Blog: http://seriec1.ilcannocchiale.it

Cesena-Lumezzane 1-1, Trentunesima giornata di quel campionato in cui ci mandano arbitri scarsi chiamato Prima Divisione - bronxvigne.it

http://www.bronxvigne.it/gallery2/main.php?g2_view=core.DownloadItem&g2_itemId=535&g2_serialNumber=4

27 aprile 2009

Stadio Dino Manuzzi di Cesena, domenica 26 aprile 2009, ore 15. Trentunesima giornata e quattordicesima di ritorno di quel campionato in cui ci mandano arbitri scarsi come Stefanini di Livorno (da non confondersi con il grandissimo Stefanini di Prato) chiamato Prima Divisione

CESENA: Ravaglia, Ceccarelli (29’ st Chiavarini), Cusaro, De Feudis, Lauro, Biasi (1' st  Rossi), Segarelli, Sacilotto (1' st Djuric), Veronese, Giaccherini, Motta.
A disp.: Tardioli, Tonucci, Zebi, Schelotto. All. Bisoli

LUMEZZANE: Gazzoli 6,5, Nicola 6 (43' st Ghidini n.g.), Pisacane 6, Emerson 6, Pini 5,5, Pintori 7 ( 30' st Lo Iacono 6), Coletto 7, Ciasca 7, Scaglia 6,5, Maniero 6,5 ( 20' st Zanardini 6), Pesenti 6,5.
A disp.: Zaina, Silvestri, Faroni, Del Bosco. All. Sabatini 6,5

ARBITRO: Stefanini di Livorno 5

RETI: 15’ pt Pintori, 30’ st Motta.

CESENA. Un Cesena sottotono ma anche volitivo e sfortunato non riesce ad avere la meglio nei confronti di un Lumezzane che scendeva al Dino Manuzzi per giocarsi le ultime flebili possibilità di agganciare il treno dei play off.

Mister Bisoli butta subito nella mischia il rientrante Veronese al posto di Djuric e conferma la formazione e il modulo che aveva dato i suoi frutti la domenica precedente contro il Venezia. Il Lumezzane risponde con una formazione a trazione offensiva con gli avanti Pesenti, Scaglia e Maniero a mettere paura a Ravaglia e compagni.

I lombardi partono subito forte e dimostrano una maggior freschezza e miglior palleggio rispetto ai bianconeri. Dopo un’ azione personale di Veronese al 13’ che cerca di sorprendere per ben due volte lo stagionato Gazzoli e un’ incursione di Scaglia al 14’ finita con un tiro a lato è il Lumezzane che passa in vantaggio. Siamo al 15’ quandoManiero entra in area e mentre viene affrontato da Biasi si lascia cadere. Rigore dubbio ma l’ arbitro lo assegna senza esitazioni ammonendo anche Cecccarelli per proteste! Tira Pesenti che spiazza Ravaglia e porta in vantaggio gli ospiti. La reazione del Cesena è piuttosto sconclusionata e il Lumezzane riesce a chiudersi perfettamente nella propria trequarti sfruttando una buona velocità di gioco e un’ ottima condizione atletica. Le conclusioni romagnole sono scarne e poco pericolose se si eccettuano una punizione di Giaccherini al 23’ deviata in angolo da Gazzoli e un tiro ravvicinato di Cusaro che non sorprende il numero 1 ospite. Prima del riposo si fa male Biasi che è costretto a lasciare il posto a Rossi

I secondi 45 minuti iniziano subito con una novità: Sacilotto rimane negli spogliatoi e il suo posto lo prende il grattacielo Djuric. La prima occasione avviene al 62’ ed è clamorosa: dopo un calcio d’ angolo, De Feudis riapre per Motta sulla sinistra che mette al centro una palla invitante per l’ accorrente Veronese ( azione fotocopia al goal di Djurìc domenica scorsa!) che da ottima posizione spedisce la sfera sul palo! Al 64’ è ancora Motta che ci prova da fuori area ma il suo tiro è alto, anche se di poco, sopra la traversa! Al 73’ mischia furibonda in area lombarda susseguente da un calcio d’ angolo di Motta, batti e ribatti furibondo risolto dall’ arbitro con il classico fallo di confusione in area! Il Lumezzane cerca di riprendere il possesso palla ma il Cesena spinge e non permette ai lombardi di avvicinarsi alla porta di Ravaglia. Al 74’ esce Ceccarelli per Chiavarini e adesso ci sono tutti gli ingredienti per arrivare quantomeno al pareggio che arriva puntuale un minuto dopo! Un lancio di De Feudis viene svirgolato malamente da Pini che lascia la possibilità a Motta di calciare a rete dove il brizzolato Gazzoli non può arrivare! Esplode il Manuzzi che intravede la possibilità di una possibile rimonta! All’ 80’, però avviene l’ episodio che condizionerà i restanti 10 minuti di gioco. L’ ennesimo uomo a terra rossoblu non impietosisce Giaccherini che fila via sulla fascia affrontato da Scaglia che gli rimpalla la sfera in fallo laterale e lo insegue spingendolo e protestando per la mancata interruzione del gioco. La mosca atomica ha un accenno di reazione prima che si scateni il parapiglia dove il pessimo Stefanini decide di fare pari e patta espellendo il n. 10 bianconero e la nervosa punta rossoblù . Da qui in poi il Cesena cerca il goal della vittoria ma la stanchezza si inizia a far sentire e il risultato non cambierà fino al triplice fischio!

