Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Benevento, la migliore difesa è sempre l’attacco

fonte: lostregone.net

Il segreto del magico momento dei giallorossi è nei gol segnati

D’altro canto è opinione comune che la miglior difesa sia l’attacco, gli stregoni sembrano aver preso alla lettera il consiglio e con il passare delle domeniche diventano sempre più prolifici. E pensare che proprio alla vigilia del campionato il Benevento ha perso l’uomo dei gol, quel Felice Evacuo che in serie B lo scorso anno aveva realizzato la bellezza di 13 reti senza tirare neanche un calcio di rigore. L’assenza del bomber partenopeo, però, non è pesata alla strega che ha trovato in Castaldo, Bueno e Di Piazza, ma soprattutto in Giampiero Clemente dei validi sostituti che hanno gonfiato molte volte le reti avversarie facendo volare la squadra nella parte alta della classifica. A quattro giornate dal termine del girone di andata il Benevento ha il migliore attacco del girone. I 21 gol siglati fino a questo momento consentono alla strega di essere la regina tra tutti gli attacchi del campionato. Questo sta a significare che è una squadra a trazione anteriore e che riesce a creare una buona dose di palle gol in ogni partita. Il valore dei 21 gol siglati sale ancora di più se si pensa che il Benevento ha segnato tutte queste reti senza mai usufruire di un calcio di rigore.
AREZZO SUPERATO – I giallorossi superano l’Arezzo non solo in classifica, visto che la squadra di Cari è stata battuta dal Perugia nel posticipo di lunedì, ma dunque lo sorpassano anche nella classifica per il migliore attacco del torneo. Circa un mese fa la squadra toscana non solo era prima in classifica, ma vantava anche il migliore reparto offensivo. Sono bastate solo quattro gare agli stregoni per compiere il sorpasso totale. La spiegazione sta nel fatto che il Benevento piano piano, ha preso coscienza delle proprie forze migliorando sempre di più le proprie prestazioni. L’Arezzo, viceversa, dopo un inizio da sballo ha tirato il freno a meno e come un gambero ha fatto considerevoli passi all’indietro.
NON SOLO ATTACCO - Anche un mese fa il Benevento vantava uno dei migliori attacchi del campionato, ma di contro aveva una difesa “ballerina”, che in un’ideale classifica la poneva addirittura nelle zone più basse. Oggi le cose sono cambiate anche nel reparto difensivo. Il Benevento, infatti, con i 12 gol subiti ha la terza migliore difesa del campionato: meglio degli stregoni hanno fatto solo la capolista Crotone ed il Foggia (10 reti subite), il Gallipoli ed il Real Marcianise (11 reti incassate). Anche in questa classifica il Benevento precede l’Arezzo che con la rete subita lunedì sera ad opera del grifone Ercolano, retrocede al quarto posto con 13 reti incassate. Il Benevento sta dunque riacquistando sicurezza nel reparto difensivo che nelle ultime due stagioni è stato il suo fiore all’occhiello. Sarà stato per il rientro di Landaida o per qualche aggiustamento della fase difensiva, fatto sta che la squadra giallorossa ora appare certamente più solida dietro e non è un caso che nelle ultime tre partite abbia subito solo due gol.
PRIMATI DA DIFENDERE - Dunque domenica il Benevento deve difendere tre primati. Non solo c’è in ballo la possibilità di insidiare la capolista Crotone, ma in più la strega deve difendere il suo bottino di reti realizzate, e anche quello di minor gol incassati rispetto agli amaranto. Contro l’Arezzo, dunque, serve una grande prova, per respingere gli attacchi su ogni fronte che gli verranno dalla sua più diretta inseguitrice. 

da Il Sannio Quotidiano

Pubblicato il 27/11/2008 alle 17.24 nella rubrica Benevento.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web