235 Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio Il Foggia esce dal Viviani a suon di fischi Tra il Foggia e i tifosi è sempre crisi | seriec1 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

logo di seriec1.ilcannocchiale.it rassegna stampa della lega pro prima divisione
Blog letto 1 volte












div>

Tim Cup 2009/2010, Risultati completi,
Tabellone, Regolamento

Coppa Italia 2009/2010
Risultati e Calendario
Siti Ufficiali


prima pagina della Gazzetta dello Sport

prima pagina del Corriere dello Sport

prima pagina di Tuttosport

il cirotano



Verdetti 2010-2011
Retrocesse dalla serie B
Frosinone Portogruaro
Triestina Piacenza
Promosse dalla 2a Div
Tritium Carpi
Latina FeralpiSalò
Carrarese Trapani
Retrocesse in 2a Div
Paganese Cavese
Monza Sudtirol
Ternana Cosenza
Promosse in serie B
Gubbio Nocerina
H.Verona Juve Stabia


Supercoppa 2010-2011
22 - 26 maggio
Gubbio Nocerina 1 - 1
Nocerina Gubbio 0 - 1
Vincente: Nocerina


Play Off Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Verona Sorrento 2 - 0
Salernitana Alessandria 1 - 1
Girone "B"
Juve Stabia Benevento 1 - 0
Taranto A. Roma 0 - 1
5 giugno 2011
Girone "A"
Sorrento Verona 1 - 1
Alessandria Salernitana 1 - 3
Girone "B"
Benevento Juve Stabia 1 - 1
A. Roma Taranto 2 - 3
Finali Play Off 2011
Andata 12 giugno
Verona Salernitana 2 - 0
Juve Stabia A. Roma 0 - 0
Ritorno 19 giugno
Salernitana Verona 1 - 0
A. Roma Juve Stabia 0 - 2


Play Out Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Sudtirol Ravenna 1 - 0
Monza Pergocrema 1 - 0
Girone "B"
Viareggio Cosenza 3 - 1
Foligno Ternana 1 - 0
5 giugno 2011
Girone "A"
Ravenna Sudtirol 2 - 1
Pergocrema Monza 1 - 0
Girone "B"
Cosenza Viareggio 0 - 1
Ternana Foligno 1 - 1


Lega Pro 1a Div - Girone A
10a giornata - 25 ott 09
Alessandria Viareggio 0 - 0
Como Arezzo 0 - 0
Classifica - 10a giornata
 1  Novara 24   
 2  Cremonese 22

Serie C1 Rassegna Web Prima Divisione Lega Pro





































sfoglia    dicembre        febbraio


13 gennaio 2009

Il Foggia esce dal Viviani a suon di fischi Tra il Foggia e i tifosi è sempre crisi

Il Foggia esce dal Viviani a suon di fischi - Ora si piange sulle assenze: Fusco: é stata una buona gara.

di Nicola Bucci (13/01/2009)

Video - Potenza-Foggia Clicca qui

Finisce con il classico 0 – 0 l’incontro tra Potenza e Foggia con la squadra rossonera che tutto sommato ha disputato una buona gara ma che non è riuscita ancora una volta a concretizzare le varie occasioni create. Sono state almeno quattro le palle-gol che il Foggia ha sciupato. La più clamorosa quella che ha visto Mancino colpire il palo, nel secondo tempo.
Foggia che oggi oltre alla sfortuna ha dovuto fare i conti con le numerose assenze sia di natura tecnica che fisica.
Sono ormai note le varie esclusioni di Del Core, Mattioli e Trezzi, mentre l’altra pecca oggi è stata quella delle varie assenze di natura fisica, come quelle di Piccolo e Salgado, che hanno visto il Foggia costretto a giocare davanti con il solo Germinale, che non ha creato grossi problemi alla retroguardia potentina,ma che con un po' di cattiveria in più e un po’ di precisione, avrebbe potuto segnare un gol nella prima frazione di gioco.
A fine gara in sala stampa il mister del Potenza Arleo dichiara: “Partita molto combattuta su di un campo molto pesante. Tutto sommato i pareggio è giusto. Oggi ha vinto tra le due squadre solo la paura di perdere".
“Sono molto arrabbiato con l’arbitro, continua Arleo, soprattutto nell’episodio dove Lisuzzo ha steso un mio calciatore e l’arbitro ha estratto solo il cartellino giallo e non rosso”.
Dopo Arleo è la volta del direttore dell’area tecnica del Foggia Fusco a parlare alle telecamere,visto il silenzio stampa sia dei calciatori che dell’allenatore Novelli. Sentitelo: "Più che il risultato oggi è la prestazione della squadra che è stata positiva. La gara è stata condizionata dai vari infortuni accorsi anche ai vari Germinale e Troianiello , anche se devo dire che è stata molto equilibrata”.
Dopo la disamina della gara Fusco risponde ad una domanda sul mercato del Foggia. Il grande acquisto del Foggia sarà la riconferma di Salgado. E se cederemo Del Core sicuramente dovremo sostituirlo con un altro attaccante”.
Infine da registrare a fine gara la constestazione dei tifosi del Foggia,che incuranti del freddo e delle cattive condizioni atmosferiche, hanno voluto seguire la propria squadra anche al Viviani di Potenza, ma che ancora una volta sono rimasti con la bocca amara. Contestazione che non ha risparmiato nessuno dai giocatori alla società e allo stesso direttore Fusco.
da Stampasud
link

Il Foggia su Di Cosmo?

(13/01/2009)
Bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto? E’ il refrain del dopo Potenza. Un punto, quello conquistato al Viviani, che non ha entusiasmato i tifosi, che a fine gara hanno evidenziato tutto il loro disappunto fischiando squadra, tecnico e responsabile dell’area tecnica.
Quelli stessi tifosi che si aspettavano, evidentemente, il primo colpo esterno sul campo dell’ultima in classifica. Di qui, il bicchiere vuoto. Riempito parzialmente dalla prestazione quantomeno sufficiente di Coletti e soci, che ai punti avrebbero comunque meritato il successo per quanto prodotto.
Di positivo c’è anche il dato che per la prima volta dall’inizio del campionato, il Foggia non ha preso gol fuori casa. Non era mai accaduto in precedenza, nemmeno nei tre pari di Pistoia, Perugia e Taranto, con i rossoneri sempre costretti ad inseguire.
Di certo la classifica, dopo la prima di ritorno, ha sancito, qualora ce ne fosse bisogno, il predominio del Gallipoli, 10 punti in più del Foggia e 4 sul terzetto di seconde, Benevento, Arezzo e Crotone. Resta a portata di mano la Cavese, quinta attuale forza del girone con 3 lunghezze di vantaggio sulla formazione di Novelli ma che riceverà proprio i rossoneri tra due settimane al Lamberti nel posticipo della terza di ritorno. Ne vien da sé che l’inseguimento alla zona play off, passa inevitabilemente dalle prossime due gare.
Fare bottino pieno in casa contro il Pescara e non perdere contro la Cavese significherebbe poter restare aggrappati alle zone nobili della graduatoria, oltre che ritornare a sorridere e ricucire anche lo strappo con la tifoseria.
In mezzo, però, c’è il mercato, che distoglie, quantomeno parzialmente, le attenzioni dal calcio giocato. Il Foggia ha l’esigenza di sfoltire l’organico e portare la rosa a 22 elementi. Le cessioni imminenti di Del Core e Mattioli, quelle già perfezionate di Rinaldi e Zappino e quella possibile ma non certa di Coletti, dovrebbero portare l’organico dentro i parametri prefissati ad inizio di stagione.
Se, alla partenza di Del Core, dovesse aggiungersi qualche altro addio nel reparto avanzato, il Foggia si vedrebbe costretto a tornare sul mercato. Dove di certo dovrà reperire un difensore centrale (Accursi e D’Andrea i nomi più gettonati) – mentre per la prima linea, voci provenienti dalla Sicilia darebbero il club di via Napoli interessato alle prestazioni del centravanti argentino Di Cosmo, fresco di rescissione dalla Paganese, dove in precedenza aveva rescisso Tisci e dove ieri hanno salutato anche Ingrosso e Mendil. Un’epurazione dettata dai problemi economici del club campano, problemi economici che incideranno sul mercato e che finiranno per rivoluzionare molti organici.
da Capitanatasport.it

