235 Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio Cremonese - Reggiana 3-2 da 0-2 a 2-2, un attimo dopo Temelin sigla la vittoria - vascellocr.it | seriec1 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

logo di seriec1.ilcannocchiale.it rassegna stampa della lega pro prima divisione
Blog letto 1 volte












div>

Tim Cup 2009/2010, Risultati completi,
Tabellone, Regolamento

Coppa Italia 2009/2010
Risultati e Calendario
Siti Ufficiali


prima pagina della Gazzetta dello Sport

prima pagina del Corriere dello Sport

prima pagina di Tuttosport

il cirotano



Verdetti 2010-2011
Retrocesse dalla serie B
Frosinone Portogruaro
Triestina Piacenza
Promosse dalla 2a Div
Tritium Carpi
Latina FeralpiSalò
Carrarese Trapani
Retrocesse in 2a Div
Paganese Cavese
Monza Sudtirol
Ternana Cosenza
Promosse in serie B
Gubbio Nocerina
H.Verona Juve Stabia


Supercoppa 2010-2011
22 - 26 maggio
Gubbio Nocerina 1 - 1
Nocerina Gubbio 0 - 1
Vincente: Nocerina


Play Off Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Verona Sorrento 2 - 0
Salernitana Alessandria 1 - 1
Girone "B"
Juve Stabia Benevento 1 - 0
Taranto A. Roma 0 - 1
5 giugno 2011
Girone "A"
Sorrento Verona 1 - 1
Alessandria Salernitana 1 - 3
Girone "B"
Benevento Juve Stabia 1 - 1
A. Roma Taranto 2 - 3
Finali Play Off 2011
Andata 12 giugno
Verona Salernitana 2 - 0
Juve Stabia A. Roma 0 - 0
Ritorno 19 giugno
Salernitana Verona 1 - 0
A. Roma Juve Stabia 0 - 2


Play Out Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Sudtirol Ravenna 1 - 0
Monza Pergocrema 1 - 0
Girone "B"
Viareggio Cosenza 3 - 1
Foligno Ternana 1 - 0
5 giugno 2011
Girone "A"
Ravenna Sudtirol 2 - 1
Pergocrema Monza 1 - 0
Girone "B"
Cosenza Viareggio 0 - 1
Ternana Foligno 1 - 1


Lega Pro 1a Div - Girone A
10a giornata - 25 ott 09
Alessandria Viareggio 0 - 0
Como Arezzo 0 - 0
Classifica - 10a giornata
 1  Novara 24   
 2  Cremonese 22

Serie C1 Rassegna Web Prima Divisione Lega Pro





































sfoglia    aprile        giugno


4 maggio 2009

Cremonese - Reggiana 3-2 da 0-2 a 2-2, un attimo dopo Temelin sigla la vittoria - vascellocr.it

Così ti beffo, avversario mio.... la soddisfazione per quello che restarà certamente uno dei gol più memorabili di Temelin, che già sorride per la rete del 3 a 2 contro la Reggiana (foto Mauro Gaimarri)

Un finale al cardiopalma, dal 2-0 al 2-2 , ma subito Temelin ritrova la vittoria, grigiorossi e Pergocrema salvi matematicamente

