235 Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio La cronaca secondo tuttalac.it | seriec1 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

logo di seriec1.ilcannocchiale.it rassegna stampa della lega pro prima divisione
Blog letto 12090923 volte












div>

Tim Cup 2009/2010, Risultati completi,
Tabellone, Regolamento

Coppa Italia 2009/2010
Risultati e Calendario
Siti Ufficiali


prima pagina della Gazzetta dello Sport

prima pagina del Corriere dello Sport

prima pagina di Tuttosport

il cirotano



Verdetti 2010-2011
Retrocesse dalla serie B
Frosinone Portogruaro
Triestina Piacenza
Promosse dalla 2a Div
Tritium Carpi
Latina FeralpiSalò
Carrarese Trapani
Retrocesse in 2a Div
Paganese Cavese
Monza Sudtirol
Ternana Cosenza
Promosse in serie B
Gubbio Nocerina
H.Verona Juve Stabia


Supercoppa 2010-2011
22 - 26 maggio
Gubbio Nocerina 1 - 1
Nocerina Gubbio 0 - 1
Vincente: Nocerina


Play Off Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Verona Sorrento 2 - 0
Salernitana Alessandria 1 - 1
Girone "B"
Juve Stabia Benevento 1 - 0
Taranto A. Roma 0 - 1
5 giugno 2011
Girone "A"
Sorrento Verona 1 - 1
Alessandria Salernitana 1 - 3
Girone "B"
Benevento Juve Stabia 1 - 1
A. Roma Taranto 2 - 3
Finali Play Off 2011
Andata 12 giugno
Verona Salernitana 2 - 0
Juve Stabia A. Roma 0 - 0
Ritorno 19 giugno
Salernitana Verona 1 - 0
A. Roma Juve Stabia 0 - 2


Play Out Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Sudtirol Ravenna 1 - 0
Monza Pergocrema 1 - 0
Girone "B"
Viareggio Cosenza 3 - 1
Foligno Ternana 1 - 0
5 giugno 2011
Girone "A"
Ravenna Sudtirol 2 - 1
Pergocrema Monza 1 - 0
Girone "B"
Cosenza Viareggio 0 - 1
Ternana Foligno 1 - 1


Lega Pro 1a Div - Girone A
10a giornata - 25 ott 09
Alessandria Viareggio 0 - 0
Como Arezzo 0 - 0
Classifica - 10a giornata
 1  Novara 24   
 2  Cremonese 22

Serie C1 Rassegna Web Prima Divisione Lega Pro





































sfoglia    dicembre        febbraio


31 gennaio 2010

La cronaca secondo tuttalac.it

http://www.tuttalac.it/bannertuttalac.jpg

PESCARA - GIULIANOVA

Pescara: Vittoria importantissima per il Pescara targato Di Francesco, che batte il Giulianova con un goal di Ganci al 75'. Un successo che lancia i biancazzurri al secondo posto in classifica, dietro la capolista Verona.
La partita è stata molto combattuta, come da copione in un derby, nel primo tempo le emozioni arrivano al 13' con uno spunto di Ganci, che si rende insidioso dalle parti del portiere Gasparri.
Dieci minuti più tardi la squadra adriatica reclama per un intervento scomposto in area del difensore giuliese Lieti, ma l'arbitro lascia correre.
La prima frazione di gioco si chiude con un'opportunità per l'attaccante biancazzurro Sansovini, ma il suo colpo di testa non va a buon fine.
Nella ripresa il Giulianova ha una clamorosa palla goal sui piedi di Censori, che solo lanciato verso la porta di Pinna, spreca incredibilmente.
Il Pescara dal suo canto non sta a guardare, mister Di Francesco inserisce la terza punta (Zizzari) e la squadra cresce in maniera costante.
Soddimo sulla fascia si batte come un leone, per trovare gli spunti giusti, ma il goal è nell'aria ed arriva alla mezz'ora: cross dalla destra di Sansovini, in area è bravissimo Ganci a controllare e poi girare a rete da campione, per l' 1-0 che fa esplodere lo stadio Adriatico.
Il Giulianova non ha più la forza di reagire, l'ultimo assalto sugli sviluppi di un piazzato non da i frutti sperati. al triplice fischio finale, la grande soddisfazione di mister Di Francesco, che elogia il suo gruppo, sottolineando la grande voglia di vincere ad ogni costo fino al novantesimo.
Paolo Pierangelo
 

PESCARA: Pinna, Zanon, Petterini, Coletti, Mengoni, Olivi, Soddimo (31' st Carboni), Dettori, Sansovini, Ganci, Vitale (15' st Zizzari). A disp: Prisco, Medda, Romito, Tognozzi, Berardocco, Carboni, Zizzari. All. Di Francesco

GIULIANOVA: Gasparri, Lieti (39' st Di Matteo), Migliore, Vinetot, Garaffoni, Sosi, Carbonaro (31' st Schneider), Carratta, CAmpagnacci, Del rande, Censori. A disp: Buono, Donato, Rinaldi, Pucello, Dezi, Schneider, Di MAtteo. All. Bitetto

Arbitro: Manera di Castelfranco Veneto

Reti: 30' st Ganci ( P ) 

Note: E' stato osservato un minuto di silenzio e la squadra gioca con il lutto al braccio per ricordare la recente scomparsa della madre del presidente Peppe De Cecco.


