Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Lega Pro 1/B : Un super Crotone aggancia, nell’attesa del posticipo, il Gallipoli in vetta - sportevai.it

http://www.sportevai.it/resize.php?maxx=435&maxy=273&src=images/foto/241/big/calcio_generico(3).jpg
Il punto dopo la 25esima giornata

lunedì 16 marzo 2009

Milano 16 marzo 2009 - Lo avevamo prospettato interessante questo turno di campionato nel girone B  di Prima Divisione di Lega Pro, cosa che puntualmente si è avverata ed ha visto delle sostanziali novità in vetta alla classifica. Classifica che però risulta ancora parzialmente falsata nell’attesa del posticipo di questa sera che vedrà di fronte l’Arezzo alla capolista Gallipoli.

SUPER CROTONE-  Nel festival del gol un super Crotone si sbarazza facilmente del Foligno e aggancia in vetta alla classifica, seppur momentaneamente, il Gallipoli di Beppe Giannini. Crotone che ieri ha giocato una gara bella e intensa, partita che si è messa subito in salita per i rosso-blu pitagorici, infatti, a passare in vantaggio tra le mura dello “Scida” è stato proprio il Foligno di Indiani grazie a Coresi su rigore, ma Crotone che poi è stato bravo ed abile a riportare la partita sul suo binario ed infatti prima al 26’ con Calil e poi al 36’con Basso e al 41’con Petrilli ha prima impattato e poi capovolto la situazione in campo. Foligno che incamerando questa pesante sconfitta, gara terminata 4 a 2 da segnalare tra le fila calabresi la doppietta di Calil, a cui vanno sommate le prestazioni non eccellenti delle ultime giornate, ripiomba nelle zona bassa della classifica in piena zona play-out. Crotone che invece si gode l’ebbrezza di questo momento che la vede in testa alla classifica al pari con il Gallipoli, cosa che non accadeva da tre mesi e mezzo, ed attende, con ansia, l’esito del posticipo di questa sera che vedrà confrontarsi l’Arezzo e la capolista Gallipoli.

AREZZO - GALLIPOLI-  Proprio posticipo tra Arezzo – Gallipoli che oltre ad essere una sfida al vertice assume una particolare rilevanza proprio alla luce dei risultati di ieri, infatti, oltre all’aggancio operato dal Crotone ai danni del Gallipoli, l’Arezzo è stato scavalcato in classifica dalla Cavese, metelliani campani i quali a loro volta hanno altresì agganciato il Benevento a quota 44. Quindi posticipo ricco di spunti per la classifica è partita quella che si disputerà stasera che sicuramente sarà uno scontro nello scontro, gara che per le due squadre in campo darà sicuramente dei riferimenti importanti in vista della volata finale. Posticipo che potrà far nuovamente variare la classifica di un campionato molto livellato.

LA CAVESE A QUOTA 44- Campionato che adesso vede la Cavese di mister Camplone in piena rimonta, blufoncè campani che in virtù della vittoria, per una rete a zero, ottenuta ieri in casa dei “cugini” della Juve Stabia salgono a quota 44 scavalcando l’Arezzo ed agganciando a quota 44 il Benevento. Cavese che sfrutta al meglio un tiro-cross di Favasuli, tiro-cross che il portiere delle “vespe” stabiesi giudica fuori e che invece si insacca alle sue spalle regalando cosi tre punti d’oro ai metelliani di Cava.  Sconfitta invece, quella rimediata dai padroni di casa, che finisce di inguaiare la gia precaria situazione dei giallo-blu, che vede ora la squadra di Castellammare di Stabia ferma a quota 22 ad un passo dall’ultima posizione. Cavese che invece aggancia il Benevento e spera nel calendario favorevole, che vedrà nei prossimi turni affrontare le dirette concorrenti alla promozione tra le mura amiche, per tentare l’impossibile. Ma per fare ciò dovrà lottare contro una  rivale diretta del calibro del Benevento, giallo-rossi beneventani che ieri si sono fermati in casa del Pescara, gara che ha visto andare in vantaggio prima gli ospiti al 47’ del primo tempo con il solito Clemente al suo 12 sigillo stagionale, e bianco-azzurri padroni di casa che poi nonostante tutto sono riusciti ad alzare la china ed a pareggiare la gara al 13’ del  secondo tempo con Vitale, pareggio questo che fa salire il Pescara a quota 27 che resta però ancora impantanata in zona play-out.

FOGGIA ALL’OTTAVO RISULTATO UTILE- Sale di un punto e si porta a quota 38 anche il Foggia, che nell’ennesima sfida stagionale contro il Sorrento non va oltre il pari al campo Italia di Sorrento. Partita bella e vibrante, ma che alla fine scontenta entrambe le formazioni in campo, infatti, il Foggia pur racimolando sia un punto in classifica e sia il suo ottavo risultato utile consecutivo, ne perde due in ottica play-off, mentre il Sorrento non concretizza la gara davanti al pubblico amico per conquistare punti pesanti in chiave salvezza. Padroni di casa del Sorrento che in virtù di questo pareggio si attestano a quota 29 in compagnia del Taranto, ma restano anche loro impantanati in zona play-out.

BAGARRE IN ZONA RETROCESSIONE- Zona play-out ai cui margini restano altresì impantanate le compagini di Taranto, Paganese e Lanciano, che rispettivamente ieri hanno dato vita a degli scontri diretti per la salvezza. Infatti, la sfida tra Paganese e Taranto si è chiusa con una vittoria di misura degli azzurro-stellati di mister Capuano, padroni di casa che in virtù di questo successo trovano sulla loro strada tre punti importanti per la classifica che adesso li vede a quota 30 in compagnia del Lanciano. Frentani abruzzesi che invece ieri nell’altra sfida chiave per la zona play-out sono caduti in casa del Real Marcianise, squadra campana che subito si è dimostrata attiva e che con la vittoria di ieri è uscita dalla zona play-out che adesso, ed in un campionato molto equilibrato come quello di quest’anno, è lontana ben quattro lunghezze. Giallo-verdi campani che nel match di ieri hanno dovuto prima vincere contro la sfortuna visto l’infortunio occorso al  difensore centrale Filona ad inizio gara e poi hanno dovuto rimontare una partita che si era messa in salita visto il fulmineo vantaggio, al 7’ del primo tempo, dei frentani abruzzesi con Tisci su rigore. Se però il Real Marcianise allontana la zona play-out, nella stessa zona di classifica bisogna segnalare la vittoria della Pistoiese sul Potenza, partita che si è chiusa con il risultato per 2 a 0 per gli arancioni padroni di casa, e vittoria che permette agli uomini di Torricelli di agganciare a quota 19 proprio il Potenza e di riaprire il discorso salvezza.

DERBY UMBRO- Infine per completare il punto sulla giornata non resta che segnalare lo scontro regionale tra Perugia e Ternana che si conclude con un nulla di fatto. Infatti, la gara viene interpretata dalle compagini in campo al motto di “non facciamoci del male” e si conclude con uno 0 a 0 che alla fine non scontenta nessuno nemmeno i due neo allenatori Pagliari e Baldassarri, squadre che in virtù di questo risultato continuano la loro “ignota” militanza a centro classifica.


Giuseppe Di Fonzo   


fonte: sportevai.it

Pubblicato il 17/3/2009 alle 18.39 nella rubrica 1a Div/B.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web