235 Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio Cremonese, Grigiorossi, era l'ora cruciale del vostro campionato, contro il Cesena: ma l'1-2 conferma che è crisi nera | seriec1 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

logo di seriec1.ilcannocchiale.it rassegna stampa della lega pro prima divisione
Blog letto 11513569 volte












div>

Tim Cup 2009/2010, Risultati completi,
Tabellone, Regolamento

Coppa Italia 2009/2010
Risultati e Calendario
Siti Ufficiali


prima pagina della Gazzetta dello Sport

prima pagina del Corriere dello Sport

prima pagina di Tuttosport

il cirotano



Verdetti 2010-2011
Retrocesse dalla serie B
Frosinone Portogruaro
Triestina Piacenza
Promosse dalla 2a Div
Tritium Carpi
Latina FeralpiSalò
Carrarese Trapani
Retrocesse in 2a Div
Paganese Cavese
Monza Sudtirol
Ternana Cosenza
Promosse in serie B
Gubbio Nocerina
H.Verona Juve Stabia


Supercoppa 2010-2011
22 - 26 maggio
Gubbio Nocerina 1 - 1
Nocerina Gubbio 0 - 1
Vincente: Nocerina


Play Off Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Verona Sorrento 2 - 0
Salernitana Alessandria 1 - 1
Girone "B"
Juve Stabia Benevento 1 - 0
Taranto A. Roma 0 - 1
5 giugno 2011
Girone "A"
Sorrento Verona 1 - 1
Alessandria Salernitana 1 - 3
Girone "B"
Benevento Juve Stabia 1 - 1
A. Roma Taranto 2 - 3
Finali Play Off 2011
Andata 12 giugno
Verona Salernitana 2 - 0
Juve Stabia A. Roma 0 - 0
Ritorno 19 giugno
Salernitana Verona 1 - 0
A. Roma Juve Stabia 0 - 2


Play Out Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Sudtirol Ravenna 1 - 0
Monza Pergocrema 1 - 0
Girone "B"
Viareggio Cosenza 3 - 1
Foligno Ternana 1 - 0
5 giugno 2011
Girone "A"
Ravenna Sudtirol 2 - 1
Pergocrema Monza 1 - 0
Girone "B"
Cosenza Viareggio 0 - 1
Ternana Foligno 1 - 1


Lega Pro 1a Div - Girone A
10a giornata - 25 ott 09
Alessandria Viareggio 0 - 0
Como Arezzo 0 - 0
Classifica - 10a giornata
 1  Novara 24   
 2  Cremonese 22

Serie C1 Rassegna Web Prima Divisione Lega Pro





































sfoglia    novembre        gennaio


15 dicembre 2008

Cremonese, Grigiorossi, era l'ora cruciale del vostro campionato, contro il Cesena: ma l'1-2 conferma che è crisi nera

fonte: vascellocr.it

C'è già stata una prima riunione dei vertici della Cremonese, in serata Turotti annuncia un altro summit "aperto a qualsiasi soluzione" - Tifosi all'esterno in contestazione


L'intervento su Guidetti nel primo tempo, sul quale si è reclamato il calcio di rigore (foto Mauro Gaimarri)


CREMONESE 4-4-2 G. Bianchi; Rizzo, A. Bianchi, Cremonesi, Pesaresi; Gherardi, Fietta, Saverino, Vitofrancesco; Graziani, Guidetti.
A disposizione: Paoloni, Argilli, Tacchinardi, Coda.
All.: Iaconi.
CESENA 4-3-1-2 Ravaglia; Ceccarelli, Cusaro, Lauro, Biserni; Segarelli, De Feudis, Sacilotto; Bonura; Veronese, Motta.
A disposizione: Tardioli, Tonucci, Rossi, Ferretti.
All.: Bisoli.
SOSTITUZIONI 1' st Ferrarese per Gherardi 17' st Chiavarini per Veronese 23' st Pradolin per Pesaresi 31' st Temelin per Graziani 41' st Ricci per Ceccarelli 46' st Djuric per Motta.
ARBITRO Massa di Imperia (assistenti Felici di Ciampino e Raparelli di Albano Laziale).
RETI 32' De Feudis 25' st Motta 48' st Temelin.
NOTE Spettatori 3700 (di cui 2733 abbonati e 863 paganti per un totale di 3596 tagliandi staccati, presenti 200 tifosi del Cesena). Incasso 21360,38 Euro di cui 15345,38 in quota abbonati. Angoli 4-1. Recupero: pt 1' st 3'+30''. Ammoniti Fietta e Bonura per gioco falloso.
Campo pesantissimo, davvero rovinato. Giornata fredda, vento fastidioso. Presente in tribuna l'ex Dg Giacomo Randazzo.