Cremonese - Reggiana 3-2

di Alexandro Everet


Finalmente è fatta. La Cremonese coglie una gran bella e meritata vittoria contro la Reggiana capolista (che butta via allo Zini le sue chances di promozione diretta) e mette il sigillo sulla salvezza che è ora matematica. Un risultato minimo necessario per salvare futuro e dignità ma almeno centrato con anticipo. L'unica piccola nota positiva di una stagione che resta fallimentare e che deve andare ora in archivio al più presto. Fermo restando che la squadra ha il dovere di onorare il campionato fino in fondo, da questo lunedì occorre pensare al futuro. Arvedi dovrà stabilire e rendere noti al più presto i programmi per rilanciare i colori grigiorossi.
Ma torniamo alla partita. La Cremonese ha vinto come detto meritatamente, contro una Reggiana che ci ha confermato l'impressione dell'andata. Cioè quella di una squadra ben organizzata, accorta, sparagnina ma modestissima sul piano tecnico. Un undici che in altre annate avrebbe fatto fatica a salvarsi. E' che invece è addirittura in corsa per il primo posto a fine campionato, a dimostrazione della pochezza di un campionato che la Cremonese non ha saputo affrontare nel modo giusto.
Gli uomini di Venturato hanno gestito la partita con ordine e raziocinio, senza strafare ma senza mai correre rischi e costruendo il giusto per almeno 70 minuti. Esattamente fino al raddoppio di Coda. Dopo invece è emersa un po' di relax mentale (chiamiamolo così, ma ci sarebbero altri termini per definirlo..) che ha permesso alla Reggiana di costruire più occasioni in 20 minuti che nei 70 precedenti. I reggiani hanno addirittura raggiunto il 2-2 ma subito dopo Temelin ha profittato di una clamorosa deconcentrazione reggiana per riportare avanti i grigiorossi. I reggiani hanno avuto altre occasioni nel recupero ma il 3-2 finale rende giustizia a chi ha giocato meglio.
Nella Cremonese (con un Cremonesi malandato in panchina ed entrato solo nel finale...) nota di merito per Giorgio Bianchi che è rimasto in campo nonostante un brutto infortunio difendendo al meglio la porta fino al novantesimo (al suo posto sarebbe dovuto entrare l'esordiente e inesperto Vino). Bene anche il redivivo Temelin che finalmente ha giocato ai livelli dello scorso anno regalando anche un delizioso colpo di tacco che ha propiziato il primo gol (ovviamente questo non cancella la sua pessima annata). Bene anche i difensori in blocco, compreso un Alberto Bianchi finalmente in progresso. E bene l'accoppiata Fietta-Saverino (quest'ultimo non aveva mai giocato così bene come da quando se ne è andato Mondonico...). Buona pure la prova di Tacchinardi e del giovane Coda.
Male invece Gori che proprio non riesce a ingranare ed è stato fischiato pure stavolta.
Venturato ha gestito bene la gara e ha centrato l'obiettivo che gli era stato prospettato con anticipo. Ora deve usare le ultime due partite in funzione del prossimo campionato, valutando chi merita di restare e chi no. E di decisioni da prendere ce ne saranno tante....


CREMONESE 4-4-2 G. Bianchi; A. Bianchi, Viali, Anzalone, Pesaresi; Gori, Fietta, Saverino, Tacchinardi; Coda, Temelin.
A disposizione: Vino, Argilli, Rossi, Riganò.All.: Venturato.
REGGIANA 3-4-1-2 Ambrosio; Stefani, Zini, Esposito; Ponzo, Padoin, Maschio, Scantamburlo; Alessi; Acosty, Martini.
A disposizione: Tomasig, Mei, Bruno, Arati.All.: Pane
SOSTITUZIONI 14' st Nardini per Ponzo 27' st Dall'Acqua per Esposito 30' st Vitofrancesco per Gori 41' st Carotti per Coda 41' st Ingari per Acosty 44' st Cremonesi per Tacchinardi.
ARBITRO Doveri di Roma (Raimondi di Rovigo e De Bortoli di Este).
RETI 27' autorete Scantamburlo 24' st Coda 37' st Martini 43' st Maschio 44' st Temelin.
NOTE Spettatori 4466 (di cui 2733 abbonati e 1733 paganti, presenti circa 1000 tifosi della Reggiana). Incasso 34369,38 Euro di cui 15345,38 Euro in quota abbonati. Angoli 6-6. Recupero pt 4' st 4'. Ammoniti Stefani per proteste; Ponzo, Coda, Viali, Pesaresi per gioco falloso. Campo in buone condizioni, giornata di sole, temperatura mite.



Il momento della grande paura: la Reggiana si porta sul 2 a 2 e pare avere in pugno la gara (Foto Mauro Gaimarri)


PRIMO TEMPO


Gli ultras grigiorossi hanno ricordato Domenico Luzzara a tre anni dalla morte. Torna in clima di campionato Rossi dopo il lungo infortunio.

