235 Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio Il Legnano in mano a due Fiduciarie, Il Presidente Resta incontra i tifosi | seriec1 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

logo di seriec1.ilcannocchiale.it rassegna stampa della lega pro prima divisione
Blog letto 11512840 volte












div>

Tim Cup 2009/2010, Risultati completi,
Tabellone, Regolamento

Coppa Italia 2009/2010
Risultati e Calendario
Siti Ufficiali


prima pagina della Gazzetta dello Sport

prima pagina del Corriere dello Sport

prima pagina di Tuttosport

il cirotano



Verdetti 2010-2011
Retrocesse dalla serie B
Frosinone Portogruaro
Triestina Piacenza
Promosse dalla 2a Div
Tritium Carpi
Latina FeralpiSalò
Carrarese Trapani
Retrocesse in 2a Div
Paganese Cavese
Monza Sudtirol
Ternana Cosenza
Promosse in serie B
Gubbio Nocerina
H.Verona Juve Stabia


Supercoppa 2010-2011
22 - 26 maggio
Gubbio Nocerina 1 - 1
Nocerina Gubbio 0 - 1
Vincente: Nocerina


Play Off Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Verona Sorrento 2 - 0
Salernitana Alessandria 1 - 1
Girone "B"
Juve Stabia Benevento 1 - 0
Taranto A. Roma 0 - 1
5 giugno 2011
Girone "A"
Sorrento Verona 1 - 1
Alessandria Salernitana 1 - 3
Girone "B"
Benevento Juve Stabia 1 - 1
A. Roma Taranto 2 - 3
Finali Play Off 2011
Andata 12 giugno
Verona Salernitana 2 - 0
Juve Stabia A. Roma 0 - 0
Ritorno 19 giugno
Salernitana Verona 1 - 0
A. Roma Juve Stabia 0 - 2


Play Out Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Sudtirol Ravenna 1 - 0
Monza Pergocrema 1 - 0
Girone "B"
Viareggio Cosenza 3 - 1
Foligno Ternana 1 - 0
5 giugno 2011
Girone "A"
Ravenna Sudtirol 2 - 1
Pergocrema Monza 1 - 0
Girone "B"
Cosenza Viareggio 0 - 1
Ternana Foligno 1 - 1


Lega Pro 1a Div - Girone A
10a giornata - 25 ott 09
Alessandria Viareggio 0 - 0
Como Arezzo 0 - 0
Classifica - 10a giornata
 1  Novara 24   
 2  Cremonese 22

Serie C1 Rassegna Web Prima Divisione Lega Pro





































sfoglia    ottobre        dicembre


25 novembre 2008

Il Legnano in mano a due Fiduciarie, Il Presidente Resta incontra i tifosi

fonte: statistichelilla.it

 

Il presidente Resta ha deciso di fissare un incontro con tutti i tifosi legnanesi per chiarire la situazione drammatica nella quale versa l'A.C. Legnano e per spiegare quali potranno essere gli scenari futuri che si aprono per la squadra lilla.

 

L'incontro si terrà oggi, martedì 25 novembre, alle ore 21.00 presso la sede dell'A.C. Legnano in Via Palermo.

 

Intanto nella serata di lunedì la tifoseria si è riunita per discutere sulla situazione, come riportato nell'articolo più sotto.

 

G.Z. - www.statistichelilla.it

 



 

QUALI SCENARI PER IL LEGNANO? IL PRECEDENTE MONZA

 

Dopo le dichiarazioni del Presidente Resta, quali scenari si aprono per l'A.C. Legnano?

Il primo, il più semplice, vede protagonisti i fratelli Simone. Se contribuiranno a sanare il debito contratto dalla squadra lilla nei due anni di gestione precedente l'arrivo di Resta (è questo il senso dell'ultimatum lanciato domenica), il Presidente acquisterà il 100% delle quote, oggi in mano a due fiduciarie, e porterà avanti la squadra da solo.

