Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Pistoiese 1 – Taranto 1

fonte: tuttalac.it

Pistoia - La Pistoiese perde oggi una grossa occasione per incamerare
l’intera posta: di fronte ad un Taranto spento e con poche idee non
riesce ad andare più in là di uno squallido pareggio.
Il pubblico pistoiese si aspettava una inversione di tendenza
rispetto alla precedente gestione ma certamente il neo tecnico
Polverino non ha la bacchetta magica per risolvere i problemi dell’
undici in maglia arancione.
Sicuramente quello che salta agli occhi, come novità, è la
disposizione della squadra; i giocatori ricoprono ora i loro ruoli
naturali ed i più esperti, vedi Femiano, Guerri e Cipolla hanno
ritrovato spazio. Rimane purtroppo la pochezza tecnica di un organico
costruito in economia; la qualità individuale è l’aspetto più
preoccupante in prospettiva futura.
Il Taranto, il cui presidente Blasi, è stato contestato con
striscione, dai tifosi giunti dalla lontana Puglia, è per sei
undicesimi la squadra che ha disputato la finale play off dello scorso
campionato; dimostra però attualmente una pericolosa fase involutiva
con un atteggiamento molto prudente che denota un momento di scarsa
tranquillità.
Passando alla cronaca c’è da dire che si gioca in un caldo pomeriggio
autunnale di fronte ai soliti pochi intimi, l’inizio è lento e
compassato, la Pistoiese si dispone con un 4-3-2-1 il Taranto risponde
con 4-4-2. Nei primi dieci minuti le squadre si affrontano a
centrocampo poi inaspettatamente al 12° passa in vantaggio la Pistoiese
con una involontaria deviazione del capitano Pastore su cross dalla
destra di Bellazzini. Il vantaggio, purtroppo per la Pistoiese, dura
poco, già al sedicesimo i rossoblu pareggiano su incursione sulla
destra di Marolda che rimette al centro dell’area per l’irrompente
Sciaudone, per il numero 8 è un gioco da ragazzi battere l’estremo
Conti. Da notare che nella circostanza il Taranto non brilla per
sportività, nell’elaborazione dell’azione che porta al gol, c’era a
terra Femiano e nonostante i richiami dei giocatori arancioni gli
ospiti hanno proseguito.
Raggiunto il pareggio il Taranto ha cercato di  controllare il match,
da segnalare prima della fine del tempo solo due occasioni, una per
parte, prima Dionigi si impappina a pochi passi da Conti poi sul finale
di tempo una bella rovesciata di Bellazzini si perde di poco a lato con
Cipolla che non interviene a dare la zampata finale.
Il secondo tempo è ulteriormente sceso di tono, il Taranto ha
abbassato ancor più il suo baricentro, la Pistoiese che come dicevamo
non brilla per idee si è adeguata al tran tran voluto dai rossoblu e le
sporadiche azioni create dagli arancioni hanno avuto soltanto un
carattere velleitario che ha prodotto soltanto dieci calci d’angolo. La
partita conclusa con quattro minuti di recupero voluti dall’incerto
Sguizzato di Verona hanno sancito che le due squadre scese oggi in
campo non hanno ancora risolto i problemi che le affliggono dall’inizio
di campionato.

Pistoiese (4-3-2-1) - Conti, Fiasconi Ghinassi, Cutrupi, Muwana,
Fautario,  Bellazzini, Guerri Fanasca (55° Della Penna), Cipolla,
Femiano (64° Carozza)
A disp. Sorini, Falomi Della Penna Carozza, Cortese Lanzillotta,
Legittimo All. : sig. Polverino

Taranto (4-4-2) - Barasso, D' Alterio,  Prosperi (61° Di Bari),
Migliaccio, Pastore,  Giorgino, Cazzola, Sciaudone,  Dionigi (74°
Carrozza), Micco, Marolda (80° Caturano) All. Dellisanti
A disp: Faraon, Caturano, Sosa, Selvaggi,  Di Bari, Barrios Silva,
Carrozza

Arbitro: sig Giuseppe Sguizzato di Verona, assistenti Angelo Provesi
di Treviglio e Paolo Piovera di Seregno.

Reti: 12° autorete di Pastore, 16° Sciaudone

Note: spettatori 835 di cui 263 paganti  572 abbonati, calci d’
angolo  10 a 1 per la Pistoiese   Ammoniti: Guerri e Muwana della
Pistoiese; Migliaccio, Barasso, Di Bari del Taranto

Graziano Breschi

Pubblicato il 9/11/2008 alle 23.1 nella rubrica Pistoiese.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web