di Alexandro Everet


Siamo giunti alla evidenza che non ammette contestazioni. Dopo settimane di sofferenza, la Cremonese ha confermato il volto meno piacevole, quello tdi una squadra che non ha identità di gioco nè anima. Una squadra che ha perso 4 volte nelle ultime 5 domeniche, 6 volte in 16 giornate di campionato (di cui 2 in casa), che non ha mai vinto 2 volte di fila, che ha ceduto al cospetto di quasi tutte le big (Cesena, Reggiana e Padova, pareggio solo con la Spal e vittoria solo con la Pro Patria), che non ha mai convinto sul piano del gioco (fatta eccezione per le gare con Pro Sesto e Pro Patria e in parte col Padova), che si trova ottava dopo 16 giornate (con 22 punti, proiezione finale inferiore ai 50 punti) a 8 punti dalla prima in classifica, a 3 dai playoff e con soli 6 punti di vantaggio sulla quintultima.


Nell'anticipo di Sesto, il Pergocrema sconfitto 1-0 su rigore contestato

Sul terreno sempre da affrontare con le molle, quello di Sesto San Giovanni il Pergocrema è incappato nella quarta sconfitta stagionale. A decidere lo scivolone gialloblù è la contestata concessione di un calcio di rigore in aavvio, al 2' pt per un fallo di mano, in barriera, di Tarallo. Penalty decisivo trasformato da Campi.
Nella ripresa il Pergo ha avuto un paio di ottime occasioni per pareggiare, però sprecate. Due espulsi: Fracassetti al 23' pt, Finetti al 10' st.

Una squadra certamente non da primato e a questo punto difficilmente anche da playoff.
Una squadra battuta dal Cesena di mister Bisoli ben al di là del risultato e degli episodi. A fare la differenza con i romagnoli sono state infatti la forza di carattere, la sicurezza, la corsa, l'organizzazione. Tutte qualità che il Cesena ha mostrato e la Cremonese no. Certo, i grigiorossi sono stati anche sfortunati (primo tempo equilibrato con gol del Cesena nell'unico tiro in porta) ma non si possono nascondere le colpe. C'erano sessanta minuti per reagire e la Cremonese non lo ha mai fatto, se non in modo confuso, di volontà e non di testa, senza ordine, senza organizzazione, affidandosi alle folate dei singoli (stavolta di un ispirato Ferrarese). Il Cesena invece non ha fatto cose straordinarie ma ha tenuto bene il campo, sempre ordinato, sempre tranquillo, per poi colpire nei momenti giusti sfruttando al massimo gli errori grigiorossi, come fanno le grandi squadre.
E' evidente che la Cremonese ha sbagliato qualcosa nella concezione generale della squadra. I senatori, i giocatori di nome, non stanno rendendo. Basti pensare a Pesaresi e Saverino, ma anche a Fietta e altri. Sul piano della corsa la squadra è sempre in crisi (anche col Cesena abbiamo visto una frattura fra gli attaccanti, lasciati soli con sè stessi, e il centrocampo, sempre lontanissimo, come anche i terzini), la difesa ha buoni giocatori presi singolarmente ma concede regolarmente gol evitabili, il centrocampo è inesistente (col fallimento di Saverino non c'è chi assicuri qualità) e anche sugli esterni si va a corrente alternata (nell'arco stagionale l'unico ad aver convinto del tutto finora è Vitofrancesco, partita col Cesena a parte). Gli attaccanti sono bravi ma sempre privi di rifornimento, costretti a una sofferenza continua (e Graziani e Temelin non sono parte integrante del progetto ma sono ai margini della squadra).



Cesena cecchino

Il dato numerico più significativo di Cremonese-Cesena riguarda l'abilità sotto porta dei romagnoli: tre tiri nello specchio, due gol e una traversa. In effetti i cesenati non hanno prodotto poi molto di più dei grigiorossi ma sono stati chirurgici nello sfruttare le occasioni. Ecco i numeri:
TIRI TOTALI Cremonese 14 (4 Guidetti 3 Gherardi 2 Graziani 1 Temelin 1 Saverino 1 Vitofrancesco 1 Pesaresi 1 Pradolin) Cesena 8 (4 Motta 2 Bonura 1 De Feudis 1 Sacilotto)
TIRI IN PORTA Cremonese 4 (2 Guidetti 1 Gherardi 1 Temelin) Cesena 3 (2 Motta 1 De Feudis)
TIRI FUORI Cremonese 10 (2 Gherardi 2 Graziani 2 Guidetti 1 Saverino 1 Pradolin 1 Vitofrancesco 1 Pesaresi)
Cesena 5 (2 Bonura 2 Motta 1 Sacilotto)
FALLI COMMESSI Cremonese 20 (4 A. Bianchi 4 Saverino 3 Vitofrancesco 2 Fietta 2 Pesaresi 1 Rizzo 1 Guidetti 1 Graziani 1 Pradolin 1 Ferrarese) Cesena 13 (3 Bonura 3 De Feudis 3 Sacilotto 2 Biserni 1 Veronese 1 Cusaro)
FALLI SUBITI Cremonese 13 (5 Saverino 2 Graziani 1 Ferrarese 1 Fietta 1 Guidetti 1 Gherardi 1 Temelin 1 A. Bianchi) Cesena 20 (7 Bonura 3 Sacilotto 2 Ceccarelli 2 Chiavarini 2 Segarelli 1 De Feudis 1 Veronese 1 Motta 1 Biserni)
FUORIGIOCO Cremonese 4 (2 Temelin 1 Guidetti 1 A. Bianchi) Cesena 4 (1 Ceccarelli 1 Biserni 1 Chiavarini 1 Motta)