Se questo non dovesse avvenire (e viste le cifre in gioco - il debito è attualmente intorno al 1.500.000 di euro - è molto probabile che non avvenga), l'ipotesi più plausibile è quella di ripercorrere le tappe seguite dal Monza nel campionato di serie C2 2003/04.

Allora la squadra brianzola attivò la procedura fallimentare, che portò a galla un debito, ben più alto rispetto a quello lilla, di oltre 6 milioni di euro.

Il Giudice del tribunale di Monza Maurizio Fontana, ritenendo non sufficienti le garanzie offerte da Priamo Atzeni e da Cesare D' Evant, rispettivamente azionista di maggioranza e amministratore delegato della società biancorossa, decise, sfruttando un decreto legislativo che permetteva di istituire il regime di esercizio provvisorio di attività, di affidare la gestione del team ai curatori fallimentari Maurizio Oggioni e Pino Sorrentino.

Questi, a fronte del pagamento dei debiti sportivi e in presenza di concrete garanzie bancarie da parte di una nuova proprietà, ottennero dalla Federcalcio il mantenimento del titolo sportivo e la possibilità di continuare a disputare il campionato allora in pieno svolgimento (eravamo nel mese di gennaio del 2004).

Ottenuto tale importante benestare, i due curatori misero quindi all'asta la società brianzola, ripulita dei debiti precedentemente accumulati, con un prezzo base stabilito dai periti del Tribunale sulla base di opportune perizie sul patrimonio immobiliare, il parco giocatori ed la stima del valore del titolo sportivo.

Dopo che le prime due aste andarono deserte, alla terza Giambattista Bernini, già vicepresidente dell'Atalanta, si aggiudicò il Monza ad un prezzo di 800.000 euro, la metà di quello della prima asta.

Fondata una nuova società, l'attuale Monza Brianza, Bernini iscrisse regolarmente la squadra, che nel frattempo si era salvata ottenendo l'ottavo posto in classifica nel girone A della serie C2, al successivo campionato di quarta serie.

Potrebbe dunque essere questo il cammino, certamente impegnativo e denso di incognite, che la squadra lilla potrebbe seguire nel prossimi mesi.

Un cammino che dipende da molti fattori: l'esistenza di compratori disposti a subentrare con una nuova società, la disponibilità a mantenere in vita la squadra da parte del curatore fallimentare e, non ultimo e il più impegnativo, il mantenimento del titolo sportivo da parte della Federazione.

E se nessuno si presentasse all'asta oppure se non venisse concesso da parte del tribunale l'esercizio provvisorio?

In questo caso il 2009 sarebbe la data di morte dell'A.C. Legnano 1913. La squadra potrebbe essere costretta a ritirarsi o, se la stagione fosse già nel frattempo finita, indipendentemente dal piazzamento finale gli verrebbe negata la possibilità di iscrizione al prossimo campionato.

A questo punto il titolo sportivo, vacante, potrebbe essere assegnato ad una eventuale nuova società, che dovrebbe in ogni caso ripartire dal gradino più basso del calcio dilettantistico, la terza categoria, chiedendo poi, visto il passato sportivo della nostra città, il ripescaggio immediato in Eccellenza, che probabilmente verrebbe concesso.

  

Gianfranco Zottino - www.statistichelilla.it

 



 

LA RIUNIONE DEI TIFOSI LILLA

  

[foto A. Gallo - www.statistichelilla.it]

 

Il ritrovo è alle 18.30, alle 18.45 già siamo in una quarantina e si comincia. I primi punti trattati riguardano chiaramente la situazione societaria nel suo complesso, quindi si parla del reale stato dei debiti e si informano tutti i presenti sui rischi concreti che può avere il futuro della squadra.

Stando a quanto appreso dunque il debito della squadra attuale, quindi quello da pagare entro il fatidico mercoledì 26 novembre, ammonterebbe a 400.000 euro, mentre quello pregresso e accumulato nel tempo a circa un milione, per un totale di circa 1,4 milioni di euro di passivo della società di via Palermo.

