235 Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio Taranto, Potenza proibita: e sono due. Ma Di Canio è proprio indispensabile? | seriec1 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

logo di seriec1.ilcannocchiale.it rassegna stampa della lega pro prima divisione
Blog letto 11513507 volte












div>

Tim Cup 2009/2010, Risultati completi,
Tabellone, Regolamento

Coppa Italia 2009/2010
Risultati e Calendario
Siti Ufficiali


prima pagina della Gazzetta dello Sport

prima pagina del Corriere dello Sport

prima pagina di Tuttosport

il cirotano



Verdetti 2010-2011
Retrocesse dalla serie B
Frosinone Portogruaro
Triestina Piacenza
Promosse dalla 2a Div
Tritium Carpi
Latina FeralpiSalò
Carrarese Trapani
Retrocesse in 2a Div
Paganese Cavese
Monza Sudtirol
Ternana Cosenza
Promosse in serie B
Gubbio Nocerina
H.Verona Juve Stabia


Supercoppa 2010-2011
22 - 26 maggio
Gubbio Nocerina 1 - 1
Nocerina Gubbio 0 - 1
Vincente: Nocerina


Play Off Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Verona Sorrento 2 - 0
Salernitana Alessandria 1 - 1
Girone "B"
Juve Stabia Benevento 1 - 0
Taranto A. Roma 0 - 1
5 giugno 2011
Girone "A"
Sorrento Verona 1 - 1
Alessandria Salernitana 1 - 3
Girone "B"
Benevento Juve Stabia 1 - 1
A. Roma Taranto 2 - 3
Finali Play Off 2011
Andata 12 giugno
Verona Salernitana 2 - 0
Juve Stabia A. Roma 0 - 0
Ritorno 19 giugno
Salernitana Verona 1 - 0
A. Roma Juve Stabia 0 - 2


Play Out Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Sudtirol Ravenna 1 - 0
Monza Pergocrema 1 - 0
Girone "B"
Viareggio Cosenza 3 - 1
Foligno Ternana 1 - 0
5 giugno 2011
Girone "A"
Ravenna Sudtirol 2 - 1
Pergocrema Monza 1 - 0
Girone "B"
Cosenza Viareggio 0 - 1
Ternana Foligno 1 - 1


Lega Pro 1a Div - Girone A
10a giornata - 25 ott 09
Alessandria Viareggio 0 - 0
Como Arezzo 0 - 0
Classifica - 10a giornata
 1  Novara 24   
 2  Cremonese 22

Serie C1 Rassegna Web Prima Divisione Lega Pro





































sfoglia    novembre        gennaio


13 dicembre 2008

Taranto, Potenza proibita: e sono due. Ma Di Canio è proprio indispensabile?

fonte: tarantosupporters.com

L'Osservatorio suggerisce, il Casms decide e il Prefetto di Potenza (è ancora quello di Melfi?) avalla: per il secondo anno consecutivo ai tifosi rossoblu è preclusa la trasferta di Potenza.
Non c’è alcuna rivalità con gli ultras lucani. Anzi: più volte sono giunti attestati di stima reciproci come reciproca è stata la battaglia contro le leggi liberticide nel calcio che stanno affossando in maniera scientifica le tifoserie delle serie minori mentre nelle metropoli c’è libertà di striscione, di torci, di bandierone e di accoltellamento.
Forse la decisione è stata presa dopo il pastrocchio di Potenza-Salernitana e relativi strascichi estivi? Ci stiamo macerando per pensare quale possa essere stata la motivazione presa dai capoccioni per assumere la decisione di proibire la trasferta dei tifosi del Taranto. Le abbiamo pensate tutte ma, francamente, è oggettivamente impresa improba.
A decidere la libera circolazione di cittadini liberi devono essere burocrati che nulla hanno a che vedere con tutto ciò che ruota attorno al pallone. E' vero che parliamo "solo" di pallone ma è altrettanto vero che questa deriva viene da lontano. E per questo (ennesimo) sopruso né il Taranto né le istituzioni locali hanno trovato un minuto di tempo per esprimere solidarietà ai tifosi, privati per la seconda trasferta consecutiva della possibilità di seguire una partita di pallone di serie C.