CAVESE       REGGIANA     2  -  0

 

Cavese (4-3-2-1):  1 Russo Francesco , 2 Santarelli Giorgio, 3 Nocerino Alberto, 4 Radi Alessandro,  5 Cipriani Luigi, 6 Favasuli Francesco, 7 Spinelli Fernando, 8 Bacchiocchi Gianluca, 9 Bernardo Vittorio (al 83’ st. Scartozzi Daniele), 10 Berretti Matteo (al 52’ st. Maiorano Stefano), 11 Cruz Wilson (al 59’ st. Turienzo Federico).

 

A disposizione: 12 Pane Pasquale, 13 Rapino Alessandro, 14 Nicola Lagnena,15  Scartozzi Daniele, 16 Maiorano Stefano, 17 Turienzo Federico,18 Fabio Romano.

Allenatore: Paolo Stringara                

 

Reggiana  (4-4-1-1): 1 Tomasig Luca, 2 Girelli Sebastiano, 3 Mei Massimiliano,  4 Romizi Marco Augusto, 5 Zini Danilo, 6 Stefani Mirko, 7 D'Alessandro Matteo (al 65` Ferrari Luca), 8 Maschio Antonio,  9 Temelin Gianluca, 10 Alessi Giuseppe, 11 Viapiana Andrè.

 

A disposizione: 12 Manfredini Niccolò,  13 Ferrando Federico, 14 Gualandri Marco, 15 Bovi Nicolas, 16 Ferrari Luca, 17 D’Amico Francesco, 18 Guerra Massimiliano.

 

Allenatore: Loris Dominissini

 

Arbitro: Il Sig. Colasanti Riccardo della sezione di Siena.

Assistenti: Il Sig. Donini Paolo di Bergamo -  Sig. Deriu Paolino di Trento.

Calci d’angoli:  10 – 0 per la Cavese. 

 

Ammoniti: 2’ pt. Santarelli Giorgio (C), al 16’ pt. Stefani Mirko (R ), al 30’ pt. Maschio Antonio (R), al 66’ pt. Viapiana Andrè (R), 85’ pt. Cipriani Luigi (C), 89’ pt. Russo Francesco (C).  

 

Recupero:  4’ nel secondo tempo.

NOTE: Pomeriggio con cielo coperto con pioggia a tratti, temperatura gelida, terreno reso viscido dalla pioggia.  Spettatori  paganti 1.460 di cui un centinaio  giunti da Reggio Emilia per un incasso totale di €uro 14.591,00.  

