Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Iª Div. Gir. A - 16ª giornata: il punto

fonte: realsports.it

 
di Marco Magli 

La Pro Patria di nuovo sola al comando grazie al pari della Spal contro il Lecco. Nel posticipo zero a zero tra Padova e Reggiana

Con il pareggio a reti inviolate tra Padova e Reggiana, nel posticipo di lunedì sera, si è conclusa la sedicesima giornata. In attesa del recupero di mercoledì tra Pro Sesto e Lecco, la classifica presenta, nelle prime otto squadre, nessuna a pari punti, mentre nella parte bassa, si trovano ben dieci squadre in cinque punti (l’ipotetica vittoria del Lecco, oggi ultimo, nel recupero, stravolgerebbe completamente la ‘zona calda’ della classifica, e vedrebbe i blucelesti con quattro squadre dietro).

Con la vittoria a San Benedetto ed il concomitante pareggio casalingo della Spal contro il Lecco, la Pro Patria torna da sola al comando della Classifica. Netta vittoria dei bustocchi che chiudono la gara nei primi ventisei minuti di gioco, troppo la differenza tecnica tra le due compagini che si evidenzia già nei primi minuti, vanno a segno Toledo al 7’, Fofana (settimo centro stagionale) dopo quattro minuti e chiude Melara al minuto ventisei. La squadra di Lerda ha messo a segno ben sette reti nelle ultime due partite e sembra essere tornata quella d’inizio stagione, dove, ricordiamolo, conquistò ben sei vittorie consecutive. Notte fonda invece per la Samb che cade per la terza volta consecutiva e anche la difesa, che sino poco tempo fa era un punto di forza, sembra essere diventata il tallone d’Achille. Solo il Lecco è alle spalle dei marchigiani.

Gli estensi confermano la loro idiosincrasia negli scontri interni con le cosiddette piccole, il Lecco, con grande vigore, porta via un punto meritato, al vantaggio ferrarese di Arma al 28’pt (ottava rete) ha risposto al 32’st Montalto. Si riavvicina alla vetta il Novara di Notaristefano che sbanca Lumezzane, in rete l’esperto centrocampista Gallo dal dischetto al 16’st, tre punti molto pesanti per i piemontesi che li consente di occupare la terza posizione in solitaria. Per i Lumezzane è la seconda sconfitta consecutiva patita in casa, i bresciani sembrano diventati la brutta copia della squadra che fino qualche settimana fa era l’unica imbattuta.

Ma è il Cesena a fare il colpo della giornata andando a vincere allo ‘Zini’ contro la Cremonese, portando all'esonero di Iaconi, i lombardi si allontanano dalla zona play off e incappano nella quarta sconfitta negli ultimi cinque incontri. Proprio la squadra di Bisoli, giunta alla terza vittoria consecutiva, si inserisce all’ultimo posto utile della zona play off, per la squadra romagnola sono andati a segno De Feudis al 31’pt e il capocannoniere ex Rimini Motta al 25’st, giunto alla nona rete in Campionato, Temellin ha accorciato le distanze oramai a partita chiusa, al 47’st.

Tra le zone alte si fa sotto anche il Verona di Remondina, ora a due punti dalla zona spareggi promozione, che infila il nono risultato utile consecutivo battendo il Monza, partita in salita per gli scaligeri che, dopo dieci minuti, si trovano ad inseguire per l’autorete di Scapini, è Parolo al 37’pt a pareggiare ed è decisivo Gomez, subentrato a Tiboni al 32’st, a dare la vittoria ai gialloblu al 38’st. Per i brianzoli è la terza sconfitta consecutiva in trasferta.

Vittoria fondamentale per il Portogruaro, terza consecutiva al ‘Mecchia’, ed aggancio in classifica sul Legnano, giunto alla quinta sconfitta consecutiva fuori dalle mura amiche. Veneti in rete con Mortelliti al 14’pt e Peana al 24’st, gara caratterizzata anche da due espulsioni, una per parte. I lilla si sono trovati in dieci al 19’pt, è Battaglia a lasciare il campo per fallo, su chiara occasione da rete, ai danni di Mortelliti e successivamente è Cuffa ad abbandonare il rettangolo verde per fallo di reazione.

Pareggio a reti bianche tra Ravenna e Venezia che fanno un piccolo passo avanti in classifica, bizantini padroni del gioco ma di fronte hanno trovato nell’esperto portiere veneziano un ostacolo insuperabile. Lotti è assoluto protagonista al 40’pt, quando para un rigore al bomber Zizzari. Punto importante soprattutto per i lagunari che allungano la striscia positiva a quattro partite.

Nell’anticipo di sabato, preziosa vittoria della Pro Sesto sul Pergocrema, è Campi dopo due minuti di gioco a realizzare la rete, su rigore, che permette ai milanesi di fare un passo avanti e agguantare la squadra cremasca in classifica. Espulsi il capitano Fracassetti, per la Pro Sesto, al 23’pt per un’entrataccia su Le Noci, e Finetti, per il Pergocrema, per doppia ammonizione dopo undici minuti della ripresa. Si ferma quindi a cinque risultati utili consecutivi la striscia positiva del Pergocrema di Piantoni, invece la squadra di Sala ha l’opportunità, con il recupero di mercoledì contro il Lecco, di allungare le distanze sulla bassa classifica



Pubblicato il 17/12/2008 alle 0.11 nella rubrica 1a Div/A.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web