Questi debiti sono stati contratti specialmente con la cattiva gestione societaria nei primi due anni della presidenza Simone, per esempio attraverso la stipulazione di alcuni contratti troppo onerosi per la categoria, tanto che si parla addirittura di miliardi per i pagamenti di alcuni stipendi. Il tutto legato ad una campagna di sensibilizzazione verso le aziende locali totalmente assente da parte della famiglia Simone, tutti conosciamo infatti la famosa frase "Possiamo rimanere senza sponsor, tanto nemmeno il Barcellona ce l'ha", cacciando dal Legnano una nota azienda locale che poi è andata a rimpinguare le casse di squadre quali Novara, Vicenza e Torino.

Detto questo si procede con l'analizzare l'immagine dell'attuale presidente Pippo Resta, che con il bicchiere mezzo pieno ha cercato di salvare il Legnano il più a lungo possibile, ma con il bicchiere mezzo vuoto ne ha soltanto prolungato l'agonia. Da qui l'idea di chiedere un colloquio con lo stesso e, dopo alcune vicissitudini legate alla mancanza di locali adeguati all'incontro, si fissa per martedì sera alle 21.00 presso la sede della società.

Altro punto visto è il ruolo in società di Pallone, fantomatico personaggio capace di lasciare ovunque va cattivi ricordi di sè, anche qui a Legnano a quanto pare.

Successivamente si pensa a come rispondere a questa brutta situazione e si pensa prima ad una manifestazione pacifica, non solo della curva, ma dell'intera tifoseria Lilla, al fine di sensibilizzare la città che si accorgerebbe così finalmente (forse) che esiste una squadra di calcio a Legnano, anche se ancora per poco, e per far capire alla dirigenza che qualcuno che ci tiene c'è veramente e che il Lilla non è solo il giocattolo di qualcuno.

Alla fine però si preferisce aspettare ad organizzare qualcosa di concreto, bisogna vedere mercoledì cosa succederà, aspettare l'incontro col presidente ed eventualmente organizzare qualcosa.

 

Alberto Gallo - www.statistichelilla.it

 



 

Il Legnano in mano a due Fiduciarie

 

La totalità del pacchetto azionario dell'A.C. Legnano S.r.l. è dallo scorso 18 giugno nella mani di due società fiduciarie, la Si.re.f. Società Italiana di Revisione e Fiduciaria S.p.A. (gruppo Intesa-San Paolo) e la Fiduciaria Vonwiller S.p.A. (emanazione della elvetica Vonwiller ).

La prima ha acquisito le quote precedentemente di proprietà dell'ex Presidente lilla Gianni Simone (l'1%), del fratello Marco (l'89%) e del socio di minoranza Dario Lovato (il 5%).

Alla seconda sono state girate le quote, pari al restante 5%, dell'altro socio di minoranza Luca Ortolani della Nave.

L'operazione, di cui non è dato di sapere quali siano state le motivazioni che hanno portato alla sua messa in atto, è stata compiuta, come dicevamo in apertura, lo scorso 18 giugno, due settimane dopo la conferenza stampa di presentazione della nuova stagione 2008/09 e comunque prima della regolare iscrizione della squadra lilla al campionato.

E' quanto emerge dalla lettura dei dati, ufficiali oltre che pubblici, contenuti nella visura ordinaria delle società di capitale, disponibile presso la Camera di Commercio di Milano.

Lo stesso documento contiene anche l'elenco degli amministratori della società: Gianni Simone, Consigliere, Vice Presidente del Consiglio di Amministrazione nonchè Amministratore Delegato della società e Giuseppe Resta, Consigliere e Presidente del Consiglio di Amministrazione, 

Entrambi risultano essere dal 13 settembre del 2007 i legali rappresentanti dell'A.C. Legnano S.r.l., con delega dei poteri riguardanti l'ordinaria e straordinaria amministrazione, ed in particolare quelli riguardanti gli affidamenti bancari, a Gianni Simone.