C'è il sole ad accogliere in campo Cremonese e Reggiana. La squadra di Venturato indossa la tradizionale casacca grigiorossa, la Reggiana è in bianco. Sugli spalti i cremonesi sono pochi (data la giornata di sole molti saranno andati al mare), moltissimi invece i reggiani, giunti allo Zini per spingere la loro squadra verso la B.
La partita inizia su ritmi non elevatissimi ma comunque vivaci. La Reggiana gioca in modo geometrico e di prima ma senza fantasia. Gli emiliani non costruiscono praticamente nulla. La Cremonese invece è ordinata in campo ma anche più pungente dei reggiani. La prima occasione è un tiro di Coda all'8' rimpallato, la palla perviene a Temelin in posizione interessante ma la punta viene fermata per un fuorigioco dubbio.
La Reggiana si fa vedere al 12' con una palla veloce di Alessi per Acosty e Martini ma Anzalone è attento e chiude.
Al 23' un erroraccio di Ambrosio al rinvio favorisce Coda che da posizione decentrata sulla destra si accentra e calcia in fretta per sorprendere Ambrosio fuori dei pali, il tiro viene però rimpallato in angolo.
Al 27' la Cremonese, sicuramente più brillante della Reggiana, passa in vantaggio: bella discesa di Tacchinardi dalla sinistra, cross invitante al centro dove Temelin anticipa il suo marcatore Zini di tacco e sorprende Ambrosio, la palla sbatte sul palo e ritorna in campo, accorrono Scantamburlo e Coda, il difensore è più veloce ma nella fretta finisce col deviare involontariamente in rete. Il vantaggio è meritato, il numero di Temelin molto bello e premio a una prestazione finalmente incoraggiante della punta. (La autorete nella foto a destra di Ivano Frittoli)
Al 30' Ponzo viene ammonito per un fallo su Anzalone. Al 35' paura per Bianchi: Alessi crossa dalla sinistra, Giorgio esce in anticipo su Stefani che commette fallo su di lui. Cadendo però Giorgio batte schiena e testa e resta a terra per qualche minuto. Si teme che debba uscire costringendo all'esordio il giovane Luca Vino, ma stringe i denti e resta in campo anche se visibilmente intontito.
La Reggiana comincia a spingere di più e al 44' si rende pericolosa: Acosty crossa dalla sinistra, Saverino anticipa provvidenzialmente sul secondo palo Alessi, irrompe al limite Ponzo che calcia di violenza ma ancora Saverino devia in angolo. Al 45' molte proteste della Reggiana per un possibile fallo da rigore di Anzalone su Alessi in area. L'azione vista dalla tribuna non è chiara ma i reggiani si arrabbiano molto.
Si finisce dopo 4 minuti di recupero, con negli ultimi minuti la panchina grigiorossa molto preoccupata per Giorgio Bianchi.



Il raddoppio della Cremonese sul colpo di testa di Coda (foto Ivano Frittoli)


SECONDO TEMPO



Anche se la Reggiana ha tirato di più in porta, il primo tiro verso lo specchio è stato scoccato solo al 44' e il primo nello specchio è stato quello di Martini che è fruttato il 2-1 al 37' del secondo tempo. E' solo nel finale che sono fioccati i tiri in porta della Reggiana. La partita è stata abbastanza pulita sul piano dei falli mentre Temelin è stato perseguitato dalla tattica del fuorigioco, invero spesso a torto o almeno in modo dubbio. Alla fine comunque il suo modo di giocare sul filo dell'offside ha pagato con il gol del 3-2.

TIRI TOTALI Cremonese 9 (4 Coda 3 Temelin 2 Anzalone) Reggiana 12 (3 Martini 2 Ponzo 2 Dall'Acqua 2 Maschio 1 Alessi 1 Acosty 1 Ingari)
TIRI IN PORTA Cremonese 5 (2 Coda 2 Temelin 1 Anzalone) Reggiana 3 (1 Martini 1 Maschio 1 Dall'Acqua)
TIRI FUORI Cremonese 4 (2 Coda 1 Temelin 1 Anzalone) Reggiana 9 (2 Ponzo 2 Martini 1 Alessi 1 Dall'Acqua 1 Acosty 1 Ingari 1 Maschio)
FALLI COMMESSI Cremonese 20 (4 Coda 4 Temelin 3 Tacchinardi 2 Gori 2 Alberto Bianchi 2 Viali 1 Saverino 1 Fietta 1 Pesaresi) Reggiana 21 (6 Acosty 3 Ponzo 2 Scantamburlo 2 Martini 2 Padoin 1 Alessi 1 Maschio 1 Stefani 1 Esposito 1 Nardini 1 Dall'Acqua)
FALLI SUBITI Cremonese 18 (5 Saverino 4 Anzalone 2 Fietta 2 Giorgio Bianchi 1 Viali 1 Pesaresi 1 Temelin 1 Gori 1 Coda) Reggiana 19 (3 Martini 3 Alessi 3 Stefani 2 Zini 2 Maschio 2 Acosty 1 Ponzo 1 Esposito 1 Scantamburlo 1 Padoin)
FUORIGIOCO Cremonese 8 (7 Temelin 1 Coda) Reggiana 3 (1 Martini 1 Acosty 1 Padoin)

