve in area Piccolo che ancora una volta non riesce a colpire di testa l'ottimo suggerimento. 16' Azione manovrata dei foggiani sulla fascia sinistra. Salgado controlla un buon pallone, si accentra e vede l'accorrente Coletti che con un gran tiro manda la palla nettamente sul fondo. 21' Coletti servito ancora dall'attaccante cileno imbecca in area Piccolo che, a sua volta, cerca di liberare al tiro Del Core meglio appostato in area, ma sbaglia l'ultimo passaggio. 27' E' il Foggia a fare la partita ma lo fa in maniera molto sterile. Salgado si invola verso l'area giallorossa e invita al tiro l'accorrente Pezzella che, tutto solo sulla sinistra, arriva al limite dell'area e con un gran tiro costringe la difesa avversaria a rifugiarsi in angolo. 30' Punizione di Coletti e palla tra le braccia di un attento Gori. 41' Del Core, servito in area da Pecchia, spalle alla porta, appoggia ancora per Pezzella. Il tiro dell'esterno è da dimenticare. 43' Si rivede il Benevento con una ripartenza pericolosa. Cejas vede Clemente sulla sinistra e lo serve ma l'attaccante sciupa tutto mandando malamente fuori. Al 44' il Foggia in avanti con Coletti e Pecchia. Il capitano palleggia e vede Piccolo liberarsi in area. L'esterno foggiano colpisce mandando il pallone sulla destra di Gori che si esalta deviando alla grande la sfera in angolo. Su questa occasione si chiude la prima frazione di gioco.

La ripresa

Il secondo tempo si apre ancora con il Benevento in avanti. Al 1' De Liguori da fuori area calcia verso la rete foggiana, fà buona guardia la difesa rossonera. 2' Gol giustamente annullato ai campani. Su cross dalla destra la palla è in area e Bremec nel tentativo di bloccare in presa viene caricato da Bueno che realizza. Il direttore di gara Sig. Lupo di Matera ( buona la sua prova ) annulla per la condotta irregolare dell'attaccante. 4' Coletti su punizione e palla ancora facile per l'estremo difensore del Benevento. 8' Pecchia per Colombaretti che serve ancora il capitano che, liberatosi di un avversario, calcia a rete, para Gori. Il Foggia per un pò di minuti comincia a pressare i giallorossi nella propria metà campo senza però riuscire ad essere pericolosi. Entra Mancino per D'Amico. 20' Pezzella per Salgado che si libera di Colombini e tira fuori. 28' Pecchia serve in area del Core. L'attaccante barese potrebbe giocare meglio il pallone ma preferisce esibirsi in una semirovesciata inguardabile. 31' Dalla difesa Zanetti fa partire un lancio lungo verso l'area del Benevento. Sul pallone Ignoffo e Salgado con Gori in uscita. Il difensore controlla la sfera e non si avvede di Salgado che si intromette nell'azione e va improvvisamente giù in area. L'arbitro senza pensarci due volte indica il dischetto del rigore tra le proteste dei calciatori giallorossi. Dal dischetto Mario Salgado che realizza con precisione e freddezza. Lo Zaccheria esplode e sembra liberarsi da un incubo. 1 - 1 e mancano ancora 13 minuti. La gente spera nell'ennesimo miracolo. 39' Ancora il Foggia, spinto dai tifosi, in avanti. Pecchia serve Troianiello che arriva sino al limite dell'area sulla destra e crossa in area dove Salgado in rovesciata non colpisce bene la sfera che va fuori. Il gioco era però fermo su segnalazione dell'assistente sotto la Tribuna est. Al 90' l'arbitro concede tre minuti di recupero. Le squadre in campo però sembrano paghe del risultato. Meglio non farsi male.
Secondo pareggio consecutivo del Foggia. A questo punto bisogna accellerare in trasferta andando a recuperare questi punti persi fuori dalle mura amiche. Si potrebbe cominciare da Taranto?
Tiziano Errichiello da Unionesportivafoggia.com

Foggia-Benevento: La pagella rossonera

(16/11/2008)
Diamo i voti ai satanelli. Al termine di Foggia-Benevento, gara pareggiata dai satanelli, questi i voti (senza nessun commento) ai rossoneri scesi in campo allo stadio ´Zaccheria´ di Foggia. Tra parentesi i calciatori subentrati. Bremec 5.5 Colombaretti 6 Pezzella 5.5 Zanetti 6 Lisuzzo 6 Coletti 6 D´Amico 6.5 Pecchia 5.5 Piccola 5.5 Del Core 6.5 Salgado 6 (Mancino) 6 (Troianiello) 6 (Mattioli) s.v. Allenatore: Novelli 6









Luigi Corvino da Foggiacalciomania

Novelli: "Prestazione figlia di una settimana sottotono"

(16/11/2008)
Mister Raffaele Novelli alcune preoccupazioni le aveva espresse già durante la settimana. E il clima di generale disattenzione che si respirava durante gli allenamenti, alla fine, ha dato i suoi "frutti" in partita.
"Se ho avuto paura di perdere? No! Il gol loro, se dobbiamo dirla tutta, ce lo siamo fatti noi. E ad una squadra così valida e ben organizzata, che ha creato delle ottime basi per puntare alla promozione, occasioni simili non vanno lasciate. Non c´è molto da dire: in campo siamo stati poco lucidi. Abbiamo cercato troppo spesso la verticalizzazione quando dovevamo puntare sugli esterni.
Dopo il gol del loro vantaggio avevamo perso la tranquillità, e quando manca questa si rischia di perdere. Siamo stati bravi a ritrovarla e nel secondo tempo grazie al cuore e alla grinta, ci siamo ripresi per il meglio. Merito loro per il pareggio, ma tanti demeriti nostri. Cosa ci è mancato oggi? Attenzione e lucidità. In settimana l´avevo già dichiarato: il clima che si respirava negli allenamenti non mi piaceva affatto. Questo risultato quindi, credo sia figlio di una settimana deludente. E parte delle colpe sono le mie: è giusto che ognuno si assuma le proprie responsabilità".
Carlo De Sandoli da Foggiacalciomania

