Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Pescara, Cuccureddu: una sconfitta pesante! Penalizzazione sul caso Cappai rinviata - forzapescara.com

Il punto critico della situazione
In attesa della sentenza sul caso Cappai, che potrebbe essere rinviata, proviamo a fare il punto sulla situazione del Pescara.
Dopo 30 gare giocate il Pescara è in piena zona Play off.
Dopo 37 anni dall'ultima retrocessione dalla C1 il Pescara ha avuto alti e bassi navigando soprattutto in serie B con alcuni campionati in serie A e in serie C.
Anche se di retrocessioni negli ultimi anni se ne sono viste tante (troppe per noi tifosi) si trattava di passaggi dalla A alla B o dalla B alla C con repentine e immediate risalite in cadetteria che, grazie all'entusiasmo della piazza, sanavano poi ogni rancore.
Quella di questa stagione travagliata non è ancora una retrocessione sulla carta ma, conti alla mano, il Pescara registra il suo peggior risultato (parziale...) in campionato di C dal 1972 considerando quindi la categoria.
In 30 gare i punti raccolti (senza penalizzazioni) ammontano a 35 che raccontano di sole 8 vittorie, 11 pareggi e 11 sconfitte.
Il Pescara è attualmente l'unica formazione del girone B di prima divisione a non aver mai vinto una gara in trasferta.
Ad alzare la febbre dei numeri ci si mette anche il computo totale dei gol. 29 gol fatti contro i 41 subiti.
Dato inquietante che rilega il Pescara all'ultimo posto nella classifica delle squadre che hanno incassato piu' reti.
Neanche la classifica dei gol fatti sorride ai biancazzurri che sorpassano in classifica solo squadre come Pistoiese, Potenza e Juve Stabia.
Una stagione da raddrizzare immediatamente e, aggiungiamo noi, da dimenticare con altrettanta fretta.


Cuccureddu: una sconfitta pesante!


Poco o nulla da salvare. Cuccureddu non cerca alibi. Il Pescara ha fallito un'altra tappa di avvicinamento alla salvezza. «Una sconfitta pesante per il modo in cui è maturata - dice il tecnico - perché era una partita che sembrava incanalarsi verso lo 0-0. Anzi, abbiamo creato noi le migliori occasioni prima di subire il loro primo gol su quel calcio d'angolo che ci ha condannati». L'1-0 di Matute e poi la scellerata espulsione di Perrulli sono le chiavi di una sconfitta evitabile. «Un errore che non è giustificabile, non si può lasciare la squadra in dieci in quel modo» asserisce Cuccureddu. Un Pescara che usa il fioretto in una fase del campionato in cui servirebbero lottatori: «I ragazzi devono capire che questo non è un gruppo di fuoriclasse, e che non siamo la prima in classifica. Siamo nel bel mezzo della lotta per non retrocedere e servono carattere e cattiveria se vogliamo salvarci. La fortuna non ci aiuta? E' vero, ma bisogna anche andare a cercarsela. Comunque, la prestazione non è da buttare. C'è stata una reazione rispetto a Castellammare, soprattutto perché abbiamo giocato contro una delle squadre più forti del girone». La rivoluzione nell'undici titolare non ha portato risultati: «C'è stata una rotazione degli uomini e ci sarà ancora perché in questo gruppo non ci sono intoccabili. Pensiamo al Sorrento, un'avversaria alla nostra portata ma comunque non facile da affrontare. Ci sono ancora in palio dodici punti e noi dobbiamo cercare di conquistarne il più possibile per raggiungere, tutti insieme, l'obiettivo che la società ci ha chiesto. Saranno decisive le due partite casalinghe". Ultima nota del Cuccu sulla delusione dei tifosi: "Li capisco, meriterebbero ben altro. Hanno ragione a fischiare, ma chiedo anche a loro di lottare con noi per ottenere questa salvezza». L’amministratore delegato Daniele Sebastiani: «Sono molto deluso, da qui alla fine non ci sono più alibi per nessuno. A parte qualche scelta discutibile, il tecnico può lavorare in piena autonomia. Non ci piace l’atteggiamento della squadra, sembrava quella delle ultime partite della gestione Galderisi. Abbiamo messo i giocatori nelle condizioni migliori per lavorare, ci aspettiamo maggiore rispetto e impegno». Da oggi, probabilmente, altro ritiro, a Giulianova, per preparare lo spareggio con il Sorrento.

fonte: forzapescara.com

 

Decisione sul caso Cappai rinviata

Per un vizio di forma del deferimento, sollevato dai difensori Di Campli&Chiacchio la decisione della Commissione Disciplinare nazionale è stata interrotta e gli atti ritrasmessi alla Procura Federale. Possibile che, nel caso la decisione verrà presa al termine del torneo, la penalizzazione si sconterà nel prossimo campionato. A breve saremo più precisi.

23 04 2009 alle 14:30:38 da Donato Giampietro

fonte: forzapescara.com

Pubblicato il 24/4/2009 alle 1.0 nella rubrica Pescara.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web