Il secondo tempo inizia con Giorgio Bianchi regolarmente tra i pali. Il portiere è visibilmente menomato ma resta stoicamente al suo posto (ma Vino continuerà a scaldarsi a lungo). Dopo soli 2 minuti di gioco la panchina reggiana reclama ancora un presunto rigore per fallo di Anzalone su Acosty, ma questa volta in modo del tutto velleitario (il fallo ci è parso inesistente) e l'arbitro Doveri richiama Pane alla calma. Al 4' Coda viene ammonito per un fallo su Padoin. Al 10' un errore di Anzalone favorisce la Reggiana che imbastisce una lunga azione di attacco conclusa con un cross di Scantamburlo dalla sinistra sul secondo palo per Ponzo che calcia di violenza ma con mira completamente sballata.

Al 12' su un angolo dalla sinistra di Pesaresi irrompe Anzalone che calcia di forza ma Zini devia in angolo. La Cremonese amministra tranquillamente la gara, la Reggiana si sforza di attaccare ma è evanescente e inconcludente in attacco. Al 13' Viali è ammonito per un fallo su Acosty. La decisione arbitrale fa però arrabbiare i grigiorossi: Doveri aveva fatto proseguire il gioco per la regola del vantaggio prima di ammonire Viali e l'azione si era conclusa con un fallaccio di Ponzo, già ammonito, su Saverino. Ci si aspettava il secondo giallo per il reggiano, invece graziato a differenza di Viali, il cui fallo era più veniale.
Pane, svelto, al 14' toglie subito Ponzo, per preservarlo da ulteriori guai, inserendo Nardini. Al 15' Doveri ammonisce il capitano reggiano Stefani per proteste. La Reggiana prova a spingere ma senza mai creare pericoli. Al 21' ci prova Alessi che mette una gran bella palla in area per Acosty ma Viali è bravissimo in chiusura e mette in angolo. Al 22' su angolo di Alessi dalla destra Giorgio Bianchi esce in mischia e fatica un po' ma in due tempi riesce a recuperare il pallone.
Al 24' Alberto Bianchi lancia lungo Temelin, la palla è invitante ma un po' decentrata e la difesa riesce a chiudere in angolo. Sul corner battuto dalla destra da Gori svetta però a centro area Coda che sovrasta Zini e infila di testa in rete. E' un gol molto bello.
Al 26' Temelin viene lanciato in un duello uno contro uno con Esposito che riesce però a fermarlo. Subito dopo Coda ha una buona palla sulla destra, la punta potrebbe anche servire Temelin libero a sinistra ma preferisce puntare il suo marcatore e calciare, Ambrosio para a terra.
La Reggiana tenta il tutto per tutto e mette al 27' il "bestione" Dall'Acqua per il difensore Esposito. Si punta tutto su un modulo iperoffensivo e sulle palle alte. Venturato reagisce al 30' togliendo Gori e inserendo Vitofrancesco. L'esterno ex AlbinoLeffe, sotto tono, è fischiatissimo al momento dell'uscita.
Al 31' Anzalone va a bordo campo per farsi avvitare un tacchetto di una scarpa, evidentemente allentato. Al 33' bella chance per la Reggiana con Martini che libera Alessi in area ma il suo sinistro va altissimo. Al 34' su angolo dalla destra di Vitofrancesco svetta Anzalone a centro area ma la sua incornata è facilmente parata da Ambrosio.
La Cremonese probabilmente molla un po' mentalmente (sin dal momento del 2-0) e la Reggiana ne approfitta trovando il 2-1 al 37': cross di Padoin dalla destra, Martini a centro area anticipa Anzalone di testa e batte Bianchi, sorpreso e immobile. Al 38' Pesaresi si fa ammonire per un fallo su Acosty. Al 41' entrano Carotti per Coda e Ingari per Acosty nella Reggiana.
Al 43' ecco la beffa: mischione in area, Stefani in qualche modo riesce a servire Ingari che si trova di fronte a Giorgio Bianchi in posizione centrale ma il numero uno in uscita è bravissimo e riesce a fermarlo, la palla però schizza a Maschio che con Giorgio a terra non ha problemi nell'infilare il 2-2.
La Reggiana esulta e si riposiziona (mentre nella Cremonese entra Cremonesi ed esce Tacchinardi) pronta a tentare la via della vittoria ma è la Cremonese a trovare nel giro di pochi secondi il guizzo vincente: al 44' infatti Alberto Bianchi lancia lunghissimo per Temelin, che elude il fuorigioco praticato quasi a metà campo dalla Reggiana, resiste al ritorno dei difensori e con un preciso diagonale batte Ambrosio in uscita. Nel recupero la Reggiana si butta avanti di rabbia e costruisce una grossa occasione al 48' col bel lancio di Alessi per Ingari, ma il tiro scoccato in piena area è sconclusionato.

