Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Cremonese-Cesena 1-2 Sedicesima e penultima giornata del girone d’andata di quella merda di campionato che hanno anche il coraggio di chiamare Prima Divisione.

fonte: bronxvigne.it

15 Dicembre 2008

Cremona, stadio Zini, domenica 14 dicembre 2008, ore 14,30. Sedicesima e penultima giornata del girone d’andata di quella merda di campionato che hanno anche il coraggio di chiamare Prima Divisione.

CREMONESE: G. Bianchi 6 Rizzo 6 Pesaresi 5,5(24’st Pradolin n.g.) Fietta 5,5 Bianchi A. 5 Cremonesi 6 Gherardi 5(1’st Ferrarese 5) Vitofrancesco 6,5 Graziani 5(30’st Temelin 6) Saverino 5 Guidetti 5 All. Iaconi.
CESENA: Ravaglia Ceccarelli (41’st Ricci) Biserni De Feudis Lauro Cusaro Segarelli Sacilotto Veronese (16’st Chiavarini) Bonura Motta (46’st Djuric) All. Bisoli.
ARBITRO: Massa di Imperia 6,5.
RETI: 32' pt De Feudis, 25' st Motta, 48' st Temelin.
AMMONITI: Fietta (Cremonese), Bonura (Cesena)

CREMONA. Con un’eccellente prestazione fotocopia di quella di domenica scorsa, il Cesena vince con lo stesso punteggio il match-clou della 16' giornata contro la più indiziata pretendente alla B (almeno secondo i pronostici estivi), Cremonese.
Pronti via e ci si rende subito conto che sarà battaglia! Lo "Zini" si presenta più come un campo di patate invece di uno Stadio che ha vissuto in tempi non troppo remoti la serie A, di conseguenza Mister Bisoli decide di puntare sulla maggior fisicità di Bonura piuttosto che sulla fantasia di Chiavarini per sostituire lo squalificato Giaccherini. La mossa si rivelerà azzeccata!
Dopo una prima mezzora di studio dove il Cesena controlla perfettamente la partita e la Cremonese cerca di affacciarsi timidamente in avanti (da brividi un’altra uscita a vuoto di Ravaglia con Cusaro che riesce a liberare sulla linea di porta), al 33' si passa in vantaggio. Percussione sul centro destra dell’ ottimo De Feudis che chiede il triangolo a Motta, il quale di prima intenzione mette il metronomo bianconero a tu per tu con Bianchi che nulla può sulla "puntata" di destro che si infila sotto l’ incrocio dei pali alla sua sinistra.
Il quarto d’ ora che chiude i primi 45 minuti di gioco è una maestosa prova di forza dei romagnoli che tirano la classica riga nella propria trequarti facendo rimbalzare al mittente tutte le sortite grigiorosse! E gli spauracchi Graziani e Guidetti "guidati" dallo "spellacchiato" Saverino? Non pervenuti se non per le continue lamentele e simulazioni alle quali l’ ottimo Massa di Imperia non abbocca!
Si va al riposo quindi sullo 0-1 a coronamento di una prima frazione di gioco combattuta e portata a termine in maniera autoritaria.
Inizia la ripresa e Mister Iaconi sostituisce lo spento Gherardi con Ferrarese per cercare di dare più verve alla manovra offensiva.
Ma è il Cesena che si rende pericoloso intorno al 20' quando Motta intercetta un retropassaggio di A. Bianchi e scavalca in pallonetto il numero 1 lombardo. Sembra goal invece la palla si stampa clamorosamente sulla traversa! I bianconeri hanno in mano le redini del gioco, giostrano con una tranquillità e una precisione che lasciano annichilito l’ undici di casa, incapace di sovvertire l’ inerzia dell’ incontro. Al 16' Bisoli sostituisce l’ esausto Veronese con Chiavarini e di lì a poco il Cesena chiude meritatamente la contesa. E’ il 25' quando Segarelli serve in profondità Bonura, il quale arriva sulla linea di fondo e consegna un cioccolatino all’ onnipresente Motta che non ha difficoltà a scartarlo e depositarlo in rete. Che spettacolo amici!
Nei restanti 20 minuti il Cesena continua la sua opera, chiudendo ogni spazio (ottimo Ravaglia di piede su Temelin sul filo di lana) fino allo scadere quando lo stesso Temelin si inventa una parabola quasi dalla linea di fondo che si insacca alle spalle di un incerto n. 1 bianconero. C’è giuso il tempo di battere la ripresa del gioco e di permettere a Lauro di allontanare il più possibile la palla dall’ area di rigore che l’ arbitro si porta il fischietto alla bocca e decreta chiuse le ostilità.
Che dire? E’ veramente un bel Cesena, la sconfitta di Venezia è stata lo spartiacque di un campionato che rischiava di naufragare ed invece ci vede in veemente rincorsa alle primissime posizioni! Ora speriamo di chiudere alla grande questo nefasto 2008 con un’ altra imperiosa vittoria contro il Verona per passare un meritato, sereno e soddisfacente Natale pallonaro!

