Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Crotone Taranto 2-0 – Ennesimo naufragio in trasferta per gli uomini di Stringara - febbrea90.com

http://www.febbrea90.com/site/img/tacrotone021108.jpg

di Enrico Losito - 29/03/2009

Crotone (dal nostro inviato) - I ragazzi di Moriero continuano la corsa verso la cadetteria. Dura poco più di un tempo la resistenza dei pugliesi, che malgrado i proclami della vigilia, si rendono protagonisti di una gara di puro contenimento. Il match winner  è Figliomeni, sostituto dello squalificato Galeoto, autore di una doppietta mortifera realizzata a metà ripresa. Per gli ospiti si tratta di un autentico naufragio: oltre alla sconfitta c’è da mettere in conto l’espulsione di Lima, Di bari e del tecnico Paolo Stringara.

 

Schieramenti.  I pitagorici si presentano con il 4-2-3-1: in difesa Figliomeni sostituisce lo squalificato Galeoto, mentre in attacco Paponetti viene proposto a sorpresa al posto di Russo che finisce in panchina. Rispondono gli ospiti con il consueto 3-4-1-2: nella retroguardia Di Bari prende il posto dello squalificato Prosperi, Lolli sostituisce l’infortunato Micco e Sciaudone viene inserito nel ruolo di trequartista  al posto di Carrozza, appiedato dal giudice sportivo.

 

Cronaca. Dopo i primi dieci minuti di studio, sono i calabresi a rendersi pericolosi al 11’ grazie ad un destro da fuori area di Basso con palla che si spegne al lato. Al 25’ rispondono i pugliesi con una conclusione dalla distanza di Da Silva bloccata senza difficoltà da Concetti.

 

I locali si rendono pericolosi al 32’: bordata dai venti metri di Calil deviata da Nordi. I pitagorici sfiorano la rete al 39’: Basso lavora una buona palla sulla sinistra e la mette al centro, dove Calil, a pochi passi dalla porta, non trova l’impatto con la sfera che sfila al lato. Al 46’ fiondata su punizione di Morleo, ma Nordi si oppone con i piedi.

 

La ripresa si apre con una velenosa punizione di Basso dalla sinistra che costringe Nordi a rifugiarsi in angolo. I locali passano in vantaggio al 19’: Galardo scodella dalla sinistra e pesca sul palo opposto Figliomeni, che incorna di testa e realizza.

 

Al 23’ le squadre restano in dieci per l’espulsione di Lima e Galardo causata da reciproche scorrettezze. I calabresi raddoppiano al 25’: Basso batte un angolo dalla sinistra, la sfera, dopo un paio di rimpalli in area, viene raccolta da Figliomeni, il quale, appostato all’altezza del dischetto del rigore,  colpisce di destro ed insacca.

 

Gli uomini di Moriero dilagano ed al 26’ vanno vicini alla terza rete con una girata di Aurelio, che sibila vicino al palo alla destra di Nordi. Ci prova Morleo al 32’, ma il suo diagonale mancino teso termina al lato. Conclusione fotocopia al 34’ con lo stesso Morleo che non inquadra lo specchio della porta.

 

Agli uomini di Stringara saltano i nervi ed a farne le spese è Di Bari che rimedia in pochi istanti, prima un’ammonizione e, successivamente, il cartellino rosso per proteste. Gli ospiti, a gara abbondantemente compromessa,  restano quindi in nove uomini, ma i pitagorici non infieriscono.

 

Timidamente i tarantini si portano in avanti al 45’, ma il destro dalla distanza di Sciaudone risulta centrale e viene bloccato facilmente da Concetti. L’incontro termina senza altre emozioni con i calabresi che festeggiano con i propri tifosi l’ennesima vittoria casalinga ed il primo posto in classifica vista la concomitante sconfitta del Gallipoli a Cava dei Tirreni.