L’ultima volta con noi presenti al Viviani fu memorabile; all'arrivo a Potenza ci accolgono le forze dell'ordine, tante forse troppe visto che con i potentini c'è grande rispetto. Una volta nel settore sistemiamo gli striscioni, trovare un buco non è facile ma tutti riusciamo ad esporre il simbolo del nostro gruppo. La curvetta si va riempiendo, siamo meno dello scorso anno, sicuramente ha inciso la giornata festiva, alla fine saremo qualcosa più di 400 unità. Si sente un gran caldo e per preparare la voce si scandiscono cori contro i soliti noti. Le squadre puntuali entrano in campo, e noi facciamo partire due cori, uno per il nostro Angelo che ancora lotta tra la vita e la morte, l'altro per il piccolo Tommy seguito da un lungo applauso.

LA PARTITA: Mister Papagni schiera l'11 preannunciato, con De Florio unica punta supportato da un evanescente Catania, il primo tempo scorre via tranquillo, i lucani fanno possesso palla e qualche volta arrivano alla conclusione, una sola sarà pericolosa e il nostro Ghigo Gori sventerà con un volo plastico ed efficace.
Il Magico risponde con un quasi gol di Pastore, ma il fattaccio arriva a fine primo tempo quando una palla calciata da un rossoblu jonico incoccia contro la mano di Colletto, ex di turno; l'arbitro non se la sente e manda le squadre negli spogliatoi. Il secondo tempo si apre subito con il secondo giallo per Pastore: Restiamo in 10 e il Potenza alza il baricentro… ma questo Taranto è tosto e lo dimostra rispondendo colpo su colpo.
La partita non è spettacolare ma molto accesa. Niente roba per palati fini, tanta corsa e tanto sudore da ambo le parti. A metà del primo tempo una serpentina di De Liguori porta l'esterno campano al tiro, il terzino lucano coloured Gona blocca il tiro con la mano. Stavolta non si può non fischiare il penalty e così è. Deflorio si porta sul dischetto e con freddezza insacca.
Il Taranto stringe i denti e resiste, in dieci contro undici si oppone alle sfuriate potentini che a dire il vero non sono mai troppo pericolose. Il Potenza grida al rigore quando La Rosa svirgola in area coprendosi il braccio; l'arbitro ritiene involontario il fallo del centrocampista jonico. La partita finisce con De Liguori che divora un gol già fatto e con un Malagnino in grande spolvero. Al triplice fischio finale i ragazzi corrono sotto il settore a festeggiare coi 400 malati giunti da Taranto.

SUGLI SPALTI: i potentini si presentano compatti nella loro curva. Ci sono tutti i gruppi storici del tifo lucano, apprezzabile lo stile - dichiaratamente di matrice destrorsa - belle le sciarpate e alcuni cori sono molto forti, scarsi nel numero ma con una squadra partita con altri obiettivi lo scoramento deve aver avuto la meglio.
Notato una presenza di tifosi (probabilmente) del Rionero, tifoseria amica dei potentini, presenti con lo striscione VECCHI TEMPI.
Noi come già detto giungiamo in 400, si canta per gli interi 90 minuti. in alcuni momenti i nostri cori infiammano lo stadio cui conformazione si presta ai cori secchi e decisi.

Di Canio: è proprio indispensabile?

Pensieri in libertà di peppemel (12/12/2008)
 
Si dibatte in maniera anche abbastanza accesa circa l’arrivo sulla panca del Taranto di Paolo Di Canio. Sicuramente l’idea è intrigante e lascia immaginare un nuovo corso nella finora sgangherata avventura Tarantosport s.r.l. (sempre che sia effettivamente il duo delle meraviglie Blasi & Galigani a perorare questa iniziativa).
Mentre il Real Madrid cambia Schuster in poche ore, al Taranto ci attendono tempi biblici: apprendiamo dal sito ufficiale della società, infatti, che l’incontro di Manduria tra Di Canio e Blasi è stato interlocutorio e che si dovrà attendere un ulteriore incontro previsto per il prossimo martedì.