TARANTO: Un Taranto travolgente contro il Lanciano

(16/11/2008)
Finisce 3-0. Il Taranto batte nettamente il Lanciano allo Iacovone, ancora a porte chiuse. Iniezione di fiducia per un ambiente scosso dalle recenti polemiche.
Vittoria importante. La prima allo Iacovone, quest´anno, che serve a ridare un po´ di serenità in casa rossoblu. Tuttavia un risultato così tondo non è sinonimo di una manovra sempre lucida: la comunicazione tra ali e centrali di attacco non è stata infatti sempre “forte e chiara”. Mister Dellisanti vede premiate le sue scelte con le quali ha rimescolato le carte in seno alla difesa. Il Lanciano dal canto suo si è rivelato un avversario assai modesto che raramente ha impensierito la retroguardia pugliese.




Schieramenti. Gli jonici propongono il classico 4-4-2; a sorpresa in difesa viene schierato Prosperi centrale, capitano di giornata, al posto di Pastore che siede in panchina. Nel ruolo di esterno basso sulla mancina viene inserito Di Bari. A centrocampo il rientro di Shala fa scalare in panchina Sciaudone. In avanti invece l´ormai consolidata coppia Dionigi - Marolda. Sull´altro fronte gli ospiti si dispongono con un elastico 3-4-3. Mister Di Francesco propone infatti un tridente d´attacco (formato da Turchi, Morante e Margarita) mobile e pronto ad incrociarsi.

Cronaca. La prima azione, degna di nota, è dei pugliesi al 5´: Cazzola in percussione penetra in area e scarica un diagonale di destro, che si spegne al lato. L´ala rossoblu ci riprova al 12´ con un velenoso tiro-cross dalla destra respinto dal portiere Aridità. Grossa occasione per i locali al 17´: Shala lancia Micco, che, dopo essersi involato sulla sinistra, la mette in mezzo pescando Dionigi, l´attaccante spara a botta sicura, ma Aridità si salva prodigiosamente in corner. Il portiere rossonero è di nuovo protagonista al 21´ quando disinnesca una punizione mancina di Micco. La prima occasione degli abruzzesi si registra al 28´ grazie ad un calcio di punizione di Mammarella bloccato a terra da Barasso. I rossoblu passano al 47´: Shala si scatena sulla destra superando un paio di avversari e scodella al centro, dove Dionigi in girata di sinistro supera il portiere Aridità. Incontenibile l´esultanza del bomber modenese, che viene bloccato dai compagni nel momento in cui tenta di sfilarsi la maglietta. Per fortuna ammonizione evitata e fischio dell´arbitro che sancisce il termine della prima frazione di gioco. La ripresa propone dopo sette minuti un cambio inaspettato: Davide Faraon rileva infatti in porta Nicola Barasso che accusa un problema fisico.
La prima occasione degna di nota è targata Taranto e si verifica al 12´: D´Alterio crossa per Dionigi il quale, piazzato al limite, aspetta un attimo e fa partire un destro che Aridità è bravo a deviare in angolo. Tre minuti dopo risponde il Lanciano con una conclusione di Mazzetto smorzata da un difensore rossoblu e che Faraon para senza difficoltà. Al 21´ grande pericolo per il Taranto con Turchi che di destro fa partire un missile dai 25 metri a cui si oppone in angolo il bravo Faraon allungando la palla oltre la traversa. Sette minuti dopo da segnalare una bella incursione del rossoblù Umberto Cazzola il quale di destro fa partire una rasoiata che sfiora il palo alla sua sinistra. Il raddoppio dei padroni di casa giunge al 35´, sugli sviluppi di un calcio d´angolo, con un colpo di testa di Vito Di Bari. A servirgli la palla l´attento Micco, penetrato in area dalla sinistra. La reazione del Lanciano si sintetizza in una serie di calci piazzati. Il primo dopo tre minuti: punizione di Margarita che si perde sul fondo, il secondo al 43´ ad opera di Turchi che subisce la stessa sorte.
Al 46´ terza rete del Taranto: tutto nasce da una ripartenza di Davide Dionigi il quale si fa recuperare palla da Mammarella, la stessa finisce però tra i piedi di Giorgino che crossa per Caturano sulla sinistra. Per l´ex empolese è un gioco da ragazzi appoggiare di piatto destro in rete. La gara termina qui, tra la gioa dei pochi presenti, che finalmente vedono la squadra di casa uscire vittoriosa dal campo dello Iacovone.

TARANTO: Barasso (7´st Faraon), D´Alterio, Migliaccio, Prosperi, Di Bari; Cazzola, Giorgino, Shala (21´ Sciaudone), Micco; Dionigi, Marolda (16´ st Caturano). Disponibili:, Pastore, Cesareo, Carrozza, , Barrios. All. Dellisanti

LANCIANO: Aridità, Bolic Oshadogan, Daleno ; Marangon (10´ st Colussi), Cossu (24´ st Amenta), Mazzetto (32´ st Alfageme), Mammarello Daleno, Mammarella, Mazzetto; Margarita, Morante, Turchi Disponibili: Bordeanu, Erba, Volpe, Pagliarini. All. Di Francesco

Arbitro: Matteo Russo di Milano (ass.ti Arciero di Cassino - Occhionegro di Roma)

Marcatori: 47´ pt Dionigi (T), 35´ st Di Bari (T), 46´ st Caturano (T).

Ammoniti: Oshadogan, Baleno, Amentaper il Lanciano, Prosperi, Shala per il Taranto.

Angoli: 7 a 4 per il Taranto.

Spettatori: 100 (gara a porte chiuse)

Antonello Napoletano - Enrico Losito da calciopress.net

Video: Foggia-Benevento 1-1 Il rigore di Salgado

(16/11/2008)
Il gol del pareggio su rigore realizzato dal cileno Salgado, video inviatoci da Sandro.












