235 Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio Alessandria-Paganese, Andria-Cavese, Giulianova-Pescina, Potenza-Rimini, Reggiana-Pescara, Pro Patria-Sorrento, Foggia-Portogruaro - tuttalac.it | seriec1 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

logo di seriec1.ilcannocchiale.it rassegna stampa della lega pro prima divisione
Blog letto 9871774 volte












div>

Tim Cup 2009/2010, Risultati completi,
Tabellone, Regolamento

Coppa Italia 2009/2010
Risultati e Calendario
Siti Ufficiali


prima pagina della Gazzetta dello Sport

prima pagina del Corriere dello Sport

prima pagina di Tuttosport

il cirotano



Verdetti 2010-2011
Retrocesse dalla serie B
Frosinone Portogruaro
Triestina Piacenza
Promosse dalla 2a Div
Tritium Carpi
Latina FeralpiSalò
Carrarese Trapani
Retrocesse in 2a Div
Paganese Cavese
Monza Sudtirol
Ternana Cosenza
Promosse in serie B
Gubbio Nocerina
H.Verona Juve Stabia


Supercoppa 2010-2011
22 - 26 maggio
Gubbio Nocerina 1 - 1
Nocerina Gubbio 0 - 1
Vincente: Nocerina


Play Off Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Verona Sorrento 2 - 0
Salernitana Alessandria 1 - 1
Girone "B"
Juve Stabia Benevento 1 - 0
Taranto A. Roma 0 - 1
5 giugno 2011
Girone "A"
Sorrento Verona 1 - 1
Alessandria Salernitana 1 - 3
Girone "B"
Benevento Juve Stabia 1 - 1
A. Roma Taranto 2 - 3
Finali Play Off 2011
Andata 12 giugno
Verona Salernitana 2 - 0
Juve Stabia A. Roma 0 - 0
Ritorno 19 giugno
Salernitana Verona 1 - 0
A. Roma Juve Stabia 0 - 2


Play Out Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Sudtirol Ravenna 1 - 0
Monza Pergocrema 1 - 0
Girone "B"
Viareggio Cosenza 3 - 1
Foligno Ternana 1 - 0
5 giugno 2011
Girone "A"
Ravenna Sudtirol 2 - 1
Pergocrema Monza 1 - 0
Girone "B"
Cosenza Viareggio 0 - 1
Ternana Foligno 1 - 1


Lega Pro 1a Div - Girone A
10a giornata - 25 ott 09
Alessandria Viareggio 0 - 0
Como Arezzo 0 - 0
Classifica - 10a giornata
 1  Novara 24   
 2  Cremonese 22

Serie C1 Rassegna Web Prima Divisione Lega Pro





































sfoglia    ottobre        dicembre


22 novembre 2009

Alessandria-Paganese, Andria-Cavese, Giulianova-Pescina, Potenza-Rimini, Reggiana-Pescara, Pro Patria-Sorrento, Foggia-Portogruaro - tuttalac.it