  

Gianfranco Zottino - www.statistichelilla.it

 



 

RESTA: "O SI PAGANO I DEBITI O IL 26 CHIEDO IL FALLIMENTO"

 

Il Pres. Resta e Marco Simone [foto www.statistichelilla.it]

  

La festa è finita!

Tra tre giorni, precisamente mercoledì 26 novembre, il Presidente Resta porterà i libri in tribunale e dopo 95 anni l'A.C. Legnano finirà di esistere.

Questa in estrema sintesi il senso delle dichiarazioni, devastanti, rilasciate dal numero uno lilla al termine di Legnano-Spal, raccolte dal nostro inviato Roberto Mezzenzana:

 

"Per quanto riguarda la società posso dire che siamo in un momento delicato, perché entro il giorno 26 Novembre dobbiamo coprire le perdite dello scorso anno, non dico la cifra, altrimenti si va in liquidazione. Nonostante i numerosi appelli non si è mosso nulla. Io ho cercato di fare qualcosa, ma nessuno si è mai mosso per darci una mano anzi, invece di arrivare, la gente sparisce. Purtroppo ci trasciniamo una situazione di perdite dovute al periodo precedente al mio ingresso in società. Io non voglio e non posso fare il kamikaze, siamo in un momento difficile anche in Italia, ma nonostante sia venuto a Legnano con tanta voglia di fare bene, non posso rovinare me e la mia famiglia. La società è abbandonata al suo destino, chi ha nel cuore il Legnano si faccia avanti. Mi dispiace dire queste cose, dovevano essere altri a parlarvene. Noi giocheremo fino a giugno poi la società sparirà!!! Ci saranno altre squadre in questa situazione a fine campionato. Faccio un appello ai tifosi di stare sempre vicino al Legnano.”

 

Dichiarazioni, come dicevamo, semplicemente devastanti, che mettono in luce in modo chiaro e netto anche la spaccatura tra il Presidente e l'ex patron lilla Marco Simone.

"Purtroppo ci trasciniamo una situazione di perdite dovute al periodo precedente al mio ingresso in società", parole più chiare non potevano essere dette.

Le spese folli dei primi due anni di gestione Simone (come non ricordare i contratti pluriennali con molti, troppi zeri, firmati per aggiudicarsi giocatori a dir poco discutibili tecnicamente - Maiolo su tutti) continuano a pesare sul bilancio di questa società.

E Resta, subentrato a Gianni Simone alla presidenza lilla lo scorso campionato, ha deciso di chiudere il rubinetto.

"La società è abbandonata al suo destino", continua a ripetere ormai fino alla noia Pippo Resta.

Ma la domanda più che lecita è "Abbandonata da chi?"

Dagli investitori legnanesi micragnosi e poco disposti a spendere?

Si è mai chiesto Resta, e prima di lui Simone, se davvero in città questi "Paperon De' Paperoni" esistano davvero?

Evidentemente dimenticano che dopo la dipartita di Mari prima e Villa poi, la squadra è finita miseramente tra i dilettanti, dove ancora oggi probabilmente giocherebbe se non fossero arrivate persone da fuori (Rusignuolo e Di Bari, il primo legnanese solo d'adozione, il secondo comasco).

Il tessuto cittadino è quello che è, Di Bari lo aveva capito e l'unica volta che si è trovato nelle zone alte (e potenzialmente costose...) della classifica, non ha esitato un secondo a cacciare un allenatore dopo una vittoria, caso unico della storia calcistica mondiale!

Un conto è girare con il Suv, giocare a golf la domenica, mettersi un mantello colorato per vincere un Palio, un conto è avere una quantità semplicemente folle di denaro da buttare in quel pozzo senza fondo che è una squadra professionistica di calcio.