Trasferta vietata ai tifosi del Pescara

(13/01/2009)
Ora è ufficiale: Foggia-Pescara di domenica prossima sarà vietata ai supporters abruzzesi. Lo ha stabilito l´Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive, ed il provvedimento è stato ratificato dall´ordinanza del prefetto della Provincia di Foggia Antonio Nunziante che riportiamo integralmente in altra parte del nostro sito ufficiale.
La decisione, dunque, fa il paio con quella della gara di andata, quando in occasione di Pescara-Foggia fu proibito ai tifosi rossoneri di assistere al match in programma allo stadio "Aragona" di Vasto.







da usfoggia.it
link

Coletti obiettivo del Taranto a centrocampo

(13/01/2009)
E´ Tommaso Coletti l´obiettivo numero uno del Taranto per completare il centrocampo. Dopo l´arrivo dell´argentino Fernando Spinelli, è il ´gladiatore´ come lo hanno soprannominato a Foggia e dove l´ex Martina attualmente gioca, è in cima alla lista dei nomi di Danilo Pagni.
La trattativa comunque non è semplice, al calciatore infatti non mancano le richieste anche dalla serie cadetta.









da blunote.it
link

Tra il Foggia e i tifosi è sempre crisi

(13/01/2009)

I tifosi temono un ridimensionamento della competitività della squadra, in conseguenza della riduzione dell'organico preannunciato sul mercato dalla società

FOGGIA È di nuovo in crisi il rapporto tra il Foggia e il pubblico dopo la (civile) contestazione inscenata a Potenza da 300 sostenitori. Gli stessi che hanno poi preso di mira la dirigenza, il tecnico Novelli, la squadra e, per la prima volta, il responsabile dell'area tecnica, Fusco.

Timori Il pareggio in terra lucana non ha riscaldato i tifosi, già assai delusi dal 5-2 patito a Lanciano lo scorso 7 dicembre e, sette giorni più tardi, dalla vittoria interna con la Ternana.
Da tempo, in realtà, c'è un progressivo deterioramento nel rapporto tra la piazza e tutte le componenti del sodalizio. In particolare, i tifosi temono un ridimensionamento della competitività della squadra, in conseguenza della riduzione dell'organico preannunciato sul mercato dalla società, che vuole riportare la gestione entro i costi previsti in estate.
Volata playoff Eppure, al momento, nonostante l'evidente flessione negli ultimi 2 mesi (8 punti in altrettante gare) dopo un avvio più che positivo (19 punti nelle prime 10 partite), il Foggia è ancora in corsa per i playoff, lontani solo 3 punti: si prospetta assai importante, al riguardo, lo scontro diretto in programma lunedì 26 (in diretta tv su Rai Sport Sat) sul campo della Cavese, quinta in classifica. Domenica, intanto, Pecchia e compagni affronteranno il Pescara: solo un bel successo potrà rasserenare in modo significativo l'ambiente rossonero.
Roberto Pellegrini da La Gazzetta dello Sport
link

Us Foggia, cercasi centravanti disperatamente

(12/01/2009)
Neanche sul campo dell’ultima della classe il Foggia è riuscito a cancellare lo zero dalla casella delle vittorie fuori casa. A Potenza i rossoneri hanno sì creato almeno quattro nitide occasioni da rete, ma l’assenza di un bomber di razza, con tutto il rispetto per Domenico Germinale, si è sentita eccome. In Lucania, infatti, mancavano i due bomber dei satanelli: il cileno Mario Salgado (8 reti all’attivo) per infortunio e Umberto Del Core (4 gol) con le valigie in mano e pronto a cambiare aria. A proposto dell’attaccante barese non si è capito il motivo per il quale Del Core non possa giocare con la squadra di Novelli fino a quando non verrà ceduto (sempre che qualche club voglia acquistarlo), così come accade per il mediano Tommaso Coletti, che ha buone chance di lasciare il Foggia a breve ma che a Potenza è stato schierato regolarmente in campo. A fine gara i tifosi rossoneri hanno poi contestato la società, i giocatori e il responsabile dell’area tecnica Filippo Fusco. Domenica prossima, al di là delle rassicurazioni di Fusco, se il Foggia non dovesse battere il Pescara di Nanu Galderisi (con la società abruzzese dichiarata fallita un mese fa, ndr) anche la posizione del tecnico Raffaele Novelli non sarebbe così solida. A Potenza, per la prima volta in questo campionato, i satanelli non hanno subito gol, ma il pareggio contro l’ultima della classe non può di certo soddisfare se si vuole puntare alla zona play off...
da Quotidiano di Foggia
link

Il Gallipoli accelera la marcia solitaria, pari del Foggia

(12/01/2009)
Nel girone B della Prima Divisione, il Gallipoli di Giannini non subisce influenze da panettone e ricomincia la galoppata con un successo esterno a Pistoia arrivato grazie a una bella doppietta di Di Gennaro.
Diventa piuttosto affollato il secondo posto: l´Arezzo passa due volte in vantaggio ma viene raggiunto in entrambe le occasioni dalla Cavese e ora la squadra di Cari deve dividere la comoda posizione con Crotone e Benevento, entrambe vittoriose.
I calabresi vincono il derby delle società in profonda crisi; l´undici di Moriero passa sul neutro di Lanciano contro il Pescara con un gol di Russo, mentre i giallorossi di Soda spengono sul nascere le ambizioni del Perugia, che si stava affacciando in alta classifica; Colombini decide la sfida con i grifoni umbri.
Due convincenti vittorie nella parte bassa della graduatoria: il Foligno trascinato da Coresi, autore di una doppietta, travolge la Paganese (3-0), mentre la Juve Stabia di Dario Bonetti sul neutro di Sant´Antonio Abate supera 3-1 il Taranto e ora i pugliesi sono terzultimi in classifica.
Due i pareggi a reti bianche della giornata ovvero quello tra il fanalino di coda Potenza e il Foggia che fa il paio con quello del Real Marcianise contro la Ternana.
Bene anche il Sorrento che in rimonta riesce ad avere la meglio sulla Virtus Lanciano (2-1).
da La Gazzetta del Mezzogiorno
link

Ma il bicchiere è mezzo pieno?

(12/01/2009)
Bicchiere mezzo pieno, bicchiere mezzo vuoto. Pare essere questo il refrain dopo il responso dell´ultima domenica di campionato e soprattutto dopo il pari dei rossoneri a Potenza. La prima di ritorno ha sancito il predominio del Gallipoli, sempre più candidato a recitare un ruolo di prim´ordine fino in fondo. Dietro i salentini del “Principe” Giannini, un terzetto, con 4 punti in meno, composto da Arezzo, Benevento e Crotone, questi ultimi alle prese con una grave crisi economica e comunque corsari sul campo del Pescara. Subito a ridosso, la Cavese, forte dei suoi 30 punti. Finisce qui la zona play off, con il Foggia primo dei non eletti a quota 27. Il Foggia che anche sul campo del fanalino di coda Potenza non è riuscito a cambiare la marcia esterna. Assenze, palo, sfortuna e quant´altro, resta l´amara considerazione del fatto che lontano dallo Zaccheria la squadra di Novelli proprio non va. In casa rossonera, le bocche continuano ad essere rigorosamente cucite. L´unico a scendere nella sala stampa del Viviani, è stato Filippo Fusco. Il responsabile dell´area tecnica - beccato dai tifosi a fine gara - il bicchiere lo vede mezzo pieno. Fusco si aggrappa alla prestazione e invita tutti ad aspettare la fine del campionato prima di esprimere giudizi. Dichiarazioni che si scontrano però con una classifica che mette il Foggia nelle condizioni di accelerare il passo per non rassegnarsi ad un campionato anonimo e senza pretese. Proprio guardando la classifica, viene evidenziato come chi precede Pecchia e compagni, sia seriemente accreditato a restare lì fino a maggio. Gallipoli, Arezzo e Benevento, soprattutto, rispettivamente 10 e 6 punti in più della formazione di Novelli, sembrano ormai fuori mira. Semmai gli stessi 6 punti potrebbero essere rimontati al Crotone, considerata la drammatica situazione finanziaria del club calabrese, che potrebbe finire per rivoluzionare l´organico competitivo di Moriero. Corsa su Cavese e Crotone, facendo però attenzione alle spalle, dove Perugia, Ternana e Juve Stabia (una gara in meno) non hanno alcuna voglia di gettare la spugna con 5 mesi di anticipo. Molto sarà deciso anche dal calciomercato. Che inciderà, eccome, cambiando pelle e spessore a diverse compagini. Di certo, pare evidente che i rossoneri siano davanti ad un bivio: le prossime due gare finiranno con ogni probabilità per emettere un verdetto: continuare a sperare nell´aggancio ai play off, battendo il Pescara e non perdendo nel posticipo di Cava de´ Tirreni, o rassegnarsi ad un campionato anonimo e senza pretese. Chi vivrà, vedrà
da .capitanatasport.it - C.T.
link

