Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Tutti pazzi per le punte dell'Arezzo

30/12/2008 12:48
Testo:Alessandro Veltroni - Foto:Elia Cencini
Tifosi amaranto in ansia in vista del mercato
Tifosi amaranto in ansia in vista del mercato
In molti le vogliono. Ma Cari non è intenzionato a permettere che il suo organico sia sventrato. Ed in conferenza stampa blinda le sue punte: "Non partirà nessuno a meno di offerte irrinunciabili". Per Martinetti il Cavallino vuole un milione di euro.

AREZZO - L'Arezzo smantellerà a gennaio l'attacco più prolifico d'Italia, insieme a quello dell'Inter di Mourinho? Ancora non si sa, le voci sono contrastanti. Da una parte c'è Cari. Il tecnico romano si è presentato ieri in conferenza stampa ed ha blindato i suoi gioielli. L'allenatore del Cavallino ha detto che lascerà Arezzo solo chi riceverà una richiesta congrua. Niente smobilitazioni, quindi: se qualcuno vuole i pezzi pregiati dell'attacco amaranto, deve pagare. Altrimenti il giocattolino non si tocca e si va avanti così.

Ma le punte amaranto hanno tante richieste. In pole position c'è Daniele Martinetti, appetito da squadre anche di categoria superiore. L'ultima voce l'ha lanciata la nostra testata: su Don Daniele c'è il Livorno. Il d.s. aretino Iaconi, però, non transigerà. Per prendere l'aristocratico attaccante ci vuole un milione di euro. Nè più, nè meno. Ma con Martinetti non è finità. C'è anche Vincenzo Chianese, uno dei bomber più affermati della Prima Divisione, che negli ultimi tempi ha assaggiato più la panchina che il campo. Anche per lui si parla di una destinazione in C1 che gli permetta di tornare di nuovo protagonista.

Quello che invece pare intoccabile è Allan Pierre Baclet, capocannoniere del girone B della Prima Divisione Pro. Il francesino è stato autore di un vero e proprio exploit in questa stagione, segnando come mai aveva fatto in vita sua. Eppure Cari non ha esitato a metterlo a riposo quando le circostanze lo richiedevano. D'altronde è più facile quando ti ritrovi a disposizione tre punti di pari valore. E due esterni sicuramente pregiati come Croce e Bondi. Adesso vediamo come finirà il mercato di gennaio.

Fare i soldi con i grandi attaccanti è sempre stato un marchio di fabbrica per l'Arezzo. Il precursore fu Bazzani, che lasciò Arezzo per accasarsi in Serie B al Venezia. L'anno dopo fu la volta di Frick, sconosciuto attaccante del Liechtenstein il quale, dopo un'eccezionale stagione al Comunale, andò a Verona. E poi come non ricordare Abbruscato, Spinesi e Floro Flores. Gente pagata da società importanti fior di euro che sono serviti a rimpinguare le casse del Cavallino. Che adesso deve cercare la giusta via: pensare al bilancio senza dimenticare di avere in mano un giocattolino che funziona.

Prima Divisione, l'Arezzo cerca Siniscalchi

30/12/2008 14:53
Testo:Matteo Bacci
Arezzo
Potrebbe essere Angelo Siniscalchi il primo rinforzo invernale per l'Arezzo di Marco Cari. Terzino destro, classe 1984, attualmente il giocatore è in forza al Pescara in crisi societaria. La sua carriera vede un campionato da protagonista in C2 col Bellaria e poi non poche apparizione in C1 con la squadra della sua città, la Salernitana. Prima di approdare a Pescara, sette presenze in B con l'Ascoli.

Il Livorno vuole Martinetti

30/12/2008 12:24
Testo:Samuele Messerini
Martinetti verso Livorno? Foto Elia Cencini
Martinetti verso Livorno? Foto Elia Cencini

La carne al fuoco è tanta, i nomi sempre gli stessi. Ma tra qualche smentita e qualche novità, nell'agenda del Livorno spunta il nome di Martinetti, talentuoso attaccante dell'Arezzo.

LIVORNO - Spinelli & Co. non si nascondono dietro agli specchi, lo sanno, una punta farebbe fare il salto a questo Livorno. Lucarelli sembra ormai sempre più lontano anche Ghirardi ieri ha detto che resta incedibile e che non si muoverà da Parma. Magari lo rivedremo in amaranto a giugno, ma non a gennaio. Bloccato per ora il provino di Sebastian Balsas, giovane panzer urugayano, Spinelli non è convinto anche se il giocatore ha ottime referenze e preferisce puntare su qualcosa di più sicuro, se ne riparlerà più avanti. Il più papabile sembra Mastronunzio dell'Ancona, sul quale il Livorno ha un opzione, ma ci sono dei dubbi sul prezzo che verrà chiesto e sul possibile rendimento che l'attaccante possa avere. La notizia dell'ultima ora è l'interessamento per Martinetti dell'Arezzo. Ma sembra difficile che l'Arezzo si privi di un suo pezzo così pregiato, se non di fronte ad un'offerta irrifiutabile.Vantaggiato era l'obbiettivo primario e più di valore, ma l'Atalanta si è fatta sotto ed è riuscita ad accaparrarsi il giocatore del Rimini. Gli altri nomi che circolano sono Bruno, Bucchi, Bonazzoli, Marazzina, Tiribocchi. I più arrivabili sembra i primi due, ma niente può essere dato per scontato. Fatto sta che una punta serve, perchè soprattutto nella fase finale, occorre un giocatore che riesca a sbloccare le partite più difficili, con una zampata sotto porta. Sono questi i gol che sono mancati al Livorno, molte volte sono quelli più pesanti. Sotto l'aspetto delle cessioni non dovrebbero esserci grandi stravolgimenti, è probabile che Paulinho possa andare via in prestito magari ad Ancona o ad Arezzo visto l'interessamento del Livorno per i giocatori di queste società. Ma anche Laurito, Diniz e Migliorini cercano più spazio che per ora non stanno trovando, probabile che vengano girati in prestito in prima divisione o in serie B.


fonte: calciotoscano.it

Pubblicato il 31/12/2008 alle 1.53 nella rubrica Arezzo.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web