Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Il punto sulla venticinquesima giornata - solosorrento.it

rubrica a cura di Roberto Fiorentino

Paura di soffrire di solitudine, o forse paura di volare, di vincere e di scappare. La sconfitta del Gallipoli ad Arezzo, decide il gol di Baclet, ha mischiato definitivamente le cinque  carte, le vere e sole protagoniste  di questo campionato. Ora può succedere veramente di  tutto: sbilanciasi in un pronostico su chi finirà in testa al torneo e festeggerà direttamente la B, è scommessa non facile nemmeno puntando su una doppia chance. Gallipoli, Crotone, Arezzo, Benevento e Cavese sono nello spazio ristretto di quattro punti: da domenica prossima ogni passo in avanti sarà decisivo. Tutte ci credono ed hanno i mezzi per sognare e pure qualcosa in più. Il gol decisivo di Favasuli della Cavese nel derby contro lo Stabia, è quanto meno un segnale. Il fattore C, in questi momenti della stagione, conta e se pensiamo che non è la prima volta, allora Camplone potrebbe veramente ritrovare la serie B, ma questa volta da allenatore: bravo sì, ma pure tanto fortunato.

C'è chi sta peggio e sono in tanti: nelle sabbie mobili di questo campionato ci si finisce che è una bellezza. Il Potenza, sconfitto a Pistoia, sta per morire mentre la squadra di Torricelli prova quanto meno a lasciare l’ultimo posto. Ora che pure lo Stabia è vicinissimo, le disperate sono tre, tutte sull’orlo del precipizio. Cade il Foligno contro il Crotone: ci sta, sono altre le partite da vincere ed Indiani lo sa. Bene Paganese e Marcianise, che mandano al tappeto Taranto e Lanciano tenendo alta la tensione ed aumentando le indecisioni. Sorrento  e Foggia, invece, solo pari senza reti, con le due squadre che rappresentano il voglio ma non posso, o meglio non riesco. Play-Off lontanissimi per Pecchia e compagni, play-out vicinissimi per Simonelli che proprio non riesce a trovare una quadratura alla squadra. Giornata interlocutoria per il Benevento che pareggia contro il Pescara. Prossimo turno: segnatevi Cavese-Sorrento e Foligno-Arezzo. Per queste quattro squadre il campionato è già ad un bivio pericoloso.

SEMAFORO  VERDE: All’Arezzo. Intanto, il successo contro il Gallipoli è utile per rimettersi in corsa. Ugolotti ora deve convincere tutto l’ambiente che arrivare primi non è un sogno. I meriti, però, andranno condivisi con Marco Cari.

SEMAFORO GIALLO: A Salvatore Soviero, portiere della Juve Stabia. Sull’incredibile gol di Favasuli, che ha deciso il derby nel rinnovato Menti, un portiere deve sempre seguire la palla con la mano ed accompagnarla fuori. Non ci si può voltare, fregandosene altamente. E meno male che Soviero ha giocato pure in categorie superiori…

SEMAFORO ROSSO: A Jimmy Fialdini, centrocampista offensivo del Sorrento. Non è possibile che sia lui il giocatore che ha fatto faville a Frosinone ed Ancona. E’ un mistero, non riesce ad ingranare anche se la volontà è tantissima…


fonte: solosorrento.it

Pubblicato il 19/3/2009 alle 15.40 nella rubrica 1a Div/B.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web