Video rigore di Salgado in Fg - Bn clicca qui
da benfoggianius.blogspot.com

Papagni: "Una gran partita: risultato giusto"

(16/11/2008)
Mister Aldo Papagni, in sala stampa a fine gara, analizza così il pari allo Zac. "Ho visto davvero una bella partita oggi. Tra due squadre molto valide, che se sono li in alto in classifica non è per puro caso. Devo fare i complimenti a mister Novelli e ai suoi ragazzi perché hanno disputato una buona partita. E in virtù di questo, devo farli anche ai miei perché uscire da questo campo con dei punti in tasca non è facile. Potevamo vincere? Beh, oggi poteva vincere chiunque: credo che il risultato sia giusto. Certo eravamo sulla strada giusta per vincere e per questo c´è rammarico, ma alla fine va bene così".
Ogni volta che Papagni scende a Foggia le sue squadre si esaltano. E per i satanelli la vita si complica un tantino. Come mai? "Si è vero, qui allo Zaccheria mi è sempre andata bene. Tranne una volta quando venni col Taranto, e all´ultimo minuto segnò proprio questo signore qui (l´ex Ignoffo, appena arrivato in sala stampa ndr). Perché? Non saprei. Forse perché l´ambiente così bello riesce a dare più stimoli. La cornice di pubblico è stupenda. Un applauso a tutti voi".

Carlo De Sandoli da Foggiacalciomania

TMW A CALDO -Foggia-Benevento, la voce dei protagonisti

di Mario Ciampi (16/11/2008)
Termina in parita il big match dello Zaccheria tra il Foggia, quasi imbattibile tra le proprie mura ed il Benevento di Papagni, che gioca bene al calcio e che resta distante un solo punto in classifica proprio dai rossoneri. Che partono in salita, perchè dopo due minuti di gioco Cattaneo spara alle spalle di Bremec un pallone pennellato da Statella e ghiaccia Pecchia e company, che ci metton un pò a riorganizzare le idee. Benevento attendista ma pericoloso in contropiede al contrario dei padroni di casa, che nel secondo tempo giocano molto meglio, facendo molto possesso ma concretizzando poco. Il pareggio dei satanelli giunge al 32' su calcio di rigore (molto dubbio) procurato e realizzato da Salgado.

FOGGIA

L'allenatore del Foggia, Raffaele Novelli: "Siamo entrati in campo poco concentrati, avevo avuto il sentore già durante la settimana perchè non ci siamo allenati bene; troppe palle perse, troppe verticalizzazioni e poca concretezza. Sicuramente il gol subito a freddo ci ha un pò condizionato ma non voglio cercare alibi, oggi avevamo ben poche idee...nel secondo tempo abbiamo fatto meglio ma c'è molto da lavorare. Il Benevento? E' una squadra forte e lo sapevamo, ecco perchè volevo la massima concentrazione in campo".

Il difensore del Foggia, Tommaso Colombaretti: "Abbiamo sofferto un pò troppo, il gol a freddo ci ha colpito ed il Benevento è una squadra forte e ben messa in campo, che ci ha messo in difficoltà sulle fasce; potevamo far meglio ma credo che il pareggio alla fine sia giusto. Il rigore nostro? Salgado mi ha detto di essere stato toccato".

BENEVENTO

L'allenatore del Benevento, Aldo Papagni: "Oggi abbiamo assistito ad una partita tra due squadre che meritano le posizioni occupate in classifica; non era facile venire qui a Foggia ad affrontare una squadra che tiene bene palla e fare punti, ecco perchè metto in risalto la gara di spessore condotta dai miei ragazzi. Il pareggio? Alla fine è un risultato giusto, anche se c'è un pò di rammarico per ciè che poteva essere...il rigore? A me è parso un normale scontro di gioco tra i miei due ragazzi, poi l'arbitro ha deciso diversamente ma ormai non importa, è stato fischiato! Ne approfitto per fare un grande applauso al pubblico di casa ed ai nostri sostenitori, è stata una bella giornata di sport".

Il difensore del Benevento, Giovanni Ignoffo: "Sinceramente dico che abbiam perso due punti: il Foggia, squadra tonica e che fa del possesso la sua arma in più, non perde in casa quasi mai e credo che avremmo potuto portare a casa qualcosa in più. Il rigore? Ho giocato d'anticipo su Salgado e mi sono scontrato con Gori, non capisco cosa abbia visto l'arbitro, anche perchè al massimo avrebbe dovuto espellere il portiere...Gli applausi del pubblico foggiano? Mi fa molto piacere, abbiamo vissuto tanti bei ricordi insieme".
da Tuttomercatoweb.com

Pareggio allo Zaccheria per gli uomini di Novelli

(16/11/2008)
FOGGIA-BENEVENTO 1-1
CAMPANI IN VANTAGGIO CON CATTANEO AL 2', SALGADO PAREGGIA AL TERMINE DELLA RIPRESA. I ROSSONERI STRAPPANO UN BUON PUNTO





















da usfoggiagol.it
LE DICHIARAZIONI DI PAPAGNI E NOVELLI (16/11/2008)
Ecco le dichiarazioni dei due tecnici al termine della gara terminata in parità tra Foggia e Benevento:

NOVELLI: “La paura di perdere non c´è mai stata, dopo il gol subito, peraltro arrivato su una nostra grande disattenzione, siamo stati poco lucidi nelle giocate. Il Benevento, dopo aver sbloccato il risultato si è chiuso molto bene, coprendo ogni spazio, ma il demerito è stato solo del Foggia. Ci siamo intestarditi nel trovare la verticalizzazione, occorreva invece allargare il gioco sulle fasce allargando la difesa avversaria. Nel secondo tempo siamo riusciti a trovare la profondità con Mancino e Troianiello, Bremec non ha fatto nessuna parata. Devo sottolineare che la partita di oggi è stato il frutto di una settimana in cui forse si è lavorato con poca concentrazione e qualità. Quando si scende in campo la domenica bisogna capire che nulla è scontato e nessuna squadra ti regala il risultato positivo.

