Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Calcio Iª Div. A - 25ª giornata: il punto - realsports.it

Calcio Iª Div. A - 25ª giornata: il punto
Notizia del 17 Marzo 2009


Cade la capolista Pro Patria a Novara, al primo posto in classifica balza il Cesena di Bisoli, più due sui bustocchi, vittorioso nell’anticipo contro la Pro Sesto, unica vittoria in trasferta della giornata


Fonte immagine RealSports.it

di Marco Magli

Cade la capolista Pro Patria a Novara, al primo posto in classifica balza il Cesena di Bisoli, più due sui bustocchi, vittorioso nell’anticipo contro la Pro Sesto, unica vittoria in trasferta della giornata. Conferma il pronostico la squadra romagnola, alla quinta vittoria fuori casa (solo la Spal ha fatto bene come i bianconeri), ha deciso la partita un mortifero uno-due in avvio di ripresa firmato dal brasiliano Sacilotto al 10’ e Giaccherini al 14’. Per i milanesi è stato espulso Beretta al 42’st, seconda sconfitta consecutiva ed ora la squadra di Sala è in piena zona play out, quintultima a tre punti dalla coppia Monza e Portogruaro, entrambi vincitori.

Sconfitte per Pro Patria e Reggiana. La squadra di Lerda perde il derby del Ticino contro un ritrovato Novara, che supera il Pergocrema e raggiunge in classifica la Spal al quinto posto insieme al Padova (anche i veneti vittoriosi), lasciandosi dietro un periodo negativo sul piano dei risultati, vittoria che mancava da sei turni. I piemontesi hanno meritato la vittoria approfittando anche di importanti assenze nei biancoblu, al vantaggio ospite di Do Prado al 40’pt, ha risposto dopo due minuti Rubino, la rete della vittoria azzurra porta la firma, in contropiede, di Bertani al 35’st (per la coppia d’attacco piemontese sono otto reti ciascuno), espulso il difensore bustocco Urbano al 14’st per doppia ammonizione.

La Reggiana paga amaramente la trasferta veronese, prima dell’incontro viene rubato da ignoti il pullman con le divise granata e sul campo è sconfitta da un motivatissimo Verona. Per gli scaligeri è il primo successo casalingo del 2009, vittoria fondamentale che alimenta le speranze per poter lottare ancora per un posto nei play off, sono quattro le lunghezze dal terzetto Spal-Novara-Padova.  Dopo poco più di un quarto d’ora l’Hellas era già sul due a zero grazie alle reti del francese Rantier al 11’ e Parolo al 16’, gli emiliani hanno accorciato le distanze al 17’st con Padoin.

Una Spal sottotono esce sconfitta dalla trasferta di Portogruaro, i veneziani emergono dalle brutte acque della bassa classifica grazie ad una prestazione convincente e alle reti dell’ex Cunico (sempre tra i migliori) al 30’pt e di Carboni al 29’st. Quarto risultato utile consecutivo della gestione Calori. Per gli estensi espulso Centi al 38’st per gioco falloso (gomitata ai danni di Cherubini), seconda sconfitta consecutiva, mai accaduto in questo torneo. Approfitta della debacle spallina il Ravenna. Come da copione i bizantini regolano il Lecco, scavalcando appunto i ferraresi e portandosi al quarto posto, si confermano coppia irresistibile Curiale- Zizzari, ancora in rete. Per l’ex sambenedettese è la settima rete (in goal da sei giornate consecutive!), al 24’pt, invece per il capocannoniere fanno tredici, l’ex spezzino trova la via del goal al 33’pt. I giallorossi continuano il magic moment, è la quinta vittoria di fila conquistata al ‘Benelli’ e sesta vittoria nel Girone di ritorno!

In casa bluceleste troppo poco si è fatto per cercare di portare via un risultato positivo dalla Romagna, la squadra di Pellegrino è parsa troppo remissiva, la salvezza si allontana. Torna a farsi sotto il Padova, grazie ad una doppietta del folletto Di Nardo al 3’pt e al 1’st, che affossa la Sambenedettese, il rientro di Sabatini sulla panca biancoscudata, al posto dell’esonerato Tesser, è coinciso con due vittorie consecutive. Per i marchigiani è la nona sconfitta fuori dalle mura amiche e sono ben tredici in totale, nessuno peggio dei rossoblu. Derby a reti inviolate tra Cremonese e Pergocrema, punto utile per i gialloblu che hanno giocato meglio e che sono andati più vicino al goal, resta l’amaro in bocca per il palo colto allo scadere da Araboni, sono sette i risultati utili consecutivi (cinque vittorie e due pareggi!).

La squadra di Piantoni compie un ulteriore passo verso la salvezza, mentre in casa grigiorossa è un pareggio che sa di sconfitta. La squadra di Mondonico, alla duecentesima panca cremonese in campionato, non sa più vincere, si è mostrata impacciata, timorosa e nervosa, ne paga le conseguenze Morfeo che viene allontanato al 20’st per gioco scorretto, l’ex fantasista fiorentino, nel primo tempo, ha colpito la traversa su calcio di punizione. I grigiorossi, lontani cinque lunghezze, sembrano oramai fuori per la lotta play off, soprattutto se il gioco continua a languire.

Altro pareggio a reti bianche è quello tra Lumezzane e Venezia in una gara povera di emozioni, la squadra bresciana ha sciupato l’ennesima occasione per poter fare il salto di qualità, mentre per i lagunari è un punto guadagnato dopo tre sconfitte consecutive, la zona play out dista ora cinque punti. Esce dalla zona calda il Monza che supera il Legnano in una scontro diretto, tutto nella ripresa, in quattro minuti i brianzoli vanno due volte in goal, al 2’ Torri e al 6’ Rossi, al 34’i lilla sprecano l’occasione per poter riaprire la gara fallendo un calcio di rigore, è Matteo Lombardo a farsi parare la conclusione da Rossi Chauvenet. Boccata di ossigeno per gli uomini di Sonzogni mentre la squadra di Lombardo interrompe la striscia positiva di tre gare

fonte: realsports.it

Pubblicato il 17/3/2009 alle 18.42 nella rubrica 1a Div/A.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web