Messaggio ai naviganti: si prende tempo perché le possibili garanzie chieste da Di Canio (scelta degli uomini nel mercato, ingaggi, durata del contratto, organizzazione ed altro) a Selvaggi andrebbero ben oltre il duo delle meraviglie Blasi & Galigani. Qualcosa nell’aria c’è: bisogna attendere gli eventi e, nel caso, stare attenti alla tribuna di Potenza per scorgere qualche volto nuovo legato ad un possibile passaggio di consegne.

Restano, forti, i dubbi circa questa operazione. Nessuno discute il carisma di Paolo Di Canio; personalmente, preferisco gente che prende posizioni controverse a chi si nasconde dietro l’ipocrisia di facciata tanto diffusa nel mondo pallonaro (e non solo).
Inevitabilmente, però, la figura di Paolo Di Canio a Taranto potrebbe portare degli sconquassi in una piazza che non avverte alcuna necessità di dividersi ancora. Perché Paolo Di Canio è destinato giocoforza a dividere. Oltre alla sua estrazione politica (saranno anche fatti suoi ma le esternazioni post derby contro la Roma hanno fatto il giro del mondo), non ha alcuna esperienza come mister, non conosce la categoria e l’ambiente e come allenatore in campo con la Cisco Roma non ha fatto sfracelli nonostante uno squadrone.
Le idee si potrebbero anche discutere ma le conseguenze di certi gesti eversivi si pagano con il malcelato fastidio di avere in panca un personaggio che va ben oltre il ruolo di allenatore.

Senza tanti giri di parole: Paolo Di Canio è un personaggio eccessivo. E in una piazza che cerca la normalità come il pane non è - a mio avviso - la persona giusta. Senza ombra di dubbio: chiamarlo al capezzale di una squadra che debba salvarsi è obiettivamente un azzardo. E’ attualmente un personaggio mediatico prima ancora che calcistico e il gran parlare di questi giorni è una dimostrazione abbastanza eloquente.
E’ un ultras della Lazio, scuola Irriducibili: la rivalità con la sponda biancoceleste della curva rossoblu, seppur lontana negli anni, resiste. Non è un caso, infatti, che ci siano consolidati negli anni buoni rapporti tra alcuni gruppi della Nord con la Sud romanista.
Non solo: ammesso che la presenza in panca di Di Canio possa portare quella serie di risultati utili alla salvezza, la tensione derivante dalla sua presenza rimarrebbe comunque palpabile, sotterranea, strisciante, con il rischio (per me concreto) che alle prime difficoltà emergano tutti i rancori e le contraddizioni che il personaggio inevitabilmente si porta dietro. Senza dimenticare il passato recente di presenze altrettanto eccessive ed ingombranti che portarono in dote la presenza allo stadio di personaggi slegati dalla realtà tipicamente sportiva e che impedirono, di fatto, ogni alito di contestazione.

Abbiamo davvero bisogno di tutto questo? Non ci sono in giro allenatori altrettanto capaci e carismatici? Di Canio sulla panca del Taranto: ma è proprio indispensabile?

In attesa di eventi

 
Viviamo ciclicamente ogni quattro anni un periodo in cui non si capisce più niente. Presidente e direttore generale che danno addosso alla squadra, squadra che dà addosso ai dirigenti precari, il neo presidente Selvaggi che attacca chi attacca… in un contesto precario da Circo Togni davvero avulso da chi vorrebbe fare e respirare calcio. Perché, se qualcuno l’avesse dimenticato, dovremmo salvare la categoria.

Ogni traccia di normalità non può passare per il Sig. Blasi. Lo abbiamo detto e scritto in prosa e in musica. Perché la precarietà della sua gestione (che viene da lontano anche quando il termine austerità non era di attualità) ha lasciato per terra tante di quelle frizioni con tutte le componenti che ruotano attorno al pallone che sperare ancora in una parvenza di normalità è quantomeno utopistico.