Papagni: “E´stata una bella gara, con due squadre che oggi hanno dimostrato di occupare meritatamente i quartieri alti della classifica. Complimenti a Novelli ed ai suoi ragazzi per la prestazione di oggi, ma nello stesso tempo devo elogiare tutti i calciatori del Benevento che hanno disputato una gara di grande spessore tecnico ed agonistico. Non era facile venire nel fortino dello “Zaccheria” e giocarsela alla pari. C´è il rammarico di non avere portato a casa la vittoria, peccato per il rigore che,forse, poteva essere anche non fischiato”.
da usfoggia.it

Papagni:"Abbiamo preparato questa gara alla perfezione"

(16/11/2008)
Papagni, uno dei migliori allenatori della categoria, ha parole di elogio sia per i rossoneri che per i suoi ragazzi.
"Ci tengo a fare i complimenti non solo ai miei ragazzi, ma anche al Foggia, per la bravura dimostrata nel recuperare quel gol che avrebbe potuto mandare in crisi chiunque, vista la dinamica e la velocità di realizzazione. In settimana ci siamo preparati molto bene ed il gol è stato proprio frutto della preparazione. Avevamo messo in preventivo che non sarebbe stato facile qui, dove il Foggia ha conquistato 18 punti e devo dire che i ragazzi hanno dato ampia dimostrazione che il lavoro paga sempre. Dobbiamo continuare su questa strada, perchè è con queste prestazioni che si aggiungono traguardi importanti. Il Foggia è stato bravo soprattutto nella ripresa, quando ha iniziato a pressarci in tutte le zone del campo".
Claudio Castracane da Foggialandia.it

Novelli:''Peccato per quel gol subito a freddo''

(16/11/2008)
Per il tecnico dei rossoneri la gara di oggi ha dimostrato che il Foggia ha un gran carattere.
"Non so se parlare di punti persi o di punto guadagnato. Fatto sta che giocare contro questo tipo di squadre, ben organizzate, con giocatori tecnicamente forti, ma soprattutto allestite per salire in serie B, non è semplice. Sono rammaricato per il fatto che il gol subito non lo considero da imputare a meriti degli avversari, visto che è stato realizzato dopo soli 3', ma lo considero un nostro autogol. Loro, gol a parte, non hanno avuto grosse opportunità, mentre noi siamo riusciti in più di un'occasione a creare grattacapi alla difesa ospite. Nell'intervallo ho chiesto ai ragazzi di usare le corsie esterne per cercare di impensierire Gori, considerato anche il fatto che loro in mezzo hanno dei giocatori davvero validi e mi hanno dato ascolto. Adesso bisogna lavorare per cercare di evitare in futuro di subire gol come quello subito oggi. Per domenica prossima mi auguro di vedere a Taranto lo stesso Foggia ammirato a Perugia".
Claudio Castracane da Foggialandia.it

Colombaretti: "Peccato per il gol regalato all´inizio"

(16/11/2008)
Tommaso Colombaretti non si da pace, il centrocampista commenta il pareggio. "Mario mi ha giurato che è stato atterrato in area, il rigore c´era a nostro favore. Comunque contro il Benevento non è stato facile, una squadra ben messa in campo da Papagni. Oggi eravamo un pò bloccati, maggiormente sulle fasce, poi il gol subito ad inizio ci ha complicato la vita".










da Foggiacalciomania

Novelli: "molti demeriti nostri"

(16/11/2008)
L´allenatore del Foggia è un po´ deluso dall´atteggiamento dei suoi giocatori oggi: "Non abbiamo avuto paura di perdere. Abbiamo regalato un gol all´avversario e queste cose non devono succedere, soprattutto quando si affronta una squadra ben organizzata come il Benevento. Abbiamo verticalizzato troppo, sbagliando parecchio."
Poi fa una considerazione interessante: "Oltre ai meriti del Benevento, ci sono molti demeriti nostri. Questa settimana non mi è piaciuta molto, c´è stata troppa distrazione, e queste cose poi si ripercuotono la domenica in campo. Tanta quantità ma poca qualità"
"Dopo il gol loro si sono schiacciati e Bremec non ha mai sofferto. Dovevamo giocare di più sugli esterni perchè non ci permettevano di verticalizzare per vie centrali. Salgado e Del Core si accentravano troppo senza fare molto movimento, favorendo gli avversari che li hanno marcati facilmente."
"Oggi ci sono stati molti aspetti negativi, ma nella seconda parte della gara sono venuti fuori il carattere e il cuore, che hanno sopperito alla mancanza di lucidità mentale"

Domenico Carella da Calciofoggia

Lisuzzo: "Abbiamo messo sotto il Benevento"

(16/11/2008)
Arriva anche Lisuzzo in sala stampa: "Quello di oggi è un punto importante, soprattutto se si considera il fatto che loro sono andati in vantaggio subito.
Abbiamo giocato contro una delle pretendenti alla vittoria del campionato e siamo riusciti nel secondo tempo a metterla sotto. Purtroppo abbiamo subito un gol rocambolesco e poi loro si sono chiusi in difesa"
Riguardo alla sua ammonizione di oggi: "Io sono per un calcio pulito. Di solito non prendo molte ammonizioni, ma mi arrabbio quando vedo gente che entra per fare male, ed è ciò che mi ha dato fastidio in occasione dell´ammonizione rimediata oggi"





Domenico Carella da Calciofoggia

Foggia-Benevento 1-1. Il Tabellino

(16/11/2008)

I rossoneri, andati in svantaggio dopo soli 2 minuti di gioco, pareggiano nella ripresa con un rigore trasformato in rete da Salgado
















Il tabellino della gara:

FOGGIA - BENEVENTO 1-1 (0-1)

RETI: 2` Cattaneo (B), 77` rig. Salgado (F)

FOGGIA: Bremec, Colombaretti, Pezzella, Pecchia, Zanetti, Lisuzzo, Piccolo (50` Troianiello), Coletti, Del Core (89` Mattioli), Salgado, D`Amico (58` Mancino).
A disposizione: Coscia, Burzigotti, Rinaldi, Colomba, Mancino.
Allenatore: Raffaele Novelli.

