Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Pescara, aria di play off

Pescara, aria di play off


Grazie alla vittoria ottenuta nel finale di gara con il Crotone, il Pescara si rilancia in zona play off. Di Turchi la rete che ha deciso la partita.

Pescara, azione di gioco

In occasione del posticipo serale che vede di fronte Pescara e Crotone ospiti vip in tribuna stampa presenti l’ex-allenatore Giovanni Galeone e l’ex-allenatore del Cagliari Marco Giampaolo accompagnato dall’ex team manager del Pescara Ruffini. Sotto gli occhi del suo ex mister, il Pescara si regala una vittoria meritata e importante. Gioca, crea occasioni e mette alle corde il blasonato Crotone.

 

Mister Lerda conferma la stessa formazione che ha battuto in trasferta la Massese, riproponendo il modulo 4-2-3-1 con Indiveri in porta, Giuliano, Romito, Pomante e Vitale in difesa, sostenuti anche dall’azione di copertura dei due mediani Ferraresi e Cardinale; Felci e Micco sulle fasce lateral con Dettori mezzapunta; Sansovini centravanti. Il Crotone, orfano dello squalificato Dalrio,  risponde con il classico 4-3-3 con la linea difensiva formata da Borghetti, Bonomi, Rossi e Ogbonna; a centrocampo il trio Pacciardi, Pederzoli e Galardo; il trio offensivo formato da Basso e Ghezzal sulle corsie laterali con Coda punta centrale.

 

Nei primi minuti della gara entrambe le formazioni si studiano a vicenda, con il Pescara che si rende subito pericoloso al 7’ con Micco solo davanti al portiere che non sfrutta una limpida occasione da rete. Risponde subito il Crotone con Basso al 12’ quando sugli sviluppi di un calcio d’angolo lascia partire un tiro che Indiveri devia in corner senza problemi. Ancora pericoloso il Pescara al 15’: questa volta è Felci a impensierire il portiere Concetti ma il tiro viene parato. Preme sull’acceleratore la squadra biancoazzurra e questa volta ci pensa Vitale che su punizione lascia partire un tiro che finisce alto sulla traversa. Pochi minuti dopo è il Crotone ad impensierire Indiveri che è costretto a compiere una prodigiosa parata su  Basso. Al 35’ ci prova anche Cardinale calciando un tiro molto angolato che finisce di poco a lato della porta. Contropiede del Pescara al 40’ con Dettori che si invola sulla fascia, si accentra in area e lascia partire un tiro che il portiere blocca senza problemi. Partita vibrante quella tra Pescara e Crotone ricca di emozioni, con la squadra pescarese ben messa in campo che tiene testa alla squadra calabrese e tenta in varie circostanze di sbloccare il risultato. Termina in parità il primo tempo.

 

Nella ripresa il Pescara rientra sul campo con più determinazione e infatti già nei primi minuti, esattamente al 5’, è Sansovini a mancare di poco il pallone. Prima sostituzione per il Pescara che al 10’ richiama Micco che viene rilevato da Turchi. Secondo tempo ricco di emozioni e numerosi capovolgimenti di fronte intorno al 20’ il Crotone sugli sviluppi di un calcio di punizione colpisce in pieno un palo. Al 24’ si registra il secondo cambio per il Pescara. Fuori Cardinale sostituito da Oliveri, mentre quattro minuti più tardi è la squadra calabrese ad effettuare la prima sostituzione fuori Basso, dentro Petrilli. 34’ ultimo cambio per il Pescara: fuori uno spento Sansovini sostituito da Falomi, mentre per la squadra calabrese si annota il secondo cambio con Espinal che sostituisce Coda. Infine, quattro minuti più tardi, il tecnico dei calabresi effettua l’ultima sostituzione richiamando il difensore Ogbonna rilevato da Fiasconi.


Minuti finali concitati con il Pescara che al 43’ usufruisce di un calcio di punizione e su una perfetta interpretazione da parte di Turchi il pallone finisce a lato della porta difesa da Concetti. Il Pescara, nonostante il gol del vantaggio continua a premere sull’acceleratore fino a che l’arbitro Meli di Parma decreta la fine delle ostilità con la squadra biancoazzurra che festeggia sotto la curva la vittoria avvicinandosi ancor di più alla zona play-off. Ora si aspetta la seconda partita casalinga con la Pistoiese, ma intanto il Pescara si gode questa serata magica.

 

PESCARA (4-2-3-1) Indiveri, Giuliano, Vitale, Cardinale (dal 24 st Olivieri), Romito, Pomante, Felci, Ferraresi, Sansovini (dal 34’ st Falomi), Dettori, Micco (dal 10’ st Turchi). A disposizione: Aridità, Diliso, Caracciolo, Fortunato, Turchi, Olivieri, Falomi. All. Franco Lerda

 

CROTONE (4-3-3) : Concetti, Borghetti, Bonomi, Rossi, Ogbonna (dal 38’st Fiasconi), Basso (dal 28’ st Petrilli), Pederzoli, Coda (dal 34’ st Espinal) , Galardo, Ghezzal. A disposizione: Nicastro, Briglia, Espinal, Fiasconi, Peana, Petrilli, Prevete. All. Paolo Indiani

 

Arbitro: Meli di Parma (Tavelli, Tremolada)

Rete: Turchi al 43’st

Ammoniti: Cardinale, Pomante, Romito, Felci, Turchi (P), Concetti, Ghezzal, Borghetti (C)

Angoli: 12 per il Pescara, 4 per il Crotone

 

Rita Consorte – www.calciopress.net

http://www.calciopress.net/news/118/ARTICLE/4406/2008-04-01.html

Pubblicato il 1/4/2008 alle 14.46 nella rubrica Pescara.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web