235 Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio L'Osservatorio a Lippi, ''La tessera del Tifoso non è una schedatura''- repubblica.it | seriec1 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

logo di seriec1.ilcannocchiale.it rassegna stampa della lega pro prima divisione
Blog letto 9713721 volte












div>

Tim Cup 2009/2010, Risultati completi,
Tabellone, Regolamento

Coppa Italia 2009/2010
Risultati e Calendario
Siti Ufficiali


prima pagina della Gazzetta dello Sport

prima pagina del Corriere dello Sport

prima pagina di Tuttosport

il cirotano



Verdetti 2010-2011
Retrocesse dalla serie B
Frosinone Portogruaro
Triestina Piacenza
Promosse dalla 2a Div
Tritium Carpi
Latina FeralpiSalò
Carrarese Trapani
Retrocesse in 2a Div
Paganese Cavese
Monza Sudtirol
Ternana Cosenza
Promosse in serie B
Gubbio Nocerina
H.Verona Juve Stabia


Supercoppa 2010-2011
22 - 26 maggio
Gubbio Nocerina 1 - 1
Nocerina Gubbio 0 - 1
Vincente: Nocerina


Play Off Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Verona Sorrento 2 - 0
Salernitana Alessandria 1 - 1
Girone "B"
Juve Stabia Benevento 1 - 0
Taranto A. Roma 0 - 1
5 giugno 2011
Girone "A"
Sorrento Verona 1 - 1
Alessandria Salernitana 1 - 3
Girone "B"
Benevento Juve Stabia 1 - 1
A. Roma Taranto 2 - 3
Finali Play Off 2011
Andata 12 giugno
Verona Salernitana 2 - 0
Juve Stabia A. Roma 0 - 0
Ritorno 19 giugno
Salernitana Verona 1 - 0
A. Roma Juve Stabia 0 - 2


Play Out Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Sudtirol Ravenna 1 - 0
Monza Pergocrema 1 - 0
Girone "B"
Viareggio Cosenza 3 - 1
Foligno Ternana 1 - 0
5 giugno 2011
Girone "A"
Ravenna Sudtirol 2 - 1
Pergocrema Monza 1 - 0
Girone "B"
Cosenza Viareggio 0 - 1
Ternana Foligno 1 - 1


Lega Pro 1a Div - Girone A
10a giornata - 25 ott 09
Alessandria Viareggio 0 - 0
Como Arezzo 0 - 0
Classifica - 10a giornata
 1  Novara 24   
 2  Cremonese 22

Serie C1 Rassegna Web Prima Divisione Lega Pro





































sfoglia    luglio        settembre


27 agosto 2009

L'Osservatorio a Lippi, ''La tessera del Tifoso non è una schedatura''- repubblica.it

Lippi boccia la tessera del tifoso ''Non mi piace, sa di schedatura'' Marcello Lippi

L'organismo tecnico del Viminale precisa: ''Non è un'imposizione, gli spettatori che non vogliono aderire possono continuare a frequentare gli stadi. E' inoltre un investimento per i club''

L'Osservatorio a Lippi ''La tessera non è una schedatura''

ROMA - Bocciata anche dal ct azzurro Marcello Lippi (''non mi piace, sa di schedatura''), la tessera del tifoso continua a far discutere. La gran parte dei tifosi si dice contraria e scenderà in piazza per far sentire la sua voce il prossimo 5 settembre, molti club non sono ancora pronti, il Ministro Maroni invece non torna indietro confermando che da gennaio del 2010 si potrà seguire la propria squadra in trasferta solo se in possesso della tessera.

L'OSSERVATORIO -
Anche l'Osservatorio Nazionale per le Manifestazione Sportive è sceso in campo per difendere la tessera. ''Non è una schedatura - si legge in una nota -. Questa idea è frutto di disinformazione, non sempre inconsapevole. Il rapporto che si instaura con la società sportiva è analogo a quello che ormai il mondo commerciale pone in essere quotidianamente con i suoi migliori clienti quando vende i propri prodotti". Il Casms ha preso atto delle indicazioni dell'Osservatorio. "Tutti i dati personali comunicati dai tifosi - precisa l'Osservatorio - sono conservati solo dalle società sportive ed utilizzati, come ricordato nell'esempio, per promuovere tutte le attività e le agevolazioni offerte ai propri clienti (convenzioni con aziende di trasporto e di ristoro - corsie dedicate - borsellino elettronico e molto altro). L'attività degli organi di Polizia, nel progetto della tessera del tifoso si limita all'esclusivo accertamento di eventuali motivi ostativi e solo per il tempo strettamente necessario".