BENEVENTO: Gori, Cattaneo, Colombini, Landaida, Ignoffo, De Liguori, Statella, Cejas, Bueno (78` Castaldo), Clemente (82` Aquilanti), Tufano (46` Cinelli).
A disposizione: Corradino, Imbriani, Palermo, Ferraro.
Allenatore: Aldo Papagni.

ARBITRO: Lorenzo Lupo (Matera)

RECUPERO: 4 minuti (1` pt + 3` st)

AMMONITI: D`Amico (F), Tufano (B), Lisuzzo (F), Ignoffo (B), Statella (B), Gori (B), Mancino (F), Pezzella (F)

ESPULSI: nessuno

SPETTATORI: 5.500 circa


Fabio Bertazzoli da UnioneSportivaFoggia.com

Castaldo:"Due punti persi"

(16/11/2008)
Anche Castaldo fa eco al suo collega di reparto, parlando di punti persi da parte dei sanniti.
"Abbiamo perso l'occasione per affermarci pesantemente anche contro una diretta concorrente per le zone alte della classifica. Anche secondo me il rigore era inesistente, perchè dalla panchina è sembrato a tutti che non ci fosse. Questa beffa va ad aggiungersi a quella di Marcianise, però guardiamo avanti. Il Foggia è una buona squadra, ma siamo stati molto bravi a chiudere tutti i varchi ed a rendere sterile il loro reparto offensivo. Comunque meglio non pensarci e guardare avanti. Il campionato è ancora molto lungo".
Claudio Castracane da Foggialandia.it

Ignoffo:''Splendido come sempre il pubblico dello Zaccheria''

(16/11/2008)
L'ex capitano rossonero conserva un ricordo bellissimo dei tifosi del Foggia, vista anche l'accoglienza che gli è stata riservata.
"E' stata un'emozione forte quest'oggi. Ringrazio il pubblico rossonero per l'accoglienza e per il fatto di avermi fatto sentire come se fossi a casa. E' bello sapere che ho lasciato un buon ricordo qui a Foggia, anche perchè vista l'importanza dell'incontro ci si poteva aspettare anche altro. Il rigore? A me non è sembrato così tanto netto, ma comunque il risultato non scontenta nessuno e penso che Foggia e Benevento saranno tra le squadre che si giocheranno la serie B."
Claudio Castracane da Foggialandia.it

Colombaretti:''Il rigore? C'era tutto!'

' (16/11/2008)
Per il difensore rossonero, il migliore a livello di rendimento dall'inizio della stagione, il rigore era sacrosanto.
"Purtroppo non ho seguito bene l'azione del gol annullato a Del Core, ma sul rigore non ho dubbi. Ho parlato con Mario e mi ha confermato di aver ricevuto una spinta netta, per cui non capisco i dubbi sollevati in merito. Se non l'avesse concesso ci sarebbe stato parecchio da recriminare. Oggi non è stato facile. Di fronte avevamo una signora squadra, allestita per vincere il campionato, per cui va bene così. Siamo apparsi un pò troppo bloccati sulle fasce, che dovevamo sicurament sfruttare meglio, perchè loro erano molto coperti centralmente. Il mister ci ha fatto notare questa cosa durante l'intervallo ed abbiamo cercato di apporre correttivi. Purtroppo abbiamo regalato un gol all'inizio che ha condizionato poi il resto della gara. Sono comunque ottimista in proiezione futura".
Claudio Castracane da Foggialandia.it

Coletti:''Non siamo stati quelli di sempre''

(16/11/2008)
E' facile in questa occasione dare ragione al centrocampista rossonero. Il Foggia di oggi ha proprio sbagliato l'approccio alla gara.
"Siamo riusciti a recuperare una partita che poteva davvero terminare con una sconfitta per noi. Durante il primo tempo era evidente che non era sceso in campo il solito Foggia. Durante la ripresa abbiamo provato ad aggredirli, ma il campo pesante non ci ha di certo aiutato in questo senso. Sul discorso rigore, non faccio nessuna dichiarazione. So per certo che è l'arbitro a decidere, per cui non mi sono posto il problema, anzi, anche a noi è stato annullato un gol a Del Core, ma nessuno ha pensato di contestare la decisione dell'arbitro. Comunque ci sono buoni elementi di spunto anche da questa gara, perchè forse una squadra senza carattere non sarebbe riuscita a riequilibrare il risultato. Speriamo comunque di recuperare i due punti persi, magari già da domenica prossima a Taranto".
Claudio Castracane da Foggialandia.it

Clemente:''Bisognava chiudere prima la gara''

(16/11/2008)
Per l'attaccante dei giallorossi si tratta di due punti persi. A parere suo il Benevento avrebbe meritato la vittoria.
"Abbiamo gettato al vento una buonissima occasione. Bisognava chiudere la gara quando si era in vantaggio per 1-0 e non dare il tempo al Foggia di riorganizzarsi. Sul rigore concesso nutro forti dubbi, anche se voglio sottolineare il fatto che il Foggia è davvero un'ottima squadra."
da Foggialandia.it

Lisuzzo: "Il Foggia meritava la vittoria"

(16/11/2008)
Lisuzzo si rammarica per il pareggio. "Oggi siamo noi che abbiamo perso due punti, contro un forte Benevento abbiamo giocato alla pari, abbiamo subito quel gol rocambolesco a inizio e per fortuna poi abbiamo rimediato con il giusto rigore avuto su Salgado. Restiamo concentrati sul campionato e guardiamo alla prossima trasferta a Taranto".










da Foggiacalciomania

Ignoffo: "Oggi abbiamo perso due punti"

(16/11/2008)
L´ex Ignoffo commenta a caldo il pareggio. "Oggi abbiamo lasciato due punti allo Zaccheria. Peccato il rigore non andava dato, peccato per la vittoria sfumata. Comunque torniamo a casa con fiducia e Foggia e benevento diranno la loro in campionato".









da Foggiacalciomania

Coletti e Colombaretti: "Contenti a metà"

(16/11/2008)
Tommaso Coletti in sala stampa: "Non commento le decisioni arbitrali, un errore può capitare a tutti. Dopo un primo tempo difficile, nel secondo tempo siamo migliorati e abbiamo spostato il gioco sulle fasce, riuscendo ad attaccarli. Ovvio che l´obiettivo fosse quello di vincere, e il pareggio è un risultato che da una parte mi rammarica, ma dall´altra mi fa felice"

Anche Colombaretti parla del rigore e del gol annullato al Foggia: "Non posso rispondere perchè non ero in linea, quindi non so se effettivamente ci fosse fuorigioco su quell´azione".
Sul rigore dice: "Mario ha detto di essere stato spinto da Ignoffo. Se però il rigore non fosse stato assegnato al Foggia, non credo ci sarebbero state recriminazioni."



