Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Legnano-Pro Sesto

News: Oggi un po’ a sorpresa piomba nella sala stampa del Giovanni Mari il vulcanico Antonio Sala, allenatore della Pro Sesto che sfoga davanti ai microfoni tutta la sua delusione per l’occasione mancata: ”Il punto guadagnato oggi mi sta bene ma siamo molto amareggiati per com’è andata la partita. Potevamo chiudere il discorso già nel primo tempo ma non siamo riusciti a centrare la porta. Siamo andati vicini al gol almeno quattro o cinque volte e dovevamo chiudere qui il discorso salvezza. Il Legnano ha giocato con tranquillità perché non ha più nulla da chiedere a questo campionato e noi non siamo stati in grado di sfruttare questa situazione a nostro vantaggio. Per quanto riguarda la sostituzione di Maah, l’ho tolto solo perché l’ho visto stanco e non ci sono stati problemi particolari dietro la mia decisione. Credo che l’ultimo posto dei playout se lo giocheranno Ternana e Pro Patria”.

Daniele Gasparetto analizza la partita e traccia un bilancio di questo primo anno a Legnano: ”Ci abbiamo provato fino alla fine e visti i risultati dagli altri campi il pareggio ci lascia con l’amaro in bocca, soprattutto in vista del playoff, ma siamo comunque contenti per aver ormai raggiunto il nostro obiettivo stagionale. La Pro Sesto ce l’ha messa tutta, volevano i tre punti a tutti i costi ma siamo stati bravi a contrastarli nonostante il caldo primaverile che un po’ ha penalizzato il nostro gioco basato sulla velocità. A Legnano mi sono trovato benissimo e ho un ottimo rapporto con tutti i ragazzi che giocano in difesa con me, per il futuro spero di rimanere qui ma ovviamente non spetta solo a me decidere. Questo anno a Legnano ho avuto la possibilità di confrontarmi con giocatori molto esperti e per chi come me arriva dalla Primavera è un’occasione importantissima. Ringrazio ancora una volta il mister, il presidente e tutta la dirigenza per come mi sono trovato a Legnano”.

Anche Simon Laner è amareggiato, sperava di chiudere oggi il discorso salvezza: ”Un po’ di rammarico c’è ovviamente, abbiamo avuto una grande occasione nel primo tempo mentre nel secondo abbiamo sofferto il gioco del Legnano. Abbiamo cercato di fare il nostro gioco e il pareggio ci sta stretto, ora però dobbiamo pensare solo a salvarci già da domenica prossima col Novara. Sarà una gara difficile ma credo che la salvezza sia alle porte”.

Il mitico Egidio Notaristefano, che anche oggi ha orchestrato a meraviglia la sua squadra, risponde alle dichiarazioni dell’allenatore ospite: ”Per come la vedo io l’occasione mancata è stata nostra, sono punti di vista. Non siamo riusciti a giocare coi nostri soliti ritmi, nel primo tempo abbiamo espresso un buon gioco poi verso la fine della partita ci siamo allungati un po’, facendo fatica a ripartire, Ci ha penalizzato anche qualche fuorigioco che è stato perlomeno discutibile, soprattutto l’ultimo fischiato a Mattioli, un giocatore che copre molto bene tutti i ruoli d’attacco. Alla luce dei risultati oggi abbiamo perso una grossa occasione e andiamo a giocare contro una Cavese che sarà alla disperata ricerca di punti salvezza, ma non abbiamo intenzione di fare le comparse. In settimana valuteremo la condizione di tutti i giocatori che oggi non hanno potuto giocare, sapendo che chiunque viene chiamato in campo è all’altezza del ruolo e sono più che sicuro che tutti avranno un ottimo avvenire”.

Italo Mattioli, protagonista della seconda metà della gara, gli è mancato solo il gol anche per colpa di un fuorigioco fantasma: ”Oggi mi hanno fischiato dei fuorigioco discutibili. Al secondo mi sono fermato ed ho aspettato per mettermi in linea, poi sono partito ma lo hanno fischiato lo stesso. In ogni partita comunque l’importate è dare sempre il massimo indipendentemente dal ruolo che sono chiamato a ricoprire. Personalmente la temperatura di oggi non mi ha ostacolato, da dove vengo io fa sempre caldo, ora sto bene e spero di fare tanto nelle ultime quattro partite di campionato. Il mio futuro? Essendo di proprietà del Lecce penso di tornare alla base, poi si vedrà se rimarrò là o se dovrò girare ancora”.

Stefano Branca
http://www.aclegnano.it/Home.htm

Pubblicato il 7/4/2008 alle 17.21 nella rubrica Legnano.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web