Ora è giunto il momento di dare una svolta al campionato. O si cambia (ma in tal caso bisogna cambiare molto e non solo il mister, che ha le sue colpe ma non è di certo l'unico responsabile della situazione) o è meglio ridimensionare le ambizioni e guardarsi prima di tutto alle spalle (per i voli pindarici ci sarà tempo eventualmente a salvezza raggiunta). Tutto sommato non c'è niente di male nel giocare un campionato meritevole di rispetto, puntando alla salvezza. Ma è meglio saperlo prima, per evitare amare delusioni (non ci vuole nulla a ritrovarsi nei guai, specialmente quando ti senti superiore e non toccato da certe lotte).

PRIMO TEMPO - La partita Cremonese-Cesena è stata giocata su un campo davvero ai limiti della praticabilità. Nonostante le cure di questi giorni, infatti, lo Zini non ha retto al maltempo e all'usura derivante dalla partita di Coppa Italia di mercoledì scorso col Padova e il manto erboso è diventato un cumulo di fanghiglia, con larghe aree, specie nella zona di centrocampo, assolutamente inadatte al gioco. Se a questo aggiungiamo il freddo e il fastidioso vento che tagliava il campo, si capisce che la gara è stata giocata in condizioni sfavorevoli che hanno sicuramente influito sul gioco.
La partita non poteva che essere influenzata e infatti non a caso Iaconi decide all'inizio di buttare nella mischia Graziani per usufruire della sua forza fisica.
La gara è equilibrata e combattuta con un avvio leggeremente favorevole ai grigiorossi che pur senza dominare costruiscono un paio di occasioni importanti intorno al 7' (cross di Pesaresi da destra con uscita goffa di Ravaglia rimediata in angolo da Cusaro e colpo di testa di Graziani sul corner susseguente con palla fuori non di molto). Si lamenta anche un rigore su Guidetti.

Il Cesena però col passare dei minuti guadagna campo e comincia a dettare gioco. Nonostante il campo il Cesena sceglie un gioco ragionato che dà però i suoi frutti con un paio di mezze occasioni e con un bel cross di Ceccarelli per la testa di Bonura che dal limite dell'area piccola mette fuori.

Al 32' però il Cesena colpisce: combinazione veloce Veronese-De Feudis al limite e tiro di quest'ultimo in precario equilibrio con palla imparabile nell'angolo alto alla sinistra di Bianchi.

Il colpo è duro anche perchè il pubblico grigiorosso inizia a rumoreggiare ma al 37' la Cremonese costruisce una buona azione con una giocata ragionata Gherardi-Graziani-Guidetti ma proprio in extremis anticipa la punta grigiorossa. Al 39' poi Rizzo dalla destra, Graziani colpisce di testa da buona posizione ma mette fuori.

Il primo tempo si chiude col Cesena in vantaggio. Un risultato che ci può stare anche se l'incontro è tutto sommato equilibrato e sarebbe forse più giusto il pareggio. Comunque i tifosi grigiorossi all'intervallo fischiano.


SECONDO TEMPO - C'è il sole a far capolino a sorpresa alla ripresa del gioco. E c'è anche Ferrarese al posto di Gherardi nella Cremonese.
La partita per i grigiorossi però invece che migliorare per i grigiorossi peggiora. La squadra infatti appare slegata e attacca con disordine, senza riuscire a essere incisiva. L'unica chance arriva al 7' con Guidetti che va via sulla corsa a Cusaro e mette in mezzo dove però Lauro anticipa Graziani.

Il Cesena si difende invece, ma appare sornione, pronto a colpire alla prima occasione. Col passare dei minuti i grigiorossi si sfilacciano, perdono fiducia e diventano imprecisi.