Subito dopo Dall'Acqua ci prova in mischia ma Giorgio Bianchi para. Finisce 3-2 per i grigiorossi. La Cremonese festeggia ma anche la Reggiana nonostante la sconfitta raccoglie l'applauso dei propri tifosi. Meno felice il dopopartita del reggiano Nardini che va a cercare Anzalone per urlargli qualcosa in faccia. Tecnici, giocatori e dirigenti comunque lo allontanano senza danni ulteriori.

Non divagare... attende un grande lavoro e la tempestività è tutto

Serve mettersi in moto subito per la nuova Cremonese: il presente da rinnovare, il futuro da costruire, il campanile da ritrovare

di Alexandro Everet


Mentre la squadra avrà comunque l'onere di cercare di strappare più punti possibile nel finale di campionato, si apre la stagione dei bilanci e dei progetti. Per quanto riguarda il primo punto, c'è davvero poco da dire. Aver acquisito la quasi certezza della salvezza non cambia praticamente nulla alla voce giudizi.


La stagione grigiorossa resta totalmente fallimentare sul piano tecnico. Partiti per vincere il campionato i grigiorossi sono matematicamente esclusi dai playoff con 3 giornate di anticipo ma praticamente lo erano già diversi mesi fa. La squadra non ha mai reso da "big", neppure nel girone di andata quando pure si era riusciti in qualche modo a galleggiare. Sulle responsabilità di questa situazione si può discutere. Noi la nostra l'abbiamo già detta sottolineando le responsabilità di dirigenti e giocatori (senza dimenticare gli allenatori alternatisi sulla panchina, ma ci sembra ingeneroso assegnar loro ogni colpa, come si tende a fare). Quello che conta però sarà ovviamente il parere di Arvedi.


E proprio da qui bisogna ripartire. Che intenzioni ha il presidente? Intende rivoluzionare tutto ancora una volta? O ha qualche altra idea in mente? Le ambizioni per il prossimo anno sono le stesse di quest'anno o si passerà a un profilo più basso per puntare a una crescita nel tempo?
Ovviamente, dando per scontato la continuità della società, garantita dal presidente nelle scorse settimane (ne prendiamo atto e ne siamo felici).
Una cosa è certa. Il campionato fallimentare dei grigiorossi offre una opportunità in più rispetto alla scorsa stagione: il tempo. Questa volta non siamo arrivati a metà giugno senza sapere che sarà di noi. A fine aprile è già chiaro che la Cremonese giocherà anche il prossimo anno in Prima Divisione.


Bisogna approfittarne. Le squadre si costruiscono ora, avere alcune settimane di vantaggio sulle rivali può essere molto importante, quasi determinante. Basta pensare a quanto successo l'anno scorso: lavorare in tempi ristretti ha obbligato la Cremonese a scelte forzate nella scorsa estate con effetti negativi, per non parlare del ritiro in montagna ridotto a una sola settimana per questioni logistiche (scelta forzata ma poi pagata a caro prezzo).A tal proposito apprendiamo che il Verona, che ancora spera nella B, ha già fissato data e sede del suo prossimo ritiro. Bene, anche la Cremonese farà meglio a muoversi subito. Non è un dettaglio: dare questa notizia inietterà serenitànel fervente ma deluso ambiente dei sostenitori grigiorossi.