 

TABELLINO

 

CROTONE: Concetti, Figliomeni (44’ s.t. Cafiero), Scogliamiglio, Diniz, Morleo; Galardo, Pacciardi; Petrilli (11’s.t. Aurelio), Calil, Basso; Paponetti (11’s.t. Russo). Disponibili: Ferelli, Quondametteo, Pedotti, Orosz. All. Francesco Moriero

TARANTO: Nordi, Migliaccio, Pastore (34’ s.t. Pasolucci), Di Bari; Sosa, Giorgino, Lima, Lolli; Sciaudone; Da Silva, Caturano (36’ s.t. Dionigi). Disponibili: Barasso, Cesareo, Barrios Silva,  Russo, Marolda. All. Paolo Stringara

Arbitro: Viti di Campobasso (assistenti: Granella di Nichelino – Levato di Torino)

Marcatori: 19’ e 25’ s.t.  Figliomeni (C )

Ammoniti: Paponetti per il Crotone,  Sosa, Sciaudone, Da Silva per il Taranto.

Espulso: il tecnico del Taranto Paolo Stringara al 13’ del s.t.; Galardo per il Crotone  e Lima  per il Taranto al 23’ s.t.; Di Bari per il Taranto al 39’

Angoli: 4-0

Spettatori: 2.500 ca. (assenti i tifosi ospiti per decisione del Casms)

Mister Moriero " Grande Crotone, ma il Taranto si salverà"

di Francesco Vozza - 29/03/2009

Queste le dichiarazioni di mister Checco Moriero.

“ Una buona vittoria contro una buon Taranto che è venuto a Crotone per giocarsi la gara. Abbiamo cercato subito di mettere in difficoltà la formazione di Stringara. Mi dispiace per il Taranto ma sono convinto che alla fine si salverà, perché è un organico di grande personalità. Magari domenica vincendo contro il Lanciano potremmo dare una mano agli ionici. Personalmente sono contento della mia squadra: i ragazzi hanno affrontato la gara nella maniera giusta. Nel primo tempo il Taranto è stato abile a chiuderci gli spazi, ma il Crotone è stato sempre bravo a mantenere possesso palla e creare pericolosità sulle corsie laterali. Nel secondo tempo abbiamo sfruttato due occasioni importanti e alla fine siamo riusciti a conquistare tre punti fondamentali per la classifica. Adesso siamo primi e nelle prossime gare dobbiamo confermare questa posizione. Il Taranto? Durante la settimana ho letto che volevano venire allo Scida per fare punti, ma oggi c’era un Crotone molto organizzato e grintoso. Non sarebbe stato facile per nessuno. Siamo partiti per arrivare ai playoff; a gennaio ci dovevamo salvare e adesso siamo primi. Questa favola continua e posso affermare che il Crotone non mollerà fino all’ultima giornata di campionato. Non ci poniamo limiti e non dobbiamo dimostrare niente a nessuno. Ci sono altre squadre, organizzate per vincere il campionato, che devono dimostrare qualcosa. Sono molto amico del presidente Blasi. È una persona che ama la propria città, la squadra. Un uomo sanguigno a cui auguro le migliori fortune ”.

Stringara: “La differenza l‘hanno fatta gli avversari”.

di Enrico Losito - 29/03/2009

Crotone (Dal nostro inviato) - Nel dopo gara l’analisi della partita è affidata, in casa tarantina, alle parole del tecnico Paolo Stringara: ”La differenza l’ha fatta il Crotone realizzando due reti. Loro hanno vinto perché sono un complesso estremamente competitivo, del resto i numeri parlano chiaro: 12 gare vinte con quella odierna su 14 incontri. Invece noi con quella di oggi siamo alla settima sconfitta consecutiva lontano dallo Iacovone. In settimana avevo lanciato la provocazione di venire a vincere qui a Crotone. Il mio intento era quello di caricare i ragazzi. In ogni caso nessuno ha ricordato che avevamo tante assenze tra cui Prosperi, Carrozza, Spinelli, Paolucci e Dionigi. Noi comunque siamo una formazione che punta alla salvezza, mentre di fronte avevamo un complesso che può contare su calciatori come Basso, Petrilli e Calil. Questi sono elementi che saltano l’uomo e creano superiorità. Da parte nostra abbiamo cercato di non farli ragionare e soprattutto di intasare gli spazi. Di sicuro noi non siamo una squadra che impone il proprio gioco; del resto non dobbiamo dare spettacolo per raggiungere la salvezza”. Il trainer toscano giustifica anche la sua espulsione: “L’arbitro mi ha allontanato solo per avergli sorriso. Vi garantisco che non ho proferito parola. Ci tengo a sottolineare che è la prima espulsione della mia carriera di tecnico. L’espulsione di Di Bari? Ritengo che sia mancata un po’ di elasticità sia da parte del calciatore che del direttore di gara”.


