Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Iª Div. B - 20ª giornata: il punto

Iª Div. B - 20ª giornata: il punto
Notizia del 27 Gennaio 2009

Con la vittorie della Paganese nel posticipo contro la Pistoiese, si è chiusa ieri la seconda di ritorno. In attesa del Gallipoli, brilla solo il Benevento. I sanniti battono in casa il Taranto e si porta da sola al secondo posto della classifica

Fonte immagine RealSports.it
di Alessandro Maglione

Con la disputa del posticipo tra Pistoiese e Paganese, si è chiusa ieri la seconda giornata di ritorno nel girone B di Prima Divisione. All’appello manca però ancora la gara tra il Foligno e la capolista Gallipoli che si gioca il primo febbraio (quando l’intero campionato si ferma), vista l’indisponibilità dello stadio umbro di domenica scorsa per una manifestazione fieristica.

Con la prima della classe a fare da spettatrice forzata, la scena è tutta del Benevento. La squadra di Soda con un gol per tempo regola in scioltezza il Taranto ottenendo la quarta vittoria consecutiva, sintomo dell’ottimo stato di forma attraversato da De Liguori e soci. I giallorossi si candidano quindi ad essere i principali rivali del Gallipoli nella corsa verso la serie B e gli ultimi movimenti di mercato (dalla Salernitana sono stati prelevati i centrocampisti Carcione e Ciarcià) la dicono lunga sulle reali ambizioni della società dei fratelli Oreste e Ciro Vigorito.  In una giornata dove il capocannoniere Clemente non punge, pur mettendo lo zampino nel primo gol, ci pensano Gigi Castaldo ed il difensore Palermo ad annientare la resistenza di un buon Taranto. Ora c’è la sosta e mister Soda avrà tutto il tempo per valutare nel migliore dei modi i nuovi arrivati, sempre in attesa del pieno recupero di Evacuo (ad agosto si era rotto il perone), la vera arma in più del Benevento in questo girone di ritorno.

Deve dire grazie alla scarsa vena sotto porta di Biancolino l’Arezzo, che porta  a casa un punto dalla trasferta sul neutro di Sant’Antonio Abate contro la Juve Stabia. Solo nel primo tempo i ragazzi di Cari creano qualche buona opportunità per andare a segno, ma nella ripresa in campo ci sono solo le Vespe che falliscono con Biancolino due occasioni enormi per conquistare i tre punti. Il tecnico Cari a fine partita vede comunque il bicchiere mezzo pieno sottolineando che si tratta sicuramente di un punto guadagnato, visto il valore della Juve Stabia.

Porta bene al Real Marcianise il ritorno allo stadio Progreditur interrompendo in questo modo una lunga serie di pareggi (ben quattro). I gialloverdi disputano una delle migliori partite della stagione e dopo aver sbloccato il punteggio in quattro minuti con un gran tiro di Manco, sono stati raggiunti ad inizio ripresa da Pacciardi. Poi il Crotone sparisce dal campo ed un ottimo Real Marcianise trova le reti della vittoria con Innocenti e Della Ventura. L’unica nota negativa è rappresentata solo dalle indecenti condizioni del terreno di gioco, davvero ai limiti della praticabilità e non solo per le pioggia cadute in questi giorni. Praticamente l’erba è quasi sparita ed urge un intervento per far ritornare il campo almeno in condizioni accettabili.

Si dividono la posta dal dischetto Cavese e Foggia per un punto che accontenta sicuramente in maniera maggiore i pugliesi. Il primo penalty arriva al 38’. Dal dischetto Coletti non sbaglia. In pieno recupero poi il direttore di gara attua lo stesso metro di giudizio e sul versante opposto concede la massima punizione alla Cavese e Favasuli dagli undici metri non sbaglia.

Ennesima gara deludente del Perugia uscito sconfitto dal Campo Italia di Sorrento. La squadra di Sarri, nonostante l’innesto del nuovo arrivato Del Core in attacco, non punge disputando una partita scialba senza quasi mai fare paura ai ragazzi di Simonelli. Decide un gran gol di Biancone ad inizio ripresa che manda la palla con un rasoterra a colpire il palo prima di terminare in fondo al sacco. Poi al 7’ l’albanese Myrtaj ha l’opportunità di segnare il raddoppio grazie ad un calcio di rigore concesso dall’arbitro ma Benussi è bravo a respingere il tiro. Con questo successo il Sorrento raggiunge in classifica a quota 25 proprio gli umbri, ormai a ben sette lunghezze dalla zona play-off. A questo punto, la società del presidente Covarelli farebbe forse bene a guardarsi le spalle, visto che gli spareggi per non retrocedere distano solo quattro punti, una situazione difficilmente immaginabile ad inizio anno viste le ambizioni manifestate ad agosto dal Perugia.

Un Pescara finalmente senza più problemi societari (venerdì si insedierà ufficialmente la nuova dirigenza) strappa un punto sofferto alla Ternana. Gli umbri vanno sul 2-0 dopo appena dodici minuti ed il Pescara continua poi a sbandare paurosamente e ci vuole solo una papera di Ginestra alla mezz’ora per riaprire la partita. Nella ripresa Galderisi manda nella mischia il giovane e promettentissimo Nani ed il ragazzino quasi in zona Cesarini si procura il rigore che Zeytulaev realizza.

Abbandona l’ultimo posto in classifica il Potenza mentre per il Lanciano (alla quinta sconfitta consecutiva) è ormai notte fonda. Alla squadra di Arleo, dopo un primo tempo caratterizzato dalla maggiore organizzazione di gioco messa in mostra dagli ospiti, bastano due gol nella ripresa di Cuomo e Cantoro per mettere in cassaforte i tre punti.

Nel posticipo disputato davanti alle telecamere della Rai, infine, la Paganese espugna il terreno di gioco della Pistoiese grazie ad un gol ad inizio ripresa. Alla formazione di casa non è sufficiente l’innesto in attacco del nuovo arrivato Dal Rio, apparso comunque in prospettiva molto utile viste le sue caratteristiche. Per i toscani si tratta della terza sconfitta consecutiva ed urge un repentino cambio di rotta altrimenti la Seconda Divisione è davvero dietro l’angolo.

fonte: realsports.it

Pubblicato il 28/1/2009 alle 11.15 nella rubrica 1a Div/B.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web