http://www.tuttalac.it/bannertuttalac.jpg

Figline-Cremonese

Quattordicesima giornata del girone di andata del campionato di prima divisione e al "Goffredo Del Buffa", aperto solo per i possessori della tessera del tifoso, scende la capolista Cremonese. Una partita attesa da tutto l'ambiente gialloblù contro una delle più serie candidate alla vittoria finale. Il Figline è reduce dalla bella gara di Benevento, dalla qual è tornata sconfitta, ma dopo aver effettuato forse la più bella prestazione di questa stagione. Torricelli recupera Mugnaini dopo  il turno di squalifica in difesa e in avanti dà fiducia a Frediani che scende in campo dal primo minuto a fianco di D'Antoni. Ancora fermo Pardini sostituito tra i pali da Novembre. Il Mister schiera una formazione offensiva, in pratica un 3-4-3 con il trio Frediani - D'Antoni e Fanucchi. Centrocampo a 4 con Pasquini e Mugnaini esterni Campolattano e Guerri centrali. In difesa Torricelli schiera il trio Consumi, Peruzzi e Bettini. La Cremonese risponde con il modulo 4-4-2 affidandosi in avanti alla forza e qualità di Musetti e Guidetti, a centrocampo all'esperienza di Zanchetta, Fietta e Gori. Viale e Cremonesi sono invece la coppia centrale difensiva con Bianch Alberto e Rossi esterni. Arbitra l'incontro il Sig. Di Francesco della sezione di Teramo coadiuvato dagli assistenti Sig. Felici della sezione di Ciampino e Sig. Raparelli della sezione di Albano Laziale. Giornata calda, terreno in ottime condizioni. Sugli spalti sono presenti circa 500 spettatori. La Cremonese scende in campo nella sua classica casacca grigio-rossa, mentre il Figline scende in campo con la classica casacca gialloblù. Calcio d'inizio a favore della squadra di casa. Al 1' prima conclusione da parte della Cremonese con Fietta il cui tiro termina sul fondo. Al 3' ancora la Cremonese prova il tiro dalla lunga distanza con Nizzetto, ma la sua conclusione è alta sopra la traversa. Al 4' grave errore della difesa del Figline che non libera e la palla resta pericolosamente in area. Gori è pronto a mettere al centro dove Guidetti finta il tiro lasciando la sfera a Musetti il quale è lesto a mettere la palla alle spalle dell'incolpevole Novembre. Figline 0 Cremonese 1. Al 7' ancora la Cremonese si rende pericolosa con Guidetti che da fuori area lascia partire un bel tiro che costringe Novembre alla respinta in tuffo in angolo. Al 10' grande occasione per il Figline con D'Antoni che grazie ad un rimpallo si trova solo davanti al portiere; bravissimo Paoloni a respingere sulla conclusione dell'attaccante. La palla arriva a Fanucchi che alza la palla sopra la traversa.  All'14' il Figline pareggia; bella palla dalla difesa per D'Antoni che di prima intenzione tocca per Frediani che si invola da solo verso l porta difesa da Paoloni e lo trafigge sulla sua uscita. Figline 1 Cremonese 1. E al 16' il Figline passa addirittura in vantaggio. Punizione dal limite dell'area per i gialloblù per un fallo commesso su Frediani. Il bomber figlinese calcia benissimo e la sfera si insacca nell'angolino alla sinistra del portiere. Al 20' la Cremonese si rende pericolosa con un bel colpo di testa di Gori con la palla che lambisce il palo alla sinistra di Novembre. Partita bellissima con continui capovolgimenti di fronte e tante occasioni da rete da una parte e dall'altra. Al 25' la Cremonese torna a rendersi pericolosa con Musetti che entra in area e prova il tiro, ma Novembre  respinge di piede; la palla arriva a Zanchetta che tira a sua volta, ma ancora Novembre fa sua la sfera con una bella parata a terra. Al 27' reagisce il Figline con Fanuchi che appoggia a Frediani il quale di prima intenzione lascia partire un grande tiro che costringe Paoloni alla deviazione in angolo. Al 28' Zanchetta mette una bella palla in area per Musetti, ma Novembre è lesto ad uscire ed a sventare il pericolo. Al 40' la Cremonese va in avanti con Guidetti che appoggia a Nizzetto il quale tenta il tiro con la palla che termina sul fondo. Al 44' si rende pericolosa ancora la Cremonese con Nizzetto che appoggia a Guidetti il quale tira di prima intenzione con Novembre che blocca a terra. Ora è la Cremonese a fare la partita con il Figline che si difende con ordine e prova a pungere in contropiede. 2' di recupero concessi dall'arbitro. Al 46' D'Antoni prende palla e punta verso l'area, facendo partire un bel tiro che si prede alta sopra la traversa. Non accade più niente e l'arbitro fischia la fine del primo tempo. Una prima parte di gara veramente bella con tante occasioni da una parte e dall'altra con la Cremonese che è partita molto bene, ma il Figline è stato bravissimo prima a contenere gli avversari e poi in due minuti a ribaltare il risultato. Su tutti la stupenda prestazione di Frediani autore di un magnifica doppietta. Alla ripresa del gioco le squadre rientrano in campo con le stesse formazioni. Calcio d'inizio a favore della Cremonese. Al 2' bel cross dalla sinistra di Guidetti con Musetti che colpisce di prima intenzione e Novembre compie un capolavoro riuscendo a deviare in angolo la conclusione dell'attaccante. All'11' bel cross dalla sinistra di Rossi che attraversa pericolosamente tutta l'area del Figline senza che nessuno sia in grado di intervenire. Al 12' il Figline sostituisce D'Antoni con Redomi. Al 20' la Cremonese sostituisce Cremonesi con Coda mentre il Figline fa uscire Mugnaini e al suo posto entra D'Elia. Il gioco è prevalentemente svolto dalla Cremonese che però nei primi 20' si è resa pericolosa una sola volta, mentre il Figline gioca prevalentemente in fase di contenimento cercando l'azione in contropiede. Al 26' ancora un bellissimo intervento di Novembre su un gran tiro di Zanchetta che salva la porta gialloblù. Al 27' la Cremonese sostituisce Fietta con Burrai. Al 29' la Cremonese pareggia con Guidetti che riceve palla al limite dell'area da Coda e lascia partire un bel tiro che supera Novembre. Figline 2 Cremonese 2. Al 33' ancora Guidetti pericoloso su angolo con un difensore che libera sulla linea di porta. Al 35' la palla arriva a Nizzetto che da dentro l'area lascia partireun gran tiro che filtra tra le gambe dei difensori e supera Novembre entrando in rete. Figline 2 - Cremonese 3. Al 36' il Figline sostituisce Pasquini con Fioretti. Al 37' l'arbitro ammonisce Campolattano per un fallo commesso a centrocampo. Al 39' Frediani entra in area e va a contatto con Burrai finendo a terra. L'arbitro assegna il calcio di rigore al Figline. L'arbitro ammonisce per proteste il portiere. Sulla palla va Fioretti: Tiro e goal. Figline 3 Cremonese 3. Al 44' la Cremonese fa uscire Rossi Alberto e al suo posto fa entrare Pradolin. 4' di recupero concessi dal direttore di gara e la Cremonese si getta in avanti alla ricerca della vittoria. Minuti finali concitanti con il Figline che tiee palla in fase di attacco per evitare le percussioni della Cremonese. Al 47' grande parata di Paoloni su girata di testa di Peruzzi. Non accade più niente e la partita termina in pareggio. Partita bellissima ricca di occasioni con un Figline che ha offerto una gara entusiasmante per impegno e determinazione. Un pareggio giusto con due squadre che hanno cercato continuamente di superarsi. Ora il Figline è atteso dal derby di domenica prossima contro l'Arezzo.

FIGLINE: Novembre, Mugnaini, Pasquini, Bettini, Conumi, Peruzzi, Guerri, Campolattano, D'Antoni, Fanucchi, Frediani. A disposizione: Casini, Duravia, Del Vivo, D'Elia, Cosentini, Redomi, Fioretti. Allenatore Moreno Torriceli.

CREMONESE: Paoloni, Bianchi Alberto, Rossi, Fietta, Viali, Cemonesi, Gori, Zanchetta, Musetti, Nizzetto, Guidetti. A disposizione: Bianchi Giorgio, Galuppo, Tacchinardi, Sales, Burrai, Pradolin, Coda. Allenatore Roberto Venturato.

Arbitro: Sig. Di Francesco della sezione di Teramo; assistenti Sig. Felici della sezione di Ciampino e Sig. Raparlli della sezione di Albano Laziale.