La Cavese ritorna alla vittoria al Simonetta Lamberti  al cospetto di una Reggiana in netta fase calante, che si fa notare per  non aver tirato nemmeno una volta verso la porta avversaria. La Cavese smaniosa di sbloccare subito il risultato, schiaccia nell’area avversaria la Reggiana che si fa vedere soltanto nelle ripartenze non finalizzando quasi mai verso la porta difesa da Russo. La squadra di Dominissini doveva cercare il rilancio dopo l'inaspettata sconfitta interna. Niente di tutto questo. Una bruttissima Reggiana ha infilato la seconda sconfitta consecutiva in campionato, a sua scusante forse le troppe assenze per squalifiche ed infortuni.  Gli aquilotti dal canto loro avevano tutta la voglia di dimostrare la loro tenacità per cancellare la scialba gara di domenica scorsa contro la Spal. Gli aquilotti  giocano una partita ad alti ritmi, mancando soltanto nella fase della finalizzazione, specialmente nella prima parte di gara. La Cavese di mister Stringara ha lottato è corso per tutta la gara,  una partita intensa e molto manovrata  per  la Cavese che nel primo tempo  ha dato il meglio di se con un pressing alto chiudendo bene gli spazi e pronto nelle ripartenze. La ripresa ha visto una Cavese abile nell’approfittare del calo di pressione della Reggiana,  raggiungendo  il meritato vantaggio  con Radi su punizione e il successivo raddoppio di Maiorano entrato al posto di Berretti.  Paolo Stringara  conferma  la strategia tattica  riproponendo il modulo 3-5-2 delle ultime gare. L’ assenza di D’orsi per un problema alla schiena fa scegliere al trainer di schierare dal primo minuto Bacchiocchi con il solo compito di seguire ad uomo l’avversario Alessi. La linea difensiva si completa con Capitan Nocerino e Cipriani. La mediana disegnata dal tecnico di Orbetello è formata da Favasuli, Radi,  Spinelli, Santarelli e Berretti  con questi ultimi due al loro primo esordio  al Simonetta Lamberti. La coppia di attacco viene  composta da Cruz e Bernardo. Il mister Loris Dominissini in piena emergenza, deve rinunciare  per squalifica ad Anderson  e Nardini inoltre mancano per indisponibilità Saverino e Rossi, modulo scelto il 4-4-1-1. La difesa  composto da quattro difensori puri, Girelli terzino destro, la coppia centrale composta da  Stefani e Zini, mentre a sinistra Mei.La linea di centrocampo  tutto da inventare con l’assenza di tre dei quattro titolari è composta dal giovane D'Alessandro sulla corsia di destra e Viapiana su quella di sinistra con i centrali Maschio e Romizi centrale. L’attacco vede Alessi alle spalle di Temelin. Nella prima fase di gioco la Cavese è padrone del campo anelando una serie di opportunità per passare in vantaggio come quella al 3 minuto con Favasuli che servito da Cruz spreca una facilissima palla gol mettendo di piatto la palla fuori . Al 13’ l’ottimo Radi su punizione colpisce in pieno la traversa. Tocca poi a Berretti graziare il portiere della Reggiana al 14’ tirando alto sulla traversa. Meglio in questa fase la Cavese che pressa bene sulle fasce con Favasuli e Radi tenendo sempre in apprensione la retroguardia avversaria che si rifugia spesso in angolo.  Questa è la fase di gioco in cui la Cavese impensierisce la retroguardia reggiana come al 32’ su una azione partita dal rilancio della difesa, con Cruz che fa velo per Bernardo, che si invola tutto solo verso il portiere avversario, non riescendo  a concludere l’ azione sul portiere in uscita. La ripresa del gioco vede subito al 48’ la Cavese recriminare un fallo di mano in piena area di Mei. E’ sempre la Cavese ad imbastire azione di gioco degne di nota come al 57’ con Santerelli abile a saltare il suo avversario per poi crossare per Cruz che in ottima elevazione non riesce a colpire bene la palla. Tante azioni manovrate ma la Cavese passa in vantaggio al 60’ su calcio di punizione di Radi che trafigge il portiere Tamasig nonostante l’intervento in estremi del difensore D’ Alessandro, che accompagna la palla in rete. La reazione della Reggiana è solo su due punizioni battute entrambe da Viapiana con il portiere Russo che blocca senza tante difficoltà. Al 37’ Favasuli crossa per Bernardo che colpisce di prima intenzione con la palla che termina sulla rete esterna della porta, dando l’impressione della rete. Solo rinviato l’appuntamento al raddoppio per la Cavese che concretizza con Maiorano entrato al posto di Berretti. Azione corale che parte dai piedi di Scartozzi per la profondità di Turienzo, abile a saltare il portiere in uscita e centrare per l’accorrente Maiorano che da due passi realizza la rete del doppio vantaggio. La  Cavese riesce a portare a termine la gara conquistando i tre punti meritatamente, avendo giocato a  viso aperto senza tanti timori reverenziali, nei confronto di una Reggiana apparsa troppo incerottata per impensierire una Cavese smaniosa di vincere.

(Giovanni Avallone)

SPAL-TARANTO 0-0


SPAL (4-4-2): Capecchi 6; Ghetti 6, Cabeccia 6, Zamboni 6,5, Bortel 6; Bedin 6, Schiavon 5,5, Valtulina 5 (39' st Licata sv), Rossi 5 (39' pt Laurenti 5), Bazzani 6, Cipriani 6,5 (47' st Marongiu sv).
A disp.: Ioime, Gaspari, Migliorini, Meloni.
Allenatore: Notaristefano 5,5
TARANTO (4-4-2): Bremec 6; Calori 6, Bolzan 6,5, Migliaccio 6,5, Prosperi 6; Coppola 7, Giorgino 6 (31' st Taulo 6), Scarpa 5,5, Di Roberto 5,5; Corona 5 (38' st Russo 5) Innocenti 5. A disp.: Barasso, Colombini, Panarelli, Crovetto, Cortese.
Allenatore: Dellisanti 6
ARBITRO: Palazzino di Ciampino 5
Guardalinee: Secco e Parolin
NOTE: cielo coperto, il terreno era stato liberato in mattinata dalla neve che era caduta durante la notte. Il"Paolo Mazza" era perfettamente agibile. Spettatori 2.945 di cui 1.008 paganti e 1.937 abbonati per un incasso di 26.988 euro. Angoli: 5-3 per la Spal. Ammoniti: Migliaccio (T). Uscito per infortunio Giorgino (T) al 30' del st dopo uno scontro di gioco con Laurenti.
RECUPERO: 1' e 4'.

 
FERRARA - Pareggio equo tra Spal e Taranto con i ferraresi che portano a quattro i turni di imbattibilità. Da altrettante domeniche la squadra di Notaristefano non subisce reti e questo costituisce un altro fatto positivo. Terzo pareggio in assoluto tra le due squadre, con il segno X che è uscito per la prima volta al "Paolo Mazza" (il bilancio è di 12 vittorie per la Spal e 9 successi per il Taranto). Nel primo tempo pugliesi maggiormente insidiosi con due calci piazzati di Bolzan al 35' e al 37' entrambi deviati da Capecchi ed un'occasione per Prosperi allo scadere su respinta del portiere spallino il cui colpo di testa termina a lato. Spal che non sfrutta le fasce laterali e fa fatica a costruire gioco dove Schiavon non è in giornata di grazia così come Valtulina scarsamente ispirato con gli attaccanti Bazzani e Cipriani isolati nell'area jonica che si danno inutilemnte l'area. Poi Notaristefano perde anche Rossi per infortunio, anche se fino a quel momento il bellariese aveva conmbinato assai poco. Nella ripresa da segnalare una punizione di Zamboni al 13' di poco alta, un'occasionissima per Laurenti al 42' il quale manda alle stelle e al 44' è il Taranto a sfiorare il gol con il giovane Russo il quale da centro area ciabatta clamorosamente a lato. Alla fine il pareggio è  risultato  giusto. Decisamente negativo l'arbitraggio di Palazzino che ha sbagliato molte valutazioni.
Maurizio Barbieri
 