Tra rancori mediatici e commerciali, il Taranto langue in una crisi assai strana. C’è il buon Selvaggi che ci sta provando. Già il fatto che il DG Galigani non possa mettere piede allo Iacovone è un segnale abbastanza forte (applausi a scena aperta a Spadino da Pomarico).
Anche l’esonero di Dellisanti è un segnale inequivocabile per capire chi comanda adesso. C’è chi vede il buon Selvaggi come un uomo che dovrebbe traghettare il Taranto che verrà. Una sorta di uomo nuovo, con credito da spendere con la tifoseria. Chi vivrà, vedrà.
Se Franco Selvaggi riuscirà a far uscire dalla crisi il Taranto, favorendo il cambio societario, se riuscirà a risolvere l'intricata matassa di invidie, rancori e ominicchi vari che da sempre ruotano attorno al Magico allora il miraggio di condurre la scalcinata barca alla deriva, nel rassicurante porto della salvezza, potrebbe essere una prospettiva addirittura realistica.
Si vedrà: l’interesse attorno al Taranto c’è. Nonostante i gufi che prefiguravano scenari apocalittici senza il Sig. Blasi. Come se il calcio a Taranto non fosse mai esistito prima dell'avvento del Sig. Blasi. Il solito vizio da perdenti cronici che attanaglia gran parte della tifoseria in questi momenti di crisi. Ammesso che le trattative in corso dovessero naufragare, il carisma di Selvaggi è tale che la salvezza sarebbe obiettivo primario. Nonostante la presenza del Sig. Blasi. Magari rivoluzionando la squadra a gennaio (alzi la mano chi sentirà la mancanza dei nostri attuali gladiatori).

Gennaio è assai vicino. Nonostante i ritardi del Comune lo stadio potrebbe riaprire per Taranto – Foligno (scontro vitale per la salvezza). Lo stadio aperto rappresenterà davvero il miglior biglietto da visita per raddrizzare la barca attualmente alla deriva. Il pubblico, anche se scarso e disilluso, è sempre uno stimolo importante. Certo, se avessimo avuto una società normale grazie ai palmari non avremmo perso nemmeno una partita, nonostante i ritardi del Comune. Ma il termine “normalità” non si è mai sposata con la gestione del Sig. Blasi. E a Foggia ci sono dei gran fessi.
Il 2008 si chiude con la quintessenza della precarietà fatta sistema. Ma già il 2009 potrebbe segnare la rinascita con uno stadio aperto, una salvezza da conquistare e, magari, con il Sig. Blasi e il Sig. Galigani lontani anni luce dal Magico.
Il 2009 potrebbe vedere una squadra nuova, magari assemblata con criterio e non l’armata Brancaleone senza riserve in alcuni ruoli e con doppioni in altri, costruita con gli spiccioli dal Sig. Galigani e dal Sig. Pastore. Una squadra pronta a gettare il cuore oltre l’ostacolo e non la masnada degli attuali indegni piagnoni.
Il 2009 potrebbe aprirsi con una nuova società che abbia programmi seri, credibili, che riesca a programmare nel breve e medio periodo, che abbia a cuore la tifoseria tutta e che non divida tifosi e stampa tra sani e malsani.
Il 2009, senza il Sig. Blasi, vedrebbe le istituzioni confrontarsi con un soggetto nuovo sicuramente più credibile e meno impulsivo. E’ l’augurio che ci facciamo tutti.


facebook

sfoglia    novembre        gennaio

Cerca, Rss, Atom e Counter
Ricerca personalizzata
Blog letto 11513507 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0   Feed ATOM di questo blog  Atom


