Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Calcio Iª Div. B - Rissa dopo Cavese-Sorrento: 3 giocatori ko - realsports.it

Calcio Iª Div. B - Rissa dopo Cavese-Sorrento: 3 giocatori ko
Notizia del 22 Marzo 2009

I giocatori ospiti Myrtaj, Minadeo e Nicodemo aggrediti subito dopo la partita vinta grazie ad un gol del centravanti albanese. Ad avere la peggio è stato l'ultimo dei tre, ferito ad entrambi gli occhi

Fonte immagine RealSports.it

Rissa in campo al termine di Cavese - Sorrento (Lega Pro 1/A Divisione): a farne le spese tre giocatori e un dirigente della squadra in trasferta che si è aggiudicata il derby campano per 1-0. Al fischio dell'arbitro, con le due squadre che stavano guadagnando gli spogliatoi, c'é stato un battibecco tra i giocatori delle due formazioni, protagonisti per il Sorrento i calciatori Myrtaj, Minadeo e Nicodemo. Accade che Myrtaj, autore del gol partita, mentre sta discutendo con un giocatore della Cavese, viene accerchiato da altri calciatori della squadra locale e raggiunto da un pugno in pieno volto.

A quel punto, scendono in campo gli addetti ai lavori e i dirigenti della Cavese. Le forze dell'ordine intervengono tempestivamente, ma la tensione rimane alta. Mentre Myrtaj e compagni tentano di allontanarsi anche il difensore Minadeo rimedia qualche colpo proibito, ma è Nicodemo, nel parapiglia, ad avere la peggio accusando due pugni al volto. Il centrocampista del Sorrento viene soccorso dai medici di entrambe le squadre. Rientrato a Sorrento, è stato visitato da un oculista avendo riportato un trauma contusivo ad entrambi gli occhi. Anche il direttore generale del Sorrento Diodato Scala ha lamentato di aver subito un calcio allo stomaco.

Il Sorrento annuncia di volersi tutelare in tutte le sedi competenti dopo "l'assurda violenza scatenatasi questo pomeriggio al termine della gara Cavese-Sorrento, disputata allo stadio 'Simonetta Lamberti' di Cava dé Tirreni". Questa la presa di posizione del club espressa in una nota.

"Ci tuteleremo in tutte le sedi competenti - spiega il presidente del Sorrento Antonino Castellano - e vigileremo sull'operato degli organi che saranno chiamati a perseguire i responsabili dell'intero episodio. Aiuteremo la giustizia, della quale nutriamo immensa fiducia, a fare luce con tempestività su questa intollerabile violenza che ha macchiato uno spettacolo suggestivo di sport e tifo che offriva quest'oggi il Simonetta Lamberti".

fonte: realsports.it

Pubblicato il 23/3/2009 alle 18.27 nella rubrica Cavese.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web