Pierluigi Ermini


Alessandria-Paganese 1-0



L'Alessandria, seppur con grande fatica, riesce a superare al Moccagatta il fanalino di coda Paganese, cogliendo il primo successo stagionale nel proprio stadio. La posta in palio era enorme:  questa situazione ha dato vita ad una gara non bella, spigolosa e  colma di errori. La rete dei locali, al 30' della ripresa, è stata seguita da un parapiglia in campo, con tre espulsi.
Il primo tempo si apre con un contropiede dei campani (al 5') con Ibekwe che da circa venti metri fa partire un fendente che Servili para a terra.
Al 13' è l'Alessandria a farsi vedere, con una conclusione di Volpara dal limite intercettata da Melillo. Al 35' c'è una ghiotta occasione per i Grigi: azione di Buglio, la sfera va  a Volpara che mette in mezzo, si crea una mischia davanti alla porta ospite, la difesa poi sventa. Al 46' una punizione dalla tre quarti trova la testa di Fantini che anticipa il portiere, a porta semi sguarnita Rodriguez con una rovesciata manda alto.
Anche la ripresa di apre con una rovesciata: è il 1' e ancora Fantini mette in mezzo dalla destra, girata di Chiazzolino e sfera fuori.
Al 5' Rodriguez defilato a destra entra in area, calcia sul primo palo, dove Melillo con un bel intervento devia in angolo.
L'Alessandria vuole la vittoria e la Paganese si chiude in difesa, non disdegnando di colpire in contropiede, anche se quasi tutte le azioni degli ospiti si infrangono al limite dell'area mandrogna.
Al 12' un cross dalla destra trova la testa di Volpara con l'estremo difensore campano fuori dalla porta, , la sfera sembrerebbe poter rimbalzare in rete, ma lo stesso Melillo arretra e blocca.
Al quarto d'ora mister Buglio fa entrare Artico al posto di Volpara, per dare maggior incisività alle azioni offensive. E' la carta giusta, perchè l'attaccante torinese blocca un pallone defilato a sinistra, entra in area di rigore avversaria e crossa per la testa di Fantini, che inzucca pericolosamente, ma Melillo blocca a terra.
Al 20' Rodriguez calcia una punizione da circa trenta metri, con la sfera di poco alta. Al 29' Buglio si vede deviare un bel calcio piazzato da Melillo.
Alla mezz'ora l'Alessandria passa: Fantini serve Chiazolino, che mette in mezzo all'area, dove Artico, con una conclusione dal basso verso l'alto, trafigge il portiere per l' 1 a 0 definitivo. Si accende un parapiglia in campo, con pugni, spintoni e insulti. Il motivo della rissa è legato al fatto che la Paganese protesta perchè durante l'azione dell'Alessandria c'era un giocatore ospite a terra e che i locali avrebbero dovuto fermare l'azione per fair play. Però c'è da dire che probabilmente l'uomo a terra c'era già quando era la stessa Paganese ad avere il possesso della sfera. Il tutto dura circa 10' e alla fine del  round vengono espulsi, sul fronte grigio,  Rodriguez e Bolla (che era in panchina), mentre su quello campano Monticciolo.
Il gioco riprende. Gli uomini di mister Palumbo si gettano in attacco a testa bassa. Al 43' c'è la traversa colpita da Ibekwe con un gran tiro dal limite. Passa un minuto e una conclusione pericolosa di Memushaj trova la pronta parata di Servili. Dopo 8' di recupero la sfida finisce.
Con questo successo l'Alessandria si porta a quota 17, nel centroclassifica, mentre la Paganese è sempre più ultima.

Alessandria-Paganese 1-0
Rete di Artico al 30' ST.

Alessandria: Servili, Pucino, Ghosheh, Sottil, Signorini (44' ST Cammaroto), Briano (27' ST Longhi), Fantini, Chiazzolino, Volpara (15' ST Artico), Buglio, Rodriguez.
Allenatore: Francesco Buglio.

Paganese: Melillo, Panini, Gambi, Cucciniello (36' St Rana), Grimaldi, Casatldo, Izzo, Memushaj, Lasagna (15' ST Monticciolo), Ibekwe, Sciannamè (7' ST Tufano).
Allenatore: Giuseppe Palumbo.

Arbitro: Gaetano Zonno di Bari.

Note: giornata uggiosa e fredda. Spettatori circa 1500. Angoli 4 a 3 per la Paganese. Espulsi, Rodriguez, Bolla e Monticciolo durante un parapiglia dopo la rete dell'Alessandria. Ammoniti, Chiazzolino, Sottil, Signorini, Castaldo e Sciannamè.

Fabio Buffa


 

                                               

Andria-Cavese 1-0 (p.t. 1-0)

 

ANDRIA (4-2-3-1): Mennella 6,5, Ceppitelli 6, Di Simone 6, Pomante 6 (dal 9° s.t. Goisis 6), Sibilano 6,5, Iennaco 6, Rizzi 5,5 (dal 5° s.t. Pierotti 6,5), Paolucci 6,5, Dionigi 6 (dal 40° s.t. Ottobre s.v.), Sy 6,5, Doumbia 6,5.

A disposizione: Pazzagli, Giorgetti, Mastrolilli, Anaclerio.

All.: Aldo Papagni 6.

CAVESE (4-5-1): Russo 5,5, Grillo 5,5 (dal 22° s.t. Pozza 5,5), Noverino 5,5, Farina 5, Favasuli 6, Cipriani 5,5, Tarantino 6 (dal 10° s.t. Turienzo 5,5), Scarrozzi 6, Sorrentino 5 (dal 27° s.t. Varriale s.v.), Schetter 6,5, Maiorano 6.

A disposizione: Pane, Bacchi, Siano, Bernaudo.

All.: Maurizi 5,5.

ARBITRO: sig. Paparazzo G. di Catanzaro 6.

Assistenti: sig. Cursio M. di Campobasso e sig. Serpilli F. di Ancona.

RETI: Dionigi al 10° p.t.

AMMONITI: Dionigi (A), Schetter, Tarantino (C).

Angoli: 9-1 per la Cavese.

NOTE: Giornata soleggiata. Terreno in buone condizioni. Spettatori: 2.682 abbonati + 1.049 paganti per un incasso di Euro 11.910,00=. Tifosi ospiti non presenti per il divieto di trasferta imposto dal Prefetto di Bari, causa l’inagibilità del settore ospiti del “Degli Ulivi”.

Recupero primo tempo: 1 minuto.

Recupero secondo tempo: 5 minuti.

 

I MIGLIORI: Sy (A) – Schetter (C).

 

LA CRONACA All’Andria i tre punti, a Mister Maurizi l’esonero. Si potrebbe sintetizzare così una partita che di tatticismi ha avuto ben poco, ma ha avuto molto in fatto di agonismo e cuore. Di fronte c’erano due squadre i cui dati statistici non erano certo a favore dello spettacolo: 16 gol segnati in totale dai due attacchi sino ad ora (Andria 9, Cavese 7).