Pescara, soliti problemi. Galderisi:''A Foggia con grinta''


(12/01/2009)
Il nuovo anno parte com'era finito il vecchio per il Pescara. Una nuova sconfitta casalinga, la seconda consecutiva. A passare, dopo l'organizzata Cavese, è l'ottimo Crotone. Galderisi è amareggiato per la difficile situazione, ma carica i suoi.
L'undici di Moriero sciorina gran calcio per più di un tempo annullando, di fatto, per un'ora abbondante i biancazzurri.
Molli sulle gambe, poco reattivi e privi di nerbo, Pomante e compagni provano a raddrizzare il match nel finale senza fortuna.
Galderisi cerca di ovviare alle assenze di Felci e Zeytulaev inserendo Iandoli e Stella ed affida le chiavi della mediana a Cardinale.
Il centrocampista palermitano soffre la velocità ed il pressing degli ospiti e la manovra adriatica ne risente parecchio. Di Vicino Stenta a creare la superiorità numerica, Simon è isolato. L'elastico 4-3-3 crotonese mette spesso in ambasce la retroguardia pescarese che sbanda spesso e volentieri.
Indiveri, al rientro, ci mette qualche pezza qua e là, ma intorno alla mezz'ora arriva meritato il goal del vantaggio calabrese ad opera dell'ex Nello Russo.
La ripresa vede i padroni di casa accusare l'assenza di Pomante, nella mischia Galderisi butta Giuliano che si posiziona accanto a Siniscalchi. Il Crotone si fa più guardingo accantonando la spavalderia della prima frazione. Gli uomini di Moriero contengono rischiando solo in paio di circostanze. In una è bravo l'estremo pitagorico a respingere un colpo di testa ravvicinato di Iandoli.
Ci prova Verratti, subentrato a Di Vicino, ad accendere la luce, ma la notte è già scesa inesorabile sul capo dei duemila supporters giunti da Pescara.
Si abbandonano le velleità di alta classifica, meglio guardarsi indietro, i play out sono distanti solo quattro punti ed all'orizzonte c'è l'ostica trasferta di Foggia.

PESCARA-CROTONE 0-1

PESCARA (4-5-1): Indiveri 7; Camorani 5.5, Pomante 6 (35` pt Giuliano 6), Siniscalchi 5, Vitale 5; Di Vicino 5.5 (16` st Verratti 6), Ferraresi 5.5, Cardinale 6, Stella 6, Iandoli 5; Simon 5.5. A disp.: Prisco, Diliso, Pisciotta, Corsi. All.: Galderisi 5.5.
CROTONE (4-2-3-1): Farelli 6.5; Galeoto 6, Scognamiglio 6.5, Borghetti 6.5, Figliomeni 6; Pacciardi 6, Espinal 6; Basso 6.5, Petrilli 6 (16` st Aurelio 6), Triarico 6 (45` st Quondamatteo ng); Russo 6 (25` st Paponetti 5.5). A disp.: Leuzzi, Orosz, Parisi, Calil. All.: Moriero 7.
ARBITRO: Massa di Imperia 6.5
MARCATORE: pt 37` Russo.
NOTE: spettatori 2.000 circa, di cui 1.393 paganti per un incasso complessivo di 13.047 euro. In Curva Nord, presenti soltanto tre tifosi ospiti. Ammoniti: Pomante, Cardinale (P), Figliomeni, Petrilli, Galeoto (C) per gioco falloso. Angoli: 7-2. Recupero tempo: pt 1`, st 4`. Giornata fredda, terreno pesante.


GALDERISI. In sala stampa mister Galderisi non nasconde la propria amarezza per la difficile situazione che il Pescara sta vivendo, ma cerca di caricare la squadra in vista della trasferta di Foggia.
Prestazione figlia delle assenze e del momento difficile?
"Purtroppo ci sono alcune cose che non si possono inventare. Negli scorsi quindici giorni, aldilà dei soliti problemi societari, ci siamo allenati su un campo sintetico e la palla viaggiava a velocità nettamente diversa rispetto ad oggi. Noi facevamo fatica proprio a cavalcare i giusti tempi di gioco che sono saltati tutti anche per la differenza sostanziale fra i due terreni. E così il Crotone ha saputo carpire e sfruttare queste nostre difficoltà".
Zeytùlaev tornerà a Pescara per giocare o per salutare tutti?
"C'è una cosa fondamentale su cui voglio essere chiarissimo: fino al 20 di Gennaio, e cioè, fin quando la situazione non sarà definitivamente delineata e chiarita, io non libererò nessun calciatore, perchè ho l'obbligo morale di difendere a tutti i costi i colori abruzzesi.
Per cui nessuno potrà fare scherzi, sono tutti avvisati".
Oggi in casa si sono persi tre punti importanti per motivare la nuova presidenza: siete pronti al riscatto immendiato contro il Foggia?
"Veramente sono costretto a dirvi che noi, per noti motivi, giochiamo sempre fuori casa! Comunque non si può rimproverà nulla ai ragazzi che si allenano sempre con grande grinta e volontà e sono sicuro che sarà così anche per la prossima partita".
Claudio Castracane da Foggialandia.it
link

A Mente Fredda: Il Foggia fatica a far gol

(12/01/2009)
Purtroppo neppure il nuovo anno cambia le cose ed anche contro il fanalino di coda Potenza, il Foggia non riesce a sbloccare le vittorie in trasferta. Un handicap, quello dei pugliesi, che si verifica puntualmente contro qualsiasi squadra avversaria, dalla prima in graduatoria all´ultima e che fa dei rosso-neri una squadra incompleta e non all´altezza di ambire al salto di categoria. Più che altro sembra più un blocco mentale che un problema di gioco, visto che i satanelli riescono comunque, e parliamo della trasferta di Potenza, a produrre azioni da rete, ma non a concretizzare. Un deficit che in ogni caso non si riesce da tempo a risolvere, avere quindi qualcuno lì davanti che possa disporre di quella freddezza per finalizzare il lavoro prodotto.
Al “Viviani” c´han provato un po´ tutti: Troianiello, Germinale, Mancino, Colomba, ma niente da fare, chi più, chi meno s´è “divorato” il gol. Purtroppo neppure la fortuna sta aiutando i rosso-neri in questo momento, infatti, pedine del calibro di Salgado e Del Core non possono essere utilizzate, il primo per acciacchi fisici e mancanza di forma, il secondo, giustamente, perché pronto a cambiare casacca e quindi privo di motivazioni. Se a queste assenze ci aggiungiamo quella di Mattioli, per lo stesso motivo di Del Core, si viene a creare una situazione in cui il tecnico Novelli, per mancanza di alternative, è costretto spesso a ridisegnare formazione e schemi tattici.
Siamo a Gennaio, il mercato di riparazione è aperto, sarebbe opportuno stringere i tempi e ricorrere a qualche acquisto, più che altro per mettere un allenatore in grado di lavorare più serenamente e senza chiedere miracoli. Ok, la società è stata chiara, “prima di tutto sfoltire la rosa”, non illudiamoci e non aspettiamoci colpi di mercato, ma si presume che nello staff tecnico ci siano persone in grado di svolgere il proprio lavoro e che possano pescare calciatori, non dal nome altisonante, ma che abbiano per lo meno le qualità minime per poter ricoprire il ruolo assegnato.
Gian Franco lo Muzio da Foggiacalciomania
link