"Non è un'imposizione, gli spettatori che non vogliono aderire possono continuare a frequentare gli stadi acquistando un normale biglietto in settori diversi da quello riservato agli ospiti. E' inoltre un investimento per i club ed è una importante opportunità per promuovere il marchio della società tra tifosi e appassionati. La Tessera del Tifoso - conclude l'Osservatorio - è un importante tassello nelle strategie di prevenzione della violenza, per riportare le famiglie allo stadio assicurando loro migliori standard organizzativi e servizi di accoglienza".

Lippi boccia la tessera del tifoso
''Non mi piace, sa di schedatura''

Il ct azzurro contrario. "Non mi convince, ghettizza. L'inno non si tocca. In futuro mai più sulla panchina di un club". Coppie gay in nazionale? "Non potrebbero esistere". Il tecnico parteciperà alle primarie del Pd



ROMA - No alla tessera del tifoso, "sì" con riserva alle primarie del partito democratico. E poi ancora sull'inno, sui gay in nazionale ("non ce ne potrebbero essere"). Parla di tutto e di più, Marcello Lippi, intervistato da Klaus Davi durante il programma tv web 'KlausCondicio'.

TESSERA DEL TIFOSO. "La tessera del tifoso in trasferta - ha spiegato Lippi - non mi piace. E' una cosa che ghettizza. Anche se sono il ct della Nazionale, dico sinceramente che, a caldo, questo strumento non mi convince". Anche il nome del dispositivo deciso dal Governo non aiuta: ''A sentire l'espressione 'scheda del tifoso' - ha spiegato Lippi -, mi viene da pensare ai supporter che il sabato sera sono a cena e hanno in mente di andare a vedere la partita il giorno dopo a Milano o a Torino, ma poi non possono farlo perché non hanno la tessera. Diciamo che qualsiasi forma di schedatura non mi piace, tanto meno quella che riguarda i tifosi".

L'INNO NON SI TOCCA - Dopo Cannavaro anche il ct respinge l'idea di cambiare l'inno italiano. ''Ogni volta che sento l'inno di Mameli mi dà una sensazione bellissima, particolare - ha detto Lippi -. Non è per forza legata alla vittoria del Mondiale, perché la sentivo anche prima. Le parole, secondo me, sono molto belle e io non vedo per quale motivo si debba sostituire con il Và Pensiero. Bossi ritiene che debba essere cambiato? Non dico che sbagli, ma io, ogni volta che ascolto le prime note, avverto un qualcosa dentro e provo una bellissima sensazione".

IL FUTURO - Il ct ha parlato anche del suo futuro annunciando che dopo l'esperienza in Nazionale non allenerà altri club. "Lo dico ufficialmente. Dopo l'esperienza della Nazionale non mi vedrete mai più allenatore di club. Mai, anche perché, oggi come oggi, non riuscirei, subito dopo una partita che magari non è andata bene a stare per un'ora e mezza a rispondere alle domande dei vari opinionisti. Non ce la farei: sarebbe più forte di me".

GAY IN NAZIONALE? IMPOSSIBILE. "Due membri della Nazionale di calcio al momento non potrebbero mai avere una relazione alla luce del sole". E' l'opinione di Lippi sul tema dell'omosessualità nel calcio. "Non si tratta di una questione culturale, ma di un meccanismo di interessi con cui una relazione di questo genere entrerebbe in conflitto", ha poi detto dice Lippi al programma. "Siamo l'unica nazione al mondo che ha 4 quotidiani sportivi, per non parlare poi dello spazio che danno quelli politici al calcio: mentre altrove c'è un pezzettino in ultima pagina, in Italia il lunedì ci sono ben 3 o 4 pagine intere, è chiaro ed evidente che gli argomenti vengono affrontati con un interesse superiore, maggiore", afferma Lippi. "Figurarsi come verrebbe affrontato un argomento del tipo di una coppia di omosessuali che giocano a calcio... Anche se dal punto di vista culturale ci fosse buona parte della gente favorevole, la situazione verrebbe comunque strumentalizzata tanto da assumere, alla fine, una connotazione negativa", dice ancora.

