Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Ventiquattresima giornata e settima di ritorno di quel campionato sempre così uggioso che si fa chiamare Prima Divisione Pergocrema-Cesena 1-0 - bronxvigne.it

Stadio Voltini di Crema, domenica 1 marzo 2009, ore 14,30. Ventiquattresima giornata e settima di ritorno di quel campionato sempre così uggioso che si fa chiamare Prima Divisione

PERGOCREMA: Russo 6,5; Marconi 6, Ragnoli 6,5, Finetti 6, Federici 6 (1’ st Quaresmini 5); Garavelli 6,5, Brambilla 6 (7’ st Boscolo 6), Sambugaro 6,5; Facchinetti 6,5 (20’ st Ghidotti 6); Le Noci 7, Tarallo 6. A disp. Brivio, Gentili, Bonazzi, Pellegrini, Araboni. All. Piantoni 7.
CESENA: Ravaglia, Ceccarelli, Cusaro, De Feudis, Lauro, Biasi, Segarelli (73’ Zebi), Piangerelli (67’ Ferretti), Djuric, Giaccherini, Motta. A disp.: Tardioli, Rossi, Righini, Biserni, Alessandro. All. Bisoli.
ARBITRO: Paparazzo di Catanzaro 6
RETE: 17' st Le Noci (rig.).
NOTE: Espulso al 65' Quaresmini per doppia ammonizione. Ammoniti: Facchinetti, Garavelli, Ghidotti, Segarelli e Ceccarelli. Angoli 7 a 4. Recupero: 2’ + 4’.

Crema. Il Cesena non riesce a risollevarsi dopo il gancio sinistro rifilatogli dal Legnano domenica scorsa, anzi, con una prestazione sottotono riceve un "uppercut" dal Pergocrema che lo costringe a lasciare il primo posto in classifica.
Al momento della lettura delle formazioni c’è subito una sorpresa: non c’è Veronese ma con il nimero 9 si presenta in campo Djuric a completare il 3-5-2 annunciato da Bisoli alla vigilia. Una leggera e fastidiosa pioggerella appesantisce il "campetto" di Crema rendendo il terreno piuttosto viscido e scivoloso senza però limitare le azioni d’ attacco da una parte e dall’ altra.
Comincia il Cesena al 7' con una punizione a metà campo battuta lunga da Cusaro, prolungata a centroarea da Djuric per Giaccherini che rimette al centro dove Motta per un soffio non sorprende la retroguardia locale. Risponde al 20' e al 23' il Pergocrema, prima con un bel tiro da fuori dell’ indisturbato Le Noci e poi con una bella girata di destro di Facchinetti poco alta sopra la traversa. Al 25' perfetta azione corale del Cesena che porta al cross Ceccarelli per l’ incornata imprecisa di Piangerelli e al 28' angolo di Giaccherini, ponte ancora di Ceccarelli per il tiro dal limite di prima intenzione di De Feudis che si perde sopra la traversa.
La partita è sufficientemente gradevole, i gialloblù si dimostrano una squadra senza particolari individualità ma tosti e grintosi al punto giusto con Le Noci e Facchinetti che danno velocità e finalizzano il lavoro oscuro di Sambugaro e Brambilla. I bianconeri sono più sornioni del solito, troppo compassati a centrocampo mentre in attacco Djuric lotta senza ottenere risultati e la coppia Motta-Giaccherini viene controllata a vista dalla difesa di casa.
Il primo tempo si chiude con un’incursione di Le Noci che invece di tirare, da buona posizione, passa al centro per l’ accorrente Garavelli che spara alto. 0 a 0 che rispecchia perfettamente ciò che si è visto in campo con un Pergocrema più brillante e un Cesena che cerca di controllare e abbassare i ritmi del gioco.
Il secondo tempo inizia sulla falsariga del primo, con rapidi ribaltamenti di fronte e aspri duelli a centrocampo, quando al 62' dopo un’ ottima occasione di testa fallita da Lauro su angolo di Giaccherini, il Cesena si trova troppo sbilanciato in avanti sulla ripartenza di dei padroni di casa. Discesa di Garavelli ai cento all’ ora, traversone che Ravaglia lascia colpevolmente sfilare, palla che arriva a Le Noci che prova a crossare al centro trovando la mano (?!??!) malandrina di Ceccarelli. L’arbitro appostato a pochi passi non ha dubbi, ammonisce il capitano bianconero e decreta il rigore che lo stesso Le Noci trasforma.
Il Cesena cerca di scuotersi e al 65' gli dà una "mano" Quaresmini che nel giro di cinque minuti becca 2 cartellini gialli e viene espulso da Paparazzo.
Il Pergocrema a questo punto arretra notevolmente il raggio d’ azione e si chiude tutto nella propria metà campo. I romagnoli faticano ad avvicinarsi al bunker eretto davanti a Russo e neanche i cambi di Ferretti per Piangerelli al 67' e Zebi per Segarelli al 73' sortiscono gli effetti sperati. Il Cesena infatti sbatte contro il muro gialloblù e le volte che riesce a procurarsi un varco o è troppo lento nelle conclusioni (Giaccherini al 79' con un tiro ribattuto in angolo da un difensore) o è poco incisivo (Djuric all’ 85', Ferretti al 91' e Lauro al 93', tutti e tre con deboli colpi di testa che Russo ha poche difficoltà a parare!).
Finisce così la serie positiva del Cesena contro un ottimo avversario che ha cercato la vittoria con più convinzione. E’ stata una partita fotocopia a quella di Lecco con l’ unica decisiva variante del calcio di rigore a favore/sfavore! La classifica non ha subito particolari scossoni dopo questa sconfitta però,oggi, ci aspettavamo sicuramente di più dai ragazzi di Mister Bisoli! Ora è in arrivo l’ ennesima e ultima sosta che speriamo possa far ricaricare le pile ai "nostri" per prepararsi al meglio al rush finale che li deve assolutamente vedere ancora protagonisti. Avanti bianconeri!!!!!


