Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Lega Pro 1/B : Il Gallipoli impatta col Foggia e il Crotone cade a Potenza - sportevai.it

http://www.sportevai.it/resize.php?maxx=435&maxy=273&src=images/foto/241/big/calcio_generico(2).jpg

Il punto dopo la 24esima giornata

lunedì 02 marzo 2009

MILANO 02 Marzo 2009 - Ventiquattresima giornata del girone B di Prima Divisone, settima giornata del girone di ritorno, che regala molte sorprese e risultati per nulla scontati, infatti, il Foggia impone il pari alla capolista Gallipoli, mentre il Crotone cade rovinosamente in quel di Potenza. Nei piani alti della classifica l'unica squadra che approfitta della giornata è la Cavese che vincendo il derby con la Paganese ed approfittando del pareggio imposto dalla Pistoiese all'Arezzo, aggancia proprio gli amaranto toscani a quota 41. In coda altro tonfo della JuveStabia oramai pressata dall'accorrente Potenza.

SETTIMO RISULTATO UTILE CONSECUTIVO- Nonostante il sesto posto in classifica a quota 37, il Foggia, con il pareggio conseguito ieri per 2 a 2 sul campo della capolista Gallipoli, è al suo settimo risultato utile consecutivo. Striscia positiva che per i satanelli foggiani prosegue proprio grazie all'ottima prestazione fornita ieri in terra salentina, derby pugliese che diventa uno spettacolo, squadre compatte, Foggia con marcature asfissianti e prima frazione di gioco che termina a reti inviolate. Partita che si movimenta nella ripresa, Gallipoli che si porta in vantaggio al 55' con Russo, ma è un fuoco di paglia, infatti, i rosso-neri del tavoliere impattano dopo sei minuti con Troianiello partita che prosegue con intensi capovolgimenti di fronte quando al 78' Molinari riporta in vantaggio i galletti padroni di casa, ma si ripropone il canovaccio di prima, infatti, dopo 4' minuti il Foggia impatta nuovamente con Malonga abile a sfruttare uno svarione della retroguardia giallo-rossa. Punteggio finale 2 a 2, un punto a testa e lo show finisce.

TONFO DEL CROTONE- Giornata decisamente no per i pitagorici del Crotone, infatti, dopo aver inanellato una serie di ottime prove , trovano ieri ed in quel di Potenza, contro la penultima del girone, una sonora sconfitta, partita terminata con il punteggio di 2 a 0 a favore dei lucani. Lucani del Potenza che sono stati i veri protagonisti della gara, infatti,  mister Arleo schiera i suoi uomini in un insolito quanto mai redditizio 4 - 1 - 4 - 1, con una difesa attenta che unita all'estro del fantasista Sarno strappano ai quasi duemila supporter potentini accorsi al “Viviani” applausi a scena aperta. Crotone che invece incappa in una giornata storta, giornata condizionata anche dal penalty che il direttore di gara De Benedictis fischia a favore dei padroni di casa a soli 40' secondi dall'inizio della gara. Crotone che adesso deve guardarsi le spalle del Benevento salito a quota 43.

RITORNO AL SUCCESSO- Ritorno al successo per il Benevento, che come si diceva in precedenza sale a quota 43 e ritorna alla caccia sia del Crotone che del Gallipoli. Benevento che ieri tra le mura amiche del “S. Colomba” nel derby campano contro il Sorrento passa di misura, per 1 rete a 0, e ritorna alla vittoria dopo due stop consecutivi. A sbloccare la gara ci pensa al 1' minuto del secondo tempo il solito Clemente, che non  solo regala ai suoi compagni la vittoria di gara, ma si regala anche il primato nella classifica dei marcatori che lo vede in solitaria al primo posto con 11 sigilli. Sorrento che invece capitola per la seconda volta consecutiva ed in virtù di questo risultato ripiomba nel limbo della zona play-out a quota 28 in compagnia di Pescara, Foligno e Real Marcianise squadra quest'ultima che però deve recuperare una gara contro i bianca-azzurri del Perscara.