Domenico Carella da Calciofoggia

Papagni: "Rammarico la vittoria sfumata"

(16/11/2008)
L´allenatore del Benevento un po´ amareggiato in sala stampa: "Bella partita tra due squadre che se la sono giocata a viso aperto. Non a caso stazionano nei quartieri alti della classifica. Avevo visto il Foggia più volte e ho un´ottima impressione di questa squadra. Faccio i complimenti a Novelli, ma devo fare i complimenti anche ai miei ragazzi che hanno fatto una gara di grande spessore tecnico, tettico, e di mentalità. Entrambe le squadre hanno fatto una gran partita. Da parte nostra rimane il rammarico per due punti che potevamo portare a casa e che abbiamo lasciato qui a Foggia. Se ci siamo chiusi? No, non l´abbiamo fatto volontariamente: è stato il Foggia che ha chiuso noi nella nostra metà campo"

Sull´episodio del rigore: "Non so dirvi, io ho visto Ignoffo e Gori che si sono scontrati. Presumo che non ci fosse rigore"




Domenico Carella da Calciofoggia

Castaldo: "Abbiamo perso due punti"

(16/11/2008)
Castaldo a fine partita: "Due punti persi. Abbiamo fatto una buona gara e siamo stati sfortunati. Il rigore era inesistente, non ho visto alcun contatto tra Salgado e Gori. Abbiamo retto agli attacchi del Foggia che, nonostante ci abbia schiacciato nella nostra area, non è riuscito a segnare (su azione ndr)"
Gli chiedono della sua partenza dalla panchina: "Quando uno non gioca non è mai contento"

Francesco Ricci da Calciofoggia

Clemente: "Rigore dubbio

"
(16/11/2008)
L´attaccante sannita in sala stampa: "Dopo essere passati in vantaggio a Foggia bisognava fare più attenzione per portare in porto una vittoria importante dove tutti avevano perso prima di oggi. L´arbitro ha visto questo rigore su cui ho qualche dubbio. Il Foggia è comunque un´ottima squadra. Dopo il vantaggio ho fatto praticamente il quinto centrocampista, ma condivido la decisione del mister di farci giocare così. Resta il rammarico per l´occasione persa: potevamo vincere se solo avessimo fatto più attenzione"

Francesco Ricci da Calciofoggia

Foggia - Benevento 1 - 1 Arbitro: Lupo di Matera Cielo: Coperto Spettatori: circa 4000

(16/11/2008)
90' Finisce la partita col punteggio di 1-1. Applausi per le due squadre
90' tre minuti di recupero segnalati
89' Entra Mattioli per Del Core
89' Entrambe le squadre danno l´impressione di voler cercare la vittoria
88' Castaldo riceve al limite dell´area, addomestica il pallone e mira l´angolino basso: Bremec ci arriva e manda in angolo
87' Ammonito Pezzella per un fallo a centrocampo commesso due minuti prima: l´arbitro ha tenuto a mente fino a quando il gioco non è stato fermato
83' L´assetto dei sanniti è ora un 4-5-1
82' Il Benevento sostituisce Clemente con Aquilanti
80' Un cross insidioso dalla destra dell´attacco sannita viene respinto in uscita da Bremec di pugno
79' salgado imbeccato sulla destra va via fino al fondo e mette in mezzo un pallone comodo per Del Core che al momento della girata viene anticipato da un difensore in tuffo
78' Esce Bueno, entra Castaldo
77' Ammonito Mancino per un fallo a centrocampo
77' Tripudio sugli spalti, lo Zaccheria si infiamma
77' PAREGGIO DEL FOGGIA: Salgado dal dischetto non sbaglia e spiazza il portiere
75' Rigore per il Foggia: Salgado lanciato a rete da Mancino arriva a tu per tu col portiere che lo stende. L´arbitro lo ammonisce soltanto
72' Pecchia dal limite pesca Del Core con un pallonetto in area: la rovesciata del centravanti rossonero diventa un assist troppo lungo per Salgado che davanti alla porta non ci arriva per il tocco finale.
71' Ammonito Statella per un fallo di mano a centrocampo, in prossimità della fascia destra d´attacco
68' Il Foggia fa veramente molta fatica ad avvicinarsi alla porta del Benevento. Difesa impenetrabile quella dei sanniti, attentissima e molto folta
65' Salgado addomestica un pallone al limite dell´area, si libera di un avversario e calcia verso la porta, con il pallone che termina a lato e Del Core che non riesce a intervenire in scivolata per ribadire il pallone in rete
62' Ora il Benevento controlla il pallino del gioco ed esce dalla situazione d iarroccamento difensivo, consentendo alla difesa di respirare
58' Mancino entra al posto di D´Amico
57' Gol annullato al Foggia per una presunta posizione di fuorigioco di Troianiello che si era inserito in area ed era stato pescato perfettamente da Salgado. Palla in mezzo per Del Core che deposita in rete, ma a gioco ormai fermo
56' Pressing del Benevento che costringe il Foggia a tornare spesso indietro per trovare spazi e palloni giocabili
55' Ormai è forcing del Foggia che ha schiacciato il Benevento nella propria area
53' Difficile per i rossoneri trovare spazi: ci prova Pecchia da fuori ma il tiro è debole e Gori blocca a terra in tuffo
51' Il Foggia deve fare i conti con un Benevento tutto abbottonato in difesa che si affida alle ripartenze di soli 2 uomini avanzati
50' Esce Piccolo ed entra Troianiello
49' Coletti ruba un pallone a De Liguori a centrocampo e dà palla a Colombaretti, ma il cross di quest´ultimo è troppo alto per Del Core a centro area
48' La punizione susseguente di Coletti è centrale e viene bloccata agevolmente da Gori
47' Ignoffo viene ammonito per un fallo al limite dell´area su Salgado
46' Sugli sviluppi dell´angolo il Benevento segna ma l´arbitro annulla per una vistosa carica su Bremec
46' Parte bene in Benevento che arriva al tiro dal limite con De Liguori: palla deviata in angolo da un difensore rossonero con palla che sfiora il palo sinistro di Bremec
45' Al rientro dagli spogliatoi c´è una novità nel Benevento: Cinelli è in campo al posto di Tufano
45' Le squadre ritornano in campo per il secondo tempo
45' un solo minuto di recupero e poi l´arbitro manda le squadre negli spogliatoi.

