Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Arezzo, Martinetti al Sassuolo, è ufficiale

Scritto da: Andrea Avato, venerdì 30 gennaio 2009
Visto: 680 volte.

Image
Daniele Martinetti, addio all'Arezzo
Daniele Martinetti è del Sassuolo. L'attaccante, come annunciato dal sito web della società, è stato ceduto dall'Arezzo in compartecipazione per una cifra che si aggira sui 600mila euro. A giugno le due società dovranno di nuovo mettersi intorno a un tavolo per discutere il valore della seconda metà del cartellino. In quest'affare, a giudicare dai primi commenti, ci hanno guadagnato tutti quanti. Il giocatore salirà di categoria e andrà a lottare per la promozione in serie A, oltretutto con buone possibilità di conquistarsi una maglia da titolare nel tridente offensivo dei neroverdi. Il Sassuolo ha inserito in organico la punta che cercava per completare e rafforzare il reparto, in vista di una volata finale che si preannuncia infuocata e molto incerta. L'Arezzo, dal canto suo, ha incassato una bella cifra e confida a giugno di alzare ulteriormente la posta, specie se Martinetti in questi mesi dovesse avere un rendimento alto. Inoltre Mancini si è liberato di uno stipendio oneroso e anche questo, in un periodo di crisetta generale, conta. Martinetti ha firmato con il Sassuolo fino al 30 giugno 2012, per un ingaggio annuale di poco superiore ai 300mila euro. Contestualmente alla firma con la nuova società da parte del giocatore, l'Arezzo ha depositato il rinnovo di contratto di Martinetti. Nel caso in cui il Sassuolo decidesse a giugno di non riscattare l'attaccante, Mancini eviterebbe il rischio di perderlo a parametro zero. Adesso il direttore sportivo Iaconi è in trattativa con Federico Ezequiel Turienzo, 26 anni, fino a poche ore fa in forza alla Salernitana. L'argentino ha rescisso proprio oggi il contratto con la società campana ed è pronto per sbarcare ad Arezzo, nonostante abbia ricevuto anche un'offerta dal Taranto. Iaconi è intenzionato a vincolare il giocatore fino a giugno, proponendogli un'opzione per la stagione successiva, da esercitare nel caso in cui Turienzo dovesse convincere tecnico e società sul suo valore. Quest'affare dovrebbe essere chiuso domani all'Ata Quark Hotel. Iaconi è infatti rimasto a Milano insieme al collaboratore Visci, mentre Mancini e Sili sono ripartiti alla volta di Arezzo.

I retroscena: l'accordo siglato stamani all'alba!

Scritto da: Andrea Avato, venerdì 30 gennaio 2009
Visto: 93 volte.

Image
la sala dove è stato firmato l'accordo
E' stata una trattativa complessa quella tra Arezzo e Sassuolo, che è andata avanti fino a notte fonda. Negli ampi saloni dell'Ata Quark Hotel, a Milano, sono rimasti intorno a un tavolo Mancini, Iaconi e Sili, il direttore generale Bonato e il direttore sportivo Rossi per il Sassuolo, oltre ai procuratori di Martinetti. All'inizio il Sassuolo ha cercato di prendere l'attaccante in prestito con diritto di riscatto, ma l'Arezzo ha detto no fin da subito. Una volta appurato che l'unica strada percorribile era quella della compartecipazione, le parti hanno dovuto fissare il prezzo della prima metà del cartellino. Mancini ha convinto Bonati e Rossi che Martinetti non si sarebbe svincolato a giugno, ma che aveva già rinnovato con l'Arezzo, anche se il documento non era stato ancora depositato in Lega. Per questo si è passati dai 450mila euro offerti in un primo momento dal Sassuolo ai circa 600mila grazie ai quali si è poi chiusa l'operazione. Trovato l'accordo tra i due club, si è passati alla seconda fase del confronto, tra un drink e un caffè per restare svegli di fronte al balletto delle cifre. Il Sassuolo ha proposto a Martinetti un contratto di due anni e mezzo, mentre i procuratori del calciatore sono partiti con l'obiettivo di far firmare il loro assistito fino al 30 giugno 2012. E così alla fine è stato, grazie soprattutto alla volontà di Martinetti, che ha preferito Sassuolo a Livorno. A far pendere la bilancia dalla parte dei neroverdi è stata una valutazione tecnica e ambientale. Decisivi i pareri del diesse Rossi (che ha conosciuto Martinetti quando questi militava nel Prato) e anche di Walter Bressan, ex compagno di squadra del codino in amaranto. L'ingaggio di Martinetti al Sassuolo sarà di poco superiore ai 300mila euro. Alla fine le firme in calce ai contratti sono arrivate alle 5 di mattina, all'alba, quando la hall dell'Ata Quark era deserta. Questo il primo commento del presidente Mancini: "Sono contento perché abbiamo chiuso un'operazione che fa comodo a tutti. Erano maturi i tempi perché Martinetti cambiasse squadra, ha trovato un club ambizioso e forte economicamente come il Sassuolo, gli auguro di fare bene e di andare in serie A. Questo sarebbe positivo anche per l'Arezzo, ovviamente. L'atmosfera del mercato? Lasciamo perdere, è tutto un teatrino. Ti do un cavallo se mi dai due somari, funziona così. Adesso cercheremo un attaccante e poi la squadra sarà a posto".

fonte: amarantomagazine.it

Pubblicato il 30/1/2009 alle 18.58 nella rubrica Arezzo.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web