Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Lega C, Macalli risponde al Martina

Lega C, Macalli risponde al Martina


Con una nota stampa diffusa sul sito ufficiale, la Lega di serie C risponde al Martina. Il club, militante nel girone B della C1 e retrocesso in serie C2, ha protestato con la Lega per la penalizzazione comminata al Lanciano e ritenuta insufficiente.

Il presidente Mario Macalli

Il Martina ha contestato e contesta tuttora la mancata retrocessione del Lanciano. Ha protestato in tutti i modi possibili, dando vita a una specie di guerra che per ora non ha dato alcun risultato. Ha cercato di coinvolgere altri club della serie C e la Figc, Non ha disputato l’ultima partita di campionato in programma al Tursi contro il Perugia. Infine, due consiglieri comunali si sono incatenati davanti al portone della sede della Lega di serie C a Firenze.

 

Il presidente della Lega di serieC, Mario Macalli, a nome del Consiglio Direttivo (dal quale si è dimesso il presidente del Martina, Chiarelli), ha emesso in merito una nota stampa che riportiamo nella sua interezza.

 

La Lega Professionisti Serie C intende smentire formalmente la veridicità delle notizie riportate su alcuni quotidiani sportivi secondo le quali alcuni esponenti e/o funzionari di Lega avrebbero espresso la propria “solidarietà” a due consiglieri comunali di Martina Franca i quali lamentavano la “discutibilità” della pronuncia degli Organi di Giustizia Sportiva che avevano “…inflitto solo otto punti di penalizzazione al Lanciano per illeciti amministrativi”.

 

Il Presidente di Lega nonché l’organo di governo (Consiglio Direttivo) ritengono infatti che tutte le decisioni assunte dai compenti Organi di Giustizia Sportiva debbano essere rispettate ed eseguite; nessun esponente e/o funzionario e/o dirigente di Lega ha mai espresso alcun commento o considerazione sulle pronunce della Commissione Disciplinare e della Corte di Giustizia Federale, atteso che le stesse promanano da organi che, nell’ambito del sistema, godono della più completa autonomia ed indipendenza.

 

Ciò premesso la Lega Professionisti Serie C rende noto sin d’ora che intraprenderà, nelle sedi competenti, tutte quelle iniziative che riterrà necessarie ed opportune a tutela della propria immagine ed onorabilità in relazione alla diffusione di notizie e informazioni destituite del benché minimo fondamento".

 

Redazioneweb – www.calciopress.net
http://calciopress.net/news/125/ARTICLE/4693/2008-05-14.html

Pubblicato il 14/5/2008 alle 11.2 nella rubrica Generiche.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web