Al 23' Pesaresi sbaglia clamorosamente un retropassaggio e lancia Chiavarini solo davanti a Bianchi ma il pallonetto della punta si stampa sulla traversa. Poco male perchè al 25' Chiavarini lancia Bonura che se ne va sul filo del fuorigioco e mette in mezzo tagliando fuori Bianchi in uscita, irrompe Motta che a porta vuota infila comodamente il 2-0.

Il pubblico contesta e alcuni tifosi grigiorossi lasciano anticipatamente lo Zini mentre la squadra affonda nello scoramento. Il Cesena si limita a controllare, con attenzione ed equilibrio e senza strafare. La Cremonese ci prova praticamente solo con Ferrarese, molto vivace, che al 39' libera Pradolin in area, il tiro è rimpallato ma la palla schizza a Guidetti che da due passi si fa però clamorosamente parare il tiro da Ravaglia. Il successivo tentativo di Temelin è fermato per fuorigioco.



Al 48' ancora Ferrarese smarca Temelin, appena entrato, che da posizione defilata tocca di destro e inganna il portiere per il 2-1 (nella foto sopra di Mauro Gaimarri).

Ma subito dopo l'arbitro fischia la fine decretando la sconfitta dei grigiorossi. Un risultato sfortunato ma giusto: i grigiorossi non hanno saputo reagire con lucidità dopo il vantaggio cesenate, affondando via via nello scoramento. Le occasioni avute sono state infatti episodiche. Il Cesena è sembrato più squadra, più sicuro e ha meritato i tre punti.

La Cremonese annuncia che nelle interviste parlerà solo un rappresentante della società. Ed infatti si presenta Turotti il quale afferma che c'è già stato un vertice della Cremonese e in serata seguirà un secondo summit "aperto a qualsiasi soluzione: siamo pronti a decisioni drastiche".

La mazzata del Cesena: 0-2 firmato Motta

Col 0 - 2 Motta in pratica mette al sicuro la vittoria cesenate (Foto Mauro Gaimarri)

Solo Turotti si sottrae al silenzio stampa: un altro incontro in serata

"Siamo pronti a decisioni drastiche: già questo lunedì se ne saprà di più"

di Alexandro Everet


Tutti zitti. A fine gara la dirigenza grigiorossa ha deciso di vietare le interviste a tutti i tesserati, giocatori e mister, lasciando la parola solo a Turotti. Un chiaro segnale della crisi grigiorossa. Ed ecco le parole di Turotti:.
Direttore, partiamo dalla panchina?
"Siamo in un momento di grandissima difficoltà. La società si è già ritrovata subito dopo la fine del match e lo farà anche stasera. Stiamo valutando la situazione e siamo aperti a ogni tipo di ipotesi. Domani saprete sicuramente qualcosina di più. Abbiamo deciso il silenzio stampa come espediente per evitare che escano parole in più da parte di qualcuno, ora in questo momento abbiamo bisogno di tutto meno che di questo".
Sulla partita cosa possiamo dire?
"Secondo me il primo tempo è stato deciso da episodi che potevano anche andare diversamente, penso per esempio al rigore su Guidetti e anche ad altre occasioni, poi il Cesena ci ha fatto gol praticamente nell'unica occasione avuta, approfittando dell'errore di un nostro giocatore su un rimpallo laterale. Nel secondo tempo però non abbiamo reagito, siamo finiti nello scoramento. E' evidente che c'è qualcosa che non va".
Il giocattolo si è rotto adesso o non funziona dall'inizio?
"Non lo so, io partirei dall'ultimo minuto di Padova. Quel giorno eravamo tutti contenti per la prestazione ma io ero arrabbiatissimo perchè una squadra con ambizioni non può prendere un gol come quello, con un giocatore che non fa fallo quando deve, uno fuori posizione...Poi a Ravenna abbiamo giocato un primo tempo imbarazzante, ci siamo ripresi con una bella prova col Monza ma poi ci siamo ricaduti. Certo, è un periodo che certe cose ci girano male ma io non voglio appellarmi a giustificazioni. Siamo in grossa difficoltà. Ora dobbiamo far iniziare un'altra storia per il nostro campionato, cercando di vivere alla giornata, raccogliendo il massimo partita per partita. Fare altre promesse ora sarebbe sbagliato, meglio non parlare".
La classifica quanto preoccupa?
"Io credo che ci siano degli spazi per fare bene però ripeto che è meglio non fare promesse e concentrarci su ogni singola partita".
Avete qualcosa da rimproverarvi?
"Siamo a fine gara, se parlassi ora con la tensione del match ci sarebbe il rischio di dire qualcosa di troppo. Diciamo solo che siamo responsabili tutti: società, mister e giocatori. Il presidente voleva portare la squadra in alto, noi condividiamo gli obiettivi ma per ora i risultati non ci sono".
I giocatori non hanno le caratteristiche adatte o non hanno carattere?
"Quando si entra nel tecnico diventa difficile giudicare. Diciamo che tutti i nostri giocatori, tolto qualche giovane, hanno una storia, hanno vinto campionati e giocato in categorie superiori, ma qui non lo stanno dimostrando. Temelin, Graziani e Guidetti l'anno scorso hanno segnato 48 gol in 3 tra B e C1, ora non riusciamo a segnare quasi mai se non su qualche palla inattiva. Saverino l'anno scorso tra Ascoli e Spezia ha fatto 38 partite con 8 gol in B. Di sicuro non sono scarsi però ora è evidente che sono in difficoltà, qualcosa non funziona".