LA CAVESE AGGANCIA L'AREZZO- Nella zona di classifica che conta, c'è da registrare, infine, l'aggancio della Cavese agli amaranto dell'Arezzo. Toscani dell'Arezzo costretti al pareggio in casa della Pistoiese, arancioni padroni di casa che falliscono l'appuntamento con la vittoria ma che, grazie all'ottima prova sfoderata ieri, ricevono gli applausi del pubblico, Pistoiese al suo secondo pareggio consecutivo e cura Torricelli che inizia a funzionare. Di contro l'Arezzo del nuovo trainer Ugolotti, invece, soffre il vantaggio dei padroni di casa, ma poi trova in Bondi, autore della marcatura, l'uomo che trascina la squadra al pareggio. Chi invece ne approfitta ampiamente del pareggio dell'Arezzo è la Cavese, la quale impegnata tra le mura amiche del “Simonetta Lamberti” regola il derby con la Paganese con il minimo risultato possibile, 1 a 0, ottenendo però il massimo profitto. A segnare per le aquile di Cava de' Tirreni ci pensa anche questa volta Schetter al terzo sigillo stagionale, rete che arriva al 42' del primo tempo e rete che nell'economia di squadra si rileva provvidenziale. Rete e sconfitta di gara che però fanno schiumare di rabbia il tecnico della Paganese Ezio Capuano il quale a termine gara ne ha sia per i suoi e sia per l'assistente di linea “reo” di aver segnalato un fuorigioco, a suo dire inesistente, in occasione di un gol annullato alla sua squadra. Paganese che piomba in quart'ultima posizione ferma a quota 27 punti. 

LA CURA PAGLIARI FA BENE AL PERUGIA- Perugia nuovamente al successo e di larga misura, cura “Pagliari” che fa bene ai grifoni umbri che ieri hanno sbancato al “Giraud” di Torre Annunziata contro una modesta Juve Stabia apparsa stanca sia fisicamente, ma cosa ancor più grave mentalmente. Perugia che rifila tre gol alle “vespe” stabiesi e situazione che in casa dei campani si acutizza maggiormente, giallo-blu che partiti ad inizio campionato con intenti da promozione adesso sono fermi a quota 22 ed in piena zona retrocessione e devono guardarsi bene le spalle dal lanciato Potenza che sta recuperando punti su punti ed adesso e dietro di solo tre lunghezze. Perugia che invece ha rialzato la china e con la vittoria di ieri si attesta a quota 32 subito dopo il Foggia e guarda al futuro con pieno ottimismo.

ZONA CALDA-  Se le posizioni in testa alla classifica sono quasi ben delineate, si fa interessante invece la zona calda e cioè quella a ridosso della zona play-out. Infatti, in questa zona si concentrano ben sette compagini in lotta fra loro per non piombare nella zona rossa che a fine campionato prevede l'appendice delle gare per non retrocedere. Pescara, Real Marcianise, Foligno, Lanciano, Ternana, Taranto tutte vicinissime in classifica e tutte accomunate da un unico obiettivo chiamato “salvezza”. Negli scontri di ieri, infatti, il Taranto tra le mura amiche dello “Iacovone” coglie la sua quarta vittoria consecutiva in casa e regola la questione Ternana con il punteggio di 1 a 0, gol di Carrozza, conquistando così tre punti pesanti che scacciano la squadra dalla zona play-out. Zona affollata che vede, ai suoi margini, anche la presenza di Foligno e Real Marcianise, che ieri hanno dato vita ad uno scontro diretto dove la truppa campana di Luca Fusi ha ben figurato e ne è uscita con un punto che fa morale, dopo la battuta di arresto della settimana scorsa, punto che muove la classifica ma punto che sta stretto ai campani autori di una prova sopra le riga, Foligno invece che ha dato vita ad una prova incolore con la squadra che è apparsa con le polveri bagnate. Infine, a chiudere la zona calda meritano una menzione Lanciano e Pescara, che ieri hanno disputato il derby d'Abruzzo, rinominato per l'occasione “il derby delle presidentesse”. Alla fine la gara si è chiusa con una rotonda vittoria di 2 a 0 per il Lanciano, vittoria dei frentani che inguaia ulteriormente il Pescara di Galderisi, bianco-azzurri adriatici a cui diventa di vitale importanza la gara di recupero di domenica prossima che dovranno disputare a Lanciano contro il Real Marcianise di Luca Fusi, gara che per la truppa di Galderisi è diventata un autentico scontro salvezza.

Giuseppe Di Fonzo 


fonte: sportevai.it

Pubblicato il 3/3/2009 alle 6.40 nella rubrica 1a Div/B.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web