235 Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio Taranto, sempre più nel baratro, Tarantosport s.r.l.: una santabarbara | seriec1 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

logo di seriec1.ilcannocchiale.it rassegna stampa della lega pro prima divisione
Blog letto 11513518 volte












div>

Tim Cup 2009/2010, Risultati completi,
Tabellone, Regolamento

Coppa Italia 2009/2010
Risultati e Calendario
Siti Ufficiali


prima pagina della Gazzetta dello Sport

prima pagina del Corriere dello Sport

prima pagina di Tuttosport

il cirotano



Verdetti 2010-2011
Retrocesse dalla serie B
Frosinone Portogruaro
Triestina Piacenza
Promosse dalla 2a Div
Tritium Carpi
Latina FeralpiSalò
Carrarese Trapani
Retrocesse in 2a Div
Paganese Cavese
Monza Sudtirol
Ternana Cosenza
Promosse in serie B
Gubbio Nocerina
H.Verona Juve Stabia


Supercoppa 2010-2011
22 - 26 maggio
Gubbio Nocerina 1 - 1
Nocerina Gubbio 0 - 1
Vincente: Nocerina


Play Off Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Verona Sorrento 2 - 0
Salernitana Alessandria 1 - 1
Girone "B"
Juve Stabia Benevento 1 - 0
Taranto A. Roma 0 - 1
5 giugno 2011
Girone "A"
Sorrento Verona 1 - 1
Alessandria Salernitana 1 - 3
Girone "B"
Benevento Juve Stabia 1 - 1
A. Roma Taranto 2 - 3
Finali Play Off 2011
Andata 12 giugno
Verona Salernitana 2 - 0
Juve Stabia A. Roma 0 - 0
Ritorno 19 giugno
Salernitana Verona 1 - 0
A. Roma Juve Stabia 0 - 2


Play Out Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Sudtirol Ravenna 1 - 0
Monza Pergocrema 1 - 0
Girone "B"
Viareggio Cosenza 3 - 1
Foligno Ternana 1 - 0
5 giugno 2011
Girone "A"
Ravenna Sudtirol 2 - 1
Pergocrema Monza 1 - 0
Girone "B"
Cosenza Viareggio 0 - 1
Ternana Foligno 1 - 1


Lega Pro 1a Div - Girone A
10a giornata - 25 ott 09
Alessandria Viareggio 0 - 0
Como Arezzo 0 - 0
Classifica - 10a giornata
 1  Novara 24   
 2  Cremonese 22

Serie C1 Rassegna Web Prima Divisione Lega Pro





































sfoglia    novembre        gennaio


7 dicembre 2008

Taranto, sempre più nel baratro, Tarantosport s.r.l.: una santabarbara

fonte: tarantosupporters.com

E venne anche il tempo per il Gallipoli di passeggiare allo Iacovone.
Corsi e ricordi storici: l'indimenticabile Ermanno Pieroni consentì al Martina Franca di vincere per due a zero allo Iacovone.
Il magnate di Manduria - con il cuore che batte forsennato verso Imola e dintorni - consente al Gallipoli di Barba di passeggiare letteralmente allo Iacovone, prendersi tre punti senza troppa fatica, mettere la freccia e conquistare il meritato primato in classifica.

Alla squadra allestita dall'impareggiabile Vittorio Galigani, in tandem con il buon Pastore Ivano da Salerno, una figuraccia (l'ennesima) senza condizioni, una sconfitta (l'ennesima) tra le mura amiche e nemmeno la forza morale di controbattere ad un Gallipoli forte ma affatto trascendentale e che in trasferta ha avuto fino ad adesso uno score affatto travolgente.
Ma cosa aspettarsi da una squadra umiliata in primis dalla proprietà di una caricatura di società senza una sede legale?
Cosa aspettarsi da una squadra che sa bene che non beccherà il becco di un quattrino fino al termine di una stagione che va oltre la precarietà (pardon, transizione) tanto sbandierata dal padrone di Manduria e dai tanti lacchè che lo circondano affettuosamente e che solo adesso, forse, stanno capendo (forse) lo spessore davvero infimo del personaggio che hanno fin qui amorevolmente servito? E che dire del sepolcro imbiancato che il magnate imolese si porta appresso come cameriere e che chiede ad altri di vergognarsi senza il pudore di rivolgere a se stesso tal esortazione?

