Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Taranto-Ternana, Polizia 'blocca' le squadre, niente interviste - blunote.it

01.03.2009


Movimentato dopo gara al termine di Taranto-Ternana. Ci sarebbe stata anche una colluttazione.

di Carlo Termite


E' successo tutto nel dopo partita. Neanche il tempo di festeggiare la quarta vittoria consecutiva in casa, che al termine di Taranto-Ternana si vivono attimi di tensione.
I giocatori, assieme con i dirigenti, di Taranto e Ternana vengono infatti bloccati dalla polizia all'interno degli spogliatoi. Salta la conferenza stampa di fine gara, alla quale prendono parte solo Stringara e Blasi, e tutti a casa.
Alla base del provvedimento, arrivato direttamente dalle forze dell'ordine, ci sarebbe la mancata autorizzazione per l'apertura della porta che dal locale spogliatoi immette nella rampa di scale che conduce alla sala stampa. Un veto ordinato per motivi di ordine pubblico.
Si sarebbero vissuti anche momenti di tensione, che sarebbero culminati con un'aggressione perpetrata da alcuni ufficiali nei confronti del direttore amministrativo della Ternana e di un altro collaboratore i quali avrebbero addirittura dovuto ricorrere alle cure mediche dei sanitari del sodalizio rossoverde. A darne per primo comunicazione è stato il responsabile delle comunicazioni esterne della Ternana Calcio, Andrea Montemari, il quale ha riferito di un vero e proprio sequestro della squadra da parte della Polizia all'interno degli spogliatoi.
Attraverso la voce dell'addetto stampa Ninni Cannella, il sodalizio rossoblu ha comunque precisato che quanto accaduto negli spogliatoi non dipende da inadempienze della Taranto Sport. Il servizio in quei locali infatti è curato esclusivamente dalla Polizia.
Sono tuttavia in fase di accertamento le cause che hanno portato sia alla chiusura della porta che alla colluttazione.
I giocatori, dopo questo interminabile dopo gara hanno lasciato lo 'Iacovone' senza rilasciare interviste in sala stampa.

fonte: blunote.it

Pubblicato il 1/3/2009 alle 18.33 nella rubrica Taranto.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web