C’era per l’Andria la necessità di fare punti per mantenersi a galla nei bassifondi della classifica, mentre la Cavese aveva la necessità di non pregiudicare ancor di più la già precaria situazione di classifica, con il tecnico Maurizi già pronto a fare le valigie a fine gara in caso di sconfitta.

Le due squadre si presentano in campo con moduli molto speculari.

I primi minuti della gara sono più che altro di studio.

Al 5° minuto c’è il primo sussulto per l’Andria, con Doumbia che va giù in area reclamando un calcio di rigore, ma l’arbitro lascia proseguire.

Al 7° calcio di punizione di Tarantino per la Cavese da poco fuori l’area di rigore, che non impensierisce Mennella.

Al 10° arriva il gol dell’Andria: Doumbia (buona la sua prova), ben lanciato sulla fascia sinistra da Iennaco, mette al centro un rasoterra che a Dionigi non basta altro che insaccare in rete alle spalle di Russo. E’ la prima rete stagionale dell’attaccante biancazzurro.

Dopo il gol della squadra di casa, la Cavese stenta ad organizzare una valida reazione offensiva, che comincia però a concretizzarsi dopo una decina di minuti.

Al 21° tiro di Tarantino dal limite, Mennella para.

Al 26° colpo di testa di Nocerino su calcio di punizione: l’inzuccata non è delle migliori e per Mennella non ci sono problemi.

Al 28° ancora Tarantino tenta dalla distanza, è facile l’intervento di Mennella.

Al 31° pericoloso calcio di punizione di Scartozzi che Mennella riesce solo a respingere di piede.

Il primo tempo termina con la Cavese prodigata in avanti alla ricerca del pareggio, con l’Andria pronta a respingere le offensive campane.

Il secondo tempo comincia con lo stesso copione con cui era terminato il primo.

Al 4° Schetter colpisce malamente di testa su calcio d’angolo insidioso, la palla va fuori.

A questo punto, Mister Papagni pensa ad assestare meglio la squadra che a centrocampo comincia a perdere colpi, inserendo Pierotti a rinforzare la linea mediana in sostituzione di uno spento Rizzi. Il modulo passa ad un più prudente 4-4-1-1, con Sy e Dionigi punte terminali del gioco andriese.

La trama cavese si fa più insistente: la squadra campana comincia a guadagnare metri nella metà campo andriese.

Al 24° ancora Schetter, lanciato in area da Maiorano, raccoglie un invito di testa che sfiora il palo alla destra di Mennella.

Al 26° l’inesauribile Schetter calcia un diagonale che Mennella è bravo a bloccare.

L’Andria non riesce più ad uscire dalla propria metà campo palla al piede. Al 41°, su azione di contropiede (una delle poche del secondo tempo per l’Andria) di Doumbia, Sy aggancia in area una palla, il cui diagonale si perde a lato.

Al 50° l’ultima occasione per pareggiare la gara capita sui piedi di Turienzo che calcia malamente in area, spedendo la palla alta sulla traversa.

La gara termina con 5 minuti di recupero. Successo importante per l’Andria che sancisce l’esonero di Maurizi per la Cavese , rapporto che comunque già si era incrinato nelle settimane precedenti.

SPOGLIATOI – Arriva per primo in sala stampa Mister Maurizi che, di fatto, annuncia il proprio esonero: ”Abbiamo creato tantissimo come nelle altre gare precedenti, ma come nelle altre gare il risultato non è stato dalla nostra parte. La mia posizione? Già era difficile prima, figuratevi ora. Mi dispiace tantissimo, ma il calcio è questo: se non ci sono i risultati, non fai strada. In via ufficiosa il Presidente mi ha comunicato già l’esonero. Stringara il sostituto? Non lo so, forse”.

Papagni: ”Credo che ci sarà sempre da soffrire, in ogni gara sino alla fine del campionato. Sottolineo il grande temperamento dimostrato dalla mia squadra. Meglio del secondo tempo di Marcianise? Certamente sì. Credo che se si ripeterà quel secondo tempo in futuro, vorrà dire che non siamo sulla buona strada. La prestazione di Ceppitelli? Ha fatto una gara sicuramente sopra la sufficienza, considerati gli attaccanti avversari che aveva di fronte. Dionigi? Peccato per l’infortunio. Ha avvertito una fitta al ginocchio. Io l’ho visto bene ed in crescita durante tutto il mio periodo. Vedremo cosa diranno gli esami ecografici. E’ un grosso danno. D’ora innanzi ci sarà da soffrire anche nel reparto offensivo. Credo che oggi i ragazzi abbiano dato una risposta importante. Dobbiamo guadagnarci le chance di permanenza domenica dopo domenica. Questo è un campionato in cui la sofferenza sarà uno dei motivi fondamentali. Purtroppo, devo dirlo: l’Andria paga la preparazione precampionato partita in ritardo per molti giocatori che sono attualmente in rosa. Devo infine sottolineare ancoa una volta l’apporto del pubblico che anche oggi è stato eccezionale: per noi rappresenta il dodicesimo uomo in campo”.

FRANCESCO CASIERO

Giulianova- Pescina VALLE DEL GIOVENCO 0-0


GIULIANOVA (4-3-3): Dazzi; Lieti,
Sosi, Vinetot, Migliore; Dezi, Carratta, Croce; Del Grande (41’ st
Rinaldi), Di Matteo (26’ st Melchiorri), Schneider.
A disposizione:
Gasparri, Faragalli, Mariani, Giovannetti, Iachini. All.: Bitetto

VALLE DEL GIOVENCO (4-4-2): Bifulco; Birindelli, Molinari, Blanchard,
Pomponi (18’ st Cruciani); Berra, Bettega, De Angelis, Cesar; Choutos
(1’ st Laboragine), Franciel.
A disposizione: Merletti, Di Berardino,
Censori, Luzi, Cipolla. All.: Bonetti

ARBITRO: Aureliano di Bologna
Assistenti: Auriemma di Napoli e Volo di Nocera Inferiore