C'è un altro punto da meditare ma al quale non è possibile sottrarsi.. Da quando è alla guida della Cremonese, il difetto che possiamo rimproverare al pur encomiabile e appassionato Arvedi è quello di aver cambiato idea tante volte, troppe. Abbiamo visto allenatori e giocatori andare, venire e tornare.
Il presidente ha tutto il diritto di fare le sue scelte ma occorre mantenere una linea unica da portare avanti nel tempo. Ponderi bene le sue scelte e poi le segua, fino in fondo e senza ripensamenti (per esempio: si decide di puntare sui giovani? Bene, lo si faccia ma si dia il tempo ai ragazzi di dimostrare quello che valgono). La stabilità è fondamentale per una squadra di calcio. E' stata l'arma più considerevole della Presidenza Luzzara, la spiegazione dei suoi straordinaria traguardi. Eppure anche lui ha patito durissime delusioni.


La Presidenza Luzzara richiama a un altro aspetto discutibile della gestione grigiorossa. Il progressivo distacco della società dalla città. Il desiderio di rinnovare ha portato allo stesso errore di Triboldi quando si è affidato esclusivamente a Rispoli, facendo piazza pulita in via Persico senza discriminazioni. Tutti ghigliottinati, i bravi e i grami. Via anche i dirigenti che non solo portavano esperienza di anni, ma che nel contempo garantivano un legame di affetto assolutamente gratuito e disinteressato.

La Cremonese troppo elitaria ed estranea al Torrazzo era stata temperata da un'unica presenza, quella di Ermino Favalli. Morto lui, anche questo legame, in se stesso già molto fragile, si è completamente spezzato, anche perchè è stato rescisso l'ultimo filo non proprio cremonese ma nella linea indicata, il contratto con Giacomo Randazzo che , aduso alla pratica della società popolare come l'Atalanta, avrebbe parzialmente rimediato al problema drammatico di un isolamento crescente.

Arvedi non ha più avuto il trait d'union, non ha goduto di quell'affetto disinteressato che giunge a seguire i giocatori anche nella vita privata, a circondare d'affetto e di fermezza i meritevoli, a schierarsi negli spogliatoi nei momenti di nervosismo, a fare un tutt'uno di Cremonese e cremonesi, il vantaggio del campanile insomma.

Se la delusione è ingigantita ancor prima che il campionato prendesse una piega drammatica (e forse anche per questa ragione l'ha presa), è perchè è mancata la capacità di dialogare con gli sportivi, di cercare umilmente comprensione come fa il pater familias (altro che asettici comunicati ufficiali, interviste scontate, giustificazioni retoriche) . Non si è riusciti ad attenuare per mancanza di uomini credibili la delusione dirompente lamentata da subito persino da Ivo Jaconi, certo esperto perché proveniva da ambienti e città simili a Cremona. La torre d'avorio non è una buona scelta per una società di provincia, necessariamente popolare. Anche attraverso questa consapevolezza, passa la costruzione di una nuova, grande Cremonese, come tutti ci auguriamo. Forza Arvedi, anzi, lei permette?, forza Giuàn, finalmente.

fonte: vascellocr.it

facebook

sfoglia    aprile        giugno

Cerca, Rss, Atom e Counter
Ricerca personalizzata
Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0   Feed ATOM di questo blog  Atom