Maurizio Barbieri/Infopress
 
MERCATO
Il cagliari sarebbe interessato all'attaccante della Spal Giacomo Cipriani. Il direttore spallino Bortolo Pozzi salirà questa mattina a Milano. Su Cipriani da qualche tempo c'è anche il Brescia. Possibile che vada in porto l'operazione con il Gallipoli che prevede il passaggio di Smith in biancazzurro e la cessione del centrocampista Centi in Salento oppure dell'esterno Licata che la Spal ha avuto in prestito dall'Udinese. L'attaccante spallino Agodirin potrebbe accasarsi in Seconda Divisione alla Sanbonifacese, alla Villacidrese o alla Scafatese.  La Spal potrebbe chiudere con il Foggia per l'acquisto dell'attaccante Mattioli

PAGANESE  -SORRENTO

PAGANI - Una Paganese di rimonta batte il Sorrento. Derby vietato ai deboli di cuore quello del “Marcello Torre” fra Paganese e Sorrento. Decide un gol di Castaldo in pieno recupero al 94’, che porta a termine una rimonta cominciata al 75’ con Lasagna. Il brasiliano Paulinho, al primo gol in trasferta, aveva illuso i suoi al 66’. L’ultimo quarto d’ora, giocato su ritmi infernali dalla formazione di Palumbo, su un campo che aveva tutte le sembianze di un acquitrino, regala la penultima piazza ai ragazzi di Palumbo, che lasciano la scomoda posizione di fanalino di coda al Pergocrema.
Palumbo deve fare i conti con le assenze di Gambi ed Ibekwe squalificati, mentre ritrova Sciannamè, che va a ricoprire il ruolo di terzino sinistro. In attacco riproposta la coppia Zarineh – Tortori, con Macrì che fa il suo esordio dal 1’ al “Torre”. Bacis ancora relegato in panchina, in campo i centrali difensivi sono Castaldo ed Esposito. Il Sorrento di Simonelli si presenta con il 4-2-3-1, con Pignalosa, preferito a Myrtaj, come terminale offensivo. Ci sono anche i due ex della passata stagione, De Giosa ed Esposito. Da segnalare l’ingresso con 15’ di ritardo dei tifosi della Curva Nord, come segno di contestazione verso la società, rea di non aver chiuso ancora alcuna trattativa. Lasciano che sia lo striscione che campeggia nel loro settore a parlare: “A volte il silenzio è più assordante di un boato”.
I padroni di casa rompono gli indugi già al 4’ con una gran botta dai 25 metri di Sciannamè, respinta coi pugni da Marconato. Il campo è pesante e le due squadre stentano a costruire azione degne di nota. Le uniche occasioni si registrano sui calci piazzati. Al 27’ ci prova De Giosa direttamente su punizione: il suo sinistro, deviato dalla barriera, fa la barba al palo. La Paganese si fa vedere dalle parti di Marconato a fine tempo. Cross di Macrì, spaccata di Zarineh che diventa un assist involontario per Tortori, che tenta una rovesciata, ma non aggancia.
Le due squadre rientrano dagli spogliatoi senza alcun cambiamento. Per vedere il primo tiro in porta della seconda frazione bisogna attendere il minuto numero 11. Ci prova Pignalosa dalla lunga distanza, con Melillo che controlla la sfera che termina di poco a lato. Occasionissima per la Paganese al 17’: Lasagna s’invola in area, rientra sul sinistro e, anziché provare la battuta a rete, serve Tortori che riesce a calciare, ma il pallone toglie soltanto la vernice al montante sinistro della porta difesa da Marconato. Nel momento buono per la Paganese, il Sorrento passa in vantaggio. Palla recuperata di testa da Niang, verticalizzazione di Carlini per Paulinho, che lascia sul posto Castaldo, e in diagonale col sinistro batte l’incolpevole Melillo. Palumbo cambia l’assetto dei suoi in campo e passa al 4-3-3. Il tridente sortisce subito gli effetti sperati. Corre il minuto numero 30: lancio dal cerchio di centrocampo per Lasagna, che scatta sul filo del fuorigioco defilato sulla sinistra; uscita a vuoto di piede di Marconato, l’attaccante siciliano calcia dal vertice alto dell’area di rigore e trova il gol. Passa soltanto un minuto ed è ancora Lasagna a rendersi pericoloso, ma questa volta Marconato è più tempestivo ed anticipa la punta azzurra diretta a rete. Al 40’ l’estremo difensore costiero si riscatta dall’errore in occasione del pareggio azzurro, deviando in angolo d’istinto una conclusione in scivolata di Tortori che aveva anticipato Angeli. Nell’ultimo dei 4’ di recupero succede l’incredibile. Punizione dalla trequarti di Cucciniello, che va a pescare in area Castaldo, svettato più in alto di tutti, il quale sigla la sua prima rete stagionale e regala una vittoria tanto inaspettata quanto bella alla Paganese e i suoi tifosi.
Ora la palla passa alla società. L’ultimo giorno di mercato dovrà portare a Pagani i rinforzi che la piazza e lo staff tecnico richiedono. Un attaccante e un difensore sono la priorità, anche se non è escluso che possa arrivare un mediano. Comunque sia, bisognava fare bottino pieno quest’oggi per non rendere vano qualsiasi intervento sul mercato. Anche perché ora la Paganese non è più ultima.
 
