Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Pescara Taranto 2-0 - Ancora una sconfitta esterna sotto la gestione Stringara - febbrea90.com


di Enrico Losito - 22/02/2009
Il Taranto da quando è guidato da Paolo Stringara non riesce a sfatare il tabù trasferta e cade sul campo neutro di Lanciano al cospetto di un Pescara che si è mostrato più scaltro e concreto. A condannare gli jonici, la doppietta del centravanti argentino Simon, che è riuscito a sfruttare al meglio le pecche difensive della retroguardia rossoblu.
 
Schieramenti. Mister Galderisi schiera i biancazzurri con l’abituale 4-2-3-1. In avanti l’unica punta Simon viene supportata dai trequartisti Felci, Perrulli e Zeytulaev. Sull’altro fronte il tecnico jonico, Paolo Stringara, propone  il modulo 3-4-3 con Spinelli in difesa e Sosa, preferito a Lolli, sull’out destro del centrocampo. In attacco viene gettato nella mischia il recuperato Caturano affiancato da Micco e Da Silva.
 
Cronaca. Gli ospiti si fanno subito minacciosi al 2’: Micco batte un corner, la difesa biancazzurra respinge al limite dell’area, dove è appostato Caturano che raccoglie e spara al lato di destro.
 
Al primo vero affondo, i padroni di casa passano in vantaggio: Felci al 15’ effettua un traversone dalla destra per Perrulli, il quale innesca l’attaccante Simon, che appostato a pochi passi dalla porta, insacca indisturbato alle spalle dell’incolpevole Nordi.
 
I rossoblu reagiscono al 23’: Lima lancia in profondità Da Silva, che entra in area e scarica un forte destro deviato in angolo dal portiere Indiveri.
 
Gli ospiti sprecano una favorevole occasione al 29’ con Micco, il quale dopo avere sfruttato un mezzo pasticcio della difesa biancazzurra, sparacchia di sinistro su Indiveri, che si oppone deviando in corner.
 
Il Pescara si rivede al 35’ grazie ad una conclusione dalla distanza di Felci con palla che finisce al lato. In chiusura di tempo Caturano, letteralmente martoriato dai difensori abruzzesi, subisce una testata, forse non del tutto fortuita, da Zeytulaev ed è costretto ad abbandonare il terreno di gioco con la testa sanguinante. Il giovane attaccante partenopeo al termine dell’intervallo resta negli spogliatoi, dove gli vengono applicati tre punti di sutura,  e viene avvicendato da Carrozza.
 
Proprio ad inizio ripresa mister Stringara, pur non mutando l’assetto tattico, tenta di dare maggiore verve all’attacco rossoblu inserendo la punta Marolda al posto del difensore Spinelli.  
 
Il secondo tempo scorre senza eccesive emozioni e bisogna attendere il 28’ per annotare un’azione pericolosa: Nordi respinge di pugni un tiro-cross dalla sinistra dell’uzbeko Zeytulaev, sulla palla si avventa Felci che dal limite dell’area calcia oltre la traversa.
 
Un minuto più tardi rispondono gli ospiti con un tiro di Lima dalla distanza, a cui Indiveri si oppone in due tempi. Gli adriatici sfiorano il raddoppio al 35’ con una bordata dai venti metri di Vitale che sfiora il palo alla destra di Nordi.
 
Di contro gli jonici si rendono minacciosi un minuto dopo: Da Silva devia leggermente  un traversone proveniente dalla sinistra e libera Sosa che, di destro in spaccata, tira senza però inquadrare lo specchio della porta.
 
I locali mandano in archivio la gara al 41’ con un’azione di contropiede: Vitale dalla sinistra pesca Simon, il quale, tutto solo a centro area, fredda l’incolpevole Nordi. Ai rossoblu saltano i nervi ed a farne le spese è Da Silva, che si fa espellere al 43’ per proteste. La contesa termina senza altre emozioni con gli abruzzesi che, dopo oltre due mesi,  tornano alla vittoria “interna”.
 
TABELLINO
 
PESCARA: Indiveri, Camorani (33’ s.t. Diliso), Siniscalchi, Pomante, Vitale; Coletti, Giordano; Felci, Perrulli (30 s.t. Verratti), Zeytulaev (35’ s.t. Stella); Simon. A disposizione: Prisco, Iandoli, Ferraresi,  Laens   All. Giuseppe Galderisi
TARANTO: Nordi, Migliaccio, Pastore, Spinelli (1’ s.t. Marolda); Sosa, Lima, Giorgino (30 s.t. Miglietta), Di Bari; Caturano (1’ s.t. Carrozza), Da Silva, Micco. A disposizione: Barasso, Prosperi, Lolli, Miglietta, Russo. All. Paolo Stringara
Arbitro: Palazzino di Ciampino
Marcatori:  15’p.t. e 41’ s.t. Simon(P)
Ammoniti: Vitale, Verratti  per il Pescara;Sosa, Miccoper il Taranto.
Espulso: Da Silva
Angoli: 5-4 per il Pescara
Spettatori: 1.500 circa. Trasferta inibita ai tifosi ospiti

fonte: febbrea90.com

Pubblicato il 22/2/2009 alle 17.49 nella rubrica Taranto.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web