Occasione mancata per i bianconeri che non approfittano del passo falso interno della Pro Patria e, invece di balzare al comando come si sperava alla vigilia viene agguantato dalla Reggiana e avvicinato ancor più pressantemente dal Ravenna. Sarà un finale di stagione incandescente dove chi avrà rimasto più birra ne uscirà vincitore. Quello che ci è parso da qualche giornata a questa parte è che il Cesena non sia fra le squadre in miglior salute, quindi è necessario aspettarsi qualche colpo di genio dagli uomini che possono fare la differenza: Motta ha ritrovato definitivamente il goal ma ora aspettiamo con impazienza Veronese e Chiavarini. Il loro apporto sarà sempre più fondamentale alla causa quindi TESTA BASSA E PEDALARE PERCHE’ IN B NOI CI VOGLIAMO ANDARE!

Cesena-Lumezzane, le pagelle

27 aprile 2009

Ravaglia 6: come contro il Venezia avrebbe necessitato di un ombrello per ripararsi dalla pioggia e di una Wii per passare il tempo soprattutto nei secondi 45 minuti di gioco dove il Lumezzane non si è mai affacciato dalle sue parti.

Ceccarelli 4,5: inguardabile! (29' st Chiavarini 6: qualche buona giocata ma non riesce ancora ad incidere! Ora avrà la grossa possibilità/responsabilità di sostituire Giaccherini dal primo minuto, speriamo la sappia sfruttare!)

Cusaro 6: un tempo sulla sinistra, l’ altro prepotentemente in continua proiezione offensiva per cercare il goal. Ci va anche vicino ma oggi non è giornata.

De Feudis 6,5: calamita la solita quantità di palloni che smista a dovere per i compagni. Avrebbe occasione di andare al tiro più di una volta ma “non se la sente” di ripetere l’ exploit della gara d’ andata.

Lauro 7: una sicurezza! Non vorremmo mai essere nei panni di chi si trova davanti il mastino napoletano che randella chiunque gli si pari davanti!

Biasi 5,5: nel rigore è parso un po’ troppo precipitoso ma anche nel complesso non riesce a dare quella sicurezza alla quale ci aveva abituati.

Segarelli 7: vive uno stato di forma strepitoso, uomo ovunque!

Sacilotto 6: non aveva demeritato fino a quel momento ma qualcosa Mister Bisoli doveva cambiare e la scelta è andata sul brasileiro!
(1’ st Djuric 5,5: qualche spizzicata ma sotto porta è latitante!)

Veronese 5: lento e macchinoso, prende qualche fallo ma nulla più! Nelle palle vaganti in area non c’è mai e i pochi tiri in porta veramente velleitari!

Giaccherini 5,5: fino a quel momento era stata la nostra ancora di salvezza alla quale aggrapparsi per cercare di vincere una partita nata male! Abbocca alla provocazione di Scaglia e viene espulso più per pareggiare la situazione che per l’ effettiva scorrettezza! Con un po’ più di freddezza sarebbe rimasto in campo e chissà……..

Motta 7: svaria su tutto il fronte d’ attacco per cercare sia la giocata per i compagni sia il goal. Ci riesce solamente dopo un liscio della difesa rossoblu ma la sua prova è tutta sostanza!

Bisoli 6
: la squadra non è più brillante come qualche mese fa quindi cerca di far necessità virtù sfruttando tutte le caratteristiche degli uomini a disposizione. Speriamo che basti per andare in B senza passare dai play off.


Cesena-Lumezzane: le curve

27 aprile 2009

Dalla Val Trompia scendono in Romagna una decina di sostenitori del Lume. Non giudicabili dal punto di vista del tifo, ma elogiabili per la lunga trasferta intrapresa.

Ieri a pranzo la tifoseria cesenate era stata invitata dalle WSB per una grigliata di carne pre partita. Noi abbiamo partecipato volentieri, anche perchè per mangiare era richiesta un’offerta libera da devolvere alla popolazione abruzzese colpita dal terremoto. Nelle due domeniche di incontri casalinghi gli Ultras hanno cercato di raccogliere quanto più possibile e la cifra totale verrà destinata all’associazione di Luciano Achilli " Riccione d’na volta" che si occuperà in modo diretto di destinare i proventi di solidarietà cesenate. Ci troviamo totalmente in accordo con quanto scritto dalle WSB nella fanzine di ieri: il mondo ultras si è mosso in maniera importante per chi è stato vittima di una così grave calamità naturale. In tutte le curve d’Italia ci sono stati gesti di solidarietà e vicinanza agli abruzzesi, ma i media non hanno dato il minimo risalto a queste manifestazioni e questa è l’ennesima dimostrazione di come gli Ultras siano tenuti in considerazione solo quando è il momento di critare e condannare. Vergogna!

Fuori dalla Mare è stato esposto uno striscione : " Ferrara: trasferta vietata, ingiustizia esagerata ". Siamo rimasti tutti sbigottiti nell’apprendere dai giornali il divieto per la tifoseria cesenate alla trasferta di Ferrara. Perchè mai non possiamo sostenere la squadra nella delicatissima partita contro la Spal, quando gli incidenti con la polizia a Cesena li hanno fatti loro? Abbiamo perciò pensato che se una tifoseria doveva restare fuori dallo stadio domenica prossima, quella era certamente la tifoseria spallina! Ma pare che non sarà così. Pare che, ancora una volta chi dovrà subire certe decisioni saremo noi e questa è davvero un’ingiustizia esagerata!


fonte: bronxvigne.it



Pubblicato il 27/4/2009 alle 23.42 nella rubrica Cesena.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web