IL TABELLINO
 
PAGANESE (4-4-2): Melillo, Panini, Sciannamè, Maisto, Esposito, Castaldo, Izzo (dal 28’st Cucciniello), Memushaj, Zarineh (dal 11’st Lasagna), Tortori, Macrì (dal 39’st Grimaldi). A disp.: Saraò, Bacis, Ingrosso, Versiglioni. All. Palumbo
 
SORRENTO (4-2-3-1): Marconato, Vanin, Angeli, Nicodemo, De Giosa, Fernandez, Esposito (dal 10’st Silvestri), Niang, Pignalosa (dal 34’st Myrtaj), Paulinho, Carlini (dal 34’st Di Nunzio). A disp.: Criscuolo, Gallo, Raggio Garibaldi, Arcidiacono. All. Simonelli
 
ARBITRO: Emilio Ostinelli di Como (Cucchiarini – Costanzo)
 
MARCATORI: 66’ Paulinho, 75’ Lasagna, 94’ Castaldo.
 
AMMONITI: Sciannamè, Esposito, Fernandez
 
NOTE: Campo ai limiti della praticabilità. Spett. 600 circa; Settore Ospiti chiuso per ordinanza del Casms. Angoli 5-5. Rec. 2’pt, 4’st.
 
Danilo Sorrentino


LUMEZZANE - VARESE 2 - 0


LUMEZZANE:
Gazzoli; Zanardini, Romeo, Emerson (dal 16' s.t. Checcucci), Pini; Pintori, Grippo, Calliari, Scaglia; Galabinov, Lauria; All. Menichini. A disp. Trini,Nicola Formiconi, Faroni, Bradaschia, Salvi.
VARESE: Moreau; Pisano, Camisa (dal 1' s.t. Corti), Gentili, Armenise; Tripoli, Buzzegoli, Dos Santos, Aloe (dal 15' s.t. Momente'); Eliakwu (dal 5' s.t. Carrozza), Del Sante. All. Sannino. A disp. Grandclement, Grillo, Preite, Osuji.
ARBITRO: Bellutti di Trento. ASSISTENTI: Gualtieri di Asti, Carruccio di Cagliari.
NOTE: Spettatori 500 circa. ANGOLI: 3-5.  AMMONITI: Gazzoli, Romeo, Pini (Lum); Camisa, Del Sante, Carrozza (Var).
ESPULSI: Lauria e Menichini (Lum) al 45' p.t.
RETI: 29' P.T Pintori, 41' Lauria.

LUMEZZANE - Il Lumezzane, nonostante le voci di mercato relative a possibili imminenti partenze, ottiene la quarta vittoria nelle ultime cinque partite (settimo risultato utile di fila) battendo anche il Varese: 2-0 al Comunale. Decisivi due gol su punizione nel finale di primo tempo: uno di Pintori e uno di Lauria, che però poco prima dell'intervallo viene espulso insieme a mister Menichini. Nonostante l'uomo in meno nella ripresa il Lume controlla la partita senza eccessive difficoltà e porta a casa tre punti che lo tengono in corsa per il raggiungimento dei play off ora distanti solo un punto.Sembra partire meglio il Varese come intensità, ma gli uomini di Sannino non hanno palle gol. Il Lumezzane passa al 29' con una splendida punizione a giro di Pintori. Che al 41' con un'ottima azione se ne procura un'altra: questa volta a trasformare è Lauria. Proprio lui però viene espulso quattro minuti dopo per un colpo proibito (presunto) ai danni di Dos Santos. Per proteste viene allontanato anche Menichini. Poche emozioni nella ripresa dove i rossoblù controllano. La cronaca: dopo 6' partenza decisa da parte del Varese che si spinge in avanti procurandosi nel giro di un paio di minuti due calci d'angolo. Al 16' punizione di Emerson, tiro centrale, Moreau ci arriva. Al 29' arriva il gol dei rossoblu': punizione a giro di Pintori che trova l'angolino vincente. Ottima l'esecuzione del tamburino sardo.  Al 38'  nel giro di sessanta secondi due ammonizioni per i rossoblu: Romeo e Pini. Al 39' bella azione di Pintori che si beve due avversari e poi viene messo giù. Calcio di punizione per il Lume.  E da quest'altro calcio piazzato arriva il secondo gol del Lumezzane: stavolta è Lauria (che le voci di mercato danno per partente) che si incarica del tiro e su punizione mette in rete la palla del 2-0. Al 45' pero' viene espulso proprio Lauria per un presunto colpo a Dos Santos. Partita che comincia ad innervosirsi. E qualche istante dopo anche Menichini per proteste raggiunge il suo giocatore. Parecchia tensione nel finale di primo tempo, mentre all'inizio di ripresa gli animi sembrano placarsi. Al 70' abbondante la  partita  non regala particolari emozioni, e siamo ormai nella parte centrale di ripresa. Il Lumezzane comunque seppur in inferiorità numerica tiene bene il campo. Il Varese prova timidamente a spingere, ma lo fa senza troppa convinzione. Assegnati ben 5' di recupero..E al 95' Belluti di Trento (discutibile il suo operato) esegue il triplice fischio. Settimo risultato utile consecutivo per il Lumezzane che si aggiudica un importante vittoria anche quest'oggi contro il Varese, squadra temutissima in questo campionato. Due a zero per i rossoblu grazie alle reti di Pintori e Lauria. Lume piu' forte di tutto, quindi, sia delle vicende societarie, sia del mercato e sia degli arbitri..
ANDREA DI LORENZO