44' Un´azione combinata al limite dell´area porta il pallone dalle parti di Piccolo che di prima intenzione fa partire un potentissimo diagonale da destra verso il palo sinistro: Gori compie un miracolo, deviando in angolo la sfera che finisce a fil di palo
41' Pecchia dà un pallone a Del Core al limite dell´area: il centravanto rossonero addomestica spalle alla porta e cede indietro per l´accorrente Pezzella che in corsa prova il tiro ma sbaglia la mira
39' Ammonito Tufano per un fallo a centrocampo. Successivamente ammonito anche Lisuzzo
38' Salgado spostato a destra riceve palla e supera un avversario entrando in area: provvidenziale l´intervento in chiusura di Colombini che manda in angolo
37' Ammonito D´Amico per un fallo a centrocampo su Clemente
35' Salgado e Del Core hanno invertito la posizione: ora il cileno gioca centrale mentre Del Core è a sinistra
32' Pezzella si fa tutta la fascia palla al piede in corsa, poi crossa in area, ma la palla è telefonata ed è facile preda di Gori che anticipa Piccolo in presa alta
30' Punizione bomba di Coletti da trenta metri: la palla sibila accanto all´incrocio dei pali strozzando l´urlo del gol in gola ai tifosi della sud
29' Il Foggia ha adesso il baricentro spostato in avanti e preme alla ricerca del pari
27' Pecchia recupera un pallone a centrocampo e si avvia verso la porta: serve Pezzella che arriva in diagonale dall´esterno e in corsa tenta di mettere il pallone in mezzo, ma Ignoffo devia in calcio d´angolo
25' Fallo su Pezzella a centrocampo. Intanto a bordocampo si scaldano Mancino e Troianiello
24' Ancora un paio di azioni manovrate del Foggia che si perdono sempre al limite dell´area perchè i rossoneri non riescono a trovare gli spazi e i movimenti giusti, perdendo sempre palla
21' Quello visto fino ad ora non è affatto il solito Foggia
20' Lo Zaccheria comincia a spazientirsi: troppi gli errori a centrocampo, che permettono spesso alla difesa sannita di recuperare i palloni e ripartire
19' Il Benevento gioca adesso più raccolto indietro, sfruttando le ripartenze e affidandosi a ben 3 uomini per i contropiedi
16' D´Amico è costretto a interrompere fallosamente un´azione di Colombini che stava andando via a centrocampo
15' Dopo un´azione di Salgado dalla sinistra che si accentra, il pallone finisce a Coletti che prova la bomba dalla distanza: pallone alto
12' Il pubblico dello Zaccheria comincia a incitare più forte
12' Salgado allarga per Pezzella che mette ancora un pallone perfetto in mezzo: dal dischetto Piccolo stacca di testa ma ancora una volta manca il pallone di testa
10' Il Benevento sospinto anche dai suoi tifosi è molto intraprendente; il Foggia invece non riesce facilemnte a imbastire azioni di gioco, sbagliando spesso i passaggi a centrocampo
8' Torna in campo Piccolo dopo aver ricevuto le cure dello staff sanitario
7' Dopo uno scontro è rimasto a terra Piccolo in area avversaria: entrano i soccorsi in campo
5' Il Foggia fa fatica a imporre il gioco, sembra contratto e pare aver accusato il colpo a freddo del Benevento
4' Altra azione pericolosa del Benvento: sempre un corss dalla destra e sempre un pallone sottoporta per Castaldo che viene anticipato di un soffio da Lisuzzo.
2' I sanniti colpiscono a freddo: da azione dalla trequarti di destra è partito un cross che ha raggiunto sull´altro palo ben 3 giocatori sanniti incredibilmente soli. C´è stato tutto il tempo di stoppare il pallone e battere Bremec sottomisura con un fendente sotto l´incrocio. Il gol ci pare essere stato segnato da Cattaneo.
2' GOL DEL BENEVENTO
1' Pezzella dall´estrema sinistra mette in mezzo un pallone perfetto per Antonio Piccolo che tenta la conclusione al volo dall´altezza del dischetto, ma cicca clamorosamente il pallone
0' Inizia la partita col Foggia che batte il calcio d´inizio
0' Bremec prende posizione sotto la nord: il Foggia attaccherà dalla sinistra alla destra della nostra postazione
0' Ignoffo si reca sotto la sud a prendere gli applausi dei suoi ex tifosi
0' Foggia nella consueta casacca rossonera; Benevento in completo totalmente bianco
0' Le squadre fanno in questo momento il loro ingresso in campo tra gli applausi degli spettatori
0' Iniziano i cori delle due tifoserie, che si scaldano prima della partita. Applausi dei foggiani per i cori sanniti e viceversa. Grande sportività anche sugli spalti.
0' Le squadre terminano il riscaldamento e ritornano negli spogliatoi. Sugli spalti l´afflusso di pubblico continua: la sud è già quasi piena, mentre la gradinata presenta meno spettatori del solito, probabilmente a causa delle non perfette condizioni meteo.
Grande afflusso anche nel settore ospiti, che assume sempre più una colorazione giallorossa
0' Non è una bellissima giornata: il cielo è coperto, con minaccia di pioggia. Tuttavia il buon manto dello Zaccheria non appare in brutte condizioni, nonostante la pioggia che si è riversata su Foggia da un paio di giorni
0' Le squadre sono in campo per il riscaldamento
0' Buon pomeriggio da calciofoggia.it
Oggi si affrontano Foggia e Benevento in una partita che promette grandi emozioni.
da Calciofoggia