"ANDRO' ALLE PRIMARIE DEL PD". "Parteciperò di sicuro" dice Lippi riferendosi alle primarie del Partito democratico, anche se poi il ct mette alcuni paletti. "Il Pd - continua Lippi - sta attraversando una fase dinamica, per cui ritengo che sia importante partecipare attivamente con il mio voto. Mi compiaccio nel vedere il partito impegnatissimo a cercare di trovare un'unità d'intenti, una compattezza, e a incrementare la propria forza. Lo vedo molto determinato in questo grazie anche all'ausilio di forze nuove".

Il ct azzurro dice di aver conosciuto Ignazio Marino ("mi sembra una persona seria" e di non conoscere invece Dario Franceschini. "Nel Pd, conosco anche Veltroni - aggiunge -, che rimane una grande risorsa. Mi sembra una persona molto seria che vive questa sua tradizione familiare con grande orgoglio. Anche se non saprei dire se la sua stagione tornerà". Il tecnico però stigmatizza gli attacchi alla vita privata di Berlusconi. "Anche se posso capire che la gente pensa che un personaggio politico debba rappresentare l'Italia e, perciò, debba dare un'immagine di un certo tipo, mi pare che, in questo caso, ci si sia spinti troppo sul personale. Le fotografie in casa, addirittura, mi sono parse un'intromissione esagerata nel privato".

LA REPLICA DI MARONI . "Ho letto che Lippi parteciperà alle primarie del Pd, adesso capisco perchè la sua squadra predilige la fascia sinistra e non gioca mai sulla destra. A destra il gioco è più concreto, meno chiacchiere e più concretezza". Così, a Cortinaincontra, il ministro dell'interno, Roberto Maroni ha replicato alle parole del ct. Entrando nello specifico che lo riguarda più da vicino, e cioè la tessera del tifoso, il ministro dell'Interno ha aggiunto "Ho parlato poco fa con Abete che mi ha confermato il sostegno della Figc. La voce di Lippi è discordante rispetto alla linea della Figc e credo che ci sarà un chiarimento, perchè la Figc deve parlare una sola lingua, altrimenti diventa il Circo Barnum".
Fdm/luq/ss

Tessera del tifoso, 'No' ultrà
"Tutti a Roma il 5 settembre"

Le tifoserie si preparano a dare battaglia contro il provvedimento del ministro dell'Interno. "Batterci per i nostri diritti". Gli investigatori: ancora 450 i gruppi violenti di cui 234 politicizzati

Tessera del tifoso, 'No' ultrà "Tutti a Roma il 5 settembre"

La curva del Palermo


ROMA - "No alla tessera del tifoso". Gli ultrà italiani si preparano a dare battaglia al provvedimento fortemente voluto dal ministro dell'Interno, che ieri lo ha illustrato. E annunciano una manifestazione a Roma il 5 settembre, nei pressi dello stadio Olimpico

Secondo Roberto Maroni, la tessera è il modo migliore per arginare la violenza negli stadi. Ma per ora, il risultato più visibile è la netta avversione al provvedimento da parte di tutte le tifoserie, che per l'occasione stanno mettendo da parte rivalità e campanilismi storici. Un "no" unanime, che sta saldando insieme tifoserie di destra e di sinistra, padani e meridionali, ultras di squadre di vertice con quelli di formazioni che militano nei campionati minori.

A sentire gli investigatori e gli analisti che da tempo seguono il mondo che gravita attorno alle curve, sarà questo uno dei principali "terreni di scontro" per la stagione che si aprirà il 22 agosto. Il perché è presto detto: lo strumento ideato dal Viminale punta a fidelizzare i tifosi con i club, responsabilizzando gli uni e gli altri. Ma soprattutto prevede che le società calcistiche non possano vendere biglietti a chiunque sia stato condannato, anche in via non definitiva, per reati commessi in occasione o a causa di manifestazione sportive. Un provvedimento che colpisce direttamente una larga fetta di ultrà. Di qui la risposta dura, per il momento solo a parole, delle tifoserie organizzate.

