Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Pro Sesto-Cesena 0-2 Venticinquesima giornata di quel campionato dal quale speriamo di togliere al più presto il disturbo comunemente detto (da Macalli) Prima Divisione - bronxvigne.it

15 marzo 2009

StadioBreda di Sesto San Giovanni, sabato 14 marzo 2009, ore 14,30. Venticinquesima giornata e ottava di ritorno di quel campionato dal quale speriamo di togliere al più presto il disturbo comunemente detto (da Macalli) Prima Divisione

PRO SESTO: Offredi 5,5, Tursi 6, Mannoni 5 (32’ st Bugno n.g.), Bedin 6 (45’ st Mele n.g.), Lambrughi 6, Perfetti 6, Valtulina 5, Boisfer 6, Beretta 4,5, Bertolini 5, Porro 5 (10' st Bottoni 5,5). All. Sala 5,5
CESENA: Ravaglia, Ceccarelli, Biserni, De Feudis, Lauro, Biasi, Piangerelli (21’ st Bonura), Sacilotto, Djuric (35’ st Zebi), Giaccherini (45’ st Alessandro), Motta. All. Bisoli.ARBITRO: Sig. Guida di Torre Annunziata.
RETI: 10' st Sacilotto, 14' st Giaccherini.
AMMONITI: Bedin, Lambrughi, Lauro, Djuric.
ESPULSO: Al 41' st Beretta per gioco falloso.
ANGOLI
: 8-3 per il Cesena.

SESTO SAN GIOVANNI: Il Cesena espugna il campo rivestito di sabbia di Sesto San Giovanni lanciando un segnale chiaro e forte a tutta la Lega Pro: la prima posizione vuole vestirsi di bianconero fino a fine stagione!
Mister Bisoli conferma la formazione anticipata alla vigilia preferendo la difesa a quattro e schierando Djuric al posto dell’ infortunato Veronese. La Pro Sesto si presenta con qualche defezione di troppo che costringe Sala a rimpolpare gli undici da mandare in campo con un paio di giovani del vivaio.
Il primo tempo non registra particolari emozioni se non con un paio di tiri da fuori di Sacilotto ( 25’ e 35’) che riesce a centrare entrambe le volte la sagoma di due difensori lombardi e le conclusioni, prima di Ceccarelli ( 26’), fuori di poco, e poi di Motta ( 39’), respinta con i pugni da Offredi. La Pro Sesto ci mette tanta buona volontà ma i risultati sono veramente scarsi causa un centrocampo grintoso ma modesto e un attacco che definire sterile è già un complimento. I Bianconeri, da par loro, tengono in mano la partita con un martellante e progressivo lavoro ai fianchi, supportando la fluida manovra con una fitta serie di passaggi precisi e pericolose sovrapposizioni sulle fasce. L’ unica pecca, le conclusioni, che per i primi 45 minuti non portano al goal che per quanto fatto vedere sarebbe anche meritato.
Nel secondo tempo i romagnoli partono a spron battuto alla ricerca del goal. E, nel giro di neanche 4 minuti ne arrivano addirittura 2, che chiudono la contesa già dopo nemmeno un quarto d’ ora.
E’ l’ 11' quando Giaccherini entra in area, cerca il tiro che viene rimpallato dalla difesa lombarda; la palla finisce a Djuric, che spalle alla porta cerca laconclusione favorendo però l’ accorrente Sacilotto che non ha difficoltà ad insaccare di piatto a un metro dalla linea di porta. Non c’ è nemmeno il tempo di esultare che al 14’ Ceccarelli entra in area, crossa basso per Motta che controlla e appoggia per Giaccherini che spara una cannonata di destro dove Offredi non può arrivare. 0 a 2 palla al centro. La Pro Sesto è a terra e non possiede le forze per reagire. Il Cesena controlla senza problemi la restante mezzora finale dove c’ è da registrare solamente l’ espulsione da frustrazione di Beretta al 89’ e l’ esordio in Lega Pro di Alessandro che entra nei minuti di recupero.
Vittoria importantissima dei bianconeri che ora si trovano da soli in vetta alla classifica. Mancano nove partite alla fine della stagione regolare e i giocatori stanno facendo vedere di volercela mettere tutta perché questo sia il termine anche della vincente stagione del Cesena! Giocando così sta diventando più di una speranza!

