Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Calciomercato Pescara, L'avvocato Petricca:"Verratti?Nessuna fuga, attendiamo la nuova società"


E' stato al centro dell'attenzione, lo sarà anche da qui a breve e con ogni probabilità sarà destinato ad esserlo sempre. Accade quando sei fornito di doti sopraffine, di talento purissimo, in special modo quando la tua carta d'identità indica anni sedici e già hai esordito in lega Pro e nelle nazionali giovanili. Marco Verratti è un patrimonio del fallito Pescara calcio Spa ed in questi ultimi mesi ha fatto parlare e scrivere più di qualunque altro tesserato. Notizie, indiscrezioni più o meno vere, leggende metropolitane, in un momento di vuoto di potere assoluto, hanno preso il sopravvento, creando una confusione che non ha di certo fatto bene al ragazzo.
Per capire, forse sgomberare il campo da qualche dubbio, abbiamo interpellato chi, da qualche tempo, cura gli interessi del “folletto” di Manoppello, Roberto Petricca.
L'avvocato romano, ex Presidente dell'Assoprocuratori, supporta Giovanni Ferro-formale agente di Verratti.

Avvocato allora, com'è la situazione per il nostro enfant prodige?
C'è stata grande preoccupazione qualche tempo fa. Abbiamo avuto anche dei momenti difficili con la proprietà transitoria che è appena andata via. Abbiamo cercato di far capire che stavano sbagliando con il ragazzo ingaggiando un braccio di ferro con loro dato che volevano depositare un contratto illegittimo. Poi, fortunatamente, aiutati dalla presenza di una persona ragionevole come Ilvano Ercoli, siamo riusciti a ricondurre la cosa a rapporti decenti. Ora come ora diciamo che la situazione, dal punto di vista economico, è vantaggiosa per la Pescara Calcio e meno per la famiglia o per Ferro dato che c'è la volontà di trattare con la nuova proprietà, trovare un accordo e magari una sistemazione, comunque, in Italia. Abbiamo intenzione di proseguire su questo filone, con una filosofia di rispetto al contrario di nostri molti colleghi che hanno fatto fortune facendo trasferire i propri giovani assistiti all'estero. Cercheremo di collaborare.

A noi risulta che, comunque, un contratto sia stato sottoposto dal curatore fallimentare e rifiutato...
Capisce che in una situazione come questa andare a fare un contratto nuovo non ne vediamo il bisogno, escludendo pericoli di fuga. Strategicamente non è la cosa migliore, anche perchè vorremmo sapere i programmi futuri ed un curatore agisce in un esercizio provvisorio. Appena arriverà la nuova proprietà cercheremo di sederci e trovare una soluzione di reciproca soddisfazione.

Avvocato, però c'è la possibilità, in questo momento che sul ragazzo piombino società straniere acquisendolo ad un prezzo praticamente azzerato...
Teoricamente tutto può accadere. Se domani arriva una proposta del Real Madrid non possiamo di certo nasconderla alla famiglia, però abbiamo tutti la ferma volontà di non intraprendere e di non cercare questa strada. L'anno scorso con Cani abbiamo fatto lo stesso, il ragazzo poteva andare in Inghilterra al Manchester City ed in molti altri posti. La nostra filosofia non è questa. Certo è che in sede di stipula del contratto poi questa nostra stessa volontà si dovrà tener presente. Riconoscerne i meriti al ragazzo per poi intraprendere un percorso insieme di reciproca soddisfazione.

Escludiamo, quindi, fughe notturne?
Le fughe notturne non rientrano nei nostri modi consuetudinari di lavorare. Su Verratti i giornali si sono sbizzarriti ad inventare storie romanzesche di fuga come ad esempio accordi tra la famiglia Soglia e l'avvocato Ferro per un passaggio al Bellinzona. Chiariamo che, dal punto di vista legale, la circolazione dei ragazzi che non hanno un contratto professionistico è puramente legittima. Non è assolutamente illegale. Parecchi dalla serie A italiana sono partiti verso l'estero ed in parecchio dall'estero sono arrivati in Italia. E' diventato un circuito cui bisogna semplicemente essere preparati . Non si puo' imputare a chi preferisce l'estero un comportamento illegale. Sono delle situazioni previste dalle norme dalla Fifa. Sta alle società italiane attrezzarsi in modo tale da evitare che queste si verifichino.

Sono arrivate richieste?
A noi ci cercano continuamente e non approfondiamo mai il discorso. Non ci sottraiamo alle telefonate ed ai messaggi che arrivano anche attraverso intermediari, ma rimaniamo distaccati. Speriamo che la nuova proprietà capisca ciò e ce lo riconosca almeno dal punto di vista morale. Emissari ed osservatori di Arsenal e Manchester United sono stati a visionarlo a Vasto. C'è molto movimento intorno a Verratti. Ripeto, è nostra intenzione accordarci con chi subentrerà, anche perchè la volontà del ragazzo è questa. Posso garantirlo ai tifosi del Pescara, anche a nome dell'avvocato Ferro e prima di ogni decisione cercheremo il confronto con l'interlocutore Pescara.


 

25 12 2008 alle 11:17:35 da Donato Giampietro

fonte: forzapescara.com

Pubblicato il 27/12/2008 alle 14.38 nella rubrica Pescara.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web