LUMEZZANE -  Era nell' aria da qualche giorno, ma ora e' realta: il Lume ha ceduto, subito dopo la gara odierna contro il Varese, l' esterno Luigi Scaglia al Torino (il Brescia deteneva il cartellino del giocatore), ed il centrocampista Simone Grippo (di proprieta' del Chievo) che ha invece firmato per il Sassuolo. La notizia si e' sparsa subito tra i tifosi rossoblu' i quali hanno duramente contestato la societa' che ha pero' assicurato l' arrivo di due nuovi centrocampisti per rimpiazzare queste ultime due cessioni. Ai due, ormai ex giocatori rossoblu', un grosso "In bocca al Lupo" per la loro nuova avventura in serie cadetta.
Si ringrazia Alessandro Ocello per la preziosa collaborazione.
ANDREA DI LORENZO


FIGLINE -ALESSANDRIA

In una giornata fredda, ma soleggiata, al comunale "Goffredo Del Buffa" scendono la squadra di casa e l'Alessandria per la ventiduesima giornata del campionato di prima divisione, girone A. L'Alessandria di Mister Buglio è reduce dalla bella vittoria interna ottenuta contro il Perugia e sta attraversando un ottimo momento di forma. Quest'oggi deve fare a meno degli attaccanti Buglio e Artico e si presenta con il modulo 4-3-2-1 con Rosso unica punta ed esterni offensivi Fantini e Rodriguez. I centrali difensivi sono l'esperto Sottil e il giovanissimo Signorini, mentre il perno di centrocampo è Briano. Mister Torricelli deve fare a meno della coppia centrale difensiva Peruzzi e Bettini, il primo infortunato, il secondo squalificato, sostituiti dal rientrante Ghinassi e da Consumi che abbassa la sua slitta posizione di perno di centrocampo. Torricelli schiera il modulo 4-3-1-2, facendo rientrare in mezzo al campo Redomi e schierando a ridosso delle punte Fanucchi. In avanti torna dal primo minuto Fioretti accanto a Frediani. In panchina siede per la prima volta l'ultimo acquisto dei gialloblù Spuntarelli, classe 1990. Arbitra l'incontro il Sig. Di Bello della sezione di Brindisi coadiuvato dagli assistenti Sig. Lotierzo della sezione di Napoli e Sig. Tegoni della sezione di Milano. Sugli spalti sono presenti circa 500 spettatori (ricordiamo che lo stadio è aperto ai solo possessori della tessera del tifoso), con una sparuta rappresentanza dei tifosi dell'Alessandria. l'Alessandria scende in campo con una casacca grigia, mentre il Figline veste la classica maglia gialloblù. Calcio d'inizio a favore del Figline. Le due squadre partono a buon ritmo entrambe cercando di creare pericoli nelle rispettive difese. Sul campo spira un forte vento che condiziona il gioco. Nel primo tempo spira a favore del Figline. Al 5' un retropassaggio di testa di Damonte mette in condizioni Fioretti di involarsi da solo verso la porta e sull'uscita di Servili mette la palla in rete. Figline 1 Alessandria 0. Al 7' ancora Figline pericoloso questa volta con Frediani che riceve palla e lancia dopo il controllo, con la sfera che si perde di un soffio a lato. Al 10' l'arbitro ammonisce Rodriguez per un fallo da dietro commesso su Mugnaini. Al 14' grande occasione ancora per il Figline, sempre a seguito di un errore difensivo. Un centrocampista appoggia la palla al portiere che viene intercettata da Fioretti, il quale offre la sfera a Frediani. Pronto il tiro dell'attaccante, respinto dal portiere con la palla che lentamente si avvia verso la porta, ma un difensore riesce a ribatterla proprio sulla linea, evitando il raddoppio. C'è solo il Figline in campo e al 17' ancora un'occasione con Fioretti che di petto offre la palla a Fanucchi il quale lascia partire un bellissimo tiro bloccato in tuffo dall'attento Servili. Al 18' ancora un passaggio indietro di Sottil permette a Frediani di arrivare sul pallone, ma il tiro è debole e Servili riesce a bloccare. Al 19' si vede l'Alessandria in avanti sugli sviluppi di un angolo con Damonte che colpisce bene la sfera di testa e mette la palla di poco alta sopra la traversa. Il Figline prova ancora a insistere sulle ali dell'entusiasmo, mentre l'Alessandria si vede veramente poco, giocando sotto ritmo e proponendosi molto raramente in avanti. Al 36' ancora