NOTE:
giornata mite e nuvolosa, terreno di gioco in pessime condizioni; calci
d’angolo: 2-2; recupero: 1’ pt, 2’ st; spettatori presenti: 1960, di
cui un centinaio provenienti da Avezzano, per un incasso di 14086,05
euro
Un pareggio sostanzialmente giusto quello ottenuto dalle 2
squadre, le quali non hanno certo offerto un grande spettacolo agli
spettatori presenti al Fadini. Per il Giulianova si tratta del terzo
pareggio nei derby (tutti disputati al Fadini), un risultato che
permette di muovere la classifica, ma non di stare tranquilli viste le
vittorie odierne delle pericolanti. Entrambe le squadre arrivano a
questo incontro con molte defezioni: nel Giulianova fuori Garaffoni,
Campagnacci, Donato e lo squalificato Carbonaro, con Melchiorri e
Faragalli lasciati in panchina causa influenza. Nei marsicani
indisponibili Bettini, Petitto, Piva, Giordano e Ferraresi. Il primo
tempo non offre grandi occasioni e vede le difese prevalere sugli
attacchi, quasi mai pericolosi. A parte qualche affondo sulla destra di
Del Grande, i cui cross non vengono sfruttati da Di Matteo e Schneider,
il Giulianova non porta pericoli dalle parti di Bifulco. I bianco-verdi
creano l’unica palla gol del primo tempo al 33’ con Franciel, che  di
testa sfiora l’incrocio dei pali. Nella ripresa Bonetti inserisce
Laboragine al posto di Choutos, con Berra affiancato a Franciel ed il
neo-entrato sulla linea dei centrocampisti. Ma la partita non diventa
più spettacolare e per oltre 20 minuti non accade nulla. Ma la Valle
del Giovenco è la squadra che prova a vincere la gara: al 23’ De
Angelis costringe Dazzi alla deviazione in angolo con un tiro centrale,
ma molto forte; un minuto più tardi Laboragine gira di destro un cross
di Birindelli, palla a lato; al 30’ è lo stesso ex juventino con un
esterno destro di contro-balzo a sfiorare la via del gol. Le azioni
degne di nota finiscono qui e le due squadre, complici le varie assenze
ed un manto erboso molto rovinato, non riescono a portare pericoli ai
due portieri. Così va in archivio un derby corretto (nessun ammonito),
ma che sicuramente non verrà ricordato tra quelli più eclatanti e
spettacolari. Ora per i giallorossi trasferta contro un’affamata e
disperata Cavese, reduce da 3 sconfitte consecutive. Uscire dal
Lamberti con un risultato positivo permetterebbe al Giulianova di
tenere lontane le dirette inseguitrici.

Spogliatoi: cosi Bonetti: "nel
primo tempo abbiamo avuto buone possibilità di sviluppare dei
contropiedi, ma la qualità pessima del campo non ci ha permesso di
verticalizzare come volevamo. Siamo venuti qui per vincere, non ci
siamo riusciti, ma questo risultato permette di darci fiducia e di
lavorare in tranquillità".

Il presidente D'Agostino: "un pareggio
giusto, loro nel secondo tempo sono riusciti ad imbrigliarci infoltendo
il centrocampo e non dandoci possibilità di manovra. Noi non siamo
stati brillanti fisicamente come altre volte. Le assenze si sono fatte
sentire, i sostituti hanno fatto un degno lavoro, ma il fatto che gli
stessi sostituti venissero da infortuni recenti (riferendosi a Del
Grande e Schneider) non ci ha permesso di essere sufficientemente
lucidi".

Alex Di Paolo    

                                          

Potenza-Rimini 2-1

 
Potenza; TESONIERO, PORCARO, VANACORE,  ANDERSON  , CARDINALE, CHIAVARO, FREZZA/75 LUCENTI, BERARDI/69 GIANNUSA, PROFETA, CATANIA, DE CESARE/57 POLANI
A disp: MURO, BARBATO, LANGELLA, NAPPELLO 
All. CAPUANO
 
Rimini: PUGLIESI,  CATACCHINI, REGONESI, VITIELLO,  ISCHIA/59 BACCIN, LEBRAN, NOLE' ,D'ANTONI, MATTEINI/68 LONGOBARDI, CARDINALE, TULLI/70 DI PIAZZA. 
A disp: TORNAGHI, RINALDI, MARCHI, CHRISTENSEN
All: MELOTTI 
 
Arbitro: Santonocito di Abbiategrasso   (Ass.ti: Di Lascio - Santangelo)
Reti: 2° e 68° CATANIA (P), 90° LONGOBARDI (R)
Ammoniti: Frezza e Anderson per Pz. e ischia,Nolè, Lebran e Cardinale per R.
Recupero:  2   ,1°t;  5  ,2°t.
Note: Giornata particolarmente calda considerato il periodo, con temperatura di 19°.
Spettatori 2.700 circa compresi i presumibili 50 in  rappresentanza ospite .
 