Cremonese-Cesena, le pagelle

15 Dicembre 2008

Ravaglia 5,5: ora l’ incubo "uscita alta" inizia a farsi serio! Anche sul goal subìto non sembra impeccabile. Insicuro.
Ceccarelli 6,5: nella fase difensiva sta crescendo di partita in partita. In attacco non riesce ad incidere. Gagliardo (speriamo che Jhonny sia contento!!!!). (Ricci n.g.)
Biserni 6,5: tampona la fascia macinando kilometri.
De Feudis 7,5: anche oggi non sbaglia un appoggio, corre, lotta semplifica ogni palla sporca e sigla un goal di "tigna"
Lauro 7: tiene la palla il più lontano possibile dall’ area di rigore. Non avrà l’ eleganza di Biasi ma in quanto ad efficacia non gli è da meno.
Cusaro 7: se Graziani è più per terra a lamentarsi che in area di rigore a creare grattacapi il merito è tutto suo.
Segarelli 7: instancabile e insostituibilie.
Sacilotto 7: il tassello mancante al centrocampo bianconero. cresce di partita in partita portando fisicità e palleggio.
Veronese 6: imbrigliato nella morsa dei statuari centrali grigiorossi non riesce ad incidere ma la sua prestanza là davanti si fa sentire. (Chiavarini 6,5: porta vivacità e palleggio in un momento fondamentale della partita)
Bonura 6,5: ancora un pò troppo compassato, gioca una miriade di palloni. Assist d’ oro per il secondo goal di Motta.
Motta 7,5: ci ripetiamo, attualmente è di un’ altra categoria! (Djuric n.g.)

Bisoli 7,5: se dopo Venezia il Cesena è un’altra squadra, il merito è soprattutto suo!


Cremonese-Cesena: le curve

15 Dicembre 2008

Ogni volta che metto piede in uno stadio come quello di Cremona penso " Chissà che emozione per questi giocatori quando entrano in campo al tempio del calcio chiamato Dino Manuzzi! ". Al grigiore della giornata si unisce, infatti, il grigiore della cornice di pubblico: un vuoto desolante. La gradinata è chiusa, la curva e la tribuna ospitano pochissima gente. Il pubblico sistemato in curva comunque incita la squadra per buona parte della gara per lasciare posto poi a fischi e contestazioni quando, sul 2 a 0 per noi, la nostra superiorità è talmente netta da non lasciare scampo ai giocatori grigiorossi.

La Fantascienza: seconda vittoria consecutiva in trasferta! Partiamo dalla Piazzetta con il nostro solito carico di speranze e di fiducia, ma rimurginando sul fatto che avendo vinto già a Lumezzane sarà molto dura oggi battere la Cremonese. In macchina ragioniamo però sul fatto che con un Cesena come quello visto domenica scorsa ci sono buone possibilità di strappare il risultato…volesse il cielo! Arriviamo a Cremona e, sorpresa delle sorprese, ci sono tantissime indicazioni per raggiungere la stadio ( tutte quelle che mancano in quasi tutte le altre città d’Italia! ). Poi entriamo nel nostro settore, sprovvisti del nostro stendardo perchè non regolamentare ( !! ) e insieme a tutti i 220 presenti ci stringiamo al centro.

Cantiamo, incitiamo i ragazzi, facciamo due belle sciarpate e..la fantascienza : un Cesena spettacolare ci regala la terza vittoria consecutiva! Una gioia da non credere! Una gioia che andava vissuta allo Zini di Cremona tutti insieme e non alla televisione ( nota di demerito a chi non è venuto con questa motivazione! ). Comunque, torniamo carichi come molle alla volta di Cesena. Con una squadra che gioca così, possiamo veramente cominciare a sperare!

" We could be heroes.. just for one day.." D.Bowie

Pubblicato il 16/12/2008 alle 10.11 nella rubrica Cesena.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web