un'occasione del Figline sugli sviluppi di un angolo, con Frediani che di testa rimette al centro per l'accorrente Redomi il cui tiro termina sul fondo. Al 41' l'arbitro ammonisce Mateos per un fallo di reazione commesso ai danni di Redomi. Al 42' Mugnaini perde la pala in area e Rosso è lesto ad approfittarne e a rimettere la palla in area dove Ghinassi compie un autentico miracolo anticipando con il piede l'accorrente Fantini che avrebbe tirato a colpo sicuro. Al 43' l'arbitro ammonisce Consumi per un fallo commesso ai danni di un avversario. Al 45' Fanucchi prova il tiro dalla lunga distanza, ma la palla termina alta sopra la traversa. Al 46' in pieno tempo di recupero l'Alessandria pareggia con Rodriguez lesto ad approfittare di un'indecisione difensiva, ad accentrarsi e a battere Pardini in uscita. Figline 1 Alessandria 1. Non c'è neanche il tempo di battere al centro perchè l'arbitro decreta la fine del primo tempo. Bel primo tempo per il Figline che avrebbe meritato molto di più dell'attuale pareggio per quanto ha fatto vedere e per le occasioni costruite, con almeno altre 3-4 occasioni da rete. L'Alessandria in questa prima parte di gioco ha fatto vedere veramente poco, sfruttando l'unica indecisione della difesa locale. Al rientro in campo le squadre si presentano con le stesse formazioni del primo tempo. Calcio d'inizio a favore dell'Alessandria. Parte bene l'Alessandria con Rodriguz che mette al centro un bel pallone colpito di testa da Ghosheh, ma la palla termina alta sopra la traversa.  Al 3’ bel tiro di Fioretti respinto dal portiere Servili con qualche affanno, poi la difesa ibera e l’azione sfuma. Al 7' l'arbitro ammonisce Signorini per un fallo commesso su Frediani. All'11' bell'azione sulla fascia destra di Mugnaini che mette al centro un bel pallone, bloccato a terra in uscita da Servili. Al 12' l'Alessandria fa entrare Volpare al posto di Damonte. Al 16' il Figline fa entrare Cosentini al posto di Redomi. Nel secondo tempo la partita è più equilibrata anche se maggiormente il gioco è sempre sviluppato dal Figline che cerca con più convinzione la via della rete.Al 21' il Figline sostituisce Frediani con D'Antoni. In questo frangente il gioco latita da entrambe le parti con le squadre che sbagliano molto in fase di impostazione del gioco e le difese che hanno sempre la meglio sui rispettivi attacchi. Al 27' si fa vedere l'Alessandria con Rosso che dal limite lascia partire un tiro che si perde sul fondo. Al 30' il Figline sostituisce Fanucchi con Pasquini, mentre l'Alessandria sostituisce Rodriguez con Cammarota. Al 32' l'Alessandria sostituisce Ghosheh cn Moracci, al suo debutto con l'Alessandria. Al 36' grande goal del Figline con D'Antoni. Bella manovra sull'esterno con palla che arriva a Campolattano che si invola verso l'area e lascia partire un bel cross sul quale si catapulta D'Antoni che colpisce al volo mettendo la palla sotto l'incrocio. Figline 2 Alessandria 1. Al 40' l'Alessandria pareggia sugli sviluppi di un angolo e il colpo di testa vincente di Rosso che supera Pardini. Figline 2 Alessandria 2. Ultimi minuti al piccolo trotto e dopo 4' di recupero la partita termina con il pareggio.  Il Figline avrebbe dovuto sfruttare meglio le occasione del primo tempo dove ha dominato la gara, mentre nella ripresa, a parte il sussulto dei due goal, la partita è scaduta di tono. Un punto utile che serve al Figline per la classifica e per avvicinarsi sempre più all'obiettivo della salvezza.

FIGLINE: Pardini, Mugnaini, D'Elia, Ghinassi, Consumi, Redomi, Guerri, Campolattano, Fioretti, Fanucchi, Frediani. A disposizione: Novembre, Duravia, Pasquini, Cosentini, Spuntarelli, Sanni,D'Antoni. Alenatore Moreno Torricelli.

ALESSANDRIA: Servili, Ciancio, Ghosheh, Sottil, Signorini, Briano, Fantini, Mateos, Rosso, Rodriguez, Damonte. A disposizione: Cicutti, Cammaroto, Volpara, Moracci, Pucino, Porrone, Cassaneti. Allenatore Francesco Buglio.

Arbitro Sig. Di Bello della sezione di Brindisi; Assistenti Sig. Lotierzo della sezione di Napoli e Sig. Tegoni della sezione di Milano.