Il Foggia formato esterno non si sblocca

(12/01/2009)
Ha avuto ragione, purtroppo, chi aveva previsto che la gara di Potenza non avrebbe causato alcuna svolta nel campionato del Foggia, tant´è che ora tutti gli sguardi sono rivolti già alla partita interna di domenica prossima contro il Pescara. E sarà proprio dal match contro la squarda dell´ex Galderisi, che il Foggia dovrà ripartire per tentare di instaurare un nuovo feeling con i tifosi che pare non riescano proprio a digerire nè Novelli, il tecnico, nè questo Foggia, incapace, secondo i più critici, di prendere i 3 punti anche a Potenza, sul campo del fanalino di coda. E, se è vero che al Viviani Novelli ha almeno tentato di cambiare qualcosa con l´innesto di Pedrelli, Colomba e Velardi e con l´avanzamento di Pecchia, è anche vero che dal match contro i rossoblù è venuto fuori un Foggia ancor più ridimensionato in fase d´attacco per le contemporanee assenze di Del Core e Salgado, ma anche per una gran dose di sfortuna nelle conclusioni. E´ proprio un Foggia da rivedere e correggere. Soprattutto con l´ausilio del mercato di riparazione che potrebbe (e dovrebbe) portare a Foggia quella "famosa" prima e soprattutto vera punta, della quale la società rossonera è in cerca da...sempre. Ma, per tornare ad essere competitivi, è necessario anche reperire un altro elemento di centrocampo. Solo i rinforzi potranno dare a questa squadra quella personalità che oggi latita, specialmente nelle gare fuori casa. Ancora meglio poi se si riuscisse ad...intervenire in tempi brevi visto che, tutto sommato, il Foggia in classifica è sempre lì ed il campionato è ancora aperto, specialmente se si dovesse recuperare il Salgado dei tempi migliori. Guardiamo, quindi, al futuro con un pò di ottimismo in più senza prescindere, lo ripetiamo, da almeno due (o anche tre) innesti importanti, dal recupero di Mario Salgado e dall´indispensabile apporto dei tifosi con i quali va ricostruito quel feeling che, in effetti, c´è sempre stato e che, una vittoria sul Pescara, può far tornare.
Enzo Ciampi da ilsatanello.it
link

Questa sera torna "Il pallone in poltrona"

(12/01/2009)
Torna questa sera, “Il pallone in poltrona”, il rotocalco sportivo del lunedì sera di Telefoggia.
Tanti gli ospiti che affolleranno il parterre di Carmine Troisi.
Tema principale della serata, l´analisi dell´ultima domenica calcistica.
Spazio anche alle novità di calciomercato.
Sarà possibile interagire con la trasmissione, attraverso l´indirizzo di posta elettronica ilpalloneinpoltrona@hotmail.it
Il pallone in poltrona, andrà in onda a partire dalle ore 21,10 e sarà visibile, oltre che sull´analogico, anche sul canale satellitare della storica emittente foggiana (908 del bouquet Sky).
da capitanatasport.it
link

Fusco interviene ad Assist

(12/01/2009)
Si torna a parlare di calcio questa sera ad Assist. All´indomani del pareggio contro il Potenza sarà l´occasione per fare il punto della situazione tecnica. Per parlare del momento che attraversa la squadra (ancora chiusa in silenzio stampa) interverrà il d.t. dell´U.S.Foggia Filippo Fusco ma non mancheranno importantissimi collegamenti con operatori di mercato. L´appuntamento è per le 20.30 su Teleradioerre.






Domenico Carella da Calciofoggia
link

Diciottesima giornata: l´Arezzo frena, il Gallipoli fugge

(12/01/2009)
La Pistoiese subisce la sua seconda sconfitta interna confermando che il Melani porta bene alle squadre giallorosse: dopo il Benveneto, anche il Gallipoli espugna a fatica lo stadio degli arancioni, penalizzando oltremodo la gara dei padroni di casa, i quali escono dal campo a testa alta. In vantaggio già dopo un minuto, i salentini ipotecano la vittoria con il raddoppio già prima dell´intervallo, dopo che l´arbitro aveva negato due rigori ai ragazzi di mister Polverino. Per il resto è solo Pistoiese. Per questo i tre punti sono ancora più importanti e consentono alla squadra di Giannini di tenersi stretta la vetta della classifica.

Al Santa Colomba il Benevento timbra l´ennesimo cartellino-vittoria battendo il Perugia con un gol di Colombini e agguanta l´Arezzo e il Crotone al secondo posto della classifica, alle spalle del Gallipoli. Sofferta ma importantisisma la vittoria dei sanniti, pur senza strafare. Al Perugia resta il rammarico per una buona gara e un palo colpito a fine primo tempo, che avrebbe riequilibrato il match. Ma la classifica è pur sempre corta e i grifoni, nonostante tutto, restano a sei lunghezze dai playoff: c´è sempre tempo per recuperare.

Spettacolo al Simonetta Lamberti tra Cavese e Arezzo. Un pareggio che di fatto annulla le due compagini. Ai padroni di casa serviva la vittoria per agganciare gli amaranto in classifica, e invece gli aquilotti si sono ritrovati ad inseguire per ben due volte i toscani dopo che prima Martinetti e poi Chianese avevano portato in vantaggio gli ospiti. Il primo momentaneo pareggio è di Bernardo; il secondo, definitivo, porta la firma di Aquino. Punti persi da entrambe le compagini, che restano comunque saldamente in zona playoff.

Da quando non gioca più all´Aragona di Vasto il Pescara ha perso la sua capacità di vincere: il Crotone espugna con merito il neutro di Lanciano, portando via tre punti pesantissimi per la classifica. Gol vittoria dell´ex di turno, Russo, e tanto bel gioco espresso dai calabresi. Grossi guai invece per gli abruzzesi, orfani di uomini importanti come Zeytulaev. Ora la compagine di Nanù Galderisi, già in una situazione difficile, si ritroverà ad affrontare una trasferta difficilissima allo Zaccheria la prossima settimana.

A Potenza il Foggia ci ha provato, ma ancora una volta non è riuscito a portare a casa i tre punti. Complici un campo pesante e difficile, l´assenza di Salgado e Del Core, ma soprattutto complice un palo che nega a Mancino la gioia del gol, i rossoneri ancora una volta devono accontentarsi dello 0-0. Un punto che non serve a nessuna delle due squadre: i lucani restano ultimi, mentre i satanelli rimangono fuori dalla zona playoff, a tre lunghezze dalla Cavese. E domenica allo Zaccheria c´è il Pescara.

Il Sorrento scavalca il Lanciano battendolo in rimonta: al gol di Margarita rispondono Biancone e La Vista. Tutto nel giro di sette minuti. Una buona gara giocata dai costieri che nel momento di maggiore brillantezza sono andati sotto di un gol, ma hanno saputo immediatamente reagire con cuore e grinta. Vittoria meritata e ritorno a posizioni più tranquille di classifica. Nelle file frentane c´è invece molto rammarico, specie per le occasionissime sprecate nel finale, quando Margarita e Alfageme mandano all´aria due palle-gol nitide, lasciando il Lanciano alla sua ennesima sconfitta esterna.

Finisce a reti bianche Marcianise-Ternana. Rammarico per gli ospiti, che si sono visti annullare una rete probabilmente regolare. Per il resto una partita non bella, con poche emozioni, ma che regala ad entrambe le compagini un punticino che fa classifica, tenendole fuori dalla zona pericolosa.

Il Foligno comincia la meglio il girone di ritorno torna a vincere dopo mesi e lo fa in modo netto, con un 3-0 ai danni della Paganese. Ritrova il gol De Paula, segna una doppietta Coresi. Tutto bene quindi per la compagine di Indiani che, se non altro, pur restando in zona playout, risale qualche posizione in classifica e si porta a soli tre punti dalla salvezza. Gli azzurrostellati ne escono sconfitti e anche dimezzati: in vista del recupero di mercoledì contro la Juve Stabia, infatti, Capuano dovrà anche fare a meno di De Giosa e Imparato, espulsi a Foligno e qundi in odore di squalifica. Un anno iniziato davvero male per i campani.

La Juve Stabia non vinceva da metà novembre: torna a farlo con prepotenza contro un Taranto che in quel di Sant´Antonio Abate ne prende tre. Amore, Capparella e il "pitone" Biancolino siglano i tre acuti che riportano un po´ di serenità all´ambiente e lasciano ben sperare per il recupero di mercoledì che vedrà gli uomini di mister Bonetti scendere in campo a Pagani. Per gli ionici ormai è crisi conclamata: dopo aver perso alcuni uomini importanti (Shala su tutti) inizia male il girone di ritorno, all´insegna della zona playout.

