Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Derby-spettacolo: il Foggia fa un figurone - capitanatasport.it

DERBY-SPETTACOLO: IL FOGGIA FA UN FIGURONE 01/03/2009

di Carmine Troisi


Finisce pari, il derby. 2-2, spettacolo, divertimento e soprattutto gol. Quattro in tutto, tutti nella ripresa. Ai punti, forse, Mancino e soci avrebbero pure meritato qualcosina in più, soprattutto per quanto fatto vedere nella prima frazione di gioco. Tutto sommato fa un figurone, il Foggia, sul campo della capolista.
Novelli ancora una volta smentisce tutti, annullando le prove settimanali. Pecchia parte dalla panchina: al suo posto gioca De Rosa, che è la novità con Malonga. Tutti e due debuttano dal 1’ in campionato.
I primi 45’ sono tutti ad appannaggio del Foggia. Che comanda il gioco, controlla le avanzate – poche - dei padroni di casa e si rende pericoloso in più di una circostanza. Almeno un paio le palle-gol clamorose costruite. La prima intorno alla mezzora: Piccolo scaglia un destro al volo, sul quale Gegè Rossi è chiamato alla prodezza.
La seconda è un gol divorato da Mancino, imbeccato da Malonga. Il fantasista tutto solo davanti al portiere scarica sul corpo dell’estremo difensore di casa, mandando fegato e cervello di compagni e tifosi nel frullatore.
In mezzo, il tentativo di Ginestra, sventato in angolo da Bremec. Prima del riposo, ancora Piccolo: diagonale ad incrociare e sfera sul fondo ma non di molto.
La ripresa si apre con una traversa piena centrata da Malonga. Il francese è però in off-side. Di Gennaro sotto porta perde l’attimo, il suo colpo di testa è preda di Bremec. E’ però il preludio del vantaggio dei gallipolini: siamo al 55’ quando Ginestra pesca Russo, che al volo mette dentro, correggendo un traversone al bacio.
Sei minuti più tardi, la risposta del Foggia. Angolo dalla sinistra, Rossi smanaccia, la botta di Troianiello va infilarsi nell’incrocio. 1-1, tutto da rifare.
Minuto 66: Malonga scatta sul filo del fuorigioco, scavalca con un pallonetto Rossi, con il quale entra in contatto. Il Foggia protesta, vorrebbe l’espulsione del portiere. L’arbitro fa proseguire.
Troianiello non arriva alla spaccata vincente, su cross di Piccolo. Gli ospiti provano a vincere ma vanno nuovamente sotto a 12’ dalla fine. Sul corner battuto dalla sinistra, Molinari non trova ostacoli e di testa mette dentro.
Ma non è finita. Perché all’83’ scatta sulla destra Troianiello, che mette in mezzo e trova la girata di Malonga. Rossi, che di nome fa Generoso e di fatto pure, questa volta non è perfetto ma al Foggia poco importa.
Prima dei 5’ di recupero e del triplice fischio finale, ancora brividi: il siluro di Ginestra dal limite si spegne di un soffio al lato. Sarebbe stata una beffa. Finisce 2-2. Punto guadagnato o 2 persi? Lo dirà il campionato, più avanti…


IL TABELLINO

GALLIPOLI: Rossi; Molinari, Antonioli, Buzzegoli (19’st Cimarelli), Esposito G., Suriano, Cangi, Russo (49’st Marzeglia), Di Gennaro, Ginestra, Mounard (31’st Cini).
A disp. Sciarrone, Sansoni, Bonatti, Riccardo.
All. Giannini.
FOGGIA: Bremec, Pedrelli, Colombaretti, De Rosa, Zanetti, Lisuzzo, Troianiello, Mancino (47’st Velardi), Malonga, Piccolo (38’st Pecchia), D’Amico.
A disp. Milan, Burzigotti, D’Andrea, Mattioli, Colomba.
All. Novelli.
ARBITRO: sig. Corletto di Catelfranco.
MARCATORI: 10’st Russo, 16’st Troianiello, 33’st Molinari, 37’st Malonga.
NOTE: spettatori 3 mila circa. Angoli 8-7 per il Gallipoli. Minuti recuperati: 0’pt, 5’st. Nessun ammonito.

fonte: capitanatasport.it

Pubblicato il 1/3/2009 alle 18.39 nella rubrica Foggia.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web