Pro Sesto-Cesena, le pagelle

15 marzo 2009

Ravaglia 6: a fine partita ha lanciato la maglia a un tifoso: era talmente pulita che sembrava fosse appena stata ritirata dalla lavanderia. Questo la dice lunga sul pomeriggio di assoluto riposo passato dal n. 1 bianconero!
Ceccarelli 7: a parte due tiri finiti in fallo laterale, produce una prestazione di assoluta sostanza, sovrapponendosi a Giaccherini e arrivando al cross in più di un’occasione.
Biserni 6
: non deve faticare particolarmente per contenere le discese dello spauracchio Valtulina.
De Feudis 6,5: dà il solito ordine ad una centrocampo che ha trovato una quadratura perfetta.
Lauro 6,5: Beretta non gli crea problemi se non al novantesimo per i postumi di un calcione da dietro che, giustamente, viene sanzionato con il cartellino rosso.
Biasi 6,5: controlla e rilancia senza affanni. Il buco con il Legnano è ormai acqua passata.
Piangerelli 5,5: un’altra prestazione opaca per l’ acquisto di gennaio. Aspettiamo con impazienza che batta il primo colpo! (21’ st Bonura 6: entra sul 2 a 0 per congelare qualche palla bollente).
Sacilotto 7,5: ottimi novanta minuti conditi dal goal che sblocca la partita. Certi tocchi fanno capire la sua origine brasiliana ma la sostanza che dà a tutto il reparto inizia ad essere il vero marchio di fabbrica.
Djuric 5,5
: mezzo voto in più per la sponda non del tutto volontaria nel goal di Sacilotto! Per il resto, molti falli e poco costrutto! (35’ st Zebi n.g.)
Giaccherini 7,5: è il valore aggiunto di questo Cesena. Forse l’ unico giocatore veramente insostituibile! Fa dannare chiunque gli capiti a tiro e sigla di potenza il goal della sicurezza. (45’ st Alessandro n.g.)
Motta 6: anche per lui, mezzo voto in più per la sponda, volontaria, per il goal di Giaccherini. Quest’oggi sbaglia anche qualche passaggio di troppo.

Bisoli 7: le strigliate post Legnano e Pergocrema hanno sortito gli effetti sperati! Oggi i ragazzi non mollano la presa nemmeno per un secondo portando in porto una vittoria di fondamentale importanza.

ProSesto-Cesena: le curve

15 marzo 2009

Lo Stadio Breda di Sesto San Giovanni è uno dei tanti stadi di Lega Pro: una pena! Anche ieri siamo usciti dall’impianto con la volontà e soprattutto la speranza di non doverci mai più mettere piede. Una sola curva, la loro, dove sono posizionati circa 200 sostenitori con 8 stendardi attaccati alla balaustra, li abbiamo sentiti cantare perchè praticamente eravamo attaccati. Sul 2a0 per noi hanno intonato " Noi vogliamo gente che lotta! " belli convinti. Anche in questa occasione sottolineamo la stima nei confronti di chi sostiene una squadra di Lega Pro, quando a pochi chilometri giocano in serie A.

I Bianconeri in terra lombarda sono circa 300 posizionati in una parte di gradinata. Alla balaustra appaiono tutti gli stendardi dei gruppi.

Prima dell’inizio dell’incontro viene osservato un minuto di silenzio in memoria di un amico della ProSesto, poi un crescendo del nostro tifo. Ieri pomeriggio siamo stati davvero impeccabili, calorosi, entusiasti e alla fine abbiamo meritato la festa da prima in classifica!

AVANTI COSì! AVANTI BIANCONERI!


fonte: bronxvigne.it

Pubblicato il 16/3/2009 alle 17.56 nella rubrica Cesena.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web