Link
A
ac-perugia.com
acmonzabrianza.it
acspezia.com
agenfax.it
alessandriacalcio.it
allvideo
amarantomagazine.it
arezzonotizie.it
asandriabat.it
B
beneventocalcio.it
bettiamo.net
blog.football.it
blunote.it
bondolasmarsa
br73.net Pistoia
bustocco.it
C
calciatori.com
calciocampano2009
calciocomo190
calciofoggia.it
calcioland.forumfree
calciomatto
calciomercato.com
calcionapoletano
calciopiu.net
calciopress.net
calcioscommesse.myblog.it
calcioseriec.blogspot.com
calciotoscano.it
cavese
cavanotizie.it
click4soccer.com
coni.it
corrierediarezzo.it
corrieredicomo.it
cremonaweb.it
D
datasport.it
diretta.it
direttagol.it
E
e-cremonaweb.it
esperiaviareggio.it
eurosport.yahoo.com
F
fccrotone.blogspot.com
febbrea90.com
figc.it
foggiacalciomania.com
foggialandia.it
foggiaweb.it
folignocalcio.com
folignocalcio.it
forzacavese.net
forzalucchese.net
forzanovara.net
forzapescara.com
forzaspal
G
gazzettalucchese.it
goal.com
H
hellastory.net
hellasverona.it
hellasweb.it
I
ilgrecale.it
ilpallonaro.com
ilquotidianodellabasilicata.it
ilquotidianodellacalabria.it
ilsatanello.it
ioamoilcalcio.myblog.it
infobetting.com
italiadelcalcio.it
L
la_c1.ilcannocchiale.it
lanciano.it
larena.it
leccosportweb.it
lega-calcio.it
lega-calcio-serie-c.it
legaproprimadivisione
leggonline.it
livescore.com
Live score
loschermo.it
lospallino.com
lostregone.net
lumezzanecalcio.it
M
madeinandria.it
mondorossoblu.it
N-O
noitv.it
P
paganese.it
paganesecalcio.com
pescaracalcio.com
portogruarosummaga.it
primadanoi.it
primadivisionew
primadivisione
pronostici1x2
pronostici serie A
prosestonews
Q
qn.quotidiano.net
R
radioemme.it
raisport.rai.it
ravennanotizie.it
realsports.it
reggianacalcio.it
reggianasupporters.it
resport.it
riminicalcio.com
S
salernonotizie.it
sanniocalcio.it
scommesse.betfair.it
seriec1.ilcannocchiale.it
seriec1.wordpress.com
soccerpuglia.it
socialcalcio.com
solocalcio.com
solopescara.com
sorrentocalcio.com
sportal.it
sportcity-ricio
sportedintorni.blogspot.com
sporterni.it
sportevai.it
sportitalia.com
sportoggi.com
sportpeople.net
sportvintage.blogspot.com
ssjuvestabia.it
sslanciano.it
stabia1907.it
stabiachannel.it
stampasud.it
T
tarantosera.com
tarantosupporters.com
teleradioerre.it
ternanacalcio.com
terninrete.it
terzaserie.myblog.it
tifo-e-amicizia.it
tifogrifo.com
tifosigallipoli
tifosiportogruaro
tuttalac.it
tuttocalciatori.net
tuttocalcio.it
tuttolegapro.com
tuttomercatoweb.com
tuttosport.com
tuttosporttaranto
tvgratisnet.iobloggo.com
tvoggisalerno.it
U
ultrassamb
uscremonese.it
usfoggia.it
V
varese1910.it
varesenews.it
vascellocr.it
vastocalcio
viaroma100.net
virtuslanciano
Z
zonacalcio.it

Siti rimossi

Gossip&sport

Cinema italiano
cinemaitaliano.info
trovacinema.repubblica.it
Nuovi
bg vs fq pr dago
notiziariocalcio
ilnuovocorriere
asgubbio1910
forzanocerina
piacenzacalcio
triestinacalcio
comunicatemi
chi ho dimenticato
e sarà inserito,
o rimosso per chi vuol essere cancellato

....ed è naturalmente gradito
un link a questo blog
nei vostri siti o blog
grazie



Meteo











 
 
fai.informazione.it Wikio - Top dei blog Wikio - Top dei blog Add to Google intopic.it Blog360gradi - 

L’aggregatore di notizie a 360°  provenienti dal mondo dei blog! who's online Sito ottimizzato con 

TuttoWebMaster TOP 100 

SOCCER SITES TopSportSites.com :: A 

Sports Discussion Community Top Italia Registra 

il tuo sito nei motori di ricerca liquida.it social network Notizie, immagini e video dai blog italiani su Liquida top 100 sports sites My BlogCatalog 

BlogRank urltrends reports BlogNews Questo Blog e' 

Strabello! e il tuo?

Cynegi Network
linkto.org

  Powered by  MyPagerank.Net
 

seriec1

↑ Grab this Headline Animator

  View blog authority
   
 


blinko jonny groove
rcsmobile belen

lastminute
musicbox

edreams

better
blinko grandi sorelle


Rubbrica telefonica


Elenco per nome


Elenco per ruolo