Nella foto, tratta da solosorrento.it, l´incontenibile gioia di Cristian Biancone dopo il gol segnato contro il Lanciano
Francesco Ricci da Calciofoggia
link

Solo un palo: il Foggia perde una occasione

(12/01/2009)

Il Foggia perde l'occasione per rientrare in zona playoff

POTENZA - Il pareggio serve poco al Potenza che non si schioda dall’ultimo posto. Il Foggia perde l’occasione per rientrare in zona playoff. Gli ospiti sfiorano subito il vantaggio (5’) con Troianiello, mentre il Potenza si affida alle
conclusioni dalla distanza di Berretti. Il centrocampista prima sbaglia la mira (10’), poi impegna Bremec (43’). Nella ripresa, dopo 34”, Sarno butta alle ortiche il pallone del possibile vantaggio (salva Bremec). Il Potenza preme, ma la difesa foggiana regge e Bremec non corre serie rischi. La squadra di Novelli parte spesso in contropiede e con Mancino (24’) colpisce il palo.



Potenza - Foggia 0-0

POTENZA (4-2-3-1) Groppioni 6; Vianello 5,5, Dei 6,5, Patarini 6, Lolaico 6,5; Sabatino 6, Cammarota 5,5; Sarno 6 (dal 21’ s.t. Cantoro 6), Berretti 5,5, Nolè 6 (dal 21’ s.t. Scardini 5,5); Cozzolino 6. (Tesoniero, Prevete, Ardolino, Nappello, Radu). All. Arleo 6.

FOGGIA (4-2-3-1) Bremec 6; Pedrelli 5,5, Lisuzzo 5,5, Zanetti 6, Colombaretti 6; D’Amico 6, Coletti 6; Troianiello 6 (dal 13’ s.t. Velardi 5,5), Pecchia 6, Mancino 6 (dal 33’ s.t. Colomba s.v.); Germinale 6. (Milan, Burzigotti, Pezzella, Agostinone, Trezzi). All. Novelli 6.

ARBITRO Gambini di Roma 7.

NOTE spettatori 2.000 circa, paganti, abbonati e incasso non comunicati. Ammoniti Lisuzzo, Berretti, Patarini e Lolaico. Angoli 5-4.

GIUDIZIO ++
Roberto Viggiani da La Gazzetta dello Sport
link

Il Foggia formato esterno non si sblocca

(12/01/2009)
Ha avuto ragione, purtroppo, chi aveva previsto che la gara di Potenza non avrebbe causato alcuna svolta nel campionato del Foggia, tant'è che ora tutti gli sguardi sono rivolti già alla partita interna di domenica prossima contro il Pescara. E sarà proprio dal match contro la squarda dell'ex Galderisi, che il Foggia dovrà ripartire per tentare di instaurare un nuovo feeling con i tifosi che pare non riescano proprio a digerire nè Novelli, il tecnico, nè questo Foggia, incapace, secondo i più critici, di prendere i 3 punti anche a Potenza, sul campo del fanalino di coda.
E, se è vero che al Viviani Novelli ha almeno tentato di cambiare qualcosa con l'innesto di Pedrelli, Colomba e Velardi e con l'avanzamento di Pecchia, è anche vero che, dal match contro i rossoblù è venuto fuori un Foggia ancor più ridimensionato in fase d'attacco per le contemporanee assenze di Del Core e Salgado, ma anche per una gran dose di sfortuna nelle conclusioni. E' proprio un Foggia da rivedere e correggere. Soprattutto con l'ausilio del mercato di riparazione che potrebbe (e dovrebbe) portare a Foggia quella "famosa" prima punta , e soprattutto vera punta, della quale la Società rossonera è in cerca da...sempre. Ma, per tornare ad essere competitivi, è necessario anche reperire un altro elemento di centrocampo.
Solo i rinforzi potranno dare a questa squadra quella personalità che oggi latita, specialmente nelle gare fuori casa. Ancora meglio poi se si riuscisse ad...intervenire in tempi brevi visto che, tutto sommato, il Foggia in classifica è sempre lì ed il campionato è ancora aperto, specialmente se si dovesse recuperare il Salgado dei tempi migliori.
Guardiamo, quindi, al futuro con un pò di ottimismo in più, senza prescindere, lo ripetiamo, da almeno due (o anche tre) innesti importanti, dal recupero di Mario Salgado e dall'indispensabile apporto dei tifosi con i quali va ricostruito quel feeling che, in effetti, c'è sempre stato e che, una vittoria sul Pescara, può far tornare.
Enzo Ciampi da ilsatanello.it
link

Tre club su Burrai

(12/01/2009)
Tre club sembrano puntare con decisione sul centrocampista Salvatore Burrai (21) che l´anno scorso ha disputato il campionato con il Manfredonia, prima di essere richiamato alla base dal Cagliari. Burrai, attualmente non sta trovando spazio con mister Allegri e non è da escludere un suo ritorno in Prima Divisione. Sul giovane calciatore sardo, infatti, sono puntati gli occhi di Cremonese, Foggia e Padova.





da :tuttomercatoweb.com
link

Foggia sempre più Salgado-dipendente

(12/01/2009)
Anno nuovo problema vecchio: il Foggia non riesce a far sue gare che, per come vanno le cose in campo, dovrebbero portare in Capitanata 3 punti sacrosanti.
E’ già un traguardo che alla fine non abbiamo preso il solito golletto al quale eravamo ormai abituati nella prima frazione di questo campionato. C’è un problema in attacco notevole, che andrebbe affrontato magari anche sul mercato, ma sappiamo che questo ci regalerà solo movimenti in uscita, con l’ovvio e indiscusso impoverimento delle risorse tecniche e quindi probabilmente il conseguente ridimensionamento degli obiettivi di quest’anno. Tornando alla gara di oggi, magari si potrà dire che un punto fuori casa è sempre importante, ma con questo gioco, molto dispendioso e poco concreto, potremmo avere seri problemi anche in casa: in definitiva chi deve far gol? Dobbiamo sempre sperare nella piena condizione di Salgado come stiamo facendo da settembre? Il silenzio stampa della squadra e del tecnico evidenzia comunque un disagio e sarebbe ora che la società parlasse alla piazza in modo chiaro, altrimenti si rischia da una parte una contestazione dei tifosi ormai stanchi ed esasperati, dall’altra il mutismo totale che non aiuta sicuramente a stemperare gli animi. Forse oggi ci si rende conto che certi strappi (quello con Delcore) si devono ricucire, che non si potrà fare a meno di Coletti per questa stagione perché basta un niente per reinserirsi nel gruppo di vertice e ritentare la scalata come nelle ultime due stagioni, magari questa volta con un po’ più di fortuna. Mollare ora significherebbe arrendersi in una battaglia che non ci vede sconfitti, ma che può portarci facilmente alla vittoria finale… Bisogna crederci ed incrociare sempre le dita.
Alberto Mangano da Foggialandia.it
link

Rimpianti Foggia «Un po' di fortuna e avremmo vinto»

(12/01/2009)

L'allenatore dei lucani Arleo «Penalizzati dal campo pesante però non abbiamo sfigurato»

POTENZA Un pareggio che non accontenta nessuno. Il Foggia rimane ancora fuori dalla zona playoff (a fine gare i tifosi contestano e fischiano il tecnico Novelli) e il Potenza non si schioda dall'ultimo posto. Lo zero a zero finale, però, arriva al termine di una gara giocata a viso aperto, con i pugliesi più concreti nella ripresa quando avrebbero meritato il vantaggio. Ad infrangere i sogni dei rossoneri il palo colpito da Mancino.

Giusto. Nel Foggia bocce cucite Parla solo Filippo Fusco, responsabile dell'area tecnica. «Tutto sommato credo che il pareggio sia giusto anche se il Potenza ci ha impensierito solo nei primi 15' della ripresa. Anzi, le palle gol più importanti le abbiamo avute noi». Poi Fusco sposta l'attenzione sul mercato e sulla contestazioni dei tifosi. «La rosa va sicuramente sfoltita. Il tecnico vuole lavorare con 22 uomini e solo se dovessimo scendere sotto questo numero potremmo fare qualche operazione in entrata. I fischi? Sono ingenerosi soprattutto perché la squadra ha giocato una buona partita».