"La tessera del tifoso è un reale e incombente pericolo - hanno sottolineato nel corso di una riunione a Latina i rappresentanti di una settantina di gruppi ultrà - tra cui quelli di Roma, Lazio, Juventus, Udinese, Milan, Fiorentina, Siena, Reggina, Udinese, Bari - e per questo è necessario batterci per i nostri diritti, per la nostra libertà e per la nostra passione".

Come prima mossa i tifosi hanno organizzato una manifestazione a Roma il 5 settembre (il campionato si ferma per la partita della Nazionale) nei pressi dello stadio Olimpico: nella capitale arriveranno da diverse città italiane con l'obiettivo di trovare una linea comune su cui muoversi durante il campionato. E si sta studiando l'ipotesi di uno sciopero delle curve. "Dobbiamo restare tutti univocamente fuori dallo stadio - è stato detto a Latina - con un unico striscione, accanto ai nostri fratelli diffidati che, con la tessera del tifoso, non potranno mai più accedere ad un impianto sportivo".

Ma non è soltanto la reazione alla tessera a preoccupare gli investigatori: secondo le più recenti analisi del Viminale sono ancora 450 i gruppi ultras violenti di cui 234 politicizzati e, tra questi, 61 (nel 2008 erano 58) hanno forti legami con movimenti di estrema destra e 28 sono vicini a formazioni radicali di sinistra. Si tratta dei "soliti noti": i 'Bisl' (Basta infami solo lame) e 'Tradizione e distinzione' della Roma, i 'Mastiff' del Napoli, la 'Banda noantri' della Lazio, le 'Brigate autonome livornesi', i 'Korps' della Fiorentina, gli 'Irriducibili' dell'Inter, i 'Drunks' del Catania.

Anche in questo campionato dunque, confermano gli analisti, le tifoserie che saranno seguite con maggiore attenzione sono quelle di Roma, Lazio e Napoli, oltre al alcuni gruppi isolati tra gli ultrà di Milan, Inter, Juve e Atalanta. E non è un caso che la prima decisione del Comitato di analisi sulla sicurezza delle manifestazioni sportive del Viminale, sia stata quella di vietare in occasione della prima di campionato la trasferta dei tifosi romanisti a Genova e di quelli bergamaschi a Roma.

Restano poi i problemi storici: la "saldatura" tra le tifoserie di Roma e Lazio con i gruppi di estrema destra, la vicinanza di alcuni gruppi ultra del Napoli e del Catania con la criminalità organizzata, l'estremismo razzista di diverse tifoserie del nord, Inter e Verona su tutte. E, ovviamente, la battaglia a tutto campo contro le forze di polizia, da anni ormai i veri nemici di tutti i gruppi organizzati (che ha raggiunto l'apice in occasione dell'omicidio di Gabriele Sandri) tanto che i servizi segreti, nell'ultimo rapporto consegnato al Parlamento, hanno ribadito che la "contiguità" tra "frange di tifo organizzato ed estremismo politic" è caratterizzata da una "forte avversione nei confronti delle forze dell'ordine" che lascia "ipotizzare, in qualche caso, anche disegni preordinati".


Nuove regole per i tifosi
"Trasferte solo con tessera"

"Entro il 31 dicembre, in ciascun settore dello stadio ci dovranno essere corsie più veloci per chi ha il documento. Per gli altri controlli più rigorosi"

Nuove regole per i tifosi "Trasferte solo con tessera"

Roberto Maroni

ROMA - A partire dal prossimo primo gennaio gli appassionati di calcio potranno seguire la loro squadra in trasferta solo se muniti della tessera del tifoso. Lo ha annunciato il ministro dell'interno, Roberto Maroni, nella conferenza stampa al Viminale con il premier Berlusconi, al termine della riunione del comitato nazionale per l'ordine e la sicurezza. Proprio oggi il ministro ha firmato una direttiva indirizzata a prefetti e questori che contiene disposizioni per la stagione calcistica 2009/2010.