Potenza. L'imperativo per la squadra rossoblu di casa è continuare nella serie positiva e cogliere la seconda vittoria consecutiva dopo l'exploit del turno scorso contro la Cavese. Il Rimini, dal canto suo, ha l'obiettivo di consolidare la posizione in zona play-off , anche se in trasferta soffre particolarmente, considerato i risultati poco lusingheri colti fuori dalle mura amiche.
Con queste premesse inizia questa sfida, peraltro, inedita.
Il Potenza  deve fare a meno, ancora, del capitano Lolaico in via di guarigione e di Aquino lungodegente.
Pronti e via ed il Potenza è già in vantaggio. Angolo di De Cesare che, come da schema studiato in settimana, calcia corto sul primo palo a mezza altezza; Catania fulmina in velocità tutti ed insacca in giravolta. Tripudiuo sugli spalti. Al  5°Cardinale  colpisce dai 20 metri con un tiro che Tesoriero ben piazzato devia sopra la traversa.
All'8°  insidiosa punizione di De Cesare senza esito ed al minuto 11 azione in velocità dei rossoblu locali con Catania che serve De Cesare e assist per l'accorrente Anderson che di pieno collo spedisce verso la porta con buona parata di Pugliesi. Solo al 15 opportunità di Matteini di testa che non impensiserisce l'estremo difensore potentino.
Al 20° il Cardinale potentino è strattonato in area di rigore, reclama il calcio di rigore, non concesso.
Clamorosa azione riminese al 20° con Nolè che  dai 25 metri scaglia un bolide che si stampa in pieno sulla traversa.
Questa è l'unica azione pericolosa ospite nella prima frazione di gioco.
La ripresa si apre con lo stesso tema della seconda parte del primo tempo col Rimini che tenta di alzare il baricentro mentre il Potenza  è bravo e veloce nelle ripartenze.
Azioni ospiti al 54° su punizione di Regonesi e al 63° con Tulli con un tiro insidioso, ma senza esito ambedue .
Al 68° azione da manuale in ripartenza e in velocità con goal ancora di Catania su assist di Berardi.
Capuano esulta sotto la curva rossoblu ed è espulso.
Il Rimini appare tramortito e non evidenzia una appropriata reazione, solo azioni che si infrangono al limite dei 16 metri avversari. E' più pericoloso il Potenza in contropiede.
Al 90° gol riminese di Longobardi bravo a tramutare di testa in rete un lungo traversone di Regolesi.
Ultimi 5 minuti di recupero palpitanti, soprattutto per i supporters locali, ma prive di azioni degne di nota.
Risultato giusto in una gara, tutto sommato, corretta.
Il Potenza festeggia una prestazione maiuscola ; deludente il Rimini per velocità e reattività avendo mostrato un gioco prevedibile e compassato.
Migliori in campo: per il Potenza, senza dubbio ,Catania - dirompente- per il Rimini Nolè per l'impegno e Cardinale per la classe.
La squadra romagnola evidenzia, ancora una volta, il mal di trasferta; il PZ con 15 punti può ora pianificare meglio  l'ultimo scorcio di girone di andata, in attesa del mercato di riparazione invernale.
Giuseppe RITA
 
 
 
 

                                         

Reggiana-Pescara 2-1

REGGIANA (4-2-3-1): Tomasig 7; Girelli 6.5, Stefani 7, Zini 6.5, Mei 5.5; Viapiana 6.5, Saverino 7; Nardini 6.5, Alessi 6.5 (37’ st D’Alessandro ng), Anderson 6.5 (20’ st Maschio 6); Ingari 7. A disp. Manfredini, Mallus, Ferrari, Eusepi, Temelin. All. Dominissini 6.5

PESCARA (4-4-2): Pinna 6; Zanon 6 (13’ st Verratti 6), Olivi 6, Mengoni 5 (37’ pt Sembroni 6), Vitale 5.5; Gessa 6.5, Coletti 5.5, Dettori 6, Bonanni ng (28’ pt Ganci 6); Sansovini 5.5, Zizzari 6. A disp. Bartoletti, Zappacosta, Petterini, Carboni. All. Cuccureddu 5.5

ARBITRO: Gallo di Barcellona 6.5

MARCATORI: pt 25’ rig. Stefani; st 6’ Ingari, 37’ Sembroni.

NOTE: spettatori 3.159 per un incasso di € 30.725. Ammoniti: Sembroni, Ganci per gioco falloso, Zizzari per proteste, Girelli per comportamento non regolamentare. Angoli 8-2 per il Pescara. Recupero tempo: pt 3’, st 4’.
REGGIO EMILIA –  Seconda sconfitta esterna consecutiva per il Pescara, contestato per tutta la ripresa dai tifosi giunti in buon numero a Reggio Emilia. Reggiana più grintosa e brava a calarsi in un match poco spettacolare, dal ritmo alto e a tratti nervoso. Inizio favorevole ai padroni di casa con Saverino che impegna Pinna su conclusione dai 25 metri, Tomasig dalla parte opposta è strepitoso su destro di Sansovini. Vantaggio granata al 23’. Anderson lancia Alessi che disorienta Mengoni, Pinna in uscita lo stende. Stefani con freddezza spiazza l’estremo pescarese, per il difensore i gol stagionali sono 6. Esce Bonanni per infortunio, entra Ganci, Pescara con il tridente ma l’efficacia in zona gol non migliora. Nella ripresa la reazione degli uomini di Cuccureddu è decisa ma confusa ed è la Reggiana in contropiede ad avere le occasioni migliori. Doppia chance per Nardini ma la mira non è giusta. Al 6’ assist di un onnipresente Saverino per Ingari, tenuto in gioco da Vitale, la punta batte Pinna in uscita. La partita si incattivisce, entra Verratti, abruzzesi offensivi; al 36’ proprio il giovane talento calcia fuori dal limite sugli sviluppi di un corner. Un minuto e Sembroni, subentrato all’infortunato Mengoni e al debutto stagionale, di testa devia in rete una punizione di Dettori e riapre il match. La Reggiana, seppur in affanno, corre pochi rischi, Ingari fallisce clamorosamente il 3-1, sui piedi di Ganci, nel recupero, l’unica occasione biancoazzurra, ma l’attaccante calcia a lato su destro da fuori area. La Reggiana guadagna meritatamente i 3 punti e si riporta a ridosso della zona playoff, il Pescara resta al terzo posto, ma per Cuccureddu si prospetta una settimana difficile.

Matteo Genovesi

                                        

Pro Patria-Sorrento   2-2



Reti: al 7' Esposito(S), al 59' Urbano(P), al 90' Serafini(P), al 93' Feussi (S)

Propatria-Caglioni,Rinaldi,Polverini,Pivotto,Chiecchi,Lombardi,
Passiglia,Baù,Pacilli,Urbano,Serafini,A disp.Giambruno,Calà,Sarno,Masiero,Bruccini,Kulli,Som.ALL.Cosco
Sorrento-Marconato,Di Nunzio,De Giosa,Nicodemo,Lo Monaco,Fernandez,Esposito,Greco,Saraniti,Bettanin,Arcidiacono.A disp.Criscuolo,Gambuzza,Angeli,Feussi,Ferrara,Pignarosa,Myrtaj.ALL.Novelli