Angoli 4-3 per l’Alessandria

Pierluigi Ermini


fonte: tuttalac.it

facebook

sfoglia    dicembre        febbraio

Cerca, Rss, Atom e Counter
Ricerca personalizzata
Blog letto 12090923 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0   Feed ATOM di questo blog  Atom


Link
A
ac-perugia.com
acmonzabrianza.it
acspezia.com
agenfax.it
alessandriacalcio.it
allvideo
amarantomagazine.it
arezzonotizie.it
asandriabat.it
B
beneventocalcio.it
bettiamo.net
blog.football.it
blunote.it
bondolasmarsa
br73.net Pistoia
bustocco.it
C
calciatori.com
calciocampano2009
calciocomo190
calciofoggia.it
calcioland.forumfree
calciomatto
calciomercato.com
calcionapoletano
calciopiu.net
calciopress.net
calcioscommesse.myblog.it
calcioseriec.blogspot.com
calciotoscano.it
cavese
cavanotizie.it
click4soccer.com
coni.it
corrierediarezzo.it
corrieredicomo.it
cremonaweb.it
D
datasport.it
diretta.it
direttagol.it
E
e-cremonaweb.it
esperiaviareggio.it
eurosport.yahoo.com
F
fccrotone.blogspot.com
febbrea90.com
figc.it
foggiacalciomania.com
foggialandia.it
foggiaweb.it
folignocalcio.com
folignocalcio.it
forzacavese.net
forzalucchese.net
forzanovara.net
forzapescara.com
forzaspal
G
gazzettalucchese.it
goal.com
H
hellastory.net
hellasverona.it
hellasweb.it
I
ilgrecale.it
ilpallonaro.com
ilquotidianodellabasilicata.it
ilquotidianodellacalabria.it
ilsatanello.it
ioamoilcalcio.myblog.it
infobetting.com
italiadelcalcio.it
L
la_c1.ilcannocchiale.it
lanciano.it
larena.it
leccosportweb.it
lega-calcio.it
lega-calcio-serie-c.it
legaproprimadivisione
leggonline.it
livescore.com
Live score
loschermo.it
lospallino.com
lostregone.net
lumezzanecalcio.it
M
madeinandria.it
mondorossoblu.it
N-O
noitv.it
P
paganese.it
paganesecalcio.com
pescaracalcio.com
portogruarosummaga.it
primadanoi.it
primadivisionew
primadivisione
pronostici1x2
pronostici serie A
prosestonews
Q
qn.quotidiano.net
R
radioemme.it
raisport.rai.it
ravennanotizie.it
realsports.it
reggianacalcio.it
reggianasupporters.it
resport.it
riminicalcio.com
S
salernonotizie.it
sanniocalcio.it
scommesse.betfair.it
seriec1.ilcannocchiale.it
seriec1.wordpress.com
soccerpuglia.it
socialcalcio.com
solocalcio.com
solopescara.com
sorrentocalcio.com
sportal.it
sportcity-ricio
sportedintorni.blogspot.com
sporterni.it
sportevai.it
sportitalia.com
sportoggi.com
sportpeople.net
sportvintage.blogspot.com
ssjuvestabia.it
sslanciano.it
stabia1907.it
stabiachannel.it
stampasud.it
T
tarantosera.com
tarantosupporters.com
teleradioerre.it
ternanacalcio.com
terninrete.it
terzaserie.myblog.it
tifo-e-amicizia.it
tifogrifo.com
tifosigallipoli
tifosiportogruaro
tuttalac.it
tuttocalciatori.net
tuttocalcio.it
tuttolegapro.com
tuttomercatoweb.com
tuttosport.com
tuttosporttaranto
tvgratisnet.iobloggo.com
tvoggisalerno.it
U
ultrassamb
uscremonese.it
usfoggia.it
V
varese1910.it
varesenews.it
vascellocr.it
vastocalcio
viaroma100.net
virtuslanciano
Z
zonacalcio.it

Siti rimossi

Gossip&sport

Cinema italiano
cinemaitaliano.info
trovacinema.repubblica.it
Nuovi
bg vs fq pr dago
notiziariocalcio
ilnuovocorriere
asgubbio1910
forzanocerina
piacenzacalcio
triestinacalcio
comunicatemi
chi ho dimenticato
e sarà inserito,
o rimosso per chi vuol essere cancellato

....ed è naturalmente gradito
un link a questo blog
nei vostri siti o blog
grazie



Meteo











 
 
fai.informazione.it Wikio - Top dei blog Wikio - Top dei blog Add to Google intopic.it Blog360gradi - 

L’aggregatore di notizie a 360°  provenienti dal mondo dei blog! who's online Sito ottimizzato con 

TuttoWebMaster TOP 100 

SOCCER SITES TopSportSites.com :: A 

Sports Discussion Community Top Italia Registra 

il tuo sito nei motori di ricerca liquida.it social network Notizie, immagini e video dai blog italiani su Liquida top 100 sports sites My BlogCatalog 

BlogRank urltrends reports BlogNews Questo Blog e' 

Strabello! e il tuo?

Cynegi Network
linkto.org

  Powered by  MyPagerank.Net
 

seriec1

↑ Grab this Headline Animator

  View blog authority
   
 


blinko jonny groove
rcsmobile belen

lastminute
musicbox

edreams

better
blinko grandi sorelle


Rubbrica telefonica


Elenco per nome


Elenco per ruolo