I vani tentativi della Cremonese di recuperare lo svantaggio (Foto ivano Frittoli)


Siete pronti a decisioni drastiche?

"Siamo pronti a qualsiasi cosa. Ora rischierei di dire stupidaggini se parlassi anche perchè a fine gara dopo una sconfitta così la voglia sarebbe di spaccare tutto. Io, il vicepresidente e il presidente abbiamo già parlato fra noi a fine gara e parleremo ancora stasera".
La contestazione dei tifosi come la valuta?
"Avevano grandi aspettative. L'anno scorso c'era stata questa delusione della finale, quest'anno si aspettavano un passo avanti ma dopo 4 sconfitte in 5 partite è normale non crederci più. A Reggio Emilia avevano sostenuto la squadra, è normale che oggi contestassero dopo una partita così".
E' vicino gennaio..
"E' meglio non pensarci ora se no potrei dire tante cose..".

Cesena vittorioso allo Zini per la seconda volta consecutiva

La vittoria del Cesena è la terza nella storia dei romagnoli allo Zini in campionato, a fronte di 6 sconfitte (3 i pareggi). Si tratta però del secondo successo consecutivo dopo quello in serie B del 2005. Per Simone Motta invece il gol alla Cremonese è il quinto in carriera dopo i 3 segnati con la maglia dell'Alto Adige in C2 e quello segnato ai tempi del Rimini in B. Inoltre Motta sale a quota 9 confermandosi capocannoniere del campionato.
Per i grigiorossi la rete di Temelin è invece la seconda in campionato. Quanto alla squadra questa è la quarta sconfitta nelle ultime 5 partite, la seconda casalinga dopo quella col Portogruaro (finita la serie di 4 vittorie consecutive). I grigiorossi vantano appena 22 punti in 16 partite, una media finale da 46-47 punti. E con l'ottavo posto attuale sono al punto più basso della curva stagionale in graduatoria. Inoltre, si conferma la tradizione delle mancate rimonte: quest'anno si è riusciti a recuperare solo col Pergocrema (da 0-1 a 1-1).

CON LE EMILIO ROMAGNOLE TRE SCONFITTE - La sconfitta col Cesena conferma una tradizione davvero negativa per i grigiorossi. Quest'anno infatti con emiliane e romagnole sono arrivate tre sconfitte (Reggiana, Cesena e Ravenna) e un solo pareggio (Spal). Negativo anche il bilancio con le venete (vittoria col Verona, pari col Venezia e ko con Padova e Portogruaro). Bene solo nei derby lombardi: 4 vittorie (Legnano, Pro Sesto, Pro Patria e Monza) 2 pareggi esterni (Crema e Lumezzane) e una sola sconfitta (Lecco).

PRESENTI ED ASSENTI - Alla gara col Cesena non hanno preso parte Viali (squalificato) e gli infortunati Chomakov e Carotti (oltre al solito Giovanni Rossi). Non c'era neppure Gori, già assente all'allenamento di sabato in quanto in permesso. La società non chiarito i motivi dell'assenza, fonti ufficiose ci hanno parlato di mal di schiena. Contro il Cesena è stato ammonito il solo Fietta perciò non ci dovrebbero essere ulteriori squalifiche per la gara col Novara (dove rientrerà Viali, e magari anche Chomakov)


Almeno cambiare l'autista

Caro direttore,

che delusione! La corazzata Cremonese è paragonabile al Titanic: affondata. Ma questa squadra non è affondata oggi, ma già dalla prima giornata di campionato. Una squadra che ha un attacco pontenzialmente forte ma che non ha centrocampo, che manca dell'uomo che "gioca" con la testa e non solo con i piedi, che si affida ad un Saverino che dimostra di essere l'incarnazione dell'anticalcio, di una difesa sempre disattenta, guidata da una allenatore (non si mette in discussione la dignità personale) che ogni domenica cambia formazione, che non sa dare un gioco a 11 giovanotti che danno l'impressione di giocare ognuno per conto proprio. Certo, in una cosa si è riusciti: fare sembrare tutti fenomeni gli avversari che incontriamo. A questo punto dobbiamo cominciare a guardarci alle spalle, altro che promozione! Certo, i rimedi miracolosi non esistono, ma se provassimo quantomeno a cambiare "autista"?