Campo L'allenatore dei lucani Pasquale Arleo spiega: «Il campo allentato ci ha penalizzati in maniera eccessiva. I nostri velocisti hanno avuto problemi a fare gioco. Nonostante tutto, però, se consideriamo la qualità del Foggia e alcune nostre assenze non abbiamo sfigurato». Il difensore Giuseppe Lolaico è stato tra i migliori in campo: «Abbiamo giocato discretamente ma non è bastato per conquistare la vittoria. Dispiace perché in casa è necessario vincere. Purtroppo da diverse domeniche stiamo assistendo allo stesso copione. Raccogliamo meno di quanto meritiamo».
ROBERTO VIGGIANI da La Gazzetta dello Sport
link

A Potenza un Foggia impreciso e sfortunato non va oltre il pareggio

(11/01/2009)
Foggia ancora a secco di vittorie in trasferta ed al “Viviani” di Potenza ottiene un punto molto stretto, per via del prodotto mostrato dai rosso-neri nell´arco dei novanta minuti. I satanelli ce la mettono tutta per portare a casa i tre punti, ma l´imprecisione sotto rete e un po´ di sfortuna non han permesso di sbloccare il risultato, rimasto immobile sullo zero a zero. In ogni caso, seppur il Foggia abbia mostrato di essere superiore ai padroni di casa, sono troppo poche le occasioni create contro un Potenza che ha denotato di essere ben poca cosa. I pugliesi son scesi in campo con Bremec in porta, difesa a quattro composta da Colombaretti, Lisuzzo, Zanetti e Pedrelli, davanti al reparto arretrato Coletti e D´Amico, a centrocampo Troianiello, Pecchia e Mancino, unica punta Germinale. Rosso-neri con il lutto al braccio per la morte dell´ex portiere degli anni ´40 Mario Cola Antonini.
Al 5´ è subito palla-gol per il Foggia, Troianiello s´infila al centro dell´area, contrastato da un difensore arriva di fronte al portiere rosso-blu, piazza il pallone rasoterra, ma la palla finisce di poco fuori al lato. Al 14´ arriva la risposta dei padroni di casa, Nolè mette in mezzo, Bremec esce a vuoto, ma Sarno non arriva sul pallone. Al 18´ ancora Potenza con un tiro dalla distanza di Beretti, palla sopra la traversa. Al 26´ si rivede il Foggia, colpo di testa fuori misura di Germinale su cross di Coletti. Al 28´ nuova occasione gol per i pugliesi, Mancino semina il panico sulla sinistra, cross in mezzo ma Germinale svirgola da posizione ghiottissima. 37´ ed un errore di Lisuzzo permette a Cozzolino d´involarsi verso la porta difesa da Bremec, Pedrelli gli chiude lo spazio e l´attaccante potentino “spara” fuori. Al 42´ è ancora Beretti a provarci dalla distanza, Bremec blocca con una parata plastica. Non succede più nulla fino al duplice fischio che manda i calciatori negli spogliatoi.
La seconda frazione parte con un Potenza più brillante ed al 46´ Sarno s´infila centralmente in area su assist di Cammarota, arriva tutto solo di fronte a Bremec, che riesce ad anticipare in uscita il calciatore di casa. Al 54´ ancora i lucani in avanti, cross dalla destra di Vianello, Beretti in scivolata butta fuori. Il Foggia si fa pericoloso quasi sempre con Mancino, l´esterno rosso-nero mette al centro un bel cross, ma ad arrivarci prima di tutti è l´estremo difensore potentino. Al 69´ ancora una palla-gol per il Foggia, Mancino a due passi dalla porta colpisce in pieno il palo su cross di Pecchia, ospiti molto sfortunati. I padroni di casa si rivedono al 70´ col neo-entrato Cantoro, bomba delle sue da fuori area, palla di poco alta sulla traversa. Al 76´ punizione per il Potenza, Beretti calcia di poco al lato. Al 79´ ancora un´incredibile occasione per i satanelli, Germinale pesca Pecchia al centro dell´area che non riesce a battere a rete, perché anticipato in angolo da un avversario. Ultimi minuti ed il Foggia prova l´assalto finale per la conquista dei tre punti: 83´ bell´azione sulla sinistra di Pecchia, palla al centro, Colomba calcia a botta sicura ma Patarini salva tutto immolandosi in scivolata, palla in angolo. Gli ospiti tengono palla ma non riescono più a creare azioni insidiose alla porta difesa da Groppioni, termina così il derby apulo-lucano dopo quattro minuti di recupero, zero a zero il risultato finale.

IL TABELLINO

POTENZA (4-2-3-1): Groppioni, Lolaico, Patarini, Dei, Sabatino, Vianello, Sarno, Cammarota, Cozzolino (65´ Scardini), Beretti, Nolè (65´ Cantoro). All. Arleo

FOGGIA (4-2-3-1): Bremec, Colombaretti, Lisuzzo, Zanetti, Pedrelli, Coletti, D´Amico, Troianiello (57´ Velardi), Pecchia, Mancino (76´ Colomba), Germinale. All. Novelli

ARBITRO: Pierluigi Gambini di Roma

AMMONITI: Lolaico (P), Patarini (P), Beretti (P), Lisuzzo (F)
Gian Franco lo Muzio da Foggiacalciomania
link

MANCA LA FREDDEZZA SOTTO PORTA

(11/01/2009)

POTENZA-FOGGIA 0-0 NIENTE DA FARE

I ROSSONERI NON RIESCONO A RITROVARE I TRE PUNTI NEPPURE SUL CAMPO DELL'ULTIMA DELLA CLASSE; MOLTE LE OCCASIONI DA GOL PER IL FOGGIA, TRA LE QUALI UN PALO CLAMOROSO DI MANCINO, MA LA VITTORIA SCAPPA VIA ANCORA UNA VOLTA
DOMENICA ALLO ZACCHERIA SFIDA CONTRO IL PESCARA DELL'EX GALDERISI
da usfoggiagol.it























link

Potenza-Foggia: Le Pagelle

(11/01/2009)
Difesa bunker! Lisuzzo, baluardo. Mancino, sfortunato.





Bremec: Partita che lo vede impegnato solo in due o tre interventi, peraltro non eccessivamente impegnativi. Portiere che garantisce la solita sicurezza e solidità al reparto. A suo discapito una piccola incertezza con un compagno di reparto nel secondo tempo. Bunker, insieme a tutta la difesa! 6,5

Pedrelli: Altra buona apparizione dell’esterno destro, condite da un paio di incursioni sul fondo nella prima frazione di gioco. Buon primo tempo, ripresa leggermente in calo. Partita nel complesso sufficiente. 6

Colombaretti: Gara disputata sulla corsia opposta alla quale è abituato e come al solito sviluppa il suo compito con la consueta disciplina tattica. Si rende anche pericoloso con le sue discese. 6

Pecchia: Sembra avergli giovato la pausa natalizia, visto che si propone per dettare l’ultimo passaggio e garantisce la necessaria assistenza all’unica punta di ruolo. Detta i tempi del gioco, anche se il terreno, reso pesante dalla pioggia, non gli consente di effettuare giocate limpide ed assist puliti per gli attaccanti. 6

Lisuzzo: Sicuramente difficile da superare, e, quando non arriva con il fisico ci mette l’esperienza, che nella Lega Pro è un fattore determinante! Altra gara giocata sopra le righe, una spanna sopra tutti gli altri. Baluardo! 7

Zanetti: Meno evidente del compagno di reparto, ma efficace lo stesso. Chiude tutti gli spazi ed insieme ai compagni di reparto permette al Foggia di non subire reti, seppur contro l’ultima della classe. 6,5

Troianiello: Partita in cui ha mostrato un buon impegno, ma le sue qualità sono state penalizzate dal terreno di gioco. Giocatore veloce ed abile ma non adatto a terreni resi pesanti dalle precipitazioni quale quello di oggi a Potenza. Se lanciato rasoterra può diventare una spina nel fianco della difesa avversaria, ma se deve prima addomesticare palloni alti e poi proporsi perde di incisività perchè snaturano le sue caratteristiche. 5

Coletti: Ci mette grinta in ogni parte del campo, ma si vede subito che non è il solito giocatore ammirato in precedenza. Speriamo non sia distratto dalle sirene delle squadre di serie B ed alcune di A lanciatesi sulle sue tracce. 5,5

Germinale: Centravanti di razza che oggi può, finalmente, giocarsi la sua chance per il proseguo del campionato. Sgomita, prende botte e le restituisce. Ha un paio di occasioni per sbloccare il risultato, ma è poco fortunato nel trovare la giusta coordinazione. In alcuni frangenti della partita fa reparto da solo, soprattutto nel secondo tempo, allungando la squadra per non farla schiacciare nella propria metà campo. 6