Lo sapete che il Legnano costa 150.000 euro al mese? Al mese, sì, avete letto bene.

Quanti sono i legnanesi, facoltosi o meno, che possono permettersi una simile spesa?

Quanti di noi una simile cifra la vedono solo dopo qualche anno di duro lavoro?

E' chiaro che nè Simone, nè Resta, quando hanno deciso di imbarcarsi in questa folle impresa non hanno minimamente valutato la realtà nella quale si stavano per imbattere.

Non avevano evidentemente valutato come Legnano non possieda grandi aziende con un marchio da lanciare e tanti soldi da investire nel marketing.

La "Franco Tosi" è morta da anni, la "Legnano" di legnanese ha solo il nome, i cari "D&G" sono talmente legati alla città dove incidentalmente lavorano che al funerale di un grande legnanese loro collega come Gianfranco Ferrè manco c'erano...

Certo, esistono gli imprenditori legnanesi, ma la "rella", come direbbero i nostri vecchi, è nota. Tante piccole e medie aziende, che navigano a vista da anni in mezzo ad una crisi planetaria.

Ma se non si riesce nemmeno a trovare qualche centinaio di euro per uno straccio di sponsor per una trasmissione radiofonica (ed io e Christian lo sappiamo bene), come si può pensare di trovarne addirittura centinaia di migliaia al mese?

Questa è la realtà nella quale viviamo, è inutile nascondere la testa sotto la sabbia.

Nessuno aiuta Resta e Simone non perchè siano "brutti, cattivi ed antipatici" (anche se a proposito di simpatia ce ne sarebbe da dire, ma questo è un altro discorso), ma molto più semplicemente perchè di "danè" a Legnano proprio non ce ne sono.

O quelli che ci sono sono troppo pochi per gestire una simile impresa.

Punto.

Cosa possiamo fare noi poveri tifosi?

Nulla.

Punto.

Ieri eravamo in 1.300 allo stadio, ma grazie agli ospiti che forse erano più di noi.

Se la gente non viene allo stadio manco se gli regali l'abbonamento, cosa si può pretendere di più?

Noi tifosi ieri c'eravamo, pochi come sempre, ma c'eravamo.

Ma se il 98% dei nostri concittadini non sa nemmeno che esiste una squadra di calcio cosa possiamo farci?

Niente.

Punto.

 

La festa è finita!

 

Facciamocene una ragione... 

  

Gianfranco Zottino - www.statistichelilla.it


facebook

sfoglia    ottobre        dicembre

Cerca, Rss, Atom e Counter
Ricerca personalizzata
Blog letto 11512840 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0   Feed ATOM di questo blog  Atom


