Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Il Venezia esonera Stefano Cuoghi e richiama in panchina Michele Serena - vesport.it

Nel VENEZIA RITORNA MICHELE SERENA

di Franco Bacciolo


Una telefonata a mezzogiorno e trequarti e alle 14.30 i giocatori arancioneroverdi hanno trovato ad aspettarli, per l'allenamento del martedì, Michele Serena.
I fratelli Poletti, come già ventilato ieri, hanno messo in atto l'ultimo tentativo per cercare quella salvezza che, allo stato attuale, appare molto problematica. Via, quindi, Stefano Cuoghi e ritorno in sella per il gettonatissimo (dai sostenitori, ma forse anche dai giocatori che, già all'epoca dell'esonero di tre mesi fa, avevano inviato una lettera di riconoscenza nei confronti del tecnico favarese).
E, c'è da dire che già questo pomeriggio al Centro Taliercio si respirava un'aria più frizzantina del solito, mentre il buonumore carnevalesco lo portava il supertifoso Andrea Maestrello vestito da paciosa fattucchiera, pronta a fare beneauguranti sortilegi.
Non ne era immune lo stesso Michele Serena, decisissimo a dare l'attacco a quella penultima posizione di classifica che può garantire la scappatoia di una salvezza guadagnata ai playout.
"Sono perfettamente consapevole della gravità della situazione di classifica. Ma sono altrettanto ottimista nel pensare che questo gruppo abbia tutte le potenzialità per farcela ad evitare l'ultima posizione che porta alla retrocessione immediata.
Conosco il valore sia tecnico che umano dei giocatori che ho lasciato tre mesi fa e ciò mi rende ottimista.
So che il solo ad aver lasciato la squadra è stato Galuppo, ma Valerio Bertotto, che ne ha preso il suo posto, chi non lo conosce ed apprezza? Degli altri nuovi non so un granchè, se non per sentito dire, e sono molto curioso di cooscerne le qualità.
La squadra, da quando l'ho lasciata, non l'ho più vista e mi auguro di poter giocare un'amichevole a metà settimana (forse a Favaro contro i locali - ndr). Dopo il derby di domenica prossima, grazie alla sospensione del campionato, ci saranno quindici giorni per verificare meglio le cose e per attrezzarci per la volata finale.
Quello che è chiaro è che mi metterò giorno e notte a lavorare per tirarci fuori da questa complicatissima situazione. E io, credo di averlo dimostrato anche come giocatore, sono uno che non molla.
In conclusione, non aspettiamoci miracoli, ma io sono, lo ripeto, ottimista. Come spero che tutti gli altri, dai giocatori al pubblico, vogliano esserlo".
Con Michele Serena sono tornati anche il suo vice, Davide Zanon, e il preparatore atletico Sutto.

fonte: vesport.it

Pubblicato il 24/2/2009 alle 20.54 nella rubrica Venezia.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web