Mancino: Gioca in un ruolo più offensivo, ma lui si trova meglio a partire da più dietro. Inizia in sordina ma, come un diesel, carbura alla distanza. Ha la migliore occasione della partita nel secondo tempo quando, di contro-balzo, spedisce la sfera contro il palo a portiere battuto. Sfortunato! 6

D’Amico: Mette in campo tutta la sua grinta ed a volte la classe. Non ha la cattiveria giusta per tirare in porta più spesso nel secondo tempo. 6

Mister Novelli: Il Mister mette in campo forse la migliore formazione possibile, avendo, tra l'altro, il coraggio di tenere in campo Troianiello su un terreno non adatto alle sue caratteristiche. Nel secondo tempo i suoi ragazzi soffrono un po’ troppo a centrocampo la pressione del Potenza, ma possono vantare la migliore occasione della partita con Mancino. Risultato sostanzialmente giusto!!! 6

Velardi dal 57’ al posto di TROIANIELLO: Il Mister cerca di garantire maggiore copertura ad un centrocampo nella ripresa un po’ in sofferenza, ma l’inesperienza del nuovo entrato non da i frutti sperati. 5,5

Colomba dal 77’ al posto di MANCINO: Presidia la fascia centrale sinistra della formazione rossonera, avendo anche l’occasione, nei minuti finali, di sbloccare il risultato, ma sfortunatamente un difensore del Potenza ci mette un piede deviando in angolo. Il figlio d’arte, di papà Franco, calciatore apprezzato negli anni scorsi ed ora buon allenatore, non demerita. 6

Arbitro: Sig. Gambini. Prestazione personale insufficiente, tra l’altro poco coadiuvato dagli assistenti di linea. Estrae un giallo sacrosanto su Lisuzzo, per fallo su un uomo lanciato a rete, ma non rosso da ultimo uomo. Poco esperto nel capire che in almeno 4 occasioni i giocatori potentini “simulavano” falli in ogni parte del campo, area di rigore compresa. In questi casi è stato inconsistente il contributo degli assistenti. 5
Alessandro Barbone da Foggialandia.it
link

Contestazione a squadra e società. Silenzio stampa per la squadra, Fusco:''Buon punto, fiducia a Novelli, compattiamo l'ambiente''

(11/01/2009)
La partita di Potenza è terminata con il malcontento dei tifosi rossoneri per il deludente pareggio e per l'incapacità della squadra di concretizzare.
C'è una stata pacifica contestazione a squadra, tecnico e società. Anche il direttore dell'area tecnica Filippo Fusco è finito nel mirino dei cori dei sostenitori rossoneri.

Ma Fusco non ci sta ed esprime soddisfazione per il risultato di Potenza: "Pareggiare oggi è stato importante, il Potenza è una buona squadra e in alcuni tratti ha messo sotto pressione il Foggia. Sono soddisfatto perchè quest'anno abbiamo raccolto poco fuori, quindi è positivo essere riusciti a raccogliere un punto, anche perchè la gara è stata molto equilibrata e abbiamo creato almeno cinque nitide palle da gol che non abbiamo concretizzato, soprattutto peccato per il palo di Mancino".

Fusco anche se dispiaciuto dalle numerose assenze non cerca alibi: "Certo oggi mancava gente importante e ci siamo trascinati dietro infortuni come quelli di Germinale e Troianiello, ma abbiamo fatto una buona gara contro una squadra buona e motivata. Dopo oggi possiamo essere soddisfatti perchè abbiamo capito di potercela giocare con tutti".

Il direttore non vuole parlare di mercato e spera di recuperare quanto prima Salgado: "Salgado potrebbe essere il migliore acquisto di questo Gennaio. La sua stagione è stata conizionata dall'infotunio al menisco dela scorsa stagione, ma se riusciamo a recuperarlo potrebbe risultare importantissimo per il proseguio della stagione. Non abbiamo bisogno di prendere altre punte, certo però che se và via qualche attaccante, qualcun'altro dovrà arrivare per sostuire i partenti."

Fusco parla poi della contestazione a fine partita e del silenzio stampa della squadra: "Noi continuiamo ad avere fiducia nel tecnico Novelli, che ha sempre tenuto la squadra in zona playoff, salvo le due ultime partite. Bisogna strare tranquilli e compattare l'ambiente, i conti li faremo a fine anno. Bisogna trovare fiducia e serenità, per concretizzare di piu' e toglierci soddisfazioni fuori casa. Proprio per trovare serenità ed evitare che alcune dichiarazioni vengano travisate è stato deciso il silenzio stampa ".
Claudio Castracane da Foggialandia.it
link

PESCARA: di nuovo k.o., passa il Crotone

(11/01/2009)
Il nuovo anno parte com´era finito il vecchio per il Pescara. Una nuova sconfitta casalinga, la seconda consecutiva. A passare, dopo l´organizzata Cavese, è l´ottimo Crotone. L´undici di Moriero sciorina gran calcio per più di un tempo annullando, di fatto, per un´ora abbondante i biancazzurri. Molli sulle gambe, poco reattivi e privi di nerbo, Pomante e compagni provano a raddrizzare il match nel finale senza fortuna. Galderisi cerca di ovviare alle assenze di Felci e Zeytulaev inserendo Iandoli e Stella ed affida le chiavi della mediana a Cardinale. Il centrocampista palermitano soffre la velocità ed il pressing degli ospiti e la manovra adriatica ne risente parecchio. Di Vicino Stenta a creare la superiorità numerica, Simon è isolato. L´elastico 4-3-3 crotonese mette spesso in ambasce la retroguardia pescarese che sbanda spesso e volentieri. Indiveri, al rientro, ci mette qualche pezza qua e là, ma intorno alla mezz´ora arriva meritato il goal del vantaggio calabrese ad opera dell´ex Nello Russo. La ripresa vede i padroni di casa accusare l´assenza di Pomante, nella mischia Galderisi butta Giuliano che si posiziona accanto a Siniscalchi. Il Crotone si fa più guardingo accantonando la spavalderia della prima frazione. Gli uomini di Moriero contengono rischiando solo in paio di circostanze. In una è bravo l´estremo pitagorico a respingere un colpo di testa ravvicinato di Iandoli. Ci prova Verratti, subentrato a Di Vicino, ad accendere la luce, ma la notte è già scesa inesorabile sul capo dei duemila supporters giunti da Pescara. Si abbandonano le velleità di alta classifica, meglio guardarsi indietro, i play out sono distanti solo quattro punti ed all´orizzonte c´è l´ostica trasferta di Foggia.
Donato Giampietro da forzapescara.com
link

Potenza-Foggia: La pagella rossonera

(11/01/2009)
Diamo i voti ai satanelli. Al termine di Crotone-Foggia garapareggiata dai satanelli, questi i voti (senza nessun commento) ai rossoneri scesi in campo allo stadio ´A. Viviani´ di Potenza. Tra parentesi i calciatori subentrati. Bremec 6 Pedrelli 6 Colombaretti 6 Pecchia 6.5 Zanetti 6 Lisuzzo 5.5 Troianiello 6.5 Coletti 5.5 Germinale 5.5 Mancino 6 D´Amico 6 (Velardi) s.v. (Colomba) s.v. Allenatore: Novelli 5.5









Luigi Corvino da Foggiacalciomania
link

Fusco:"Bel pareggio contro una squadra motivata"

(11/01/2009)
Fusco a Contotv:"Abbiamo fatto solo tre pareggi quest´anno fuori casa quindi il pareggio di oggi è positivo. abbiamo creato cinque palle gol nonostante fossimo stati penalizzati da due infortuni che poi ci siamo portati dietro come quello di Germinale e Troianiello. Sul piano della prestazione a parte gli ultimi quindici minuti del primo tempo la gara è stata equilibrata. C´è da essere moderatamente soddisfatti. Noi dobbiamo guardare sempre la prestazione e secondo me sotto quel punto di vista abbiamo dimostrato che ce la possiamo giocare con tutti. Il Foggia è venuto a pareggiare a Potenza contro una squadra animata da grandi motivazioni. Se prenderemo una punta sul mercato? Abbiamo Salgado il cui rendimento è stato inficiato dall´infortunio al menisco dello scorso anno. Il più grande acquisto potrebbe essere proprio la sua riconferma. Se dovesse però uscire qualche altra punta potrebbero esserci nuovi acquisti. Novelli è un allenatore che, salvo le ultime due gare, ha sempre tenuto la squadra in zona play off e quindi credo che vada tenuto. Il Foggia quest´anno è partito senza proclami e i conti li faremo alla fine dell´anno. Il silenzio stampa? Bisogna trovare serenità e qualsiasi dichiarazione del tecnico poteva essere travisata".
Domenico Carella da Calciofoggia
link

Arleo:"Lisuzzo andava espulso due volte"

(11/01/2009)
Arleo:"Partita combattuta su un campo molto allentato. Direi che lo zero a zero rispecchia pienamente le occasioni avute in campo. Poche le palle gol come quella capitata a Sarno all´inizio del secondo tempo. Nella prima parte di gara abbiamo giocato bene poi ci siamo spenti. Non abbiamo giocato contro una squadra in disarmo come qualcuno voleva far credere e noi non abbiamo sfigurato. Il Foggia ha 27 punti e ben altri obiettivi. Oggi l´arbitro non dico che ha fatto terrorismo psicologico ma alla fine del primo tempo non doveva esserci giallo a Lisuzzo bensì il cartellino rosso. Nel secondo tempo Lisuzzo andava nuovamente ammonito e quindi espulso".







