Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Legnano-Ravenna: parola ai protagonisti...Il presidente Resta: liquidazione? scampato pericolo...

fonte: aclegnano.it

PIPPO RESTA: “E’ Natale e così le due squadre hanno pensato di farsi i regali, comunque il pareggio mi sembra giusto. Nel primo tempo c’è stata una gran lotta a centrocampo poi, dopo essere passati in vantaggio, abbiamo giocato meglio”.

ATTILIO LOMBARDO: “Abbiamo fatto tutto noi, nel bene e nel male. Ancora una volta abbiamo regalato troppo ai nostri avversari ed ancora una volta siamo stati puniti, non ci sono scusanti. Abbiamo avuto le occasioni buone per chiudere la gara poi l’ennesimo errore difensivo ci ha privato della vittoria. Non è stata una bella partita, la loro difesa a cinque ci impediva di sviluppare il gioco poi ci tenevano in apprensione con i continui lanci lunghi dalle retrovie. Avevamo preparato la partita come fosse una finale, per noi erano fondamentali i tre punti anche perché ero convinto che le nostre avversarie dirette oggi avrebbero pagato dazio e con un successo avremmo potuto scalare la classifica. Di mercato non parlo perché non conosco i piani della dirigenza, io sono comunque a completa disposizione della società. Dico solo che mi dispiacerebbe se la squadra fosse smantellata perché significherebbe ripartire da zero”.

SIMONLUCA AGAZZONE: “Peccato per il pareggio, era una gara da vincere a tutti i costi. Peccato per il palo colpito, per le occasioni sciupate e per tante altre cose successe oggi. Sono contento per il primo gol realizzato (splendida rovesciata su corner di Nizzetto ndr) che dedico a me stesso, ai tifosi ed alla società. Anche oggi abbiamo pagato a caro prezzo delle ingenuità commesse, speriamo che con l’anno nuovo le cose miglioreranno”.

THOMAS ALBANESE: “Ci è mancata un po’ di fortuna e di convinzione nel finale di gara. Loro sono stati bravi a credere nel pareggio fino alla fine. Per quello che mi riguarda, ringrazio il mister per la fiducia che mi ha dato mettendomi in campo nelle ultime due gare di campionato. Sia a Portogruaro che oggi ho avuto le occasioni per fare gol ma mi è mancata quella dose di buona sorte che spero di avere l’anno prossimo”.

GIANLUCA ATZORI (Allenatore Ravenna): “A parte un quarto d’ora di paura ad inizio ripresa, abbiamo giocato meglio degli avversari ma stavamo per perdere la partita. Comunque il pareggio me lo tengo stretto visto che le cose per noi si stavano mettendo male. Non mi è piaciuto l’atteggiamento che la mia squadra ha avuto nel finale di gara. Raggiunto il pareggio e con la superiorità numerica, dovevamo avere la mentalità giusta per cercare la vittoria, invece ho visto troppi passaggi all’indietro ed alla fine abbiamo anche rischiato di perdere”.

BRIAN FILIPI (centrocampista Ravenna): “Il mio gol è servito per dare una mano alla squadra, è questa la mia soddisfazione. E’ stato bravo Zecchin a mettere in mezzo una gran palla ed io ho solo dovuto appoggiarla in rete di testa”.

LORENZO ROSSETTI (centrocampista Ravenna): “Sono dispiaciuto perché ho avuto due buone occasioni ma non sono riuscito a fare centro. Secondo me, viste le palle gol avute, il Ravenna meritava qualcosa in più del pareggio”.



Il presidente Resta: liquidazione? scampato pericolo...


News: Durante la conferenza stampa post-partita di Legnano-Ravenna, il presidente dell’A.C. Legnano, Giuseppe Resta, ha fatto il punto della situazione relativamente ai problemi societari.
“Tempo addietro dissi che il Legnano rischiava la messa in liquidazione, – ha dichiarato il presidente – oggi posso dichiarare che il pericolo è scampato e la società ha evitato questo rischio e quindi andrà avanti lungo il normale percorso sportivo fino al termine della stagione. Di questo fatto siano felici i tifosi e gli appassionati lilla. La soluzione dei problemi è avvenuta all’interno del Consiglio di Amministrazione della società stessa, nessun aiuto è arrivato dall’esterno, nessun imprenditore si è fatto avanti per darci una mano. Abbiamo fatto enormi sacrifici per garantire un futuro al Legnano, in un momento certamente delicato per il mondo dell’imprenditoria. Il mercato di Gennaio sarà un’opportunità per noi, come per altre società che non nuotano nell’oro, per rivedere l’organico ed apportare quei cambiamenti necessari a sistemare le cose ma per ora non voglio dire se qualcuno partirà o altri arriveranno”.

Pubblicato il 23/12/2008 alle 8.19 nella rubrica Legnano.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web