Pergocrema-Cesena, le pagelle

2 marzo 2009

Ravaglia 5,5: titubante nell’ azione che porta al rigore ospite non cercando, come al solito, l’ uscita per smanacciare almeno la palla in angolo.
Ceccarelli 5,5: non incide come domenica scorsa, anzi causa un rigore con un fallo di mano quantomeno evitabile.
Cusaro 6: concentrato e grintoso come al solito, non corre particolari rischi.
De Feudis 5,5: meno preciso del solito, si trova nei piedi più di una occasione per andare al tiro ma non trova mai lo spunto e/o lo spiraglio giusto.
Lauro 5,5: preciso in fase difensiva, non altrettanto in proiezione offensiva dove poteva indirizzare meglio un paio di ottime occasioni di testa.
Biasi 6: Tarallo è una brutta gatta da pelare ma non gli concede mai lo specchio della porta.
Segarelli 5,5: torna a macinare chilometri nel mezzo del campo senza farsi notare particolarmente. (dal 28' st Zebi 6: cerca di dare qualche geometria in più nel finale).
Piangerelli 5: anonimo, perde nettamente il duello a distanza con il contendente del mercato di gennaio, Sambugaro. (21' st Ferretti 5: avrebbe tutto il tempo per ritagliarsi, finalmente, il suo momento di gloria ma anche stavolta cicca clamorosamente!).
Djuric 5: ancora troppo acerbo per sostenere il peso dell’ attacco, non impensierisce mai il portiere di casa.
Giaccherini 5,5: meno sgusciante e determinante rispetto alle ultime uscite, viene imbrigliato ottimamente dalla difesa gialloblù.
Motta 5: continua l’ abulia del bomber bianconero. Gioca quantità industriali di palle a centrocampo ma la porta è da due mesi che non la vede!
Bisoli 5,5: non riesce a sopperire alle assenze pesanti di Veronese e Sacilotto. Forse era il caso di far giocare Motta e Giaccherini più vicini alla porta per creare più pericoli a Russo.

Pergocrema-Cesena: le curve

2 marzo 2009

Grigia la giornata, grigio il risultato e grigio, ovviamente, la stadio Voltini di Crema che possiede le due curve, una tribuna e una gradinata che ha tutta l’aria di un settore di un bocciodromo o, se preferite, una lunga fermata del tram. Il pubblico, come si suol dire in questi casi, è delle grandi occasioni nel senso che i settori sono quasi tutti pieni. La curva ha alcuni stendardi e fa un buon tifo per tutta la durata della partita. Come ci è già capitato di vedere in altri stadi del genere, i tifosi più accesi si trovano in tribuna.

360 bianconeri nel nostro settore:

"Cesena sai che penso a te ogni qual volta che sorge il sol. Cesena senti questa canzone dichiarazione del nostro amor"

fonte: bronxvigne.it

Pubblicato il 5/3/2009 alle 1.34 nella rubrica Cesena.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web