Domenico Carella da Calciofoggia


Cozzolino:"Il bicchiere è mezzo pieno"

(11/01/2009)
Cozzolino:"Purtroppo non è arrivata la vittoria ma dobbiamo vedere il bicchiere mezzo pieno perchè il Foggia è una delle squadre più attrezzate del campionato. Loro hanno avuto anche la palla gol più nitida dell´incontro. Noi, invece, non riusciamo a sfruttare le tante occasioni da gol che ci capitano. Siamo una buona squadra alla quale mancano solo i risultati. Speriamo che la gara di oggi sia una buona partenza per un 2009 importante".







Domenico Carella da Calciofoggia
link

Zero a Zero a Potenza, i tifosi mugugnano a fine partita

(11/01/2009)
Termina con il punteggio di zero a zero la gara contro il fanalino di coda Potenza. Foggia sfortunato in alcuni tratti (gran palo di Mancino) ma anche spuntato o in affanno in altri per la persistente incapacità di tramutare in gol la grande massa di occasioni da gol (oggi se ne contano quattro nitide). A fine partita i tifosi del Foggia hanno manifestato il loro disappunto nei confronti del punto racimolato a Potenza contestando contro la dirigenza, i calciatori ed il direttore dell´area tecnica Fusco.







Domenico Carella da Calciofoggia
link

Cammarota:"Serviva la vittoria"

(11/01/2009)
Cammarota:"Purtroppo la mia buona prestazione non è bastata. Non siamo riusciti a vincere su un campo allenatato molto dalla pioggia. Siamo andati molto forte nel primo tempo e nel secondo siamo calati. Abbiamo avuto un´occasione dopo un minuti della ripresa ma Sarno non è riuscito a buttarla dentro. Era fondamentale vincere ma su un campo così ridotto era davvero difficile. Oggi purtroppo non era il terreno adatto ad un giocatore come Sarno che di solito riesce a darci una grossa mano. Novelli? Ho giocato due anni con lui, ci tenevo a giocare bene".






Domenico Carella da Calciofoggia


fonte: foggiaweb.it

facebook

sfoglia    dicembre        febbraio

Cerca, Rss, Atom e Counter
Ricerca personalizzata
Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0   Feed ATOM di questo blog  Atom


Link
A
ac-perugia.com
acmonzabrianza.it
acspezia.com
agenfax.it
alessandriacalcio.it
allvideo
amarantomagazine.it
arezzonotizie.it
asandriabat.it
B
beneventocalcio.it
bettiamo.net
blog.football.it
blunote.it
bondolasmarsa
br73.net Pistoia
bustocco.it
C
calciatori.com
calciocampano2009
calciocomo190
calciofoggia.it
calcioland.forumfree
calciomatto
calciomercato.com
calcionapoletano
calciopiu.net
calciopress.net
calcioscommesse.myblog.it
calcioseriec.blogspot.com
calciotoscano.it
cavese
cavanotizie.it
click4soccer.com
coni.it
corrierediarezzo.it
corrieredicomo.it
cremonaweb.it
D
datasport.it
diretta.it
direttagol.it
E
e-cremonaweb.it
esperiaviareggio.it
eurosport.yahoo.com
F
fccrotone.blogspot.com
febbrea90.com
figc.it
foggiacalciomania.com
foggialandia.it
foggiaweb.it
folignocalcio.com
folignocalcio.it
forzacavese.net
forzalucchese.net
forzanovara.net
forzapescara.com
forzaspal
G
gazzettalucchese.it
goal.com
H
hellastory.net
hellasverona.it
hellasweb.it
I
ilgrecale.it
ilpallonaro.com
ilquotidianodellabasilicata.it
ilquotidianodellacalabria.it
ilsatanello.it
ioamoilcalcio.myblog.it
infobetting.com
italiadelcalcio.it
L
la_c1.ilcannocchiale.it
lanciano.it
larena.it
leccosportweb.it
lega-calcio.it
lega-calcio-serie-c.it
legaproprimadivisione
leggonline.it
livescore.com
Live score
loschermo.it
lospallino.com
lostregone.net
lumezzanecalcio.it
M
madeinandria.it
mondorossoblu.it
N-O
noitv.it
P
paganese.it
paganesecalcio.com
pescaracalcio.com
portogruarosummaga.it
primadanoi.it
primadivisionew
primadivisione
pronostici1x2
pronostici serie A
prosestonews
Q
qn.quotidiano.net
R
radioemme.it
raisport.rai.it
ravennanotizie.it
realsports.it
reggianacalcio.it
reggianasupporters.it
resport.it
riminicalcio.com
S
salernonotizie.it
sanniocalcio.it
scommesse.betfair.it
seriec1.ilcannocchiale.it
seriec1.wordpress.com
soccerpuglia.it
socialcalcio.com
solocalcio.com
solopescara.com
sorrentocalcio.com
sportal.it
sportcity-ricio
sportedintorni.blogspot.com
sporterni.it
sportevai.it
sportitalia.com
sportoggi.com
sportpeople.net
sportvintage.blogspot.com
ssjuvestabia.it
sslanciano.it
stabia1907.it
stabiachannel.it
stampasud.it
T
tarantosera.com
tarantosupporters.com
teleradioerre.it
ternanacalcio.com
terninrete.it
terzaserie.myblog.it
tifo-e-amicizia.it
tifogrifo.com
tifosigallipoli
tifosiportogruaro
tuttalac.it
tuttocalciatori.net
tuttocalcio.it
tuttolegapro.com
tuttomercatoweb.com
tuttosport.com
tuttosporttaranto
tvgratisnet.iobloggo.com
tvoggisalerno.it
U
ultrassamb
uscremonese.it
usfoggia.it
V
varese1910.it
varesenews.it
vascellocr.it
vastocalcio
viaroma100.net
virtuslanciano
Z
zonacalcio.it

Siti rimossi

Gossip&sport

Cinema italiano
cinemaitaliano.info
trovacinema.repubblica.it
Nuovi
bg vs fq pr dago
notiziariocalcio
ilnuovocorriere
asgubbio1910
forzanocerina
piacenzacalcio
triestinacalcio
comunicatemi
chi ho dimenticato
e sarà inserito,
o rimosso per chi vuol essere cancellato

....ed è naturalmente gradito
un link a questo blog
nei vostri siti o blog
grazie



Meteo











 
 
fai.informazione.it Wikio - Top dei blog Wikio - Top dei blog Add to Google intopic.it Blog360gradi - 

L’aggregatore di notizie a 360°  provenienti dal mondo dei blog! who's online Sito ottimizzato con 

TuttoWebMaster TOP 100 

SOCCER SITES TopSportSites.com :: A 

Sports Discussion Community Top Italia Registra 

il tuo sito nei motori di ricerca liquida.it social network Notizie, immagini e video dai blog italiani su Liquida top 100 sports sites My BlogCatalog 

BlogRank urltrends reports BlogNews Questo Blog e' 

Strabello! e il tuo?

Cynegi Network
linkto.org

  Powered by  MyPagerank.Net
 

seriec1

↑ Grab this Headline Animator

  View blog authority
   
 


blinko jonny groove
rcsmobile belen

lastminute
musicbox

edreams

better
blinko grandi sorelle


Rubbrica telefonica


Elenco per nome


Elenco per ruolo