Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Prima divisione B: Gallipoli-Pescara 4-1 Galderisi: “Sono fiducioso”- datasport.it


(Esultanza curva Gallipoli)
(AGM-DS) - 22/03/2009 19.59.15 - (AGM-DS) - Milano, 22 marzo - La ventiseiesima giornata del campionato di prima divisione B rigenera gli ionici, che riassaporano il profumo del successo stendendo gli abruzzesi.

Con la primavera i salentini tornano a sbocciare. Dopo aver raccolto un unico punto nelle ultime due giornate, nel primo turno di campionato della dolce stagione gli uomini di Giannini si risvegliano è colgono un’affermazione convincente che sgombera il cielo dai nuvolosi grigi addensati sull’ambiente giallorosso nel mese di marzo e li proietta nuovamente in testa da soli. Le prime gemme sugli alberi non rigenerano, invece, gli adriatici, che da quando è iniziato l’inverno hanno incamerato un’unica vittoria, collezionando solamente sette punti in dieci gare.

Nei primi 25 minuti il match rispecchia il cielo della cittadina pugliese, plumbeo e uggioso, invita a una pennichella pomeridiana. Senza troppa convinzione un Gallipoli timido onora il fattore campo con una maggior propensione offensiva, ma senza pungere, anche perché di fronte a un Pescara molto coperto, che si difende spesso con otto effettivi. La maggior vivacità degli ionici, però, viene premiata al 26’, quando vengono baciati dal primo raggio di sole: Buzzegoli apre sulla sinistra per Mounard, che converge al centro e fulmina Indivieri con una castagna all’incrocio. Ma una rondine non fa primavera. Infatti sul rettangolo verde il gioco continua a non germogliare. E il pareggio dei biancocelesti al 37’ nasce da una palla inattiva, una deliziosa punizione a foglia morta di Coletti dal limite che lascia Rossi impietrito, insaccandosi nell’angolino basso alla sua destra. Due gol nelle uniche due occasioni di un primo tempo tutt’altro che frizzante. Nella ripresa la gara esce dal letargo. Gli abruzzesi sono più intraprendenti e questo permette ai padroni di casa di trovare maggiori spazi. Così si rendono pericolosi già in avvio con Cangi, che da metri uno di testa alza sopra la traversa un traversone di Esposito, imitato al 58’ da Russo, che sbaglia mira da buona posizione. Sono le prove generali del gol, che fiorisce al 62’: il portiere ospite non esce su un cross dalla sinistra di Russo che attraversa l’area piccola e Molinari lo castiga in elevazione. Mentre dopo meno di due giri di lancette Ginestra sigla il tris svettando in un’area brulicante di giocatori e indirizzando in fondo al sacco un cross dalla destra di Cangi. Da questo momento i salentini fanno il bello e il cattivo tempo, rendendo più pingue il bottino al 72’ grazie a Di Gennaro, che appoggia indisturbato in rete un assist basso di Ginestra. E due minuti dopo colpiscono anche un palo con un secco diagonale di Ginestra. Ma ormai il settore riservato ai tifosi adriatici è vuoto, abbandonata in segno di contestazione, con la gara che appassisce pian piano.

Considerate le sue caratteristiche molto tecniche, per il Gallipoli l’approssimarsi della bella stagione rappresenta sicuramente un fattore positivo; è gravido di pioggia, invece, il cielo sopra il Pescara.



Prima divisione B: Galderisi: “Sono fiducioso”

(Giuseppe Galderisi - tecnico Pescara)
(AGM-DS) - 22/03/2009 22.20.07 - (AGM-DS) - Milano, 22 marzo - La ventiseiesima del campionato di prima divisione B è vergata dalla saggezza dell’allenatore degli abruzzesi: “Archiviare questa partita”.

Non sta più nella pelle Giannini, coach degli ionici, in virtù del successo scoppiettante tra le mura amiche del suo Gallipoli nella gara contro il Pescara, ottenuto sulla base del risultato di 4-1: “Sono molto contento della prestazione dei miei ragazzi, soprattutto dopo la sconfitta di Arezzo. Hanno disputato un’ottima gara e credo che il risultato non meriti altri commenti. Il campionato è ancora lungo, ma noi ci impegneremo al massimo sino in fondo.”
Antipodale la reazione di Galderisi, mister degli adriatici, che comunque sprona i suoi: “Abbiamo disputato un buon primo tempo, però abbiamo subito un gol su palla ferma e dopo è diventato tutto più difficile. Oltretutto davanti avevamo il Gallipoli, che è una signora squadra che punta a vincere il campionato. Infatti i giallorossi sono stati bravi a sfruttare le uniche occasioni che hanno avuto. Ma sapevamo di avere di fronte una grande squadra che non dovevamo concedergli nulla. Bisogna archiviare questa partita e pensare subito alla prossima. Già da domenica dobbiamo cercare di trovare i tre punti che diventano fondamentali. Comunque io sono fiducioso.”

fonte: datasport.it

Pubblicato il 23/3/2009 alle 8.34 nella rubrica Gallipoli.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web