Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Cesena-Monza, la voce dei protagonisti

fonte: tuttomercatoweb

16.11.2008 19.12 di Michele Manzi  articolo letto 215 volte
Il sole fa capolino sull'impianto romagnolo, che accoglie quest'oggi il Monza, reduce da sette risultati utili consecutivi. Formazione brianzola supportata da non più di 20 sostenitori; sempre nutrita la Curva Mare, che ospita padroni di casa. Partita vivace nel primo tempo, che si apre, al 7', con un tentativo ravvicinato di Chiavarini a cui risponde Rossi Chauvenet, d'istinto. Il Cesena è pimpante sulle fasce, e i cross di Ceccarelli dalla destra sono continui. Al 14' si vede il Monza, con una conclusione tesa dell'ottimo Chianese, che impegna Ravaglia in due tempi. Ancora Monza, sempre con tiri dalla distanza: in questo caso, è Menassi a chiamare Ravaglia alla grande parata. Le fiammate del Cesena con Chiavarini e Giaccherini, che cambiano continuamente le loro fasce d'appartenenza, e la lotta a centrocampo, caratterizzata da scontri rocciosi, concludono la prima frazione di gara. Il secondo tempo registra il primo gol della partita con un'incornata di Marco Veronese, sull'assistenza di Chiavarini dalla sinistra: i padroni di casa si portano in vantaggio. C'è tempo per una gran punizione di Quadri che, da 25 metri, colpisce in pieno il sette, prima dell'episodio che cambia la partita: per vibranti proteste, dopo la mezz'ora, il sig. Cafari Panico di Cassino espelle Puleo del Monza. Neanche il tempo per la sostituzione, che la "pulce bianconera" (Giaccherini, ndr) insacca nella porta brianzola, sguarnita, dopo un gran cross in velocità dalla destra di Biserni, da poco entrato per Veronese. Ancora Giaccherini, nel finale, arriva a fondo campo e scarica fuori area un pallone invitante per Ceccarelli, che impegna Rossi Chauvenet. A tempo ormai scaduto, il Cesena dilaga con il definitivo 3-0 di Motta.

CESENA

Il tecnico del Cesena, Pierpaolo Bisoli: "Un rotondo 3-0 che abbellisce, non poco, la classifica. Oggi è andata bene, avevamo impostato la partita per attendere il momento propizio con giocate palla a terra, scambi ravvicinati e continui cambi di fronte. Il Monza è una squadra di valore, e averla battuta ci gratifica molto. Il nostro gioco manovrato e dispendioso, con quasi quattro punte, richiede una buona forma fisica, e ritengo che atleticamente ci possiamo ritenere due spanne sopra gli altri. Non abbiamo ancora vinto in trasferta, ma ritengo che nei prossimi due incontri qualcosa possa cambiare, magari già a Venezia la settimana prossima".

MONZA

Il tecnico del Monza, Dario Marcolin: "La partita è stata condizionata da due episodi: l'espulsione di Puleo e l'incrocio dei pali preso da Quadri. Sull'1-0 stavamo venendo fuori ma, poi, non siamo stati capaci di stare in partita né mentalmente né come risultato. A parte questo, la squadra del mio amico Bisoli (due anni in campo assieme al Cagliari, ndr) è forte fisicamente, con giocatori di bella stazza, come Ceccarelli, o che possiedono il guizzo, come Giaccherini. La mentalità del Monza s'è vista, ma alla prima difficoltà devi essere bravo a mantenere i nervi saldi: le partite si possono vincere anche 2-1..."

Pubblicato il 16/11/2008 alle 22.50 nella rubrica Cesena.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web