Alla squadra era stato richiesto impegno. Addirittura interrompendo la rifinitura del sabato. Qualcosina si è vista nel finale ma insufficiente a raccogliere nemmeno un punto: acqua in faccia ai morti è acqua sprecata. Da interrogarsi, inoltre, cosa Selvaggi resti a fare in una realtà abbandonata a se stessa. Probabilmente Selvaggi cova la stessa speranza della tifoseria: che il magnate di Manduria si tolga per sempre dai coglioni il prima possibile per tentare di salvare una stagione compromessa. L'unico, Selvaggi, con un briciolo di professionalità e spiccioli di credito verso la tifoseria.
Dellisanti è stato esonerato da Selvaggi. Doveva capirlo prima il Mister che non c'era trippa per gatti.

FUORI GLI SPOGLIATOI E SENZA MICOROFONI

SELVAGGI - Acceso confronto con Selvaggi che ha più volte ribadito che se non è gradito alla piazza può andare via immediatamente e che non farà mai il pupazzo di nessuno.
Le richieste giunte in maniera caotica e disordinata sono state principalmente due: l'allontanamento dei napoletani della squadra e far giocare qualche giovane che, almeno, onori la maglia.
Alla domanda precisa se stesse lavorando per preparare il terreno verso la nuova proprietà, Selvaggi ha volutamente glissare.

DELLISANTI - Visibilmente amareggiato. "Se ci fosse stata la necessaria tranquillità questa squadra, con tutti i suoi limiti, avrebbe potuto salvarsi tranquillamente".
Ma se a minare la tranquillità della squadra ci pensa il presidente e il direttore generale, come la mettiamo?
Ennesima scelta d'amore di un galantuomo, tradito.

Clamoroso: interrotti gli allenamenti
 
Un blitz, come nelle migliore tradizione.
Un manipolo di tifosi rossoblu irrompe sul terreno di gioco dello Iacovone e interrompe l'allenamento di rifinitura della squadra guidata da Dellisanti.

Pochi concetti e molto chiari: la tifoseria pretende il massimo impegno in vista del match contro la capolista Gallipoli. Impegno dovuto per il rispetto doveroso alla maglia che si indossa. La condotta esecrabile della società non può mai giustificare il lassismo visto al Simonetta Lamberti anche in riferimento ad altre realtà, con problemi simili, che onorano il campionato nelle posizioni di vertice.

Una situazione affatto nuova quella vista allo Iacovone e che si ripete ciclicamente: se i massimi dirigenti della società non hanno alcuna credibilità con la squadra tocca alla tifoseria alzare la voce e pretendere rispetto.

Perchè fare la fine del Martina non conviene
 
Tra le pieghe di una guerra civile intestina tutta interna alla Tarantosport s.r.l. in cui presidente e il suo maggiordomo sono ai ferri corti contro la squadra, quando la squadra pensa più a come limitare i danni e a fuggire da una situazione delirante, quando il vicepresidente si chiede (e non solo lui) a che pro le dichiarazioni di un D.G. che - di fatto - è diffidato dal mettere piede nello Iacovone e costretto a rimanere rinchiuso nel suo eremo messapico, quando ad una tifoseria mortificata da una condotta scellerata da parte del vate manduriano si aggiunge l’accanimento (terapeutico?) di un organo di controllo (l’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive) che osserva, osserva ma non ha la minima idea sull’oggetto per cui è chiamato a legiferare, quando nessun politico o amministratore pubblico trova il pudore per chiedere conto sul perché la città di Taranto debba essere criminalizzata e sul perché della scelta astrusa di proibire - a ciò che resta della tifoseria - la trasferta di Potenza, aleggia e circola come uno spettro la possibilità che il Sig. Blasi, al termine della stagione, chiuda baracca e burattini e segua l’illuminante esempio di Cassano che, nella vicina Martina Franca, dopo mesi di appelli alla cittadinanza e con le chiavi della società in mano al Sindaco, ha chiuso i battenti del calcio martinese senza avere risposta alcuna.