Mario Bernardi

La soddisfazione di Bisoli

di Umberto Onofri


Pierpaolo Bisoli , allenatore del Cesena, è giustamente euforico in sala stampa e, come sempre da buon emiliano, fa sfoggio di un notevole eloquio.

" Mister ci dia un giudizio sulla partita ".

" Sapevano di incontrare un Cremonese che voleva invertire un trend negativo. Noi siamo stati bravi a mettere la gara sul piano del gioco, palla a terra e attenti a tenere in mano il gioco. Abbiamo sempre cercato la profondità segnando due gol bellissimi e sfiorando il terzo ".

" Dopo la partita di Coppa Italia a Cesena ( 2-0 per la Cremonese reti di Rizzo e Graziani ndr ) lei aveva avuto parole di elogio per la Cremonese : oggi come l'ha vista ? ". " Oggi i grigiorossi hanno trovato un Cesena in palla : non si può paragonare quella partita dove ho schierato molti ragazzini. La Cremonese è una squadra costruita per vincere, ha giocatori importanti con un passato di Serie C, B e qualcuno in A. Bisogna essere bravi ad assorbire questi momenti negativi ; l'allenatore è bravo perchè ha sempre vinto : oggi ho sentito critiche su di lui ma vogliamo criticare Iaconi ?. Mi sembra una esasperazione di questo calcio; lui avrà la sua medicina, bisogna stargli vicino, la squadra e tutti. La Cremonese, secondo me, è una squadra da temere perchè alla lunga verrà fuori. I valori ci sono, il campionato è molto equilibrato e molto difficile : noi abbiamo vinto 3 partite e siamo quarti in classifica ma fino a 3 settimane fa eravamo a 2 punti dai playout. Lo scorso anno c'erano 2 o 3 squadre dove potevi andare per vincere : oggi vai a Crema o Lecco e perdi: l'anno scorso c'erano Sassuolo e Cittadella più brave ma quest'anno vedo una netta differenza fra i playout e i playoff : l'anno scorso, con 56 punti il Padova è rimasto fuori, quest'anno con 56 ci sei dentro sicuro ma è anche vero che, con 40 punti, in questo campionato non sei salvo : ribadisco è un campionato difficile.


Cremonesi, uno dei pochi grigiorossi che meritano la sufficienza. Gli altri sono G. Bianchi, A. Bianchi, Ferrarese, Temelin (foto Ivano Frittoli)



Il disastro a centrocampo


G. Bianchi 6 - Incolpevole su entrambi i gol. E anche sulla traversa di Motta può fare poco. Per il resto non ha la possibilità di mettersi in mostra: per un portiere è avvilente quando capita così ma non può far altro che adeguarsi.
Rizzo 5 - Una sua bella discesa origina una delle poche occasioni grigiorosse, non sfruttata da Graziani, ma è lui a sbagliare i tempi dell'uscita sul fuorigioco in occasione del gol di 2-0 di Motta.
A. Bianchi 6,5 - Uno dei pochi positivi. Sempre attento sull'uomo, si fa valere nei duelli con le punte avversarie. Si conferma uno dei pochi acquisti azzeccati della scorsa estate.
Cremonesi 6 - Fa la sua parte. Sui gol avversari sono altri a sbagliare.
Pesaresi 4 - Pessimo. Sul gol di De Feudis è lui a non fare la diagonale e lasciare il buco in cui si infila il cesenate. Nella ripresa poi sbaglia un retropassaggio facile lanciando Motta che per fortuna a tu per tu con Bianchi centra solo la traversa. E poi è sempre in crisi col fiato. Iaconi lo toglie per mettere Pradolin, il pubblico si arrabbia (voleva l'ingresso di una punta in quel momento) e ha le sue ragioni ma in quel momento effettivamente Pesaresi era da togliere.
Gherardi 5 - Parte titolare nella partita forse meno adatta alle sue caratteristiche, dato il campo pesante. Prova un paio di conclusioni ed è puntuale in un paio di preziose diagonali difensive, però sbaglia anche parecchio e nel complesso incide pochino. Iaconi lo toglie a fine primo tempo confermando la bocciatura.
Fietta 4 - Tagliato fuori con irrisoria facilità da De Feudis sul gol dell'1-0. Sempre in affanno, gioca troppo distante dagli attaccanti che non accompagna mai, come i colleghi di reparto. E' in crisi tecnica, fisica, emotiva. Un giocatore da ricostruire.. O da vendere. Perchè in queste condizioni fa solo il male suo e della squadra.
Saverino 4 - Ormai su di lui si è già detto tutto più volte. Anche stavolta non si prende responsabilità, sbaglia molto, corre poco (come i compagni di reparto gioca lontanissimo dagli attaccanti). Il centrocampo cesenate schiaccia quello grigiorosso. E' il punto debole della squadra, inutile negarlo.
Vitofrancesco 5 - Volenteroso, ma stavolta è anche molto confusionario. Sicuramente non all'altezza delle sue doti.
Graziani 5 - Il campo pesante dovrebbe favorirlo. Fa meglio di altre volte ma non abbastanza. E poi spreca due opportunità di testa delle sue. L'anno scorso avrebbe fatto gol, è in crisi.
Guidetti 5 - Gli capita una sola palla buona e la spreca. In difficoltà per tutto il match. La squadra non lo aiuta di sicuro, lui però non ha la tempra del leader e questa domenica non era neanche in forma.
Ferrarese 7 - Stavolta è tutt'altro che fumoso. Entra e ci mette grinta e vivacità costruendo sia l'azione che porta alla chance ghiotta di Guidetti e l'assist per il gol di Temelin. Sono le uniche occasioni grigiorosse della ripresa. Decisamente il migliore in campo.
Pradolin 5,5 - Spreca una ottima occasione su assist di Ferrarese facendosi respingere il tiro da un difensore. Per il resto non malissimo ma poco concreto.
Temelin 6,5 - Segna un gran bel gol. Poi sfoga la rabbia evitando di esultare coi compagni. E' evidente che sta soffrendo le tante panchine, ma resta il rebus: "Teme" è forte ma con Guidetti è difficile integrarlo. In più è anche giusto dire che non sempre le sue reazioni negli ultimi mesi sono state esemplari (va bene la rabbia ma certi episodi come quello della seduta di rifinitura abbandonata in malo modo un paio di mesi fa non si dimenticano).