Link
A
ac-perugia.com
acmonzabrianza.it
acspezia.com
agenfax.it
alessandriacalcio.it
allvideo
amarantomagazine.it
arezzonotizie.it
asandriabat.it
B
beneventocalcio.it
bettiamo.net
blog.football.it
blunote.it
bondolasmarsa
br73.net Pistoia
bustocco.it
C
calciatori.com
calciocampano2009
calciocomo190
calciofoggia.it
calcioland.forumfree
calciomatto
calciomercato.com
calcionapoletano
calciopiu.net
calciopress.net
calcioscommesse.myblog.it
calcioseriec.blogspot.com
calciotoscano.it
cavese
cavanotizie.it
click4soccer.com
coni.it
corrierediarezzo.it
corrieredicomo.it
cremonaweb.it
D
datasport.it
diretta.it
direttagol.it
E
e-cremonaweb.it
esperiaviareggio.it
eurosport.yahoo.com
F
fccrotone.blogspot.com
febbrea90.com
figc.it
foggiacalciomania.com
foggialandia.it
foggiaweb.it
folignocalcio.com
folignocalcio.it
forzacavese.net
forzalucchese.net
forzanovara.net
forzapescara.com
forzaspal
G
gazzettalucchese.it
goal.com
H
hellastory.net
hellasverona.it
hellasweb.it
I
ilgrecale.it
ilpallonaro.com
ilquotidianodellabasilicata.it
ilquotidianodellacalabria.it
ilsatanello.it
ioamoilcalcio.myblog.it
infobetting.com
italiadelcalcio.it
L
la_c1.ilcannocchiale.it
lanciano.it
larena.it
leccosportweb.it
lega-calcio.it
lega-calcio-serie-c.it
legaproprimadivisione
leggonline.it
livescore.com
Live score
loschermo.it
lospallino.com
lostregone.net
lumezzanecalcio.it
M
madeinandria.it
mondorossoblu.it
N-O
noitv.it
P
paganese.it
paganesecalcio.com
pescaracalcio.com
portogruarosummaga.it
primadanoi.it
primadivisionew
primadivisione
pronostici1x2
pronostici serie A
prosestonews
Q
qn.quotidiano.net
R
radioemme.it
raisport.rai.it
ravennanotizie.it
realsports.it
reggianacalcio.it
reggianasupporters.it
resport.it
riminicalcio.com
S
salernonotizie.it
sanniocalcio.it
scommesse.betfair.it
seriec1.ilcannocchiale.it
seriec1.wordpress.com
soccerpuglia.it
socialcalcio.com
solocalcio.com
solopescara.com
sorrentocalcio.com
sportal.it
sportcity-ricio
sportedintorni.blogspot.com
sporterni.it
sportevai.it
sportitalia.com
sportoggi.com
sportpeople.net
sportvintage.blogspot.com
ssjuvestabia.it
sslanciano.it
stabia1907.it
stabiachannel.it
stampasud.it
T
tarantosera.com
tarantosupporters.com
teleradioerre.it
ternanacalcio.com
terninrete.it
terzaserie.myblog.it
tifo-e-amicizia.it
tifogrifo.com
tifosigallipoli
tifosiportogruaro
tuttalac.it
tuttocalciatori.net
tuttocalcio.it
tuttolegapro.com
tuttomercatoweb.com
tuttosport.com
tuttosporttaranto
tvgratisnet.iobloggo.com
tvoggisalerno.it
U
ultrassamb
uscremonese.it
usfoggia.it
V
varese1910.it
varesenews.it
vascellocr.it
vastocalcio
viaroma100.net
virtuslanciano
Z
zonacalcio.it

Siti rimossi

Gossip&sport

Cinema italiano
cinemaitaliano.info
trovacinema.repubblica.it
Nuovi
bg vs fq pr dago
notiziariocalcio
ilnuovocorriere
asgubbio1910
forzanocerina
piacenzacalcio
triestinacalcio
comunicatemi
chi ho dimenticato
e sarà inserito,
o rimosso per chi vuol essere cancellato

....ed è naturalmente gradito
un link a questo blog
nei vostri siti o blog
grazie



Meteo











 
 
fai.informazione.it Wikio - Top dei blog Wikio - Top dei blog Add to Google intopic.it Blog360gradi - 

L’aggregatore di notizie a 360°  provenienti dal mondo dei blog! who's online Sito ottimizzato con 

TuttoWebMaster TOP 100 

SOCCER SITES TopSportSites.com :: A 

Sports Discussion Community Top Italia Registra 

il tuo sito nei motori di ricerca liquida.it social network Notizie, immagini e video dai blog italiani su Liquida top 100 sports sites My BlogCatalog 

BlogRank urltrends reports BlogNews Questo Blog e' 

Strabello! e il tuo?

Cynegi Network
linkto.org

  Powered by  MyPagerank.Net
 

seriec1

↑ Grab this Headline Animator

  View blog authority
   
 


blinko jonny groove
rcsmobile belen

lastminute
musicbox

edreams

better
blinko grandi sorelle


Rubbrica telefonica


Elenco per nome


Elenco per ruolo