Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Prima divisione B: Gallipoli-Crotone 2-1

fonte: datasport.it

(Ciro Ginestra - matchwinner)
(AGM-DS) - 30/11/2008 19.06.08 - (AGM-DS) - Milano, 30 novembre - Nel segno del Gallipoli la quattordicesima del campionato di prima divisione B, che piega il Crotone nel match-clou sul proprio perimetro di gioco.

I pitagorici sbagliano i loro calcoli. Dopo due pareggi consecutivi alla prova del nove l’undici di Moriero paga dazio sul rettangolo verde del Bianco nella partita di cartello della giornata e viene spodestato dalla vetta dai galletti. Alla radice di questa sconfitta la differenza di atteggiamento delle due formazioni: da un lato un Gallipoli lucido e aggressivo che elabora geometrie di gioco lineari ed efficaci ed è capace di elevare il pericolo con improvvise verticalizzazioni, soprattutto grazie alla potenza di fuoco delle sue punte, dall’altro un Crotone che non si è dimostrato all’altezza di questa sfida, eccessivamente rinunciatario per un’ora, quando è sembrato accontentarsi del classico punto, nella seconda parte della ripresa decide di osare, ma la sua reazione risulta confusa e sterile.

Sulla carta la gara è da tripla. E come spesso avviene quando la posta in palio è alta, in avvio il match è intenso e combattuto ma parco di emozioni. A condizionate l’incontro, oltre alla tensione agonistica, anche un forte vento di scirocco che nella prima frazione soffia a favore dei padroni di casa. Dopo venti minuti di zero assoluto, i pugliesi aumentano il volume della loro manovra e al 25’ impensieriscono la difesa rossoblu con un potente rasoterra dal limite di Di Gennaro respinto da Farelli, mentre sulla ribattuta Ginestra è contrastato da due difensori e conclude sull’esterno della rete. Il prodotto di questa maggior pressione si concretizza al 39’ in virtù di un rigore fischiato dal direttore di gara, Ruini di Reggio Emilia, per uno sgambetto di Francesco Rossi su Cimarelli. Di Gennaro trasforma spiazzando il portiere con una soluzione bassa e angolata. Dell’attesa risposta dei calabresi non c’è traccia, così nella ripresa sono ancora i giallorossi ad assumere l’iniziativa. Però al 59’ gli squali sono aiutati dal vento, che inganna Rossi in uscita e regala a Paponetti la possibilità di pareggiare correggendo di testa nella porta sguarnita una punizione di Morleo dal lato destro dell’area. Con il pareggio si chiude la prima parentesi della partita. Ora gli ospiti avanzano il baricentro e incrementano il loro coefficiente offensivo, ma la loro pressione che risulta sterile, mentre è il Gallipoli a creare le occasioni migliori. Infatti al 65’ si riporta in vantaggio grazie a un numero di Ginestra, che riceve la sfera dal vertice destro dell’area, converge al centro scartando alcuni avversari e lascia partire una fiondata che si insacca all’angolino. Nonostante nel finale Moriero imbottisca il Crotone di punte, sono i salentini a legittimare il risultato centrando due legni. Al 75’ con un prepotente diagonale dalla destra di Russo che colpisce il sette e al 77’ con una rasoiata di Mounard che coglie la base del palo alla destra del portiere.

E alla fine il risultato rispecchia la somma dei valori in campo.


(R. Datasport, DTS)



Prima divisione B: Moriero: “Nulla e` compromesso”

(Francesco Moriero - sulla panchina Crotone)
(AGM-DS) - 30/11/2008 22.14.31 - (AGM-DS) - Milano, 30 novembre - La quattordicesima giornata del campionato di prima divisione B regala un coach degli squali fiducioso: “Il campionato e` ancora troppo lungo”.

Davanti ai nostri taccuini, nei minuti successivi alla sfida al vertice Gallipoli-Crotone , che ha raccontato il ritorno al sorriso dei galletti grazie al risultato di 2-1 appare al settimo cielo l’allenatore dei salentini Giannini: “Siamo contenti sia della prestazione che del risultato, perche` abbiamo giocato un buon calcio contro una grande squadra. Ai nostri avversari abbiamo lasciato poco spazio, mentre abbiamo creato alcune ghiotte occasioni da rete oltre ai gol. Siamo stati anche condizionati dal forte vento di scirocco. I ragazzi hanno giocato veramente bene, sempre molto concentrati, hanno affrontato nel migliore dei modi la sfida contro la capolista. Siamo riusciti a mantenere il controllo del gioco per tutti i novanta minuti, meritando ampiamente questa vittoria. Adesso, pero`, non dobbiamo cullarci, ma dobbiamo capire che il campionato e` ancora molto lungo e che quindi dobbiamo pensare alla prossima gara, dopo esserci goduto questa vittoria. La classifica e` molto corta e puo` accadere di tutto.”
Non drammatizza nonostante la sconfitta e l’abbandono della vetta, Moriero, mister dei calabresi: “Il campionato e` ancora molto lungo e nulla e` stato compromesso con questa sconfitta a Gallipoli. Il nostro programma e` quello di arrivare nelle prime cinque posizioni e quindi e` ancora tutto da decidere. So di avere un buon gruppo e di poter contare su questi ragazzi, che lavorano tanto e che, quindi, possono raggiungere questo traguardo. Sono convinto che si puo` fare bene, l`importante e` lavorare con serenita` e umilta` ogni giorno, vivendo domenica per domenica senza fare programmi a lunga scadenza. Il forte vento di scirocco ci ha condizionato oltremisura. Impedendoci di giocare con tranquillita`. Abbiamo, comunque, disputato un buon primo tempo e se non ci fosse stato quel calcio di rigore forse ora staremmo parlando di un`altra gara. Sicuramente e` stato giocato del bel calcio e chi e` venuto allo stadio e` rimasto contento. Ci puo` stare di perdere al Bianco e non dobbiamo farne un dramma. Dopo la rete del pareggio di Paponetti credevo di poter anche ribaltare il risultato e invece e` venuto subito un gran gol di Ginestra, come se ne vedono pochi in queste categorie, e a quel punto diventava difficile riuscire a recuperare la partita. Adesso, pero`, pensiamo alla prossima gara che ci vede affrontare una squadra forte come l`Arezzo. Puo` accadere di tutto.”



(R. Datasport, DTS)

Pubblicato il 1/12/2008 alle 20.57 nella rubrica Crotone.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web