Iaconi 4 - Inutile girarci intorno. La squadra non ha un'identità, non ha un'anima, non ha un gioco e non corre. Le formazioni cambiano ogni domenica ma senza progressi evidenti. E la palla in campo scotta, c'è paura di sbagliare. Così non si va da nessuna parte. E il mister non può non assumersi le sue responsabilità.

CESENA Ravaglia 6,5 (un errore in uscita ma una grande parata su Guidetti) Ceccarelli 7 (spinge molto e bene) Cusaro 6,5 (non male) Lauro 7 (bel difensore, forte fisicamente e attento) Biserni 6,5 (esperto e tranquillo) Segarelli 6,5 (tanta quantità) De Feudis 7 (geometra ma anche goleador) Sacilotto 6,5 (dinamico) Bonura 7 (in mezzo alle linee fa danni, l'assist per il 2-0 è suo) Veronese 6,5 (un po' macchinoso ma dialoga bene con De Feudis sul gol) Motta 7 (letale e contro la Cremonese segna sempre) Chiavarini 6,5 (vivace) Ricci sv Djuric sv.
All.: Bisoli 7 (il suo Cesena è ben organizzato e ha carattere).

Arbitro 6,5 - Massa di Imperia dirige all'inglese ma tutto sommato bene. I grigiorossi reclamano un rigore per fallo di Lauro su Guidetti nel primo tempo ma dopo aver visto e rivisto le immagini televisive ci sembra di poter dire che il contatto era veniale. Bravi i guardalinee.


Riposo invernale obbligatorio per i giocatori di Lega Pro

La Lega Pro, dandone conoscenza alla Associazione Italiana Calciatori, ha stabilito che le società devono concedere ai propri calciatori un periodo di riposo. Ai tesserati spetteranno sette giorni consecutivi di riposo obbligatorio dopo l'ultima gara in programma nel mese di dicembre, esclusi i programmi di ricupero da infortuni. Le società potranno, previo accordo con il gruppo dei propri giocatori, frazionare il periodo, a condizione che il riposo complessivo obbligatorio sia comunque di sette giorni e che gli stessi siano fruiti dopo l'ultima giornata di dicembre e prima della ripresa dell'attività ufficiale in gennaio. Ricordiamo che i grigiorossi giocheranno l'ultima partita dell'andata lunedi 22, in notturna, a Novara.



facebook

sfoglia    novembre        gennaio

Cerca, Rss, Atom e Counter
Ricerca personalizzata
Blog letto 11513569 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0   Feed ATOM di questo blog  Atom