Busto Arsizio - Tigrotti attesi a più di una conferma dopo la vittoria non convincente contro il Viareggio, ma l'altrettanto pareggio ad Arezzo ha permesso di alimentare aspirazioni di un Campionato tranquillo, oggi sono attesi ad una prova di forza, devono rinunciare ad Aquilanti ed ancora agli indisponibili Ripa, Paponetti, Melara,

Subito in gol il Sorrento al 7', Bettanin anticipa sia Pivotto che Rinaldi che sebbene in anticipo sul rossonero, si fanno anticipare, la punta napoletana sulla sinistra fa partire lo spiovente che arriva ad Esposito che di sinistro fa esplodere il tiro che a mezza altezza si insacca sul secondo palo "uccellando" Caglioni. Stranamente è una Propatria che è bella ma non è concreta, macina gioco con Pacilli che nella prima mezz'ora è il re della fascia sinistra. Al 17' Lombardi da fuori area arma il sinistro e calcia un rasoterra sul 1° palo,Marconato a terra mette con difficoltà in corner; al 16' sciupa il Sorrento: sul filo del fuorigioco "scappa" Arcidiacono alla trappola del fuorigioco e tutto solo non riesce a far fuori il n°1 biancoblu, passa qualche m,inuto e Baù dalla destra scodella il cross, Pacilli viene cinturato e atterrato per un evidente rigore, l'arbitro a pocchi passi "duro" fa proseguire.. A 2' dal termine del tempo ancora Rinaldi "debole" mentalmente come tutta la retroguardia bustocca , lascia andare Saraniti che defilato sulla sinistra anziche calciare la passa indietro e sfuma l'azione campana. Una Propatria bella davanti ma non letale lascia sul campo energie che non sfrutta, dall'altre èparte invece, i rossoneri sono più concreti esciupano i troppi spazi.
La ripresa si apre con gli stessi 22, la propatria è più intrapprendente al 54' Pacilli viene pescato in area piccola da un cross dalla destra, anziche calciare di prima intenzione prepara il tiro con un stop, ma la retroguardia recupera e stoppa il tiro. Ma il go è nell'aria e dopo 6' Urbano si costruisce il gol: riceve palla spalle girate, lascia sul posto l'avversario fa tre passi e in area  scossa il destro che incoccia in un difensore e si insacca in rete. La Pro non è paga e macina azioni su azioni, al 66' è ancora Urbano che dalla distanza ci prova, Marconato risponde con i pugni. Poi al 74' è la volta del Sorrento con Myrtaj che scappa a Rinaldi e appena fuori area esplode il destro con caglioni che si deve distendere e mette in corner. Al 79' Lo Monaco rifila una gomitata a Urbano che appena prima aveva fatto una gran discesa; l'arbitro bene appostato solo ammonisce.I tigrotti spingono e al 90' ottengono il rigore su generosa concessione dell'arbitro dopo una azione convulsa in area, dal dischetto Serafini realizza. Sembra una partita chiusa e invece la pro pecca di immaturità in una zione di batti e ribatti  a centrocampo la palla arriva a Feussi che al 93 fà il pari. Arbitraggio non all'altezza gestisce male una partita dove i tigrotti sono troppo generosi, i campani mostrano di essere una squadra tonica.    

ARBITRO-Trentalange della Sez. di Nichelino
ASSISTENTI-Stefanelli e Sani della Sez. di Empoli

AMMONITI nel 1° T  De Giosa, Greco. nel 2° T Polverini,Baù,Feussi
ANGOLI 8-2

 

                                         

Foggia-Portogruaro s.  2-1

 
FOGGIA (4-4-2) Bindi 7, Carbone 6, Micco 6, Velardi 6,5 Burzigotti 6, Cuomo 6, Di Roberto 6,5 (47' st Sgambato n.g.) Mancino 7,5 Ferrari 6,5 (33' st Mattioli n.g.) Caraccio 6,5 (16' st Quadrini 6) D'Amico 6,5. A disp. Milan, Tarantino, Torta, Salgado. All. Porta 6
PORTOGRUARO (4-4-2) Rossi 6, D'Alterio 5,5 Gotti 5 (47' st Puccio) Vicente 5,5 Siniscalchi 5,5 Madaschi 5,5 Espinal 5 Scozzarella 5,5(33' st Scapozzi n.g.) Altinier 5(14' st Bocalon n.g.) Cunico 6,5 Marchi 6. A disp. Marcato, Bianchi, Pondago, Mattielig. All. Calori 5
Arbitro: Sig. Bagaglini di Fermo 5
RETI: pt 24' Cunico (P) pt 36' Mancino (F) st 4' Mancino(F)
NOTE: Spettatori 2094 (Abbonati 1815) Paganti 279 Ammoniti: Cuomo (F) Mattioli (F) Madaschi (P)
 
Foggia- Una Doppietta del jolly Mancino  stende il Portogruaro, e in camera tre punti per la corsa salvezza. Il tecnico Porta deve fare a meno di Goretti squalificato e Salgado in panchina per via di un infortunio, la prima emozione arriva al 6' un cross dalla sinistra di D'Amico pesca in area Caraccio che tutto solo viene ostacolato dal compagno Di Roberto e palla gol sprecata, sul capovolgimento di fronte discesa del terzino Gotti che dal limite lascia partire un tiro che Bindi devia in angolo, ancora il Portogruaro al minuto 16' Marchi da buona posizione calcia in porta il portiere Bindi para, arriva il gol del Portogruaro al 24' calcio di punizione Scozzarella sorprende tutti e pesca Cunico tutto solo in area che al volo calcia e trafigge Bindi, la reazione rossonera non si fa attendere Ferrari entra in area centralmente e la scia partire un tiro ma l'ex di turno Rossi si supera deviando in angola e strozzando l'urlo del gol all'attaccante rossonero, la contestazione verso i calciatori rossoneri non lascia presagire niente di buono, al 36' arriva il pareggio del Foggia, Ferrari cross d'esterno per Mancino che dalla sinistra entra in area stop e tiro in porta sul secondo palo dove Rossi nulla può. Il Foggia comincia acredere nella vittoria un cross dalla destra di Di Roberto pesca in area tutto solo l'argentino Caraccio che di testa sbaglia la piu facile delle occasioni mandando al lato graziando Rossi, termina la prima frazione di gioco i fischi si tramutano in applausi per i rossoneri.Nella ripresa il Foggia sente che può far sua la posta in palio passano solo due minuti e Ferrari dal limite calcia in porta Rossi non si lascia soprendere e para, il gol è nell'aria e arriva dopo un paio di minuti cross dalla destra in area Ferrari stacca di testa per Mancino che in rovesciata sorprende il proprio marcatore e il portiere Rossi e insacca la rete del vantaggio, il Portogruaro tenata una reazione l'unica palla gol se la procura un altro ex D'alterio che al 24' entra in area dribbla un difensore e calcia in porta ma un super Bindi respinge con il piede destro sulla respinta Cunico calcia al lato, fino alla fine solo alcuni capovolgimenti di fronte ma niente da segnalare.
 
