Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Hellas Verona-Foggia, l'ordinanza del Prefetto

Hellas Verona-Foggia, l'ordinanza del Prefetto
04/03/2008 - 21:12
Segnala questa notizia   Versione stampabile
Confermate le disposizioni dell'Osservatorio sulle Manifestazioni Sportive

VERONA - Ecco di seguito riportata l´ordinanza emanata in data odierna dalla Prefettura di Verona, in merito all´incontro Hellas Verona-Foggia, in programma domenica prossima allo stadio Bentagodi con le relative restrizioni:
"Premesso che domenica 9 marzo p.v. si svolgerà presso lo stadio Bentegodi di Verona l´incontro di Calcio Hellas Verona-Foggia, valevole per il campionato di Serie C1 A, rilevato che l´Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive, con determinazione del 28 febbraio u.s. in relazione ad alcuni incontri di calcio programmati, tra cui la gara in premessa citata, ha evidenziato che le medesime partite si caratterizzano per una elevata conflittualità che potrebbe determinare nuove criticità per l´ordine e la sicurezza pubblica, con nocumento per l´incolumità dei cittadini, anche non direttamente interessati alle competizioni sportive; atteso che il citato Osservatorio Nazionale, con la citata determinazione, ha previsto, in particolare, per la partita Hellas Verona-Foggia, che sia valutata dal Prefetto, sentito il Questore, la possibilità di adottare le seguenti prescrizioni:
1) vendita di un solo tagliando per spettatore;
2) incedibilità dello stesso;
considerato che il Questore ha riferito una serie di circostanze che inducono, sulla base di precedenti rilevati, a considerare l´evento sportivo tale da rendere necessario adottare per tale avvenimento le prescrizioni suggerite dall´Osservatorio Nazionale; rilevato, infatti, giusta nota della Questura di Verona in pari data, che in occasione della partita di andata tra le due compagini calcistiche, disputatasi il 21 ottobre 2007, un folto gruppo di ultras scaligeri (circa un centinaio), dopo aver eluso i controlli disposti dalla Questura di Foggia, uscivano dall´autostrada (a circa 30 km. dal capoluogo pugliese), e dopo aver fatto spegnere i telefoni cellulari agli autisti dei pullman su cui viaggiavano previa minaccia, raggiungevano il piazzale antistante lo stadio foggiano utilizzando strade secondarie; una volta scesi dall´automezzo, i predetti tifosi si rendevano responsabili di scontri con la tifoseria della squadra di casa attraverso il lancio di numerosi corpi contundenti; tenuto conto che, con la stessa informativa della Questura di Verona, è stato altresì sottolineato che l´11 febbraio scorso, i sostenitori della squadra del Foggia nel corso dell´incontro disputato a Cittadella contro la locale compagine calcistica, effettuavano numerosi cori contro la squadra veronese e la sua tifoseria, evidenziando l´attesa per l´incontro di ritorno con la formazione scaligera; ritenuto che gli specifici precedenti surriferiti sono indicativi del possibile rischio di atti di turbativa e di violenza in occasione della competizione di cui trattasi, rendendo necessario prevedere l´attuazione di più efficaci misure per favorire l´effettuazione di maggiori controlli sui tagliandi di accesso allo stadio; ravvisata, pertanto, la necessità di prevedere, per la predetta partita di calcio, le prescrizioni ndicate dall´Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive, al fine di assicurare la tutela dell´ordine e della sicurezza in occasione della competizione agonistica in questione e garantire il regolare svolgimento dell´incontro e ridurre o quantomeno attenuare le occasioni di turbative per l´ordine e la sicurezza pubblica; decreta per i motivi citati in premessa, in occasione della partita di calcio, valevole per il campionato di Serie C1 A, e prevista domenica 9 marzo 2008, presso lo stadio Bentegodi di Verona, tra le squadre Hellas Verona e Foggia, di adottare le prescrizioni che di seguito si riportano:
1) divieto di vendita cumulativa dei biglietti, con obbligo di vendita di un solo tagliando per spettatore; in particolare la vendita dei tagliandi di ingresso alla struttura sportiva dovrà essere effettuata a non più di una persona, e comunque previa esatta identificazione dell´acquirente;
2) divieto di cessione del biglietto di accesso allo stadio, da parte dell´acquirente ad altri tifosi."

I contenuti sono liberamente riproducibili, salvo l’obbligo di citare la fonte, hellasverona.it

http://www.hellasverona.it/

Pubblicato il 5/3/2008 alle 20.0 nella rubrica Verona.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web