Link
A
ac-perugia.com
acmonzabrianza.it
acspezia.com
agenfax.it
alessandriacalcio.it
allvideo
amarantomagazine.it
arezzonotizie.it
asandriabat.it
B
beneventocalcio.it
bettiamo.net
blog.football.it
blunote.it
bondolasmarsa
br73.net Pistoia
bustocco.it
C
calciatori.com
calciocampano2009
calciocomo190
calciofoggia.it
calcioland.forumfree
calciomatto
calciomercato.com
calcionapoletano
calciopiu.net
calciopress.net
calcioscommesse.myblog.it
calcioseriec.blogspot.com
calciotoscano.it
cavese
cavanotizie.it
click4soccer.com
coni.it
corrierediarezzo.it
corrieredicomo.it
cremonaweb.it
D
datasport.it
diretta.it
direttagol.it
E
e-cremonaweb.it
esperiaviareggio.it
eurosport.yahoo.com
F
fccrotone.blogspot.com
febbrea90.com
figc.it
foggiacalciomania.com
foggialandia.it
foggiaweb.it
folignocalcio.com
folignocalcio.it
forzacavese.net
forzalucchese.net
forzanovara.net
forzapescara.com
forzaspal
G
gazzettalucchese.it
goal.com
H
hellastory.net
hellasverona.it
hellasweb.it
I
ilgrecale.it
ilpallonaro.com
ilquotidianodellabasilicata.it
ilquotidianodellacalabria.it
ilsatanello.it
ioamoilcalcio.myblog.it
infobetting.com
italiadelcalcio.it
L
la_c1.ilcannocchiale.it
lanciano.it
larena.it
leccosportweb.it
lega-calcio.it
lega-calcio-serie-c.it
legaproprimadivisione
leggonline.it
livescore.com
Live score
loschermo.it
lospallino.com
lostregone.net
lumezzanecalcio.it
M
madeinandria.it
mondorossoblu.it
N-O
noitv.it
P
paganese.it
paganesecalcio.com
pescaracalcio.com
portogruarosummaga.it
primadanoi.it
primadivisionew
primadivisione
pronostici1x2
pronostici serie A
prosestonews
Q
qn.quotidiano.net
R
radioemme.it
raisport.rai.it
ravennanotizie.it
realsports.it
reggianacalcio.it
reggianasupporters.it
resport.it
riminicalcio.com
S
salernonotizie.it
sanniocalcio.it
scommesse.betfair.it
seriec1.ilcannocchiale.it
seriec1.wordpress.com
soccerpuglia.it
socialcalcio.com
solocalcio.com
solopescara.com
sorrentocalcio.com
sportal.it
sportcity-ricio
sportedintorni.blogspot.com
sporterni.it
sportevai.it
sportitalia.com
sportoggi.com
sportpeople.net
sportvintage.blogspot.com
ssjuvestabia.it
sslanciano.it
stabia1907.it
stabiachannel.it
stampasud.it
T
tarantosera.com
tarantosupporters.com
teleradioerre.it
ternanacalcio.com
terninrete.it
terzaserie.myblog.it
tifo-e-amicizia.it
tifogrifo.com
tifosigallipoli
tifosiportogruaro
tuttalac.it
tuttocalciatori.net
tuttocalcio.it
tuttolegapro.com
tuttomercatoweb.com
tuttosport.com
tuttosporttaranto
tvgratisnet.iobloggo.com
tvoggisalerno.it
U
ultrassamb
uscremonese.it
usfoggia.it
V
varese1910.it
varesenews.it
vascellocr.it
vastocalcio
viaroma100.net
virtuslanciano
Z
zonacalcio.it

Siti rimossi

Gossip&sport

Cinema italiano
cinemaitaliano.info
trovacinema.repubblica.it
Nuovi
bg vs fq pr dago
notiziariocalcio
ilnuovocorriere
asgubbio1910
forzanocerina
piacenzacalcio
triestinacalcio
comunicatemi
chi ho dimenticato
e sarà inserito,
o rimosso per chi vuol essere cancellato

....ed è naturalmente gradito
un link a questo blog
nei vostri siti o blog
grazie



Meteo











 
 
fai.informazione.it Wikio - Top dei blog Wikio - Top dei blog Add to Google intopic.it Blog360gradi - 

L’aggregatore di notizie a 360°  provenienti dal mondo dei blog! who's online Sito ottimizzato con 

TuttoWebMaster TOP 100 

SOCCER SITES TopSportSites.com :: A 

Sports Discussion Community Top Italia Registra 

il tuo sito nei motori di ricerca liquida.it social network Notizie, immagini e video dai blog italiani su Liquida top 100 sports sites My BlogCatalog 

BlogRank urltrends reports BlogNews Questo Blog e' 

Strabello! e il tuo?

Cynegi Network
linkto.org

  Powered by  MyPagerank.Net
 

seriec1

↑ Grab this Headline Animator

  View blog authority
   
 


blinko jonny groove
rcsmobile belen

lastminute
musicbox

edreams

better
blinko grandi sorelle


Rubbrica telefonica


Elenco per nome


Elenco per ruolo