 
Francesco Scopece


fonte: tuttalac.it

facebook

sfoglia    ottobre        dicembre

Cerca, Rss, Atom e Counter
Ricerca personalizzata
Blog letto 9871774 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0   Feed ATOM di questo blog  Atom


Link
A
ac-perugia.com
acmonzabrianza.it
acspezia.com
agenfax.it
alessandriacalcio.it
allvideo
amarantomagazine.it
arezzonotizie.it
asandriabat.it
B
beneventocalcio.it
bettiamo.net
blog.football.it
blunote.it
bondolasmarsa
br73.net Pistoia
bustocco.it
C
calciatori.com
calciocampano2009
calciocomo190
calciofoggia.it
calcioland.forumfree
calciomatto
calciomercato.com
calcionapoletano
calciopiu.net
calciopress.net
calcioscommesse.myblog.it
calcioseriec.blogspot.com
calciotoscano.it
cavese
cavanotizie.it
click4soccer.com
coni.it
corrierediarezzo.it
corrieredicomo.it
cremonaweb.it
D
datasport.it
diretta.it
direttagol.it
E
e-cremonaweb.it
esperiaviareggio.it
eurosport.yahoo.com
F
fccrotone.blogspot.com
febbrea90.com
figc.it
foggiacalciomania.com
foggialandia.it
foggiaweb.it
folignocalcio.com
folignocalcio.it
forzacavese.net
forzalucchese.net
forzanovara.net
forzapescara.com
forzaspal
G
gazzettalucchese.it
goal.com
H
hellastory.net
hellasverona.it
hellasweb.it
I
ilgrecale.it
ilpallonaro.com
ilquotidianodellabasilicata.it
ilquotidianodellacalabria.it
ilsatanello.it
ioamoilcalcio.myblog.it
infobetting.com
italiadelcalcio.it
L
la_c1.ilcannocchiale.it
lanciano.it
larena.it
leccosportweb.it
lega-calcio.it
lega-calcio-serie-c.it
legaproprimadivisione
leggonline.it
livescore.com
Live score
loschermo.it
lospallino.com
lostregone.net
lumezzanecalcio.it
M
madeinandria.it
mondorossoblu.it
N-O
noitv.it
P
paganese.it
paganesecalcio.com
pescaracalcio.com
portogruarosummaga.it
primadanoi.it
primadivisionew
primadivisione
pronostici1x2
pronostici serie A
prosestonews
Q
qn.quotidiano.net
R
radioemme.it
raisport.rai.it
ravennanotizie.it
realsports.it
reggianacalcio.it
reggianasupporters.it
resport.it
riminicalcio.com
S
salernonotizie.it
sanniocalcio.it
scommesse.betfair.it
seriec1.ilcannocchiale.it
seriec1.wordpress.com
soccerpuglia.it
socialcalcio.com
solocalcio.com
solopescara.com
sorrentocalcio.com
sportal.it
sportcity-ricio
sportedintorni.blogspot.com
sporterni.it
sportevai.it
sportitalia.com
sportoggi.com
sportpeople.net
sportvintage.blogspot.com
ssjuvestabia.it
sslanciano.it
stabia1907.it
stabiachannel.it
stampasud.it
T
tarantosera.com
tarantosupporters.com
teleradioerre.it
ternanacalcio.com
terninrete.it
terzaserie.myblog.it
tifo-e-amicizia.it
tifogrifo.com
tifosigallipoli
tifosiportogruaro
tuttalac.it
tuttocalciatori.net
tuttocalcio.it
tuttolegapro.com
tuttomercatoweb.com
tuttosport.com
tuttosporttaranto
tvgratisnet.iobloggo.com
tvoggisalerno.it
U
ultrassamb
uscremonese.it
usfoggia.it
V
varese1910.it
varesenews.it
vascellocr.it
vastocalcio
viaroma100.net
virtuslanciano
Z
zonacalcio.it

Siti rimossi

Gossip&sport

Cinema italiano
cinemaitaliano.info
trovacinema.repubblica.it
Nuovi
bg vs fq pr dago
notiziariocalcio
ilnuovocorriere
asgubbio1910
forzanocerina
piacenzacalcio
triestinacalcio
comunicatemi
chi ho dimenticato
e sarà inserito,
o rimosso per chi vuol essere cancellato

....ed è naturalmente gradito
un link a questo blog
nei vostri siti o blog
grazie



Meteo











 
 
fai.informazione.it Wikio - Top dei blog Wikio - Top dei blog Add to Google intopic.it Blog360gradi - 

L’aggregatore di notizie a 360°  provenienti dal mondo dei blog! who's online Sito ottimizzato con 

TuttoWebMaster TOP 100 

SOCCER SITES TopSportSites.com :: A 

Sports Discussion Community Top Italia Registra 

il tuo sito nei motori di ricerca liquida.it social network Notizie, immagini e video dai blog italiani su Liquida top 100 sports sites My BlogCatalog 

BlogRank urltrends reports BlogNews Questo Blog e' 

Strabello! e il tuo?

Cynegi Network
linkto.org

  Powered by  MyPagerank.Net
 

seriec1

↑ Grab this Headline Animator

  View blog authority
   
 


blinko jonny groove
rcsmobile belen

lastminute
musicbox

edreams

better
blinko grandi sorelle


Rubbrica telefonica


Elenco per nome


Elenco per ruolo