Stando alle ultime dichiarazioni del vate manduriano, il pacco è pressoché pronto. Chi vuole il Taranto dovrà pagarsi la stagione corrente. Più andremo avanti in campionato, più oneroso sarà il fardello.
Nonostante tutto, se il Sig. Blasi terrà fede alle sue minacce (e non vediamo perché non dovrebbe farlo…) la gestione della Taranto Sport S.r.l. per le tasche del magnate imolese potrebbe chiudersi con un leggero attivo. Bontà sua, non ci sono spese di sede legale (a proposito, dov’è la sede legale della Taranto Sport S.r.l. ?), i calciatori sanno già che non riceveranno più un becco di un quattrino e a breve partiranno le mobilitazioni sulla falsa riga di Pescara, quando tutto questo avrà trovato compimento ciò che resterà dalle macerie lasciate in eredità dal calcio targato Sig. Blasi sarà la categoria, C1 o C2 che sia.
Il cerino acceso, come sempre, è nelle mani del padrone imolese. Legittimamente il proprietario della Taranto Sport s.r.l. potrebbe decidere di scottarsi e chiudere con il calcio, anche non fallendo. Ma dovrebbe comunque onorare gli impegni con il fisco e con i fornitori e lasciare di sé una traccia poco lusinghiera nella già poco esaltante storia recente del pallone a tinte rossoblu.
Potrebbe farlo, ma non lo farà. Perché se attualmente non si possono spendere nemmeno 10 euro senza l’avallo della proprietà, figurarsi se il nostro illuminato imprenditore si lascia sfuggire dalle mani il valore del titolo sportivo, C1 o C2 che sia. Un valore affatto trascurabile e che, per nostra immensa fortuna, non si può trasferire come accade con il volley. Altrimenti la patetica sceneggiata vista quest’estate con il Modena avrebbe avuto un epilogo ben più tragico.

Il piagnisteo è ormai risaputo. La colpa è sempre della minoranza della tifoseria, è sempre di una certa stampa, è sempre e solo di qualcun altro. Mai un minimo cenno di autocritica. Eppure di schifezze, in questi quattro anni, ne abbiamo viste… solo adesso, però, quando il salvagente dei risultati sportivi viene meno, si scopre, in tutta la sua drammatica crudezza, quanta approssimazione e disprezzo alcova dalla parti di Manduria.

L’unica ancora di salvezza per cercare di salvare capra e cavoli è di consegnare la squadra al Sindaco, così come fece Cassano con il Martina. Visto che nessuno si fida del buon manduriano (e non per colpa della tifoseria, ci sia consentito…) il passaggio di consegne attraverso la massima carica istituzionale tarantina, con un prezzo equo e senza strilli mediatici, favorirebbe una trasparenza necessaria e mai riscontrata negli ultimi quattro anni.
La società nelle mani del Sindaco: per noi è questione di giorni (a breve lo stadio sarà a norma…) poi vedremo se davvero non c’è nessuno pronto a raccogliere il testimone di cent’anni di passione rossoblu.
 

Tarantosport s.r.l.: una santabarbara
 
Qualche tempo fa - una settimana circa dopo la sconfitta interna con il Crotone - ci era stata propinata in diretta satellitare tramite Taranto Channel - la favoletta secondo cui “andava tutto bene Madama la Marchesa con un redento Shala, uno dei Masaniello dello spogliatoio affianco al DG Galigani nel ruolo di grande dispensatore di saggezza.
Risolti i problemi economici, risolti i problemi tecnici, squadra e società erano tornati d’amore e d’accordo dopo il burrascoso dopogara in cui erano volate parole grosse (e non solo) tra il presidente Sig. Blasi e la truppa costruita in estate dal magnate di Manduria nelle vesti di DS pro-tempore in tandem con il fido Galigani e il buon Pastore, capitano e dirigente in pectore della sgangherata società con sede sociale non si sa dove.

Erano tutte frottole. Non avevamo dubbi e non è la prima volta che accade.