Link
A
ac-perugia.com
acmonzabrianza.it
acspezia.com
agenfax.it
alessandriacalcio.it
allvideo
amarantomagazine.it
arezzonotizie.it
asandriabat.it
B
beneventocalcio.it
bettiamo.net
blog.football.it
blunote.it
bondolasmarsa
br73.net Pistoia
bustocco.it
C
calciatori.com
calciocampano2009
calciocomo190
calciofoggia.it
calcioland.forumfree
calciomatto
calciomercato.com
calcionapoletano
calciopiu.net
calciopress.net
calcioscommesse.myblog.it
calcioseriec.blogspot.com
calciotoscano.it
cavese
cavanotizie.it
click4soccer.com
coni.it
corrierediarezzo.it
corrieredicomo.it
cremonaweb.it
D
datasport.it
diretta.it
direttagol.it
E
e-cremonaweb.it
esperiaviareggio.it
eurosport.yahoo.com
F
fccrotone.blogspot.com
febbrea90.com
figc.it
foggiacalciomania.com
foggialandia.it
foggiaweb.it
folignocalcio.com
folignocalcio.it
forzacavese.net
forzalucchese.net
forzanovara.net
forzapescara.com
forzaspal
G
gazzettalucchese.it
goal.com
H
hellastory.net
hellasverona.it
hellasweb.it
I
ilgrecale.it
ilpallonaro.com
ilquotidianodellabasilicata.it
ilquotidianodellacalabria.it
ilsatanello.it
ioamoilcalcio.myblog.it
infobetting.com
italiadelcalcio.it
L
la_c1.ilcannocchiale.it
lanciano.it
larena.it
leccosportweb.it
lega-calcio.it
lega-calcio-serie-c.it
legaproprimadivisione
leggonline.it
livescore.com
Live score
loschermo.it
lospallino.com
lostregone.net
lumezzanecalcio.it
M
madeinandria.it
mondorossoblu.it
N-O
noitv.it
P
paganese.it
paganesecalcio.com
pescaracalcio.com
portogruarosummaga.it
primadanoi.it
primadivisionew
primadivisione
pronostici1x2
pronostici serie A
prosestonews
Q
qn.quotidiano.net
R
radioemme.it
raisport.rai.it
ravennanotizie.it
realsports.it
reggianacalcio.it
reggianasupporters.it
resport.it
riminicalcio.com
S
salernonotizie.it
sanniocalcio.it
scommesse.betfair.it
seriec1.ilcannocchiale.it
seriec1.wordpress.com
soccerpuglia.it
socialcalcio.com
solocalcio.com
solopescara.com
sorrentocalcio.com
sportal.it
sportcity-ricio
sportedintorni.blogspot.com
sporterni.it
sportevai.it
sportitalia.com
sportoggi.com
sportpeople.net
sportvintage.blogspot.com
ssjuvestabia.it
sslanciano.it
stabia1907.it
stabiachannel.it
stampasud.it
T
tarantosera.com
tarantosupporters.com
teleradioerre.it
ternanacalcio.com
terninrete.it
terzaserie.myblog.it
tifo-e-amicizia.it
tifogrifo.com
tifosigallipoli
tifosiportogruaro
tuttalac.it
tuttocalciatori.net
tuttocalcio.it
tuttolegapro.com
tuttomercatoweb.com
tuttosport.com
tuttosporttaranto
tvgratisnet.iobloggo.com
tvoggisalerno.it
U
ultrassamb
uscremonese.it
usfoggia.it
V
varese1910.it
varesenews.it
vascellocr.it
vastocalcio
viaroma100.net
virtuslanciano
Z
zonacalcio.it

Siti rimossi

Gossip&sport

Cinema italiano
cinemaitaliano.info
trovacinema.repubblica.it
Nuovi
bg vs fq pr dago
notiziariocalcio
ilnuovocorriere
asgubbio1910
forzanocerina
piacenzacalcio
triestinacalcio
comunicatemi
chi ho dimenticato
e sarà inserito,
o rimosso per chi vuol essere cancellato

....ed è naturalmente gradito
un link a questo blog
nei vostri siti o blog
grazie



Meteo











 
 
fai.informazione.it Wikio - Top dei blog Wikio - Top dei blog Add to Google intopic.it Blog360gradi - 

L’aggregatore di notizie a 360°  provenienti dal mondo dei blog! who's online Sito ottimizzato con 

TuttoWebMaster TOP 100 

SOCCER SITES TopSportSites.com :: A 

Sports Discussion Community Top Italia Registra 

il tuo sito nei motori di ricerca liquida.it social network Notizie, immagini e video dai blog italiani su Liquida top 100 sports sites My BlogCatalog 

BlogRank urltrends reports BlogNews Questo Blog e' 

Strabello! e il tuo?

Cynegi Network
linkto.org

  Powered by  MyPagerank.Net
 

seriec1

↑ Grab this Headline Animator

  View blog authority
   
 


blinko jonny groove
rcsmobile belen

lastminute
musicbox

edreams

better
blinko grandi sorelle


Rubbrica telefonica


Elenco per nome


Elenco per ruolo