A partire dal prossimo campionato, ha spiegato Maroni, "tutte le società dovranno garantire il rilascio della tessera del tifoso a chi la richiede. Entro il 31 dicembre, in ciascun settore dello stadio dovranno essere attivate corsie più veloci, una sorta di telepass, per chi ha la tessera. Per chi non la possiede i controlli saranno più rigorosi", ha detto il ministro sottolineando che dal primo gennaio i tifosi ospiti che non hanno la tessera non potranno entrare negli stadi a seguire la loro squadra.

"Spero che queste misure coercitive - ha proseguito Maroni, servano a vincere la resistenza immotivata di alcune società calcistiche che non vogliono dotarsi della tessera del tifoso".

La tessera del tifoso venne presentata il 27 maggio del 2008 dall'Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive del Viminale. La tessera, secondo le parole del presidente dell'Osservatorio Felice Ferlizzi, avrebbe consentito "ai titolari, salvo diversa specifica determinazione", l'esenzione da quelle che sarebbero poi potute essere "le eventuali restrizioni alla vendita dei biglietti".

Il possessore della "tessera", quindi, ormai dalla scorsa stagione calcistica, può seguire le trasferte della propria squadra anche se ciò dovesse essere vietato. "Una sorta di tesserino di buona condotta", lo definì all'epoca l'Osservatorio. Ma attenzione, la tessera non servirà a nulla, in caso il giudice sportivo decida la qualifica di una curva, o determini di far giocare una partita a porte chiuse".

L'osservatorio stabilì sempre nel maggio del 2008, i tempi per l'entrata in vigore della tessera. Dopo una prima fase di sperimentazione legata ad alcuni club di serie A, tra i quali Fiorentina, Udinese, Lazio, Roma e Milan, dalla stagione 2009-10, che scatterà il prossimo weekend, ci sarà il via ufficiale che coinvolgerà tutte le società di A e B.

Per ottenere questa tessera, ogni tifoso potrà presentare una richiesta al club di cui è sostenitore, che la potrà consegnare dopo aver avuto il nulla osta dalle relative questure. Il permesso arriverà solo se il possessore non ha precedenti per fatti violenti. In caso contrario, invece, la tessera non verrà rilasciata e, quindi, il tifoso non potrà usufruire dei vantaggi connessi all'uso della stessa.

Nel caso, poi, che un tifoso venga coinvolto in incidenti, la tessera verrà bloccata automaticamente. A rischiare, però, sono soprattutto le società: chi non dovesse controllare adeguatamente, infatti, l'esistenza di precedenti e la distribuzione delle tessere, potrebbero addirittura essere escluse dal progetto.

Presentata come una sorta di carta di identità, la tessera ha più l'aspetto di un bancomat e permetterà, tra le altre cose, di accedere allo stadio attraverso corsie preferenziali ai tornelli. Uno strumento di fidelizzazione che in poche parole permette alla questura di attuare verifiche attraverso una procedura standard diramata a livello nazionale con apposita direttiva ministeriale.

fonte: repubblica.it

facebook

sfoglia    luglio        settembre

Cerca, Rss, Atom e Counter
Ricerca personalizzata
Blog letto 9713721 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0   Feed ATOM di questo blog  Atom