facebook

sfoglia    ottobre        dicembre

Cerca, Rss, Atom e Counter
Ricerca personalizzata
Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0   Feed ATOM di questo blog  Atom


Link
A
ac-perugia.com
acmonzabrianza.it
acspezia.com
agenfax.it
alessandriacalcio.it
allvideo
amarantomagazine.it
arezzonotizie.it
asandriabat.it
B
beneventocalcio.it
bettiamo.net
blog.football.it
blunote.it
bondolasmarsa
br73.net Pistoia
bustocco.it
C
calciatori.com
calciocampano2009
calciocomo190
calciofoggia.it
calcioland.forumfree
calciomatto
calciomercato.com
calcionapoletano
calciopiu.net
calciopress.net
calcioscommesse.myblog.it
calcioseriec.blogspot.com
calciotoscano.it
cavese
cavanotizie.it
click4soccer.com
coni.it
corrierediarezzo.it
corrieredicomo.it
cremonaweb.it
D
datasport.it
diretta.it
direttagol.it
E
e-cremonaweb.it
esperiaviareggio.it
eurosport.yahoo.com
F
fccrotone.blogspot.com
febbrea90.com
figc.it
foggiacalciomania.com
foggialandia.it
foggiaweb.it
folignocalcio.com
folignocalcio.it
forzacavese.net
forzalucchese.net
forzanovara.net
forzapescara.com
forzaspal
G
gazzettalucchese.it
goal.com
H
hellastory.net
hellasverona.it
hellasweb.it
I
ilgrecale.it
ilpallonaro.com
ilquotidianodellabasilicata.it
ilquotidianodellacalabria.it
ilsatanello.it
ioamoilcalcio.myblog.it
infobetting.com
italiadelcalcio.it
L
la_c1.ilcannocchiale.it
lanciano.it
larena.it
leccosportweb.it
lega-calcio.it
lega-calcio-serie-c.it
legaproprimadivisione
leggonline.it
livescore.com
Live score
loschermo.it
lospallino.com
lostregone.net
lumezzanecalcio.it
M
madeinandria.it
mondorossoblu.it
N-O
noitv.it
P
paganese.it
paganesecalcio.com
pescaracalcio.com
portogruarosummaga.it
primadanoi.it
primadivisionew
primadivisione
pronostici1x2
pronostici serie A
prosestonews
Q
qn.quotidiano.net
R
radioemme.it
raisport.rai.it
ravennanotizie.it
realsports.it
reggianacalcio.it
reggianasupporters.it
resport.it
riminicalcio.com
S
salernonotizie.it
sanniocalcio.it
scommesse.betfair.it
seriec1.ilcannocchiale.it
seriec1.wordpress.com
soccerpuglia.it
socialcalcio.com
solocalcio.com
solopescara.com
sorrentocalcio.com
sportal.it
sportcity-ricio
sportedintorni.blogspot.com
sporterni.it
sportevai.it
sportitalia.com
sportoggi.com
sportpeople.net
sportvintage.blogspot.com
ssjuvestabia.it
sslanciano.it
stabia1907.it
stabiachannel.it
stampasud.it
T
tarantosera.com
tarantosupporters.com
teleradioerre.it
ternanacalcio.com
terninrete.it
terzaserie.myblog.it
tifo-e-amicizia.it
tifogrifo.com
tifosigallipoli
tifosiportogruaro
tuttalac.it
tuttocalciatori.net
tuttocalcio.it
tuttolegapro.com
tuttomercatoweb.com
tuttosport.com
tuttosporttaranto
tvgratisnet.iobloggo.com
tvoggisalerno.it
U
ultrassamb
uscremonese.it
usfoggia.it
V
varese1910.it
varesenews.it
vascellocr.it
vastocalcio
viaroma100.net
virtuslanciano
Z
zonacalcio.it

Siti rimossi

Gossip&sport

Cinema italiano
cinemaitaliano.info
trovacinema.repubblica.it
Nuovi
bg vs fq pr dago
notiziariocalcio
ilnuovocorriere
asgubbio1910
forzanocerina
piacenzacalcio
triestinacalcio
comunicatemi
chi ho dimenticato
e sarà inserito,
o rimosso per chi vuol essere cancellato

....ed è naturalmente gradito
un link a questo blog
nei vostri siti o blog
grazie



Meteo











 
 
fai.informazione.it Wikio - Top dei blog Wikio - Top dei blog Add to Google intopic.it Blog360gradi - 

L’aggregatore di notizie a 360°  provenienti dal mondo dei blog! who's online Sito ottimizzato con 

TuttoWebMaster TOP 100 

SOCCER SITES TopSportSites.com :: A 

Sports Discussion Community Top Italia Registra 

il tuo sito nei motori di ricerca liquida.it social network Notizie, immagini e video dai blog italiani su Liquida top 100 sports sites My BlogCatalog 

BlogRank urltrends reports BlogNews Questo Blog e' 

Strabello! e il tuo?

Cynegi Network
linkto.org

  Powered by  MyPagerank.Net
 

seriec1

↑ Grab this Headline Animator

  View blog authority
   
 


blinko jonny groove
rcsmobile belen

lastminute
musicbox

edreams

better
blinko grandi sorelle


Rubbrica telefonica


Elenco per nome


Elenco per ruolo