Mai giornata è stata ideale per sparare bordate: 4 dicembre, Santa Barbara. La polveriera per antonomasia.
Una doppietta pazzesca (una combinazione?) : il Sig. Blasi, sulla Rosa, dice di fregarsene di tutto, che si sente tradito come padre di famiglia e la solita retorica bolsa che non ha pudore di mettere in mezzo i figli alla stregua del buon Lucianino di pieroniana memoria.
Poi tocca al fido Galigani (che non può più mettere piede allo Iacovone per ordine di Selvaggi checché ne dica...) attaccare la squadra a testa bassa sul fido Corriere dello Sport con delle farneticazioni che tutti abbiamo potuto apprezzare.
La risposta della truppa arriva con Tarantosera in cui il buon Galigani viene mandato a quel paese prima dalla squadra e poi da Selvaggi sul Corgiorno.
Non c’è che dire: un quadro della situazione alquanto deprimente. Lo specchio di una società inesistente, mediocre, quintessenza dell’incapacità di fare calcio in maniera razionale. In questa realtà, questa squadra dovrà cercare di salvarsi. Complimenti vivissimi.

Con questi chiari di luna la prospettiva è assai chiara: il Sig. Blasi non scucirà il becco di un quattrino a tempo indeterminato, anche a rischio di moltiplicare il caso Zaccanti per “n” volte.
Bocca chiusa e spilli in tasca. Non c’è trippa per gatti e chi vorrà subentrare al comando del Taranto dovrà pagarsi anche la scalcinata stagione corrente.
Non solo: con questa prospettiva ci attendiamo qualche colpo a sorpresa del magnate manduriano, come la consegna della società al Sindaco, proprio in prossimità dell’apertura dello Iacovone. Perché ai primi di gennaio al Sig. Blasi toccherà scucire per davvero i primi verdoni della stagione tra stewards e canone di utilizzo dello Iacovone e si scopriranno, finalmente, tutti gli altarini di questa grottesca faccenda.

Nel mentre, la squadra (che a Cava voleva rifiutarsi di scendere in campo ) dovrebbe tentare la salvezza ma pensa esclusivamente a mollare gli ormeggi e mettere quanti più chilometri possibile tra loro e il Sig. Blasi, magnate di Manduria, consapevoli che da queste parti non si becca più un eurocent bucato.
Sarà una combinazione fortuita ma i tanti infortuni – alla vigilia del match contro la capolista Gallipoli - puzzano come carogne che marciscono al sole mentre a Selvaggi e Dellisanti (in bilico il Mister se non aiuta il campione del mondo ) l’improbo compito di motivare e cercare di trattenere i calciatori di una squadra presa a pesci in faccia e che si è venduta il credito che poteva vantare con la tifoseria per la promessa non mantenuta di un piatto di lenticchie.

Questo è il calcio del Sig. Blasi e del fido Galigani. E non dite che non vi avevamo avvertito.

facebook

sfoglia    novembre        gennaio

Cerca, Rss, Atom e Counter
Ricerca personalizzata
Blog letto 11513518 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0   Feed ATOM di questo blog  Atom