Sala stampa di Crotone Taranto: le dichiarazioni di Blasi, Sciaudone, Paolucci, Lolli e Galardo

di Francesco Vozza - 29/03/2009

Luigi Blasi:

 

“Nel primo tempo il Taranto ha giocato bene. Siamo stati all’altezza del Crotone. Forse ci è mancata la giusta determinazione, la cattiveria agonistica. Nel secondo tempo abbiamo iniziato abbastanza bene, fino al gol del Crotone. Subito dopo abbiamo perso la testa permettendo ai calabresi di raddoppiare. Andiamo via da Crotone con tanta amarezza, anche per le espulsioni. A questo proposito Di Bari prenderà una multa dalla società: non è stato responsabile. È un campionato equilibrato: domenica prossima attendo il grande pubblico per spingere i ragazzi alla vittoria. In casa obbligatoriamente dobbiamo fare punti ”.

 

Daniele Sciaudone:

 

“Il Crotone ha giocato una grande partita. Inizialmente abbiamo cercato di contenere le loro sfuriate e ripartire in contropiede. Abbiamo costruito poco mentre i pitagorici hanno sfruttato due occasioni per sbloccare la partita. Siamo stati ingenui nelle espulsioni. Troppo nervosi. Ora siamo ancora fuori dalla zona playout e domenica dobbiamo assolutamente sconfiggere la Pistoiese”.

 

Andrea Paolucci:

 

“Il mio è stato un ritorno infelice perché il Taranto ha incassato una brutta sconfitta. Siamo amareggiati per il risultato, però abbiamo giocato in un campo ostico contro una formazione molto organizzata. La prossima partita, contro la Pistoiese, faremo di tutto per raccogliere i tre punti. Fisicamente sto bene, ma devo recuperare il ritmo partita. Allenamento dopo allenamento cercherò di migliorare prima possibile per aiutare i miei compagni a raggiungere l’obiettivo salvezza ” .

 

Ali Lolli:

 

“Avevamo preparato la partita in un certo modo: dovevamo e volevamo ripartire meglio. Non ci siamo riusciti. Sostanzialmente abbiamo tenuto il campo per un’ora. Dopo il Crotone è stato abile a sfruttare qualche nostra disattenzione. Una volta in svantaggio non siamo riusciti a riequilibrare, perché il Crotone era disposto molto bene in campo. Purtroppo non siamo stati incisivi: in settimana dobbiamo lavorare rimanendo tranquilli e lucidi. Il nostro campionato si deciderà nelle prossime partite. Contro la Pistoiese dobbiamo vincere ”. 

Galardo capitano Crotone:

 

“Io e Lima non abbiamo commesso nessuna scorrettezza: speriamo che l’arbitro non ci squalifichi per due giornate. In sostanza è stata una bella partita. Nel primo tempo il Crotone ha giocato ad una porta, ma il Taranto si è chiuso bene. Nella ripresa abbiamo approfittato di qualche distrazione difensiva del Taranto e successivamente abbiamo messo la vittoria in cassaforte. Qui a Crotone stiamo facendo un grande campionato: nessun avversario avrà vita facile. Ora dobbiamo continuare a fare bene e alla fine del campionato tireremo le somme ”.


fonte: febbrea90.com


Pubblicato il 30/3/2009 alle 12.19 nella rubrica Taranto.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web