Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Aggressione ai tesserati della J.Stabia: la società si dimette

“Tale comportamento, sicuramente deplorevole, ci lascia profondamente delusi ed amareggiati"

di Comunicato Stampa - SSJuveStabia StabiaChannel.it
 

In seguito all’aggressione subita, questa sera, da alcuni tesserati della S.S. Juve Stabia spa da parte di ignoti, tutta la componente societaria della S.S. Juve Stabia spa rassegna le proprie dimissioni. “Tale comportamento, sicuramente deplorevole, ci lascia profondamente delusi ed amareggiati – affermano all’unisono i dirigenti tutti - . Siamo disposti sin da questo momento a farci da parte in quanto il calcio deve essere inteso come uno sport di sana competizione e non può essere macchiato da episodi di pura violenza nè da atti di vero teppismo . Per un atto di responsabilità, in attesa che ci possano essere degli sviluppi, ci impegneremo a garantire l’ordinaria amministrazione fino al 31 gennaio 2009”


Juve Stabia - Lanciano 0 a 2: ancora una sconfitta per le vespe. Il Video


Lanci lunghi, nessuna azione degna di nota. Ed al Menti i fischi la fanno da padrone.

di Dario Sautto - Roberto D'Auria StabiaChannel.it
 

JUVE STABIA: Brunner; D'Ambrosio (12' st De Rosa), Gritti, Geraldi, Radi; Ametrano, Monticciolo; Capparella, Grieco, Amore (1' st Peluso); Biancolino (30' st Morello). All. Massimo Morgia.
A disp: Della Corte, Marino, Mineo, Artistico.

VIRTUS LANCIANO: Aridità ; Bognar, Oshadogan, Erba (17' st Daleno), Mammarella; El Kamch, Romano; Turchi, Margarita (38' st Alfageme), Volpe; Colussi (23' st Amenta). All. Eusebio Di Francesco.
A disp: Bordeanu, Cossu, Pagliarini, Morante.

ARBITRO: Gesuele Paparazzo di Catanzaro
MARCATORI: 36' Oshadogan, 42' st Alfageme
AMMONITI: D'Ambrosio, Romano, Oshadogan, Turchi, Amenta, Radi, Peluso
ANGOLI: 5-2
NOTE: Circa 500 paganti, 1400 circa gli abbonati. Recuperi: 1'+4'.

Ancora una sconfitta per la Juve Stabia, ancora una brutta prestazione per la formazione di mister Morgia che a fine gara rassegnerà le dimissioni. Una brutta prova, questa volta al cospetto del proprio pubblico, ha portato all'esasperazione degli animi tanto da portare, come comunicato dalla società attraverso un comunicato stampa, all'aggressione di alcuni tesserati della Juve Stabia con conseguente dimissione della dirigenza stabiese.
Un brutto momento per il calcio stabiese. Ma veniamo alla gara. Una gara giocata malissimo dai gialloblè, senza costruire una manovra degna di tale nome. Si è insistito troppo con lanci lunghi per un Biancolino in difficoltà su queste palle, giocate sempre con le spalle alla porta. Mai un cross, mai una palla pulita per il Pitone, con un Grieco che non è riuscito a ripetere le brillanti prestazioni delle gare precedenti. Un Amore in grosse difficoltà sulla fascia e che il tecnico romano continua a schierare in una posizione che non permette al calciatore di esprimersi al meglio, almeno per le attuali condizioni fisiche dello stesso.
Ma andiamo con ordine. Bisogna attendere il 16' per vedere la prima azione di gioco di una certa pericolosità, ed è del Lanciano. Gli ospiti battono un corner con la palla indirizzata al limite dell'area dove ad attenderla c'è il libero Bognar che dai 35 metri spara altissimo sopra la traversa. Al 18' arriva anche la prima azione della Juve Stabia: Biancolino riesce a liberarsi di fisico per il tiro, il suo destro però è centrale. Un minuto dopo ci prova Grieco su calcio piazzato ad impensierire l'estremo difensore rossonero ma la palla, calciata dai 30 metri, finisce tra le braccia di Aridità . A l 23' la Juve Stabia reclama un rigore: su cross di Amore, Bognar tocca di mani, ma il direttore di gara concede solo il corner. Al 26' D'Ambrosio, sulla destra, si rende protagonista di un'azione insistita. Tenta prima il servizio, poi il rimpallo lo favorisce e prova il sinistro, a lato. Risponde il Lanciano che al 29' con Turchi ci prova dalla distanza, ma il suo tiro è impreciso. Al 36' arriva la doccia fredda per tutti gli spettatori del Menti, anche quest'oggi molto pochi per la concomitanza della gara del Napoli contro l'Inter. Su azione di corner, il Lanciano passa in vantaggio: gli ospiti battono un calcio d'angolo corto con il secondo uomo rossonero solissimo e libero di crossare in area. Buco della difesa, la palla danza davanti alla linea di porta, il più lesto è Oshadogan che, lasciato solo sul secondo palo, mette in rete per lo 0-1. La Juve Stabia sembra essere in balia degli avversari ma, ancor di più, di se stessa. Non riesce ad essere mai pericolosa ed al 42' rischia di andare al riposo con un passivo ancora maggiore. Volpe scappa in contropiede e crossa per Colussi ma che, fortunatamente, era in fuorigioco.
Nella ripresa mister Morgia cerca di cambiare qualcosa e manda nella mischia Peluso per un evanescente Amore. Juve Stabia a trazione anteriore. Al 7' punizione guadagnata da Grieco, è la sua posizione, ma il "mago" calcia sulla barriera. Al 18' quarto calcio d'angolo per le vespe: Geraldi svetta su tutti e colpisce la traversa. Al 22' Grieco, ancora su punizione dal limite, calcia una palla velenosa verso la porta di Aridità: palla che gira, ma finisce a lato. Al 27' il neo-entrato De Rosa riesce a liberarsi al tiro dal limite, il suo sinistro finisce però di poco lontano dall'incrocio dei pali. Le vespe sembrano avere una reazione d'orgoglio e spingono un pò di più sull'acceleratore. Al 36' Grieco tenta un tiro cross di sinistro da posizione defilata, ma smanaccia Aridità . Al 42', ed in contropiede, arriva la beffa. Alfageme, sul filo del fuorigioco, servito in profondità entra in area e beffa con un pallonetto Brunner, colpevole per l'uscita ritardata. E' notte fonda. Ironico applauso dei tifosi della Juve Stabia. Al 45' Capparella ci prova su azione d'angolo, ma il suo tiro è sballato, anche se potente. Al 46' ancora Alfageme in percussione centrale, vince un rimpallo, ma Geraldi riesce a fermarlo prima della conclusione.
La gara termine con una bordata di fischi per la Juve Stabia e con un successivo applauso ai calciatori del Lanciano. In sala stampa si presentano subito il tecnico del Lanciano Di Francesco ed il difensore Oshadogan. Si attende a lungo, invece, qualcuno della Juve Stabia ma si capisce che negli spogliatoi è in atto un confronto tra la società, i calciatori ed il tecnico. Ed è proprio Morgia che, bersagliato dalla tifoseria durante la gara, rassegna le dimissioni. La società, come farà poi sapere Amodio, valuterà in merito il dafarsi. Intanto, da pochi minuti, si è saputo di un aggressione subita da alcuni tesserati della Juve Stabia a seguito dei quali la dirigenza gialloblè a rassegnato le proprie dimissioni.

Il video dei GOL: clicca qui.

Le foto di Juve Stabia - Lanciano: clicca qui.

Pubblicato il 30/11/2008 alle 22.57 nella rubrica Juve Stabia.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web