Link
A
ac-perugia.com
acmonzabrianza.it
acspezia.com
agenfax.it
alessandriacalcio.it
allvideo
amarantomagazine.it
arezzonotizie.it
asandriabat.it
B
beneventocalcio.it
bettiamo.net
blog.football.it
blunote.it
bondolasmarsa
br73.net Pistoia
bustocco.it
C
calciatori.com
calciocampano2009
calciocomo190
calciofoggia.it
calcioland.forumfree
calciomatto
calciomercato.com
calcionapoletano
calciopiu.net
calciopress.net
calcioscommesse.myblog.it
calcioseriec.blogspot.com
calciotoscano.it
cavese
cavanotizie.it
click4soccer.com
coni.it
corrierediarezzo.it
corrieredicomo.it
cremonaweb.it
D
datasport.it
diretta.it
direttagol.it
E
e-cremonaweb.it
esperiaviareggio.it
eurosport.yahoo.com
F
fccrotone.blogspot.com
febbrea90.com
figc.it
foggiacalciomania.com
foggialandia.it
foggiaweb.it
folignocalcio.com
folignocalcio.it
forzacavese.net
forzalucchese.net
forzanovara.net
forzapescara.com
forzaspal
G
gazzettalucchese.it
goal.com
H
hellastory.net
hellasverona.it
hellasweb.it
I
ilgrecale.it
ilpallonaro.com
ilquotidianodellabasilicata.it
ilquotidianodellacalabria.it
ilsatanello.it
ioamoilcalcio.myblog.it
infobetting.com
italiadelcalcio.it
L
la_c1.ilcannocchiale.it
lanciano.it
larena.it
leccosportweb.it
lega-calcio.it
lega-calcio-serie-c.it
legaproprimadivisione
leggonline.it
livescore.com
Live score
loschermo.it
lospallino.com
lostregone.net
lumezzanecalcio.it
M
madeinandria.it
mondorossoblu.it
N-O
noitv.it
P
paganese.it
paganesecalcio.com
pescaracalcio.com
portogruarosummaga.it
primadanoi.it
primadivisionew
primadivisione
pronostici1x2
pronostici serie A
prosestonews
Q
qn.quotidiano.net
R
radioemme.it
raisport.rai.it
ravennanotizie.it
realsports.it
reggianacalcio.it
reggianasupporters.it
resport.it
riminicalcio.com
S
salernonotizie.it
sanniocalcio.it
scommesse.betfair.it
seriec1.ilcannocchiale.it
seriec1.wordpress.com
soccerpuglia.it
socialcalcio.com
solocalcio.com
solopescara.com
sorrentocalcio.com
sportal.it
sportcity-ricio
sportedintorni.blogspot.com
sporterni.it
sportevai.it
sportitalia.com
sportoggi.com
sportpeople.net
sportvintage.blogspot.com
ssjuvestabia.it
sslanciano.it
stabia1907.it
stabiachannel.it
stampasud.it
T
tarantosera.com
tarantosupporters.com
teleradioerre.it
ternanacalcio.com
terninrete.it
terzaserie.myblog.it
tifo-e-amicizia.it
tifogrifo.com
tifosigallipoli
tifosiportogruaro
tuttalac.it
tuttocalciatori.net
tuttocalcio.it
tuttolegapro.com
tuttomercatoweb.com
tuttosport.com
tuttosporttaranto
tvgratisnet.iobloggo.com
tvoggisalerno.it
U
ultrassamb
uscremonese.it
usfoggia.it
V
varese1910.it
varesenews.it
vascellocr.it
vastocalcio
viaroma100.net
virtuslanciano
Z
zonacalcio.it

Siti rimossi

Gossip&sport

Cinema italiano
cinemaitaliano.info
trovacinema.repubblica.it
Nuovi
bg vs fq pr dago
notiziariocalcio
ilnuovocorriere
asgubbio1910
forzanocerina
piacenzacalcio
triestinacalcio
comunicatemi
chi ho dimenticato
e sarà inserito,
o rimosso per chi vuol essere cancellato

....ed è naturalmente gradito
un link a questo blog
nei vostri siti o blog
grazie



Meteo











 
 
fai.informazione.it Wikio - Top dei blog Wikio - Top dei blog Add to Google intopic.it Blog360gradi - 

L’aggregatore di notizie a 360°  provenienti dal mondo dei blog! who's online Sito ottimizzato con 

TuttoWebMaster TOP 100 

SOCCER SITES TopSportSites.com :: A 

Sports Discussion Community Top Italia Registra 

il tuo sito nei motori di ricerca liquida.it social network Notizie, immagini e video dai blog italiani su Liquida top 100 sports sites My BlogCatalog 

BlogRank urltrends reports BlogNews Questo Blog e' 

Strabello! e il tuo?

Cynegi Network
linkto.org

  Powered by  MyPagerank.Net
 

seriec1

↑ Grab this Headline Animator

  View blog authority
   
 


blinko jonny groove
rcsmobile belen

lastminute
musicbox

edreams

better
blinko grandi sorelle


Rubbrica telefonica


Elenco per nome


Elenco per ruolo