Link
A
ac-perugia.com
acmonzabrianza.it
acspezia.com
agenfax.it
alessandriacalcio.it
allvideo
amarantomagazine.it
arezzonotizie.it
asandriabat.it
B
beneventocalcio.it
bettiamo.net
blog.football.it
blunote.it
bondolasmarsa
br73.net Pistoia
bustocco.it
C
calciatori.com
calciocampano2009
calciocomo190
calciofoggia.it
calcioland.forumfree
calciomatto
calciomercato.com
calcionapoletano
calciopiu.net
calciopress.net
calcioscommesse.myblog.it
calcioseriec.blogspot.com
calciotoscano.it
cavese
cavanotizie.it
click4soccer.com
coni.it
corrierediarezzo.it
corrieredicomo.it
cremonaweb.it
D
datasport.it
diretta.it
direttagol.it
E
e-cremonaweb.it
esperiaviareggio.it
eurosport.yahoo.com
F
fccrotone.blogspot.com
febbrea90.com
figc.it
foggiacalciomania.com
foggialandia.it
foggiaweb.it
folignocalcio.com
folignocalcio.it
forzacavese.net
forzalucchese.net
forzanovara.net
forzapescara.com
forzaspal
G
gazzettalucchese.it
goal.com
H
hellastory.net
hellasverona.it
hellasweb.it
I
ilgrecale.it
ilpallonaro.com
ilquotidianodellabasilicata.it
ilquotidianodellacalabria.it
ilsatanello.it
ioamoilcalcio.myblog.it
infobetting.com
italiadelcalcio.it
L
la_c1.ilcannocchiale.it
lanciano.it
larena.it
leccosportweb.it
lega-calcio.it
lega-calcio-serie-c.it
legaproprimadivisione
leggonline.it
livescore.com
Live score
loschermo.it
lospallino.com
lostregone.net
lumezzanecalcio.it
M
madeinandria.it
mondorossoblu.it
N-O
noitv.it
P
paganese.it
paganesecalcio.com
pescaracalcio.com
portogruarosummaga.it
primadanoi.it
primadivisionew
primadivisione
pronostici1x2
pronostici serie A
prosestonews
Q
qn.quotidiano.net
R
radioemme.it
raisport.rai.it
ravennanotizie.it
realsports.it
reggianacalcio.it
reggianasupporters.it
resport.it
riminicalcio.com
S
salernonotizie.it
sanniocalcio.it
scommesse.betfair.it
seriec1.ilcannocchiale.it
seriec1.wordpress.com
soccerpuglia.it
socialcalcio.com
solocalcio.com
solopescara.com
sorrentocalcio.com
sportal.it
sportcity-ricio
sportedintorni.blogspot.com
sporterni.it
sportevai.it
sportitalia.com
sportoggi.com
sportpeople.net
sportvintage.blogspot.com
ssjuvestabia.it
sslanciano.it
stabia1907.it
stabiachannel.it
stampasud.it
T
tarantosera.com
tarantosupporters.com
teleradioerre.it
ternanacalcio.com
terninrete.it
terzaserie.myblog.it
tifo-e-amicizia.it
tifogrifo.com
tifosigallipoli
tifosiportogruaro
tuttalac.it
tuttocalciatori.net
tuttocalcio.it
tuttolegapro.com
tuttomercatoweb.com
tuttosport.com
tuttosporttaranto
tvgratisnet.iobloggo.com
tvoggisalerno.it
U
ultrassamb
uscremonese.it
usfoggia.it
V
varese1910.it
varesenews.it
vascellocr.it
vastocalcio
viaroma100.net
virtuslanciano
Z
zonacalcio.it

Siti rimossi

Gossip&sport

Cinema italiano
cinemaitaliano.info
trovacinema.repubblica.it
Nuovi
bg vs fq pr dago
notiziariocalcio
ilnuovocorriere
asgubbio1910
forzanocerina
piacenzacalcio
triestinacalcio
comunicatemi
chi ho dimenticato
e sarà inserito,
o rimosso per chi vuol essere cancellato

....ed è naturalmente gradito
un link a questo blog
nei vostri siti o blog
grazie



Meteo











 
 
fai.informazione.it Wikio - Top dei blog Wikio - Top dei blog Add to Google intopic.it Blog360gradi - 

L’aggregatore di notizie a 360°  provenienti dal mondo dei blog! who's online Sito ottimizzato con 

TuttoWebMaster TOP 100 

SOCCER SITES TopSportSites.com :: A 

Sports Discussion Community Top Italia Registra 

il tuo sito nei motori di ricerca liquida.it social network Notizie, immagini e video dai blog italiani su Liquida top 100 sports sites My BlogCatalog 

BlogRank urltrends reports BlogNews Questo Blog e' 

Strabello! e il tuo?

Cynegi Network
linkto.org

  Powered by  MyPagerank.Net
 

seriec1

↑ Grab this Headline Animator

  View blog authority
   
 


blinko jonny groove
rcsmobile belen

lastminute
musicbox

edreams

better
blinko grandi sorelle


Rubbrica telefonica


Elenco per nome


Elenco per ruolo